• Alonewolf87

    Se state pubblicando materiale per la quinta edizione di D&D sfruttano l'OGL (Open Gaming License) forse saprete già che la SRD (System Reference Document) è stato aggiornato un paio di settimane fa. Questi aggiornamenti comprendono nuovi incantesimi, l'attivazione e l'uso degli oggeti magici, la sintonizzazione (attunement) con essi e alcuni correzioni sparse e modifiche nella catalogazione. Questa versione della SRD è chiamata SRD 5.1

    Cosa c'è di nuovo in DnD
    Eccovi una lista dei cambiamenti (Qui potete scaricare il documento completo)
     
    Vari incantesimi base usati dalle classi, dagli oggetti magici e dai mostri sono stati aggiunti nella sezione degli incantesimi. Per esempio il trucchetto esplosione arcana (eldritch blast) è fondamentale per molte capacità del warlock e fa quindi ora parte della SRD I riferimenti ad archetipi (e altre capacità di classe a scelta come i domini dei chierici) sono stati rimossi dal testo per evitare confusione. I iferimenti ai "capitoli" sono stati eliminati visto che la SRD non è organizzata in capitoli. Sono stati aggiunti dei segnalibri per gli argomenti più importanti e con più riferimenti. Sono state fatte alcune correzioni del testo (per esempio alcune istante di "DM" al posto di "GM"; alcuni errori tipografici avvenuti durante l'importazione del testo; sono state incorporate le errata del Manuale del Giocatore, della Guida del Dungeon Master e del Manuale dei Mostri). Tutte le appendici sono state spostate alla fine del documento. Per esempio l'appendice sulle Condizioni del Manuale del Giocatore si trovava prima in mezzo alla SRD ma ora è alla fine. Per evitare condusione tra le appendici del Manuale del Giocatore e del Manuale dei Mostri esse hanno ora un prefisso PH- o MM - come appropriato. Le regole per la sintonizzazione con gli oggetti magici, per la loro attivazione e utilizzo sono ora parte della SRD.
    Qui l'articolo originale.
    Alonewolf87

    Ancora una volta Arcani Rivelati getta uno sguardo ad alcune delle pubblicazioni più popolari della DM's Guild e porta alla vostra attenzione un paio di opzioni interessanti per migliorare le vostre campagne.

    Arcani Rivelati
    Doni Oscuri
    Scritto da Igor Moreno, illustrato da Brian Lee e Michael Wolmarans, pubblicato dalla Flying Ape.
    Se state giocando a La Maledizione di Strahd (Curse of Strahd) o ad una vostra campagna ambientata in Ravenloft Doni Oscuri (Darker Gifts) vi fornisce una varietà di intriganti maledizioni da infliggere a personaggi che sono morti. Nella attuale stagione della Adventurers League i personaggi al di sotto del 5° livello che sono morti possono ritornare alla vita sottoposti ad una di quattro maledizioni. Doni Oscuri espande tale lista con sedici opzioni aggiuntive.
    La parte interessante di questa lista è che molte delle maledizioni sono veramente terrificanti. Per esempio una maledizione fa sì che la bocca di un personaggio sia cucita. Un incantatore che necessita di usare componenti materiali è veramente nei guai – anche se al costo di alcuni punti ferita può strappare le suture e parlare per 1 round.
    Circoli Druidici
    Pubblicato da Stray Chow Chow
    Per pura coincidenza non abbiamo pubblicato alcuna nuova opzione per il druido sin dall'uscita della quinta edizione di D&D. Fortunatamente Stray Chow Chow (e si tratta del nome dell'editore, dello sviluppatore oppure stiamo avendo a che fare con il più grande contributore della DM's Guild nel mondo canino?) ha creato tre nuove opzioni per i druidi che potete usare.
    Il circolo della fioritura della morte si concentra su druidi che rispettano il naturale ciclo della vita, morte e decadimento. Essi possono assumere la forma di funghi e usare la loro magia per causare un rapido decadimento dei nemici uccidendoli oppure rilasciare poteri benefici.
    Il circolo della fonte è un conclave di druidi che proteggono e sostengono un artefatto simile ad una fonte della giovinezza. Essi sono eccellenti guaritori, come è facile aspettarsi, e hanno la capacità di usare la loro magia per combattere la siccità.
    Il circolo della bestia riporta in auge il concetto del compagno animale del druido. Questo circolo consente di avere un compagno bestiale e di potenziarne le capacità quando si sale di livello.
    Tutte e tre queste proposte sono chiare e succinte – il genere di materiale che si può stampare e infilare nel Manuale del Giocatore. Ancora meglio rispettano uno degli obiettivi più importanti nello sviluppo di nuove opzioni di classe. Ogni nuovo circolo ha un chiaro posto nel mondo, con una identità distinta che gli permette di distinguersi quando confrontato con altre opzioni per i druidi. Quindi se un amante dei druidi del vostro gruppo sta cercando nuove opzioni queste tre sono un ottimo punto di partenza.
     
    Alonewolf87

    Nel nostro ultimo sondaggio vi avevamo chiesto quali aree di D&D ritenevate necessitassero di essere espanse e abbiamo richiesto le vostre opinioni sull'ultima revisione della classe del mistico e sulle nuove regole per gli psionici.

    Sondaggio
    In termini generali di contenuto i talenti sono nettamente il nuovo elemento più richiesto. Più del 70% di voi vuole nuovi talenti per il gioco. I talenti hanno anche l'opposizione minore alla loro espansione. Dato che non abbiamo rilasciato prodotti centrati su nuovi talenti sin dall'uscita del gioco sappiamo che si è accumulato della domanda per essi. Ma i talenti sono forse l'elemento più difficile da sviluppare per D&D dato che tendono a coprire vari campi e possono scatenare strane interazione che le regole basilari del gioco non possono sempre gestire facilmente. Perciò stiamo andando coi piedi di piombo mentre esploriamo opzioni e punti di partenza per lo sviluppo di nuovi talenti.
    Subito dopo i talenti vengono le nuovi classi di personaggi, con incantesimi e razze poco dietro. Vi abbiamo fatto domande in dettaglio riguardo le classe, con il ranger a farla da padrone. Lo stregone e il druido gli stavano poco dietro, seguiti da guerriero e warlock. Il resto delle classi era bene o male tutto sullo stesso piano, con l'eccezione di mago e chierico. Entrambe queste classi hanno ricevuto molto meno supporto per nuove opzioni, cosa che mi fa sospettare che molti giocatori preferirebbero vedere più incantesimi per queste classi.
    Per darvi un ultimo sguardo approfondito alle informazioni che avete condiviso con voi eccovi le cinque razze e classi più usate in termini di gioco:
    Razze
    Umano
    Elfo
    Mezz'elfo
    Nano
    Draconide

    L'aarakocra si è rivelato essere la razza meno popolare, mentre tra le razze non base il goliath è stata la più giocata. Inoltre c'è un grande stacco tra il nano e le razze seguenti, con il tiefling e alcune altre razze poco al di sotto del draconide.
    Classi
    Guerriero
    Chierico
    Ladro
    Mago
    Paladino

    Il paladino ha superato di pochissimo il warlock nel conquistare il quinto posto. Tuttavia, diversamente che per le razze, le classi erano tutte bene o male sullo stesso piano. Per fare un confronto la classe meno popolare (il druido) era appena di un punto o due al di sotto del draconide come uso.
    Oltre a chiedervi le vostre opinioni sul gioco in generale abbiamo anche richiesto commenti sulla classe del mistico. In generale la classe è stata valutata molto bene e ha delle fondamenta solide. Due aree specifiche che richiedono attenzione sono le capacità Mystical Recovery e Consumptive Power. A parte questo le capacità della classe hanno tutte raggiunto i nostri obiettivi in termini di soddisfazione. Quindi con solo due elementi che richiedono una seria revisione siamo pronti a portare la classe a livello 20 e aggiungere nuove opzioni di sottoclasse. Aspettatevi qualcosa in merito più avanti nell'anno.
    Nel sondaggio di questo mese abbiamo domande sulla Dms Guild, oltre che sulle tre opzioni presentate nell'Arcani Rivelati di Aprile: la razza del revenant, l'archetipo Monster Hunter per il guerriero e l'archetipo Inquisitive per il ladro. Fateci sapere cosa ne pensate.
     
    aza

    Da oggi è attiva per tutti la nuova veste grafica del sito.

    Da oggi è attiva per tutti la nuova veste grafica del sito.
    In occasione del restyling presentiamo la nuova illustrazione d'intestazione realizzata da Leonardo "Dleoblack" al quale vanno i nostri complimenti per l'ottimo lavoro svolto e i nostri più sentiti ringraziamenti.
    Potete ammirare altre illustrazioni nella sua gallery su Deviantart.
    Nel caso incontraste problemi di visualizzazione o colori non "a tema" col resto della skin comunicatecelo in questo topic. Grazie.
    SilentWolf

    La WotC ha rilasciato il compendio ufficiale per giocare all'ambientazione di Magic: the Gathering con le regole di D&D 5e.

    Uscita
    PLANESHIFT: ZENDIKAR
    Dungeon's & Dragons e Magic: the Gathering sono due giochi differenti, ma questo non significa che i loro Multiversi non possano incontrarsi.
    Fin dall'inizio, il Piano di Zendikar di Magic è stato concepito come un "mondo d'avventura", dove gruppi di esploratori perlustrano antiche rovine alla ricerca di meraviglie e tesori, combattendo i mostri che incontrano per la via. Molte delle radici creative del Piano nascono da D&D, e per questo non ci si dovrebbe sorprendere se l'Arte di Magic: the Gathering - Zendikar sembra assomigliare molto a un Manuale d'Ambientazione di D&D. E' cosparso di agganci per le avventure e di spunti per la storia, e gli mancano solo i riferimenti alle specifiche regole di cui avete bisogno per adattare le Razze di Zendikar, i suoi mostri e le sue avventure a una campagna di D&D. L'Arte di Magic: the Gathering - Zendikar è, inoltre, pieno di straordinarie immagini fantasy e contiene esso stesso illimitata ispirazione.
    Potete pensare a Plane Shift: Zendikar come a una sorta di supplemento per l'Arte di Magic: the Gathering - Zendikar, progettato per aiutarvi a prendere i dettagli del mondo e gli spunti di storia contenuti in quel libro e a trasformali in una emozionante campagna di D&D. Il modo più semplice per approciarsi a una campagna ambientata a Zendikar è utilizzare le regole che D&D fornisce così come sono scritte: un Druido a Zendikar potrebbe invocare il Mana Verde e lanciare incantesimi come Crescita Gigante (Giant Growth), ma rimane semplicemente un Druido nelle regole di D&D (il quale magari evoca insetti giganti).
    Plane Shift: Zendikar è stato creato utilizzando le regole della 5a Edizione di D&D. Quello di D&D è un sistema flessibile, progettato per ricreare qualunque tipo di mondo fantasy. Il Sistema magico di D&D non presenta cinque colori di mana o una crescita costante dei vostri incantesimi più potenti, ma l'obbiettivo non è quello di replicare l'esperienza del giocare a Magic: the Gathering in un gioco di ruolo. Il punto è vivere i mondi di Magic in un modo nuovo, attraverso le lenti delle regole di D&D. Tutto quello di cui avete bisogno sono razze per i personaggi, mostri da mettere loro davanti e qualche idea per creare una campagna.
    Infine, l'Arte di Magic: the Gatherging - Zendikar vi aiuterà a creare campagne di D&D ambientate a Zendikar, ma non avrete per forza bisogno del libro per poter utilizzare il materiale rilasciato in Plane Shift: Zendikar - potete anche fare riferimento all'abbondante quantità di informazioni su Zendikar presentate su MagicTheGathering.com e sul Profilo del Piano di Zendikar.
    Scaricate Plane Shift: Zendikar
    Ricordatevi di lasciare la vostra opinione su Plane Shift Zendikar
     
    Qui l'articolo originale:
    http://magic.wizards.com/en/articles/archive/feature/plane-shift-zendikar-2016-04-27
     
     
     
    Alonewolf87

    Il Sage Advice è una serie di articoli mensili che forniscono chiarimenti ufficiali sulle regole di D&D. Esso inoltre fornisce documenti di riferimenti per aiutarvi a gestire più semplicemente il gioco.

    Sage Advice
    Se avete domande per una futura edizione del Sage Advice inviatele a sageadvice@wizards.com, oppure contattatemi su Twitter (@JeremyECrawford), dove rispondo a domande tra un'uscita e l'altra di questi articoli.
    Sage Advice non inficia le decisioni di un Dungeon Master, le risposte e informazioni qui fornite sono pensate per aiutare un DM a compiere decisioni sul gioco.
    Capacità di classe
    Se si usa Combattere con Armi Grosse (Great Weapon Fighting) con una capacità come Punizione Divina (Divine Smite) o un incantesimo come maledizione (hex) si ritirano anche gli 1 e 2 che si ottengono per i danni extra? La capacità Combattere con Armi Grosse – posseduta da guerrieri e paladini – è pensata per apportare un beneficio solo al tiro dei danni dell'arma usata con la capacità. Per esempio se usate uno spadone con questa capacità potete ritirare tutti gli 1 e i 2 ottenuti sui 2d6 dell'arma. Se siete un paladino e usate Punizione Divina con lo spadone Combattere con Armi Grosse non vi permette di ritirare gli 1 e i 2 del danno di Punizione Divina.
    Lo scopo principale di questa limitazione è prevenire la noia di continui ritiri del dado. Molti dei limiti del gioco hanno lo scopo di evitare i rallentamenti. Non avere alcun limite permetterebbe inoltre a Combattere con Armi Grosse di fornire un bonus ai danni maggiori di quello che intendevamo, anche se il potenziale per questo è minimo in confronto alla facilità con cui continui ritiri del dado rallenterebbero il gioco.
    Se un warlock usa il Patto della Lama (Pact of the Blade) per legarsi ad un'arma magica essa deve essere un'arma da mischia, e il warlock ne può cambiare la forma? La capacità Patto della Lama del Warlock (MdG, pag 107-8) permette al personaggio di creare un'arma da mischia dal nulla. Quando ciò avviene il giocatore determina la forma dell'arma, scegliendola dalle opzioni delle armi da mischia presenti nella tabelle delle armi del Manuale del Giocatore (pag 149). Per esempio potrebbe creare un'ascia bipenne e poi usare di nuovo la capacità per creare un giavellotto, cosa che fa sparire l'ascia bipenne.
    Si può anche usare il Patto della Lama per legarsi ad un'arma magica trasformandola nella vostra arma del patto. Quest'arma magica non deve per forza essere un'arma da mischia, quindi potete per esempio usare la capacità su di un arco lungo +1. Una volta che il legame è formato l'arma magica appare non appena richiamate a voi la vostra arma del patto, e l'intento è che non possiate cambiare la forma dell'arma magica quando appare. Per esempio se stringete il legame con una lingua infuocata (spada lunga) e mandate l'arma nello spazio extradimensionale creato dalla capacità, l'arma ritorna come spada lunga quando la evocate. Non potete trasformarla in una mazza. Allo stesso modo. Allo stesso modo se vi legate con un pugnale del veleno non potete evocarlo come un maglio; sarà sempre un pugnale.
    La capacità permette di base la creazione di un'arma da mischia, ma permettiamo un po' più di versatilità quando si tratta dell'armi magiche. Non vogliamo restringere troppo la capacità col rischio di fare scontento un warlock quando una gran varietà di armi magiche possono apparire in una campagna. Questa versatilità si estende al di là del tema da mischia della capacità?Certamente, ma siamo ben felici di piegare di tanto in tanto un concetto di design se la cosa può rendere più felici i giocatori.
    Incantesimi
    Si possono usare lama della fiamma verde (green-flame blade) e lama tonante (booming blade) con Attacco Extra, gli attacchi di opportunità, l'Attacco Furtivo e altre opzioni per gli attacchi con le armi? Introdotti nella Guida all'Avventuriero della Costa della Spada gli incantesimi lama della fiamma verde e lama tonante ci fanno porre una serie di domande, visto che fanno qualcosa di inusuale: richiedono di compiere un attacco in mischia con un'arma come parte del lancio dell'incantesimo.
    Innanzitutto entrambi questi incantesimi fanno compiere un normale attacco con arma da mischia, non un attacco con incantesimo, quindi usate il modificatore di caratteristica che normalmente utilizzereste con l'arma (un incantesimo vi dice se comprende un attacco con incantesimo e questi incantesimi non lo fanno.) Per esempio se usate una spada lunga con lama della fiamma verde userete il modificatore di Forza per i tiri dell'attacco con l'arma e dei danni.
    In secondo luogo né lama della fiamma verde né lama tonante funziona con Attacco Extra o ogni altra capacità che richiede l'azione di Attacco. Come ogni altro incantesimo questi trucchetti richiedono l'azione Lanciare un Incantesimo, non l'azione Attacco e quindi non possono essere usati per compiere un attacco di opportunità, a meno che una capacità speciale non vi permetta di farlo.
    Infine questi attacchi con le armi funzionano con Attacco Furtivo se rispettano i normali requisiti per quella capacità. Per esempio se il personaggio possiede Attacco Furtivo e lancia lama della fiamma verde con un'arma di precisione (finesse weapon) può infliggere i danni dell'Attacco Furtivo al bersaglio dell'attacco con l'arma se ha vantaggio sul tiro per colpire e l'attacco va a segno.
    Raggio lunare (moonbeam) infligge danno quando viene lanciato?E quando il suo effetto si sposta su di una creatura? La risposta ad entrambe le domande è no. Ecco una spiegazione più dettagliata.
    Alcuni incantesimi o capacità di classe creano un'area che ha un effetto quando una creatura vi entra per la prima volta in un turno o quando una creatura inizia il proprio turno in quell'area. Il turno in cui si lancia un incantesimo del genere lo si sta essenzialmente preparando affinché danneggi i nemici nei turni seguenti. Raggio lunare per esempio crea un raggio di luce che può danneggiare una creatura che entri nel raggio o che inizia il proprio turno nel raggio.
    Ecco alcuni incantesimi con la stessa tempistica di raggio lunare riguardo la loro area di effetto:
    barriera di lame (blade barrier)
    nube letale (cloudkill)
    nugolo di pugnali (cloud of daggers)
    tentacoli neri di Evard (Evard's black tentacles)
    interdizione (forbiddance)
    raggio lunare (moonbeam)
    sleet storm (tempesta di nevischio)
    spiriti guardiani (spirit guardians)

    Leggendo la descrizione di questi incantesimi potreste domandarvi se una creatura viene considerata entrare nell'area di effetto dell'incantesimo se l'area viene creata sullo spazio della creatura. E se l'area di effetto può essere spostata – come il raggio di raggio lunare – spostarla sopra lo spazio di una creatura conta come se la creatura stesse entrando nell'area?Il nostro obiettivo di sviluppo per questi incantesimi è il seguente: una creatura entra nell'area di effetto quando vi si addentra. Creare l'area di effetto sulla creatura o muoverla sopra la creatura non conta. Se la creatura è ancora nell'area di effetto all'inizio del proprio turno sarà soggetta agli effetti dell'incantesimo.
    Entrare nell'area di effetto non deve per forza essere una cosa volontaria, a meno che l'incantesimo non dica altrimenti. Potete quindi per esempio scagliare una creatura nell'area di effetto grazie ad un incantesimo come onda tonante (thunderwave). Questo per noi è un esempio di giocata intelligente, non uno sbilanciamento, quindi scagliate pure i nemici!Ricordate però che una creatura è influenzata da un'area di effetto di questo tipo solo la prima volta che vi entra in un turno. Non potete muovere una creatura fuori e dentro dall'area di effetto per danneggiarla più volte nello stesso turno.
    In breve un incantesimo come raggio lunare influenza una creatura quando essa si addentra nell'area di effetto dell'incantesimo e quando una creatura inizia il proprio turno all'interno dell'area di effetto. State essenzialmente creando una sorta di zona minata nel campo di battaglia.

    Compendio degli Sage Advice
    Il Compendio degli Sage Advice raccoglie tutte le uscite del Sage Advice in un unico PDF. É già stato aggiornato con le domande e risposte di questo mese.
    Altre risorse
    Ecco gli altri documenti di riferimento presenti nel nostro sito
    Regole base per Dungeons & Dragons
    Lista di incantesimi di D&D (version 1.01)
    Mostri elencati per Grado Sfida (versione 1.0)
    Mostri elencati per tipo (versione 1.0)
    Oggetti magici elencati per rarità (versione 1.0)
    Conversioni alla Quinta Edizione di D&D (versione 1.0)
    Schede dei Personaggi
    Sull'autore
    Jeremy Crawford è il co-lead designer della quinta edizione di D&D. É stato il lead designer del Manuale del Giocatore della quinta edizione e uno dei designer della Guida del Dungeon Master. Ha lavorato su molti altri manuali di D&D da quando si è unito alla Wizards of the Coast nel 2007. Lo potete raggiungere su Twitter (@JeremyECrawford).
     
    Alonewolf87

    In arrivo il Book of the Righteous (Il Libro dei Giusti) per il Kickstarter di D&D 5E

    Prossima Uscita
    Come i fan della quinta edizione di D&D sapranno bene la Green Ronin ha lavorato con la Wizards of The Coast l'anno scorso per creare due manuali della linea ufficiale del gioco: la grande avventura Fuori dall'Abisso (Out of the Abyss) e il manuale Guida all'Avventuriero della Costa della Spada (Sword Coast Adventurer's Guide). Questa è stata una grande opportunità per la Green Ronin e ci ha fornito un'importante esperienza con le regole della 5E. Quando fu annunciato la nostra collaborazione con la Wizards of the Coast molti si chiesero se avremmo prodotti altro materiale per la 5E in proprio. Dopotutto la Green Ronin è salita alla ribalta pubblicando materiale per la 3E in quanto una tra le prime compagnie d20 nel 2000. E la mia storia personale di sviluppatore affonda le radici nella seconda edizione, con libri come Guida all'Inferno (Guide to Hell) e Schiavisti (Slavers). Abbiamo tuttavia deciso di aspettare finché la WotC non avesse annunciato i dettagli per le licenze, cosa che hanno fatto giusto un paio di mesi fa.

    Sono quindi ora felice di annunciare che stiamo in effetti producendo materiale per la 5E e che cominceremo rivisitando uno dei manuali più apprezzati che pubblicammo durante l'era del d20: Il Libro dei Giusti di Aaron Loeb. Aaron mi ha contattato qualche mese fa e mi ha chiesto “Perché non esiste una versione 5E del Libro dei Giusti?” Gli ho risposto che ero deciso a crearne una non appena la situazione delle licenze fosse stata chiarita. Lo è stato e ora eccoci qua!

    Più avanti nel mese lanceremo un Kickstarter per una riedizione di questo manuale ormai classico. Le meccaniche saranno completamente riadattate alle regole per la 5E. Potreste aver sentito nominare la persona responsabile dello sviluppo delle nuove regole: un certo Robert J. Schwalb. Rob non solo ha lavorato come nostro sviluppatore d20 per molti anni, ma è poi andato a lavorare per la Wizards of the Coast ed è stato tra gli sviluppatori della 5E di D&D. Direi che siamo tranquilli nel lasciare le meccaniche nelle capaci mani di Rob e che siamo entusiasti che sia tornato di nuovo a lavorare con noi.
    Ma cos'è il Libro dei Giusti? Per farle breve uno dei pantheon più estesi mai visti nei giochi di ruolo. Esso presenta più di 20 culti dettagliati e pronti per essere giocati, che corrispondono a divinità presenti in molte campagne fantasy (il dio della guerra, il dio della giustizia, ecc). Ogni chiesa è illustrata in meticoloso dettaglio, comprese informazioni su chierici, gli ordini sacri, i dogma, le preghiere e i rituali. Queste chiese possono essere usate in ogni campagna per aggiungere spessore ai personaggi religiosi. Inoltre per coloro che non hanno una cosmologia completa nel loro gioco il Libro dei Giusti fornisce una mitologia comprensiva che unifica tutti le divinità del libro. Quella mitologia e la relativa cosmologia non sono legate ad alcuna ambientazione, rendendola facilmente trasportabile e utile come parte della nostra serie Freeport. Se volete delle religioni approfondite per le vostre campagne il Libro dei Giusti è quello che fa per voi.

    Sono molto contento di poter riportare alla vita il Libro dei Giusti. Tra il materiale che abbiamo pubblicato è uno dei miei manuali preferiti e l'originale è ormai fuori produzione da molto tempo. Spero che i fan della 5E lo abbraccino come fecero i fan della 3E. Sarò anche chiaro nel dirvi che questo Kickstarter è un banco di prova per la 5E per noi. Se il Libro dei Giusti andrà bene questo ci farà capire come vi sia una richiesta di materiale per la 5E per la Green Ronin. Se volete vederne altro, donate!
    Chris Pramas
    Sull'autore
    Chris Pramas è uno scrittore e sviluppatore di giochi con vari premi al suo attivo, oltre ad essere il fondatore e presidente della Green Ronin Publishing. É celebre per essere stato lo sviluppatore dei giochi di ruolo Fantasy AGE, Dragon Age e la Seconda Edizione di Warhammer Fantasy Roleplay. É stato un direttore creativo alla Wizards of the Coast e alla Flying Lab Software e uno scrittore alla Vigil Games. Più di recente ha lavorato con Wil Wheaton sulla webseries Titansgrave della Geek&Sundry. La Green Ronin continua a prosperare sotto la sua guida, pubblicando giochi di ruolo come Blue Rose, Mutants & Mastermind e A Song of Ice and Fire Roleplaying.
    ---------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
    Qui l'articolo originale
    SilentWolf

    Negli Arcani Rivelati di Aprile 2016, diamo uno sguardo ad alcune nuove opzioni per il personaggio adatte al genere Horror Gotico.

    Arcani Rivelati
    Arcani Rivelati
    04 Aprile 2016
    La Sottorazza del Revenant fornisce un modo interessante per riportare il personaggio indietro dal mondo dei morti - un'utile opzione, se avete perduto il personaggio nelle nebbie di Barovia. Il Cacciatore di Mostri (Monster Hunter) e l'Indagatore (Inquisitive) sono due nuove Sottoclassi per, rispettivamente, il Guerriero e il Ladro, che ben si adattano alle sfide di Ravenloft o a quelle di una qualunque campagna di genere Horror Gotico.
    Potete pensare al materiale presente in questa serie come simile alla prima fase del playtest della quinta edizione. Queste meccaniche di gioco sono ancora delle bozze, usabili nelle vostre campagne ma non ancora forgiate tramite playtest e iterazioni ripetute. Sono quindi potenzialmente instabili; se le usate siate pronti a dirimere al volo qualsiasi dubbio sulle regole che potrebbe presentarsi. Sono scritte a matita, non in inchiostro. Per questi motivi il materiale presentato in questi articoli non è legale agli eventi ufficiali di D&D Organized Play.
    Il materiale presentato in Arcani Rivelati spazierà da meccaniche che ci aspettiamo di pubblicare un giorno in un manuale ad house rule delle nostre campagne che vogliamo condividere, da opzioni per il sistema base a materiale specifico di ambientazione. Una volta che lo pubblicheremo sappiate che vi contatteremo per sapere come sta funzionando e cosa possiamo fare per migliorarlo.
    Arcani Rivelati: Eroi Gotici
    SilentWolf

    Quali potrebbero essere i piani riguardanti le uscite di D&D 5a Edizione nei prossimi mesi? In questo articolo proverò a sfruttare le informazioni in nostro possesso per fare qualche ipotesi e qualche previsione.

    Rumor
    Le nuove politiche della WotC non rendono troppo facile prevedere quali saranno le future uscite della nuova edizione e, quindi, non ci rimane che interpretare i vari segnali che compaiono all'orizzonte, man mano che passa il tempo...
    In questo articolo proverò a fare una analisi di alcune informazioni e voci di corridoio trapelate in questi mesi, così da provare a capire cosa potrebbe uscire nel prossimo futuro riguardo alla 5a Edizione di D&D.
    Ovviamente, fino a quando saranno rilasciate news ufficiali, conviene sempre prendere queste informazioni con le pinze.
     
    PRIMA DI INIZIARE: PERCHE' LA WOTC E' COSI' AVARA DI NOTIZIE E PERCHE' LA 5e HA COSI' POCHE USCITE?
    Chi si è abituato al ritmo delle uscite dei manuali collegati alle precedenti edizioni di D&D (o di Pathfinder), troverà molto strano e frustrante il fatto che la 5a Edizione sia caratterizzata non solo da un ritmo lento di uscite, ma anche da un assordante silenzio da parte della WotC riguardo al calendario delle uscite annuali. Il fatto è che la 5a Edizione non segue e non vuole seguire la logica che era stata delle precedenti edizioni...
    Innanzitutto è necessario comprendere che la WotC è un'azienda in cui oramai solo una 15ina di persone lavorano alla progettazione dei manuali per D&D, motivo per cui è impossibile per i designer creare una grande quantità di regole nuove a ritmo accellerato. Nonostante la WotC abbia deciso, comunque, di assegnare molto del lavoro di progettazione a case editoriali esterne (come la Kobolt Press o la Green Ronin, ad esempio), rimane il fatto che la comunità dei giocatori ha confermato ai designer - tramite i sondaggi - di preferire un ritmo lento di uscite dei manuali legati alla nuova edizione. La Wizards, dunque, su espressa richiesta dei giocatori, ha smesso di seguire la logica consolidatasi in particolare con la 3a Edizione e caratterizzata da numerosi supplementi rilasciati ogni anno: anche se una lista così grossa di supplementi avrà negli anni reso felici molti giocatori, nel tempo si è rivelata anche un inferno per molti DM e, alla lunga, molti si sono resi conto che troppe opzioni diventano un problema, invece che una soluzione. Troppi supplementi, inoltre, diventano sempre più difficili da comprare, rimangono sugli scaffali e all'azienda non conviene più pubblicarne in quella quantità. La nuova politica, quindi, è quella del "meglio pochi ma buoni".
    Contemporaneamente, c'è da considerare che la Wizards of the Coast si è resa conto del fatto che serve a poco rilasciare continuamente dei calendari di uscite, quando poi diventa estremamente difficile rispettarne le date. I giocatori vogliono calendari che prevedano uscite da qui a un anno, ma poi si infuriano tantissimo quando quei calendari non vengono rispettati...perchè nel frattempo si erano già immaginati i nuovi bei manuali fiammanti appoggiati sul proprio scaffale. E' per questo che la WotC ha deciso di non presentare più calendari annuali, ma che rivelerà le informazioni sulle nuove uscite solo quando i manuali saranno effettivamente pronti per essere pubblicati.
    Tuttavia, forse qualcosa è possibile riuscire a prevederlo.....
     
    MANUALI DA PLAYTEST PUBBLICO: IN ARRIVO UNA NUOVA ESPANSIONE MECCANICA MAGGIORE
    La WotC, infatti, non si sbottona e non si sbottonerà mai sull'uscita di un nuovo manuale prima del tempo previsto. Esiste, però, una possibile eccezione: il Playtest Pubblico.
    Coinvolgere i giocatori direttamente nello sviluppo delle regole del gioco è diventato recentemente una nuova intrigante moda fra molte aziende di Gdr. La WotC ha compreso l'utilità della cosa e una prova ne è stata proprio lo sviluppo dei 3 Manuali Base di D&D 5e, progettati grazie al Playtest Pubblico di D&D Next. Attraverso la rubirca degli Unearthed Arcana (Arcani Rivelati), la WotC ha in un certo senso portato avanti questa politica, dando in pasto a noi giocatori una certa quantità di regole ogni mese (il 1° lunedì di ogni mese, per chi fosse interessato) da testare e giudicare: regole che, poi, hanno la probabilità di finire in qualche supplemento futuro.
    Di recente, tuttavia, nell'ultimo articolo sul Sondaggio mensile, Mike Mearls ha rivelato qualcosa di interessante: la Wizards of the Coast è ufficialmente pronta a rilasciare la prima grossa espansione meccanica per D&D 5e (fin ora, oltre alle Avventure, sono stati rilasciati solo piccoli supplementi di regole). La forma effettiva che questo nuovo supplemento avrà alla fine non è ancora del tutto chiaro, ma una cosa è certa: la WotC ha intenzione di riaprire una grossa fase di Playtest pubblico dedicata alle varie regole del nuovo manuale. Per questo motivo, dunque, è possibile aspettarsi che la Wizards, nelle prossime settimane o nei prossimi mesi, ricominci a rilasciare pacchetti di regole da Playtestare simili a quelli di D&D Next. Attraverso il Playtest, che ancora non si sa quando inizierà e che forma assumerà, potremmo magari iniziare a scoprire cosa conterrà il nuovo manuale e sicuramente potremo contribuire a dargli la forma definitiva.

    DUE STORYLINE L'ANNO, ALMENO DUE AVVENTURE L'ANNO
    Se c'è, invece, una cosa su cui possiamo abbastanza essere certi riguardo ai ritmi della 5a Edizione, è il fatto che ogni anno verranno rilasciate almeno 2 Storyline, alle quali sarà collegata almeno 1 Avventura ciascuna. Osservando le uscite effettuate dalla WotC nell'ultimo anno e mezzo, possiamo oramai con certezza aspettarci una 1a Storyline nel periodo di inizio primavera (Marzo-Aprile) e una 2a nel periodo d'autunno (Ottobre-Novembre). Visto che la 5a Edizione di D&D si fonda sull'idea che il gioco debba basarsi prima di trutto sulle storie, ad ogni Storyline corrisponderà con certezza almeno 1 Avventura, per un totale di almeno 2 Avventure l'anno. A queste Storyline, inoltre, in genere viene fatta corrispondere l'uscita di nuove regole meccaniche, ma queste ultime fin ora non sono state ancora collegate a un modello definitivo come quello delle Avventure: in parole povere, la WotC fin ora ha continuato a riflettere sul modo migliore in cui gestire l'uscita di nuove regole, così da evitare di cascare negli errori di precedenti edizioni (è possibile che la svolta chiara la osserveremo con la creazione di quella nuova espansione meccanica maggiore di cui parlava Mearls). Come si è visto dal recente Curse of Strahd, inoltre, è oramai chiaro il fatto che le Storyilne  non riguarderanno per forza una sola Ambientazione: sarà attraverso le Avventure (e ai supplementi di regole ad esse collegate) che la WotC rilascerà nuovo materiale legato alle varie ambientazioni di D&D.
     
    QUALCOSA IN USCITA NEL GIUGNO 2016?
    Qualche mese fa, in occasione della promozione di Curse of Strahd (uscito il Marzo scorso), gli account Twitter della WotC hanno rilasciato diverse foto e anteprime dell'Avventura collegata a Ravenloft. In una di queste, al di sotto del manuale Curse of Strahd è possibile notare un foglio in cui compaiono le scritte "Secret D&D..." e "June 2016". Morrus di En World ha pubblicato sul suo account Twitter un ingrandimento:
    Il foglio che vedete nella foto è molto simile al tipo di documento che la WotC rilascia ai suoi Playtester interni, ovvero i vari tester utilizzati direttamente dall'azienda per valutare alcune nuove regole previste per una release futura. Difatti, non tutto il materiale creato dai designer e previsto per nuovi supplementi viene rilasciato attraverso gli Arcani Rivelati. Spesso, le regole su cui i designer sono più sicuri rimangono segrete e vengono testate internamente dall'azienda, in modo da correggerle per una pubblicazione futura. La data "Giugno 2016", invece, fa pensare al fatto che queste regole siano previste proprio per il mese di giugno.
    Ovviamente non è certo che questo documento indichi una effettiva uscita di qualche supplemento a giugno, ma rimane una possibilità più che credibile. Se una nuova uscita è realmente prevista per quel periodo, è probabile che lo sacopriremo molto presto...
     
    IL NUOVO CALENDARIO DELLE FIERE DELLA WOTC: UN POSSIBILE CALENDARIO ANNUALE DI USCITE FRA LE RIGHE?
    A gennaio, la Wizards ha rilasciato anche il nuovo calendario delle sue partecipazioni alle fiere di Gdr in america. La partecipazione a questo tipo di fiere è strategica per le aziende di Gdr, in quanto non solo è fondamentale per farsi vedere dal pubblico, ma anche perchè si tratta degli eventi in cui le aziende possono mettere in mostra i loro nuovi prodotti. Negli anni, il famoso GenCon, in particolare, è diventato la principale fiera del settore. Come si può notare dal calendario pubblicato dalla WotC, tuttavia, quest'ultima a deciso di lasciare il GenCon a favore di un numero maggiore di fiere sparse in tutta l'america nell'arco di tutto l'anno. Già l'estate scorsa, proprio verso il periodo del Gencon (Luglio-Agosto), Mike Mearls aveva fatto notare come questa fiera non era più coerente con i piani e con le necessità della WotC: troppo affollata, sempre nella stezza zona (dunque non aiuta a pubblicizzare il prodotto in maniera efficace in altre regioni degli USA) e non più corrispondente alle tempistiche di release della WotC. Mearls, infatti, sostenne, in particolare, che la Wizards non riusciva più a stare dietro a una release per il tempo di Luglio-Agosto, motivo per cui la partecipazione al Gencon smetteva per lei di risultare realmente utile.
    Il nuovo calendario rilasciato dalla WotC a Gennaio, invece, ci permette di notare che, oltre a consentirle di essere presente in giro tutto l'anno, le permette di usare come fiere centrali in particolare il PAX East (Aprile),  l'Origin (Giugno) e il PAX Prime (fine Agosto). Queste tre fiere, nello specifico, andranno insomma a sostituire per la WotC il Gencon e saranno, dunque, i momenti in cui tenderà a pubblicizzare i suoi nuovi prodotti.
    Mearls l'anno scorso ha fatto capire che per la WotC una release ad Agosto è qualcosa d'improponibile. Abbiamo visto, invece, come per la WotC funzioni rilasciare almeno 2 Storyline l'anno, una a Marzo-Aprile e l'altra ad Ottobre-Novembre. Il documento con il materiale "segreto" per "Giugno 2016" fa pensare che la finestra di Giugno sia una opzione possibile per la WotC, periodo in cui giusto giusto viene organizzato l'Origin (che la stessa WotC nell'articolo sul calendario delle fiere descrive come "il singolo evento di D&D più grande dell'anno"). E' possibile iniziare a pensare, dunque, anche se non c'è al momento alcuna certezza definitiva, che la WotC abbia iniziato ad orientarsi verso 3 uscite l'anno (Marzo-Aprile, Giugno, Ottobre-Novembre), i cui prodotti verrebbero pubblicizzati da lei rispettivamente al Pax East (al massimo, in qualche fiera precedente), all'Origin e al PAX Prime.
    Anche in questo caso non ci rimane che aspettare e vedere, ma forse è possibile già iniziare a prevedere più facilmente il calendario delle uscite per la 5a Edizione.
    SilentWolf

    Partecipate all'ultimo sondaggio di D&D e leggete i risultati riguardanti quello del mese scorso sui Kit. In aggiunta, ecco a voi le riflessioni sulla progettazione della prima, maggiore espansione meccanica per D&D 5e.

    Sondaggio
    Di Mike Mearls 25 Marzo 2016 NUOVO SONDAGGIO
    Nel sondaggio di questa settimama abbiamo iniziato con alcune domande generali su D&D per poi trattare il materiale rilasciato nell'articolo degli Arcani Rivelati sul Mistico.
    Partecipate al Sondaggio.
     
    RISULTATI DEL SONDAGGIO DI D&D: I KIT DI UN TEMPO
    Un paio di mesi fa abbiamo pubblicato un set di nuove opzioni per personaggio basate sui Kit di AD&D. E' venuto fuori che, in generale, siete molto emozionati all'idea di veder ritornare alcune di quelle classiche opzioni. Vediamo un po' che cosa avete avuto da dire in proposito:
    Il College delle Spade (College of Swords) per il Bardo ha ricevuto un punteggio molto alto, abbastanza da poter dire che gli servono solo poche correzioni per poter essere aggiunto al gioco. Il bardo-guerriero è da tempo un personaggio importante in D&D, ma sembra che la gente preferisca nei suoi riguardi uno stile maggiormente cappa e spada (swashbuckling).
      Le sottoclassi College della Satira (College of Satire), Scout e Cavaliere hanno tutte ottenuto un punteggio simile. Ci sono alcuni elementi individuali che hanno bisogno di qualche attenzione, ma nessuna di esse ha ricevuto punteggi negativi, e i commenti indicano che hanno bisogno di una ricontrollata e di alcuni aggiustamenti basati su playtest. In un certo senso, nonostante questo aggiornamento potrebbe essere abbastanza noioso, per quanto mi riguarda è una buona notizia come game designer. Dal momento in cui scrivo sono passati circa 20 mesi da quando è uscita la 5a Edizione di D&D. Sento che, a questo punto, abbiamo appreso una buona parte di ciò che funziona dal punto di vista del gamedesign e quali lacune esistano nel gioco. Gli Arcani Rivelati hanno ampliato tutte le Classi tranne il Druido e abbiamo collezionato un bel po' di informazioni su ciò che vi piace, su ciò che odiate e su cosa state cercando.
    A questo punto, abbiamo iniziato a riflettere su come sarà la prima, maggiore espansione meccanica del gioco. Mentre prendiamo in considerazione questo progetto, stiamo valutando un certo numero di fattori:
    Per cominciare, vogliamo essere sicuri che qualunque contenuto aggiungeremo al gioco vada a riempire una lacuna. Se volete giocare un certo tipo di personaggio e le regole non lo supportano, vogliamo risolvere questo tipo di mancanza.
      A volte, una lacuna non esiste finchè proviamo a risolverla. Potremmo vedere un concept su cui vogliamo fare un tentativo, come il presentare una nuova Classe basata sull'Artificiere. In questo caso, ci baseremo su playtest per capire se il concept soddisfa un reale bisogno.
      I DM e la difficoltà a masterizzare una campagna vengono subito dopo. Quando aggiungiamo nuovo materiale, dobbiamo tenere a mente quanto più duro sarà masterizzare il gioco. La 5a Edizione ha avuto fin ora grande successo e parte di questo credo sia dovuto al fatto che il tipico DM si sente confortato dalla varietà e dalla quantità di opzioni per personaggio da gestire. Una nuova espansione maggiore deve evitare di compromettere questa situazione.
    Come lo facciamo? Si parte mantenendo le meccaniche semplici, dirette ed evocative. Significa anche creare delle linee guida che il DM possa usare per gestire le opzioni nella propria campagna. Per esempio, in varie interviste abbiamo parlato di come ci aspettiamo che una singola campagna debba utilizzare il Manuale del Giocatore e un altro manuale come risorse per i giocatori. Per cominciare, i DM dovrebbero basarsi solo sul Manuale del Giocatore.
    Man mano che aggiungerete nuovo materiale, diventerà sempre più difficile per il DM gestire ogni cosa. Quando creiano una espansione meccanica maggiore, il prodotto sarà progettato per integrarsi perfettamente con il Manuale del Giocatore e in modo da rimanere gestibile per un DM che ha alle sue spalle una o due campagne.
    In conclusione, una espansione deve essere sottosposta a un playtest rigoroso, e all'approvazione della comunità di giocatori e DM. Questo approcio ha funzionato molto bene per i Manuali Base, dunque non c'è motivo per deviare da esso.
    Con tutto questo in mente, il sondaggio di questo mese si focalizza sul modo in cui e sul dove voi preferite che il gioco si espanda. Dateci una parte delle vostre idee, intanto che iniziano a considerare i prossimi anni di D&D.
    Alonewolf87

    Il Sage Advice è una serie di articoli mensili che forniscono chiarimenti ufficiali sulle regole di D&D. Esso inoltre fornisce documenti di riferimenti per aiutarvi a gestire più semplicemente il gioco.

    Sage Advice
    Domande e risposte sulle regole
    Di Jeremy Crawford – 22 Marzo

    Se avete domande per una futura edizione del Sage Advice inviatele a sageadvice@wizards.com, oppure contattatemi su Twitter (@JeremyECrawford), dove rispondo a domande tra un'uscita e l'altra di questi articoli.
    Sage Advice non inficia le decisioni di un Dungeon Master, le risposte e informazioni qui fornite sono pensate per aiutare un DM a compiere decisioni sul gioco.
    Capacità di classe
    Cosa succede se un druido indossa un'armatura di metallo? Il druido esplode
    Beh non proprio. I druidi hanno un tabù riguardo l'indossare armature di metallo e usare scudi di metallo. Questo tabù fa parte della storia della classe sin da quando è apparsa per la prima volta inEldritch Wizardry (1976) e nel primo Manuale del Giocatore (1978). L'idea è che i druidi preferiscano proteggersi con pelli di animali, legno e altri materiali naturali che non siano il metallo lavorato normalmente associato con la civilizzazione. I druidi hanno la capacità di indossare armature di metallo. Scelgono di non indossarle. Questa scelta è parte della loro identità di ordine mistico. Pensatela in questi termini: un vegeteriano può mangiare la carne ma sceglie di non farlo.
    Un druido solitamente indossa armature di cuoio, cuoio borchiato o pelle e se il druido dovesse trovare un'armatura a scaglie fatte di un materiale diverso dal metallo potrebbe usarla. Se siete particolarmente avversi a questo tabù riguardo l'indossare il metallo parlatene con il vostro DM. Ogni classe ha degli elementi di storia mischiati con le capacità di gioco: i due tipi di design vanno di pari passo in D&D e le parti di storia sono più forti in certe classi rispetto ad altre. Druidi e paladini in particolare hanno una parte di storia molto importante legata al loro design. Se volete allontanarvi dalla storia della vostra classe il vostro DM ha il potere decisionale riguardo a quanto potete allontanarvi da essa rimanendo membri di quella classe. Fintanto che rimarrete entro le competenze del vostro personaggio non distruggerete il sistema di gioco, ma potreste rovinare la storia e il mondo creato nella vostra campagna.
    Lancio di incantesimi
    La regola riguardo il lancio di un incantesimo come azione bonus si applica quando si usa l'azione bonus fornita da un incantesimo?
    La regola per lanciare un incantesimo come azione bonus (MdG, pag 202) si applica solo nel turno in cui si lancia l'incantesimo. Per esempio arma spirituale può essere lanciato come azione bonus e dura per 1 minuto. Nel turno in cui lo lanciate non potete lanciare un altro incantesimo prima o dopo di esso, a meno che tale incantesimo non sia un trucchetto con tempo di lancio di 1 azione. Fino al termine di arma spirituale esso vi fornisce la possibilità di controllare l'arma spettrale come azione bonus. Questa azione bonus non contempla il lancio di un incantesimo, nonostante il fatto che sia fornita da un incantesimo, quindi potete controllare l'arma e lanciare qualsiasi incantesimo vogliate nello stesso turno.
    Incantesimi
    Si può usare dissolvi magie per dissolvere un effetto magico come la capacità di Charme di un vampiro? Dissolvi magie ha uno scopo preciso: infrangere altri incantesimi. Non ha alcun effetto sullo Charme di un vampiro o su di un qualsiasi altro effetto magico che non sia un incantesimo. Esso non influisce nemmeno sulle capacità di un oggetto magico. Esso può tuttavia mettere fine ad un incantesimo lanciato da un oggetto magico o da un'altra fonte. Gli incantesimi, ecco l'obbiettivo di dissolvi magie. Per esempio se lanciaste dissolvi magie su un bastone del potere l'incantesimo non influenzerebbe le capacità magiche del bastone, ma se il possessore del bastone lanciasse blocca mostri dal bastone dissolvi magie potrebbe mettere fine a quell'incantesimo se lanciato sul bersaglio di blocca mostri.
    Vi sono capacità ed altri incantesimi che possono sospendere o terminare effetti magici che non siano incantesimi. Per esempio ristorare superiore può mettere fine ad un effetto di charme di ogni genere sul bersaglio (per esempio lo Charme di un vampiro o lo Charme Fatato di una driade) e l'Aura di Devozione di un paladino può prevenire o sospendere un effetto del genere.
    I tre incantesimi più versatili per mettere fine a certi effetti magici sono ristorare inferiore, ristorare superiore e rimuovi maledizione.
    Si può usare dissolvi magie sulle creazioni di un incantesimo come animare morti oppure influenzare tali creazioni tramite campo antimagia? Quando vi chiedete se gli effetti di un incantesimo possono essere dissolti o sospesi dovete rispondere ad una domanda: la durata dell'incantesimo è istantanea?Se la risposta è sì non vi è nulla da dissolvere o sospendere?Ecco perché: gli effetti di incantesimo istantaneo sono creati dalla magia ma non sono sostenuti da essa (MdG, pag 203). La magia entra in gioco per un breve istante e poi svanisce. Per esempio l'incantesimo istantaneo animare morti raccoglie energia magica per trasformare un cadavere o un cumulo di ossa in una creatura non morta. Questa magia necromantica è presente per un istante e poi svanisce. Il non morto risultante ora esiste senza l'aiuto della magia. Lanciare dissolvi magie sulla creatura non metterà termine alla sua vita fasulla, e il non morto può entrare in un campo antimagia senza problemi.
    Un altro esempio: cura ferite ristora istanteneamente punti ferita ad una creatura. Dato che la durata dell'incantesimo è istantaneo la ristorazione non può essere dissolta in seguito. E non perdete improvvisamente punti ferita se entrate in un campo antimagia!
    Diversamente un incantesimo come evoca creature boschive (conjure woodland beings) ha una durata non istantanea il che implica che le sue creazioni possono essere terminate tramite dissolvi magie e svaniscono temporaneamente in un campo antimagia.
    Si può preparare dissolvi magie per impedire ad un altro incantesimo di avere effetto? Il modo più semplice di bloccare un incantesimo è lanciare controincantesimo sull'incantatore mentre lo sta lanciando. Se ha successo controincantesimo interrompe il lancio dell'altro incantesimo, che fallisce e non ha effetto. Controincantesimo funziona contro ogni incantesimo, indipendentemente dalla durata o dal tempo di lancio dell'incantesimo.
    Tramite l'azione Preparare, dissolvi magie può essere lanciato in risposta al lancio di un altro incantesimo, ma dissolvi magie non può sostituirsi a controincantesimo. La ragione principale è che dissolvi magie rimuove un incantesimo che si trova già su un bersaglio, sia che questo bersaglio sia una creatura, un oggetto o un altro fenomeno. Dissolvi magie non può pre-dissolvere qualcosa. Se su di un bersaglio non è attivo alcun incantesimo dissolvi magie non avrà effetti su tale bersaglio. Il meglio che un dissolvi magie preparato può fare è dissolvere un incantesimo immediatamente dopo che è stato lanciato per impedire che abbia un qualsiasi effetti dopo l'azione usata per lanciarlo. Per esempio nel vostro turno potreste dichiarare qualcosa del genere: "Preparo dissolvi magie e se l'alto sacerdote lancerà un incantesimo su qualcuno lancerò dissolvi magie sul bersaglio su cui l'incantesimo avrà avuto effetto". Se quindi l'alto sacerdote lancerà blocca persone sul vostro compagno che fallirà il tiro salvezza contro di esso potrete scagliare il vostro dissolvi magie e far terminare blocca persone.
    Si può usare uno scudo con armatura magica? Armatura magica funziona con uno scudo. Gli scudi sono presentati con le armature nel Manuale del Giocatore, ma varie capacità di gioco distinguono tra l'armatura che si indossa e lo scudo che si porta. Confrontate la Difesa Senza Armatura del monaco con quella del barbaro per capire cosa intendo. Nella versione del monaco dovete rinunciare sia all'armatura che allo scudo per beneficiare della capacità, mentre un barbaro deve rinunciare solo all'armatura.
    Compendio degli Sage Advice
    Il Compendio degli Sage Advice raccoglie tutte le uscite del Sage Advice in un unico PDF. É già stato aggiornato con le domande e risposte di questo mese.
    Altre risorse
    Ecco gli altri documenti di riferimento presenti nel nostro sito
    Regole base per Dungeons & Dragons
    Lista di incantesimi di D&D (version 1.01)
    Mostri elencati per Grado Sfida (versione 1.0)
    Mostri elencati per tipo (versione 1.0)
    Oggetti magici elencati per rarità (versione 1.0)
    Conversioni alla Quinta Edizione di D&D (versione 1.0)
    Schede dei Personaggi
    Sull'autore
    Jeremy Crawford è il co-lead designer della quinta edizione di D&D. É stato il lead designer del Manuale del Giocatore della quinta edizione e uno dei designer della Guida del Dungeon Master. Ha lavorato su molti altri manuali di D&D da quando si è unito alla Wizards of the Coast nel 2007. Lo potete raggiungere su Twitter (@JeremyECrawford).