Jump to content

Bomba

Circolo degli Antichi
  • Content Count

    2,804
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    90

Bomba last won the day on September 2

Bomba had the most liked content!

Community Reputation

2,080 Dragone

6 Followers

About Bomba

  • Rank
    Prescelto
  • Birthday 10/17/1987

Profile Information

  • Gender
    Maschio
  • Location
    Forlì, Emilia Romagna
  • GdR preferiti
    D&D, Gurps
  • Occupazione
    Lavoro, già basta
  • Interessi
    -
  • Biografia
    -

Recent Profile Visitors

2,280 profile views
  1. DM Le ricerche di Bjorn e Thorlum sui corpi degli Undici uccisi si rivelarono deludenti. Laddove essi disponevano di potenti oggetti magici, la mancanza di istruzioni sul loro funzionamento li rendevano orpelli pericolosi o potenzialmente deleteri. Gli incantatori sembravano cercare di disporre unicamente delle loro risorse, con Maki Tetsuo che aveva lanciato buona parte del suo arsenale da un lungo bastone in legno scuro con la punta di giada. Nessuna informazione sui ferrotitani era reperibile sul corpo del compagno di Enko Shimomura. Le notizie dei lutti furono accolti dal silenzio di Kawashima Keitaro, che concesse ai viaggiatori il tempo di porsi le reciproche condoglianze. Quando l'attenzione ritornò sul sacerdote, egli ascoltò le numerose richieste prima di porre le sue risposte Mi sembra che sappiate poco sul Collettore di Nonachron, quindi vedrò di dirvi quello che posso. La sua ubicazione, dopo mesi di studi, ci è stata fornita grazie alla lunga assistenza di membri dell'Ordine Sinaptico spiegò il sacerdote dell'infinito Ho guidato personalmente la spedizione che ci ha permesso di recuperarlo. Sul suo funzionamento però vi sono ancora molti dubbi in sospeso. Esso ha effetto su una grande area, traendo le anime di coloro che periscono al suo interno incanalandole al suo interno. Il potere che immagazzina, secondo i miei calcoli, dovrebbe essere incalcolabile sebbene non abbia modo di sapere in quale modo esso possa riversare tutta questa quantità di energia. Gli abitanti di Nonachron però lo usarono per combattere le proprie divinità, il che avvalora le mie tesi su un potenziale superiore a qualunque arma o magia esistente. Keitaro si rabbuiò quando gli venne domandato dello shogun Egli sembra l'unico a conoscenza del funzionamento del Collettore o, se ne possiede, del suo metodo di controllo e spegnimento. La cosa mi è parsa strana, egli non mi è mai parso un esperto di magia e il suo comportamento, fin da quando lo ha ottenuto, è stato più paranoico che mai, chiudendosi spesso nel tempio dove si trova anche adesso, coperto da incantesimi protettivi. Spietato, laddove egli inizialmente era sempre pronto a concedere una resa onorevole a un nemico il sacerdote sfidò con lo sguardo gli avventurieri Le mie possono sembrare parole vuote dopo ciò che potete aver visto, ma se lo aveste conosciuto all'inizio vi sarebbe parsa tutta un'altra persona. Masato non ha mai preso moglie e non ha parenti, i suoi uccisi anni fa dai maghi dell'ordine della fenice di giada. All'inizio pensavo che potesse essere colpa di Mordecai Lacroix, il rappresentante dell'Ordine Sinaptico, ma pure egli si è sempre rivolto con deferenza al nostro sovrano, mai mancando nei suoi esaustivi rapporti spiegò l'attraente sacerdote, giocherellando con i propri lunghi capelli dopo aver lanciato una breve occhiata a Clint Mordecai peraltro è assente da settimane da palazzo. Inoltre io e Tetsuo abbiamo usato esaustivi metodi per sondare la presenza di altre persone, che esso fosse un drago cromatico ribelle, un astuto rakshasa o una drow vestita come una prostituta, ma niente o nessuno era presente oltre a noi e il nostro sovrano non manifestava segni di incantesimi che ne plagiassero la mente. Non so che cosa dobbiate aspettarvi, ma Masato resta comuque uno dei più potenti campioni della storia del Katai, mai stato sconfitto in duello. Egli avrà radunato qualunque avversario non siate riusciti a sconfiggere nel corso delle vostre avventure per l'ultima difesa nel suo tempio. Quando Winn'Ier chiese a Kawashima Keitaro sul suo sesso, il sacerdote ostentò uno sguardo fiero prima di venire anticipato da Clint E' così, e allora? chiese come risposta. Quando gli fu chiesto di unirsi a loro nel corso dell'ultimo confronto, il sacerdote dell'infinito scosse la testa Ho deciso di lasciare gli Undici e la causa dei draghi cromatici, ma non me la sento di pugnalare alle spalle coloro che ho servito, se non per legittima difesa. Non credo che voi stessi vi fidereste più di tanto di me se mostrassi tanto desiderio di tradire il sacerdote si avvicinò al corpo dell'ex prostituta fatta prigioniera per poi abbassarsi e controllarla Hisakawa l'ha solo dominata con il suo sguardo, gli piace avere il controllo della situazione spiegò in tono professionale, rivolto a Bjorn Posso facilmente liberarla dal controllo e rimetterla in piedi, ma sconsiglio che venga con voi. Ne ha già viste abbastanza disse per poi carezzare il viso della donna, per poi rilasciare un'ondata di energia positiva. Argentia sbattè delicatamente le palpebre, per poi aprire gli occhi. Essi parvero vedere nitidamente per la prima volta dopo mesi, le mani che passarono sul viso e abbassarono lo scaldacollo per permetterle di respirare. Lo sguardo passò prima su Keitaro T-tu... mi hai salvata...? domandò per poi notare Bjorn Dove ti ho già visto...? quindi Winn'Ier Ahi! disse passandosi istintivamente una mano sulle costole e infine Clint Tessera... di platino... disse annuendo lentamente. Keitaro si rivolse ai viaggiatori Come detto non verrò con voi e non ho intenzione di uccidere persone del mio stesso paese, ma se state per andare a finire questa guerra posso cercare perlomeno di proteggere qualcuno dei vostri Keitaro pose le piccole e delicate mani sui suoi stretti fianchi Nominatemi un paio di persone che vorreste proteggere a tutti i costi e farò in modo di tenerle al sicuro fino al termine di questa battaglia infine rivolto a Celeste Posso indicarvi la strada per il tempio, ma al suo interno non vi potrà essere una fuga facile. Esso è protetto da un Lucchetto Dimensionale, il che vi richiederà di entrare ed uscire con i vostri mezzi terreni. Il sacerdote dell'infinito rimase in silenzio, per poi appoggiare delicatamente la testa sulla spalla destra di Clint, il braccio attorno alla schiena dell'adepto dei draghi. I suoi grandi occhi cercarono quelli del compagno di passione. x tutti
  2. DM La rabbia demoniaca di Seline Decanti si scatenò quel giorno alla sua massima potenza, la tiefling resa cieca dalla morte della disagiata (sì, stavolta ci riferiamo a Celeste) che aveva preso in moglie, la madre di uno dei suoi numerosi figli. Parve per un attimo bizzarro vedere il confronto tra la stregona del caos e l'antitesi della sua dolce metà, prima che una pioggia di incantesimi rovinasse su Enko Shimomura AaAaAaAhHhHhHhHhH!!!! gridò Antagonista, investito come parte dei suoi compagni dalla caotica manifestazione di magia abissale, che Seline non si faceva scrupolo di sfruttare a piene mani, senza riserve per il futuro e la sua stessa incolumità. L'aria assunse una colorazione verdastra mentre i vapori dell'acido sprigionato dai colpi si liberava, l'ispirata che riuscì ad uscirne indenne grazie solo alla forza della sua arroganza e della sua mente Io... SoNo PiU' fOrTe Di VoI tUtTi MeSsI aSsIeMe!! sbraitò, sventolando la propria katana quando Oceiros cercò di riportare in vita la giovane nativa di Primarosa. Sharifa si erse a protezione del sacerdote-ur, deviando con le ali magiche dei draghi di ottone del deserto il colpo della Shimomura, permettendo il rapido ritorno in vita dell'albina. La cosa però non parve infastidire la perfida mentalità di Antagonista, semmai il contrario. Al suo secondo tentativo, Oceiros dovette fare da sé per allontanarsi dai tentativi di liberarlo della propria testa, lasciando Celeste nuovamente in balìa della forma definitiva del nemico CeLeStInAaAaAaAaAa.... schernì la creatura avvolta da potere rosso sangue, immergendo con un colpo secco Lago di Sangue sulla schiena della Borealis, per poi scuotere la lama mentre trafiggeva i bronchi della elocatrice CeLeStInA tOrNa In ViTa PeR mOrIrE dI nUoVoOoOoOo... cantilenò il quori, pregustando l'occasione di strappare la vita per una seconda volta in quel giorno pieno di opportunità. Ma l'ispirata non potè che gorgogliare a un certo punto, la grossa mano di Winn'Ier De Puh che la trasse da terra stringendole il collo, per poi strapparle il viso dalla faccia. L'urlo lacerante della spadaccina degli Undici fu tale da rischiare di assordare i presenti, uno strepito che aumentò di intensità (se possibile) nel momento in cui Celeste apparve alle spalle di Maki Tetsuo e lo decapitò come avrebbe fatto qualunque maneggiatore di falchion che doveva compensare mancanze a letto MaKiIiIiIiIi! NoOoOoOoOo!!! gridò l'ispirata. La testa dell'edonistico inventore dei ferrotitani rotolò a terra, mentre il barbaro dei Fiordi sbattè a terra il corpo di Enko Shimomura e conficcò i propri pollici nelle cavità oculari finchè il cranio non esplose come un cocomero, le cervella che schizzarono addosso ai vicini, Sharifa e Oceiros compresi. Solo il comandante in capo, Naganori Hisakawa, rimaneva ora a difendere l'onore di quel gruppo d'elitè, il vampiro che ruggì quando Bjorn riuscì a colpirlo alla gola, minacciando il legame tra testa e busto Non avere troppa fretta! rispose Hisakawa, dimostrando di essere di una pasta diversa dal suo ex agente, parando con una mano la mazza di Golban, i muscoli tesi contro la forza del paladino. Ma se le labbra di Hisakawa sembravano pronte a prendere in giro nuovamente i suoi avversari, la caduta dei suoi compagni parve incrinare le certezze del non-morto, che optò per una ritirata strategica Prima della fine di oggi morirai, kalashtar! Sappilo! minacciò l'essere prima di scappare per mezzo dei propri poteri psionici. Anche quel tremendo scontro si era concluso. Il bilancio della battaglia era stato ancora una volta positivo, questa volta senza nemmeno un morto, ma la fuga del vampiro non aveva funestato una volta per tutte la dipartita degli Undici. Nel cielo, la situazione sembrava sempre sanguinaria e pericolosa, l'esercito dell'Oriente che sembrava pronto a vendere cara la pelle pur in quella sconfitta, i draghi cromatici invece pronti a reclamare anche la più piccola scaglia metallica, mentre l'unico vincitore sembrava essere il Collettore e le sue nefaste capacità che traevano di minuto in minuto un bilancio sempre più alto. Pur feriti, ma spinti dal desiderio di ritrovare quanto prima il loro amico Clint, gli eroi si mossero con discrezione all'interno dell'ala più interna del ciclopico palazzo dello shogun, un dedalo che fino ad allora aveva presentato solo un innaturale silenzio. Fu quindi con non poco timore, minuti dopo il loro ingresso, che una serie di grida richiamò l'attenzione degli eroi. Dopo anni di combattimenti essi non ebbero dubbi nel riconoscere la voce di Clint, il cui tono fece subito temere il peggio, trovarsi da solo a fronteggiare in battaglia uno dei sacerdoti più potenti dell'intera Arth! I più grandi generali conoscevano la strategia “Dividi et Impera”, per la quale la divisione dei singoli elementi di un gruppo poteva far crollare anche l'armata più forte e tale, pareva certo ormai, doveva essere stato il piano dell'ambiguo ma astuto Kawashima Keitaro. Pur non nel loro massimo splendore, gli eroi si precipitarono verso la fonte di quel confronto, pronti a far pagare al sacerdote ogni ferita che sarebbe stata inflitta al proprio compagno. Quando essi fecero scorrere la porta scorrevole che conduceva a un elegante camera in stile orientale, però, la scena che si trovarono di fronte fu assai diversa. Il sacerdote era in effetti genuflesso, come si poteva richiedere dal suo ruolo, ma la sua preghiera sembrava rivolta come sfogo di un piacere che Clint Draconis stava elargendo con tutto sé stesso. I dettagli che poterono essere colti da quella breve vista furono principalmente due: il primo era che Clint sembrava in perfetta salute e non in pericolo di vita. Il secondo, deducibile dalla nudità esposta di entrambi, era che Kawashima Keitaro era stato onesto nella sua identità sessuale, visibile e accudita anche dal suo partner. Il sacerdote dell'infinito fu il primo a notare l'arrivo degli avventurieri, rivolgendosi a loro con un tono secco Per favore, potreste uscire?? esclamò per poi gridare il nome di Clint come se fosse l'ultimo momento della sua vita. Per fortuna sua non fu così, sebbene quell'inaspettato rapporto finì per consumarsi lontano dallo sguardo, ma a portata d'orecchie del gruppo che sostò fuori dalla porta da cui erano entrati poco prima. L'attesa non fu lunga prima che il drago raggiungesse il suo scopo preferito, un piacere che fu condiviso (a giudicare dalle grida) anche dal partner di quella giornata. Quando la porta si riaprì, Kawashima Keitaro uscì in compagnia di Clint e sospirò soddisfatto, per poi baciare sulle labbra il Draconis, senza alcun apparente imbarazzo per la situazione creatasi Le migliori labbra che abbia mai provato disse Keitaro, strofinando la punta del suo nasino su quella di Clint, alla maniera di una ragazzina innamorata e suggerendo un loro uso che l'occhio non era riuscito a cogliere. Il sacerdote esile e dal corpo più esile e femminile anche rispetto a Celeste si rivolse quindi agli eroi E' un piacere conoscervi, ho sentito parlare molto di voi disse, sbattendo i propri occhietti da cerbiatta (?) Come dicevo con Clint è da tempo che volevo lasciare gli Undici, ho sempre ritenuto fossero il lato sbagliato in cui dovevo trovarmi. Sul serio disse con un tono di voce basso Se volete raggiungere lo shogun posso indicarvi la strada. Se avete delle domande posso rispondere disse, un dolce sorriso rivolto agli avventurieri. Un messaggio telepatico giunse in quel momento, in direzione proprio di Clint. A mandarlo era Prosper, uno dei maghi al servizio dell'esercito di Acquastrino Signorino Draconis disse Prosper, la voce rotta dall'emozione Vostro zio, il duca... è caduto. Abbiamo cercato di riportarlo in vita, ma non vi siamo riusciti. Le progenie del drago nero sono soverchianti, ho parlato con i clan nanici del nord e pare che gran parte del loro clan Runastella, compresa la loro leader, siano morti e con essi anche jarl Fredrik e i suoi migliori berserker. La Cacciatrice di Demoni sta tenendo impegnato il drago nero, ma non so quanto potremo resistere... Clint udì Prosper deglutire e cercare di darsi un tono Perdoni, mio signore... le porgo... le mie condoglianze per la sua perdita! Riepilogo azioni
  3. DM La caduta di Celeste Borealis parve destare lo spirito guerriero di Winn'Ier, che investì Argentia con una serie di furiosi colpi di artiglio. Il barbaro dei Fiordi però non puntava a uccidere, come avrebbe forse fatto Higuma al posto suo, ma si limitò a stendere la glantriana fino a che ella non cadde a terra priva di sensi, gli occhi persi nel vuoto ma ancora viva. Un ben diverso stile riversò invece contro Enko Shimomura, la quale si trovò ad incrociare la sua katana con le mani dell'uomo-orso Tu... NoN pUoI... bAtTeRmI... dIsGuStOsA cReAtUrA!! ringhiò Antagonista mentre il confronto tra i due assumeva un contorno sempre più epico, il terreno che iniziò a creparsi attorno a loro, i colpi che rimbombavano nell'aria. Poco più avanti, la testa grande come una damigiana di Maeda Sakanori cadde a terra, decapitata con precisione da Bjorn. Il kalashtar cercò di intervenire per dare il suo contributo contro la disagiata (non Celeste, l'altra) vedendosi però deviato il colpo della propria lama di ghiaccio. Non ti distrarre, Bjorn! ammonì Naganori Hisakawa, raggiungendo la gamba del kalashtar e strappando un lembo di carne del polpaccio, con una vile artigliata che colpì alle spalle, posizione assunta in modo da essere protetto dai suoi nemici proprio grazie alla generosa stazza del suo nemico. Il coraggioso eroe del nord dovette fare appello a tutte le sue forze per non crollare in ginocchio di fronte all'assalto del vampiro, i cui colpi sembravano simili ai tanto narrati baci delle succubi, fredde manifestazioni che sembravano nate per far trapelare brividi nel corpo della vittima Parli parli, ma concludi poco. Mi deludi schernì il raffinato non morto, leccandosi le dita sporche del sangue uscito dalla ferita del nordico. Il giudizio su quell'assaggio non parve molto positivo, a giudicare dalla smorfia che Hisakawa fece Pensavo potessi essere un rimpiazzo adeguato per Rilian, ma a quanto pare mi sbagliavo! il vampiro fece scricchiolare il collo, pronto a proseguire il suo assalto. Enko, falli fuori! incoraggiò Maki Tetsuo, la cui voce rimbombò indistinta nel giardino, ma assai attivo dal punto di vista bellico nel momento in cui un raggio di energia verde raggiunse Golban minacciando di disgregare la sua struttura molecolare, subito seguito da una detonazione di fuoco che mandò a fuoco la barba di Thorlum, pur risparmiando Golban e Bjorn, saggiamente protetti contro quel tipo di energia Magari... risparmia la tiefling, se ti riesce D'accordo, amore! disse Enko Shimomura, l'espressione che mutò in una assai più umana quando ella riuscì a ritagliarsi uno spazio mentre se la vedeva con Winn'Ier MaLeDeTtA rItArDaTa! gridò Antagonista, scuotendo la testa come una bestia in gabbia per poi ripetere al mago degli Undici con un contrito D'aCcOrDo AmOrE! x Clint Riepilogo azioni
  4. DM x Bjorn x Clint Naganori Hisakawa storse la bocca quando Bjorn riversò il suo disprezzo nei suoi confronti E' dunque vero ciò che dicono su voi barbari del nord, esseri poco meno rozzi degli animali osservò con supponenza, per poi controllare la propria servitrice, la cui espressione parve incrinarsi solo per un attimo dopo le parole dell'uomo dei Fiordi. Eppure ciò non mancò di essere notato dal vampiro, che guardò storto il kalashtar. Un'occhiata di palese ostilità fu invece riservata da Antagonista ad Eroe quando ella capì la natura del quori NoI sIaMo I pIù InTeLlIgEnTi!! sbraitò, le mani di Enko che strinsero l'impugnatura della katana DaL qUoR nOn EsIsTe PiU'! E TrA pOcO aNcHe Tu CeSsErAi Di EsIsTeRe!! Dopo aver combattuto per anni nei campi di battaglia di tutto il mondo, gli avventurieri che facevano parte di quella spedizione erano diventati maestri di duello o signori delle arti magiche, raggiungendo una soglia di potere tale da rendere gli scontri simili a rapide schermaglie, quasi un ritorno alle origini, quando i primi allenamenti con i maestri erano di rapida risoluzione. Lo scontro, anche in quel caso, si svolse in pochi febbrili secondi, ma gli occhi allenati dei partecipanti seguirono il tutto con lodevole attenzione. La strana coppia formata da Thorlum e Golban si lanciò contro il più alto e imponente nemico a disposizione, Maeda Sakanori, le cui kusari-gama si agitarono nel momento in cui i due si lanciarono contro il combattente, con esiti assai diversi. Thorlum venne colpito di striscio da una delle falci, non senza un certo disappunto del generale nemico Maledetti Coscritti! una stizza che si espresse in una bestemmia quando Golban deviò il colpo rivolto al suo indirizzo e colpì al ginocchio l'avversario magicamente ingrandito Ti farò crocifiggere, paladino! lamentò, la gamba che rischiò di cedere sotto i colpi del coraggioso campione di St.Cuthbert. Ma non furono solo le percosse in mischia a raggiungere lo stratega degli Undici, poiché come già successo non bastò un muro di forza per contenere la shayq Sharifa Al Rasul, la quale disintegrò con il proprio potere la barriera e lanciò un dardo di pura energia solare contro l'infido vampiro, permettendo peraltro ad Oceiros di investire gli Undici con una brina magica che avrebbe reso orgogliosa la Regina del Gelo e a Seline di colpire l'uomo armato di kusari-gama con un incantesimo ammaliatore che venne respinto solo grazie all'addestramento rigoroso a cui si era sottoposto Io... non... posso... cedere... al desiderio carnale! mormorò (sebbene Seline potè notare che non tutto il corpo dell'orientale sembrava aver colto la giustezza delle parole) battendo i denti, le gigantesche mani interizzite dal freddo e le catene che tintinnarono come non mai. Naganori Hisakawa si limitò a far svolazzare un lembo del proprio mantello prima di spostarsi quanto bastasse per mandare il dardo a scheggiare una statua propiziatoria in bronzo. Il raffinato psionico, per buona misura, colse l'occasione per trasportare sé stesso e le due combattenti da mischia poco distante, permettendo alle due di scatenare il proprio potere Non credo di doverti dare istruzioni, Enko cara disse carezzando la schiena dell'elocatrice, che parve assai disgustata già solo dal contatto con il leader del loro gruppo Argentia, insegna una lezione a quel poser nordico disse con un sorrisetto di sprezzo nei confronti di Bjorn. Ma quando la ex-prostituta iniziò la sua corsa, le sue palpebre batterono diverse volte ed ella deviò il suo percorso per riversare il suo attacco contro un altro obiettivo a portata: Winn'Ier De Puh. L'orso ebbe appena il tempo di vedere la donna spiccare un balzo prima di far ricadere il suo bastone sul cranio di Winn'Ier con un muto grido al di sotto dello scaldacollo, un colpo di portata tale che l'abbracciatore del gruppo udì un sinistro schioccò e vide bianco per un attimo, prima di doversi difendere da una raffica di bastonate alla giugulare di Argentia, sulla cui pelle si disegnarono alcune rosse strisce di sangue, ferite che però non erano state inflitte da nessuno. Ben ligia agli ordini si rivelò invece essere l'unico altro psionico degli Undici SaRò SuBiTo Da Te! Ma Ti DeVo RiNgRaZiArE sU uNa CoSa! annunciò Antagonista, richiamando tutto il potere di cui disponeva GrAzIe A tE hO sCoPeRtO cHe CoSa Mi MaNcAvA... iL tEmPo!! la mente guerriera manifestò, con un'aura di energia rossa che la avvolse, tutto il potere psionico di cui poteva disporre, le braccia che si fecero più toniche e muscolose, inframezzate di venature di rosso, dettagli che Celeste potè cogliere da vicino quando Antagonista apparve davanti a lei FoRmA dEfInItIvA aTtIvA!!! gridò, prima di trafiggere Celeste allo stomaco e sollevare la propria katana con un unico movimento violento, tale da far fuoriuscire la lama dalla spalla destra della Borealis, spezzandole scapola, spalla e testa dell'omero lA mIa NuOvA sPaDa Si ChIaMeRà LaGo Di SaNgUe! rise notando la pozza rossa che si creò ai piedi dell'albina, prima di scompigliare i capelli con un rapido gesto della mano e permettere alla lama di Lago di Sangue di recidere la gola della Furia Bianca con un altro violento colpo, ponendo fine alla vita di Celeste Borealis. Una risata gutturale proruppe dalla gola della ispirata vincente, che alzò lo sguardo al cielo prima di cercare di trafiggere Oceiros, esposto dopo il crollo della barriera. L'astuto ex-capo gilda fu però rapido a schivare il colpo, strappando una smorfia ad Enko Shimomura StUpIdI fAtTuCcHiErI ben poco però sembrava separare ora la assassina di Celeste da Sharifa e Oceiros. Pur in quel catafascio, però, vi fu l'occasione per trovare qualcosa di più della morte, del ferro e della magia. Kawashima Keitaro strabuzzò gli occhi quando Clint gli si rivolse, aggiustandosi nervosamente una ciocca dei capelli e stringendo le esili gambe. Calò un lungo momento di silenzio tra i due, o almeno apparve come tale, fino al momento in cui il sacerdote dell'infinito non rilasciò un'ondata di potere che non avevano mai visto prima Hisakawa, sono stufo di questa guerra. Rassegno le mie dimissioni. Infinito, portami da lui si limitò a dire il sacedote prima di approdare all'interno della gabbia, a fianco di Clint. La vicinanza tra i due sembrò per un attimo far sentire solo Trull, il quale rimase effettivamente tale da lì a pochi secondi. Kawashima Keitaro e Clint sparirono, lasciando di stucco tutti i presenti che parvero quasi fermarsi in contemporanea a quello strano avvenimento. Perfino il vampiro, leader degli Undici, parve colto alla sprovvista e non seppe commentare lì per lì ciò che era appena accaduto Io... ehm... dannazione, proseguite! sbraitò infine, spezzando quello strano silenzio. La battaglia riprese, senza quartiere. x Clint Riepilogo azioni
  5. AVVISO PER TUTTI I GIOCATORI Dal 25 al 31 ottobre sarò in ferie. Per l'inizio di tale periodo lo scontro attualmente iniziato dovrebbe essere concluso e, se non siete morti tutti, potrete proseguire. Le vacanze, come di certo già immaginate, limiteranno il numero di post e ne modificheranno l'orario di pubblicazione, ma permetteranno anche checkpoint più sostanziosi. Raccomando di seguire attentamente gli spoiler in cui pubblico il tempo limite. Chiunque si trovi al Lucca Comics il 30 può trovarmi di persona per le vie della città, intento a cercare librogame e vecchi manuali di D&D
  6. DM Il momento del cordoglio, per la morte di Tom Po, fu più affrettato del dovuto, rimaneggiato dalla necessità di dover proseguire verso il tempio in cui si trovava il Collettore, l'arma definitiva che stava portando più morte di quanta ne fosse stata preventivata. Ad essi non si unì Kenji, che venne convinto da Clint, Bjorn e Celeste ad allontanarsi da quel campo di battaglia Mi dispiace, ma un conto è rischiare... l'altro è essere sicuri di morire disse rivolto alla tiefling, prendendole la mano per un baciamano rubato prima di allontanarsi nella direzione da cui erano giunti gli avventurieri. Ora era di nuovo in dieci, senza seguiti o giovani orientali in preda agli ormoni. Quando i viaggiatori emersero all'esterno dell'ala del palazzo da cui si accedeva tramite la Porta del Drago Verde, che essi avevano imboccato, la voce di Masato Ishibura rimbombò all'interno dell'ampi e lastricato giardino interno in cui essi finirono Impressionante disse la voce dello shogun I racconti non rendono giustizia alle vostre capacità, Eroi dell'Occidente si complimentò, primo membro dell'esercito nemico a non usare l'appellativo “Feccia dell'Ovest”, udito di frequente fin dal loro arrivo Vedervi in azione è stato... esaltante! E i vostri amici sono stati in grado di uccidere Gargonthalaras, di certo ispirandosi alle vostre gesta per trarne esempio. Avete le mie condoglianze per i vostri caduti, specialmente per vostro fratello, shayq Sharifa, e la spada parlante che vi ha seguito per così tanto tempo. Le nubi violacee nel cielo si addensarono, mentre i draghi combattevano in cielo, una marea cromatica e metallica che creava una pioggia di scaglie e morti in quella città funestata dal male, la cui corona oscura sovrastava il palazzo, giganteggiando sull'ambiente circostante La guerra porta sempre troppa sofferenza, troppe lacrime e troppo dolore. Ma era necessaria per il Katai, che senza di me avrebbe continuato a vivere di signorotti in perenne guerra tra di loro. Il mio esercito ha portato la pace, dopo secoli di anarchia. Mi riesce difficile capire perchè voi vi riteniate dei salvatori... il Katai si è già salvato da solo, voi volete restituirlo al caos. Gli avventurieri imboccarono l'ala più interna del palazzo, raggiungendo un giardino verdeggiante, dove diversi alberi erano stati piantati con precisione meticolosa, irrigati da un piccolo ruscelletto artificiale talmente basso che i viaggiatori poterono superare con un balzo Avete nominato il Collettore, ma esso... la voce dello shogun tentennò Esso non può essere fermato. E' l'equilibrio, il ristabilire di un ordine naturale delle cose la voce di Ishibura si fece accalorata Voi volete sovvertirlo e io non posso permettervelo! I miei uomini non ve lo permetteranno! sentenziò con severità. DeMeNtE bOrEaLiS!!! urlò Enko Shimomura, guidando il gruppo degli Undici che si parò d'innanzi agli eroi, nel cuore di quel paesaggio verdeggiante incastonato all'interno del palazzo di Masato Ishibura. La giovane donna aveva gli occhi simili a braci ardenti e una nuova katana dalla lama rosso fuoco, che sembrava essere stata estratta da un fiume di lava incandescente cReDeVi Di PoTeRtI lIbErArE dI mE? E' gIuNtA l'OrA dElLa VeNdEtTa!! Enko, per favore disse un uomo alto e dinoccolato al suo fianco, il tipo di uomo che a un ballo nobiliare avrebbe attirato l'attenzione di qualunque dama e le ire dei loro compagni. La barba impeccabile che spiccava sul suo candido incarnato, l'uomo indossava un pesante soprabito rosso che accentuava il colore degli occhi da vampiro. I modi raffinati, egli concesse una piccola riverenza al gruppo Naganori Hisakawa, comandante degli Undici... più uno Naganori Hisakawa In effetti qualcosa non tornava nei conti, poiché sei nemici si palesavano davanti a loro dopo i sei sconfitti precedentemente. Oltre ad Enko e Hisakawa vi era Maki Tetsuo, vestito con un farsetto di broccato nero, che si aggiustò gli occhiali mentre fissava con odio i viaggiatori, evidentemente ben memore dell'ultimo incontro svolto con loro. Oltre a costoro vi era anche un trentenne esile e dall'altezza sproposita, tre metri e venti di altezza, con una benda sull'occhio sinistro e che impugnava in ogni mano una kusari-gama grande come una falce Trull Forgiacciaio, suppongo tuonò dalla sua generosa statura, notando il ciambellano di Firedrakes Ha portato un bell'esercito, comandante. Mai nessuno mi aveva sconfitto prima d'ora. Il mio nome è Maeda Sakanori disse confermando la propria identità. Maeda Sakanori Una piccola figura magra, dagli scuri capelli setosi lunghi fino a oltre le spalle, guardò con grandi occhi e un sorriso malizioso gli avventurieri, aggiustandosi il collarino rosso che portava al collo sopra l'aderente vestito scuro che portava, che ne metteva in risalto le curve Kawashima Keitaro Kawashima Keitaro La voce che la pronunciò parve però più bassa di qualche ottava rispetto al solito, dettaglio che fu facile da cogliere e che strappò un particolare compiacimento nella persona che si era presentata Sacerdote dell'infinito... e sì, sono un maschio puntualizzò. Maki Tetsuo si deterse la fronte, cercando di distogliere lo sguardo da colui che sembrava tutto fuorchè un uomo. L'ultima figura era chiaramente una donna, stretta in un'armatura in pelle nera consunta che lasciava intravedere qua e là lembi di pelle chiara su cui di tanto in tanto erano visibili segni di morsi, il viso in parte coperto da uno stretto scaldacollo nero che celava dal basso fino all'altezza del naso. Gli occhi azzurri della donna fissarono lo stesso uomo, Bjorn Havardsson, per tutto il tempo di quell'incontro, stringendo convulsamente tra le mani un bastone in legno scuro e con la punta in metallo Shhh... shhh... shhh... tentò di calmarla Naganori Hisakawa, carezzando i lunghi capeli scarmigliati di Argentia Tra poco potrai colpire, piccola disse dandole un bacio sulla fronte che le strappò un tremito. Enko fece un passo avanti HiSaKaWa, NoN mI iMpOrTa La TuA sMaNiA dI pRoTaGoNiSmO, iO dEvO vEnD-- Enko! la interruppe Tetsuo Lascialo fare... Enko si voltò verso Tetsuo con uno sguardo adorante D'accordo amor-- AcCiDeNtI a Te, RiTaRdAtA! gridò Antagonista come una fiera in gabbia, facendo scricchiolare il collo dell'ispirata, per poi chinare il capo d'AcCoRdO aMoRe! Naganori Hisakawa sorrise, un cenno del capo rivolto all'inventore dei ferrotitani, prima di rivolgersi agli eroi come un'oratore di fronte a una platea trepidante Sono spiacente di dover far terminare qui la vostra avventura disse in tono melodrammatico Ciò che avete compiuto è stato grande, degno di una impresa, ma sappiamo come spesso le avventure più ricche di aspettative deraglino dopo poco sorrise mostrando una chiostra di denti acuminati E questo è il caso anche di questa avventura, poiché... beh, non potrete certo proseguire se sarete morti, no? Ai portatori di bene raccomando attenzione, la piccola Argentia il vampiro diede qualche pacca sopra la nuca della donna, come si sarebbe fatto con un cane E' un po' inesperta, almeno in questo campo... e deve ancora spillare sangue per il piacere di farlo. Spero non sarete così biechi da cercare di ucciderla senza darle nemmeno un'occasione, no? Clint notò Kawashima Keitaro fissarlo, arrossendo leggermente e portandosi un dito alle labbra. Il Draconis ricevette un'occhiolino dal sacerdote dell'infinito. Naganori Hisakawa trasse un profondo respiro in quell'ambiente esterno carico di morte Signori... che si aprano le danze gridò, dando il via allo scontro. La sensazione di deja vù nel veder sparire Maki Tetsuo alla vista fu accompagnata dalla stessa sensazione provata quando, anche in quell'occasione, un muro di forza venne innalzato davanti a Seline, Oceiros e Sharifa, avvezzi come sempre a tenere una posizione arretrata. Ciò che fu una vera novità lo provarono gli inseparabili Clint e Trull, che si trovarono all'interno di un cubo di pura energia pulsante simile a una gabbia priva di sbarre ma fatta unicamente di solide pareti di magia. Naganori Hisakawa rise, il corpo che brillò di un'energia pulsante, mentre Maeda Sakanori percorse a (letteralmente) grandi passi lo spazio che divideva i due gruppi, le kusari-gama che saettarono come gigantesche falci colpendo allo sterno Bjorn, prima di tornare alle mani del proprietario per mezzo delle lunghe catene a cui erano attaccate. Pur sconfitto nel confronto dell'assedio, il comandante delle forze nemiche sembrava già dominante sull'area dello scontro, facendo saettare le sue catene e facendo schioccare le punte delle lame a pochi centimetri dal viso dei migliori combattenti. Riepilogo azioni
  7. Controllato, non trovo nulla dopo il 6 ottobre (post in cui ho messo la richiesta). Voglio pensare di non averlo notato, perchè in caso contrario sarebbe una mancanza gravissima. Se non mi viene fornito il link al post in cui la lista è stata pubblicata considererò che non ci sia e Tom Po verrà "squalificato" rimanendo morto.
  8. @Fezza nella ta scheda non vedo le mosse preparate che hai usato a piene mani nel corso dello scontro. Dove sono? Le hai pubblicate nel corso del capitolo? Avevo chiesto espressamente ai marzialisti di far avere le liste entro un tempo preciso.
  9. Non hai segnato nulla per la difesa o anche solo per una strategia, quindi gli attacchi te li sei beccati
  10. DM Il rumore di metallo che penetrava la carne lacerò la stanza, quando Celeste Borealis trafisse l'invisibile Tamaki Iori riportandola a una più corporea visibilità, il bel viso contratto dal dolore quando ella si trovò faccia a faccia con l'orrenda versione dell'albina del gruppo. Lo sguardo della donna si perse lentamente nel notare come anche i suoi compagni non se la cavassero meglio, con Kido Takuji che dapprima deviò la magia di Seline con un colpo di katana, per poi venire colpito al volto da un proiettile di forza sparato dal dito della tiefling, che scavò un foro sulla fronte dello sterminatore di paladini, per ironia della sorte ucciso da un malvagio e senza l'occasione di concedersi un epitaffio, crollando vicino al corpo rianimato di Golban. Solo uno di quel gruppo degli Undici pareva ancora vivo e fu a lui che Tamaki Iori rivolse il suo ultimo appello V-Vendicaci H-Hig... tossì prima di perire tra le braccia di Celeste. NOOOOOO!!!! urlò Higuma, gli occhi sbarrati di dolore, lanciando uno straziante ruggito di dolore IORI SEMPRE GENTILE CON HIGUMA! DAVA CONSIGL-- l'orso mezzo-drago ruggì, preso d'assalto dagli avventurieri in massa. Clint soffiò, Trull si lanciò colpendolo alla schiena con la propria catena, scavando una profonda ferita che mise a nudo le costole del poderoso avversario HIGUMA PUO' SALVARE AMICI! HIGUMA PORTA DA PRETE! Higuma ruggì quando venne colpito da sei dardi di potere di Seline prima e dà una sfera di fuoco di Sharifa, ma nonostante quella trafila di colpi, il membro degli Undici figlio di Xendharvelmiran non sembrava ancora pronto a cedere HIGUMA NATO IN ACIDO! HIGUMA DEVE VINCERE! quando Tom Po si lanciò su Higuma, scaricando una serie di artigliate contro le dure scaglie nere della creatura, l'orso mezzo-drago si voltò contro di lui, ruggendo tutto il suo dolore e la sua rabbia GATTO COLPITO OTOE! GATTO CATTIVO! Così come Bjorn, anche Tom Po venne avvinghiato dalle unghie dell'orso orientale, che sventrò il petto del monaco con un ghigno di soddisfazione, affondando le sue fauci e strappando la vita dal corpo del felinide che era giunto dalla Savana. Quando il corpo senza vita di Tom Po cadde a terra, Higuma riprese il suo assalto su Winn'Ier, attaccandolo con ferocia HIGUMA STANCO! MA HIG-- un tonfo raggiunse il cranio del mezzo-drago, quando Thorlum abbattè il suo martello goliath su di lui HIGUMA STAaanncooo... mormorò prima di crollare a terra, sopraffatto dalle ferite e condotto per esse nell'aldilà, ultimo caduto di quella estenuante battaglia. Il Senzacasta, che negli occhi covava odio e cattiveria, sembrava essere stato liberato dalla malia che lo aveva irretito, una volta uccisa la sua tessitrice. Gli Eroi dell'Occidente avevano vinto. La scena attorno a loro pareva comunque uscita dal sogno di una mente malata, un catafascio di devastazione creata in pochi attimi che erano parsi come giorni interi di combattimento, una battaglia che aveva dimezzato le forze d'elitè dello shogun, la cui voce non si udì come finora era accaduto durante l'esplorazione a palazzo. Gli avventurieri ebbero quindi modo di riprendersi, udendo in lontananza una serie di grida di trionfo, provenienti dall'esterno in cui ancora si stava combattendo contro un esercito di draghi e mezzi-draghi cromatici. La ragione di tale udibile gioia giunse per prima a Sharifa, che potè comunicare ai compagni gli aggiornamenti dal fronte. A chiamarla era Mudrika el-Asmar, assistente del sacerdote del tempio di Bahamut Maazin al-Jama nell'Impero dei lucertoloidi della Savana Shayk Sharifa, Gargonthalaras è stato abbattuto esordì, parlando a nome del suo superiore che non era molto avvezzo con la lingua Comune Le forze alleate sono riuscite ad attirare il drago verde e la nostra tribù e gli uomini di Firedrakes hanno colpito in massa il nemico. Shayk... la voce tentennò, ripetendo l'epiteto che Sharifa temeva di non udire mai Suo fratello Musaaid è caduto con coraggio contro lo Sterminatore di Elfi. Lei è ora la nostra nuova shayk. Mi dispiace per la sua perdita disse con cordoglio la lucertoloide L'assalto contro il drago verde ha preso molte vittime nelle retrovie e nel campo medico, tra cui anche il druido amico del vostro uomo-orso, Gargamellor, e la donna dai capelli rossi che... credo si chiamasse Bernadette o Nicolette. Stiamo cercando di capire meglio le perdite, ma l'acido di Gargonthalaras rende tutto difficile. In bocca al lupo per i vostri scontri. La guerra stava per essere vinta, ma ad un prezzo molto alto. Attorno a loro l'immenso palazzo rimaneva muto, mentre un Kenji pallido come la morte osservò la devastazione dietro di sè Io... devo andarmene. Non posso rimanere qui... ammise crollando in ginocchio dopo aver visto alla prova alcuni tra i più grandi combattenti di Arth. E vi erano ancora in vita un gruppo di Undici e lo shogun in persona... Riepilogo azioni x tutti
  11. Facciamo così, dato che il checkpoint è lungo dò l'occasione anche a quelli del turno 3 di attaccare, metti caso che in un modo o nell'altro glielo rendete possibile.
  12. DM Le parole di Clint fecero incollerire Razak, il quale divenne rosso come un peperone, sollevando al cielo lo scudo e l'urgrosh Vieni giù, ti strapperò l'uccello e lo darò da mangiare ai cani! la distrazione si rivelò fatale per lo Schiacciagoblin, che venne colpito al basso ventre da Bjorn, strappando un latrato di dolore disumano al nano prima che il falchion del kalashtar tornasse in posizione per falciare di netto la testa dell'ex Cavaliere d'Onice M-Mor... furono le ultime convulse parole che la testa decapitata, rotolata via dopo il colpo, pronunciò. Se Atene piangeva, sparta non rideva. Miyata Otoe puntò il dito contro Tom Po DISIN-- AAAAAHHHH!!!! il grido della sacerdotessa del mare fu straziante, il busto separato dal corpo quando Cuore Nero spezzò in due tempi la incantatrice nemica, la quale ebbe l'orrore di poter contemplare la propria morte prima di cadere a terra, vittima del secondo abominio più spaventoso presente su Arth (il primo ricordiamo essere la prole non ancora nata di Winn'Ier). La brutalità del colpo fu tale che, pure dalla distanza di sicurezza che si era presa dopo essere stata colpita, perfino l'espressione di Tamaki Iori parve scioccata, un'impressione che solo Celeste potè notare. RAZAK NO! RAZAK AMICO! lamentò Higuma, prima di incrementare le sue urla quando un'altra perdita lo raggiunse, a giudicare dallo strazio ancora più sentita della precedente OTOE! NO! OTOE ANIMA GEMELLA! OTOE GUARDA OLTRE BRUTTEZZA HIGUMA! Le grida di Higuma, le lacrime agli occhi, parevano quelle di un cane abbandonato e bastonato, un'anima in pena che allungò un braccio verso la figura spezzata della sacerdotessa del mare, come ad aspettarsi che potesse rialzarsi. Ma ciò non avvenne. Calde lacrime scesero sul viso di Higuma, prima che le sue zanne tremassero dalla rabbia e i suoi occhi diventassero pozze di dolore nero UOMINI OCCIDENTE BASTA! HIGUMA SPACCA!! il mezzo-drago parve perdere il lume della ragione, ignaro dell'artigliata ricevuta da Winn'Ier e gettandosi sui due avventurieri con una foga bestiale, gli artigli che calarono come macigni sul kalashtar, prima preda a finire tra fauci della furia ferale dell'orso, che non si fermò neanche quando Sharifa minacciò di colpirlo con la propria magia. Dopo aver scavato decine di profondi tagli sul corpo dell'Havardsson serrò la sua testa su quella del combattente dei Fiordi, spezzando il cranio tra le sue possenti mascelle che si insozzarono del sangue del figlio della Regina del Gelo, prima di calare sulla gola di Winn'Ier, dando vita allo scontro leggendario (?) tanto atteso tra (e da) i due, l'uomo-orso che se la vedeva con l'orso-drago. KUROKAIZUCHI NO GEIJUTSU!!! gridò Kido Takuji, la lama venata di scuro della sua katana che colpì prima la gamba destra di Golban, costringendo il paladino a terra, per poi sollevarla sopra la testa del paladino I tuoi ideali forse no, ma tu sì! sentenziò prima di colpire al viso e al petto il paladino di St.Cuthbert, una luga ferita disegnata con un ampio arco della katana, da cui uscì un lungo fiotto di sangue, il corpo di Golban che crollò privo di vita a terra. Kido Takuji, grondante di sangue suo e non, contemplò il nemico a terra per poi ridere e voltarsi verso gli avventurieri più vicini a lui, Seline e Oceiros. La risata però non durò a lungo, quando la gamba sinistra minacciò di tradirlo. Lo scontro con Golban aveva richiesto un tributo immenso da parte dello sterminatore di paladini, che tuttavia sembrava ancora in grado di poter uccidere. Un grugnito di dolore accompagnò il colpo di piatto di Cuore Nero sulla crapa di Thorlum, quando questi provò a caricare (senza successo) l'elocatrice. Riepilogo azioni
  13. No il carisma è al txc, il livello ai danni Ti serve anche il +10. L'abilità non è stunning, ma sudden stunning, lungamente abusata da Chandra nel corso delle sue avventure
  14. DM Sono le mie parole ad essere vuote? domandò Kido Takuji, mentre roteava la sua katana per evitare i colpi del paladino, la maggior parte delle quali andava a segno contro l'empio sterminatore Allora pensa, Golban. Se anche vincessi che cosa avresti ad aspettarti? Una moglie, dei figli? il samurai grugnì quando venne colpito al viso O solo un senso di vuoto? proseguì, sputando sangue a terra e sorridendo, primo tra tutti i nemici finora affrontati a resistere a una serie di assalti del campione di St.Cuthbert senza artifizi magici Hai mai davvero vissuto? Sei sicuro di non essere diventato solo un pupazzo nelle mani di una divinità? Non di divinità, ma di drago, fu il potere che invece rilasciò Clint su Razak e Higuma, una linea di energia draconica pura che investì i due aggressori di Bjorn. Le reazioni comunque furono quantomai diverse. Se Razak mostrò i pugni al cielo urlando Ti staccherò le ali e ti sbudellerò i figli davanti agli occhi! Higuma proseguì il suo assalto su Bjorn, le fauci sbavanti e la schiena solcata dal colpo che aveva scavato una profonda ferita di cui l'orso mezzo-drago parve a malapena accorgersi HIGUMA SENTITO PUNTURA! DOVE ESSERE APE? domandò. Per gli oceani, Iori, devi fermare quella specie di Enkeste! esclamò Miyata Otoe nel cuore di quello scontro, rivolgendosi alla sua compagna barda, prima che Tom Po cercasse di strangolarla con una tecnica d'ombra S-Stupido g-gattaccio... mormorò la sacerdotessa del mare diventando cianotica. Tamaki Iori però aveva ben altri problemi, palesatisi sotto forma di un nano di nome Trull Forgiacciaio che si lanciò contro di lei mulinando la propria catena. Il fu elfo e mezzelfo fu in grado di far passare la sua arma oltre l'acne dei giovani leccapiedi che si era procurata e colpì la statuaria orientale al petto, un colpo che parve cozzare contro magia solida, una collezione di incantesimi protettivi che la donna aveva lanciato su sé stessa, un ricettacolo di abiurazioni che però non bastò a fermare l'assalto orgoglioso del nano di Huruk-Rast che scavò una profonda ferita su Iori, la quale iniziò a perdere sangue, insozzando la propria yukata e facendo sudare il suo bel viso No! esclamarono all'unisono gli adolescenti Pad-- Furono le loro ultime parole. Seline, per buona misura, non si fece scrupoli a coinvolgere i cinque adolescenti che avevano praticato spesso onanismo pensando a lei, incenerendoli, ma premurandosi di lasciare illeso il ciambellano di Firedrakes. Ad uscire illeso dalla deflagrazione, però, non fu solo il coraggioso figlio di Delila e Tregoer, ma anche le due incantatrici nemiche, ferite e doloranti, ma ancora capaci di combattere. E ad agire fu la barda. La geisha proiettò la propria spada corta, una piccola daga che lasciò la propria mano per trapassare la spalla destra di Trull, per poi proseguire la propria traiettoria come un siluro e colpire in pieno petto Celeste, invadendo i corpi di entrambi con una pulsante scarica elettrica che ne colpì il sistema nervoso, mandandolo in tilt. La scarica liberò le mani dei viaggiatori, che lasciarono cadere le armi a terra, inibendo le loro capacità motorie e cognitive. Il sorriso disegnato sulle labbra del membro degli Undici fu rivolto quindi tutto a Thorlum, un'espressione di puro affetto Thorlum caro, Tom Po è un mostro, ma Celeste minaccia il nostro futuro aggredendo con perfidia e tecniche malvage, come puoi vedere. Per favore, non risparmiarti, libera il mondo da quella perfida deviata tentacolare, fallo per noi le parole di Iori si conclusero con la dissoluzione delle forme della donna nell'aria. Ella era sparita, così come l'arma che aveva colpito i propri nemici. Riepilogo azioni
  15. Manca la Forza ai danni, il bonus di Carisma ai tiri per colpire per l'uso di punire, il numero di punire usati (valgono per un solo attacco), il danno di punire (che mi risulta 16 e non 21), i danni extra indicati dal potere di Bjorn e il potenziamento magico dell'arma.
×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.