Vai al contenuto

Bomba

Circolo degli Antichi
  • Conteggio contenuto

    1.997
  • Registrato

  • Ultima attività

  • Giorni vinti

    54

Tutti i contenuti di Bomba

  1. Quali sono queste percentuali? Sono curioso
  2. Bjorn Kalastaja Lo scaldo incoccò l'arco Stavolta non mi sfuggi pensò rivolgendo la sua attenzione contro lo scimmione, il più pericoloso tra gli avversari presenti, lo stesso forse che lo aveva quasi ucciso il giorno prima. Il Fhokki avrebbe preso la sua vendetta, colpo dopo colpo. Liberò quindi le sue prime frecce verso la sua direzione. DM
  3. Beh, su amori e tradimenti io posso fare poco, poichè è ambito che concerne le relazioni tra i pg principalmente. Png traditori ancora non ne sono emersi.
  4. Una volta ogni tanto, un discorso serio Chiacchierando del più e del meno, è sorto un interessante quesito su possibili prigionie dei pg e delle tematiche più crude della guerra che di solito non vediamo al cinema o in tv: le violenze sessuali e le torture. Girando su internet in cerca di racconti di sessioni in cui tali situazioni erano capitate, ne ho lette davvero di tutti i colori con pg che violentavano pg, torture che Saw levati proprio ed altre amenità. Io, da master e appassionato di sceneggiatura, so che tali strumenti danno spessore a una campagna e un senso di realismo unico (cosa su cui ha fatto leva, per dirne uno, Game of Thrones), ma al contempo non voglio urtare la sensibilità dei giocatori che vedono in ciò qualcosa che potrebbe rovinare il gioco, ma soprattutto il divertimento che è alla base di questa avventura. Vorrei quindi un parere dei giocatori sulle tematiche che ho posto. La tortura la espressi io già a suo tempo, quando presentai le povere vittime di Azariaxis e, già allora, vidi sentite reazioni da parte dei personaggi ma non dei pg. Lo stupro... beh, questa può essere la tematica più tosta. I pg più scriteriati e malvagi possono attingere per approfittarne su png (se lo vogliono), ma al contempo i pg devono sapere che ci potrebbe essere la POSSIBILITA' che questa sinistra sorte potrebbe capitare a prigionieri e prigioniere (soprattutto queste ultime). Sono pronto a innalzare mura e censure per queste tematiche, in base ai vostri gusti personali. L'importante è parlarne e discuterne come abbiamo sempre fatto.
  5. Capitolo Nove – Rune di sangue Vedra Murodipietra aspettò che il gruppo si fosse allontanato a sufficienza dalle porte di Coltre Grigia per rivolgersi, freddamente a coloro che avevano deciso di seguirlo Statemi bene a sentire, sacchi di m***a! Se non riusciamo a cambiare le cose a Huruk-Rast saranno c***i per secoli, se mai riusciremmo a campare così tanto con dei f*****i draghi cromatici pronti a muoverci guerra. Ieri sera non vi ho detto tutto, un po' perchè agli altri non gliene deve fregare un c***o di noi, un po' perchè quella checca di drago non mi piace esordì Da quando Hurgrim Schiacciagoblin è diventato re, Huruk-Rast è un p*******o, ma non di quelli che piacciono a voi con le donnine poco vestite. No, un p*******o di quelli gravi quindi entrò nel dettaglio Prima di tutto è stato istituito un nuovo organo, i Cavalieri di Onice. In pratica sono la polizia segreta del re, hanno accesso a tutti i registri e hanno l'ultima parola anche con la milizia militare. Ne fanno parte solo Schiacciagoblin e Bronzopinta. Ma non è tutto, p***o d*o proseguì la nana, stringendo con le mani le redini del suo cavallo Il consiglio ha escluso noi Murodipietra e Grossoferro dalla maggior parte dei commerci e ha tolto la concessione per la forgiatura ai Forgiacciaio, per darla ai Martellonero. I tuoi parenti, Trull, hanno ricevuto solo le licenze per i lavori in miniera, una cosa che ha mandato su tutte le furie il tuo clan, sebbene stiano cercando di rinegoziare con il re l'ottenimento della loro esclusiva quindi Vedra rimuginò un attimo su Ho un vuoto di memoria, però, chi è il vostro capoclan? In che rapporti sei con lui? La nana rimase per parecchio in silenzio dopo quelle prime spiegazioni. Il terreno si fece sempre più duro via via che i cavalli si dirigevano verso nord-ovest e le alte vette che dividevano Glantria dai Fiordi si facevano via via più vicine, rilievi con macchie boscose che via via si diradavano verso le cime innevate. Spifferi freddi giungevano dal nord, oltre quella barriera naturale. Come i nani sapevano, ci sarebbe voluta tutta la giornata per raggiungere Huruk-Rast, salvo imprevisti, attraverso le scoscese strade di montagna che conducevano al passo su cui si trovava l'ingresso per la città dei nani. Ho parlato con il mio clan per avere alcuni incontri con i vari rappresentanti dei clan disse Vedra dopo un po' Pochi di loro hanno risposto, sebbene già possiamo contare per buona la presenza di Thorlum come possibile alleato. Voglio però dirvi una cosa Vedra rimase silenziosa per un attimo, come a saggiare l'attenzione dei presenti Potremmo sì cercare una soluzione pacifica e politica alla questione, ma avrei anche in mente un piano molto più... deciso, se mi concedete il termine. Qualcosa che potrebbe darci una vittoria rapida. E sanguinosa. Ma immagino che prima di sentire la mia proposta abbiate delle domande da farmi, prima di arrivare. Parlate pure. x chi volesse svolgere compiti durante il viaggio x tutti
  6. DM Buonasera rispose con un sorriso il nano a cui si era rivolto Tonum la prima volta, quando era riuscito a entrare nel mercato di Huruk-Rast Per un attimo avevo temuto che non sarebbe più tornato disse il mercante, restituendo l'originale dell'orologio di Celeste, quindi un cofanetto che aprì per mostrare una replica molto fedele dello stesso L'orologio è in adamantio come richiesto disse indicando il corpo dell'oggetto di un color arancio scuro La catenina invece l'ho fatta in ferro, perchè come mi disse era per una ragazza e cominciava a diventare un po' pesante. In questo modo, anche nel caso si rompesse, non si rovinerebbe per sostituirla e manterrebbe la praticità. Spero le piaccia disse. La serata fu impegnata non solo per il sacerdote delle tempeste, ma anche per il resto degli avventurieri. Nicolette si diede disponibile all'uso del suo potere Sì, credo potrebbe funzionare, ma non l'ho mai fatto. E credo che dovremmo stare molto attenti, Liang disse mentalmente la voce di Nicolette, prima creatura in assoluto a chiamare il wu-jen con il suo vero nome A creare un cerchio sicuro. L'idea di convocare una creatura malvagia è pericolosa, figurarsi rischiare che essa si liberi per seminare paura a Huruk-Rast. Il mago della fenice di giada e la spada spesero diverse ore a perfezionare la loro combinazione di magia e poteri, riuscendo a concludere che il giorno successivo, in mattinata, sarebbero stati in grado di effettuare una convocazione senza rischi Ora però dovresti andare a letto, Liang disse telepaticamente Nicolette con il tono suadente che la contraddistingueva x Zhuge e Oceiros Il giorno successivo arrivò con novità e importanti decisioni, primo tra tutti il resoconto richiesto da Oceiros che avvenne per mezzo di un invito a Trapster portato da un messo e quindi un rapido scambio di informazioni e soldi grazie all'oste della locanda, sempre impregnata dal puzzo di birra scadente e fumo. x Oceiros La decisione quasi unanime di far partire il concilio tra i capiclan alleati scatenò un vespaio di preparazioni, con Dalit e Dwain che furono visti andare avanti e indietro per il clan come polli senza testa, nel tentativo di organizzare al meglio l'incontro. Una scorta armata, guidata dai migliori guerrieri del clan, fu incaricata di portare la corona a Gerlana come concordato, offrendo anche agli avventurieri l'occasione di accompagnare il piccolo convoglio nanico, sebbene l'itinerario fosse al di sopra di qualunque sospetto di agguato nel momento in cui passava per alcuni dei punti più trafficati di Huruk-Rast. Per favorire lo spirito di coesione, Dalit e suo figlio organizzarono nella sala del consiglio un pranzo tra tutti gli invitati, così da offrire un piacevole desco nel corso delle lunghe trattative. Quando fu tarda mattinata l'idea si rivelò vincente nel momento in cui il primo a presentarsi fu Fombar Grossoferro, accompagnato da un paio di nani che più che guardie del corpo sembravano portantini visto come cercavano di aiutare il proprio capoclan a sostenere il proprio peso. Dopo di esso arrivò anche Dervagar, che rivolse una carezza a sua nipote Vedra e larghi sorrisi agli avventurieri Darò il massimo per far valere tutto il lavoro svolto da voi disse, per poi presentargli un giovane nano dall'aspetto allampanato e con gli stessi occhi di Dervagar Vi presento mio figlio Astigar, che con un po' di fortuna diventerà il prossimo capoclan dei Murodipietra. Astigar annuì per poi stringere educatamente la mano ai presenti. Una delle guardie della scorta di Dervagar, in armatura completa, diede una pacca a Thorlum per poi sollevare la visiera: era Helgor Tagliarocce Pronto a fare la mia parte disse. Felda Bronzopinta giunse quasi in incognito all'incontro, incappucciata e accompagnata da tre giovani nane che dovevano essere senza dubbio sue figlie: erano bionde come lei (a parte la più giovane, dai capelli castani), condividevano gli stessi occhi azzurri della madre ed erano procaci come la stessa. Sembrava che Felda non fosse dominante solo nel suo clan, ma anche con i propri geni Immagino conosciate già Isilda, Marilda e Rillida. Prendiamo posto disse ai presenti, salutando solo i capiclan. Le figlie di Felda invece rivolsero sguardi incuriositi ai più giovani presenti, tra cui Dwain, Thorlum e Trull. Con sconcerto dei presenti, soprattutto delle guardie dei Forgiacciaio, Gerlana Runastella era già presente all'interno della sala riunioni, senza che vi fosse un'apparente spiegazione su come ella ci fosse giunta senza che nessuno se ne accorgesse Valutazione presenti. Numeri confermati. Alleanza promessa. Corona ottenuta, assieme a cozze. Ringrazio gentile dono. Anche di corona la Runastella si passò una mano davanti al naso, strofinandoselo con vigore. Dalit si rivolse agli avventurieri Avete fatto tanto finora, ma questa riunione dovrà essere gestita solo da noi capiclan e dai successori per certi ruoli. Se avete delle raccomandazioni da fare ai fini della riunione, questo è il momento per farle, poi chiuderò la sala in conclave per un bel po'. A quel punto potrete agire come meglio riterrete e, appena avremo un accordo definitivo, lo saprete Dalit si soffermò a spiegare il perchè della riunione Sono certo avete tenuto a conto i ruoli promessi, come me li avevate riferiti. Ma molte questioni amministrative specifiche vanno sancite e probabilmente stabiliremo una specie di contratto tra di noi, unitamente a quello tra Isilda e Dwain per il futuro Dalit sospirò Sarà una giornata lunga Una volta iniziata la riunione, gli eroi ebbero la giornata a disposizione. Nel cortile dei Forgiacciaio vi erano le guardie dei Murodipietra e dei Grossoferro, oltre alle figlie di Felda e alla normale milizia dei Forgiacciaio. x tutti
  7. Capitolo Otto – Sulle orme dei draghi L'adolescente drago d'argento Emercuryadar attese che i suoi compagni di ventura fossero abbastanza distanti dai cancelli di Coltre Grigia prima di riprendere la sua forma originale Che buffa esperienza disse il drago, stiracchiandosi il collo e aprendo le ali, sgranchendosi le ossa Ho provato delle strane sensazioni pelviche durante la notte, mentre ripensavo a... il drago si zittì Beh, non è importante. Suppongo che vogliate qualche informazione in più su dove stiamo andando e ve le darò, ora. Sapete, quella nana non mi è piaciuta per niente. Mi dà una profonda sensazione di disagio. Io sono originario dei Fiordi, come ben sapete esordì Emercuryadar Quindi potete capire che non sono una guida precisissima come lo sarà Plathonirax. Ma so dove abita e lo raggiungeremo tra circa due giorni. Il primo ci servirà per avvicinarci alla zona delle Colline Cremisi: esse devono il suo nome alla roccia di cui sono composte, un'arenaria che gli dà un colore tendente al rosso quando c'è sole spiegò Inoltre essa è piuttosto porosa e l'area è piuttosto secca, fatto favorito dai venti del mare ad est, un ambiente decisamente poco consono ai draghi d'argento come me, ma ideale per quelli di rame... e rossi Emercuryadar sbuffò dalle possenti narici Azariaxis aveva la tana in quell'area e se uniamo la presenza di giganti... beh, la situazione si fa pericolosa. Vorrei che terreste gli occhi aperti, io sarò costretto a planare spesso in alto per controllare che il percorso che affrontiate non vi porti a dei vicoli ciechi o su dei precipizi il drago si alzò quindi in volo Dovettero attendere un po' prima del suo arrivo. Il terreno sotto i loro piedi si faceva via via più secco a mano a mano che avanzavano verso nord-est, sebbene essa non avesse il colore annunciato dal drago, probabilmente a causa del fatto che erano ancora lontani dalle colline. Fu guardando in lontananza che ebbero conferma di ciò: esse formavano un agglomerato di colli, declivi, passi e strette gole di un color rosso spento, ben visibile anche a quella grande distanza. Non mi è parso di vedere pericoli immediati, ma mi terrò alto per il resto della giornata, con tutta questa rifrazione solare le mie scaglie sembrano gridare “Emercuryadar è qui” in caratteri che sarebbero visibili anche dalla Savana! commentò brontolando La nostra missione però è particolarmente complicata perchè dovremo saper improvvisare molto sulla base di quello che ci dirà Plathonirax... SE ci dirà qualcosa. L'ho incontrato solo una volta, ma ha un caratteraccio che ve lo raccomando... il drago d'argento scosse la testa Tuttavia se voi avete delle domande non esitate a farmele. Più informazioni condividiamo, più saremo pronti a farci valere. x chi volesse svolgere compiti durante il viaggio x tutti
  8. DM x la squadra di infiltrazione
  9. Ricordo anche che scrivere "faccio come fa x" o "decide x per me" può portare a ulteriori incomprensioni, visto che x potrebbe modificare il post come fece ad esempio Trull sulla firma per la spedizione mercenaria. Se volete essere discorsivi potete farlo ma per fare un esempio di un bivio magari alla fine mettete Non si devono rispettare i turni. Chi non posta entro stanotte lo considero perso.
  10. Il modificatore di Trull era troppo basso per poter ottenere informazioni I post del capitolo nove sono stati un'accozzaglia di proposte e controproposte senza una linea precisa anche dal punto di vista temporale, con pg che proponevano di tutto, anche più azioni in una volta sola. Io ho cercato di sbrogliare quello che riuscivo a capire e in base a ciò ho tratto una non maggioranza con quello che ho scritto poi nel post di stanotte
  11. DM x Zhuge In caso di stallo... suppongo non si possa far passare niente. Di certo non una mozione di sfiducia rispose Vedra, che poi si imbronciò vedendo la difficoltà organizzativa del gruppo Lo sapevo che sarebbe successo brontolò, cercando di richiamare l'attenzione del gruppo. I toni cominciarono ad alzarsi tra i membri del gruppo mentre essi giungevano, accompagnati dalle loro scorte, al clan dei Forgiacciaio e Tregoer “dava il cambio” sotto ordine di Delila, in direzione del mercato Che cos'è questo fracasso? chiese Dalit, raggiungendo il gruppo accompagnato da Dwain. Le notizie sull'esito incoraggiante dell'incontro con Gerlana fecero comparire un largo sorriso sul volto del canuto Forgiacciaio e di suo figlio, tuttavia l'indecisione su come procedere gli fece prendere la parola Venite in casa mia, è meglio non discutere troppo all'esterno disse. Diversi nani del clan li stavano osservando incuriositi. Gli eroi entrarono nuovamente a casa di Dalit e famiglia, cogliendo l'occasione per sedersi attorno al basso tavolo della cucina e discutere in un clima più confortevole. Wylna portò a loro del caffè e dei croissant al miele, prodotto dalle arnie tenute all'esterno di Huruk-Rast. Le discussioni si protrassero tra il fronte Flurio-Thorlum e quello formato da Trull e Tonum, mentre Oceiros cercava di far valere in solitaria la sua posizione. Zhuge chiedeva indagini, mentre Tom Po non si pronunciava. Vedra sembrava sul punto di ricominciare a bestemmiare, cosa che non aveva più fatto dal suo ingresso a Huruk-Rast. Il giovane Dwain colse però qualcosa dalle discussioni degli avventurieri e disse la sua Mi pare di capire che Gerlana ha chiesto la corona. Vogliamo inviargliela? Se dovessimo discutere su chi ha diritto di decidere staremmo qui fino al discorso di Hurgrim... quindi lascio a voi che eravate sul campo il parere. Come sovente accadeva nelle compagnie, in cui la indecisione di gruppo portava al nulla di fatto, presto gli eroi si videro scivolare il pomeriggio alle spalle nel loro duro confronto verbale. x tutti
  12. DM x il gruppo al campo x la squadra di infiltrazione
  13. Bjorn Kalastaja Se non venite voi da noi, verremo noi da voi! disse Bjorn in segno di sfida. La voglia di tirare allo scimmione era tanta, la voglia di vendetta dopo la quasi morte a cui si era tanto avvicinato appena il giorno prima. Ma aveva un ruolo nella Mano, ed esso era anche al servizio di compagni con cui si trovava meno d'accordo, nella fattispecie Byrnjolf Siamo armati e pronti a vincere, possono anche rivoltare l'inferno e gettarci contro tutte le sue schifezze, ma le nostre armi ora sono in grado di uccidere queste bestie, una volta per tutte! Prendiamoci la nostra gloria! x tutti
  14. DM x Oceiros Trull si avvicinò ad uno dei nani che avevano accompagnato Gerlana, il quale restituì lo sguardo al Forgiacciaio con cipiglio severo. Gerlana inclinò leggermente la testa e sbattè le palpebre udendo le parole di Oceiros Cimelio, reliquia, tesoro dell'antichità la nana flettè le dita della mano destra Quale sarà? Ascia delle stelle? Improbabile, tesoro del nord. Corona di Rocciaruna? Probabile. Bastone di Magius? Improbabile, altro mondo, altre regole. Spada di Kas? Difficile, possiederebbe proprietario e.... AAAAAAHHHHH!!!! la capoclan urlò, facendosi indietro sulla propria sedia quando Oceiros fece per prenderle la mano. Tutte le sue guardie del corpo si alzarono in piedi, quasi come un sol uomo A distanza! intimarono con severità Lady Gerlana non ama gli stranieri! non sguainarono armi, limitandosi a sollevare le braccia e puntarle contro gli avventurieri. Credo non sia solo una questione legata agli stranieri disse mentalmente Nicolette agli avventurieri, riservando solo a loro le proprie impressioni Il comportamento di Gerlana è qualcosa di nuovo anche per me, pragmatico ma eremitico allo stesso tempo. Ho il sospetto sia molto più intelligente della norma, ma avrei bisogno di condurre dei test per verificarlo e non credo che me lo permetterebbero. Quanto ai suoi problemi di naso potrebbero nascondere un abuso di droghe da inalazione, così come essere il frutto di una malattia. Anche qui ho pochi elementi concreti su cui muovermi. Gerlana fece un cenno con la mano e la sua scorta abbassò le braccia Offerta con richiesta di non neutralità, decisione importante. Valutazione rischi. Caduta attuale governo, possibile. Durata, da valutare con fattori. Ritorno al potere dei regnanti, possibile. Probabilità ripicca Schiacciagoblin, alta la nana si portò le mani tra i capelli, stringendosi la testa come se soffrisse di un grave mal di testa Valutazione futuro. Guerra alle porte, probabile. Presenza draghi cromatici, sospetta. Motivazioni. Religiose, improbabile, draghi cromatici altezzosi. Gioco dei draghi degli antichi testi, probabile Gerlana si passò il dorso della mano sul naso Possibilità di vittoria, difficili da calcolare. Valutazione rischi, fattori che conosco. Probabilità di alleanza esterna, alta. Probabilità di conquista del Katai, alta. Alleanza con Ordine Sinaptico, difficile da calcolare Gerlana spostò il suo sguardo a destra e a sinistra Numeri, servono numeri. Vittoria inattuabile con solo vantaggio di un voto. Se almeno altri cinque alleati, clan Runastella sosterrà dopo conferma e invio cimelio Gerlana sospirò Ora devo andare, necessità di riposo. Relax, musica da camera, magari un piatto di riso e patate. Ideale con cozze. Ma ultimamente cozze sparite. Sospetto coinvolgimento Forgiacciaio. E' sufficiente, per oggi disse una delle guardie del corpo Per qualunque comunicazione potete mandare un messaggero al nostro clan spiegò accompagnando Gerlana fuori dalla taverna. Quando rimasero soli nella stanza, notarono che Gerlana non aveva bevuto un solo goccio di alcol. Credevo che le donne del vostro gruppo fossero un po' fuori di testa disse Vedra una volta assicuratasi che non ci fossero più Runastella nelle vicinanze Ma dopo aver incontrato Gerlana non credo che le criticherò più di tanto, se mai le rivedrò. Possiamo considerarla dalla nostra parte... credo... perfino la Murodipietra sembrava non sapere come prendere il comportamento della Runastella Mezza giornata è andata, se volete prendervi un po' di tempo libero potete farlo. Ma posto che torniamo da Dalit e gli diamo la notizia, che cosa faremo poi? Possiamo dirgli di organizzare l'incontro per destituire quanto prima Hurgrim e il resto degli Schiacciagoblin. Oppure fare altro, se avete proposte. Ditemi voi. x tutti
  15. DM La scelta dell'assalto congiunto raccolse un lungo silenzio di Emercuryadar, che tuttavia alla fine non sollevò obiezioni Bjorn, Chandra, Seline ed Edriust. Un piccolo gruppo, nei limiti della tua magia disse rivolto al nordico Fate attenzione. Vorrei seguirvi, ma con la mia stazza non posso e pure Plathonirax, che potrebbe farlo, non è un maestro della furtività. Non è nella nostra natura, come è facile immaginare spiegò il drago d'argento Prudenza, il minimo errore potrebbe rivelarsi fatale per tutti. Plathonirax si fece avanti verso la squadra di incursori Vi accompagnerò verso l'ingresso del passaggio segreto, seguitemi disse dopo aver alzato il mento con fare altezzoso. Emercuryadar sospirò desolato. Il gruppo marciò per il resto della giornata fino a raggiungere verso sera, quando la luce del sole era già scesa oltre l'orizzonte, i pressi di Cresta Rossa, la più alta collina della zona su cui sorgeva una roccaforte in pietra recitata da una alta fila di pali di legno. Rinnovando le loro benedizioni, mentre i goliath accendevano torce e facevano montare turni di guardia ai cantori dell'aurora, gli eroi di Firedrakes si divisero nuovamente. x il gruppo al campo x la squadra di infiltrazione
  16. DM x i diplomatici Uno dei nani in tunica, la scorta di Gerlana, si stiracchiò le spalle. Fino ad allora essi erano rimasti in silenzio, seduti con i cappucci tenuti in testa, sebbene i visi nanici fossero chiaramente distinguibili così come impassibili. Uno di loro tossicchiò... ma non disse nulla. Gerlana invece ascoltò prima Flurio e poi Oceiros Offerta formulata, domanda di richieste effettuata. Strana strategia diplomatica, motivazioni? Garnia, Lega, chiari uomini del sud, strategie diplomatiche basate su inganno e duelli in piazza, popolo molto teatrale, piacciono amori proibiti Gerlana sbattè le palpebre, si passò ancora una volta la mano sul nano Felinide accentua uso delle mani, probabile monaco, colpo adamantino improbabile, scelta di diverse carriere probabile. Minaccia, improbabile. Strana strategia diplomatica, probabile. Felinidi della Savana. Savana a sud. Vedi commento precedente. Gerlana abbassò lo sguardò, si mise una mano sulla tempia, come se avesse una forte emicrania. Infine sollevò di nuovo il viso in direzione degli avventurieri Domanda di richieste effettuata, la risposta: ministero del sacerdozio, concessione di autorizzazione su commercio. In cambio, promessa di neutralità che rappresenta comunque voto non dato ad avversari. Accettazione, probabile. Rifiuto, altrettanto probabile. Rissa, improbabile. La mano destra di Gerlana sembrò tremare leggermente. La capoclan strinse il pugno.
  17. DM x gli utilizzatori di Cercare all'interno (ispirazione offerta da Chandra) Vedi di non distrarti disse Emercuryadar rivolto ad Ariabel, con uno sbuffo di sufficienza, quando essa si offrì di fare da guardia all'esterno. L'atteggiamento del drago, rispetto all'inizio della missione, era cambiato. Se la colloquialità con Chandra, Bjorn ed Edriust sembrava rimasta pressochè immutata, ora il drago d'argento sembrava avere un tono meno confidenziale con Clint, mentre Seline e Celeste erano apostrofate alla stregua di creature imprevedibili, capaci tanto di carezze quanto di un colpo di mannaia alla schiena. Quanto ad Ariabel, dal giorno in cui l'elfa aveva cercato di circuirlo con la magia, il drago aveva riservato solo parole fredde come il ghiaccio. La tensione tra i due era palpabile, sebbene l'ex vestiario di Higgyrxk avesse mantenuto la sua parola sul non recare ulteriore danno fisico alla maestra delle maschere. La ricerca all'interno della tana di Azariaxis prese buona parte del pomeriggio, con risultati non esaltanti. Quando Celeste richiamò l'attenzione per alcune misteriose gemme rinvenute in un anfratto, il gruppo la raggiunse con grande curiosità, salvo scoprire che la realtà era meno lusinghiera Sono solo dei comuni sassi, Celeste disse Emercuryadar. Il drago però fu presto chiamato a un'altra corsa, quando Celeste lo chiamò nuovamente per lo stesso motivo. Quando osservò la scoperta dell'elocatrice, i suoi occhi quasi uscirono fuori dalle orbite Ma sono gli stessi sassi di prima! esclamò. Nella teoria sembrava strano immaginare che le esibizioni bardiche potessero favorire un'attività che richiedeva attenzione come la ricerca. Tuttavia Chandra sembrò intenzionata a voler smontare tale mito, dando fondo alla sua creatività e cercando di darne beneficio ai suoi compagni. Il ritrovamento più particolare fu quello di un paio di trattati religiosi su Tiamat, libri spessi come un pugno rilegati in pelle che spiegavano dogmi e dissertazioni dei sacerdoti del culto del drago a cinque teste. I libri sembravano antichi, con copertine lise e pagine ingiallite in non ottime condizioni. Un rapido controllo all'interno non rivelò riferimenti alla Xorvintaal. Gli avventurieri avrebbero comunque potuto prenderli, se lo avessero ritenuto opportuno. Alla fine la realtà dei fatti piombò come un macigno sul gruppo: non vi erano tesori nascosti E' probabile che Azariaxis non si preoccupasse della sicurezza, certo che nessuno sano di mente avrebbe cercato di derubarlo valutò Emercuryadar in risposta ai dubbi dei viaggiatori. Loro malgrado, l'indomani decisero di ripartire in direzione della grande battaglia che li attendeva a Cresta Rossa. Verso la metà della mattinata del ventiduesimo giorno il gruppo fu in grado di ricongiungersi all'esercito, quando Plathonirax in persona si fece riconoscere in cielo Ah, siete ancora tutti vivi allora! disse il drago di rame osservandoli Avevi ragione tu, Emer. Suppongo che anche i migliori (come me) possano sbagliarsi Il drago di rame diede però anche notizie più consistenti agli avventurieri mentre raggiungevano il gruppo principale, guidato da Kothavio A quanto pare i nemici si sono asserragliati da giorni a Cresta Rossa. Bugbear e giganti, una brutta combinazione, peggio delle scoregge del vostro nordico Plathonirax rise in maniera esagerata, mentre Emercuryadar scosse la testa irritato Ad ogni modo ho visto Kumalog e... beh, lui sarà un grosso problema. Sapevo che era un gigante, ma non che fosse un mezzo-drago. Bianco, peraltro. Deve avere origini dal nord. Scese un momento di silenzio nel gruppo, laddove perfino Emercuryadar rimase a rimuginare sulla portata delle parole ricevute. Il drago di rame proseguì Posso indicarvi dei percorsi sicuri se volete esplorare l'area prima della battaglia disse Quello di cui parlava Kothavio che porta all'interno è ancora valido. Ho provato a verificarne l'agibilità e io sarei davvero al limite per passarci. Per quanto riguarda la cinta esterna della roccaforte è tutto solido legname, praticamente hanno disboscato tutta la poca vegetazione naturale che c'era. Ma può essere forzata con i mezzi che abbiamo. Il gruppo raggiunse il campo. A quanto pare durante il viaggio non vi erano stati problemi, a parte un paio di piccole imboscate da bande autonome che erano state rapidamente sedate. Tutti i goliath, e i Falchi di Valleverde, erano pronti a marciare per cingere l'assedio definitivo. x tutti
  18. DM La trattativa fu lunga, con Fombar che discusse a più riprese i termini sulla gestione dei senzacasta, specialmente dopo la lunga arringa di Flurio. Il gruppo fu invitato a pranzo da Fombar, che li portò a un ristorantino locale con vista sul cratere, in cui mangiarono a buffet varie specialità della cucina nanica, che comunque avevano già conosciuto grazie alla permanenza dai Forgiacciaio. Il pomeriggio le trattative ripresero, ma con spirito più gioviale (aiutato dal vino nanico). Infine Fombar si alzò (gli avventurieri ebbero la sensazione di sentire il sospiro di sollievo della sedia) e strinse la mano di Oceiros, rinnovando le promesse fatte Direi che le nostre argomentazioni sono concordi. Contatterò Dalit e ci metteremo d'accordo sui dettagli disse, l'espressione pensierosa Se lei fosse stato un nano, messere disse rivolto all'infestato Avrebbe avuto un futuro nella nostra politica confessò. Il capoclan dei Grossoferro insistette affinchè accettassero alcuni piccoli doni in alimentari, una vecchia usanza nanica ancora in voga tra persone tradizionaliste come Fombar. Un paio di domestici consegnarono loro un prosciutto, due salami e una ruota di formaggio. x tutti Silenziosa durante il colloquio, Nicolette comunicò con il gruppo al termine della riunione Credo abbiate stimolato la curiosità di Fombar esordì con la sua solita voce sensuale All'inizio della riunione mi era parso molto deluso dalla mancata posizione di re, ma credo sia meglio così. La sua salute mi sembra davvero precaria, avrebbe bisogno di svolgere attività fisica e fare un check-up completo, se poi a ciò si aggiungesse un lavoro stressante potrebbe solo peggiorare la Valga quindi proseguì, solleticando l'immaginazione degli uomini con un tono di voce soffuso, pur nel parlare di argomenti seri Comunque, da come ha parlato del popolo, mi è parsa una persona sinceramente interessata alla qualità della vita della gente di Huruk-Rast. Un tipo affidabile, per quanto affetto da un pericoloso disturbo alimentare. Anche Vedra disse la sua, ma in maniera più spartana Bel lavoro con quel sacco di lardo disse Vedra dando sonore pacche sul sedere ai diplomatici umani che si erano distinti nella trattativa Se foste nani sareste capaci di far aprire le gambe anche a una di quelle snob della nobiltà, parola mia. Quando il gruppo manifestò, a maggioranza, la volontà di incontrare anche i Runastella, Vedra li osservò meravigliata Ma abbiamo cinque voti su nove, abbiamo già vinto! Potremmo mettere subito al lavoro i capiclan per far arrivare la mozione anche subito... alla fine la Murodipietra però non insistette Suppongo sia parte di un qualche vostro piano... vada per incontrare anche questi qua, se proprio dobbiamo. Quando il gruppo tornò al clan dei Forgiacciaio, trovarono Tregoer e Dalit ad aspettarli. A quanto pare gli avventurieri non erano stati gli unici a darsi da fare nel corso della giornata. A cena, di nuovo da Dalit e con la compagnia dei genitori di Trull, l'anziano capoclan fece il punto della situazione politica a Huruk-Rast Re Hurgrim farà un discorso circa la guerra in programma esordì il canuto nano A quanto pare si sta discutendo un trattato di alleanza con Masato Ishibura, colui che sta guidando la campagna di conquista del Katai. Non si sa se di non belligeranza o con un contributo attivo alla guerra quindi Tregoer si inserì nel discorso La stessa persona che è alleata con i draghi malvagi di cui ci aveva parlato Beregar a suo tempo. Nel peggiore dei casi potrebbero cercare di volgere Huruk-Rast contro di voi! Dalit si schiarì la voce Posso riunire un consiglio in fretta, ma se vogliamo sfiduciare Hurgrim prima del suo discorso dobbiamo essere un'alleanza solida. Voi avete creato i requisiti per vincere il consiglio, ma a quanto ho capito volete parlare anche con i Runastella. Non mi opporrò, finora avete svolto un lavoro eccellente. Solo, fate attenzione. Più che mai la vostra incolumità è a rischio ora che avete smosso così tanto la scacchiera politica. Assegnerò una scorta per i vostri prossimi giorni. Quando sorse il dodicesimo giorno, gli avventurieri fecero conoscenza con le loro guardie del corpo. La “scorta” promessa da Dalit consisteva in un gruppo ben conosciuto, le stesse guide che avevano guidato gli avventurieri alla tomba del re Rocciaruna, i cugini di Trull che accolsero gli avventurieri con calorose pacche sulle spalle e i berserker di Thorlum, che sembravano aver superato la fase in sordina che avevano avuto dal ritorno dall'ultima spedizione Abbiamo superato il lutto per il nostro compianto Beran disse uno di loro E' stata dura, ma siamo pronti a proseguire portando il suo ricordo con noi ognuno dei berserker ora portava una fascia nera attorno al bicipite sinistro. Con sorpresa del gruppo, l'udienza con Gerlana Runastella non avvenne al suo clan, ma in una stanza riservata de “La Runa Incantata”, una taverna dai modici prezzi frequentata dalla borghesia di Huruk-Rast. Quando il gruppo arrivò l'oste, una nana elegante e con le fossette, accompagnò gli avventori nel luogo dell'incontro. Lì trovarono Gerlana, una nana di mezz'età dai capelli neri lunghi fino alle spalle con insolite punte verdi. Assieme a lei si trovavano quattro nani vestiti con tuniche blu scuro E così siete voi? disse Gerlana squadrandoli, per poi strofinarsi il dorso della mano sulla punta del naso, come se soffrisse di raffreddore Umani quattro, nani dieci, felinide uno... belli i felinidi, sembrano gatti, ma potrebbero essere il male assoluto... motivo della visita? la donna li squadrò ad uno ad uno Armature complete, possibili guerrieri, alcuni vestiti leggeri, spedizione diplomatica... oggetto della visita? Alleanza, ma con chi? Murodipietra, Forgiacciaio, Tagliarocce... Gerlana sbattè ripetutamente le palpebre Tre su nove sicuri, sei disponibili, improbabili Schiacciagoblin, possibili Bronzopinta, sempre in cerca di vantaggi... altri alleati? Martellonero, improbabili, Grossoferro, valutabili... Lo sproloquio della donna proseguì, con Gerlana che si grattò la testa Offerta disponibile? Sono curiosa... offrite un nuovo ministero o una situazione diversa? Devo valutare gli scenari... possibilità? Io regina, improbabile, ministero assegnato? possibile, ma da verificare in base al tipo... x tutti
  19. DM Edriust uscì dalla tenda di Kalathi con una stretta di mano da parte del gigante e un involto impacchettato con cura sottobraccio Ricorda che... il goliath incantatore si guardò attorno, laddove però c'erano diversi paesani a portata d'orecchio Devi ungere bene spalmando attorno al... tuo coso... disse soppesando le parole avanti e indietro a ripetizione per... Kalathi tossì essere sicuro che poi tu possa... hai capito. Toni più chiari furono invece tenuti alla riunione Invece non hai capito proprio un bel niente, elfa disse gelido Emercuryadar, rivolto ad Ariabel L'esercito procederà come di consueto, perchè le variabili sono troppe per tenerli fermi gli avventurieri avrebbero potuto notare una vena pulsare su una tempia del figlio di Anzalisilvar, al di sotto delle scaglie color argento Io e Plathonirax non siamo mezzi di comunicazione a distanza rispose stizzito all'indirizzo di Clint Anche in volo ci vuole tempo quindi il drago si rivolse a Bjorn, con un tono più pragmatico Se si parla di teletrasporto non puoi essere imprudente: a meno di non conoscere a menadito il punto di arrivo, e non basta nemmeno in quel caso, c'è sempre la possibilità di sbagliare. Tu, Edriust e Ariabel potreste finire all'interno di una parete o precipitare in un crepaccio specificò Tendete a prendere un po' troppo sottogamba le vostre risorse o capacità. Come è stato detto, facciamo un passo alla volta e... dov'è Celeste? il drago volse la testa intorno, per poi notarla in compagnia di Seryn Non avevo dubbi disse espirando sconsolato una lieve folata di brina invernale. Quando il gruppo ripartì, dopo aver ricevuto le benedizioni dei loro alleati, scoprì ben presto che il panorama era cambiato all'interno delle Colline Cremisi. Non a livello geografico, certo, ma i rischi sembravano essersi ridotti e il gruppo non incontrò neanche un'imboscata nel proprio viaggio verso la tana di Azariaxis. Emercuryadar non commentò, limitandosi a ricordare a Celeste che era improbabile trovare monete a terra in quei luoghi e che, spesso e volentieri, ciò portava più a frane che ad altro. Dopo aver seguito i consigli del drago, il numero di incidenti calò statisticamente del 98%. Quando era ormai pomeriggio del diciannovesimo giorno da quando erano partiti, raggiunsero la tana del drago rosso. Il covo di Azariaxis era decisamente più grande di quello di Plathonirax, costruito sul crinale della collina più alta in zona, che permetteva dalla sua sommità di avere una visuale a perdita d'occhio dell'area delle Colline Cremisi. Da quel punto di vista però non notarono truppe o stanziamenti. Il laboratorio d'assedio, visitato prima di raggiungere quel punto, era stato spogliato dei pochi beni che erano rimasti. Lì in cima un vento particolarmente freddo spirava e, a nord, gli avventurieri erano in grado di vedere l'inizio di terre aride e gelate, le stesse terre da cui Bjorn proveniva: i Fiordi. Riparato dagli spifferi, con l'ingresso che volgeva a sud, il covo del Terrore Cremisi consisteva in un dedalo di larghi cunicoli che si incuneavano all'interno del rilievo. La struttura era completamente in arenaria e, se vi era stato qualcosa all'interno, di esso rimanevano solo ossa spolpate e rancide. Il fetore di carogna permeava quei cunicoli Questi segni disse Emercuryadar Devono essere quelli lasciati dall'ira di Plathonirax quando venne a cercare preziosi spiegò indicando alcuni punti in cui l'arenaria aveva una forma irregolare, come se qualcosa l'avesse corrosa Non abbiamo visto truppe e qui il drago di rame non aveva trovato nulla... il drago d'argento non aggiunse altro, limitandosi rimuginare pensieroso. x tutti
  20. Thorlum pensa agli Schiacciagoblin durante le trattative con gli altri clan
  21. Mmm ok, prossima volta però stai più attento. Anche se non subito utili, certi oggetti possono essere rivenduti o scambiati, come in questo caso.
×

Informazioni Importanti

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Ulteriori Informazioni.