Jump to content

Nilyn

Circolo degli Antichi
  • Content Count

    1,219
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    1

Nilyn last won the day on February 9 2019

Nilyn had the most liked content!

Community Reputation

324 Chimera

1 Follower

About Nilyn

Profile Information

  • Gender
    Femmina
  • Location
    Neverwinter
  • GdR preferiti
    Preferisco i Fantasy/Medievali, ma non disdegno qualsiasi GdR che si concentri sull'interpretazione~
  • Occupazione
    Addetta alla vendita di oggetti magici e misteriosi
  • Interessi
    Anime, Videogiochi, Film, Cosplay, Musica, Collezionista compulsiva di Collector's Editions/Artbooks/Action Figures.

Recent Profile Visitors

1,777 profile views
  1. Lily Dopo un lungo silenzio ad ascoltare le varie parole dei presenti, Lily decide infine di interrompere quel suo stato di statua infelice ad occupare un posto che si potrebbe considerare quasi vuoto per la sua totale mancata partecipazione fino a quel momento, completamente persa nei propri pensieri e nei propri sensi di colpa. L'espressione è seria, in parte irritata, puntando con gli occhi verso il soffitto di quella stanza come se fosse pronta a lanciare chissà quale minaccia o quale urlo di battaglia, ma in realtà finisce per piegare semplicemente il busto in avanti e mostrare un inchino nei confronti di tutti i presenti. I capelli arancioni che non riescono a ricadere, ancora mossi da quel vento invisibile che li vuole far apparire come lingue di fuoco. Il mio nome è Lily, Eptarca della fede, lieta di avervi come ospiti all'interno del nostro regno e spero che il soggiorno possa essere... Gradevole. E questa è la presentazione, sebbene le sue ultime parole risultino quasi forzate, vista la situazione che si è presentata ai loro occhi, continua a rimanere chinata con il busto, di modo che il suo sguardo sia direttamente sul tavolo. Mi scuso per tutto ciò che è successo e per non essere riuscita a fare di meglio. Non posso perdonare il mio fallimento che è costato la vita di alcune persone e la salute di molte, oltre al rapimento di Juliano. Non posso non sentirmi responsabile di tutto quello che è accaduto e quindi, Zarastrikaran, vorrei rimediare in qualche maniera al costo della ricostruzione della città o prendere parte ai lavori necessari quando non vi è altro impegno.. Così come sono determinata ad aiutare per trovare una cura per l'architetto Shock. Queste sono le sue prime parole per poi passare alla situazione delle richieste del villaggio. Mi trovo d'accordo con Valena. Un veloce sguardo verso la donna, prima di riabbassarlo velocemente, sentendo ancora il peso della colpa sul proprio animo, rispondendo così alle parole di Koen. Nessun simbolo e nessuna insegna sui corpi dei nostri assalitori.. Mi spiace..
  2. Rakayah Decanti La succube rimane semplicemente in silenzio ad ascoltare i compagni esporre ipotesi sul come muoversi da quel momento. Una sola occhiata viene data a Madnyss che si avvicina per interagire con lei, portando quindi la demone ad alzare la mano destra per poggiarla sul capo di quella marionetta, carezzandola quasi fosse un animaletto da compagnia. L'espressione si fa sorridente e divertita, mentre la coda si smuove un poco. Certo, una bella caccia potrebbe essere divertente. Risponde semplicemente Rakayah per poi abbassare la mano e passarla lungo il volto della marionetta per arrivare sotto al mento e rilasciare quell'ultimo tocco. Se lo trovi e me lo dici, vedrò di farti giocare quanto vuoi.. Flette in avanti il busto per avvicinarsi ulteriormente alla marionetta così da sussurrarle. Anche se Deborah non vuole Ritornando quindi nella sua posizione precedente per rilasciare un occhiolino in direzione di Madnyss e poi passare lo sguardo su Deborah, continuando a mantenere il proprio sorrisetto compiaciuto. Essendo l'ultima arrivata in quel gruppo, non pare voler prendere o influenzare particolari decisioni da parte degli altri, semplicemente attende di sapere il piano per muoversi.
  3. Rakayah Decanti Rimase in silenzio ad ascoltare e l'espressione della succube si fece semplicemente sorpresa quando venne fatto il nome di Mordecai, gli occhi dorati quasi si accesero all'idea di poter incontrare quell'uomo. Uno sguardo venne dato a Deborah, cercando di avere una risposta anche da parte sua nel sentire quel nome, prima di tornare a guardare Nithmeya. Ritorna nella propria neutralità mentre raccoglie le varie informazioni e il tentativo di vendetta da parte del padre di sua madre, nonchè padrone di suo padre.. La mano destra che si solleva per passarsela davanti al volto nel tentativo di riflettere attentamente a quelle informazioni, mentre la coda si smuove un poco in preda all'eccitazione di poter avvicinarsi ulteriormente a colui che ha messo la parola fine ai suoi genitori. Quindi sei la sorellastra di nostra madre Ammette alla fine per tornare a guardare meglio Nithmeya con uno sguardo ricco di disapprovazione. E pensare che dovresti addirittura ringraziarci per averti tirato fuori dai suoi stessi errori. Un secondo pensiero che inizia a passare per la mente di Rakayah, portandosi la mano destra sotto al mento, mentre un sorrisetto compare sulle sue labbra, ancora più compiaciuta che quell'ipotesi possa rivelarsi reale. Per caso.. Mordecai è accompagnato da un quasit?.. Chiede con una certa curiosità, attendendo così che il resto del gruppo possa fare le loro domande sul come agire, avendo lei già individuato i suoi principali obiettivi in tutta questa storia, guidata dall'egoismo di quell'animo corrotto dall'abisso, mentre altri pensieri continuano a passare all'interno della sua testa, trasformando quel sorrisetto in un'espressione molto più neutrale e seria.
  4. Lily X DM & Koen Anche Lily si presenta all'ora di pranzo con una cera alquanto orribile, l'aver dormito poco e il fatto che si sia ripresa da poco dal veleno che era nel suo corpo, non la rende proprio il massimo della vitalità. Nonostante tutto, i suoi capelli arancioni continuano a muoversi come sospinti da un vento magico, creando delle simil lingue di fuoco che paiono ancora ardere per l'animo della Ifrit, circondando un'espressione tutt'altro che gioiosa, ma alquanto dispiaciuta e colpevole. Siede al suo posto, cercando di trovarsi vicino a Zarastrikaran e provando semplicemente a portare la mano destra sotto al mento dello pseudo drago per grattarlo giusto un poco, donandogli un sorrisetto mesto in sua direzione Scusami.. Dovevo essere più forte.. Un sussurro che sarà udibile semplicemente alla creatura magica, prima di concentrarsi sul resto della riunione. Ascolta le parole di Koen, ma non accenna ancora ad alzare lo sguardo dal tavolo per incontrare quello di coloro che sono tornati e hanno ritrovato Lakeshire in questo stato , sebbene nel suo silenzio si dimostri d'accordo nell'accettare i due estranei.
  5. Lily P-perzhan?? Domanda velocemente per cercare di metabolizzare quella perdita in battaglia, ricordandosi di quando lo aveva incontrato e del tempo passato assieme che, seppur poco, era stato particolarmente piacevole per la Ifrit.. La sensazione di quel pelo morbido tra le sue mani, la compagnia piacevole che quel gattone le aveva dato, tutto svanito per colpa di un attacco di cui non ne sa il motivo. Ancora morte e ancora una volta non è riuscita a fare nient'altro che osservare o rimanere completamente in balia degli eventi senza poter difendere le persone a lei care. Stringe le mani e abbassa lo sguardo, cercando di trattenere quelle emozioni che bruciano all'interno del suo animo, essendo particolarmente difficili da controllare per colpa della sua stessa natura di Ifrit. Pensiamo ai feriti Dice semplicemente la ragazzina senza osservare nessuno in volto, decidendo semplicemente di voltarsi e dirigersi verso le persone che hanno bisogno di aiuto.. Solo quando sarà sicura di non essere vista, cercherebbe di portare su il braccio destro ad asciugarsi il volto da qualche lacrima che scende, sentendosi totalmente in colpa per tutto quello che è successo e per non essere riuscita ad evitare la morte del di Perzhan. Mi dispiace.. Mi dispiace.. Mormora quasi quelle parole che rimbombano nella sua mente, raggiungendo così la zona dei feriti e cercando immediatamente la presenza di Colin e Zarastrikaran, così come la presenza di qualche ferito che potrebbe riconoscere tra le sue conoscenze. Non ha intenzione di mostrarsi con il sorriso, ma semplicemente di voler aiutare il prossimo nel migliore delle maniere. Cercherebbe di seguire le direttive, di occuparsi di qualsiasi persona le venga indicata e di scusarsi, con ognuno dei pazienti che andrebbe a visitare/curare, cercando così di espiare quelle colpe che sente gravare sul proprio animo.
  6. Rakayah Decanti La succube se ne sta semplicemente seduta al proprio posto, gambe accavallate e sembra mostrare ben poco interesse alla vicenda in questo particolare momento. Ha aiutato in ciò che doveva fare, nel bene o nel male, e considera il resto della questione semplicemente qualcosa di frivolo e di poco interesse per il suo narcisismo. Ucciderla, darle una seconda possibilità, in quel momento niente pare aver molto interesse per lei. Il suo sguardo è puntato sui propri artigli, studiandoseli un poco, attendendo semplicemente la parte in cui le informazioni verranno rivelate per sapere come muoversi. Uno sguardo veloce viene dato in direzione di Nithmeya, pura sufficienza nei confronti di chi ha la preferenza per un solo genere e, quindi, dimezza il piacere che potrebbe provare nella sua intera vita. Gli occhi continuano a passare sul resto della sala, arrivando semplicemente a far uscire un piccolo sbuffo, principio di risata, nei confronti delle parole di Astrid, ma non esce alcun commento riguardo alle sue parole, preferendo continuare a rimanersene in silenzio e fare i propri conti all'interno della propria mente. Solo quando la maggior parte degli altri avrà parlato, Rakayah deciderà di dire la propria, smettendo di guardare i propri artigli e passando in direzione dei vari compagni. Francamente che viva o che muoia, che venga risparmiata con contratti o altro poco mi interessa. Lo sguardo passa direttamente su Nithmeya. Tutto dipende dalle tue parole e dalle tue informazioni, quindi.. Se la decisione è di non sporcarsi le mani direi che, per quanto mi addolora dirlo, mi trovo d'accordo con Luna. Uno sguardo viene dato in direzione della ninfa, arrivando a darle un breve cenno del capo nel mostrare il suo appoggio. Direi di tenerti sotto sorveglianza fino a quando questa questione non si sarà conclusa e, nel caso di informazioni errate, allora pagherai.. E mi piacerebbe proprio scegliere come Un sorrisetto divertito, trovando adesso dell'interesse in tutta quella situazione. Quindi ciò che chiedi potrebbe esserti anche concesso, sebbene trovi alquanto esagerato il tuo terzo punto e vedrei di ridimensionarlo, ma solamente quando questa storia sarà conclusa e la tua collaborazione sarà, appunto, stata decisiva e non un ulteriore inganno.
  7. Lily Si presenta quindi parzialmente fasciata di fronte ai suoi compagni, mostrando un leggero sorrisetto ripieno di imbarazzo, quasi fosse totalmente colpa sua tutto ciò che è appena accaduto.. Il fatto di avere pure una memoria alquanto provato dagli ultimi avvenimenti la dice lunga su come tutto non sia stato particolarmente facile per la ragazzina. Respira con quella luce che illumina l'interno del suo corpo, non riuscendo ad osservare direttamente in volto il resto della compagnia, almeno dopo aver dato una rapida occhiata, soffermandosi leggermente di più sullo sconosciuto Gadriel. Mi dispiace, pensavo di poter fare di meglio, ma ci hanno preso alla sprovvista e Juliano.. Beh.. Storce un poco il nasino e le labbra nel mostrarsi alquanto inadeguata in quel momento. Qualcosa mi ha colpita e avvelenata, quindi sono caduta in uno stato di torpore fino ad oggi. Colin e Zarastrikaran si stanno occupando dei feriti. Uno sguardo viene dato al sacerdote solo in questo momento, scuotendo la testa nei suoi confronti. Non posso starmene ferma, anche perchè sono responsabile nel non essere riuscita ad evitare tutto questo.. Quindi parteciperò alle cure dei feriti. Spiega mentre i suoi capelli arancioni si muovono come se fossero sospinto da un vento magico, come se fossero delle lingue di fuoco che hanno intenzione di ardere senza fine. Le due corna nere segnano anch'esse il retaggio di Ifrit che appartiene alla ragazzina. Ascolta le parole di Valena e di Koen, ma non ha il coraggio di alzare lo sguardo verso di loro. Sìsì.. Riesco a muovermi tranquilli, adesso però pensiamo ai feriti, non a come sto io. Ferita più nell'orgoglio che nel corpo.
  8. Rakayah Decanti Si siede di fronte a Nythmeia, accomodandosi con calma e portando un veloce sguardo verso Damien per lanciargli un occhiolino nel sapere che è ancora vivo e vegeto, tornando quindi in direzione della propria interlocutrice. Non esageriamo.. Non proprio tutti all'apparenza sanno distinguersi, ma diciamo che la maggior parte lo sa fare Spiega la succube, senza rivolgere lo sguardo a nessuno se non a Nythmeia stessa, lasciando così le considerazioni di quella frase solamente all'interno della testa di Rakayah, mentre la sua coda si smuove un poco e la sua espressione non accenna a cambiare minimamente all'occhiolino che viene rivolto a Damien, piuttosto cercherebbe di sporgersi in avanti e cercare di poggiare le dita della propria mano destra su una delle ginocchia della tiefling. Si incurva in avanti, cercando di avvicinare maggiormente il volto della succube, ma senza arrivare ad una distanza troppo ravvicinata a quello di Nythmeia. Rakayah Decanti.. Una prima presentazione, mentre la coda si agita un poco. Puoi farti fare tutte le proposte piccanti che vuoi, pure io ne sarei lusingata.. Credo.. Ma il ragazzo lì.. E l'indice sinistro andrebbe ad indicare Damien... E' già occupato a soddisfare le mie di voglie al momento. Quando avrà finito, potrai sentire le sue proposte, ma finora credo che sia meglio che ti fai da parte o, al massimo, unirti. Dubito proprio che tu riesca a.. Stare al mio passo. Una piccola metafora, mentre un sorrisetto lascivo viene mostrato dalla demone. E per quanto riguarda la tortura, purtroppo devo convenire che alcuni dei nostri amici abbiano questi dilemmi morali, altrimenti credo che sarebbe stato divertente. Con questo conclude, ritraendo il volto e la mano per tornare a rilassare il corpo nella sua posizione seduta. Ma.. Se ciò che cercate può riguardare una notte di piacere intenso, come mai l'avete provato, allora le vostre mani stanno accarezzando le persone sbagliate.. La scelta per quanto mi riguarda è vostra, non credo che sarei io a perderci. Spiega in direzione della tiefling, sicura nel suo dire e nel suo comportamento, mentre accavallerebbe le gambe e andrebbe ad osservare meglio il mezzodemone che porta il nome di Damien. Giusto? Domanda semplicemente per poi tornare a guardare la tiefling. Ad ogni modo credo che sarebbe giusto conoscere il peso delle vostre informazioni.. Non vogliamo di certo ritrovarci con qualcosa di insignificante tra le mani, in cambio di concessioni che potrebbero valere oro. Oltre al fatto che seguirci all'ambasciata è la soluzione migliore per stendere questo accordo sul foglio di carta che tanto desiderate. x DM
  9. Rakayah Decanti La tiefling dai capelli bianchi si ritrova a sollevare lo sguardo verso l'alto per poi portarlo su Angelica, mentre la sua intera figura torna nuovamente a mutare per ritornare alla forma di Succube [Aspetto 27], liberando nuovamente le proprie ali e sbattendole un paio di volte nello sgranchire le ossa cave, così come la coda si smuove un poco. Uno sguardo in direzione di Vassilixia per sollevare le spalle. E chi se la prende? Tanto oramai è andata così, tanto vale farci due chiacchiere nel suo privè, giusto cara?? Chiede in direzione della ragazza con cui ha condiviso il ruolo di ragazza di Shaun, usando un tono canzonatorio, quasi volesse farle capire che è stata di troppo in quel momento.. D'altronde ha bisogno di far ricadere la colpa su qualcuno e di certo quel qualcuno non vuole essere lei, il suo stesso orgoglio ed egoismo lo rifiuta come non mai. Uno sguardo che viene dato intorno a sè per andare ancora una volta a cercare la figura di Damien, non riuscendo ancora a vederlo. Ma Damien è morto? Chiede semplicemente per farsi scappare una risatina divertita all'idea del suo aspetto dopo il piccolo servizio all'interno dei bagni, ma ecco che tornerebbe ad essere più concentrata sulla sua prossima vittima: Nithmeya. Attenderebbe il fare di Ragnar, arrivando a poggiare la mano sinistra sulla sua spalla destra, massaggiandola un poco quasi, arrivando a stringere ulteriormente quella carne nel momento in cui la porta dovesse cedere ed aprirsi. Solo in quel momento si permetterebbe di entrare dopo l'ingresso del fratello maggiore e posare i suoi occhi sulla tiefling, sempre che sia riuscito il tentativo di forzare quella porta.
  10. Rakayah Decanti Terminato il proprio "lavoretto", Rakayah se ne esce dal bagno con espressione alquanto divertita, voltandosi ad osservare un poco Damien stremato e lasciandosi sfuggire una risatina. Forse ti sei garantito il piatto principale.. Ma non adesso, abbiamo pur sempre una missione da portare a termine.. Spiega la succube per allungare la mano destra e portare l'indice sulle labbra di lui per toccarle appena, prima di ritirare la mano e, quindi, avvicinarsi verso i membri sopravvissuti alle vicissitudini che sono capitate all'interno del locale. I suoi occhi dorati non riescono a ritrovare la figura di Deborah, incentrandosi su quella di Ragnar, che sembra spiegare ciò che è successo e il da farsi. La succube cercherebbe quindi di portare la mano destra in direzione di Angelica, poggiandosi sul suo petto ma senza alcuna intenzione peccaminosa, mentre gli occhi proseguono ad osservare la figura del fratello maggiore. Vado avanti io come la ragazza di Shaun, mi piacciono queste cose.. Un sorrisetto divertito per poi iniziare a cambiare le proprie forme per divenire una tiefling dal bell'aspetto, sebbene ben distante da quello della succube [Aspetto 17]. Capelli bianchi, corna e coda nere, un vestitino che è tutto un programma ed ecco che si fa sempre più vicina alla porta del privè che è stato scelto per la coppia Nithmeya-Shaun. La mano destra che si avvicina alle labbra per tossicchiare appena un paio di volte, prima di avvicinarla alla porta e.. TOC TOC TOC Ehy! Puttanella da quattro soldi! Vedi immediatamente di lasciar stare il mio ragazzo oppure ti giuro che, quando ti avrò rotto tutti i denti, non saranno solo i c***i quelli che dovrai succhiare da qui alla fine dei tuoi giorni! x TUTTI [Aspetto di Rakayah] x DM
  11. Rakayah Decanti Entra all'interno del bagno la succube e ben poco le interessa se si tratta di quello dei maschi o di quello delle donne, in questo momento la necessità di quel luogo è ben lungi dall'utilizzo per bisogni fisiologici, ma più per appetiti che devono essere assolutamente saziati. L'attenzione non cade minimamente sull'ubriaco che sta prendendo a calci il povero malcapitato, ma le mani della succube stanno praticamente afferrando la camicia di Damien nel tentativo di trascinarselo dietro e cercando di avvicinare le proprie labbra alle sue nel tentativo di baciarlo e sarà un bacio che di casto avrà ben poco.. La lingua cercherebbe immediatamente quella del mezzodemone, insinuandosi dentro la bocca di lui e giocando nel trovare e lottare contro l'altra in una danza sfrenata di passione e uno scambio di saliva ed eccitazione che la portano a chiedere ancora di più. Non bada ai suoi movimenti, finendo probabilmente per sbattere su qualche lavandino, qualche parete o una porta di qualche cubicolo. Gli occhi sono concentrati semplicemente sull'oggetto del suo piacere, mentre la voglia di assaggiare qualcosa di più, oltre alle sue labbra, viene richiamata dalla sua essenza demoniaca.. Essenza che cercherebbe di controllare e ben presto andrebbero a trovare quello che è uno di quei cubicoli angusti del bagno. Adesso.. Dentro.. Due semplici parole che vogliono risuonare come un ordine, nel momento in cui cercherebbe di girare il mezzodemone in direzione della porta del cubicolo, facendo in modo di ritrovarselo davanti e che la schiena di lui sia diretta proprio alla porta. Cercherebbe di spingerlo quindi per buttarlo all'interno della piccola stanzetta, entrando anche lei e richiudendo la porta alle sue spalle. And so it begins.. [VM 18] [x DM & Damien]
  12. Rakayah Decanti I suoi movimenti vengono bloccati dal fare di Damien che la riporterebbe al suo posto nel farle fare una piroetta e riavvicinare nuovamente i due corpi. L'espressione della demone si fa inizialmente confusa, non comprendendo appieno il fare del suo partner, provocandole un briciolo di fastidio nell'essere stata bloccata nei suoi intenti e palesando un'espressione che rimane indecifrabile per quanto riguarda la sfera delle emozioni, difficile darle una vera e propria connotazione, non comprendendo così se la mossa le è piaciuta o meno. Si trova così cinta tra le braccia del mezzo immondo, spostando lo sguardo in direzione di coloro che sono caduti a terra per via delle ali demoniache e che adesso li guardano in maniera alquanto torva. L'espressione della succube in quel momento mostra un sorrisetto divertito, spostando lo sguardo anche su Ragnar nel notare le sue arti da ballerino alquanto particolari e impressionanti, tornando così su Damien. Le mani di lei si spostano sulle spalle di lui, carrezzandole un poco con i pollici, mentre sembra aver dimenticato il gesto che l'aveva portata via dal fratello maggiore e dalla gitana. Forse.. Chi lo sa.. Si lascia sfuggire dalle labbra alla richiesta se il suo partner fosse l'oggetto della sua serata, cessando di muovere il proprio corpo in quella danza e semplicemente concentrandosi ad osservarlo o, al massimo, seguire possibili movenze di lui, ma niente che la induca ad un ballo dettato dalla propria volontà. Devi riuscire a convincermi.. Lo sai che ci vogliono certi standard con la sottoscritta.. Gioca con la propria preda, fingendo lei stessa di essere quest'ultima. Potrei fare la brava, se ti dimostri abbastanza soddisfacente, o potrei diventare un po' cattivella nel caso contrario. La mano destra che si sposta lungo la sua carne per raggiungere il centro del petto, visto che la camicia è stata precedentemente slacciata, cercando di premere con i propri artigli e tentando di graffiare la sua carne per un paio di centimetri, senza andare troppo a fondo, mentre i suoi occhi seguirebbero quella breve linea e le sue labbra continuano a mostrare un sorriso in quell'espressione che si fa più eccitata. Il volto si avvicinerebbe al petto per cercare di far uscire la lingua dalle proprie labbra e passarla proprio sulla ferita, concentrandosi sulla striscia fatta dell'indice per poi passare a quella del medio e così via, mentre le braccia passerebbero sotto la camicia per circondare il corpo di Damien per tentare di puntare gli artigli sulla schiena di lui, premendo nuovamente per far sì che gli artigli entrino appena nella sua carne. ... Nessuna parola durante quell'atto in cui le ali tornerebbero ad aprirsi, così come la coda si agita, nuovamente incurante di chi le sta intorno. La lingua scorre per poi sollevare leggermente lo sguardo verso l'alto, trovandosi in una posizione che le permette di stare ad un'altezza inferiore a quella di Damien. Gli occhi sarebbero carichi di desiderio, ma non avanza ulteriormente nelle sue pretese al momento, facendo rientrare la lingua sporca del sangue di lui. Sicuro che mio fratello non abbia da ridire?.. Non vorrei rovinare la vostra amicizia dopotutto.. Questa la domanda che gli viene fatta dalla succube, mentre la musica sembra nuovamente rientrare nel suo corpo e, seguendo il ritmo con i propri fianchi, risalirebbe verso il mento di lui per cercare di aprire le labbra e mostrare quella dentatura più animalesca che umana, cercando di andare ad afferrare proprio il mento di lui con il proprio morso. Non sarà un morso particolarmente forte e non ha alcuna intenzione nell'arreccare dolore o danno, semplicemente un morsetto che viene donato per poi tornare a scendere con il proprio corpo. I fianchi che seguono sempre il ritmo della musica, le gambe che si flettono sempre di più, le mani che scivolano nell'accarezzare il corpo di lui nel partire dalle spalle e continuare quella discesa. Lo sguardo che continua a rimanere sul volto del mezzo demone, prima di fare un semplice cenno della testa in direzione dei bagni, proprio dove sta avvenendo quella rissa. Quindi..? Ultima proposta per lasciare spazio a Damien di muoversi con lei verso quella direzione o meno, mentre il corpo della succube riprende lentamente a salire per raggiungere nuovamente la sua stessa altezza. x DM
×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.