Jump to content

Minsc

Circolo degli Antichi
  • Content Count

    3,212
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    19

Minsc last won the day on September 7 2019

Minsc had the most liked content!

Community Reputation

853 Dragone

About Minsc

  • Rank
    Campione
  • Birthday 10/23/1981

Profile Information

  • Gender
    Maschio
  • Location
    Aq
  • GdR preferiti
    D&D 3.5, 4, 5

Recent Profile Visitors

1,687 profile views
  1. Luke Von Gebsatell Informati gli abitanti circa il cibo, Luke si diresse a recuperare il cavallo per metterso in marcia verso Lagocristallo. Era un bel po' che non visitava il reame delle ninfe e vi era sempre tornato volentieri, sopratutto per il legame che aveva quel popolo con sua madre ed il suo ritorno nel mondo dei vivi. Montò in sella salutando i villici con il suo saluto proverbiale, che questa volta decise di interrompere a metà: Ah! Mi dispiace, ma io so io... E proseguí per la foresta lasciando la perla a metà
  2. Luke Von Gebsatell No no, per carità! - Disse Luke aprendo i palmi delle mani davanti a sè. Chissà quanti giri si è già fatto! Sarebbe davvero un casino con la tracciabilità richiesta dalle norme igienicosanitarie... Solo per i permessi ci metteremmo due settimane!
  3. Luke Von Gebsatell Il viaggio nel secondo giorno fu decisamente più movimentato del primo: Luma e Shaun decisero di andare in testa al folto gruppo ed iniziarono a dare spettacolo mentre discutevano a tratti sottovoce e a tratti urlando circa squadre intere di orcbowl passate per la vagina della ninfa. Sapevo che sarebbe stata un'ottima talent scout anche Luna! Magari le dovrei chiedere qualche informazione sui giocatori più in forma per i 49ers! I pensieri circa l'orcbowl erano stati un ottimo passatempo, ma d'un tratto il piccolo cristallo sbucò dalla tasta extradimensionale della tunica di Luke facendo capolino all'esterno ed improvvisò un duetto col cerebromante che colse al volo l'assist dello psicocristallo per provare ad interpretare i gesti di Shaun e Luna come in un'opera di doppiaggio in diretta. Cominciò Luke sul labbiale del Draconis ed il cristallo gli venne dietro interpretando Luna: Mi vuoi dire che sei invidiosa delle attenzioni su Angelica e Ragnar? Ma fammi il piacere! Per una scopata sembra che siano diventati il centro del mondo. E allora che cos'è quest'atteggiamento da prima donna offesa? Prima donna? Sono destinata a governare il mondo e voi non siete che il mio harem! Inchinatevi davanti alle mie ovaie come hanno fatto tutti i Satanassi Infernali! Ma io sono nobile! Sono l'erede di uma nobile casata di Aquastr... Ma zitto e beccati sta sberla di false penis! Eff... Glurg... Glob!
  4. Luke Von Gebsatell Concordo - rispose annuendo al cantante - dovremmo imparare tutti ad uscire. Magari un po' prima la prossima volta.
  5. Luke Von Gebsatell La nottata era passata tranquilla nello spazio extradimensionale, senza aver dovuto dormire con un occhio aperto per controllare le bambole infernali della psicopatica. Ad ogni modo - comunque - Luke aveva lasciato lo psicocristallo a vegliare sul proprio sonno. Perché non si sa mai... Quando scese dal letto ectoplasmatico, si ritrovò davanti una scena tragicomica con alcuni compagni che avevano passato una notte in gattabuia, chi con i postumi da sbronza, chi con una possibile gravidanza in corso. Cercò complicità nello sguardo dei presenti che non erano stati toccati direttamente dalle disavventure ma incrociò per la maggior parte facce preoccupate o occhi bassi. Andò quindi sul sicuro cercando con lo sguardo Damien per la tipica sghignazzata, ma con enorme delusione lo vide stranamente cupo... Situazioni del genere sarebbero dovute essere il traino per una serie infinita di doppisensi, allusioni ed ammiccamenti, ma vide il "fratellastro" davvero non ricettivo. Indugiò su di lui sbarrando gli occhi e muovendo un po' la testa pronunciò poche patole che avevano il sapore di una richiesta di spiegazioni: Allora? Angelica e Ragnar? Niente da dire? Maccheddavero? [per chi conosce l'infernale: "il tuo mutismo mi perplime"] Non perse l'occasione per un commento verso una delle dirette interessate: D'accordissimo per il discorso sul farsi ognuno la propria vita, ma non è che la stai prendendo troppo alla lettera? - per poi farle scivolare sotto la mano un biglietto da visita che recitava "Luke Von Gebsatell, risolvo problemi" [edit]
  6. Luke Von Gebsatell Arrivato alla locanda insieme al grosso del gruppo, si confrontò con gli altri rivelando che Dorian era stato visto nel negozio di magia e che le sue tracce portavano alla locanda, ma vide che anche altri avevano avuto notizie simili a quelle del mago confermando quella versione. Si mise a sedere con Mulroht e fece un cenno ad Eoliòn di raggiungerli. Evitò ovviamente di sfiorare il mezzodemone ma provò a riprendere il discorso iniziato in precedenza tirando fuori dalla manica un sacchetto che rivelò contenere dei dadi che posò sul tavolo. Quindi... Mi diceva Eoliòn che hai una grande inventiva per condurre Cunicoli e Catacombe. La vogliamo far fruttare in qualche modo? Ah, non preoccuparti per la stanza sorellina - disse al mezzo angelo - tabto non resterò a dormire in mezzo a degli sconosciuti dopo che Deborah mi ha minacciato di morte mentre indagavo sulla scomparsa di Dorian. Basta che badi al mio zaino per questa notte e potrò provvedere da solo ad un letto sicuro [edit @Bomba]
  7. Luke Von Gebsatell @casa di seline @Carabattole magiche da Grukilm
  8. Luke Von Gebsatell Il viaggio era proseguito fortunatamente senza intoppi e senza troppe canzoni attirabanditi. Giusto qualche richiamo per l'accoppiamento a forma di lamentela adolescenziale ma niente di più! L'arrivo alla locanda sancì il rompete le righe da parte della Mamma di Celeste ed i ragazzi si iniziarono a disperdere come uno stormo di anatre spaventate da un sasso lanciato in mezzo allo stagno. Eoliòn si precipitò ad assicurarsi una stanza e la cosa fece quasi piacere a Luke: nonostante la sorella riuscisse spesso a rivelarsi fastidiosamente presente, saperla a vegliare su di lui nelle ore notturne l'avrebbe sicuramente fatto riposare meglio. Salvo rumori molesti notturni di Damien... Luke si presentò alle stalle per accompagnare il cavallo ed affidarlo alle cure del giovane stalliere: Esopo, lo affido a te, mi raccomando dagli una bella strigliata. Poi decise di fare due passi tra i vicoli della città: le strade erano piene di vita come anche le botteghe, nonostante l'esiguo numero di abitanti, ed il giovane cerebromante venne incuriosito dalla scritta presente su una casetta che la descriveva come casa di Seline. L'accesso era interdetto, ma se Dorian era stato a Pescalia ed era curioso la metà di quello che sembrava, magari avrebbe trovato un modo per entrare a sbirciare. E così fece Luke...attese che non ci fossero occhi indiscreti nelle vicinanze e con un veloce gesto della mano si trasformò in una nube di gas che scivolò sotto lo stipite della porta ed esplorare la casetta
  9. Luke Von Gebsatell Il ragazzo trasalí alla scoperta delle due piante: prese subito un grosso grappolo tra le mani assaggiandone gli acini per avere conferma delle proprie ipotesí ed il gusto dolce e rotondo del frutto non fece che galvanizzarlo. Tornò quindi dal resto del gruppo fischiettando un motivetto arrivando che la partita di orcbowl era appena conclusa e si andò a sedere dove stavano aspettando gli spettatori che non avevano partecipato all'incontro. Assaggia questa - disse a ciascuno passando davanti ai compagni d'accademia mentre distribuiva gli acini d'uva. Si fermò davanti a Luna e disse alla nobile ninfa: Penso di aver bisogno del tuo aiuto... Ho trovato delle antiche piante magiche che producono un'uva speciale e molto nutriente in ogni momento dell'anno! Penso che dovremmo portarle in accademia pet il reparto di botanica... Magari riescono a piantatne altre partendo da un pezzetto di radice ed avremmo una vigna intera di piante magiche rarissime! Sai come si potrebbero trasportare fino a scuola senza farle morire? Poi si accostò alla sorella porgendole qualche acino per farglielo assaggiare: Prova un po' questi! Non verranno da Celestia, ma sembrano creati lo stesso da una divinità! Infine attese che tutti gli atleti uscisseto dall'improvvisato campo di gioco delimitato da mantelli e zaini ed offrí gli stessi acini ai ragazzi, avvicinandosi ad Angelica per ultima non appena la vide staccata di qualche metro dagli altri: oltre agli ultimi acini d'uva, le porse anche uno dei fiori bianchi trovati alla base delle rocce: Gran prestazione, complimenti! Perdonami se non mi sono avvicinato molto ultimamente in accademia, ma non volevo che le cose fossero forzate. Da quando tua madre ha proposto alle mie un matrimonio combinato tra di noi, non mi sono sentito granchè a mio agio a parlarti in mezzo alla gente. Sentivo addosso gli sguardi di tutti quelli che ci circondavano e non volevo sembrasse che ti parlavo solo per una proposta di matrimonio politica. Ho sempre avuto una forte allergia verso imposizioni dall'alto e sia mamma Sophia che mamma Chandra non mi chiederebbero mai di fare qualcosa contro la mia volontà - cioè quantomeno mamma Chandra di sicuro - ma se dovessero prendere decisioni del genere per motivi politici, ecco, ci tenevo a farti sapere che non ti evitavo perché ti ritenevo ripugnante come un demone, ma solo perché ero a disagio per la situszione impostata, ecco... No, decisamente non era la persona più spigliata con l'altro sesso
  10. Luke Von Gebsatell La fede può essere una salvezza per chi ne sa spremere l'essenza dei precetti per avere una guida o può essere un pozzo buio e profondo per chi ne segue alla lettera gli scritti sacri o peggio ancora non capisce cosa legge. E no, per la cronaca Bahamut non ha creato tutto questo, come non ha creato neanche tutti i draghi. Forse hai passato troppo poco tempo in biblioteca e troppo a mangiare strani funghi e bacche nei campi, Forgrim. - disse al ragazzo confuso. I goblin potevano essere fastidiosi quando presi a villaggi interi. Gli scheletri potevano essere pericolosi quando firmavano un'intera armata. Ma un predicatore ottuso poteva essere micidiale anche da solo...
  11. Luke Von Gebsatell Finalmente una pausa per il pranzo dopo diverse ore in groppa ai cavalli. Dentegrigio sembrava il posto ideale per consumare le poche provviste portate dall'accademia e sopratutto per riposare le natiche sopra dell'erba fresca e non più sul cuoio delle selle. Il commento di Mamma di Celeste su quel luogo stuzzicò l'eterna curiosità di Luke che andò a fare due passi tra le rovine del sito druidico ossrrvando da vicino i piccoli fiori bianchi che spuntavano qui e lí. Ne colse un paio e se li rigirò tra le mani facendoli roteare con la magia a pochi centimetri dal palmo mentre il lucertoloide provava a richiamare l'attenzione per una partita improvvisata ad orcbowl. Il ragazzo sorrise da lontano facendo cenno di no col dito, anche se forse la sua poca prestanza fisica sarebbe potuta essere di per sè una risposta...
  12. Luke Von Gebsatell Il viaggio a cavallo procedeva tranquillo e senza intoppi, anche se la sostenuta velocità di marcia metteva a disagio Luke, più abituato a spostarsi a piedi, su un comodo carretto o con mezzi magici piuttosto che sulla groppa di un vero cavallo: l'odore del destriero gli riempiva le narici e ogni tanto un'espressione disgustata gli appariva sul viso mentre un pensiero era fisso nella sua mente: Se ne andrà mai questo olezzo immondo dalle mie vesti? Avrebbe voluto evocare uno di quei cavalli spettrali tanto comodi da cavalcare, senza odori molesti, senza vestiti impregnati del suo puzzo, senza nitriti improvvisi che lo facevano agitare continuamente e guardare intorno aspettandosi un agguato dei banditi... Sarebbe stato molto più pratico, ma forse viaggiando con una carovana di altri ragazzi a cavallo, le altre bestie avrebbero iniziato a scalviare ed imbizzarrirsi disarcionando i propri cavalieri per la paura. Certo, sarebbe stato un signor intrattenimento per gli altri, ma forse avrebbero rischiato di sembrare più di semplici studenti in gita. Basso profilo. Sempre e comunque. Quando Efraym intonò il canto, un prurito spinse Luke a commentarr l'imbarazzante performance canora, ma forse dei ragazzi in gita che cantano destano meno attenzione di una colonna di giovani uomini in armatura: il danno - sperando non fosse irreversibile - ai timpani poteva essere un prezzo accettabile per arrivare da Dorian indenni... Forgrym si avvicinò a cavallo cercando di convertire con poche parole il mezzo demone alla fede e ai dettami di Bahamut: Luke ascoltò in silenzio facendosi i fatti propri - specialità in cui era cintura nera - ma le parole del ragazzo erano troppo comiche per non rispondergli. Da quello che ricordo delle parole di mamma, Bahamut dovrebbe aver creato giusto qualche drago, non di certo ogni razza presente su Arth... - Buttò uno sguardo alle ali membranose di Mulroht per sincerarsi di non avere le allucinazioni - E le sue sembrano proprio NON essere le ali di un drago d'oro. Nobile la tua causa, per carità, ma quando un sequestratore di ragazzini eredi al trono abbassa la guardia, lo si deve colpire con forza finché non cade a terra esanime. E poi colpirlo altre due volte per sicurezza. Probabilmente il cuginetto è stato rapito perché non l'ha fatto, quindi meglio evitare di compiere un simile errore e sfruttare ogni minimo vantaggio per riportare a casa la pelle nostra e di Dorian. Poi per confessarsi da uno dei vostri preti c'è sempre tempo. Se si respira ancora, intendo...
×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.