Jump to content

PietroD

Circolo degli Antichi
  • Content Count

    1,503
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    8

PietroD last won the day on March 11

PietroD had the most liked content!

Community Reputation

593 Titano

About PietroD

  • Rank
    Viandante
  • Birthday 03/17/1977

Contact Methods

  • Skype
    pdagenetica

Profile Information

  • Gender
    Maschio
  • Location
    Bari, Italy
  • GdR preferiti
    DND, Pathfinder
  • Occupazione
    tecnico C1, Bioanalista
  • Interessi
    Speleologia<br />
    Comics<br />
    GDR<br />
    Apple

Recent Profile Visitors

1,038 profile views
  1. Gromnir Il guerriero si fece bastare le parole di Damon, scusandosi quindi con Haalan per aver avuto sospetti. Restava una cosa da stabilire, cioè chi di loro avesse la volontà più forte, per non lasciarsi traviare dal possesso della Moneta. A suo modo di vedere, i candidati naturali erano lui, Bjorn e Byrnjolf, escludendo quindi il giovane Lainadan ed il più fragile mago.
  2. Flint Le prospettive andavano peggiorando ad ogni passo. Anche questa città era distrutta... sembrava che fossero trascorsi anni da che erano partiti seguendo quello strano richiamo interiore che li aveva portati a recuperare i dischi degli Dei. Ma Flint sapeva bene che alla guerra bastavano pochi minuti per disfare quello che un popolo aveva fatto in decenni, se non in secoli. Il pensiero andò alla Montagna, la casa da cui era escluso. Fu solo un attimo. “Raistlin ha ragione, Tass e Tanis, dovreste andare insieme a verificare. Noi vi attenderemo a ridosso di qualcuna delle macerie più stabili.” Valutò con occhio critico i ruderi, per scegliere quello che offrisse il miglior rapporto protezione/rischio di crolli.
  3. Trull Tanner Il nanelfo era irritato fatto toni, ma soddisfatto delle risposte. Non si era aspettato molto da quelle domande, ma aveva ritenuto inevitabile porle. Quanto meno era certo che la collana non fosse stata già trovata dalla servitù, Certo stonava il fatto che non ne sapessero nulla, come se la marchesa non avesse chiesto a nessuno di cercare... che la collana non fosse mai stata a quel collo? Cercò Oceiros, per vedere se intendeva cercare qualcosa, o magari qualcuno, se aveva finito di parlare, ed aiutarlo. Altrimenti avrebbe fatto da solo.
  4. Ollofin “Mi pare di capire che finché non tornano a bordo, da qua non si riparte...” dico a Erenfel ed al capitano. Ho appena scoperto il difetto delle navi così grandi rispetto alle canoe di fiume, e cioè che servono molte menti e mani e braccia per guidare le navi grandi. | “Quante discese è disposto a restituirci, Capitano, se le riportiamo l'equipaggio?”
  5. Vassilji Scagliata inutilmente la sua unica lancia, Vass dovette farsi indietro. Propose un modo per evitare che fosse il solo Arn a fare da argine contro quei nemici. “Tentiamo di chiudere la porta dopo che sia passato il primo? Per affrontarli uno alla volta mentre siamo in superiorità numerica.” Tentò di capire se i nemici erano lenti a sufficienza da permettere loro di agire a quel modo.
  6. Trull Tanner Il nanelfo in giardino di sentì, nonostante tutto, improvvisamente rigido. Quasi si fosse fatto di terracotta. Essere abbandonato da Oceiros non aiutava, e c'era molta più gente di quanto pensasse. Si interessò per primo alla servitù. Chiese ai giardinieri ed inservienti se avevano visto la marchesa, nei suoi giri prima che denunciasse la scomparsa della collana, se in quel momento c'erano altri nel giardino, se avevano trovato la collana dispersa, e se in un momento qualsiasi della giornata avevano visto l'Arlecchino. Alle guardie, invece, chiese come era organizzata la sorveglianza, i turni, i possibili angoli deboli della sorveglianza. Anche a loro chiese se avevano visto l'Arlecchino in un momento qualsiasi della giornata. Voleva cercare personalmente la collana, nel frattempo allungando le orecchie per raccogliere frammenti di conversazione e gli occhi per cogliere dettagli importanti... come la presenza, appunto, dell'Arlecchino.
  7. Trull Tanner Il nanelfo non si aspettava la domanda di Oceiros sull'armatura, forse prima era riuscito a nascondersi meglio di quanto pensasse. Cercò di fare del suo meglio con quel poco di abilità utili ad un inseguimento che possedeva, ma fu inutile. Peggio, fu dannoso. Spiegò. “Quando ancora ero giovane, ho scoperto a cornate di montone sul mio fondoschiena che non conviene essere udibili quando si cerca di essere invisibili. Poco fa ho levato l'armatura, tentando, beh... di svolgere il mio lavoro con un approccio più... silente e furtivo. Ho scelto questo costume da fantasma proprio perche mi consentiva di portarmi dietro l'arma e lasciare la corazza. Ma in questo momento, preferirei piuttosto trovarmi in montagna a prender cornate, che aver danneggiato in questo modo le tue indagini.” il volto avrebbe espresso palesemente un cordoglio degno di un funerale, se solo si fosse tolto il lenzuolo di dosso. Pensò alla scia di dicerie che avrebbero scatenato, quando Oceiros effettivamente si giustificò in quel modo! ”Non è nemmeno errato quel che hai detto, ma spero comunque che questa voce non giunga mai ad Huruk-Rast.” Giunse il via libera per continuare le indagini, e Trull optò per gli spazi verdi del giardino, sperando di essere inghiottito da qualche pianta carnivora o da un mutaforma in guisa di fontana. Avrebbe addotto a ragione primaria la sicurezza, a secondaria la ricerca della collana. Trull indossò di nuovo l'armatura, almeno la corazza avrebbe avuto l'effetto psicologico di farlo sentire a suo agio. Prima di separarsi dagli altri, decise di chiedere un ultima cosa ad Oceiros e solo a lui. Udita la risposta di Oceiros, andò a rimuginarci sopra in giardino. Avrebbe chiesto ad eventuali giardinieri ed inservienti se avevano visto la marchesa, eventuali altri nel giardino, se avevano trovato la collana, se avevano visto l'arlecchino o Lord Velleri. Alle guardie, invece, come era organizzata la sorveglianza, i turni, gli angoli deboli della sorveglianza, se avevano visto l'arlecchino o Lord Velleri.
  8. Trull Tanner Il nanelfo stava ricomponendo l'armatura accanto a sé, per avere un compagno di bevute fittizio. Non si aspettava l'approssimarsi di Oceiros, ipotizzando sulle prime che anche lui gradisse un Tamarindo, ma nel momento stesso che questi accennò alla richiesta di un favore, Trull si alzò all'istante prendendo appena un sorso del digestivo. “Lieto di sentire che potrei esserti utile.” Lasciò bottiglia, bicchieri ed armatura al tavolo, e seguì l'uomo claudicante, chiedendosi se l'armatura vuota e da sola avrebbe rimorchiato più di lui. Si mosse con Oceiros, al contempo curioso e rinfrancato dalla prospettiva di poter evitare per un po' gli sguardi di riprovazione dei nobili di Glantria.
  9. Vassilji Notando l'efficacia della interposizione di Arn, Vass si sentì sufficientemente al sicuro e decise di sacrificare la sua unica lancia goblin scagliandola contro uno dei nemici. Come arma gli sarebbe comunque rimasta l'ascia del capo Goblin, per difendersi in un estremo corpo a corpo, anche se usarla con efficacia forse era solo un'utopia. Stando alle spalle di Arn, mirò e scagliò.
  10. Gromnir ”Lieto che la situazione si sia risolta, Haalan. Noi abbiamo faticato non poco a reperire quest'ultimo ingrediente, e speriamo davvero non vada sprecato, che quanto rimasto in casa tua sia davvero ancora effettivamente là. Piuttosto, il mio problema è sempre il solito. Come fare a sincerarci che tu sia davvero il nostro alchimista e non la Megera travestita o mutata. Abbiamo visto Bjorn dar vita sia ad una credibile Megera che ad una conturbante gitana, figuriamoci cosa può fare la strega.” Si rivolse al mago e al bardo. “Potrebbe bastare controllare se su Haalan ci siano magie in atto di illusione o di trasmutazione? Per essere certi della sua identità.”
  11. Trull Tanner Il nanelfo si rese conto di stare ulteriormente gettando discredito sulla corte di Firedrakes quando vide che da sotto la tenda spuntavano i suoi agili piedi elfici. Allora uscì allo scoperto e si mise seduto ad ammirare i ballerini. Ordinando nel contempo un Tamarindo, una bottiglia con due bicchieri, per chi avesse avuto voglia di sedersi accanto a lui e digerire grazie a quel succo i cibi della festa, che sentiva, in quel momento, renderlo particolarmente panciuto. .
  12. Trull Tanner, ovvero quando la sfortuna ti perseguita, vorresti affogare nell'alcool... ma sei astemio Il nanelfo rimase immobile per qualche istante, sorpreso, ma non più di tanto, dalla reazione della Draconis cui aveva provato ad alleviare la noia della festa e togliere la tristezza dal viso. Era arrivato a levare il vestito che lo mascherava rivelando l'aspetto da elfo di quello che si dichiarava un 'già nano' di Huruk-Rast. Fece un inchino alla donna mentre si allontanava. Si guardò intorno. Si chiese per un momento se poteva utilmente andare a parlare con qualcuno, ma la marchesa aveva più di una ragione nell'affermare che nè come nano nè come elfo avrebbe avuto da valer qualcosa come investigatore... nè per la collana, nè per l'assassinio, nè per scoprire quale fosse il matrimonio più conveniente per il principe. La risposta sulle sue capacità era lampante negli occhi dei Draconis, puntati su di lui. E forse neanche erano quelli gli unici a guardarlo con riprovazione. Un cavaliere di Firedrakes... doveva ricordarsi che per proteggere gli interessi dei Von Gebsatel, il primo dei modi era di non procurar danni od incidenti diplomatici. Finora si era mosso come un elefante in una cristalleria... dunque molto meglio star fermo e non muoversi. Trovò quel che cercava. Era inutile restare senza maschera anche solo un secondo di più. Si spostò accanto ad una delle finestre, le cui tende aperte erano dello stesso bianco del suo mascheramento. Vi si piazzò vicino, poi tolse l'armatura e la mise dietro la tenda. Poi indossò la tela bianca traforata che costituiva il suo mascheramento. sperando di sparire a sufficienza dalla vista di chiunque. Per evitare di fare altri danni.
  13. Flint Il nano era ben lieto che Tanis avesse le idee cosi' chiare sul da farsi. Soprattutto, era lieto che queste idee non prevedessero di mettersi a navigare su un fiume turbolento con dei pezzi di legno rimasti a galla per puro miracolo. "Partiamo dunque. La strada ci attende, il valico non si passera' da solo."
×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.