Jump to content

About This Club

Un setting di gioco per un'avventura breve, nei quali i personaggi sono draghi o umanoidi, membri dell'ordine dei Draghieri, la più organizzata forza di pace del continente. Tuttavia, la pace difficilmente rimane tale a lungo...
  1. What's new in this club
  2. Zekaun Baenrahel Caro Franco...credo che tu possa avere ottime possibilità di reintegrarti al più presto nella società. dico al bandito che si era dimostrato decisamente disponibile a collaborare e che sembrava addirittura quasi obbligato dalle tradizioni familiari a fare quel mestiere. Va bene, allora torniamo subito in città a dare le buone notizie e poi ci riposiamo. Sì, se a nessuno serve nulla di quello che abbiamo trovato direi di vendere tutto. A voi potrebbe servire qualcosa? chiedo agli aspiranti draghieri Magari cerchiamo di capire se c'è qualcosa di magico tra gli ultimi oggetti ritrovati e nel caso cosa servano. @DM
  3. Dralium io ho un estremo bisogno di riposare e recuperare un paio di energie. In alcuni punti le mie scaglie non sono bastate per proteggermi dai colpi di questa davvero numerosa famiglia. Portiamo via tutto, con l'aiuto di altri eventualmente. Gix sarebbe bene distruggere queste capanne di legno in modo che non ricapiti di nuovo la formazione di una banda così numerosa, visto che alcuni sono riusciti a fuggire. Torniamo in città per dare le notizie e le informazioni necessarie e poi direi di procedere con un meritato riposo. che ne dite?
  4. Gixcaririxen Dopo il lavoro di spegnimento delle fiamme, mi sento abbastanza soddisfatto del lavoro compiuto, so che il merito maggiore va al drago d'argento, così mi avvicino ad egli. "grazie mille Tleuggheshaggar" gli dico mentre abbasso la testa come segno di gratitudine, poi ritorno a guardarmi intorno, soprattutto i cadaveri che un tempo erano i membri della banda Ladrotti e penso che il loro equipaggiamento potrebbe esserci utile, almeno la loro vendita. Mi avvicino al carro per poi osservare i miei compagni. "Tutto okey miei cari compagni? spero tanto di sì, avete fato un ottimo lavoro" dico con un tono gentile, poi faccio una piccola pausa per poi riprendere "comunque abbiamo ancora fare, come per esempio pigliare l'equipaggiamento di questi banditi, credo che vendendoli riusciamo ad accumulare una bella somma, chi vuole e chi può aiutarmi?" Poi mi metto all'opera nell'ammassare, accanto al carro, tutti gli oggetti che appartenevano ai banditi. Dopo aver radunato gli oggetti io inseguo i due banditi prigionieri che ci guidano verso il loro covo, non mi sorprendo nel vedere il bottino delle razzie dei banditi, visto che me lo aspettavo. "Sì, anche io penso che dovremmo chiedere di inviare una truppa per prendere questi oggetti, intanto così possiamo consegnare alle autorità questi due prigionieri e fare rapporto al segretario Edwin, che se mi ricordo male anche lui vorrebbe parlare con noi a proposito della nostra situazione" dico con un tono pensieroso, sono molto curioso su com'è andata il consiglio dei Guardiani. Se nessuno si prende la briga di prendere gli oggetti allora sarei andato io a prenderli.
  5. DM Se Zekaun è prodigo di complimenti, Xrovinsharaz e Dralium sono particolarmente curiosi di verificare le condizioni degli aspiranti Draghieri, i quali si erano trovati a fronteggiare un numero di avversari non indifferente Addio, amici miei. Spero di aver mantenuto alto l’onore dell’Ordine anche se solo per una volta… commenta Spalo, steso per terra e con uno sguardo vacuo, prima di ricevere un ben assestato sganassone da Gramok Ti ho già guarito, scemo! esclama il mezzorco, per poi portarsi una mano al volto Dove finiremo… commenta, mentre Idrifal pare non meno preoccupata delle condizioni del drago nero Noi sopravvivremo, ma anche te devi fare attenzione, Dralium! commenta, allungando una mano per carezzare il muso del drago Ad ogni modo sì, dei voli forse avrebbero aiutato… anche se questi alberi non permettevano di vedere granchè! commenta l’elfa, alla quale fa eco il mezzorco Siete giunti appena in tempo ammette, squadrando i due e soffermandosi su Xrovinsharaz Quella nube di veleno è stata molto efficace. Molto efficace risulta anche il gelo del nord, gentilmente offerto dalle fauci di Tleuggheshaggar. E con Gixcaririxien pronto a fare ammenda (come meglio può) per i numerosi alberi carbonizzati, i due draghi riescono a circoscrivere l’incendio e quindi a sedarlo nell’arco di svariati minuti. Laddove Thalindor è una terra montana con numerosi boschi, certo questo incendio non passa inosservato, ma perlomeno esso ha una origine dovuta all’idea di sistemare un torto. Un torto ben punibile, come Zekaun ricorda per bene ai due banditi rimasti intrappolati, Danneggiamento e Franco. Le sue parole sembrano fare breccia nei cuori dei due inaspettati prigionieri Grrrr ringhia Danneggiamento Siete spietati giudica, mentre suo fratello scuote la testa No, fratello è che è proprio vero che il crimine non paga sospira Sapevo che oggi dovevo starmene all’ospedale pediatrico a fare il clown per i bambini malati! geme, ottenendo un’occhiataccia del fratello Ancora? Nonno ti aveva proibito di fare queste gentilezze gratuite! Sei proprio la pecora nera della famiglia!! bercia, pronto ad azzannarlo se potesse. Proprio il Ladrotti meno brigantesco, a quel punto, si rivolge al gruppo Va bene, vi indicherò dove si trova il covo. Lascerò a voi decidere cosa fare. Tanto ormai la nostra famiglia è stata quasi del tutto ammazzata, non penso potremo fare più granchè in questo senso conclude, tra le imprecazioni di Danneggiamento in sottofondo. Consci dell’opportunità a disposizione, i Draghieri, aiutati dai giovani aspiranti e dal mercante Torfin, che sembrava godere di ottima salute, mettono sul carro quanto più possono prendere dai corpi dei banditi sconfitti. Spalo, Idrifal e Gramok sarebbero quindi rimasti a sorvegliare il carro, mentre il mercante avrebbe seguito i Draghieri Per verificare se riusciamo a trovare davvero le merci rubate commenta speranzoso. Loot del campo di battaglia Franco si rivela davvero il Ladrotti più onesto dell’intera banda. Nonostante le rimostranze di Danneggiamento, egli conduce i Draghieri verso alcuni sentieri nascosti nella foresta e, dopo aver attraversato un ruscelletto, in una ventina di minuti raggiungono una piccola area a ridosso di un dislivello, tale da occultare la vista del gruppo di casupole scalcagnate in pietra e legna che costituiscono i complessi del covo della famiglia Ladrotti Nonno deve aver fiutato pericolo commenta Danneggiamento, constatando come tutti gli altri l’assenza di banditi fuggitivi Si saranno nascosti da qualche parte in attesa che le acque si calmino commenta Franco Ognuno per sé, in questi casi, come dice sempre il Nonno spiega, vagamente afflitto. Le case della famiglia Ladrotti non vincerebbero di certo un concorso per i luoghi più lussuosi di Erra, ma essi perlomeno sembrano avere i beni strettamente necessari per sopravvivere: ognuno dispone di un suo letto (spesso a castello, condiviso con un fratello o una sorella) e ogni casupola contiene un lungo tavolaccio con numerose sedie e una cucina improvvisata. L’armeria, formata dallo stretto necessario, sembra essere stata svuotata dal momento in cui i familiari di Franco e Danneggiamento sono scesi direttamente in campo quel giorno, ma l’apertura di un sospetto granaio rivela all’interno un piccolo tesoro Le merci! esclama Torfin I tappeti che mi sono stati rubati tre mesi fa! E le pozioni che Ljufa aspettava da un pezzo! E quei pezzi di armatura per Kelfor! elenca Torfin, indicando i vari ritrovamenti E le stoffe per gli abiti di Needlepoint, oltre ai primi Booster Pack di pergamene per quel buffo calvo di cui non mi ricordo il nome! Ma nonostante quest’ultima dimenticanza, il mercante di tappeti sembra conoscere molto bene i colleghi di Thalindor, fatto forse dovuto ai numerosi affari svolti al mercato comune Non potremo caricare tutto sul mio carro ammette Ma forse potremmo chiedere ai Guardiani di inviare una truppa…? propone. Con buona pace dei Draghieri, comunque, sembra che non tutto il maltolto appartenga ai mercanti Curioso, questi oggetti non li ho mai visti giudica il barbuto, per poi voltarsi verso i Draghieri Probabilmente sono avventurieri incappati nei Ladrotti e caduti sotto i loro numeri. Per quanto mi riguarda, se c’è qualcuno che li merita sono i nobili draghi e il nobile cavaliere che oggi mi hanno salvato la vita propone. Egli sarebbe quindi rimasto a catalogare le merci ancora per un po’, dando ai Draghieri l’occasione di rilassarsi un poco al termine di quella battaglia. Oltre che di decidere cosa fare dei due Ladrotti prigionieri. Loot del covo X tutti
  6. Xrovinsharaz Mi guardo un poco le ferite. Non poche ma niente di non affrontato già in scorse battaglie…e poi sento una peculiare fanfara in lontananza che mi mette il buon umore al punto che vado a sentire come stiano i mollicci. <<State bene?>> domando con anche un briciolo di vero interesse.
  7. Tleuggheshaggar Annuisco a Gix mentre sono già praticamente in volo per avvicinarmi alla zona delle fiamme. Sì, ci penso io. Tranquilli! Lo scontro è vinto (non senza danni) e lascio agli altri l'onore e l'onere di occuparsi dei Ladrotti rimasti. Ho già abbastanza da fare qui... Penso valutando l'entità dell'incendio. Procedo quindi a sorvolare l'area incendiata cominciando a soffiare il mio alito gelido prima all'esterno per circoscriverla il più possibile e poi all'interno per estinguere del tutto le fiamme.
  8. Gixcaririxen Quando vedo che i briganti scappano via, capisco che la vittoria è nostra, così mi alzo sulle mie zampe posteriori mentre spalanco le mie grandi ali, con il mio sguardo rivolto verso al cielo io ruggisco di vittoria. Dopo il ruggito riappoggio le mie zampe anteriori sul terreno, poi mi guardo attorno e vedo tutti quei morti e penso "li abbiamo avvertiti, non ci hanno ascoltati e queste sono le conseguenze". Continuo a guardare vedendo i due briganti ancora intrappolati e la foresta ancora in fiamme, so che devo fare qualcosa per spegnere il fuoco, ascolto e vedo il drago nero che è andato a preoccuparsi ai aspiranti draghieri ed al mercante, alla domanda di Dralium a proposito del fuoco rispondo io, anche se non sono interpellato "Tieuggheshaggar può spegnere il fuoco, con il suo soffio di ghiaccio, io l'unica cosa che posso fare è provare ad abbattere qualche albero grazie alla mia forza ed alla mia mole, in modo che il fuoco non avesse altro combustibile, ma non so se sarò abbastanza veloce nel fermare le fiamme, anche non lo credo proprio". Mi rivolgo al drago d'argento e gli dico "sei disposto ad occuparti del fuoco? per favore, come ho detto io posso solo rallentarlo ma non credo che io possa fermarlo"
  9. Zekaun Baenrahel I Ladrotti infine si diedero alla fuga. Certo che erano davvero tanti dico scendendo dal carro. Leghiamo quei due e poi direi di fermarci a riprendere un po' fiato. È stato uno scontro difficile , ma ve la siete cavata bene affermo rivolto agli aspiranti Draghieri. Bene bene, ora voi ci direte dove si trova la vostra base operativa...e non provate a fare qualche bravata o a mentirci. Più informazioni corrette ci darete più leggera potrà essere la vostra pena. dico avvicinandomi ai due banditi rimasti avvinghiati dal mio incantesimo. @DM
  10. Dralium mi lecco letteralmente le ferite mentre mi avvicino al carro.. come state? Spalo, idrifal, tutto bene? Gramok? io me la sono vista brutta. Un altro paio di colpi ben assestati e sarei potuto cadere definitivamente. prossima volta facciamo un po' di voli rasenti soffiando prima di scendere e legnare.. Qualcuno riesce a spegnere il fuoco prima che devasti tutto quanto? Messer mercante state bene?
  11. DM FATTI SOTTO ORRIDA BEST-AAAHHHH!!!! le grida di Nonna Rapina sono udibili per tutte le montagne circostanti mentre le zanne di Tleuggheshaggar le stritolano il busto, spezzando le sue costole e congelandola a morte Nonn-Bluargh! Ha il tempo di gridare il bandito più vicino a lei, tagliato in tre parti dagli artigli del drago d’argento, i suoi avversari che fanno tutti istintivamente un passo indietro a quella vista NO, NONNAA!!! gridano, i volti butterati rigati dalle lacrime. Lacrime che vengono versate dapprima di risa da parte di uno dei malfattori intenti a vedersela con Xrovinsharaz, quando il drago verde lo manca con le proprie fauci venefiche Ahahahah, c’hai le fette di salame davanti agli occhi? lo sbeffeggia, prima di trovarsi egli stesso ad avere qualcosa in comune proprio con il salame, ovvero il venire affettato, per la precisione dagli artigli di Xrovinsharaz, un destino che per par condicio egli infligge anche al suo compagno, liberando del tutto il drago verde dai suoi nemici! L’arrivo di Gixcaririxien sembra dare quindi una scossa a Dralium e insieme la combinazione rosso-nera riesce diabolicamente a far fuori mezza dozzina dei Ladrotti, lasciandone uno solo e terrorizzato al cospetto del ferito e indebolito Dralium, mentre il rosso può girare per il campo di battaglia schiacciando i pochi Ladrotti lasciati in vita dal trio degli aspiranti draghieri che paiono solo ora, coperti di sangue e sudore, essere in grado di aver ragione della loro mole di nemici Questo conta come scenario di guerra? domanda Idrifal, scarmigliata mentre offre a Spalo l’occasione di trapassare il suo quinto bandito. E laddove Tleuggheshaggar può infine risollevare meglio la schiena grazie alle cure offerte da Zekaun, l’appena liberatosi Nonno Furto può appena muovere le labbra prima di urlare un unico ordine in quella tremenda situazione RITIRATA! VIA! VIA TUTTI!!! esclama I Ladrotti erano giunti sicuri di loro stessi, convinti di fare una facile rapina, ma con lo sterminio di più dell’80% di quella famiglia e con parte della foresta in fiamme, è evidente che per quella numerosa e ladresca famiglia di furfanti sia giunto il termine della loro carriera come assaltatori di carovane. Nel pieno stile della famiglia, è proprio il vegliardo il primo a cercare di allontanarsi, lasciando i figli Franco e Danneggiamento ancora bloccati nei rampicanti del bardo Draghiere. Il resto dei familiari, a quella vista, cerca quindi di scappare dai draghi, dividendosi per cercare di riprendere la via della foresta. Una fuga disperata e di certo improbabile, ma preferibile al destino subito da coloro che li hanno preceduti. Sparsi sul campo di battaglia, un sentiero reso color del sangue, sono infatti sparsi i corpi delle vittime di quella battaglia, tra cui i trentanove banditi uccisi dal gruppo e Nonna Rapina, oltre a quelli degli aspiranti draghieri. I draghi e il bardo elfo svettavano vincitori sopra una montagna di cadaveri che sanciva un trionfo degno del loro rango! Mappa, iniziativa e azioni X tutti
  12. Xrovinsharaz Riuscito ad uccidere un poco dei briganti, dei ladrotti, mi ritrovo un poco di ossigeno…e mi ributto nel carnaio immediatamente! Scendo, provando ad azzannare la testa di uno dei due, che però mi schiva: i colpi alle ali si fanno sentire ed è un riflesso di dolore a farmi serrare le fauci troppo presto. Atterrato, inizio ad artigliare con violenza e forza, sperando di uccidere i lestofanti: i miei compagni hanno bisogno di me. @master
  13. Tleuggheshaggar Sono parecchio ferito e in difficoltà, ma per fortuna la cura di Zekaun mi dona un po' di sollievo e qualche possibilita in più di sopravvivere. Ora basta! Ringhio voltandosi ancora una volta verso la vecchia, con le fauci ancora congelate dal soffio. Muori! @DM
  14. Gixcaririxen Avevo ingoiato da poco la gamba di uno dei Ladrotti, prima dell'annuncio della mia presenza. Quando i banditi mi attaccano, mi sento divertito nel vedere e sentire che i colpo dei briganti mi fanno ben poco, anche se la cosa dura ben poco visto che come al solito qualcuno riesce a ferirmi. Ruggisco un po' irritato della cosa visto che sempre qualcuno nel gruppo riesce a ferirmi, così attacco i tre banditi che mi hanno attaccato, sventrandoli, squartandoli ed a farli in mille pezzettini. Questa volta non provo a mangiare un altro brigante perché mi sento sodisfatto, ci tengo alla mia linea perfetta e non voglio diventare come palla di lardo, ma lancio il bandito che ho morso nella direzione della Nonna. Se dopo i miei attacchi e quelli di Dralium sia rimasto un solo uomo, io dico al drago nero "devo andare ad aiutare Tieuggheshaggar, tu intanto occupati dell'unico rimasto, ti consiglio di riposarti perché hai una brutta cera", così corro verso gli assalitori del mio compagno d'argento, avevo sentito l'esclamazione della vecchiaccia e sono molto preoccupato del mio compagno. Mi fermo alle spalle di nonna rapina ed appoggio la mia zampa anteriore destra sul cadavere del bandito lanciato, schiacciandolo e con un tono ringhiante dico "voi ucciderete nessuno, non finché io respiro ancora". Ringhio, snudando le mie zanne sporche di sangue dei miei nemici morti, pronto a continuare la mia carneficina.
  15. Dralium sento le forze abbandonarmi pian piano ma se devo andarmene, lo farò portandomi dietro tutti quelli che posso.
  16. Zekaun Beanrahel La posizione sul carro finalmente mi garantisce un attimo di respiro, oltre che modo di osservare meglio lo scontro. Shaggy resisti! esclamo vedendo il drago un accerchiato e un po' in difficoltà. Decido quindi di aiutarlo, per quanto possibile. @DM
  17. DM Mamma… perché non sono rimasto a Vinhas? esclama uno Spalo disperato, messo alle strette da un bandito prima che il cranio del suddetto venga spappolato dalla mazza di Gramok. Ma nonostante le buone intenzioni, pure il mezzorco sembra in difficoltà contro i resti di quella banda nemica, la strada resa rossa e viscida per il sangue versato dagli avversari. E’ una situazione disperata quella nella quale emerge Zekaun con la magia, distaccandosi dal suo compagno drago quanto basta per osservare da una posizione leggermente sopraelevata la situazione, una piena di insidie. Se infatti Dralium minaccia i suoi nemici e i suoi artigli non perdonano, solo il suo più bieco assalitore viene sollevato e smembrato dagli arti del drago nero. Il soffio di Tleuggheshaggar prima e quello di Xrovinsharaz poi, però, riportano un po’ più di equilibrio in campo, con il ghiaccio che riduce quattro degli aggressori dell’argentato in statue di ghiaccio al sapore di Ladrotti, mentre il drago verde riprende il cielo e fa il paio con il compagno metallico esalando un vapore mefitico tale da far sanguinare gli occhi e rivoltare le interiora, facendo crollare a terra altrettanti nemici e facendo vomitare i restanti. Il sud resiste, pur trovandosi in difficoltà. Per fortuna, da nord arrivano infine i rinforzi. Un famoso detto delle ballate “All’alba, guarda a est” potrebbe forse essere ribattezzato “All’alba, guarda a nord, da dove vengono tutte quelle fiamme”. Ed è proprio l’incendiatore di foreste, divoratore di esseri senzienti Gixcaririxien a piombare vicino al carro, con una gamba di Ladrotti mezza masticata tra le fauci, mentre dietro di lui una scia di fiamme e morte lo precede, testimoniando la fine dei suoi aggressori. Un arrivo che si rivela provvidenziale per distrarre parte dei Ladrotti pronti a incombere in gran numero sul drago nero! Un supporto che si rivela più che mai necessario. Sebbene infatti le bestemmie di Nonno Furto siano forse udibili ormai fino a Thalindor, vista la sua impossibilità di liberarsi dall’intralciamento di Zekaun, Nonna Rapina guida la carica contro Tleuggheshaggar e le randellate da parte dell’inferocita matrona della famiglia finiscono per spezzare diverse scaglie e procurare gravi ematomi e commozioni cerebrali all’argentato IL DRAGO D’ARGENTO E’ PRATICAMENTE MORTO!! esclama, forse pronta a rendere ciò una notizia per spronare il resto dei figli. E l’effetto porta tutti i restanti banditi a convergere contro i pericolosi draghi cromatici, sia tramite giavellotti scagliati contro il fianco di Xrovinsharaz (un colpo lacera un tendine della zampa posteriore destra), tentativi di rompere il muso a Gixcaririxien o di spaccare il grugno a Dralium (un colpo spezza uno dei denti del drago nero) i banditi fanno sentire la loro voce e le loro manganellate, sebbene sia chiaro che il loro impeto iniziale stia scemando. Il segno che forse anche le loro resistenze sono al limite in quella logorante guerra di trazione! Mappa, iniziativa e azioni X tutti
  18. Gixcaririxen Vedo i tre superstiti briganti da me ingaggiati e penso "per fortuna che ho deciso di attaccare per primo, così facendo sono riuscito ad evitare guai maggiori, però sento molti rumori di combattimento nella direzione del carro, là sembra che la battaglia sia in pieno svolgimento", guardo fugacemente nella direzione da dove viene i rumori di combattimento, per notare che i miei compagni sono circondati e forse sono nei guai, ma quella piccola distrazione mi è costata una piccola ferita. Guardo i tre banditi ruggendo mentre penso "i miei compagni hanno bisogno del mio aiuto, però non posso lasciare in vita questi qua chi sa quali altri disastri combineranno". Decido di attaccare i tre banditi rimasti con le mie zanne ed artigli cercando di colpirli ed a farli a brandelli, cerco di mangiare qualche boccone del bandito che provo a morderlo. Se riesco nel mio intento allora guardo bene le situazione per decidere chi aiutare, poi decido di spalancare le mie grandi ali, alzarmi di qualche metro a terra ed usare le mie abilità di volo per raggiungere velocemente Dralium, per poi atterrare accanto banditi che attaccano il drago nero ruggendo e dicendo "avanti, chi ha il fegato di affrontarmi? Sappiate che non sono ancora sazio dl vostro sangue". Alzo la mia zampa destra e lecco il sangue che la sporca per dare più enfasi alla cosa, dentro di me spero di aver provocato abbastanza le persone per indirgli ad attaccare me.
  19. Tleuggheshaggar Zekaun! I banditi feriscono gravemente il mio amico e senza pensarci due volte giro il muso di scatto e faccio partire il soffio di ghiaccio. @DM
  20. Zekaun Baenrahel La situazione comincia a preoccuparmi, sebbene singolarmente i banditi non siano una minaccia, la loro superiorità numerica si fa sentire. devo levarmi da qui...penso dopo aver subito l'assalto di diversi banditi. Decido quindi di portarmi anch'io sul carro, dove forse sono poco più lontano dalla mischia. @DM
  21. Dralium uno degli ultimi colpi sembra aver passato le mie difese e accuso il colpo ma continuo il mio macellare diminuendo sempre di più il numero dei nemici intorno a me.. farete la fine di chi è già passato a miglior vita! e lo farete per mano mia!
  22. DM La mischia è furibonda, un parapiglia in cui la folla formata dalla famiglia Ladrotti si abbatte, scemando dalla foresta con lo stesso caos che si sarebbe creato scuotendo un vespaio. In quel frangente, l’unico Draghiere ufficiale non draconico, Zekaun, ulula una possibile strategia, ma è chiaro che tutti i presenti hanno le mani occupate Siamo un po’ occupati in questo momento! grida in risposta Gramok, abbattendo la sua mazza sul cranio del quarto Ladrotti, scavalcando quella che lui e Spalo hanno già innalzato come una pila di corpi morti, il giovane stalliere gravemente ferito a un fianco Io non ho linea di tiro! esclama Idrifal, preparandosi a raggiungerli mentre il mercante Torfin sembra sparito all’interno del carro, forse l’unico davvero al sicuro. E se Atene piange, Sparta non ride. I draghi vengono assaltati ancora una volta, circondati dai nemici che come branchi di lupi cercano di colpirli ogni volta che essi mostrano un fianco scoperto o danno segno di avanzare verso un loro compagno, pronti ad approfittare di ogni più piccola apertura. Per fortuna i nemici a nord sembrano infine ridursi, con Dralium e Gixcaririxien che possono infine sfogare tutta la loro belligeranza: il drago rosso investe con un’artigliata uno dei banditi, squarciandogli il petto e mandandolo contro un suo commilitone. Egli finisce a terra, ma ciò gli salva la vita dalla seconda artigliata. E le risate beffarde di Contraffazione, ben presto si trasformano in grida Ti squar-TAAAHHHHH!!! AHHHHHHH!!! grida, afferrata alla vista e scossa in aria, le ossa che si spezzano sotto il giogo del drago rosso, il quale la scaglia in alto per poi riafferrarla tra le fauci una volta riatterrata. La sua volontà di inghiottirla per intera si scontra purtroppo con le dimensioni della sua preda, ma le mascelle di Gixcaririxien sono sufficientemente forti da tranciare la Ladrotti a metà e permettergli di inghiottire un generoso boccone delle sue frattaglie, dal gusto leggermente selvatico. Ferite profonde sono anche quelle inflitte da Dralium, il quale si scaglia con la propria mole contro tre avversari in un colpo solo. Quello centrale si vede schiacciata la testa tra le feroci zanne del drago nero, mentre gli altri due vengono spinti e trafitti dai poderosi artigli, i quali si stringono sui petti spezzando costole e trafiggendo cuori e polmoni, riducendo i toraci di quei malcapitati in poltiglie sanguinolente. A sud, la situazione si fa invece più complicata: Xrovinsharaz non riesce ad arginare la marea in costante rinforzo dei Ladrotti, ricevendo nuove nerbate sul grugno e sulle zampe, le quali procurano ferite interne di moderata intensità. Dal canto loro, gli unici drago e cavaliere presenti si trovano a fronteggiare il maggior numero di avversari possibile. Zekaun prende la prima mossa, bloccando con molta astuzia l’avanzata di Nonno Furto e di un paio dei suoi figli, le imprecazioni del vegliardo che sono ben udibili anche a quella distanza MI LIBERERO’! AH SE MI LIBERERO’! promette all’elfo, il quale viene prontamente punito da una scarica di bastonate dai Ladrotti più vicini, i quali cercano di salire perfino in groppa a un Tleuggheshaggar scatenato contro Nonna Rapina GYAAAHHH!!! CENTODICIOTTO!! CENTODICIOTTOOOOO!!!! esclama la vecchia, ferita e scossa dal morso del possente drago d’argento. Ma la ostinata vecchia armata di mattarelli pare, seppur orrendamente ferita e con numerosi sanguinamenti in corso, pronta a continuare lo scontro AI MIEI TEMPI ERAVAMO TUTTI PIU’ ROBUSTI! tuona, assestando una mattarellata al naso di Tleuggheshaggar, il quale ha il tempo di sollevare le ali per farsi scudo dalla maggior parte dei colpi. Con la foresta che continua a veder ampliato il suo incendio, la situazione è più tesa che mai. Mappa, iniziativa e azioni X tutti
  23. Dralium sono praticamente circondato e se loro si concentrano su di me, non prendono di mira il mercante. comincio quindi a tentare di diminuire i nostri nemici, cercando di infliggere ferite profonde.
  24. Tleuggheshaggar I nemici ci accerchiano ed è solo grazie alle parole di Zekaun che mantengo un certo sangue freddo, mentre il ricordo dello scontro di sei anni prima tanta di riaffiorare. Non ora. Non posso cedere. Scuoto il capo e, seguendo lo spunto del mio cavaliere, mi avvento su Nonna Rapina tentando di tagliare la testa del serpente. @DM
  25. Gixcaririxen Un altra fiammata ed un altra serie di uccisioni da parte mia, anche se brucio di più il bosco, mi importa ben poco della cosa, c'erano dei nemici tra gli alberi ed io li volevo morti, perciò la cosa migliore era di usare il mio soffio di fuoco contro di loro. Sono molto orgoglioso del mio operato e della mia forza. Però mentre usavo il mio attacco infuocato, sentivo che i briganti mi circondavano, così agitai violentemente la coda, per tenere a bada quelli dietro di me. Poi mi volto pronto ad affrontare il prossimo nemico ruggendo, ma così facendo ricevo un piccolo graffio superficiale. Ruggisco contro gli avversari d'avanti a me, poi contro quelli che si trovano al mio fianco destro per poi ritornare contro quelli d'avanti, mentre la mia coda sferza l'aria, infine attacco. Con i miei artigli cerco di dilaniare in modo brutale i banditi, dopo cerco di mordere Contraffazione per poi scuoterla a destra ed a manca, masticarla ed infine ingoiarla. Se ho successo della cosa allora guardo i banditi rimasti in modo famelico mentre lecco le mie fauci, pronto a mangiare un altro bandito.
  26.  

×
×
  • Create New...