Jump to content

Zellos

Circolo degli Antichi
  • Content Count

    5,923
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    11

Zellos last won the day on June 13 2019

Zellos had the most liked content!

Community Reputation

942 Dragone

About Zellos

  • Rank
    Viandante
  • Birthday 02/25/1986

Profile Information

  • Gender
    Maschio
  • Location
    Livorno
  • GdR preferiti
    Direi tutti...basta non avere PK o PP fra i piedi XD

Recent Profile Visitors

The recent visitors block is disabled and is not being shown to other users.

  1. Si iniziano a sentire dei rumori di metallo che si rompono. Stridii e movimenti. Si apre un leggero spiraglio, poi una lama di metallo scuro passa per la fenditura e, dopo quattro o cinque scossoni a sinistra ed a destra,la lama da verticale si fa orizzontale e poco dopo, il metallo della porta viene tagliato a pezzi. Una targa cade ai vostri piedi, staccatasi dalla zona dove, verosimilmente, andava posizionata la testa, fuori dalla vostra visuale. Recita “...ma questa non è una una di quelle.” dall’altro lato, quando i pezzi di lamiera cadono, si vede un gran polverone alzato. Sentite un odore di sangue rappreso e polvere, oltre che di aria viziata . La zona sarebbe completamente al buio, la luce filtra solo dalla vostra stanza, non fosse era pa luce di una lanterna, alzata dalla figura che si trova accanto a voi. L’uomo è alto un metro ed ottanta ed è quasi nudo. Porta un cingilombi di tessuto logoro, che gli copre le pudenda, con poco sotto dei “gambali” di pelli e pelo di chissà che bestia. Il braccio che tiene la decorata lanterna è coperto da un guanto alto fino al bicipite di tessuto nero inchiostro che pare pregno d’acqua e la cosa inquietante è che più buio dell’oscurità intorno a lui. Vi da una brutta impressione, in realtà, guardare quel guanto...ma vi viene da indugiare nell’osservarne le increspature del tessuto, che paiono muoversi come acqua in uno stagno. Dall’altra parte ha un bracciale di curiose piume multicolore. Il volto è coperto da una maschera d’osso da capra? No, da antilope probabilmente, anche se il cranio ha due occhi al lato destro del volto. Per il resto, pare un normale umano fisicamente allenato, con un capellino bianchi ed occhi celesti verdi...tranne il sinistro che ha la sclera nera invece che bianchi. <<Ah, curiosi, curiosi abiti portate! Ed armature e spade di metallo! Verrete sicuramente da insediamenti assai evoluti. Noto persino delle armi a polvere nera. Curioso, curioso....>> dice avvicinandosi verso di voi. Igr in compenso notate adesso che si è spostato aldilà del ponte.
  2. Alucard Borealis Rimase silenzioso sulle prime, per cercare di ricordare qualcosa sulla divinità in questione, anche per rispondere al suo fratellone Ragnar. Conoscendo l’elfico credo che sia una dea...guardiamo un attimo l’iconografia del tempio... @master <<Mi chiamo Alucard. Quella è mia sorella Deborah.>> dico sorridendo al sacerdote elfico. <<In effetti come mai c’è questo coprifuoco? Forse è successo qualcosa di grave?>> @master
  3. Ah, solo una etichetta? Pardon, ho fatto confusione! Userò sicuramente Insidioso e combattimento sporco. Ed un dado dalla riserva.
  4. @Plettro I due fratelli si guardano un secondo, poi guardano la nave volante. <<Palle di fuoco, sfere di ghiaccio. Qualcosa da lanciargli abbiamo...ma non so quanto possa davvero impensierirla... si sapesse quale sia un punto più debole...>> dice il biondo guardando la sorella.
  5. <<Saggio dei Ragni?>> dice la voce dall’altra parte. <<Non avrei mai detto che l’avrei rincontrato dopo averlo già sconfitto una volta! Avevo detto di tumularlo, ma no! Vollero essere misericordiosi, ucciderlo! Come se potesse morire! Ciò che dedica al Buio può essere ucciso se è una bestia, ma ciò che ragiona deve essere imprigionato e dimenticato. Solo così perde potere. Se è qui, vuol dire che staranno cercando di liberare il loro padrone...>> borbotta da solo qualche istante. <<Allontanatevi dalla porta.>>
  6. Alucard Borealis @master Prima di partire si dedicò a truccare Dorian. <<Mi dispiace metterci un po’ ma è necessario...>> tingendogli un poco i capelli, cambiandogli pettinatura e cercando di modificare, come possibile, un poco la sua apparenza in modo efficace ma non troppo invasivo. Arrivati dagli elfi comprese tardi del coprifuoco, soprappensieri cone spesso accadeva. Almeno non erano stati scoperti per colpa sua e delle sue disattenzioni. Gli uscì un sospiro di sollievo. Sospiro che gli si mozzò quando Efraym aprì bocca. Si avvicinò al lucertoloide e a Vassilixia con passo fintamente calmo, per parlare con le guardie, attardandosi un attimo. <<Scusatelo, a volte parla male il comune. Intendeva dire che pagherà volentieri qualunque multa o pena sarà inflitta a quel pover’elfo.>>
  7. Con un tono altisonante, la voce risponde dopo poco. <<Io sono Icarus, il Padre delle parole!>> dice la voce con fierezza. <<Con chi parlo, dopo così tanto tempo?>> continua curioso, per poi rimanere un secondo a borbottare. <<Da questo lato, non è apribile... almeno non con mezzi non violenti. Avete forse bisogno che si apra? Dovete tornare al vostro insediamento? Se volete posso darvi una mano.>>
  8. Poco prima che Zachary ( il membro della guardia affidatovi da Juliano) ve lo faccia notare, smettte il borbottio dall’altra parte. <<Ehi, ma c’è qualcuno? Non sono qui da solo?>> domanda una voce maschile. @Ian Morgenvelt @Cronos89 @Ghal Maraz @Pippomaster92 <<Pensavo di essere l’unico, a brancolare alla luce di una lanterna, qui nel buio. Anche se è un posto strano. Qui fuori c’è terra e vegetazione, e niente volti di pietra! Come mai siete chiusi dietro questa porta? Avete bisogno di aiuto?>>
  9. L’oste avvisa Ajantis che il mercante è di sopra, a dormire. Sembrava molto spaventato e più aspettava al piano terra, peggio stava. Alla fine aveva deciso di andare a riposarsi, ormai un po’ di tempo prima. lo domandi a chiamare a sali? @Nyxator
  10. L’interno della serratura lasciava leggermente intravedere cosa una persona avrebbe dovuto fare: vi era uno spazio per i piedi, uno per mano ed una serie di meccanismi in alto sarebbero probabilmente discesi. Mera abbastanza evidente però che vi fossero anche lame, meccanismi a pressione e manette ad attivazione. Oltre la postazione di entrata, in fondo, vi era un piccolo spiraglio da cui si intravedeva la luce di un’altra stanza. L’orecchio allenato di Jasmine fu il primo a sentire il borbottare continuo di qualcuno dall’altra parte.
  11. Gerald Goran d’Carshai <<Forse non troppa, Omar...non saremo qui per comprare, ma saremo qui per vendere...>> disse all’accolito prima dell'arrivo del contatto del tecnoprete. All’arrivo di quest'ultimo fece un cenno del capo come saluto e rimase in silenzio, squadrandolo. Omar gli tolse le parole di bocca. Gli stava sempre più simpatico.
  12. Kale Arkam Una volta finito di chiudere la porta del magazzino, mi avvicino di furtivamente al poveraccio che si ritrova sopra il nostro buon goblin. E mentre questo è sicuramente impegnato ad evitare artigli, bava e quant’altro, cerco di lasciargli una mia impronta di piede nelle parti basse. In combattimento tutto è lecito, no? @Ian Morgenvelt
×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.