Jump to content

About This Club

“Your character stands atop a grassy hill . . . the sun glints off your golden hair, rippling in the warm breeze ...you absent-mindedly rub the gem-studded hilt of your magac sword, and glance over at the dwarf and elf, bickering as usual about how to load the horses . . . the magic-user has memorized her spells, and says she’s ready to go . . . a dangerous dungeon entrance gapes at you from the mountain nearby, and inside, a fearsome dragon awaits. Time to get moving. ..
  1. What's new in this club
  2. Grigory "Gli assalitori non danno l'idea di essere scemi. Insomma qui è successo un massacro calcolato." Il Chierico diede una mano a Vas con i cadaveri e mentre lo aiutava gli diede ragione sul ragionamento.
  3. Arn "Aye", fece Arn, di rimando a Vass: "Non voglio certo sorprese alle nostre spalle".
  4. Vassilji Trasportare i corpi non era una operazione rapida, ma gli dava modo di osservarli attentamente. "Non puzzano, ma non sanguinano. Morti recenti ma non troppo. Chiunque sia stato ha meno di una giornata di vantaggio su di noi." Per frugare tra gli averi dei morti avrebbe atteso che tutti fossero stati spostati nell'edificio. Si rivolse al compagno che lo stava aiutando, poiché sembrava il più propenso a comprendere le sue azioni ed appoggiarlo. "Che ne dici, Arn, proviamo a capire quali di queste tracce siano degli assalitori, per seguirle?"
  5. Moldain Yarthmont 992, mattina [sereno - fine primavera] Grigory osservò i cadaveri: nessuno di loro sapeva chi fossero e sicuramente era un etnia che non avevano mai incontrato, anche se parevano legati in qualche modo ai TRaladariani non certo ai Thyatiani Parevano morti al più da un giorno e intorno a loro vi erano tracce umanoidi Un edificio diroccato li attorno permetteva di nasconderli e Arn e VAss si misero a spostarne i corpi.
  6. Xeno Il monaco camminava con in mano il suo fido bastone, e la vista dei morti lo lasciò interdetto e subito vigile. Non ci voleva proprio... Aiuto Vas a portare i corpi
  7. Vassilji L'idea di Arn è una possibilità, ma non quella a cui pensavo io. "Oppure qualcuno ci ha preceduto nell'arrivare qui e chi già ci abitava non è stato accogliente, ma ci ha rimesso le penne."
  8. Arn "Fazioni diverse in lotta? Eh, ci mancava solo quello...", borbottò Arn, mentre si affiancava a Vass per aiutarlo.
  9. Grigory Il Chierico era molto perplesso, più si addentravano in quel fitto mistero e più la fine pareva allontanarsi. Questa nuova comunità poi, lo lasciò ancora più perplesso e guardingo @DM
  10. Vassilji "Morti. Significa almeno due gruppi armati qua in giro." sussurrò ai compagni, esprimendo quello che probabilmente era ovvio per tutti. L'uomo si avvicinò circospetto alle vittime, per cercare di capire da quanto erano morti e per trascinare i corpi in qualche edificio aperto.
  11. Moldain Yarthmont 992, mattina [sereno - fine primavera] Legare l'ago al filo non diede purtroppo i risultati attesi: l'ago non reagiva in alcun modo ad alcuna direzione. Pareva che la sua funzione non fosse quella Era chiaro che l'arazzo non entrava in quei dettagli. If fiumi non comparivano ma i compagni si diressero verso di loro prendendo un sentiero li parallelo. Percorso un tratto di sentiero il gruppo giunse ad un villaggio abbandonato. In mezzo al villaggio, lungo una strada che costeggiava un edificio vi erano tre cadaveri uccisi da lance: erano umani ma più tarchiati e barbarici.
  12. Arn "Forse la valle è cambiata nel tempo... o forse noi non riusciamo a comprendere perfettamente ľarazzo", Arn fece spallucce. "In ogni caso, dobbiamo andare avanti, in qualche modo".
  13. Grigory "Ma questi due grossi fiumi, non erano sul tappetone? E quei sentieri??" Il Chierico si guardò intorno pensieroso.
  14. Rhal Provarci non costa nulla disse l'elfo prendendo un filo e legandoci l'ago. Ho il terrore di perderlo e così è un pò più visibile. Stringendo poi a sé il tutto e puntando l'ago in ogni direzione, provò a sentire se lo spronava a mettersi in cammino.
  15. Moldain Yarthmont 992, alba [sereno - fine primavera] Nessuno dei compagni aveva idea cosa fossero quelli luoghi Grigory che aveva esaminato la valle mentre gli altri discutevano identificò fra i boschi posti sul fondo della stessa due grossi fiumi che scendevano dalle montagne e quelli che parevano vecchi sentieri che percorrendo i due lati opposto si congiungevano per uscire dalla stessa a ovest girando intorno alla montagna Tra le rovine sul fondo vi erano villaggi che parevano abbandonati, archi e piccoli templi
  16. Vassilji "C'è bisogno che risponda davvero?" L'atteggiamento preferito dell'uomo era sempre stata la prudenza, dunque un approccio furtivo sarebbe stato a lui più congeniale. "Però magari possiamo chiedere all'ago che strada prendere. Lo poggiamo sull'arazzo, o su ogni porta, oppure lo lasciamo galleggiare su un sughero dentro una ciotola d'acqua... Vi viene in mente qualche altro modo per interrogarlo?"
  17. Rhal L'elfo osservò per bene la città dall'alto facendo notare ai compagni i punti di riferimento più importanti di modo da non perdersi una volta giunti a livello della strada. L'idea di un percorso alternativo alla via principale mi piace rispose ad Arn, io andrei anche a controllare l'edificio più imponente, alto ed elegante se riusciamo ad individuarlo da qua. Questo posto ha certamente a che fare col nostro ago quindi magari è la nostra meta.
  18. Grigory Il Chierico si alzò di buon mattino ed iniziò a curare se stesso e tutti i bisognosi. Dopodiche, prima di fare colazione, si ritirò per un'oretta in preghiera, poi si riavvicinò per mangiare qualcosa. Mentre mangiava iniziò a guardarsi intorno. Ascoltò anche le parole di Arn, ma al momento non sapeva dare risposte a quella domanda. @DM
  19. Arn "Non ci resta che procedere...", commentò Arn, "però dobbiamo capire se vogliamo avanzare lungo il sentiero tracciato, in maniera più semplice ma esposta, o se preferiamo tentare un strada alternativa, più complicata e lunga, ma anche meno visibile".
  20. Tserdain 20 Yarthmont 992, tramonto [qualche nube - fine primavera] I compagni proseguirono e dopo un tratto, mentre si saliva attraverso un passo montano, trovarono una grotta dove riuscirono ad accamparsi La notte cadde profonda ma nulla accadde. Moldain Yarthmont 992, alba [sereno - fine primavera] Un alba fredda e limpida avvolse il gruppo: l'oscurità e le nubi si erano alzate e davanti a loro comparve la visione di una valle che si apriva sotto di loro Doveva essere stata la sede di una civiltà e ora era solo una vaga ombra del suo antico splendore. La maggior parte giaceva deserta e molti dei suoi edifici, un tempo belli, erano poco più che gusci fatiscenti La valle era circondata su tutti i lati da montagne a strapiombo si estendeva verso nord nella foschia. Le pietre del sentiero che conduceva lungo il fondovalle erano ricoperte di vegetazione e fiancheggiate da edifici fatiscenti e abbandonati. Più in alto sulle pareti della valle altre basse strutture si aggrappavano alle pareti rocciose, ma anche queste erano vittime del passare del tempo. Niente si muove tranne il vento, e un silenzio mortale inghiotte tutto.
  21. Illus, mago "V.v.v.va be.e.e.e.e.e.ne..." La balbuzie del mago peggiorava sempre più man mano che esauriva il suo potere magico. Un buon riposo e un ripasso del libro di incantesimi, e sarebbe migliorata.
  22. Arn "Se troviamo un posto sicuro, volentieri...", Arn si dissed'accordo coi compagni, mentre faceva un cenno di gratitudine verso Grigory.
  23. Vassilji "Dico che sono d'accordo, ma non qui, altrimenti impediamo con l'ago alle statue di difendere l'ingresso. Portiamoci avanti di qualche centinaio di metri almeno, così sentiremo se si attivano."
  24. Grigory Il Chierico curò per bene Arn, poi si alzò "Ragazzi, forse è il caso di accamparsi...che dite?"
  25. Tserdain 20 Yarthmont 992, tramonto [qualche nube - fine primavera] Le statue erano tornate al loro posto osservando l'ingresso e come sperava Vass presidiandolo Intanto Grigory curò Arn. Davanti a loro il sentiero proseguiva inoltrandosi ulteriormente fra le montagne. Il tramonto intento stava scendendo @all
  26. Vassilji Mentre rassettava l'abito dalle briciole della statua, sorrise all'elfo. "Li segui tu? Grandioso, così posso dispensarmi dal seguirli io stesso." Si voltò verso le statue. Una non era messa bene ma l'altra era quasi intatta. "E questi due ci guarderanno le spalle. Mi avrebbe dato molto fastidio aprire la strada a qualcun altro e ritrovarcelo dietro bello riposato una volta raggiunta la meta."
  27.  

×
×
  • Create New...