Jump to content

OcramGandish

Circolo degli Antichi
  • Content Count

    7,000
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    2

OcramGandish last won the day on March 27 2015

OcramGandish had the most liked content!

Community Reputation

152 Grifone

2 Followers

About OcramGandish

  • Rank
    Maestro
  • Birthday 12/24/1977

Profile Information

  • Gender
    Maschio
  • Location
    ... nowhere ...
  • GdR preferiti
    OD&D, WFRP, RdC, GURPS, WoD...
  • Occupazione
    ... biologo ... sommozzatore ... camminatore ...
  • Interessi
    GDR, FOTOGRAFIA, MARE, MONTAGNA, FILOSOFIA ... troppi...
  • Biografia
    Veneziano e sognatore cerco di conciliare il lavoro da biologo sui cetacei con le mia passioni...

Recent Profile Visitors

3,556 profile views
  1. Hans La carica è violenta e assieme a me colpiscono duro i miei compagni. Colpisco alla testa strappando un occhio alla bestia. Il suo urlo di dolore gela il sangue, ma impegnato ad urlare non si accorge dei colpi violenti dei miei compagni che lo finiscono facendolo stramazzare al suolo sparendo poco dopo in una nuvola grigia. Tengo stretta sia la spada che lo scudo mentre la pioggia scroscia. La torcia continua ad illuminare con la sua luce l'angolo del fienile e noi tutti. Respiro affannoso cercando di calmarmi mentre mi guardo attorno e parlo Occhi aperti, ci potrebbero essere altre visite. Tenete gli occhi lontano dalla luce AdG
  2. Hans Scuoto il capo " ... basta scappare ... se può essere ferito allora può morire ... " Impugno con forza la mia spada e tenendo alto lo scudo corro verso il nemico Morte!!! AdG
  3. Hans Arrivo alla torcia con lo scudo in pugno e dopo averla accesa sento un rumore terribile di carne e ossa maciullate. Estraggo la mia spada e mi avvicino a Knochen, ma sollevato lo sguardo il nemico è quanto di più terribile si possa immaginare. Rimango bloccato dal terrore dell'essere che solo il caos potrebbe aver partorito. Comincio lentamente ad indietreggiare tenendo alto lo scudo non riuscendo a pronunciare una sola parola...
  4. Hans L'ombra cala su Kiril in modo violento e inspettato mentre Grom era all'esterno. La pioggia continua a battere mentre torno ad accendere la torcia piantata nel terreno. La torcia è alle mie spalle in modo che la sua luce mi illumini alle spalle non condizionando la mia vista. Estraggo la mia spada e sorpasso Knochen tenendo alto lo scudo proteggendo il mio compagno disarmato. Sveglia signorine!! Alle armi!!! AdG
  5. Hans Grom Sussurro cercando di svegliare Knochen e Varl Knochen! Varl! Svegliatevi forse abbiamo visite!
  6. Hans Annuisco alle parole di Varl Anche per me sta bene tagliare subito verso il Reik ad est. Adesso in ogni caso riposiamo. Posso fare io il primo turno di guardia. Osservo fuori dal granaio Domani pioverà ancora ... sarà una giornataccia...
  7. Hans Dopo la presentazione di Markus sorrido alle sue parole sull'essere intriso di sangue " ... come se fosse un problema ... " e scopro per un attimo l'avambraccio mostrando un tatuaggio con arabeschi elaborati dove si staglia una spada avente come pomello un teschio e sui lati della lama una N e una C. Tranquillo Markus, sono un mercenario, nessuna remora Tutti Ascolto il discorso di Markus e quello di Magnus senza distogliere lo sguardo dalla mappa grattandomi la barba incolta cresciuta sul mio volto umido di pioggia. Appena c'è silenzio parlo. Indico la cittadina dove siamo al momento. Noi siamo qui, a Durheim e bisogna andare a sud verso le montagne, conosco il posto sono nato in uno dei villaggi verso sud. Non ci sono molte strade per scendere e se si vuole tenere alla larga chi si muove lungo le strade comandate non ci resta che procedere parallelamente lungo le terre selvagge, seguendo il Soll oppure il Reik. Tagliare dritti sarebbe molto dura e ci servirebbero comunque delle locande di strada dove rifocillarci, trovare riparo, dato che non sempre potremmo essere fortunati a trovare un granaio abbandonato. Osservo Markus Una trappola ... non credo che questo luogo sarebbe un buon posto, e poi qualcuno dovrebbe fare da esca o peggio accendere un fuoco. Poi è poco pratico, un lato è sventrato, è più facile per loro attenderci all'esterno e poi ucciderci con calma. Scuoto il capo Non credo sarebbe una buona idea. Abbiamo un vantaggio, seppur piccolo e cerchiamo di usarlo. Di solito i braccati si spostano in due momenti della giornata, all'alba al tramonto; se chi ci segue è una guardia cittadina o un soldato a paga da fame allora puoi aggiungere anche il pranzo, di solito loro stazionano in taverna e quindi puoi guadagnare tempo, ma non credo che sia questo il nostro caso. Io dico di riposare stanotte il più possibile, senza fuochi o luci. Domattina alle prime luci dell'alba partiamo di buona lena verso il Reik e proseguiamo paralleli alla strada fino a Ellwangel. Da li tagliamo per i boschi e raggiungiamo Muasach. Da li andiamo a sud fino a raggiungere la biforcazione tra il Soll e il fiume Aulen. Indico la strada sulla mappa mentre parlo. Sono almeno 300 miglia a piedi; a tappe forzate una compagnia organizzata impiega almeno due ottomane su strade normali. Se siamo fortunati la pioggia potrebbe durare e quindi darci un altro vantaggio. Ah, e per quel che mi riguarda ho una specie di debito con Magnus e Knochen. Non mi tirerò certo indietro adesso. Osservo Knochen Su Knochen, adesso cerchiamo di rimanere calmi... Osservo il tempo cercando di capire se il tempo migliorerà. AdG
  8. Hans Bancone Mentre escono i nani stringo i lacci dello zaino bilanciandolo. Mi metto il mantello e mi preparo ad un pezzo di strada sotto la pioggia. Esco ascoltando il rumore sordo dell’acqua che tamburella sopra il mio cappuccio e mi dirigo verso il granaio. Controllo se qualcuno mi dovesse seguire e alla vista del granaio attendo prima di deviare di essere completamente solo. Alzo spesso lo sguardo al cielo per capire se il tempo migliorerà. AdG Arrivato al granaio mi scrollo di dosso il mantello fradicio, appoggio lo zaino e alle parole dello sventratore porgo la mia mano destra per salutare alla maniera dei soldati prendendo l’avambraccio Beh intanto ci presentiamo. Io sono Hans, un vecchio compagno di Magnus e Knochen. E poi cerchiamo un modo per uscirne...
  9. Hans Bancone Appena Markus arriva al bancone sollevo il boccale verso di lui e quando si allontana lascio sul bancone i soldi delle birre rivolgendomi all'oste Le loro birre le pago io. Raccolgo i soldi di Markus con cui avrebbe pagato le birre e lo raggiungo Ehi vincitore... avevo detto all'oste che avrei pagato io un giro per voi e spero non vi offendiate... Gli porgo i soldi e appena li prende sussurro Markus Ritorno al bancone con Knochen e Magnus in attesa di muoverci con calma Bancone
×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.