Jump to content

Mautoa

Circolo degli Antichi
  • Content Count

    1.9k
  • Joined

  • Last visited

Community Reputation

67 Ogre

About Mautoa

  • Rank
    Eroe
  • Birthday 07/22/1979

Profile Information

  • Gender
    Maschio
  • Location
    Montelibretti (Roma)
  • GdR preferiti
    D&D
  • Occupazione
    Disoccupato

Recent Profile Visitors

The recent visitors block is disabled and is not being shown to other users.

  1. Radagast il Verde "Ma questa è tipo una droga... crea dipendenza... hai capito sto tacchino... EHI WIL, E' PURE UN DROGATO!!! Si prepara gli aiutini e poi li usa. Ingegnoso. Meschino. Subdolo. Traditore. HAI CAPITO QUESTO TACCHINO DI ERNESTINO?!?!"
  2. Radagast il Verde "E, ops, mi è scivolata di mano...sono sbadato sai... ho anche le mani tremolanti... può capitare..." Ne prese un'altra ed iniziò a guardarla da vicino. "Che strano colore..."
  3. Radagast il Verde "Ricostituente per le ossa? Gracilino?? Ops..." Il Druido fece "involontariamente" cadere una boccetta su dei sassi e si ruppe
  4. Radagast il Verde Il Druido si era gettato sulle cose trovate e le stava guardando e soppesando. Alle parole del ragazzo che diceva di non averlo mai visto, sobbalzò "CHE MI VENGA UNA TOSSE SIFULINA!!! Ma tu sei nato scemo così o da piccolo sei caduto da una quercia?" Pausa scenica "Wil, questo damerino ha viaggiato con me per un paio di giorni o giù di li...all'epoca avevo altri compagni di viaggio... chissà che fine hanno fatto...vabbè comunque, dagli un pugno da parte mia, che poi te lo ridò...ahahahahaha" E tornò di nuovo a guardare quel mucchio di cianfrusaglie.
  5. Radagast il Verde "Ma vatte a dà 'na chiodata!" Disse il Druido rivolto al giovane, poi non lo degnò di uno sguardo, ma si voltò ed andò ad armeggiare con tutte le cose che avevano trovato in mano alla Hertzen e i suoi scagnozzi. "Vediamo qui cosa c'è di bello..."
  6. Radagast il Verde "Piccola Eike, tranquilla, la Grande Madre non mi abbandonerà mai!" Fece un piccolo buffetto alla ragazza poi però fu travolto dall'entusiasmo dilagante di Huan "Si si pelandrone, sono ancora qui, lo sai che non posso lasciarti solo, verresti mangiato dai pidocchi! AHAHAHAHAHAH" Si alzò in piedi, aveva ancora un po' di contusioni ma in fin dei conti stava benone. "EHI WIL!! Lascia stare quell'ebete deficiente e vieni qui, così che possa darti una rappezzata. Eri già mezzo scassato prima dell'incontro, figuriamoci adesso!" @DM
  7. Radagast il Verde "Grande Madre, hai avuto compassione del tuo figlio prediletto!" Il Druido aprì gli occhi "L'amore infinito per i tuoi figli non ha eguali" Radagast si stiracchiò braccia e gambe facendo scrocchiare le giunture delle ossa CRIC... CROC... SCROC... Cercò con la mano destra il bastone per aiutarsi a rialzarsi, poi vide avvicinarsi Eike che voleva aiutarlo, allora gli allungò la mano sinistra per afferrarle il braccio nell'intento di rimettersi su. "Piccola Eike, la Grande Madre benedice anche te!" @DM
  8. Radagast il Verde "il tuo stupido moralismo ti porterà alla fine che tutti voi stupidi meritate" scimmiottò il Druido "Ma vatte a 'mmazzà!!! Tu e il tuo stupido cambiamento!!!!!! Stupido! Stupido tu! Stupida lei! Stupidi loro! Stupido il tuo cambiamento!!!" Poi vide la donna dare il via alle danze. "Ecco adesso andrai a vedere il tuo cambiamento...dalla parte delle radici!! Huan... è tutto tuo!!" Il grosso cane ed il Druido caricarono il ragazzo.
  9. Radagast il Verde "Quel vecchio con il cane pulcioso..." Fece eco il Druido "Stolto! Sei un giovane stolto. Senza il minimo di saggezza e lungimiranza. Uno stolto che per proteggersi si è messo a servire gli dei del caos. Per cui non solo stolto, ma anche un servo. Uno schiavo. Carne da macello che non verrà risparmiata dai suoi padroni, perché ovviamente nella tua stupida miopia non comprendi appieno quello che ti accade. Un servo stolto che va dietro ad una donna ancora più stolta. Come può un cieco guidare un altro cieco, non cadranno entrambi nella prima buca? Ernesto, nella
  10. Radagast il Verde "Certo che mi faccio avanti Ernest..." Il Druido assunse una postura raramente vista. Divenne più alto, si erse mentre camminava utilizzando il suo bastone come fosse un pastore. Un pastore di alberi. Huan divenne fiero di fianco a Radagast. Entrambi avanzarono verso il bivacco ad ampi passi. L'espressione del Druido era severa. Estremamente severa. Arrivò di fronte agli astanti... "Ernest, ripeto, cosa ci fai in compagnia di questa gente?" Il Druido non rideva più. non scherzava. Non giocava. Non aveva gli occhi scintillanti. Era severo. Duro. La sua figu
  11. Radagast il Verde "ERNST...ERNST!!!! CHE DIAVOLO CI FAI TU QUI??"
  12. Radagast il Verde Il Druido rimase in ascolto nell'oscurità, ma quello che vedeva intorno a loro lo inorridiva. Tutto era corrotto. Tutto. Tutto era stato trasformato e distorto. Tutto. Erano nei guai. Seri guai. "Olf, siamo perduti..." sussurrò
  13. Radagast il Verde "Grande Madre...davvero puoi abbandonare così i tuoi figli??" Il Druido si sentì svuotato e per la prima volta, solo. "Grande Madre, io che sono fra i tuoi figli prediletti..." Cadde a terra in ginocchio col volto nel terreno. Iniziò a baciare delicatamente la terra e le erbette. Con l'indice della mano destra iniziò a fare strani segni nella terra @DM
  14. Radagast il Verde "Vieni qui citrullo" Sussurrò il Druido mentre si avvicinava a Wil. @DM
  15. Radagast il Verde Il Druido scosse la testa. La situazione non gli piaceva proprio. Quella era Etelka, non c'erano dubbi. Ma loro erano pochi e gli altri molti. Di nuovo scosse la testa e passò lo sguardo sui suoi compagni con sguardo interrogativo.
×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.