Jump to content

Benvenuto in Dragons’ Lair

La più grande e attiva community italiana sui giochi di ruolo.
Accedi o registrati per avere accesso a tutte le funzionalità del sito.
Sarai così in grado di discutere con gli altri utenti della community.
By senhull

Non Preparare Trame

Per preparare le sessioni è meglio concentrarsi sul creare delle situazioni da presentare ai giocatori. Preparare delle trame delineate e specifiche è controproduttivo.

Read more...

Fantasmi

Eccovi il terzo di una serie di articoli che vanno a guardare sotto una luce nuova molti dei mostri iconici dei nostri giochi, suggerendo nuovi approcci per usarli.

Read more...

Cosa c'è di Nuovo su Kickstarter: Scarlet Citadel

La nuova campagna dungeon crawl della Kobold Press per D&D 5E vi porterà dentro un enorme dungeon in un'avventura di stampo classico.

Read more...

Ryuutama, Gioco di Ruolo Natural Fantasy

Ryuutama parla dell'esplorazione un mondo bucolico ed idilliaco, eccovi la recensione di questo nuovo gioco di ruolo fantasy proveniente dal Giappone e tradotto anche in italiano.

Read more...

Acheron Books distribuirà il GdR Primi Re

Acheron Books ha annunciato una partnership con Epic Party Games per la distribuzione di Primi Re, un GdR narrativo ambientato in una Roma oscura, brutale e misteriosa. 

Read more...

    Mythic Odysseys of Theros sarà il prossimo manuale per la 5e?

    • Una fuga di notizie ha rivelato quello che dovrebbe essere il manuale di D&D 5e previsto per metà 2020: si tratta di un manuale d'ambientazione collegato a Magic: the Gathering e basato sul tema dell'Antica Grecia.

    Avviso: l'immagine utilizzata nell'intestazione di questo articolo non è quella della copertina del manuale, ma si tratta di una delle illustrazioni usate per pubblicizzare l'espansione Theros: Beyond Death per il gioco di carte Magic: the Gathering. Potete trovare in fondo all'articolo l'immagine della copertina del manuale.
     

    In queste ore una fuga di notizie ha permesso di scoprire quello che dovrebbe essere il prossimo supplemento in arrivo per D&D 5e. Lo store online Penguin Random House, infatti, ha per sbaglio caricato in rete la copertina e le informazioni del nuovo manuale, rivelandole al pubblico. Si tratta di Mythic Odysseys of Theros, previsto per il 19 Maggio 2020 al costo di 49,95 dollari.

    E' importante precisare, comunque, che ancora non c'è stata alcuna conferma ufficiale da parte della Wizards of the Coast, dunque al momento la notizia va ancora presa con le pinze anche se tutto fa credere che sia vera. Per averne la certezza dovremo aspettare le dichiarazioni ufficiali del D&D team.

    E' interessante notare, tuttavia, che Theros è un'ambientazione appartenente Magic: The Gathering, dunque è plausibile che - visto il successo ottenuto da Guildmasters' guide to Ravnica - la WotC abbia deciso di pubblicare per la 5e un altro manuale d'ambientazione tratto dal celebre gioco di carte. Altro dettaglio significativo, invece, è il fatto che Theros è un'ambientazione basata sul tema dell'Antica Grecia, uno dei temi che la WotC aveva proposto in un Sondaggio del 25 Agosto 2017.

    Questa è la descrizione di Theros fatta dalla wiki di Magic: the Gathering:

    Theros è un piano governato dagli dei di Nyx, dove gli eroi affrontano mostri, il mare infuria, le persone donano offerte bruciate e le avventure hanno luogo. E' definito dalla lotta dell'umanità contro le forze primordiali del mondo e dal conflitto dell'umanità con le tante altre razze sapienti che popolano il mondo.

    In tempi antichi, gli arconti di Theros controllavano un enorme impero, tiranneggiando il mondo nella convinzione di imporre una giustizia rigorosa. Il più celebre fra questi Arconti tiranni era Agnomakhos, che usava i leonin (una forma di leoni antropoformi presenti in vari altri piani, Ndtraduttore) come esercito. Alla fine l'impero cadde, venendo poi sostituito dalle poleis (città-stato nello stile delle celebri città greche, NdTraduttore), e ora i rimanenti Arconti si scagliano contro queste ultime, offendendo "l'onore" che essi ritengono sia stato loro strappato.

    Vi aggiorneremo appena avremo maggiori notizie al riguardo. Nel frattempo diteci cosa ne pensate nei commenti.

    2073662520_ScreenShot2020-02-28at4_41_15PM.png.31e7fb4fbf3e2a8b023bd39afa5ea49e.png



    News type: Rumor


    User Feedback

    Recommended Comments



    Considerato che tempo fa avevano dato la possibilità di un manuale di ambientazione Greca ci sta, alcuni Unearthed Arcana coincidono pure con l'idea (Druido delle Costellazioni e Giuramento dell'Eroismo, per dire). Poi è pure una delle mie ambientazioni preferite di Magic, quindi non posso che essere felice.

    • Like 1
    Link to comment
    Share on other sites

    Il vero problema delle ambientazioni di Magic in D&D è che la Wizard ancora non ha creato un sistema magico apposito per Magic, un sistema dove le Scuole di Magia vengano rimpiazzate dai Colori di Magic e dove, magari, le Terre influenzino il lancio o il potere degli incantesimi.

    Il sistema di D&D non si sposa con l'ambientazione di Magic.

     

    Comunque ho notato che la Grecia sta andando molto di moda in questo periodo tra questo, Arkadia e Odissey of the DragonLords.

    • Like 1
    Link to comment
    Share on other sites
    11 ore fa, Grimorio ha scritto:

    Il sistema di D&D non si sposa con l'ambientazione di Magic.

    Mah, mi pare che con "Guildmaster's Guide to Ravnica" abbiano fatto un buon lavoro, invece: hanno preso dall'ambientazione quello che poteva essere trasposto in D&D, e lo hanno trasposto bene (il sistema delle gilde, per esempio, secondo me è una manna dal cielo per master e giocatori, e può essere facilmente esportato anche in altre ambientazioni... c'è una cosa del genere anche in "Eberron: Rising from the Last War", tanto per dirne una).

    Comunque, questo Theros mi pare molto intrigante; sono cresciuto a pane e mitologia greco-romana (avevo un libro con tutti i miti e i personaggi, ho visto un sacco di film -molti dei quali italiani- ambientati in quell'epoca, adoravo "Ulisse 31" e "I Cavalieri dello Zodiaco"), quindi l'idea di poter replicare quelle storie mi attira parecchio.

    • Like 1
    Link to comment
    Share on other sites
    17 ore fa, Grimorio ha scritto:

    Il vero problema delle ambientazioni di Magic in D&D è che la Wizard ancora non ha creato un sistema magico apposito per Magic, un sistema dove le Scuole di Magia vengano rimpiazzate dai Colori di Magic e dove, magari, le Terre influenzino il lancio o il potere degli incantesimi.

    Il sistema di D&D non si sposa con l'ambientazione di Magic.

     

    Comunque ho notato che la Grecia sta andando molto di moda in questo periodo tra questo, Arkadia e Odissey of the DragonLords.

    Sì, io la avverto come un'operazione puramente commerciale, però potrei sbagliarmi. Sì, le ambientazioni della grecia vanno molto, c'è pure un altro famoso kickstarter sempre ambientato in grecia oltre a quei due uscito di recente, anche se al momento mi sfugge il suo nome.

    16 ore fa, Grimorio ha scritto:

    P.S. non so se Sage Advice sia una pagina ufficiale Wizards ma adesso la notizia è stata inserita anche lì

    https://www.sageadvice.eu/2020/02/28/a-new-dd-setting-mythic-odysseys-of-theros-a-campaign-setting-book-for-the-magicthe-gathering/

    No, è gestito da Zoltar che ha molti contatti con la WOTC, ma non è una piattaforma ufficiale.

    5 ore fa, MattoMatteo ha scritto:

    Mah, mi pare che con "Guildmaster's Guide to Ravnica" abbiano fatto un buon lavoro, invece: hanno preso dall'ambientazione quello che poteva essere trasposto in D&D, e lo hanno trasposto bene (il sistema delle gilde, per esempio, secondo me è una manna dal cielo per master e giocatori, e può essere facilmente esportato anche in altre ambientazioni... c'è una cosa del genere anche in "Eberron: Rising from the Last War", tanto per dirne una).

    Comunque, questo Theros mi pare molto intrigante; sono cresciuto a pane e mitologia greco-romana (avevo un libro con tutti i miti e i personaggi, ho visto un sacco di film -molti dei quali italiani- ambientati in quell'epoca, adoravo "Ulisse 31" e "I Cavalieri dello Zodiaco"), quindi l'idea di poter replicare quelle storie mi attira parecchio.

    Di Ravnica ne ho sentito parlare bene e male, però non l'ho mai provato personalmente. Potresti spiegarmi brevemente questa meccanica delle gilde?

    Link to comment
    Share on other sites
    12 ore fa, MattoMatteo ha scritto:

    Mah, mi pare che con "Guildmaster's Guide to Ravnica" abbiano fatto un buon lavoro, invece: hanno preso dall'ambientazione quello che poteva essere trasposto in D&D, e lo hanno trasposto bene (il sistema delle gilde, per esempio, secondo me è una manna dal cielo per master e giocatori, e può essere facilmente esportato anche in altre ambientazioni... c'è una cosa del genere anche in "Eberron: Rising from the Last War", tanto per dirne una).

    Comunque, questo Theros mi pare molto intrigante; sono cresciuto a pane e mitologia greco-romana (avevo un libro con tutti i miti e i personaggi, ho visto un sacco di film -molti dei quali italiani- ambientati in quell'epoca, adoravo "Ulisse 31" e "I Cavalieri dello Zodiaco"), quindi l'idea di poter replicare quelle storie mi attira parecchio.

    Si ma i colori sono  una parte molto importante in Magic, anche nelle descrizioni dei personaggi, non dovevano fare chissà che cambiamenti, gli Slot potevano semplicemente cambiare nome in punti Mana, si faceva una suddivisione degli incantesimi basati sui Colori invece che sulle scuole di magia. Il lavoro più cospicuo sarebbe avvenuto per le sottoclassi del mago legate alle scuole, avrebbero potuto creare nuove sottoclassi, una per ogni colore, e poi fare piccoli aggiustamenti per il Cavaliere Mistico e per il Mistificatore Arcano. Per i chierici sarebbe bastato tenere i domini che già hanno ma associandoli ad un particolare Colore tipo Bianco-Vita, Rosso-Guerra, Blu-Tempesta, Verde-Natura, eccetera.

    • Like 1
    Link to comment
    Share on other sites

    Al di là dell'ovvia scelta di pubblicare il manuale su theros in contemporanea con l'uscita del blocco di carte legato al medesimo setting (del quale non gliene faccio una colpa, anzi), sono molto curioso di vedere come sarà il prodotto. Il setting mitologico-fantasy mi ha sempre ispirato, e se uscisse un manuale come fu quello di Ravnica, con magari una descrizione "pronta al gioco" di un determinato luogo di Theros, sarebbe tra le mie priorità di acquisto. Il setting ha secondo me un grande potenziale anche per il reskin, il che è OTTIMO. 

    Oltre a portare nuovi archetipi, che sono sempre graditissimi. 

    • Like 3
    • Thanks 1
    Link to comment
    Share on other sites
    12 ore fa, marcoilberto ha scritto:

    Di Ravnica ne ho sentito parlare bene e male, però non l'ho mai provato personalmente. Potresti spiegarmi brevemente questa meccanica delle gilde?

    Riporto quello che ho letto (o, almeno, quanto ricordo di aver letto) in un'articolo quì su DL, visto che non ho il manuale: svolgere missioni per la gilda a cui appartieni ti fornisce punti, ogni tot punti sali di grado nella gilda, ad ogni grado (ce ne dovrebbero essere da 3 a 5, ora non ricordo) ottieni vantaggi di vario tipo (oggetti magici, subordinati che ti obbediscono, capacità speciali, eccetera).
    Inoltre, visto che le gilde sono in contrasto tra loro (in modo più o meno aperto... ricordo che devono comunque cooperare un minimo, per sperare di poter gestire una città che copre la superficie di un'intero pianeta!), perchè ognuna ha la porpria visione di qual'è (o quale dovrebbe essere) il meglio per gli abitanti della città, quindi ci sono un sacco di spunti per avventure di ogni tipo: investigazioni, politica, esplorazioni, combattimenti...

    • Like 1
    Link to comment
    Share on other sites

    Condivido in toto quanto detto da @Monolente, se pubblicheranno un altro manuale come Ravnica io sarò solo che supercontento e sicuramente questo manuale lo acquisterò a scatola chiusa, cosa che probabilmente non avrei fatto con un manuale sui FR (mi basta e avanza Avernus).

    Non sono un grande fan della mitologia greca ma insomma, tra idre e non morti dovrei avere mostri sufficienti a farmi contento ^ ^

    Piuttosto, spero non si limitino ad un paio di sottoclassi come su Ravnica, ma pubblichino anche qualche opzione in più per i giocatori.

    • Like 2
    Link to comment
    Share on other sites
    Il 1/3/2020 alle 08:00, Grimorio ha scritto:

    Si ma i colori sono  una parte molto importante in Magic, anche nelle descrizioni dei personaggi, non dovevano fare chissà che cambiamenti, gli Slot potevano semplicemente cambiare nome in punti Mana, si faceva una suddivisione degli incantesimi basati sui Colori invece che sulle scuole di magia. Il lavoro più cospicuo sarebbe avvenuto per le sottoclassi del mago legate alle scuole, avrebbero potuto creare nuove sottoclassi, una per ogni colore, e poi fare piccoli aggiustamenti per il Cavaliere Mistico e per il Mistificatore Arcano. Per i chierici sarebbe bastato tenere i domini che già hanno ma associandoli ad un particolare Colore tipo Bianco-Vita, Rosso-Guerra, Blu-Tempesta, Verde-Natura, eccetera.

    Ma una cosa del genere si allontana moltissimo da D&D e sopratutto non avrebbe reso/renderebbe il manuale utilizzabile in ogni campagna. Invece quello che saggiamente sta facendo la Hasbro è far si che si possa usare ogni manuale in ogni campagna non solo quelle per cui il manuale è fatto. Quindi nella SCAG c'è la parte su come adattare le cose specifiche dei FR alle altre ambientazioni e i meccanismi di gilda di ravnica possono essere adattati e usati in ogni gilda di ogni ambientazione. 

    Quello che proponi invece è un nuovo manuale del giocatore in pratica.

    Link to comment
    Share on other sites
    In questo momento, Lord Danarc ha scritto:

    Ma una cosa del genere si allontana moltissimo da D&D e sopratutto non avrebbe reso/renderebbe il manuale utilizzabile in ogni campagna. Invece quello che saggiamente sta facendo la Hasbro è far si che si possa usare ogni manuale in ogni campagna non solo quelle per cui il manuale è fatto. Quindi nella SCAG c'è la parte su come adattare le cose specifiche dei FR alle altre ambientazioni e i meccanismi di gilda di ravnica possono essere adattati e usati in ogni gilda di ogni ambientazione. 

    Quello che proponi invece è un nuovo manuale del giocatore in pratica.

    No, più un Unhearted Arcana, inteso come il famoso supplemento che cambiò le regole di AD&D 1a Edizione, non come i playtest per classi della 5a.

    Link to comment
    Share on other sites

    Si, un UA, ma alla fine il risultato è un manuale opzionale utilizzabile in determinati casi. La hasbro mi pare orientata diversamente invece, poiché una cosa del genere sarebbe comprata solo da chi intende usarla per l'ambientazione magic, mentre una cosa valida per tutti può essere acquistata anche da chi non vuole usarla per l'ambientazione magic.

    Link to comment
    Share on other sites
    In questo momento, Lord Danarc ha scritto:

    Si, un UA, ma alla fine il risultato è un manuale opzionale utilizzabile in determinati casi. La hasbro mi pare orientata diversamente invece, poiché una cosa del genere sarebbe comprata solo da chi intende usarla per l'ambientazione magic, mentre una cosa valida per tutti può essere acquistata anche da chi non vuole usarla per l'ambientazione magic.

    E un sistema magico opzionale come ti impedirebbe di usare l'ambientazione, le razze e le gilde con D&D?

    Link to comment
    Share on other sites
    Il 29/2/2020 alle 19:39, MattoMatteo ha scritto:

    Mah, mi pare che con "Guildmaster's Guide to Ravnica" abbiano fatto un buon lavoro, invece: hanno preso dall'ambientazione quello che poteva essere trasposto in D&D, e lo hanno trasposto bene (il sistema delle gilde, per esempio, secondo me è una manna dal cielo per master e giocatori, e può essere facilmente esportato anche in altre ambientazioni... c'è una cosa del genere anche in "Eberron: Rising from the Last War", tanto per dirne una).

    Comunque, questo Theros mi pare molto intrigante; sono cresciuto a pane e mitologia greco-romana (avevo un libro con tutti i miti e i personaggi, ho visto un sacco di film -molti dei quali italiani- ambientati in quell'epoca, adoravo "Ulisse 31" e "I Cavalieri dello Zodiaco"), quindi l'idea di poter replicare quelle storie mi attira parecchio.

    Dato che di Magic parliamo, secondo me avrebbe avuto senso legare la nuova ambientazione a Ravnica dandole spessore e ampliandola; mi par di capire invece che tra le 2 ambientazioni non ci sia nessun legame

    Ciao

    Link to comment
    Share on other sites



    Create an account or sign in to comment

    You need to be a member in order to leave a comment

    Create an account

    Sign up for a new account in our community. It's easy!

    Register a new account

    Sign in

    Already have an account? Sign in here.

    Sign In Now

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.