Jump to content

Monolente

Circolo degli Antichi
  • Content Count

    2.8k
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    17

Monolente last won the day on January 14 2018

Monolente had the most liked content!

Community Reputation

627 Fenice

3 Followers

About Monolente

  • Rank
    Campione
  • Birthday 03/01/1992

Profile Information

  • Location
    Molinella, BO
  • GdR preferiti
    D&D 3.5, Pathfinder, Warhammer Fantasy
  • Occupazione
    Studente
  • Interessi
    GdR, Chimica, Vino (studio enologia, già), disegno, illustrazione.

Recent Profile Visitors

4.0k profile views
  1. Benvenuto! Come prima cosa, ti suggerisco di annunciarti nella sezione "mi presento", che è sempre molto apprezzato e richiesto. Passando alla build: nel caso volessi sia castare che combattere, l'hexblade è la scelta ottimale perché ti consente di usare il carisma per tutto, compresi gli attacchi con le armi, e ti dà competenza automatica nellte armature medie e negli scudi, il che ti rende potenzialmente una prima linea validissima. Ovviamente, stiamo parlando del Patto della Lama, per il quale probabilmente vorrai tutte le suppliche occulte del caso: Improved Pact Weapon
  2. Quello che secondo me dovresti tenere in considerazione è quale aspetto del multiclasse ti interessa di più: - I livelli da guerriero consentono generalmente un output di danni più stabile (più attacchi con danno medio) e una maggiore capacità di stare in mischia (DV più alto, capacità di recuperare pf). - I livelli da ladro puntano solitamente a un output di danni più alto ma meno stabile (furtivo, attacco singolo), ha qualche ottimo strumento per destreggiarsi in mischia (uncanny dodge, cunning action) ma compensa con un DV più basso e nessun modo per recuperare velocemente i pf p
  3. Una build che trovo personalmente valida per ridurre il MAD è fare il primo livello da barbaro e gli altri da monaco, così da pompare FOR e COS, e dumpare SAG. Pugno stordente perde qualsiasi efficacia, ma tanto il ki si può usare per le raffiche. A quel punto butti su la CA e i PF con COS, e i TpC e i danni con FOR. La DES quando riesci, per alzare ulteriormente la CA. Per i level up, personalmente preferisco tenere il barbaro al livello 1 e poi salire solo da monaco, per alzare il prima possibile i punti ki, gli attacchi e il danno. Come sottoclasse, sarei per una che non impone TS, com
  4. Sì, esiste la build in cui il warlock multiclassa stregone al fine di massimizzare il danno per turno grazie a Incantesimi Rapidi, lanciando una spell + Eldricht Blast oppure 2x Eldricht Blast a turno, ma a scapito di mettere molti livelli in stregone, gli utilizzi al giorno di questa combo sono relativamente limitati (Incantesimi Rapidi consuma 2 punti stregoneria a botta, e lo stregone ottiene 1 punto stregoneria per livello). Se volessi fare un paragone, è tecnicamente più forte a "sparare" del warlock puro con eldricht blast a livelli alti, e a mio parere un po' sotto all'hexblade ai livel
  5. Aggiungo qualche considerazione: L'hexblade funziona anche dalla distanza, dal momento in cui ottiene accesso a Improved Pact Weapon (dalla Xanathar's Guide) che permette di trasformare l'arma del patto in un arco o una balestra. Potresti, potenzialmente, farti una build interamente dedicata a questo e rinunciare a Eldricht Blast. Di seguito le differenze tra le due build. Con la build su Eldricht Blast: - Gran parte del tuo danno è da Forza, incontrastabile dalla maggioranza dei mostri. - Il numero di attacchi aumenta fino a quattro al livello 17, mettendoti in tale meri
  6. Mi limito ad aggiungere un paio di considerazioni: - la sottoclasse Arcane Trickster permette già di per sé, come variante opzionale, di scegliere gli incantesimi dalla lista dello stregone, anziché da quellla del mago, e di usare il carisma invece dell'intelligenza per castare. Questo per farti capire quanto un avanzamento "misto" fosse già stato previsto. Questo non toglie tuttavia nulla al multiclassing, qualora il giocatore volesse un avanzamento più rapido nell'aquisizione di spell, slot e punti di metamagia, e resta una pura questione di preferenze del giocatore. - A tal propos
  7. Al di là dell'ovvia scelta di pubblicare il manuale su theros in contemporanea con l'uscita del blocco di carte legato al medesimo setting (del quale non gliene faccio una colpa, anzi), sono molto curioso di vedere come sarà il prodotto. Il setting mitologico-fantasy mi ha sempre ispirato, e se uscisse un manuale come fu quello di Ravnica, con magari una descrizione "pronta al gioco" di un determinato luogo di Theros, sarebbe tra le mie priorità di acquisto. Il setting ha secondo me un grande potenziale anche per il reskin, il che è OTTIMO. Oltre a portare nuovi archetipi, che sono sempr
  8. La stirpe Impossibile da PF mi aveva colpito molto come flavor, e vedere qualcosa di molto simile in 5e mi fa un sacco piacere.
  9. Io proverò sicuramente ad esserci per uno o entrambi i giorni, confermo più avanti. Also, vedo se portarmi il truppone (guns). Also, no problemo per me fare tappa a Gorizia.
  10. @Arcal se vuoi posso portarti qualche esempio da un ambiente in cui tutte le spell richiedono una formula: il gioco di ruolo dal vivo. Siccome è parte integrante della spell, spesso la regola è di formulare una frase di 10 o 15 parole, che può essere però scelta come meglio crede il giocatore, e che di solito può essere usata per ogni tipo di spell. Così, pur essendo un paletto, si lascia una certa libertà ai giocatori, che non sono quindi obbligati a impararsi lingue auliche, di fantasia o morte, a meno che non desiderino una formula che suoni più secondo i loro gusti. Secondo me pu
  11. Quella capacità sembra praticamente uguale allla capacità da livello 6 del Battlemaster, quindi avrei pochi dubbi sul fatto che potrebbe tranquillamente essere un guerriero puro su forza, oppure su destrezza prendendo tre livelli da monaco Kensei.
  12. Super lieto di aver partecipato al raduno anniversario del forum, come sempre. E al solito: - io che mi isolo a parlare di larp tutta la prima sera, ancora mi sento un po' in colpa - il COMPENDIO DEI PNG parte 0.5 - il cameriere della trattoria che "non ha capito che non ha proprio capito" - Smite con il look da malvagio - Guccini e lambrusco - Alonewolf ormai provetto espositore di giochi da tavolo - la zia carichissima di Stroy - la musica tipicamente veneta di Flare e Tam - Citadels interrotto per la migliore delle ragioni - TUTTE le perle
  13. Personalmente sono dell'idea che le regole siano presentate lì per rispondere alla domanda: "se io giocatore/dm avessi bisogno di un aspetto meccanico su cui basarmi per una determinata prova/sfida/ecc, questo gioco me lo può proporre?" Si tratta di un argomento che esula dalle discussioni sulla "narrazione", per come la definisci. Perchè questa, sebbene sia incoraggiata e comunque parte integrante di D&D nell'opinione comune, è difficilmente regolamentabile. Basta vedere le differenti opinioni sull'interpretazione e la gestione di determinate giocate da parte dei dm e dei giocatori n
  14. Personalmente ho giocato un monaco/ladro, e sono andato per 6 livelli da monaco (via dell'ombra) per poi continuare da ladro (thief) e sono stato piuttosto soddisfatto. Certo il furtivo non si sentirà fino a livelli più alti, ma è una build che mi dava un ventaglio di opzioni molto divertente, nel caso valutassi di fare il multiclasse.
×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.