Jump to content

Arcal

Circolo degli Antichi
  • Content Count

    371
  • Joined

  • Last visited

Community Reputation

28 Orco

About Arcal

  • Rank
    Prescelto
  • Birthday 11/17/1993

Profile Information

  • Gender
    Maschio
  • Location
    Pistoia
  • GdR preferiti
    D&D 3.5
  • Occupazione
    Tecnico Automazione
  • Interessi
    Videogame, boardgame, sport
  • Biografia
    Un cretino a giro per il mondo

Recent Profile Visitors

1,367 profile views
  1. 😧 non dico altro EDIT: invece un'altra cosa la dico, altra domanda: quando si ritira gli 1 e 2 ai danni, si ritirano anche quelli dello smite ed eventuali incantesimi o solo quelli dell'arma?
  2. Ciao a tutti, mi sono soffermato su questo dettaglio tecnico: se ho capito bene il critico raddoppia tutti i dadi dei danni, quindi anche quelli della punizione divina. La punizione divina dal canto suo si applica "quando il paladino colpisce una creatura con un attacco con un'arma da mischia", quindi sempre se ho capito bene si può dichiarare dopo aver colpito. Se tutto questo è vero allora è possibile dichiarare la punizione divina solo quando si è effettuato un critico per massimizzare il numero di dadi/slot incantesimo?
  3. Esatto, alla fine penso farò/faremo così. Un piccolo elenco di formule da poter consultare alla bisogna. Per esempio io col mio pg paladino ho fatto una cosa simile con le cose base della sue religione, piccole preghiere o comandamenti da dire in momenti di particolare vena ruolistica, che secondo me danno un immersione maggiore con poco sforzo e senza sfociare nell'esagerato/ridicolo/ecc
  4. Allora, alcune precisazioni. Faccio parte di più gruppi, alcuni come giocatore, altri come master. Questo discorso si applicherebbe solo ad uno di questi, dove cerchiamo più interpretazione/immersione possibile. Per far questo cerchiamo di descrivere (brevemente altrimenti ci vorrebbero ore ed ore per un singolo combat) ogni colpo e l'effetto degli incantesimi, per esempio "corro verso il nemico facendo scivolare il maglio sul terreno, quando gli arrivo davanti lo colpisco dal basso verso l'alto facendolo cadere all'indietro" o "una punta di ghiaccio si materializza nella mia mano, con un gesto la scaglio contro il nemico". Oltretutto di solito prima tiriamo i dadi e poi "ruoliamo" i risultati. Effettivamente come detto da voi, recitare la formula ogni volta sarebbe troppo su tutti i fronti, però ne sento la "mancanza" nei momenti più drammatici / boss fight / ecc. EDIT: forse una soluzione potrebbe essere quella di conoscere queste formule (brevi), magari appuntate da qualche parte, e usarle a piacere nei momenti che sembrano più adatti.
  5. Ciao a tutti, mi sta frullando in testa questo dubbio di interpretazione: voi come fate quando viene lanciato un incantesimo? Per avere una interpretazione "massima" si dovrebbe sapere la formula in draconico (nel caso di D&D) e riuscire a recitarla. Questo mi sembra forse esagerato, ma non mi vengono in mente vie di mezzo tra questo e semplicemente dichiarare l'azione.
  6. Ciao, ho provato questo dungeon con i miei players. In una sessione di circa 3 ore siamo direi a un 2/3 del completamento, ecco alcune considerazioni: Ho ambientato il dungeon in una foresta, dove ci sono questa sorta di radure, ognuna rappresenta un crocevia con il numero raffigurato in qualche modo (incisione, scultura, arbusti con una particolare forma, ecc); Per rappresentare le diverse strade ho messo 4 simboli (Mostro, Bacchetta, Liuto, Albero) incisi o rappresentati vicino ad ogni sentiero; Ho fatto in modo che i sentieri avessero una specie di nebbia magica che impedisse ovviamente di vedere al di là; Per impedire il riposo ho dato "vita" alla vegetazione nelle stanza dove il riposo non è consentito, facendo in modo che se i pg si fermano troppo a lungo la vegetazione piano piano inizia ad avvilupparli, mentre nelle stanze buone per riposare la vegetazione è ferma; Ho inserito una semplice side quest, un albero con due facce incise, con collocati degli occhi fatti di pietra, però una delle facce ha un occhio mancante che si trova in un'altra stanza. Mettendo l'occhio a posto si avrà una ricompensa; I mostri sono nelle stanze multiple di 4 (4-8-12-16-20-24); Le stanze dove ci si può riposare sono multiple di 5 (5-10-15-20-25); Le stanze della side quest sono a caso (6-18). I players hanno avuto non poche difficoltà a capire come funziona, si sono avvicinati ma ho dovuto dargli qualche piccolo suggerimento e comunque non sono ancora riusciti a capire del tutto. Inizialmente pensavo di inserire un'uscita rapida nella stanza 25, ma per caso sono riusciti ad andare subito li senza incontrare nessun mostro, nessuna stanza di riposo e nemmeno le stanze della side quest, quindi ho deciso di eliminare al volo questa opzione. Durante il tentativo di tornare indietro invece stanno capendo meglio il tutto e hanno dovuto affrontare qualche combattimento. La difficoltà più grande per capire il meccanismo comunque è il fatto che in diversi "intervalli" il comportamento è diverso. In ogni caso ci siamo divertiti, a loro è piaciuto il fatto di doversi arrovellare, a me invece divertiva vederli brancolare nel buio 😏
  7. ciao, è sempre attiva la questione? in caso potrebbe interessarmi. Maggiori informazioni?
  8. Ciao, anche io nella 5e ho fatto solo il master, avrei voglia di provare o un warlock come incantatore oppure un ladro come combattente
  9. Ciao, intanto se questa non fosse la sezione giusta spostate tranquillamente, ma veniamo al dunque. Sto mettendo su una campagna in 5e per 2 giocatori con ambientazione di mia creazione, in pratica sto cercando di ricreare il nostro comune con tutti i "personaggi" che ci abitano, i luoghi, ecc (della serie "ogni riferimento a persone esistenti o a fatti realmente accaduti è puramente casuale"). Questo rende il tutto molto scherzoso di base, ma ai giocatori è venuta l'idea di interpretare i capi di una banda criminale emergente, quindi ho farcito Qarrath (questo è il nome del regno, ispirato a Quarrata) di tutta una serie di bande criminali, mercenari, briganti e via dicendo. Devo ancora caratterizzare la maggior parte di questa schiera di manigoldi e la guerra tra gang potrà avere inizio. I personaggi sono un ladro e un ranger entrambi di livello 5, la campagna inizierà partendo dal tentativo del ranger di liberare il ladro da una base di una banda rivale che lo ha catturato. Dopo di che avevo intenzione di far gestire ai due la loro organizzazione, con tanto di scagnozzi, traffici illegali, ecc, lasciandogli la libertà di decidere dove concentrare gli sforzi della banda e magari di intervenire personalmente in situazioni delicate. Detto questo mi chiedevo se qualcuno avesse esperienza in cose simili, consigli sulla gestione di un'organizzazione (rendita settimanale?, scagnozzi morti e reclutamento?, tradimenti?). Inoltre, se può essere interessante potrei tenere traccia dell'andamento di tutto ciò.
  10. Si, è successo l'incredibile, i coboldi hanno fatto un paio di critici e hanno colpito quasi sempre, mentre loro invece continuavano a fare una serie di tiri imbarazzanti per colpire 😑. Alla fine l'ho risolta parlando con i giocatori (che tra l'altro sono amici di vecchissima data) e gli ho spiegato che hanno avuto sfortunissima e visto che l'avventura era appena iniziata gli ho tolto delle ferite come regalo unico ed irripetibile, sottolineando il fatto che questo non vuol dire che ogni volta che saranno in difficoltà li aiuterò così.
  11. Esatto, il problema è il tempo. Infatti per iniziare gli ho dato la possibilità di fare un riposo breve, purtroppo hanno fatto 1 col dado vita per vedere quanti PF recuperare (e gli avevo dato la scelta se tirare il dado o prendere un risultato medio, sono stati veramente sfortunati). Tra poco, superati 2/3 scontri arriveranno in un posto con alleati, magari gli potrei regalare una cura extra da un alleato inventato li per li, tipo un chierico a caso o altro, visto che prima di poter completare un riposo lungo ancora gli manca parecchio. Per quanto riguarda il discorso di falsare i risultati invece non mi piace farlo, anche se l'ho già fatto ignorando un paio di critici messi a segno dai coboldi (e che sarebbero stati quasi sicuramente letali), quindi possibilmente eviterei di farlo.
  12. @KlunK Dovranno nel senso che per arrivare al prossimo obiettivo (che oltre ad essere parte dell'avventura è anche stata una loro scelta) da manuale c'è scritto che dovranno affrontare altri 3 scontri. In palio ci saranno famigliole da salvare, ma allo stato attuale non so se riusciranno ad uscire indenni da tutti e tre. Magari uno glielo potrei far trovare "per forza" mentre gli altri due potrebbe essere una loro scelta (rischiare la vita per salvare popolani oppure salvarsi). Aggiungo che non fargli trovare nessun nemico a questo punto per "salvarli" sarebbe forzatissimo considerando la situazione in cui si trovano.
  13. Buondì, ho iniziato a masterare da poco, cominciando con "Il Tesoro della Regina dei Draghi" (in 5e). Il primissimo scontro è andato piuttosto male, principalmente perchè i personaggi hanno avuto molta sfortuna ed ora sono messi male. Senza fare troppi spoiler, prima che i pg si possano riposare completamente, dovranno affrontare parecchi altri combattimenti. Come posso gestire la situazione in modo che loro non si sentano troppo "graziati", ma evitando che siano subito massacrati? Per il momento gli ho concesso un riposo breve extra ma i due più feriti hanno recuperato un solo punto vita 🤦‍♂️, non so cos'altro inventarmi.
  14. purtroppo ho avuto qualche imprevisto e ritiro la candidatura, non voglio rischiare di interrompere dopo poco il gioco, grazie comunque
  15. ciao a tutti, intato grazie @Orto per avermi preso a bordo. Scheda e BG appena posso, spero entro domenica. Il fatto che il gioco sia già iniziato non è un problema?
×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.