Vai al contenuto

Knefröd

Circolo degli Antichi
  • Conteggio contenuto

    583
  • Registrato

  • Ultima attività

  • Giorni vinti

    1

Knefröd ha vinto il 29 Maggio

I contenuti di Knefröd hanno ricevuto più mi piace di tutti!

2 ti seguono

Informazioni su Knefröd

  • Rango
    Maestro
  • Compleanno 01/02/1997

Informazioni Profilo

  • Sesso
    Maschio
  • Località
    Milano
  • GdR preferiti
    D&D 5, Dungeon World, 13th Age, Microscope, The Burning Wheel
  • Occupazione
    Studente
  • Interessi
    Lettura, Informatica, Progressive Rock

Visitatori recenti del profilo

1.752 visualizzazioni del profilo
  1. Knefröd

    Capitolo 3: Tenebre

    Ian Garell, Bardo Umano Muovendomi all'interno della stanza, cerco di analizzare la possibili uscite. "Forse la finestrella era per l'assassino l'unica via di fuga, se fosse passato per la porta che dà sull'orto avrebbe certamente fatto rumore..." Immerso nei miei pensieri non mi accorgo che il chierico riesce a raggiungere il coltello, un fendente mi colpisce all'addome1. La mia armatura riesce a deflettere parte del colpo, ma la ferita sanguina copiosamente. Mi allontano rapidamente dall'uomo e analizzo la situazione. "E' troppo grosso, devo evitare uno scontro diretto e puntare sulla velocità..." penso, mentre mi posiziono davanti ad una pila di stoviglie. Assumo la mia ormai celebre posizione su un piede ed inizio a suonare un veloce arpeggio di modo minore. La melodia - intrisa di potere arcano dal Flauto delle Anime - sembra infastidire l'enorme chierico. L'uomo perde completamente il controllo abbandonandosi all'ira...
  2. Knefröd

    Confronto e Organizzazione (dal 3° Capitolo)

    Rileggendo il post mi rendo conto che probabilmente ho interpretato male la situazione: @Marco NdC i chierici sono due oppure uno solo? Perché nel post di @Plettro si trova dietro un cespuglio, mentre nel mio è nella cucina del refettorio! Aspetto un chiarimento e modifico il post di conseguenza.
  3. Knefröd

    Capitolo 3: Tenebre

    Ian Garell, Bardo Umano Giunto nella cucina del refettorio, osservo il grasso chierico acquattato in un angolo. L'uomo è fin troppo nervoso: il suoi occhi si muovono furtivi e scrutano un coltello poco distante e la finestra che da sul cortile. Le sue giustificazioni suonano false e non convincono nessuno dei presenti: "Probabilmente nasconde qualcosa, non si tratta di un banale furto di cibo..." penso, cercando di analizzare la situazione. Mi muovo lentamente e con disinvoltura verso il muro, cercando di frappormi tra il chierico e la finestra.
  4. Knefröd

    Capitolo 3: Tenebre

    Ian Garell, Bardo Umano Il suono acuto del mio flauto riecheggia tra le pareti coperte di libri del refettorio. Ottengo ciò che speravo, una serie di rumori provenienti dalla cucina attirano la mia attenzione. "Non può trattarsi solamente di un gatto! Qualcuno ha cercato di smorzare il rumore di una pentola per non essere scoperto..." penso, mentre sprono i miei compagni a raggiungere la cucina. "Dobbiamo andare, in fretta. Il suono avrà allertato tutti i chierici dell'Abazia, ci sarebbero solo d'intralcio! Seguitemi, ho sentito un rumore provenire dalla cucina" dico, mentre impugnando il flauto attraverso il refettorio. La stanza - situata a nord dell'edificio - sembra in ordine, eccetto per le stoviglie cadute vicino ad uno dei tavoli. Mi guardo intorno alla ricerca di dettagli che possano farmi capire quale come l'assassino possa aver lasciato la stanza¹.
  5. Knefröd

    Tutorialing DW

    Editato il post, Lapo è stato clemente Ecco le tre domande: Cosa sta per accadere? Da chi o cosa dovrei stare all’erta? Cosa qua è utile o di valore per me?
  6. Knefröd

    Capitolo 3: Tenebre

    Ian Garell, Bardo Umano Il refettorio sembra deserto, nessuna traccia dell'assassino. Nonostante ciò l'uomo potrebbe essere all'interno della stanza, ha dato prova di sapersi muovere tra le ombre. "Ci serve un'idea!" penso cercando di spronare la mia mente a trovare una soluzione creativa al problema. "Forse potrei sfruttare l'acustica di questo edificio! Ho notato che ogni suono viene amplificato dalla particolare forma delle pareti". Decido di mettere alla prova la mia teoria, ma ho bisogno che il fuggitivo produca un rumore. Porto il flauto alle labbra ed emetto un breve suono acuto, nella speranza che l'assassino - capendo di essere seguito - decida di muoversi. Rimango in ascolto cercando di recepire anche il più piccolo rumore¹.
  7. Knefröd

    Capitolo 3: Tenebre

    Ian Garell, Bardo Umano L'aria umida della notte è carica di tensione. Io e Baelnor ci muoviamo rapidi e furtivi tra le colonne del portico cercando di ispezionare - senza successo - l'area. Raggiunti gli alloggi degli avventurieri bussiamo vigorosamente nel tentativo di svegliare tutti. Dalla stanza di Aakronn non arriva alcun suono. Il chierico giace riverso sul pavimento, il punteruolo che gli ha trapassato il cuore è a pochi passi da lui. "Dei!" esclamo alla vista del cadavere mentre Baelnor si precipita verso la finestra. Nel frattempo Katterfelto e Jack osservano il corpo dei Aakronn, nella speranza che il loro amico non abbia ancora abbandonato le sue spoglie mortali. Ma lo gnomo conferma ciò che la pozza di sangue sul pavimento faceva presagire, il chierico è morto. "Non c'è tempo da perdere! L'assassino è ancora da queste parti" dico esortando i due a seguire Baelnor. Con un agile salto attraverso la finestra e corro fino a quella che sembra la piazza d'armi dell'Abazia. Con una rapida occhiata ispeziono il terreno¹. "Forse l'assassino ha lasciato qualche traccia..." dico con poca convinzione. "L'assassino ha abbandonato la piazza da una di queste strade, ma quale? Se ci dividiamo possiamo coprirle tutte, ma le tenebre potrebbero renderci la vita difficile, ve la sentite di provare?" dico rivolto ai tre avventurieri.
  8. Knefröd

    Confronto e Organizzazione (dal 3° Capitolo)

    Entro oggi pomeriggio dovrei riuscire a postare, scusate il ritardo.
  9. Knefröd

    [5e] [TdG] Hoard of the Dragon Queen

    Gideor (Chierico Umano) Quando vengo colpito da una freccia stringo i denti per non urlare. Il dolore è intenso ed il dardo rimane conficcato nel mio braccio sinistro. Mi sforzo per non perdere la presa sullo scudo e cerco di convogliare l'energia della tempesta nel palmo della mano libera. Un impulso di luce si scaglia su uno dei balestrieri.
  10. Knefröd

    Discussioni di gioco

    @luisfromitaly Si, se possibile!
  11. Knefröd

    Confronto e Organizzazione (dal 3° Capitolo)

    @Marco NdC 1) Aakhron il chierico.
  12. Knefröd

    * * I 12 CORVI * *

    Nimdhel, elfo mago, Strade di Vallebona Sia Holzschild che Rhaegar sono ormai sopra le mura. Le freccie del principe degli elfi e l'ascia del forgiato hanno già arrecato gravi perdite ai goblin. Decido di prendere parte all'azione per dare man forte ai miei compagni. Congiungo le mani e inizio a plasmare la realtà utilizzando il linguaggio dell'universo, sfrutto la potenza del tuono per colpire i piccoli servitori del signore degli orchi. Utilizzo l'incantesimo "Dardo della tempesta", dal palmo della mia mano destra una scarica elettrica guizza fino al goblin più vicino. Continuo a bersagliare le creature con rapidi attacchi di energia, cercando di seminare il panico e fare breccia nella loro difesa.
  13. Knefröd

    Discussioni di gioco

    @luisfromitaly quindi per questo turno non agisco? Se dovesse ripresentarsi una situazione analoga, assumi che Nimdhel continui a lanciare dardi incantati .
  14. Knefröd

    [5e] [TdG] Hoard of the Dragon Queen

    Gideor (Chierico Umano) Sono piacevolmente sorpreso dall'improvvisa decisione di Saliman di avanzare per cercare di abbattere i balestrieri. "Vado avanti io, cercherò di attirare la loro attenzione così che possiate colpirli più facilmente" dico seguendo l'incantatore ed Ethienne all'interno della gola. @Tutti
  15. Knefröd

    Capitolo 3: Tenebre

    Ian Garell, Bardo Umano Baelnor è un uomo dall'animo gentitle, è facile entrare in confidenza con lui: dopo pochi minuti parliamo già come vecchi amici. Il guerriero mi permette di osservare la sua arma. Si tratta di una lancia di pregevole fattura, osservo con attenzione le iscrizioni sull'asta cercando di decifrare gli antichi glifi¹. Baelnor è piuttosto in forze nonostante il lungo viaggio ed apprezza la mia compagnia. Rimaniamo per molto tempo seduti sotto le colonne del chiostro, intervallando canzoni e ballate a discorsi sui più disparati argomenti. Alla luce delle torce - tra le piante dell'orto botanico dell'Abazia - scorgo un piccolo arbusto rossiccio. Recido un paio dei rami più piccoli e li mostro a Baelnor. «La riconosci? È abbastanza comune nei regni del sud, tra Kymil e Sarya. È nota con il nome di Erlan...significa l'enigma senza fine nella lingua di Kymil. Ha moltre proprietà ma richiede un clima particolare per crescere. Chissà come hanno fatto i chierici a coltivarla qui Probabilmente la usano per curare qualche malattia infettiva, ma voglio mostrarti un uso altrettanto interessante!». Prendo lo stocco e scavo un piccolo solco nella corteccia del ramoscello. Lascio che le piccole gocce azzurre formatesi nel canale cadano sulla lama del mio stocco, al contatto con la lama il liquido si rapprende lasciando delle macchie azzurre sul metallo. «Vedi, i guerrieri di Kymil utilizzano le gocce di Erlan per avvelenare i loro nemici in combattimento e per evitare che le loro spade arrugginiscano». Un rumore improvviso spezza il silenzi della notte, Baelnor scatta subito in piedi. Lo seguo posizionando il liuto dietro la schiena, in modo che non ostacoli i miei movimenti. Il guerriero recupera una torcia e lancia alla mano si incammina verso sud. Con lo stocco nella mano destre ed il flauto nella sinistra mi porto al suo fianco ed osservo con attenzione l'area circostante².
×

Informazioni Importanti

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Ulteriori Informazioni.