Jump to content

Knefröd

Circolo degli Antichi
  • Content Count

    748
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    1

Knefröd last won the day on May 29 2018

Knefröd had the most liked content!

Community Reputation

286 Viverna

About Knefröd

  • Rank
    Antico
  • Birthday 02/01/1997

Profile Information

  • Gender
    Maschio
  • Location
    Milano
  • GdR preferiti
    Ironsworn, 13th Age, D&D 5, Dungeon World, FATE, Microscope, The Burning Wheel, Whitehack, Savage Worlds, Mythras
  • Occupazione
    Studente
  • Interessi
    Lettura, Informatica, Progressive Rock

Recent Profile Visitors

3.7k profile views
  1. Elanthel Ventosferzante Osservo la freccia trafiggere il goblin uccidendolo. Quando mi volto per controllare il campo di battaglia, vedo gli enormi buoi che trainavano il carro correre verso di me imbizzarriti. Sono ormai troppo vicini, non posso fare altro che prepararmi all'impatto e limitare i danni. Il colpo è forte: perdo l'equilibrio vengo sbalzata per alcuni metri. Recupero l'arco¹ ed esclamo: "Dannazione Zwer! Porta quel carro via di qui." poi aggiungo rispondendo ad Iliukan: "Forse è presto per cantar vittoria, deve essercene ancora uno nella boscaglia". Sono ferita ma
  2. Elanthel Ventosferzante Le mie spade gemelle non deludono: con due rapidi fendenti ferisco mortalmente uno dei goblin. Cerco riparo verso i miei compagni, ma questo si rivela un errore: le creature cominciano a fuggire nella boscaglia ed io sono troppo distante per raggiungerli con le lame. Con un movimento fulmineo pianto le spade a terra¹ e imbraccio l'arco lungo che indosso di traverso sul petto. Recupero una freccia dalla faretra e la incocco prendendo la mira sul goblin più distante². Con un gesto secco lascio andare la corda e prego che il colpo raggiunga il bersaglio. @Ma
  3. @Lucane anche io ho una domanda: dal post non mi è chiaro se ho usato anche Favored Foe (il d4 bonus), perché se si devo segnarne l'utilizzo.
  4. Elanthel Ventosferzante I miei movimenti sono troppo lenti ed una freccia riesce a raggiungermi. La ferita non è profonda, ma il dolore è acuto. Mi focalizzo sui bersagli ed esco dal mio nascondiglio, provando ad assalire uno dei due goblin usciti dalla boscaglia. Lo attacco con entrambe le spade¹. Sfrutto il mio passo leggero per allontanarmi dalla creatura e convergere verso Iliukan². @Master
  5. Elanthel Ventosferzante Quando riconosco i due cavalli morti trattengo a stento un gemito. Con risolutezza estraggo le due spade, che porto appese alla vita, e mi volto verso i miei compagni per comunicare il pericolo incombente. Valuto la situazione: siamo caduti in una trappola, come Gundren e Sir Sildar prima di noi. Tornare indietro o proseguire sarebbe difficile a causa della pendenza e, di certo, qualcosa si nasconde nella vegetazione. Cerco riparo dietro al corpo senza vita di uno dei cavalli¹, poi cerco di scrutare nella boscaglia². @Master
  6. Elanthel Ventosferzante Lascio la locanda qualche minuto prima dell'alba, raggiungo in fretta la zona alta della città, per godermi il sorgere del sole sulle acque di Neverwinter. Non vedo l'ora di mettermi in viaggio ma voglio lasciarmi accarezzare un'ultima volta dalla brezza marina, nei vicoli vuoti. Raggiungo il punto di incontro e mi presento a Zwer, il carovaniere, chiacchierando con lui per qualche minuto. Osservo divertita le strane interazioni di Iliukan con i buoi prima di salutare Gundern e Sir Sildar, augurando loro un viaggio sicuro. "Viaggerò qualche decina di metr
  7. Elanthel Ventosferzante Dopo un inizio burrascoso, la serata prende una piega estremamente piacevole. Ascolto con interesse le storie raccontate dagli altri commensali, apprezzo molto quella raccontata da Flint e mi commuovo mentre il nano ne espone il tragico finale. Tra una portata e l'altra racconto ai presenti del mio passato: i lunghi viaggi da un angolo all'altro dei Reami per esibirmi con la compagnia nella Danza delle Spade. Interrompo di quando in quando il racconto per narrare le storie che ho raccolto: Folco Piè D'Argento e il reame celato degli Halfling per Milo, l'epopea
  8. Un trucchetto del genere renderebbe pressoché inutili gran parte degli incantesimi di cura del gioco, di fatto limitando le scelte dei giocatori che vogliono giocare un guaritore.
  9. Elanthel Ventosferzante "Abbiamo un accordo!" dico osservando Gundren dopo aver riso divertita dell'imbarazzo creatosi al tavolo. Continuo a sorseggiare la densa birra mentre cerco di indovinare cosa possa aver scoperto il nano nei pressi di Phandalin, lavorando di fantasia, ingigantendo e romanzando la vicenda.
  10. Elanthel Ventosferzante La ricompensa non mi alletta, ma raggiungere Phandalin viaggiando in compagnia e sicurezza mi basta. Cerco di godermi la cena ma le frecciatine di Sildar mi infastidiscono. "Avventuriero o Sir sembra che a tutti toccherà fare la scorta. Sarebbe interessante capire cosa porta un uomo del suo calibro ad esporsi in prima persona..." dico per provocare l'austero Sildar. "Guldren, se mi è permesso chiedere, cosa ti porta a Phandalin?" aggiungo conciliante. @Master
  11. Elanthel Ventosferzante Raggiungo la locanda "Da Magnus" impaziente. L'idea di rimettermi in viaggio ha risvegliato in me lo spirito d'avventura, sopito a causa dei lunghi giorni trascorsi in città a racimolare monete raggirando ignari passanti. Una volta dentro chiedo informazioni ad un uomo sulla cinquantina, individuato il tavolo lo raggiungo con falcate ampie e leggere. Mentre mi destreggio sgusciando tra gli avventori, noto un volto conosciuto svettare tra la folla come il picco di una catena montuosa. Rido scherzosamente al suo buffo saluto. "Sembra che saremo nuovamente compag
  12. Forse è sfuggito un passaggio, mi auto-cito: A me pare che, anche se una parte degli utenti hanno interagito in maniera costruttiva, altri continuano ad scrivere in modo inutilmente aggressivo insultando il modo di giocare di altri. Ho poco interesse ad "discutere" in questa maniera. In cosa differisce dal reskin?
  13. No, la sua affermazione non denota una scarsa conoscenza dei PF ed il loro scopo, è semplicemente tutto soggettivo: quello che a te sembra coerente non lo è per altri... I regolamenti dei GDR sono astratti, pertanto è difficile fare ragionamenti sulla coerenza. Comunque nessuno stava parlando di modificare le regole, è semplicemente una applicazione del concetto del reskin ad altri campi. Posso descrivere l'arco corto che fa 1d6 danni perforanti come una pistola a raggi laser? Se tutti sono d'accordo e mi vanno bene gli 1d6 danni perforanti perché no? Allo stesso modo posso descriver
  14. Vero, hai citato dal manuale e c'è poco da mettere in discussione. Nei miei interventi cercavo di spiegare questo concetto: in 5e i designer hanno fatto un buon lavoro per disaccoppiare le meccaniche dalla narrazione, hanno poi avvolto un sistema moderno in tanti dettagli di "colore" per strizzare l'occhio ai vecchi giocatori ed evitare l'effetto 4a edizione; la frase che hai citato è uno di quei pezzi di "colore". Interpretare le caratteristiche porta solo problemi (questo topic ne è la prova), mi limitavo a far presente che ignorare questa "regola morbida" non ha nessuno svantaggio ed evit
  15. La situazione è complessa, dipende da tanti fattori, uno dei quali è che qual è il contesto da uno Skill Check, quanto spesso e quando si tirano i dadi per risolvere una prova di abilità; D&D non propone nessuna procedura e lascia il controllo alla sensibilità del DM (cito dalla DMG 5e, Running the Game): Le uniche linee guida che fornisce sono: Il mio punto è perché non posso descrivere il mio barbaro INT 8 come intelligente (o un mago INT 20 come stupido), se è quello che voglio? INT 8 mi dice soltanto che avrò meno possibilità di succedere in una azione che non triv
×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.