Jump to content

DrCleibniz

Ordine del Drago
  • Content Count

    68
  • Joined

  • Last visited

Community Reputation

11 Goblin

About DrCleibniz

  • Rank
    Prescelto
  • Birthday 05/09/1996

Profile Information

  • Gender
    Maschio
  • Location
    Modena
  • GdR preferiti
    D&D 5e
  • Occupazione
    Studente di Medicina

Recent Profile Visitors

The recent visitors block is disabled and is not being shown to other users.

  1. E' vero anche però che come il patrono concede, così il patrono può togliere. Dipende quanto profonda è la scissione che sta per avvenire fra Warlock e Patrono. In fondo il patrono ha dato i poteri al warlock "perchè gli serve qualcuno da far lavorare per lui". Se non gli servisse più qualcuno, sarebbe liberissimo di riprendersi i poteri concessi a mio parere.
  2. Effettivamente potrei modificarli in quel modo... era per ovviare sempre e solo combattimento ma se pensi possa piacere posso partire con la scrittura Per fartela breve e senza entrare troppo nella storia (sarebbe troppo lungo e i miei giocatori hanno occhi ovunque): una "forza occupante" ha conquistato una città e per controllarla meglio la ha devisa in settori a capo dei quali c'è un "capitano". Una persona importante ha deciso di liberarla da questa "forza occupante" e si deve servire dei giocatori. Non possono attaccare direttamente il capo (troppo rischioso, salterebbe tutto, scuse varie, ecc...) quindi devono prima riconquistare i vari "settori" affinchè la popolazione, scontenta di questo nuovo "governo", li aiuti e faciliti l'operazione
  3. Sistema: 5° edizione Allora, i miei giocatori stanno per arrivare in una città conquistata da una "fazione nemica" e molto compatibilmente con quello che è il decorso del party tenteranno di aiutare un NPC a liberare "quartiere per quartiere" dal giogo della banda nemica. Io come master avevo immaginato una cosa simile ad Assassin's Creed Brotherhood (per intenderci) dove Ezio, uccidendo uno dei capi della fazione, libera una zona, che diventa loro alleata, e una volta liberate tutte possono avere mano libera per uccidere il "boss" del gruppo. Come giocatore, però, troverei estremamente noiosa una lista della spesa di npc da uccidere "ucciso tizio caio! Il prossimo!!!". Idee? consigli?
  4. non è mio, me lo ripete sempre mio padre, e mio nonno lo diceva a mio padre quindi ringrazia il nonno ahahahha
  5. sei arrivato al "imbuto dell'eroe" come lo definisco io: questo eroe non ha più possibilità di crescita. E' praticamente una divinità. Le questioni sono 2: o accetti, come ti hanno detto, di sfondare la barriera della coerenza e giustifichi come il suo ruolo sia quello di fermare minacce multiplanari affinchè non invadano il piano materiale (vedila come IronMan che arriva su Titano per fermare Thanos, per citare un film recente) o quell'eroe ha fornito quello che poteva dare alla narrativa ed è ora di abbandonarlo. Nel secondo caso pensa alle conseguenze di una cosa del genere: un eroe potentissimo (probabilmente l'unico perchè non esistono mai molti eroi di quella portata nel mondo) è "scomparso dai radar", nessuno è più in grado di fermare vecchie organizzazioni dal riunirsi e ritentare o nuove organizzazioni di alzarsi e provare dove gli altri hanno fallito e non c'è più nessuno pronto dopo anni di serenità a ripartire con una nuova "guerra per il bene". Ricorda sempre: "tempi difficili creano uomini forti, uomini forti creano tempi d'oro. Tempi d'oro creano uomini deboli, uomini deboli creano tempi difficili."
  6. Io non sarò un esperto di maghi ma niente "counterspell"? davvero?
  7. Eccolo il mio Warlock, il bg è quasi completo arriva presto https://www.myth-weavers.com/sheet.html#id=1893619
  8. Allora nel dubbio torno sul mio Chierico della Tomba, aspetto nuove dal master. Oppure Barbaro? *Pens*
  9. Eccomi, per quanto mi riguarda come classe sono ancora indeciso, nel senso che mi piacerebbe ruolare un archivista/archeologo interessato a tutte le rovine e alla storia antica del mondo. Quindi se si accetta materiale da 3° parti mi piacerebbe fare un monaco Cobalt Soul (archetipo di Critical Role) altrimenti mi butto sul mago
  10. Potrei essere molto interessato anche perchè la modalità via telegram mi è nuova e mi ispira molto molto soprattuto perchè vorrei vedere come funziona nelle varie cose. preferirei 5e anche io
  11. puoi comprare il file da Dungeon Master Guild (viene tipo 1 dollaro o giù di lì ) o cercare nel deep internet (illegalemente). Oppure se hai scribd c'è il file del 2.0 che penso sia la versione più aggiornata. Terza opzione, puoi comprare il manuale di ambientazione di Tal'dorei (circa 25 euro) dove oltre alla classe hai anche ambientazioni e classi ispirati al mondo di Critical Role
  12. Ciao la classe a tui ti rifeirsci è un homebrew creata da Matthew Mercer, DM di Critical Role. Se vuoi usarla chiedi al master in quanto, per quanto fatta da Dio, non è ufficiale come classe. Per il resto, un mio giocatore l'ha provata e gli è piaciuta molto anche dal punto di vista interpretatitvo (fece l'ordine del mutante se non sbaglio). Anche per il master ci sono molti spunti interpretativi. Se il master accetta falla, penso ti divertirai (attento ai punti vita però!) Modifica: Controlla di avere la versione aggiornata perchè Mercer ha fatto un sacco di aggiornamenti!
  13. Bella ragazzi, sto per iniziare una nuova campagna e questa volta volevo provare un nuovo concept: il personaggio che ho in mente è ben chiaro, ma non riesco ad inquadrarlo in una classe Premetto che siamo in 5e e il master non vuole homebrew, quindi meglio refluffare che creare 🙂 Il personaggio che ho in mente è un personaggio che è sempre stato da solo da piccolo e che quindi, grazie alla sua fantasia, si è creato degli "amici immaginari" che scoprirà in seguito non essere altro che veri e propri spiriti/anime. Quando fu un pochino indipendente iniziò quindi a conoscere questi "amici" ma iniziò a non approvare la non morte. Gli spiriti che gli parlavano erano infatti in pace mentre quelli che egli stesso aveva provato ad evocare tramite necromanzia per avere ancora più amici erano sofferenti ed impauriti. Decise quindi di prendere la non morte forzata (non lo spirito che viene da te spontaneamente ma l'evocazione forzata di uno spirito) come più acerrima nemica per difendere i suoi amici spiriti e partì all'avventura. Idee per la classe? Chierico? Warlock? Druido (con un giusto refluff, forse?)
  14. Salve, vi scrivo perchè ho un problema e non so come risolverlo. Da circa un 10ina di sessioni faccio il master per 3 miei amici in un mondo che ho creato io. Il problema è che il mio mondo non mi piace più, o meglio non mi soddisfa al 100%. Mi spiego meglio: quando mi hanno proposto di fare il master, ho deciso di creare un mondo da zero perchè così avrei avuto meno restrizioni e più libertà di scelta. Naturalmente questo mi si è ritorto contro. Nel momento stesso in cui ho raccontato ai miei giocatori la storia di base che tutti conoscono sul mondo, mi sono accorto che non era quello che volevo. "vabbeh ho pensato, lo aggiusto in corso d'opera" ho pensato. Risultato? i miei giocatori non si sono accorti di nulla ma tra le mani ho storie contraddittorie, spesso superficiali (del tipo questo regno esiste perchè sì perchè mi serviva per quella sessione) e che spesso, se approfondite, mostrano queste incoerenze, ecc... So che è un errore da novellini ma ehi, lo sono. Arrivato a questo punto ho pensato di fare un reset della campagna ma mi dispiacerebbe perchè i miei giocatori si divertono e ci hanno messo impegno nel creare e vivere i loro personaggi (beh almeno 2/3 ma questo è un altro problema a parte)... Come potrei fare? Consigli?
  15. Oppure l'altra opzione, ma qui la butto lì perchè non conosco l'ambientazione (gioco e mastero due campagne i cui mondi sono creati dai master), se l'isola era abitata si può convertire quello che già c'è. Sicuramente evitano il problema dei soldi (costi dimezzati?) ma poi c'è un secondo problema: la reputazione dell'isola. Ci vuole sicuramente del tempo per far cambiare la reputazione di un posto (che a giudicare dal nome non mi pare sia positivissima), ma offre interessantissime occasioni per missioni sociali: trovare qualche persona famosa che la publicizzi positivamente, avviare qualche ricevimento o innaugurazione ecc
×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.