Vai al contenuto

MattoMatteo

Ordine del Drago
  • Conteggio contenuto

    4.918
  • Registrato

  • Ultima attività

  • Giorni vinti

    12

MattoMatteo ha vinto il 16 Ottobre

I contenuti di MattoMatteo hanno ricevuto più mi piace di tutti!

3 ti seguono

Informazioni su MattoMatteo

  • Rango
    Maestro
  • Compleanno 27/06/1975

Informazioni Profilo

  • Sesso
    Maschio
  • Località
    Umbria
  • GdR preferiti
    D&D RULEZ!!!
  • Occupazione
    Disoccupato
  • Interessi
    Fantasy, fantascienza, libri, manga, anime, gdr

Visitatori recenti del profilo

2.081 visualizzazioni del profilo
  1. Pathfinder [TdG] LA LUCE DI ULAN

    Shane Fleed 'Lurida bestia schifosa!' penso sentendo il contatto disgustoso di quella cosa sulla mia testa. Senza pensarci due volte, lascio cadere la mia mazza chiodata e afferro i due mezzi teschi, per cercare di staccarmeli dalla faccia.
  2. Confronto Sottorazze: si o no?

    Che è quello che dico anche io: se per gli umani basta descrivere le varie "sottorazze" in modo "narrativo", senza modificatori numerici e/o capacità "razziali" per differenziarli (il talento bonus e i punti abilità in più servono per differenziare i singoli umani l'uno dall'altro, NON per differenziare le varie "sottorazze"), PERCHE' per tutte le altre razze si è ritenuto necessario usare invece l'approccio delle "razze alternative/sottorazze" per ottenere "l'effetto varietà"? In Becmi e AD&D si usava lo stesso approccio (nessuna sottorazza o variante) per tutte le razze (umani e non-umani), e funzionava benissimo lo stesso! CHI ha sentito il bisogno di una cosa del genere? Torno a ripetere: prima della 3° edizione non c'erano sottorazze per nessuno, e non ho mai sentito nessuno lamentarsi! La 3° edizione è stata la sagra del PP, con i giocatori spinti dal regolamento a cercare la combinazione razza/classe/talenti/poteri più potente, invece che quella ruolisticamente più divertente o interessante. La 5° sembrava puntare ad un "ritorno alle origini", con nessuna classe o razza più potente, quindi uno poteva fare una combinazione che gli piaceva giocare, invece che una potente... e qualche giorno fà arriva questo au su nuove razze elfiche? Grazie, finalmente qualcuno che ha capito quello che intendevo!
  3. @Marco NdC: quindi sono (per me) 7+3 px? P.S.: Vedo che hai già trovato il 4° giocatore, @il Segno Giallo... ammazza che rapidità!
  4. Homebrew [CONSIGLIO] Azioni di combattimento

    La mia era un'idea solo per non "lasciare fuori" una caratteristica; se pensi che sia meglio W per la mischia, X per la distanza, Y per la magia, e Z per altro, ok. Potresti usare, per la creazione delle caratteristiche, un sistema "buy-point" con un numero limitato di punti; questo incentiverebbe ad avere personaggi non troppo specializzati, perchè altrimenti nel resto delle cose sarebbero TROPPO scarsi per essere giocabili. Poi, ovviamente, c'è sempre il veto del master: se a lui quel pg non piace, non lo deve accettare per forza! Le opzioni 2 e 3, come fai notare tu, non permettono di distinguere tra parata e schivata; quindi la domanda è: perchè proprio 4 caratteristiche e perchè proprio quelle?
  5. Confronto Sottorazze: si o no?

    Ho sottolineato e messo in grassetto la parte su cui voglio concentrarmi; quello che dico io (e che ho l'impressione che nessuno abbia ancora capito bene) è: 1) se per tutte le altre razze bisogna inserire millemila varianti e/o sottorazze, per ottenere queste "razze non stereotipate", com'è che non è stato fatto lo stesso per gli umani (la razza che PER DEFINIZIONE, IN TUTTE LE EDIZIONI DI D&D, viene definita "la più numerosa/diffusa/versatile/potente")? 2) proprio queste innumerevoli varianti/sottorazze di tutte le altre razze, rendono proprio quella umana la meno varia e interessante dal punto di vista interpretativo (non parlo dal punto di vista della scelta in base ai semplici benefici numerici perchè, come fà notare Jiji, in questo caso quella umana è quasi sempre la migliore... ma non è di questo che stò parlando). 3) perchè si sente il bisogno di usare modificatori numerici per rappresentare le varie sottorazze, quando per gli umani non è così, e in BECMI e AD&D non era così per NESSUNA razza e si riusciva comunque a ruolare benissimo le varie differenza razziali? Questi punti valgono soprattutto per D&D 3/.5/PF, ma entro certi limiti anche per la 4 e (ed è questo il mio timore) per la 5.
  6. Probabilmente dipende dal fatto che è la prima volta che riesco davvero a giocare a DW, e quindi non sono ancora abituato al suo "stile"... mentre invece mi porto dietro (almeno inconsciamente) lo stile di gioco di D&D (anche se con alcuni buchi, ho comincianto a giocarci circa 25 anni fa!).
  7. Dipende dallo "stile" che vogliamo. Se ci accontentiamo di essere Batman, allora si potrebbe usare Gurps o Cyberpunk (quest'ultimo ottimo, togliendo il problema della "cyber-psicosi", se vogliamo fare dei Cyborg -inteso come personaggio della Justice League- depotenziato)... se vogliamo essere tutti creature sovrannaturali si potrebbe pensare ai giochi del "Worl of Darkness" (Vampiri, Mannari, Maghi, eccetera... o addirittura Exalted, cambiando l'ambientazione). Volendo c'è addirittura il vecchio "Marvel Super Heroes" che, qualche anno fà, è stato messo on-line (scaricabile gratis, senza infrangere nessuna legge... correggetemi se sbaglio). Escluderei a priori, invece, D&D in ogni sua variante (compreso PathFinder)... se proprio dobbiamo usare un sistema d20, al massimo Mutants & Masterminds. Quale?
  8. Per la lunghezza del gioco non ho niente da dire, mi sembra più che ragionevole. Il problema è che, secondo me, la casualità del 2d6, pur tenendo presente i modificatori, è troppo marcata... anzi, in realtà mi è sembrato che i modificatori non abbiano influito quasi per niente. Sarei quasi tentato di chiamarmi fuori, ma ODIO lasciare una cosa a metà, quindi voglio finire i tre atti, prima di dare un giudizio complessivo. Ma l'idea di un quarto giocatore, a questo punto, mi pare ottima... ho effettivamente avuto la sensazione che, alle volte, in 3 fossimo pochi. Il thread di reclutamento sarebbe su "Cerco master/giocatori via Forum", come prima; invece nella Gilda si potrebbe aprire un nuovo thread per il capitolo 2, con il riassunto del capitolo 1 come primo post, e non cominciamo a postare finche non troviamo il nuovo gioatore e il suo pg è pronto... oppure, dopo un pò, vediamo che non viene nessuno, e continuiamo noi 3.
  9. Marco, ma non devi dirci tu quanti punti esperienza guadagnamo? Te lo chiedo perchè, a parte la prima volta che me l'hai segnalato, non ne ho segnato nessun'altro... come funziona?
  10. Pathfinder LA LUCE DI ULAN

    @Lord Karsus: lasciami indovinare... ho fatto 1 col tiro per colpire?
  11. Homebrew [CONSIGLIO] Azioni di combattimento

    Ok, QUALI sono queste 4 caratteristiche? Te lo chiedo perchè, magari, io ho un'idea che si basa sul presupposto che che "X" sia "A, mentre invece è "B", e a quel punto tutta la mia idea si sfascia. In generale, comunque, penso che lo schema migliore sia il 1°. Se proprio vuoi evitare di rendere inutile una delle due caratteristiche mentali, puoi fare una cosa del genere: Mischia/Parata: W Distanza/Schivare: X Magico: Y Respingere: Z
  12. Pubblicazione Nuova classe: Shifter

    Si, ma il druido ha gli incantesimi, cosa che lo shifter non ha.
  13. Altro GdR [Dungeon World] Atorion - Capitolo 1: Presagi.

    Baelnor, guerriero umano
  14. @Marco NdC: ho editato la mia mossa.
  15. Pathfinder [TdG] LA LUCE DI ULAN

    Shane Fleed 'Cosa diamine è quella cosa?' "Capitano Dergon, attenzione!" grido, mentre attingo al potere della terra e la scaglio contro il teschio.
×