Jump to content

Benvenuto in Dragons’ Lair

La più grande e attiva community italiana sui giochi di ruolo.
Accedi o registrati per avere accesso a tutte le funzionalità del sito.
Sarai così in grado di discutere con gli altri utenti della community.

Cosa c'è di Nuovo su Kickstarter: Death of Divinity, Dreadful Realms, Heroes of the Cypher System

Vediamo assieme le ultime novità su Kickstarter relative al mondo dei GdR.

Read more...

Per Jeremy Crawford modificare razze e allineamenti in D&D richiederà anni

In un'intervista, il Lead Desiger della WotC ha parlato di Razze, Allineamenti e dei piani futuri della WotC in merito.

Read more...

Le strutture dei giochi - Parte 13: Strutture Personalizzate

In questa tredicesima parte della nostra rubrica sulle strutture di gioco, risponderemo alla domanda lasciata in sospeso la settimana scorsa: cosa succede se la struttura adatta non esiste?

Read more...

Una prima anticipazione sul GdR di Dune

Dopo l'annuncio iniziale di due anni fa, la Modiphius ha rilasciato delle prime anticipazioni su Dune RPG, il GdR dedicato alla famosa serie letteraria di fantascienza.

Read more...

Jaquayare i dungeon: Parte 2 - Le tecniche della Jaquays

Nella seconda parte di questa rubrica su come rendere i dungeon più eccitanti scopriremo le tecniche usate da Jennel Jaquays per disegnare le sue mappe.

Read more...

    Ray Winninger è il nuovo capo del Team D&D

    • Ci sono due grosse novità relative al mondo di D&D: Ray Winninger è il nuovo capo del Team D&D e Mike Mearls non lavora più sul GdR di D&D.

    Da qualche tempo a questa parte varie persone si sono chieste dove sia finito Mike Mearls. Sembra che non stia lavorando al gioco di ruolo da tavolo di D&D da qualche tempo ormai, a partire dallo scorso anno, e il nuovo capo del team D&D, con il ruolo di Executive Producer, è Ray Winninger.

    Winninger è un veterano nel settore dei giochi di ruolo. Tra le altre cose, è stato co-designer di DC Heroes e Torg e ha scritto la rubrica Dungeoncraft per Dragon Magazine. Ha lavorato in diverse società di giochi di ruolo tra cui TSR, Mayfair Games, West End Games e molti altre.

    large.Ray_Winninger_at_MIX08_2_crop.jpg.68bacb83d92e31fd31c21ce3e877e18b.jpg

     

    OregonPinkRose: cosa fa Ray Winninger in Wizards? (Gestisce Twitter?) Ho letto il suo titolo professionale in Dragon+ ma che cosa fa in realtà? é il capo di @Gregtito? Il capo del suo capo? È lui che ci scatena contro @ChrisPerkinsDnD ogni sera? Che cosa fa?

    Christopher Perkins: Ray Winninger (@WinningerR) dirige l'attuale team del GdR di D&D. Il suo titolo ufficiale è Flumphmeister. Sia @JeremyECrawford che io facciamo rapporto a Ray e lo adoriamo, quindi siate gentili quando lo salutate. #wotcstaff #dnd

     

    Winninger è il capo di Chris Perkins e Jeremy Crawford. E in ulteriori commenti, Chris Perkins afferma che Mike Mearls non fa parte del team di D&D sin dall'anno scorso, ma senza meglio specificare.

     

    Vancian Mage:  Dov’è finito Mike M allora? Mi manca.

    Jeremy Crawford: Non lavora più nel team del GDR da tavolo e non lo fa dall'anno scorso.

     

    Questo spiega perché gli show di Twitch di Mearls, come Happy Fun Hour, sono scomparsi. Sebbene abbia fatto un paio di retweet da allora, il suo ultimo tweet su Twitter risale al 13 febbraio 2019. Lavora ancora al WotC sul marchio D&D in qualche modo, ma non sul gioco di ruolo da tavolo (ha fatto un'intervista riguardo Baldur's Gate 3 su Polygon l'anno scorso).

    Ray Winninger si è presentato nell'ultimo numero di Dragon+, la rivista online di WotC. "Mi chiamo Ray Winninger e sono il nuovo Executive Producer responsabile dello studio Dungeons & Dragons presso la Wizards of the Coast. In pochi mesi di lavoro, sono già stato positivamente colpito dalle capacità e dalla passione dei designer, artisti, redattori e staff di produzione che vi offrono i nostri fantastici prodotti di D&D. Sono un gruppo di persone di gran talento ed è un onore lavorare al loro fianco."


    Edited by Alonewolf87


    News type: Generica


    User Feedback

    Recommended Comments

    1 ora fa, Ermenegildo2 ha scritto:

    In retrospettiva secondo voi potrebbe spiegare in parte il diverso sentore degli UA usciti di recente, compreso il forte cambio di rotta dato agli psionici negli ultimi mesi?

    Sì potrà scoprire nel dettaglio solo nei prossimi mesi quanto e in che modo Winniger stia influenzando la linea editoriale di D&D 5e, ma riguardo agli UA degli ultimi mesi - tra cui quelli sugli Psionici - non dovrebbe aver avuto un'influenza particolare. Gli Psionici sono stati modificati in base al feedback e non in base a chi guida il D&D team. Fin ora questo approccio ha portato a buoni risultati per la WotC e D&D 5e, quindi non credo proprio abbiano cambiato strategia solo perchè hanno nominato un nuovo capo. Le decisioni calate dall'alto a questo punto farebbero solo infuriare la comunità di giocatori, che si è abituata a vedere le regole cambiare in base al proprio feedback.

    Winniger non è stato scelto al posto di Mearls perchè la strategia di sviluppo della 5e non stava funzionando. Con molta probabilità, invece, la sua nomina ha a che fare con il fatto che l'anno scorso Mearls si è trovato indirettamente coinvolto nel pantano dell'ennesimo caso #Metoo negli USA, collegato in questo caso all'accusa di molestie verso un freelancer che ha lavorato al playtesting interno dei 3 Core della 5e.

    Edited by SilentWolf
    Link to comment
    Share on other sites
    1 ora fa, SilentWolf ha scritto:

    Sì potrà scoprire nel dettaglio solo nei prossimi mesi quanto e in che modo Winniger stia influenzando la linea editoriale di D&D 5e, ma riguardo agli UA degli ultimi mesi - tra cui quelli sugli Psionici - non dovrebbe aver avuto un'influenza particolare. Gli Psionici sono stati modificati in base al feedback e non in base a chi guida il D&D team. Fin ora questo approccio ha portato a buoni risultati per la WotC e D&D 5e, quindi non credo proprio abbiano cambiato strategia solo perchè hanno nominato un nuovo capo. Le decisioni calate dall'alto a questo punto farebbero solo infuriare la comunità di giocatori, che si è abituata a vedere le regole cambiare in base al proprio feedback.

    Winniger non è stato scelto al posto di Mearls perchè la strategia di sviluppo della 5e non stava funzionando. Con molta probabilità, invece, la sua nomina ha a che fare con il fatto che l'anno scorso Mearls si è trovato indirettamente coinvolto nel pantano dell'ennesimo caso #Metoo negli USA, collegato in questo caso all'accusa di molestie verso un freelancer che ha lavorato al playtesting interno dei 3 Core della 5e.

    Sì penso anche io sia per via di quella storia.

    Però il feedback degli utenti va interpretato, e le nuove meccaniche vanno pensate quindi se Mearls non lavora più su D&D dal 2018 ci sta che i recenti UA seguano un percorso diverso da quello che aveva pensato originariamente.

    Link to comment
    Share on other sites

    Credo che lo stop sia da intendere da gennaio 2020 leggendo le parole di Jeremy. Beh non ricordavo o non sapevo del discorso sul #metoo che effettivamente potrebbe aver pesato su questa scelta, nel 2020.

     

    Guardiamo in avanti con positività, ad ora non credo ci sia niente che possa indicare un cattivo operato se è solo da qualche mese in cattedra.

    Link to comment
    Share on other sites
    1 ora fa, Ermenegildo2 ha scritto:

    Però il feedback degli utenti va interpretato, e le nuove meccaniche vanno pensate quindi se Mearls non lavora più su D&D dal 2018 ci sta che i recenti UA seguano un percorso diverso da quello che aveva pensato originariamente.

    No, come anche precisato nell'articolo (Tweet di Jeremy Crawford), Mearls non lavora più su D&D dal 2019, molto probabilmente dalla fine estate-inizio autunno del 2019 (all'epoca dell'E3 2019, evento videoludico organizzato a Giugno, stava ancora rappresentando il D&D Team e la WotC in occasione dell'annuncio di Baldur's Gate III).

    Per quanto riguarda le meccaniche degli UA, invece, come si può vedere dalla firma degli articoli sul sito ufficiale, la loro organizzazione e pianificazione è stata fin ora molto probabilmente gestita da Jeremy Crawford insieme ad altri designer che lavorano attualmente nel D&D Team. Jeremy Crawford, infatti, era a capo del progetto 5e quasi al pari di Mearls, quindi ha pienamente senso che abbiano affidato a lui il controllo del team in attesa di trovare un sostituto di Mearls (soluzione che sembra molto probabile anche per il fatto che, tra metà 2019 e inizio 2020, Crawford aveva assunto il ruolo di volto pubblico della 5e, ruolo che in parte mantiene ancora). 

    Come già detto, in ogni caso, non ci sono ragioni per credere che la nomina di Winniger cambi qualcosa in termini di gestione della 5e, quantomeno non per quanto riguarda gli UA. Il D&D team non ha alcuna ragione per introdurre una politica di scelte dall'alto al posto di una politica di scelte basata sui feedback dei giocatori (politica che è la ragion d'essere degli UA nella forma di playtest pubblico, dopotutto). A meno che desiderino provocare una feroce protesta dei giocatori e rischiare di compromettere il successo fin ora ottenuto dall'edizione, continueranno su questa linea oramai vincente a prescindere da chi è il capo.

    Se, dunque, il Mistico è stato  cestinato è ottimamente probabile che sia, come specificato anche nell'ultimo UA, per il feedback dei giocatori, che deve aver mostrato che superare certe criticità della Classe era difficile. Dopo che i giocatori avranno rilasciato il feedback su queste ultime Sottoclassi psioniche, vedremo se il D&D team confermerà la linea decisa di recente o se considererà di riprendere in mano in qualche forma il Mistico.

     

    25 minuti fa, Maiden ha scritto:

    Credo che lo stop sia da intendere da gennaio 2020 leggendo le parole di Jeremy. Beh non ricordavo o non sapevo del discorso sul #metoo che effettivamente potrebbe aver pesato su questa scelta, nel 2020.

    No, come ho scritto più su, Mearls deve aver smesso di lavorare in un periodo poco oltre la metà del 2019. Nel suo Tweet, infatti, Crawford dice che Mearls non lavora più nel D&D team "since sometime last year", ovvero "a partire da un certo momento l'anno scorso". Avendo Crawford inviato quel Tweet nel 2020, l'anno a cui si riferisce è il 2019. Mearls, inoltre, in occasione dell'E3 2019 (giugno 2019), ancora lavorava nel D&D team (ma non la WotC, per cui sembra che ancora lavori), dunque deve aver lasciato il team durante o dopo l'estate.

    Edited by SilentWolf
    Link to comment
    Share on other sites

    Certo che gli americani sono proprio bigotti.

    Spostano Mearls perché personaggio scomodo a causa del suo rapporto con Zak S ma non lo licenziano

    Rimuovere Zak S dall'elenco dei consulenti per evitare di avere una brutta immagine pubblica non toglie il fatto che dietro la quinta edizione ci siano anche le sue idee, probabilmente più di quanto egli stesso ammetta, e che siano riusciti a salvare D&D, facendo un sacco di soldi, grazie anche al suo lavoro. 

    Nascondono l'autore ma vendono il prodotto.

    • Like 3
    Link to comment
    Share on other sites
    • Administrators
    Il 5/5/2020 alle 14:21, Ermenegildo2 ha scritto:

    In retrospettiva secondo voi potrebbe spiegare in parte il diverso sentore degli UA usciti di recente, compreso il forte cambio di rotta dato agli psionici negli ultimi mesi?

    SI. Va detto che il sig. Ray Winninger è il capo del team (Executive Producer), ma il posto di Mearls come Lead Designer è di Jeremy Crawford. Quest'ulitimo e Mearls hanno lavorato fianco a fianco dalla 4a edizione (2007 per l'esattezza).

    Quello che sta emergendo quindi è lo stile di Jeremy... vedremo in futuro come evolveranno le cose.

     

    • Like 1
    Link to comment
    Share on other sites
    54 minuti fa, aza ha scritto:

    SI. Va detto che il sig. Ray Winninger è il capo del team (Executive Producer), ma il posto di Mearls come Lead Designer è di Jeremy Crawford. Quest'ulitimo e Mearls hanno lavorato fianco a fianco dalla 4a edizione (2007 per l'esattezza).

    Quello che sta emergendo quindi è lo stile di Jeremy... vedremo in futuro come evolveranno le cose.

    Hai pienamente ragione, ma fino a un certo punto, però.

    Hai del tutto ragione se ti riferisci alla forma delle regole presentate negli ultimi UA (ovvero le regole esatte create dal team di designer ora guidato da Crawford e non più da Mearls, regole dunque create in base al gusto di Crawford e non più a quello di Mearls). Se, però, ti riferisci alla decisione di cestinare il Mistico a favore delle sottoclassi psioniche (cosa a cui, mi sembra @Ermenegildo2 si riferisse, sempre che io non abbia capito male), il cambio di gestione non deve aver inciso in alcun modo. Per una politica decisa fin dall'inizio anche da Crawford, infatti, il destino delle regole presentate negli UA dipende in larga parte dal feedback fornito dai giocatori nei sondaggi. E' altamente improbabile che si sia deciso di cestinare il Mistico solo perchè ora a capo del team c'è Crawford.

    Magari ste cose le sai bene quanto me, ma faccio ugualmente delle precisazioni per Ermenegildo ed eventuali altri lettori:

    Anche prima dello spostamento di Mearls, Crawford aveva ampia voce in capitolo sulla gestione/pianificazione della 5e. Pur essendo Mearls la figura principale nella progettazione delle regole, lui e Crawford condividevano sostanzialmente alla pari la gestione del D&D Team e del Gdr. Crawford, inoltre, era Lead Designer al pari di Mearls fin dall'inizio e ha deciso assieme a Mearls la strategia tanto del Playtest pubblico, quanto dei vari UA pubblicati fin ora (Mearls ne ha scritti la gran parte, ma la politica degli UA come Playtest pubblico è stata decisa da entrambi). Inoltre, come scrivevo in precedenza, la politica degli UA prevede che i cambi di rotta imposti alle regole dipendano soprattutto dal feedback fornito dai giocatori che rispondono ai messaggi, motivo per cui non credo proprio che Crawford abbia deciso di cestinare il Mistico di sua iniziativa. Già Mearls, inoltre, quando ancora guidava il team nel 2018, stava riflettendo sul proporre una versione alternativa del psionico come Sottoclassi che condividevano una medesima risorsa (lui rifletteva su una lista di incantesimi, poi il D&D team gestito da Crawford ha deciso per il Psionic Talent Dice).

    Quindi sì, se per "stile di Jeremy" intendi il tipo di meccaniche proposte negli ultimi UA hai perfettamente ragione. Nell'altro caso, invece, non dovrebbe essere cambiato nulla.

    • Like 1
    Link to comment
    Share on other sites

    Ooook....

    Cita

    Smith is best known for his work as the Dungeon Master in I Hit It With My Axe, a video series from The Escapist circa 2010, in which he plays an early version of D&D with other porn stars. Some accusations of physical, mental, and sexual abuse against him come from participants in that video series.

     

    • Confused 1
    Link to comment
    Share on other sites
    15 ore fa, Dracomilan ha scritto:

    Ooook....

    Cita

    Smith is best known for his work as the Dungeon Master in I Hit It With My Axe, a video series from The Escapist circa 2010, in which he plays an early version of D&D with other porn stars. Some accusations of physical, mental, and sexual abuse against him come from participants in that video series.

     

    Scusa, ma nessuna delle persone finora menzionate si chiama Smith... da dove esce fuori come è collegata quest'articolo con la notizia iniziale?

    Edited by MattoMatteo
    Link to comment
    Share on other sites
    • Moderators - supermoderator
    3 minuti fa, MattoMatteo ha scritto:

    Scusa, ma nessuna delle persone finora menzionate si chiama Smith... da dove esce fuori come è collegata quest'articolo con la notizia iniziale?

    Il playtester citato da Silentwolf e accusato di molestie si chiama Zak Smith.

    • Thanks 1
    Link to comment
    Share on other sites
    5 minuti fa, Alonewolf87 ha scritto:

    Il playtester citato da Silentwolf e accusato di molestie si chiama Zak Smith.

    Grazie, mi era sfuggito... in realtà, all'inizio, avevo addirittura capito che era Mearls ad essere accusato di molestie!

    Link to comment
    Share on other sites
    21 minuti fa, MattoMatteo ha scritto:

    Grazie, mi era sfuggito... in realtà, all'inizio, avevo addirittura capito che era Mearls ad essere accusato di molestie!

    Quello di cui è stato accusato Mearls è di aver passato a Zak S i nomi di alcune persone che lo avevano contattato esprimendo preoccupazioni riguardo a Zak.
    Questa è la mail incriminata.

    Link to comment
    Share on other sites
    6 ore fa, Alonewolf87 ha scritto:

    l playtester citato da Silentwolf e accusato di molestie si chiama Zak Smith.

    Zak S, Zak Smith e/o Zak Sabbat.

    Non è stato un playtester ma un consulente, scelto da Mearls perché ne seguiva il blog

    • Thanks 1
    Link to comment
    Share on other sites
    Il 7/5/2020 alle 21:27, Percio ha scritto:

    Zak S, Zak Smith e/o Zak Sabbat.

    Non è stato un playtester ma un consulente, scelto da Mearls perché ne seguiva il blog

    Già. E meglio noto come produttore e attore di film per adulti.

    Mearls ha dimostrato un'ingenuità imbarazzante per un manager USA di un prodotto per famiglie. Detto che poi tutte le accuse nei confronti di Zack Smith al meglio delle mie conoscenze devono ancora essere provate, una persona con un background professionale di quel tipo sicuramente è più esposta a rischi di carattere 'etico'. E se ci tieni alla tua carriera non lo coinvolgi nel tuo più importante progetto.

    Link to comment
    Share on other sites
    20 minuti fa, Dracomilan ha scritto:

    Già. E meglio noto come produttore e attore di film per adulti.

    Mearls ha dimostrato un'ingenuità imbarazzante per un manager USA di un prodotto per famiglie. Detto che poi tutte le accuse nei confronti di Zack Smith al meglio delle mie conoscenze devono ancora essere provate, una persona con un background professionale di quel tipo sicuramente è più esposta a rischi di carattere 'etico'. E se ci tieni alla tua carriera non lo coinvolgi nel tuo più importante progetto.

    Sicuramente una parte delle critiche rivolte a Zak sono nate proprio a causa del suo impegno nell'industria pornografica, ma l'allontanamento di Mearls non c'entra con questo aspetto.

    Visto che Zak ha una forte personalità online molti hanno scritto a Mearls che Zak era una brutta persona. Mearls ha chiesto prove di quanto dichiarato ma nessuno ne ha fornite, quindi la collaborazione con Zak è andata avanti.

    Il problema è nato quando la ex di Zak ha dichiarato al mondo di internet che Zak la maltrattava (credo senza denuncia ufficiale alle autorità). Zak è stato bannato da tutte le fiere del settore e lo stesso è accaduto per i suoi prodotti e le case editrici coinvolte. La Wizard ha quindi tolto ogni riferimento alla collaborazione con Zak e ha allontanato Mearls per pararsi le chiappe. Non credo comunque che Mearls sia finito sotto un ponte eh, lavora comunque alla Wizard.

    Link to comment
    Share on other sites

    Sono consapevole del fatto che la professione ‘principale’ di Zak non è direttamente responsabile degli eventi successivi - ma una personalità come la sua non è “business-safe” negli USA del secondo decennio del secondo millennio, e un manager serio se ne sarebbe tenuto alla larga a prescindere.

    Già in passato Mearls si era dimostrato a mio modesto parere un manager superficiale e irrispettoso dei propri colleghi, questo l’ha dimostrato.

    Dubito lo rivedremo a capo di un team in WotC.

    Link to comment
    Share on other sites


    Create an account or sign in to comment

    You need to be a member in order to leave a comment

    Create an account

    Sign up for a new account in our community. It's easy!

    Register a new account

    Sign in

    Already have an account? Sign in here.

    Sign In Now

  • Member Statistics

    26.9k
    Total Members
    489
    Most Online
    Alext85
    Newest Member
    Alext85
    Joined
  • Who's Online   0 Members, 0 Anonymous, 95 Guests (See full list)

    There are no registered users currently online

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.