Vai al contenuto

SNESferatu

Circolo degli Antichi
  • Conteggio contenuto

    1.139
  • Registrato

  • Ultima attività

  • Giorni vinti

    1

SNESferatu ha vinto il 16 Aprile 2018

I contenuti di SNESferatu hanno ricevuto più mi piace di tutti!

Punti Esperienza

247 Viverna

4 ti seguono

Informazioni su SNESferatu

  • Rango
    Viandante
  • Compleanno 15/01/1992

Come contattarmi

Informazioni Profilo

  • Sesso
    Maschio
  • Località
    Roma
  • GdR preferiti
    Chronicles of Darkness, Classic World of Darkness, Dungeons and Dragons 5e
  • Occupazione
    Medico da asporto
  • Interessi
    Collezionista di cazzate. Vinili, videogiochi, perdite di tempo.
  • Biografia
    No

Visitatori recenti del profilo

Il blocco visitatori recenti è disabilitato e non viene visualizzato dagli altri utenti.

  1. Olivia è stanca. Nel suo caso, vuol dire che è anche molto, molto ciarliera. È sposata da un annetto, ma già da un paio di mesi sente sua moglie sempre più distante. Sposare una poliziotta comporta dei rischi, che tu conosci benissimo... anche se nel tuo caso, sono stati quei rischi a salvarti la pelle e a farti conoscere tuo marito. Insomma, anche Olivia inizia a sentirsi sola, oltre al sentire il peso degli anni. Cioè, è giovane, ma ha dedicato praticamente tutto al corpo di polizia. E in questo modo sta perdendo anche il poco che le resta "fuori" dall'arma. Il segnale del GPS non è cambiato di posizione per tutto il tempo del vostro viaggio... fino a poco dopo il vostro arrivo. Il puntino si sta spostando verso un punto conosciuto. La cava.
  2. La porta si spalanca sotto la tua possente testata. E per spalancarsi intendo che viene completamente scardinata, si apre all'improvviso, colpisce un uomo che si trovava proprio lì dietro e di cui senti solo un "ah" prima di un crollo a terra. Ovviamente, non è solo. Ci sono altre tre persone oltre lui. Alcune le riconosci: sono le guardie della Madsen, vestite proprio come all'albergo. Sarà una qualche forma di divisa elegante, forse non molto adatta per cercare di assaltare qualcuno. Due ti puntano la pistola addosso. Il terzo, dopo averti visto buttare giù una porta con una testata, fugge via lasciando la pistola a terra. Non credi tornerà vivo dalla Madsen.
  3. La donna non è nel pieno delle sue condizioni mentali. "Credo che... credo ch- cr- credo che avrò bisogno di un umano molto presto. Molto presto." "Ma sì, t-t-ti seguo, ho promesso, ho promesso." Ha l'espressione sconvolta, è pallida più di prima, e con fatica si trattiene dall'inarcare le sopracciglia come se fosse sul punto di scoppiare dalla rabbia. Oltre che dalla fame.
  4. Janice Alzo un braccio verso la creatura, che non è mai la stessa ma mi è sempre familiare, e le indico di saltarmi sulle spalle. Mi giro verso le mie cultiste. "Vedete? Non c'è nulla, proprio nulla di cui preoccuparsi!" Quindi mi volto verso Valente. "Per favore, non c'è bisogno di tutto questo. Siamo tutti amici, qui!" "Questa creaturina" e cerco di solleticarla... non so bene dove "nasce dall'abisso da cui origina tutto, da cui veniamo noi, da cui il nostro sangue si diffonde. È completamente innocua se si sa come trattarla."
  5. Karen "Colpevoli o no, i Blood sanno troppo. Sono pericolosi solo per i mortali, ma non vorrei che usassero le informazioni che hanno contro di noi. E allora addio paradiso anarchico." La Masquerade esiste per un motivo... non che a questo posto interessi granché. "D'altra parte, se i Blood hanno orchestrato qualcosa di simile, sanno che andremo a trovarli. Sanno che sappiamo come trovarli. Direi di non andare tutti insieme, siamo già vistosi così" dico, indicando l'uomo appena arrivato "una parte cerca di capire qualcosa su questo Kennard, un'altra indaga su questo Cutler senza dare nell'occhio."
  6. @Ian Morgenvelt Non siete ancora al piano superioreeeee
  7. Janice Aspetto che l'icore nero che mi sgorga dagli occhi faccia il suo corso. Ogni volta che mi dedico a questo rituale, è un'esperienza nuova. Abbraccio le mie compagne: sussurro complimenti nelle loro orecchie, spero sia stata una esperienza piacevole anche per loro. Si meritano dei complimenti: immagino siano scosse per la dipartita di una delle loro compagne. A me dovrebbe interessare. Cioè, mi interessa, so che mi interessa... ma l'oblio mi ha tolto di nuovo la possibilità di fregarmene davvero. Invece, mi ha dato di nuovo risposte. Una è molto chiara. L'altra... l'altra va sicuramente interpretata. Mi volto verso i miei due "colleghi". "Allora. Purtroppo non ho ottime notizie. Le informazioni sono state molto più difficili da ottenere del previsto... e non sono complete. Quel che posso dirvi è che dietro questo fratricidio c'è una questione di vendetta, e che l'assassino ha agito per paura. Sono convinta abbia attaccato prima di essere attaccato a sua volta." "Per quanto riguarda Manson... il Vuoto stesso non ne ha idea. Questo può voler dire più cose: Manson non è mai esistito ed era tutta una coperta, o Manson è morto." "Siamo capo a dodici."
  8. La possessione è temporanea, ma per quanto? (hint: non mi va di dirlo) Non è come con la possessione che ti è già capitato di vedere nella cronaca di Bestie: quella era un po' più particolare, modificata dagli effetti nefandi di quel dannato CD. Un altro modo per far terminare una possessione se non si vuole aspettare è semplicemente convincere il fantasma ad abbandonare il corpo. O uccidere il corpo.
  9. Tua nonna fa un sorrisetto. "Eh, vabbè, un'altra ragazza strana. Pensavo che i gotici come voi fossero finiti negli anni '80... piuttosto." Si alza dal tavolo, e ti dà uno schiaffetto sulla mano mentre cerchi di rubare un biscotto. Per poi offrirti il piatto. "Quando pensi di tornare a scuola, eh? Credo che tu stia... buttando la tua vita." "Non potrò aiutarti per sempre, capisci?"
  10. Al momento Tobias non si è ancora spostato in direzione della cava, direzione che ricordi alla perfezione grazie alla tua gargantuesca memoria. È però già nella riserva, in un punto fisso che non hai visitato. Puoi quindi solo escludere che non si trovi dove l'hai incontrato la prima volta, e, ovviamente, non è nella cava. Mentre sali sulla macchina con Olivia, telefoni a Tyrone. "Siamo pronti" ti risponde con voce ferma. "Dove ci vuoi?"
  11. Le fiamme non ti hanno ancora raggiunto e il capannone è abbastanza vuoto ora da poterti far arrivare all'entrata in un baleno. Ti metti in spalla il corpo del legato, un gioco da ragazzi per un forzuto come te, e ti precipiti alla porta. Proprio in quel momento, vieni colpito alla spalla da un singolo proiettile. Un unico, singolo proiettile, che sarebbe stato molto diverso se fosse stato a un paio di cm più a sinistra. La spalla ti cade di colpo, ma attutisci il colpo e vai avanti. C'è solo un problema. La porta è sbarrata. Le fiamme però non l'hanno ancora raggiunta.
  12. Hai ragione, scusatemi ragazzi. Ho iniziato da poco il lavoro e sto in fase di riorganizzazione, quindi arrivo a casa e sono stremato ç_ç
  13. No, mai, il piano terra sarà la vostra tomba.
  14. Le vostre torce illuminano il triste centro commerciale. E capite di non essere soli. Quattro persone, quattro uomini e una donna in abiti consunti e dai volti stanchi, si avvicinano lentamente a voi. I loro passi sono striscianti, come se si svegliassero da lungo sonno. La loro espressione è a terra. Sono dei senzatetto, probabilmente gli ultimi ad aver avuto l'idea di trascinarsi in questo posto. Pessima idea. Gli uomini sembrano disposti in modo tale da proteggere la donna. Non sembrano neanche vivi, o non lo sembrerebbero a una persona normale: il legame ai vostri geist vi rende evidente che sono vivi, per quanto non molto coscienti. Anche la donna è viva, ma dietro i lunghi capelli biondi e sporchi nasconde qualcosa. A differenza degli altri quattro, vi sembra perfettamente in grado di intendere e di volere. Si finge "morta dentro" come gli altri, ma anche con la scarsa illuminazione vi è chiaro che è diversa. Non riesce a tener ferme le mani. Ogni tanto le scappa un sorrisetto. Ah, sì, c'è anche il fatto che è posseduta da un fantasma. Vi vede, e scoppia in una fragorosa risata, seguita dalla sua "ciurma", ma con molta meno convinzione.
  15. Janice Accetto l'oblio. Mi inginocchio, e mi lascio prendere dalle convulsioni dell'abisso.
×
×
  • Crea nuovo...

Informazioni Importanti

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Ulteriori Informazioni.