DarthFeder

Circolo degli Antichi
  • Conteggio contenuto

    109
  • Registrato

  • Ultima attività

2 ti seguono

Informazioni su DarthFeder

  • Rango
    Esperto
  • Compleanno 12/06/1991

Come contattarmi

Informazioni Profilo

  • Sesso
    Maschio
  • Località
    Venezia
  • GdR preferiti
    Pathfinder, D&D 3.5 - 5E / Warhammer 40k
  • Occupazione
    Impiegato
  • Interessi
    Sono appassionato di musica e fotografia, informatica, tecnologia, sto timidamente ed in punta di piedi entrando nel mondo dei GdR da tavolo.
  • Biografia
    Federico è: rockettaro dentro, chitarrista, apprendista violinista, appassionato fotografo, cuoco creativo, giramondo nel weekend.

Visitatori recenti del profilo

777 visualizzazioni del profilo
  1. DnD 5e

    Dopo aver letto per bene il pdf: bello, ma manca la cosa principale che credo titti i fans di Magic e D&D aspettavano ovvero le regole per gestire la magia ed il mana in base ai cinque colori!
  2. DnD 5e

    Mmm...pensavo fosse una pagina ufficiale perché ci sono i classici tasti "acquista" sulla parte superiore del profilo che portano allo store della WOTC. Edito il mio commento, non vorrei essere fuorviante
  3. DnD 5e

    Guarda un po' che hanno pubblicato ieri nel canale Facebook "5th Edition D&D": https://drive.google.com/file/d/0B4jAv0Wgv9taQ29RZUJiekRXMWc/view A me brillano ancora gli occhi 😁
  4. DnD 5e

    @SilentWolf magari arriveranno ulteriori rivisitazioni delle classi già pubblicate, o nuove sottorazze, o magari qualche capitoletto dedicato all' esplorazione e all'interazione sociale! O nuove liste di incantesimi o oggetti unici...?
  5. DnD 5e

    Bellissime le opzioni per il Warlock! È la volta buona che provo a buttare giù una scheda per me usando questa classe. L'opzione per il mago invece...boh...mi associo a chi scrive che è esageratamente forte su certi aspetti.
  6. DnD 5e

    Ragazzi, scusate l'interruzione, portate pazienza ma....non vi conviene aprire un topic ad hoc e discutere la di edizioni lunghe o corte, pilastri o non pilastri, fuffa o non fuffa? Portate pazienza ma in 60 commenti non ho ancora capito se questo UA porta del buon materiale o meno, se ne è parlato per una manciata di commenti e poi è partita la divagazione più totale...
  7. DnD 5e

    Più che scarno o poco personalizzabile dalla recensione mi pare di cogliere che il modulo di per se è stato scritto pensando "vedete, con D&D5 oltre a combattere potete ruolare per ore senza estrarre la spada" ma di fatto lascia poche occasioni non forzate per farlo, o pochi spunti per coltivare davvero la cosa. Non lo trovo un dramma insormontabile però, come DM penso sia doveroso arrangiarsi un pochino in queste cose...non credo che il manuale comunque lasci completamente a secco di png e mostri altrimenti son 90 pagine scritte di che? Non so, il manuale è nella mia wishlist da tempo ma ancora non ho avuto necessità di prenderlo (altre avventure in corso), pensavo di dargli una chance perché in altri articoli ne han parlato molto bene (sia di questo modulo che del seguito, Rise of Tiamat).
  8. DnD 5e

    Condivido in parte, dipende con chi si gioca. Al mio gruppo per esempio le descrizioni piacciono molto! Certo, se si gioca con un gruppo più votato all'azione senza tante chiacchiere le cose vanno aggiustate ed è un compito del Master. La scarsa possibilità di partecipazione non l'ho capita: partendo dal presupposto che i PG sono esseri viventi di un mondo verosimilmente dinamico che non esiste quindi in loro funzione ma che va avanti per conto suo io sostengo il fatto che sia compito dei giocatori ruolare il proprio personaggio in modo da renderlo protagonista delle vicende e cambiando il corso degli avvertimenti: se i giocatori stanno lì a guardare subendo tutto quello che succede passivamente allora "peggio per loro"...Per il discorso "avventura su binari"/avvenimenti forzati: si, è vero che certe cose sono messe lì apposta per far andare la storia in un certo verso ma tieni conto che: 1) a mio avviso questi moduli sono comunque, come tutto il materiale per GDR, modificabili a piacimento dal master. Nessuno ti vieta di uscire dal seminato, anzi... 2) sono moduli che partono dal livello 1 e che hanno anche il compito di aiutare chi sta arbitrando per la prima volta, ipotizzando che i giocatori di livello 1 siano veramente dei neofiti. Ci sta che qualche avvenimento sia un po' più forzato di altri. L'avventura comunque più avanti (e nel suo seguito) prende uno stampo molto più libero mi pare.
  9. Ambientazione

    Come previsto oggi è arrivata a casa la seconda copia di Alfeimur, spedita il 17 gennaio. Questa ci ha messo un quarto del tempo ad arrivare, mi ha sorpreso! Cade a fagiolo con il compleanno di un amico. Diffonderò il verbo
  10. DnD tutte le edizioni

    Vero. Io ho adottato la seguente convenzione: "vicino" indica qualcosa di raggiungibile in un turno di movimento, tipicamente 9 metri. "Lontano" indica una distanza che può essere coperta solamente in due o più turni di movimento. Un avversario colpibile con un'arma da mischia è considerato "in prossimità". In questo modo posso gestire (con un po' di approssimazione) anche gli attacchi di opportunità, che si verificano per esempio quando si esce dalla zona "di prossimità" di un nemico. Ma appunto, come dici anche tu, la quinta edizione si presta bene a questo tipo di artifici ed approssimazioni e concede molta libertà decisionale. PF e la 3.5 sono difficilmente giocabili con convenzioni così approssimative perché alcune abilità e talenti non funzionerebbero proprio!
  11. DnD tutte le edizioni

    Pathfinder senza miniature è ingiocabile, D&D 5E invece è giocabilissimo. Personalmente odio l'approccio da geometra che richiede Pathfinder/3.5 dove si passa più tempo a contare i quadretti che ad immaginarsi la scena...preferisco il combattimento astratto di D&D 5E dove con pochi concetti basilari (vicino, lontano, impegnato...) si riesce a fare tranquillamente tutto nella propria testa, usando un foglio giusto come promemoria della posizione dei partecipanti e della conformazione dell'ambiente circostante senza curarsi più di tanto di metri ecc (ovviamente il disegno deve rispettare comunque le proporzioni delle cose e delle distanze). Tutto un altro vivere a mio avviso, molto più coinvolgente e meno matematico. Personalmente mi trovo molto più a mio agio con D&D 5E che con Pathfinder proprio perché è un gioco molto meno "matematico" e regolistico e lascia più spazio all'improvvisazione ed alla fantasia. Il fatto che non esista una regola per qualsiasi cosa per me è un pregio ineguagliabile!
  12. Meccaniche

    Si, è che nella sua fantasia su vede fare la trottola con le spade in mezzo ad un mucchio di 10 nemici ed ucciderli tutti
  13. Meccaniche

    Grazie per la risposta! sono tutte abilità di livello medio alto vedo, il mio gruppo è ancora di livello infimo. Però già il fatto che qualcosa ci sia è una buona notizia! Riferirò al guerriero che dovrà aspettare ma in futuro padroneggerà abbastanza bene le lame da fare qualcosa di simile ai suoi sogni!
  14. Meccaniche

    Buonasera a tutti! vi pongo un quesito: stasera il mio Guerriero (un pazzo incosciente che attacca briga con chiunque senza farsi troppe domande) si è trovato accerchiato dai nemici e nella sua mente è balenata subito un'idea: "perché non posso fare il "turbine" e colpire tutti gli avversari attorno a me mentre roteo su me stesso?" Lì per lì gli ho bocciato l'idea: il manuale parla chiaro e gli scontri sono sempre 1 vs 1. Ma non c'è davvero modo di trasporre in D&D 5 il "turbine di lame" che spopola in tutti i videogame ormai? Non c'è una regola per gestire il combattimento contro nemici multipli? ciao a tutti!
  15. DnD tutte le edizioni

    Puoi gestirti in entrambe le maniere: c'è chi usa il tabellone con la griglia e si sposta contando i quadretti ecc, in modo da avere combattimenti molto tattici, e chi invece preferisce demandare tutto ad un approccio più descrittivo (es "mi sposto di qualche passo verso il mostro in modo da fiancheggiarlo e lo attacco con la mia lancia"). Io personalmente uso l'approccio narrativo, astratto, ed utilizzo un foglio di carta solo per fare uno schizzo della stanza e segnare a spanne la posizione di giocatori e nemici. Anche io ho iniziato da poco, sono partito con Pathfinder: il box introduttivo è ben fatto e molto curato ma è difficile da gestire. Sono passato quasi subito a D&D 5...personalmente ti consiglio di partire proprio con D&D 5, comprando lo starter set (se l'inglese non ti spaventa) che contiene le regole di base per i giocatori ed una bellissima campagna già pronta per essere giocata. Altrimenti, se l'inglese è uno scoglio insormontabile, affidati alla traduzione non ufficiale Next che trovi sul sito di Editori Folli (non è altro che D&D 5 tradotto e leggermente modificato in alcuni punti, ma di fatto è molto fedele al manuale originale).