Jump to content

Benvenuto in Dragons´ Lair

La più grande e attiva community italiana sui Giochi di Ruolo.
Accedi o registrati per avere accesso a tutte le funzionalità del sito.
Sarai così in grado di discutere con gli altri utenti della community.
By aza

Armature vs Armi da fuoco rinascimentali – Historia

ATTENZIONE: Questo articolo è la seconda parte del precedente sulle armi da fuoco: prima di proseguire la lettura, potete mettervi in pari cliccando qui!
Abbiamo visto come le armi da fuoco siano apparse clamorosamente nei campi di battaglia dell’europa di metà ‘300 e nei secoli successivi si siano affermati anche nelle loro forme “manesche” (cioè utilizzabili da una persona sola, “a mano”, come un archibugio).
Questo però non ha portato a un’immediata scomparsa delle armature, e anzi per secoli esse hanno continuato a prosperare fornendo spesso una protezione importante a chi le indossava, persino contro i temibili archibugi. Ma come hanno fatto?
Andiamo a scoprirlo insieme!
FERRO E ACCIAIO

Ricostruzione di altoforno rinascimentale, Deutsches Museum (Foto CC0)
L’acciaio è una sostanza metallica, una lega di Ferro e Carbonio. Per quanto la sua invenzione sia comunemente associata all’età moderna, in realtà nella lavorazione alla forgia del ferro, il carbonio presente nel carbone della forgia stessa va a legarsi con il ferro formando uno strato superficiale di lega ferro-carbonio. L’effetto di questa lega può essere di vario tipo, come andremo a vedere, in base alla percentuale di carbonio e ai metodi di raffreddamento di questo. 
Significa comunque che, in un certo qual modo, si hanno le prime armi e armature costituite parzialmente d’acciaio sin dall’età del ferro.
Pensare inoltre che, nell’antichità, si usasse come materiale di partenza il ferro puro è un’imprecisione: la maggior parte del ferro, infatti, si otteneva dalla fusione dei minerali ferrosi attraverso una fornace, operazione che lasciava sempre delle inevitabili impurità nel metallo.
Alle temperature della fornace, infatti, il ferro non si liquefà mai del tutto, ma viene in qualche modo a “colare” dalla pietra in una sostanza viscosa che si porta inevitabilmente dietro impurità della roccia d’origine.
Le caratteristiche della fornace, oltre a determinare la qualità del metallo finale, limitano anche la quantità di materiale ottenibile in un singolo processo.
Si tendeva, infatti, a partire da un’unica massa di metallo per costruire oggetti poiché saldare più pezzi metallici avrebbe portato a caratteristiche fisiche peggiori.
Per ottenere singole masse di metallo maggiore, tuttavia, sono necessarie fornaci più grandi che richiedono a loro volta temperature maggiori non banali da raggiungere!
Per amor di completezza, anche se non tratteremo qui l’argomento, sono state prodotte invece nel medioevo lame d’acciaio di altissima qualità ottenute battendo insieme lamine metalliche diverse in quello che è comunemente noto come “acciaio a pacchetto” o “acciaio di Damasco”.

In “Ryse: Son of Rome” il protagonista indossa una tipica Lorica Segmentata.
Nel mondo antico, l’impero romano aveva costruito delle fornaci più grandi e calde, necessarie per ottenere lamine abbastanza grandi da costituire le piastre della Lorica Segmentata: l’armatura a piastre più famosa del periodo pre-medievale e che tutti noi identifichiamo oggi come la classica protezione del legionario imperiale.
Tuttavia la lenta fine dell’impero e l’abbandono di tali corazze in favore della più economica Lorica Hamata, a tutti gli effetti un cotta di maglia, portarono al disuso di tale tecnologia.
La capacità di ottenere piastre di dimensioni considerevoli tornò in auge con l’invenzione, verso la metà del ‘300 (ma diffusasi successivamente), dell’altoforno, una fornace in grado di raggiungere dimensioni e temperature capaci di fondere completamente il ferro.
Oltre a permettere di ottenere agglomerati metallici di dimensioni considerevoli e molto più poveri di impurità, l’altoforno produce una lega di ferro ad alto contenuto di carbonio, chiamata ghisa.
A differenza del ferro, che deve essere battuto per essere lavorato, la ghisa, trovandosi allo stato liquido quando esce dall’altoforno, può essere versata in uno stampo per produrre lavorati per fusione, in modo simile al bronzo.

BOOM! (Assassin’s Creed: Brotherhood)
Tuttavia questo tipo di lega, pur essendo usata all’epoca per la creazione di cannoni e relativi proiettili, è inadatta alle altre armi e armature poiché troppo fragile (come vedremo dopo).
Per ottenere invece un materiale lavorabile e adatto a tali armamenti, la ghisa veniva soggetta a un successivo trattamento di raffinazione, nella quale veniva nuovamente riscaldata in un ambiente ricco di ossigeno: in questa maniera, oltre a eliminare ulteriori scorie, parte del carbonio presente nel materiale si legava all’ossigeno formando anidride carbonica e abbandonando il metallo.
Questo processo forniva come risultato una lega di ferro con percentuale di carbonio inferiore al 2%, cioè quello che noi chiamiamo Acciaio!
PROPRIETA’ MECCANICHE
Due sono le proprietà meccaniche dell’acciaio che ci interessano: la sua Durezza e Tenacità.
La durezza è la resistenza, da parte del materiale, alle deformazioni: essa dipende sostanzialmente dal tipo di struttura che assumono gli atomi in toto all’interno del metallo.
Abbiamo già parlato di materiali duri in questo articolo sulle proprietà fisiche di armi e armature
La presenza di carbonio all’interno del ferro è in grado di raddoppiare la durezza rispetto al ferro ricco di scorie ottenuto mediante la fornace: per aumentare ulteriormente tale proprietà è necessario temprare il metallo, ovvero regolare come esso si raffredda dopo aver raggiunto una temperatura sufficiente a “riorganizzare” la struttura interna della lega.
Nel medioevo era uso comune una tempra non rapidissima in grado di formare un acciaio duro 3-4 volte il ferro ottenuto dalla fornace: è possibile invece temprare rapidamente il metallo, formando un acciaio estremamente duro, fino al doppio del precedente.
Tuttavia, questo tipo di tempra rischia di rendere l’acciaio fragile ed è dunque inadatto ai nostri scopi.
Ma cos’è la fragilità?

Perfino le armi più dure possono rompersi – Narsil, dalla trilogia del signore degli anelli
Un materiale si dice fragile se è facile spezzarlo: l’esempio classico di materiale duro e fragile è il vetro, che è difficilissimo da deformare ma si rompe con facilità.
La capacità di resistere alla rottura di un materiale è detta Tenacia ed è la caratteristica più importante per le armature: infatti la tenacia di un metallo definisce quanta energia è necessaria per perforarlo.
Questa energia dipende dalla qualità del materiale: un acciaio con un contenuto di carbonio dello 0.85%, ad esempio, ha una tenacia fino a 3-4 volte maggiore rispetto a quella del ferro di bassa qualità.
ENERGIE DI PENETRAZIONE
Per calcolare l’energia necessaria per penetrare una piastra di un’armatura entrano in gioco i seguenti fattori:
la forma dell’arma usata; lo spessore della corazza; la qualità del metallo; l’angolo con il quale il colpo incide sulla corazza. Partiamo dalla prima: come già detto nell’articolo sulle proprietà delle armi e armature (che trovate qui), la forma dell’arma, o meglio, della parte dell’arma che colpisce l’armatura definisce la pressione che essa è in grado di impartire: minore la superficie di contatto, maggiore è la pressione, minore è l’energia necessaria per perforare un materiale.
Si capisce dunque subito che le frecce, pur avendo energie decisamente inferiori a disposizione, sono molto più efficienti dei proiettili, che all’epoca consistevano in delle semplici sfere metalliche (da cui “pallottola”), e anche le lame, per risultare efficaci contro le armature, devono essere il più piccole possibili.
Mantenendo dunque il nostro studio unicamente sulle armi da fuoco, andiamo a vedere quanta energia serve a una pallottola per perforare una corazza.
Una stima delle energie a disposizione per vari tipi di armi da fuoco è stata fatta nella prima parte dell’articolo che trovate qui
Se partiamo ci riferiamo ancora una volta all’appendice di The Knight and the Blast fournace, partendo da una corazza spessa due millimetri di acciaio di buona qualità vediamo che servono poco più di 800 J affinché un’arma da fuoco perfori una simile corazza: immaginando di poter aggiungere 150 J extra per perforare ulteriori protezioni sottostanti (come imbottitura e cotta di maglia) vediamo che una tale armatura è ben lontana dal proteggere da un colpo di archibugio a distanza ravvicinata.
Tuttavia, una simile armatura ha ampio spazio di manovra per quanto riguarda il suo spessore.
L’energia necessaria per perforare un’armatura cresce come il suo spessore elevato alle 1.6: in pratica, raddoppiare lo spessore triplicherà (all’incirca) l’energia necessaria per perforare l’armatura.
Vediamo dunque che la stessa armatura spessa 3 mm richiede quasi 1900 J per essere perforata e un esorbitante 3800 J se portata a 4 mm, ponendo quindi il cavaliere al sicuro anche dai colpi dei primi moschetti!

Armatura da corazziere del ‘600, Morges military museum
Queste spesse armature, tuttavia, risultavano estremamente pesanti e furono in uso principalmente dopo il ‘600: infatti, con l’avvento degli eserciti nazionali, i vari regnanti cominciarono a ricorrere ad armamenti di massa, producendo corazze più spesse ma di qualità inferiore, riducendo l’energia necessaria a perforarle a un 50-75% di quella di un buon acciaio: queste armature, più che assicurare una protezione totale contro i nemici, servivano a ridurre il rischio di morte di un proiettile sparato da lontano.
L’estremo peso di queste protezioni portò a produrre armature complete solo per la cavalleria, andando a creare la figura del corazziere, cavaliere pesante con armi da fuoco, mentre la fanteria andò pian piano a ridurre l’armatura a pochi pezzi, principalmente il busto e l’elmo.
Un’altra opzione era ovviamente puntare su acciai di qualità migliore: i più raffinati potevano aumentare di un ulteriore 50% l’energia necessaria alla penetrazione, rendendo ad esempio la precedente corazza a piastre da 2 mm impervia ai comuni archibugi.
L’ultimo elemento da tenere in conto è l’angolo di incidenza tra il proiettile e la piastra: infatti, se il proiettile non raggiunge perpendicolarmente la corazza, esso tenderà a dissipare la sua energia e dunque l’energia necessaria alla perforazione verrà moltiplicata per un fattore pari all’inverso del coseno dell’angolo di incidenza.
Ricordiamo che il coseno è una proprietà degli angoli ed è un fattore compreso (per angoli inferiori ai 90°) tra 0 e 1: famosi valori sono circa 0.8 per un angolo di 30°, circa 0.7 per uno di 45° e 0.5 per uno di 60°.
Un proiettile che raggiunga una piastra con un angolo di trenta gradi richiederà il 25% circa di energia in più per perforarla: questo fenomeno non deve essere necessariamente causato dalla scarsa mira o fortuna del tiratore, infatti le armature venivano costruite con delle forme arrotondate o angolose proprio per far sì che i proiettili colpissero il bersaglio in maniera non perpendicolare.
Ovviamente quelli che stiamo facendo sono ragionamenti di massima: in diversi momenti e zone dell’europa post-medievale abbiamo visto una grande varietà nella qualità, forma e fattura di armi e armature. Un problema annoso, ad esempio, era quello della disomogeneità degli acciai, ovvero l’impossibilità di costruire oggetti (come armature) in acciaio le cui proprietà fisiche fossero le stesse in tutti i punti: in questo modo era possibile che due colpi sostanzialmente identici, raggiungendo punti diversi dell’armatura, ottenessero risultati di penetrazione diametralmente opposti.
Inoltre, con l’avanzare del tempo, anche le energie delle armi da fuoco sono andate via via ad aumentare: ad esempio un moschetto del 1600 poteva arrivare, con la giusta polvere da sparo, a imprimere quasi 4000 J di energia al proiettile. La presenza inoltre di miglioramenti bellici come la rigatura della canna, in grado di imprimere al proiettile un moto elicoidale che ne stabilizzasse la traiettoria, e le cartucce per rendere il caricamento più rapido resero indubbiamente le armi da fuoco sempre più letali.
IN CONCLUSIONE…
Le armature del rinascimento erano, in generale, in grado di proteggere chi le indossava dai proiettili delle armi da fuoco a patto che esse fossero relativamente leggere (pistole e in parte archibugi) e/o facessero fuoco da abbastanza lontano. Per quanto si tratti di condizioni apparentemente poco interessanti, ricordiamo comunque che in assenza di armatura un proiettile in tali condizioni sarebbe indubbiamente letale, se colpisse zone vitali!
La protezione poteva essere ottenuta e migliorata andando ad agire sulla qualità dell’acciaio, sullo spessore della corazza e sulle sue forme: questi fattori portarono, da un lato, allo sviluppo di armature molto costose, in grado di proteggere i ricchi signori dai proiettili più comuni, dall’altro a una produzione massiva di corazze di bassa qualità molto pesanti, che proteggevano interamente solo i reparti di cavalleria mentre i fanti si limitavano ad indossarne alcune porzioni.

L’azza: un letale mix di ascia, martello e lancia. Photo by Javy Camacho.
Questo sviluppo dell’armatura ebbe effetto anche sulle armi da mischia: da una parte, infatti, nel ‘400 si ha il massimo splendore delle armi in asta, come le alabarde o le temutissime azze e martelli da guerra, in grado di minacciare i nemici più corazzati grazie a una letale combinazione di massa, leva e spunzoni o piccole lame d’ascia in grado di penetrare più facilmente l’armatura.
Le picche, inoltre, diventeranno elemento fondamentale del campo di battaglia prima dell’invenzione della baionetta, in grado di minacciare sia la cavalleria, nello specifico tenendo a distanza i cavalli, sia la fanteria dall’armatura ridotta.
Nella prima metà di questo periodo nascono nuove spade per affrontare nemici corazzati come lo stocco, che non è il rapier inglese come Dungeons & Dragons ci suggerisce ma l’estoc, una spada a lama triangolare da infilare nelle giunture delle armature nemiche, oppure come lo spadone (zweihander, montante ecc) di dimensioni ragguardevoli e di importanza strategica nella lotta alle formazioni di picchieri.
La riduzione dell’armatura da fanteria, tuttavia, porterà successivamente all’invenzione di spade più sottili e agili come la striscia, che è il vero rapier di Dungeons & Dragons, un’arma eccezionale nei colpi di punta, o come la sciabola che rappresenterà il simbolo della cavalleria fino alla sua scomparsa nel ‘900.

Insieme di armi rinascimentali, tra cui un peculiare stocco con guardia a testa di martello
BONUS – Cosa giocare?
Se la sfida tra armi da fuoco rinascimentali e armature vi appassiona e volete provare l’ebbrezza di metterle a confronto, se vi piacciono i  giochi di ruolo (e se non vi piacciono è probabilmente perché non li avete provati), non posso che consigliarvi ampiamente Historia!

Historia è un’ambientazione tutta italiana per Dungeons & Dragons (quinta edizione) che vi cala in un rinascimento popolato da… animali antropomorfi!
Lungi dall’essere un mondo “carino”, Historia vi porrà in mezzo a intrighi, lotte politiche, battaglie campali, dilemmi etici, un mondo dove Alchimia, Magia e Religione si sfidano ogni giorno dove Spade, Armature e Pistole vivono fianco a fianco.
VAI AL KICKSTARTER!
Oltre a ciò, in ambito videoludico, abbiamo recentissimo Greedfall, ambientato in una versione fantasy dell’età delle esplorazioni, dove le armi da fuoco si incontrano ogni giorno con le corazze dell’acciaio migliore… con un pizzico di magia!
Inoltre, ha decisamente fatto scuola Mount & Blade: With Fire and Sword, l’espansione standalone del mitico Warband, passata purtroppo in sordina, che ci pone nel complesso panorama dell’europa orientale di metà ‘600, durante la rivolta cosacca contro il commonwealth Polacco-Lituano (per inciso, è grazie a questo titolo che so dell’esistenza di suddetto commonwealth…).

Come non citare poi la saga di Ezio di Assassin’s Creed, dove le armi da fuoco, appena accennate in Assassin’s Creed 2, si fanno sempre più presenti nei seguenti Brotherhood e Revelations, come a mostrare la lenta ma inesorabile diffusione di queste armi nel rinascimento.
E già che citiamo Ezio, non possiamo non guardare le produzioni italiane: se vi piacciono i librogame e i giochi di ruolo non posso che consigliarvi la saga di Ultima Forsan, ambientata in un macabro rinascimento assediato dai non morti dove solo le nuove tecnologie del ‘500 potranno tenere i nostri eroi in salvo dagli abomini!

Uno degli autori, Mauro Longo, famoso autore di librogame italiano nonché gestore del blog Caponata Meccanica e di una pagina su libri da tavolo per bambini (Bambini e Draghi), ha scritto numerosi libri game di Ultima Forsan e inoltre alcuni romanzi ambientati sempre in questo periodo come Guiscardi senza Gloria e il fabbricante di spettri. 
Se l’argomento vi è piaciuto, vi invito a leggere The Knight and the Blast Furnace di Alan Williams. Se invece cercaste una lettura (lievemente) più leggera, questo stesso argomento è stato affrontato e approfondito nel 2008 sul blog Baionette Librarie del mitico Duca, alias Marco Carra, con una serie di articoli sulle armi e gli acciai, più tecnici, che potete trovare qui.
Articolo originale: http://www.profmarrelli.it/2019/10/01/armature-vs-armi-da-fuoco/

Se questo articolo ti è piaciuto, segui il prof. Marrelli su facebook e su ludomedia.  
Read more...

Mike Mearls è tornato nel D&D Team

In un articolo di qualche settimana fa vi avevamo segnalato alcuni importanti cambiamenti all'interno del D&D Team, ovvero la squadra della WotC impegnata nella creazione della 5a Edizione di D&D. In particolar modo, in base ad alcuni tweet pubblicati da Jeremy Crawford era sembrato che Mike Mearls (assieme a Crawford uno dei Lead Designer della 5e) non facesse più parte del Team e che, dunque, non avesse più alcun ruolo nella produzione di D&D. Crawford, infatti, rispondendo a un utente aveva affermato che Mearls "non lavora più nel team del GDR da tavolo e non lo fa da un certo momento dell'anno scorso" (riferendosi al 2019).
Durante una puntata del Dragon Talk di qualche giorno fa, tuttavia, il nuovo Produttore Esecutivo di D&D Ray Winninger (divenuto di recente il capo del D&D Team) ha dichiarato che "Mike Mearls è tornato a lavorare di nuovo a tempo pieno sul Gdr, dopo aver diviso per noi il suo tempo tra D&D e alcune cose legate a un videogioco. Adesso è tornato". Potete ascoltare le sue parole nel seguente video, a partire dal minuto 18:42:
In sostanza, sembra proprio che Mike Mearls non abbia abbandonato il suo lavoro all'interno del D&D Team, ma che negli ultimi mesi abbia semplicemente ricevuto dalla WotC l'incarico di collaborare con Larian Studios, software house belga, per la creazione del videogioco Baldur's Gate III (di cui vi avevamo parlato in questo articolo). Mike Mearls, dopotutto, nel giugno del 2019 aveva partecipato all'E3 2019 proprio in occasione dell'annuncio di Baldur's Gate III, così da ufficializzare la collaborazione tra la WotC e la software house videoludica (come è possibile notare da questo video pubblicato proprio in quei giorni). E' molto probabile, quindi, che nell'ultimo anno Mearls abbia lavorato come consulente dei Larian Studios, in modo da fornire loro tutte le informazioni su D&D necessarie per la creazione del gioco, come i dettagli narrativi sui Forgotten Realms o le regole della nuova edizione. In base a quanto dichiarato da Winninger, dunque, possiamo ritenere che Mearls abbia terminato il suo impegno e che, quindi, possa di nuovo lavorare a tempo pieno sul Gdr cartaceo come faceva prima.
Read more...

D&D 5E: avventure gratuite dalla Kobold Press

Articolo di Morrus del 19 Maggio
La Kobold Press ha rilasciato gratuitamente Prepared!, un'avventura per D&D 5E, come parte della sua iniziativa "Al Sicuro a Casa con Kobold Press". Entrate nel loro sito e usate il coupon SaferAtHomeWeek2.

 
I vostri giocatori stanno andando alla deriva?
Una dozzina di Avventure Autoconclusive per la 5a edizione per i Livelli 1-15.
Non dovrete più avere paura: Prepared! offre ai DM delle rapide soluzioni per movimentare le campagne e far divertire i giocatori mentre pensate alla vostra prossima mossa. Al suo interno troverete, infatti, delle brevi avventure autoconclusive per ogni ambiente, compreso:
Una fabbrica aliena dove delle vittime sono risucchiate della loro essenza vitale e vengono trasformate in orrori eterei Un laboratorio alchemico abbandonato dove è stato lasciato un assistente mostruoso La caduta letterale del cielo ai piedi degli avventurieri Alcuni goblin che hanno costruito una strana "fortezza" in un fosso a lato di una strada Una misteriosa terrazza di pietra spuntata fuori dalla neve, con un antico macchinario che scintilla dal livello più alto ...e altro ancora, tutto con le bellissime mappe di Meshon Cantrill! Con Prepared! il designer Jon Sawatsky ha creato una dozzina di scenari fantasy per la 5a edizione, utilizzabili in ogni ambientazione con PG di vario livello. Non correrete più il rischio di trovarvi senza nulla di pronto!
Queste avventure presentano dei mostri provenienti sia dal Manuale dei Mostri canonico di D&D 5E che dal Tome of Beasts.
Link all'articolo originale: https://www.enworld.org/threads/free-d-d-adventure-from-kobold-press.672206/
Read more...

È iniziata la campagna del Book of Fiends 5E

Articolo di Morrus del 21 Maggio 2020
La Green Ronin ha lanciato una campagna di crowdfunding per il Book of Fiends, un manuale con copertina rigida riguardante demoni, diavoli e altri cattivoni assortiti.

L'originale Book of Fiends uscì nei primi anni 2000 per D&D 3.5. Univa Legions of Hell e Armies of the Abyss, i due libri precedenti della Green Ronin (all'epoca il primo dei due era uno dei miei libri di terze parti preferiti per la 3.5 ).
Quello di cui parliamo ora sarà un manuale di 200 pagine con oltre 130 demoni, diavoli e abitanti del piani inferiori. Vi troverete i Signori degli Inferi, i Principi dei Demoni, gli Esarchi di Gehenna e mostri di GS 0-31.
La campagna di crowdfunding si svolge su GameOnTabletop e potete prendere il PDF per $25 o il manuale cartaceo con copertina rigida per $50.
Tratto dalla presentazione ufficiale

Perché Game on Tabletop e non Kickstarter? Chris Pramas di Green Ronin risponde:
Link all'articolo originale: https://www.enworld.org/threads/green-ronins-book-of-fiends-for-5e.672252/

Link alla campagna di crowdfunding: https://www.gameontabletop.com/cf372/the-book-of-fiends-5e.html
Read more...

Il prossimo supplemento di D&D 5e sarà annunciato il 18-20 Giugno

Durante un evento streaming organizzato sul Twitch ufficiale di D&D, il D&D team ha rivelato che il 18-20 Giugno 2020 sarà organizzato il tradizionale evento live annuale su D&D 5e, durante il quale verranno fatti annunci riguardo a ciò che ci attende per la 5e nella seconda metà di questo anno. Più precisamente, il comunicato stampa ufficiale rilasciato dalla WotC (di cui troverete una traduzione più in basso) rivela che durante questa occasione saranno annunciati "il nuovo setting e la nuova Storyline", il che potrebbe significare che la prossima Avventura per D&D 5e potrebbe essere collegata a un'ambientazione diversa rispetto a quelle già rilasciate oppure a una regione dei Forgotten Realms ancora non esplorata.
Durante questo evento, inoltre, intitolato D&D Live 2020: Roll w/ Advantage, la WotC organizzerà alcune campagne giocate dal vivo, masterizzate da Chris Perkins e Jeremy Crawford del D&D team e dall'attrice Deborah Ann Woll (Daredevil), e nelle quali giocheranno diversi attori (Amy Acker, Janina Gavankar, Matthew Lillard, Sam Richardson, Felicia Day, Brett Gelman, David Harbour, Brandon Routh, Maitreyi Ramakrishnan e Martin Starr) e diverse superstar della WWE (Alexa Bliss, Tyler Breeze, Dio Maddin, Ember Moon e Xavier Woods).
D&D Live 2020 sarà un evento organizzato totalmente in streaming a causa del COVID-19 e potrà essere seguito sul canale Twitch ufficiale di D&D e sul sito dungeonsanddragons.com, secondo il calendario presentato sul sito ufficiale della WotC. Oltre che per annunciare i futuri supplementi per D&D 5e, l'evento sarà organizzato anche per raccogliere denaro da dare in beneficenza ai bambini in qualche modo colpiti dal COVID-19.
Proprio per questo motivo la WotC ha deciso di mettere in vendita una nuova breve avventura per D&D 5e, intitolata Return to Glory, il cui ricavato sarà totalmente devoluto alla campagna di raccolta fondi Red Nose Day, dedicata al sostegno dei bambini poveri. Return to Glory è un'avventura per PG di livello 6-8 e può essere acquistata su DMs Guild.

Qui di seguito potete leggere la traduzione del comunicato stampa rilasciato dalla WotC su D&D Live 2020:

Fonti:
https://www.enworld.org/threads/wotc-announces-an-impending-announcement-new-setting-storyline.672260/
https://dnd.wizards.com/dndlive2020
Read more...
Bomba

Capitolo Tredici - Nella fredda fredda luce del nord

Recommended Posts

Seline

x Celeste

Spoiler

Rimase in silenzio dopo le sue parole, non si mosse dalla propria posizione, almeno fino a quando Celeste non ebbe intenzione di entrare nel suo giaciglio e di abbracciarla. Solo in quel momento il corpo della tiefling sembrò esitare per qualche istante, portando le mani sulle spalle di lei come a fare una leggera resistenza, prima di poggiare la fronte sul petto di lei e cercare di calmarsi, di regolare il battito cardiaco in quell'attimo di panico.
E' uno dei motivi per cui ho lasciato Bjorn. Lui.. Stava diventando l'ombra di se stesso, non riusciva più a reggere la presenza di Evelynn.
Sussurrò la tiefling, tenendo gli occhi chiusi e cercando di calmarsi nell'ascoltare il battito cardiaco dell'elocatrice, mentre il suo corpo continuava ad emanare un calore superiore a quello dell'umana, sicuramente una sensazione rilassante per la partner.
E non accetterebbe questo bambino, ma non posso liberarmene.
Ancora silenzio, smuovendosi un poco sotto a quel giaciglio e sollevando un poco lo sguardo su Celeste nel sentire i suoi discorsi e le sue preoccupazioni, prima di riabbassarlo velocemente in preda all'imbarazzo e strusciando un poco le gambe tra loro, contenendo in parte l'eccitazione dovuta dal sangue abissale che scorre nel suo corpo.
...
E' difficile trattenersi.. Cara..
Poggiò nuovamente la testa sul petto dell'elocatrice in preda all'imbarazzo della sua parte umana.
T-ti è piaciuto?
Se ne uscì con quella domanda, senza alzare lo sguardo e nascondendo ancora il suo volto.
Ciò che hai fatto con me.. Cioè.. Con lei.

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Bjorn Skaldsson (Kalashtar Ardente)

Bjorn squadrò truce Borg quando quest'ultimo propose di consegnarlo alla Regina, trattenendosi dall'insultarlo solamente per via dell'intervento di Anzalisilvar. Annuì a Jarl Frederik quando questo dichiarò che la riunione fosse terminata, attendendo qualche secondo per pronunciare un paio di parole nella sua lingua allo Jarl che lo aveva insultato prima di uscire per recarsi a trattare con Siggard.

Master (e chiunque capisca il dialetto dei Fiordi)

Spoiler

Uno Jarl non dovrebbe mai vendere un suo uomo ad un nemico. Che Woden possa proteggere i suoi sudditi. 

Trattative (Celeste, Oceiros, Seline, Trull e Zhuge)

Spoiler

Le parole scelte dalla mia compagna non sono state le migliori, Jarl Siggard. I grugach non ci hanno chiesto di concedergli una terra che non rientra nella nostra giurisdizione: non sarebbe giusto né da parte loro né da parte nostra. Ci hanno chiesto semplicemente di perorare la loro causa presso di lei. Spiegò il guerriero allo Jarl, per riabilitare i suoi alleati. Rifletta sul loro impegno e sui loro sforzi durante questa guerra. Il nostro compito termina qui: la scelta finale è sua, com'è giusto che sia.

Bjorn si allontanò dalla tenda e si avvicinò a Tonum sentendo che quest'ultimo chiedeva consigli su come combattere sua madre e i suoi poteri. Segui i consigli di Oceiros: non conosco pienamente le abilità di mia madre, sappiamo solo che è molto abile con il freddo. Credo che i suoi poteri siano simili ai miei, ma tutti questi sono solamente azzardi. Spiegò al chierico della tempesta, prima di annuire all'invito di Oceiros, ben contento di condividere qualcosa prima di quella importantissima battaglia. Tonum, ti prego, unisciti a noi. Disse brevemente mentre andava a prendere posto vicino al fuoco, forte della protezione fornita dal cristallo che aveva innestato nella sua armatura.

Master

Spoiler

PF: 90 e 50 temporanei (vedi nota)

CA: 24 

PP: 70/92 (o 90 di 92 nel caso i buff non vengano approvati)

Iniziativa: +1

TS: Tpr +7 Rfl +7 Vol +15

Buff

-Dorje di Thicken Skin: +2 di potenziamento alla CA di Bjorn e Celeste. Durata 40 minuti

-Vigor: 50 PF temporanei, durata 10 minuti. L'ho segnato comunque perché sono PF temporanei, che quindi tenderebbero a sparire durante la battaglia. Servirebbero come "scudo" durante la prima parte. [10 PP]

-Volo, psionico: Volare 18 m per 10 minuti. Anche qui, l'ho segnato perché Bjorn lo lancerà più volte, anche sulla difensiva, per evitare di doversi muovere sul permafrost. [9 PP]

-Animal Affinity: +4 a Cos per 10 minuti. Stessa cosa di Vigor. [3 PP]

Capacità

-Mantle of Pain and Suffering: spendo il Focus per fare subire metà dei danni subiti da un attacco in mischia chi me li infligge. Lo tengo per "boss" come giganti particolarmente grossi o i Draghi

-Blood in the Water: +1 a tiri per colpire e danni per ogni critico confermato. Se non ne ottengo per più di un minuto il bonus si "resetta"

Trovi le manovre preparate in scheda

Protezioni

Contrastare Elementi dal cristallo

Attacchi

+10/+5, 2d4+4+2d6 (ogni volta che uso i 2d6 devo spendere 2 PP per poterli usare nuovamente. Ancora una volta, uso la capacità solo su giganti grossi o luogotenenti). 

 

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Oceiros

@Bomba

Spoiler

CA 25 ( +3 di scudo della fede di Tonum e +2 di pozione dell’armatura Magica)

Pf 50

iniziativa +4

t.s. 

Volonta 14 ( 15 contro incantesimi)( 24 contro paura)

Riflessi 9 ( 10 contro incantesimi)

Tempra 6 ( 7 contro incantesimi)

Ho addosso un cristallo che da Resistenza agli Elementi 

Tiro per colpire con pugno +9/+4

mi lancio addosso un Divine Insight

lancio su tutti tranne Seline e Celeste Snowshoes Mass per poter camminare sulla neve senza problema.

lancio prima della battaglia Cloack of bravery intorno a noi per avere tutti +10 ai ts contro paura per 90 minuti 

Edit:

Edited by Zellos

Share this post


Link to post
Share on other sites

Chandra

Il piano per la battaglia del giorno seguente era deciso e anche più semplice del previsto: attaccare compatti e decisi le forze nemiche coprendosi le spalle l'un l'altro e sperare che la determinazione degli uomini del nord supportata dalle abilità degli eroi di Firedrakes e sai draghi d'argento fosse maggiore di quella dei giganti e della strega. 

Chandra si prese un momento dopo la riunione per salutare Emercuryadar finalmente tornato col resto del gruppo raccomandandogli di restare vicino durante la battaglia e poi restò di nuovo estasiata dinnanzi ad Anzalisilvar e a ciò che rappresentava per la barda: la perfezione dell'essere draconico. 

La ragazza timidamente si fece avanti quando vide la draghessa libera per parlare e finalmente prese il coraggio a due mani e le espose i suoi dubbi nell'antica lingua dei draghi in segno di rispetto verso la sua interlocutrice: Protettrice del Nord vorrei farvi qualche domanda se la cosa non vi disturba... 

Non so se Emercuryadar ve l'ha già detto, ma sono nata col sangue di drago argenteo nelle vene e lui mi ha guidato nel rituale sacro di rinascita di Bahamut dopo che l'avevo portato indietro dal regno dei morti: in pratica ci siamo donati nuova vita a vicenda. Seppur maestoso ai nostri occhi, capisco che Emercuryadar è molto giovane dal punto di vista di un vero drago, quindi non può avere l'esperienza e la conoscenza degli esemplari più anziani. 

Ebbene...mio padre, Clofu e suo padre Tharniel Silverhand prima di lui non seppero raccontarmi le origini draconiche della nostra famiglia. So solo che dal ramo paterno, in qualche momento nel passato, un drago o una draghessa d'argento intrecciò il suo sangue con quello di un mio avo dando vita al nostro cognome, anche se nel corso delle generazioni il sangue draconico andò sempre più a diluirsi in quello umano fino ad arrivare a me. 

Ho tentato di risvegliare la parte draconica sopita dentro di me, ma mio figlio non ha ricevuto nulla della nostra eredità e pare che a questo punto io sia l'ultima della mia stirpre con una scintilla di potere draconico. Sapete dirmi qualcosa di più? Davvero sono destinata ad essere l'ultima senza neanche conoscere le mie origini? Chiedo solo una scheggia del vostro sapere, mia signora... 

Spoiler

Stats per il giorno seguente:

Uso la bacchetta di armatura magica su di me ed emercuryadar (1 ora, +4 ca per entrambi), uso la pergamena di protezione dagli elementi (60 al freddo, 50 min), quella di divine insight (5 ore, una prova abilità +8), beauty's caress su me e clint (+5d4 a carisma e apparenza, 10 ore), ispirare coraggio con badge of valor e inspirational boost su tutti gli alleati (+4 morale a colpire e danni per tutti finché ispiro coraggio e per 5 round seguenti) 

Usati uno slot di 1°, due di 3° ed un uso di musica bardica

 

Ca 17 (19 contro creature di tipo, drago) , PF 67, iniziativa +5 (con nerveskitter 2 v/g) TS 7/11/9 (+4 di loresong fino a 3 volte al giorno), immune alla presenza terrificante dei draghi, contrastare elementi dal cristallo

 

Edited by Minsc

Share this post


Link to post
Share on other sites

Celeste(Umana Elocatrice) 

Seline

Spoiler

Forse... Forse sto sbagliando? Un dubbio le venne quando si sentì respinta... Ma quando la testa della stregona si appoggiò al petto della glantriana, questa non poté che sentirsi sollevata... Seline avrebbe potuto chiaramente sentire la frenesia di quel cuore, dovuta all'emozione, che pulsava quel sangue macchiato... Eppure per quanto fosse veloce come un qualsiasi altro cuore umano, la vibrazioni e la potenza del battito erano flebili...

Celeste ascoltò l'abissale nel suo sfogarsi, continuando ad accarezzarla dolcemente... Quando tirò in ballo Bjorn l'albina non ebbe il coraggio di dire nulla in merito. Si limitò al silenzio... Non voleva dire nulla che potesse crearle altro spiacere... Però quando l'abissale rivelò, inconsciamente, cosa significasse il futuro nascituro smise di accarezzarla e chinò il busto un po' all'indietro... Tu... Non lo desideri, quindi... Tu ed Evelynn siete così davvero divergenti l'un dall'altra? In che modo riuscite a collaborare? Disse stupefatta. Poi guardò l'abissale nella sua innocenza, per una volta. Quell'abbraccio era costituito da un piacevole tepore che contornava quella sera magnificamente, al riparo dal freddo pungentente dell'esterno... Seline poi riappoggiò il capo sul petto della giovane... La ragazza divenne rossa in volto a quelle domanda... I-io... Ecco... Sì. Sì... Sì mi è piaciuto. Molto, moltissimo. Ma, principalmente, è perché sei tu che mi piaci. Mi piacete voi... E mi sento felice quando sono con voi... Mi sento bene. Detto questo terminò di accarezzarle i capelli e portò la mano destra sopra il petto di lei... Questo... Non disse altro per un po' per poi... Dovremo riposare... Domani sarà una giornata difficile... 

 

Edited by Organo84

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ariabel

L' Elfa accolse con piacere il brindisi di Oceiros felice di passare qualche ora in allegra compagnia prima della battaglia agli amici disse levando il bicchiere.

Xdm

Spoiler

Ca 23 +1( x schivare)+3( Di Tonum)

Pf 34

Iniziativa +10

Volontà  +4 ( contro paura aggiungo +11)

Riflessi +17

Tempra +12

Txc +10 +3 +5( x 5/6 round) +3( solo contro giganti)

Txd 1d8 +2 +5 (×5/6 round) +2d6 ( solo contro giganti)

Munizioni 40 frecce

Bacchetta cura ferite leggere.

Sciarpa del calore (+4 a tempra) + cristallo contrastare elementi + abiti invernali.

Snowshoes mass da parte di Oceiros per camminare sulla neve.

Immune alla presenza terrificante dei draghi.

Scudo della fede si massa: +3 deviazione CA estendibile di Tonum

Indossa maschera del gladiatore: acquisisco competenza nelle armi da guerra e bonus +2 a colpire e danni.

Uso stivali della velocità : +1 a colpire 

+4 a colpire e danni per la durata dell'ispirazione  + 5 round da parte di Chandra.

Ariabel lancia "ispirare coraggio" aggiungendo un ulteriore +1 a colpire e danni per tutti  (tempo esibizione +5 round)  +1 ai Ts contro charme e paura.

Cloack of bravery +10 ai Ts contro paura per 90 min da parte di Chandra.

se possibilitata Ariabel vorrebbe lanciare "canto funebre della discordia": causa nei nemici -4txc -4 prove di concentrazione -4 destrezza e riduzione velocità del 50%

 

 

Edited by shadizar

Share this post


Link to post
Share on other sites

Trull Tanner

Il nano passò la serata a godersi la quiete prima della battaglia. Il fatto di poter godere della compagnia di Clint, più o meno taciturna che fosse, era un valore aggiunto.
Era una di quelle serate che definiscono un'esistenza. Una chiave di volta. L'indomani, sarebbe stato vivere o morire, come sempre, come ogni battaglia, quale che fosse il significato della vittoria o della sconfitta. Era questo l'attimo d godere. Quando la marea sale, quando la valanga esita incerta se attendere o rotolare giù, quando gli amanti cenano e la fregola cresce, quando il tuono lontano annuncia che, sì, ci sarà tempesta... ma poi tornerà l'arcobaleno, che il mondo sia vivo o distrutto.

Spoiler

HP:95/95         

AC:21

Iniziativa: Unreactive (-6 iniziativa)

Indossati: Armatura completa +1, con Crystal of Adaptation, Least; vestiti invernali, pelliccia e Sciarpa del Calore.

A distanza:
Dragonbone Bow lungo potente [+5] perfetto: 10/+5; Danni: 1d8+5; Critico x3; Portata 39m; 

In mischia:
Catena chiodata +1 con Cristallo  del Fuoco:  +15/+10; Danni: 2d4+10 +1d6(fuoco)+1d6 (eventuale furtivo);  Critico x2; Portata 3m, +2 a sbilanciare e a disarmare.

Incalzare migliorato

+4 dodge bonus to Armor Class against monsters of the giant type (such as ogres, trolls, and hill giants)
+1 racial bonus to attack rolls against orcs (including half-orcs) and goblinoids (including goblins, hobgoblins, and bugbears)
+2 racial on TS against spells and spell-like effects
Stability e Darkvision
 

Fortitude:11; Reflex: 7; Will: 6

EDIT: usa sulla catena 1 olio di arma magica +2
EDIT: usa sull'armatura 1 pozioni di armatura magica invecchiata (bonus armatura alla CA di +2)

Colpisce senza andare in carica, per poter colpire due volte e massimizzare il numero di AdO a proprio vantaggio e sfruttare al massimo l'Incalzare migliorato. Contro eventuali 'minions' colpisce per uccidere. Contro eventuali boss, colpisce per sbilanciare e rendere proni, poi per disarmare, infine per uccidere.

Solo una volta, in tutta la serata, gli sfuggì una frase, tra sé e sé, costretto dalla visione di una stella cadente, lacrima lucente degli Dei.
"Marthammor Duin, butta il tuo Vigile Occhio su di noi, e indicaci il Buon Sentiero."

Edited by PietroD

Share this post


Link to post
Share on other sites

DM

x Oceiros

Spoiler

Non parlare di cose che non sai, Oceiros! sbraitò Emercuryadar per tutta risposta, l'espressione contrita Tu non eri presente quando quella sgualdrina dalle orecchie a punta ha infranto i suoi voti per lasciarsi andare alla lussuria, in barba al futuro di Firedrakes come fosse una ragazzina ai primi amori! E non paga ha perfino cercato di usare la magia su di me, pur di tentare di negare la realtà! Ma forse questa parte non te l'ha detta, vero? Sei solo un illuso se--

Ora basta! si intromise Anzalisilvar, ponendo una mano sul petto del figlio come a distanziarlo dal sacerdote Abbiamo questioni più importanti di cui occuparci. Se sopravvivremo al domani allora potrete dirvi tutto quello che vorrete la dragonessa rispose con un cenno all'inchino del sacerdote-ur.

x Clint

Spoiler

Nicolette ascoltò a lungo il resoconto di Clint, lasciandolo parlare il più possibile. Alla fine la sua calda voce risuonò tenue nella mente dell'adepto Le nostre azioni non sempre portano a un buon fine, per quanto possiamo sforzarci, Clint disse la spada Da quello che mi hai raccontato i prigionieri non sarebbero comunque sopravvissuti se non aveste agito, giusto? E non sei stato te a metterli in quella condizione, né a ordinare la loro morte. E' nobile che tu sia triste per ciò che è successo, ma è sciocco incolparsi di un'azione perpetrata da altri. Ciò che puoi fare è cercare di fare tesoro di ciò che è accaduto, per quanto doloroso, per impedire che accada ad altri o in futuro. Il dolore non può essere dimenticato, ma ciò è un bene poiché ci insegna a non ripetere gli errori. Non puoi riportare in vita quelle persone, Clint, però puoi salvarne molte altre se ti saprai concentrare domani per fermare l'esercito della Regina la voce di Nicolette si fece più vicina, come se ella stesse abbracciando al collo l'adepto Io credo in te

 

Quando Clint apostrofò Emercuryadar, egli sembrava particolarmente innervosito e fece un cenno della mano, invitando l'adepto a recarsi in un qualche paese non meglio specificato.

 

Nel momento in cui il Connor entrò nella tenda, trovò Anzalisilvar ad aspettarlo, seduta a gambe incrociate Nessun fastidio. Mi sembra di aver capito che mio figlio non è esattamente il soggetto più amato, cosa che non mi stupisce più di tanto. Confido però che nella battaglia di domani sapremo essere uniti come un fronte comune disse.

Le parole di Clint suscitarono l'attenzione della antica dragonessa, che ascoltò con attenzione i dettagli Tu sostieni di essere nato completamente umano, Clint. Ma sulla base di che cosa puoi accertare ciò? Penso tu possa accertare la genìa dei tuoi genitori e forse anche dei tuoi nonni, ma oltre a ciò? Gli esseri umani campano molto poco rispetto a draghi o elfi, perdere traccia delle proprie origini è facile e io stessa faccio fatica a capire se, ad esempio, Chandra sia o meno una mia parente spiegò la donna aggiustandosi una ciocca di capelli dietro l'orecchio Senza contare la dragonessa si schiarì la gola Che talvolta i figli non sono dei propri padri, ma di altri. Ora io non sono sicura, ma credo vi sia qualche incantesimo che potrebbe permettere di risalire al proprio albero genealogico. Se ciò ti interessa, consiglierei di consultare un buon mercato fornito. Ad ogni modo io stessa, se domani ne uscirò viva, vedrò di fare mente locale per cercare di ricordare quali incanti possano essere d'aiuto. Tu cerca solo di ricordarmelo disse Anzalisilvar scherzando, posando una mano su quella di Clint La memoria a volte gioca brutti scherzi

x Flurio

Spoiler

Dopo aver fatto un cenno con la mano, invitando Clint ad andare altrove, Emercuryadar si rivolse a Flurio. Quando egli si riferì ai problemi di corte, il drago in forma umana appoggiò le sue mani sulle spalle di Flurio Finalmente qualcuno che capisce! Sir Pascolari, lei dice il vero, noi non abbiamo potere, ma anche il contadino ha il diritto ad imbracciare le armi contro il regno che minaccia la sua famiglia, se l'esercito del re non è lesto. Sembra che a nessuno importi, ma è nostro dovere avvisare il re di questa tresca e liberare il principe da un simile fardello dalle orecchie a punta, che già ha minato oltremodo le relazioni internazionali! disse il drago d'argento facendosi vicino al cavaliere Di Clint non so più che dire, sembra che egli punti solo a soddisfare i suoi istinti primordiali le mani di Emercuryadar strinsero le spalle di Flurio Le mie sono minacce, sì, ma a fin di bene. Egli deve capire che se vuole divertirsi può aspettare il ritorno in città, invece che importunare donne come Chandra!

Il drago alla fine sorrise a Flurio Ma a questo penseremo una volta sopravvissuti al domani. Sir Flurio, le auguro con tutto cuore di uscirne intero, poiché lei è davvero una delle poche persone a cui mi sono davvero affezionato in questa bizzarra compagnia!

x Chandra

Spoiler

Nel corso della notte, Anzalisilvar ebbe modo di rivolgersi a Chandra Sono lieta di sentire che Emercuryadar abbia fatto qualcosa di davvero degno di nota. Egli non è cattivo, solo troppo sicuro di sé e delle sue convinzioni, una visione che però tu hai compreso appieno, Chandra. Me ne rallegro, lo vedo sempre pimpante vicino a te la dragonessa meditò sulle parole della barda Stavo già riflettendo su poteri che possano permettere di scoprire la propria genealogia, poiché invero sono sicura che ne esistano. Avrei tuttavia bisogno di consultare alcuni tomi di potere in una robusta biblioteca, anche se... Anzalisilvar si avvicinò alla Silverhand, il corpo a contatto con il suo, il viso che si avvicinò a lei inspirando l'odore della donna Il tuo odore disse la voce a brevissima distanza E'... qualcosa di particolare. Non so dire se familiare o meno, ma forse potremmo essere legati. Dico però potremmo, prima dobbiamo avere certezze... Anzalisilvar fece un passo indietro, interrompendo quell'intimità fisica.

x Chandra e Clint

Spoiler

Beauty Caress: +11 Clint, +15 Chandra

La notte passò e la buia mattina giunse in quel freddo angolo di nord, la punta settentrionale del continente in cui gli avventurieri erano nati. Con il sole che sorgeva tardi, gli uomini del nord dovettero effettuare quasi tutte le preparazioni sotto la luce delle immancabili torce, nutrite con la legna duramente recuperata dai margini della foresta di Lòrien stessa, che accompagnarono anche la partenza del massiccio esercito guidato dai tre jarl. Gli uomini viaggiavano coperti da quante più pelli e pellicce possibili, impugnando le proprie armi con elsa o asta in legno, gli scudi rotondi con le insegne del proprio feudo legati a tracolla dietro la schiena, una marcia di quasi novemila uomini (un piccolo distaccamento era stato lasciato al campo) pronti per la decisiva battaglia. Sospinti a braccia dagli uomini si trovavano anche alcuni arieti da assedio, costruiti per fiaccare le resistenze del castello nemico. Sopra di loro, come guardiani giunti da un'epoca dimenticata stavano Anzalisilvar e suo figlio Emercuryadar, costantemente su chi va là.

Se vi erano imboscate pronte, tuttavia, la presenza dei draghi servì forse a prevenirli, poiché non vi furono incontri per tutto il corso dei tre chilometri di permafrost all'interno del sentiero principale che si inoltrava nella foresta, l'unico (a detta degli esploratori) utile al passaggio dei contingenti militari. Mentre l'esercito avanzava, affaticato dalla camminata e dai rigori dell'inverno, il ruggito di un drago si udì in lontananza. Anzalisilvar avanzò in avanscoperta, lasciando Emercuryadar con il gruppo. Dopo poco ella tornò Syberillin disse Appena mi ha visto è subito tornato indietro Aspettiamoci una robusta accoglienza al castello! avvertì.

L'avvertimento della Protettrice del Nord non si rivelò vano: quando l'esercito emerse fuori dalla foresta trovò ad attenderlo il castello della Regina del Gelo, una costruzione immensa fatta di ghiaccio che si diceva essere stata creata dal potere stesso della Regina, che giganteggiava brillando di luce riflessa nell'ampio spiazzo su cui erano visibili, qua e là, i pochi resti delle abitazioni degli elfi che un tempo abitavano. Il cielo che cominciava ad albeggiare mandava dei riflessi violacei nel cielo ancora stellato, creando un'atmosfera particolare in quel gelido angolo di nord.

Il castello della Regina del Gelo

Spoiler

image.jpeg.f99bd014d9cf51a0983c4ec68cd7856e.jpeg

Ma la Regina non sembrava intenzionata a voler sostenere un assedio, fatto dimostrato dalla presenza di un nutrito contingente di almeno tremila nemici tra giganti del gelo armati di asce bipenne grandi come alberi e bugbear dal pelo bianco, avvolti in una montagna di pellicce e dal ceffo patibolare, tutti schierati davanti al ponte che conduceva verso l'ingresso principale dell'immensa struttura. Le creature si misero in una posizione difensiva, mentre gli jarl diedero ordine agli uomini di avanzare. Fu allora che dal cielo risuonarono due ruggiti e i draghi bianchi fecero la loro comparsa.

Sia Frostyazzar che Syberillin erano grandi almeno quanto Azariaxis, le scaglie bianche come la neve che li rendeva difficili da scrutare quando essi passavano vicino a superfici innevate. Si sarebbe potuto usare qualunque aggettivo per descriverli, ma il termine “belli” non sarebbe stato adatto: il muso aveva una forma più simile a un becco, mentre al posto della lunga cresta che percorreva tutto il corpo come nel caso di Anzalisilvar, i due draghi bianchi avevano solo una piccola cresta sulla parte superiore della testa. Gli occhi erano color ghiaccio.

Quando gli uomini del nord videro i nemici, rallentarono fino quasi a fermarsi, almeno finchè un ruggito più forte, tale da far tremare le cime degli alberi, non proruppe nella radura FROSTYAZZAR! SYBERILLIN! VOKUL TAFIIR! HIN LUFT DII BAH!!

x chi capisce il Draconico

Spoiler

Frostyazzar! Syberillin! Empi ladri! Assaggerete la mia ira!!

Anzalisilvar quasi travolse gli alberi più vicini, lanciandosi all'inseguimento dei due draghi, seguita a ruota da Emercuryadar e incitata dalle grida degli uomini, non più di paura ma di sostegno nei confronti della dragonessa. I membri del contingente al cancello avevano un espressione assai poco lusinghiera a quella novità, forse impreparati a quel cambio di situazione. Tuttavia essi non cedettero terreno e quando la carica dell'esercito del nord e degli avventurieri li raggiunse, la battaglia iniziò.

Gli uomini del nord cercarono fin da subito di far avanzare le macchine d'assedio verso il cancello, ma i difensori misero a guardia un gruppo di giganti verso l'ingresso del ponte, per meglio difendere l'unico accesso. Oltre a ciò, un suono di corno preannunciò un'imboscata: dal lato est della foresta giunse un nuovo contingente di bugbear e giganti del gelo, che chiusero a tenaglia l'esercito del nord che, non disponendo di riserve, fu costretto a vedere molti dei suoi uomini morire prima che l'avanzata nemica fosse arginata.

Per quanto uniti nella prima fase, in cui diversi nemici furono falciati dai falchion (o decapitati nel caso di quello di Bjorn), presto la mischia furibonda divise i membri del gruppo: Clint si ritrovò isolato dagli altri, trovandosi a un certo punto in uno scontro uno a uno con un bugbear biancò che si lanciò con un ruggito rauco cercando di colpirlo con la sua morning star, che mancò il bersaglio quando il Connor si abbassò in tempo. Tonum e Tom Po, finiti sul lato est del gruppo, si trovarono a fronteggiare un nutrito gruppetto formato da due bugbear muniti di pesanti elmi, spade lunghe e scudi torre e da cinque altri bugbear dal pelo bianco. In loro soccorso, svincolata da una mischia che aveva appena vinto, li raggiunse Celeste. Nei pressi delle prime linee, Oceiros e Zhuge si ritrovarono appaiati per fronteggiare un bugbear che ostentava pesanti vesti color porpora, che dileggiava i propri avversari mentre lanciava incantesimi sugli uomini del nord, difeso nella mischia da sei altri soldati bugbear. Flurio e Trull, abbattuti numerosi avversari, raggiunsero infine l'ingresso del ponte dove ad aspettarli si trovavano ben tre giganti del gelo e un contingente di più di una dozzina di bugbear. Per fortuna i due eroi furono raggiunti dalle retrovie da Seline e Ariabel, sospinte allo stesso modo dalla mischia furibonda. Quando uno strillo familiare attirò Bjorn e Chandra verso il cuore della battaglia, essi trovarono non solo una pila di cadaveri dei combattenti del nord, ma anche un comandante dei bugbear armato d'arco e avvolto da un mantello nero con cappuccio sopra un'armatura in pelle in drago d'argento. Ma se egli non era Higgyrxk, ucciso nei Clivi Lunari, allora era un suo pari grado altrettanto pericoloso con al seguito un bugbear armato di spada lunga e scudo torre. I due puntarono l'uomo del nord e la barda dietro di lui.

Nel cielo intanto risuonarono i ruggiti dei quattro draghi coinvolti nello scontro, impegnati in un combattimento aereo fatto di finte e assalti.

x tutti, situazione turno 1

Spoiler

I nemici non ingaggiati in mischia si considerino a 6 metri di distanza. Gli incantesimi o capacità ad area si considerino valide per i partecipanti/alleati del proprio miniò-scontro. Coloro che terminano il proprio scontro possono “investire” un turno per raggiungere compagni in un altro scontro (anche scegliendo direzioni diverse, se lo ritengono opportuno). I pg con capacità di volo (naturale o magica) possono compiere questo spostamento anche se il loro combattimento non si è ancora concluso.

 

Scontro #1 (Clint)

Iniziativa: un Bugbear (12), Clint (iniziativa non fornita)

Bugbear TxC in carica su Clint +7+14=21 MANCATO

 

Scontro #2 (Celeste, Tom Po e Tonum)

Iniziativa: Celeste (11), due Picchiatori Bugbear e cinque Bugbear (4), Tonum (1), Tom Po (iniziativa non fornita)

 

Scontro #3 (Oceiros e Zhuge)

Iniziativa: un Bugbear porporato e sei Bugbear (16), Oceiros (8), Zhuge (iniziativa non fornita)

Bugbear porporato lancia Palla di Fuoco

Oceiros TS Rifl +10+2=12 FALLITO 22 DANNI DA FUOCO

Zhuge TS Rifl +5+11=16 SUPERATO 11 DANNI DA FUOCO

Bugbear 1 TxC in carica su Oceiros +7+10=17 MANCATO

Bugbear 2 TxC in carica su Oceiros +7+3=10 MANCATO

Bugbear 3 TxC in carica su Oceiros +7+20 CRITICO +7+11=18 NON CONFERMATO 9 DANNI

Bugbear 4 TxC in carica su Zhuge +7+3=10 MANCATO

Bugbear 5 TxC in carica su Zhuge +7+16=23 COLPITO 4 DANNI

Bugbear 6 TxC in carica su Zhuge +7+2=9 MANCATO

 

Scontro #4 (Ariabel, Flurio, Seline e Trull)

Iniziativa: Ariabel (30), Seline (24), tre Giganti del Gelo e quattordici Bugbear (16), Trull (-1), Flurio (iniziativa non fornita)

 

Scontro #5 (Bjorn e Chandra)

Iniziativa: Bjorn (20), Chandra (19)un Comandante Bugbear e un Picchiatore Bugbear (18)

Chandra usa Nerveskitter

 

//checkpoint nella notte tra il 26 e il 27 febbraio per la conclusione del turno 1 e l'inizio del turno 2.

 

Edited by Bomba
  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Clint Connor

Clint approfittò del goffo assalto lanciato dal suo avversario, per scivolare all'indietro e riversargli addosso un getto di tempo al contrario, mentre gli scatenava contro tutta la sua terrificante rabbia. 

Azioni e statistiche:

Spoiler

Passo di 1,5 m all'indietro.

Azione standard: soffio slow. Bersaglio rallentato per 3 round (TS Tempra CD 21 riduce ad 1 round). Un bersaglio rallentato può solo effettuare o una azione di movimento o una azione standard; ha velocità dimezzata, -1 a CA, TxC  e TS Riflessi; gli effetti magici di Velocità sono soppressi. 

Azione rapida collegata al soffio: Frightful Presence. L'avversario deve effettuare un TS Volontà CD 21 o rimanere Scosso per 10 minuti. Un personaggio Scosso ha -2 a TxC, TS, tiri abilità e tiri caratteristica. 

 

Statistiche:

PF 109, CA 29, RD 2/Magia. 

Iniziativa +1.

TS: Tempra +14/Riflessi +5/Volontà +9.

+6 ai TS contro effetti di sonno magico e paralisi. 

+5 ai TS contro abilità ed effetti con descrittore Freddo.

Resistenza al Freddo 15.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Tonum

 

Non ero molto abituato a combattere in formazione: per tutta la vita avevo lottato da solo o comunque in piccoli gruppi. Mi trovavo però a mio agio. La mia stazza, il mio equipaggiamento e le magie che ho lanciato mi avevano reso un bastione difensivo semovente, e nessun nemico mi aveva ancora scalfito.
A un certo punto, però, incontrammo un gruppo particolarmente nutrito e minaccioso. Dato che Clint non era in vista, pensai di provare io a dare la carica ai miei compagni.

Celeste, tu quello grosso a destra, io quello grosso a sinistra. Tom Po, tu tieni occupati i pesci piccoli. Appena ce la sbrighiamo con gli altri veniamo a darti una mano. Coraggio! Insieme ce la faremo!!! Aaaaaah!!!!! 
Estratta la lancia, lanciai uno sguardo di sfida a uno dei due bubgear corazzati, e mi ci gettai contro urlando.

@DM: 

Spoiler

Se sono già in contatto con un bubgear ad inizio turno, attacco completo TxC +13/+8 danni 1d6 +1d6elett +1d6 sonoro +1d6 freddo (se non guarisce chi attacco) + 6
Se non sono in contatto, carico 
TxC +15 danni 1d6 +1d6elett +1d6 sonoro +1d6 freddo (se non guarisce chi attacco) + 6

Iniz -1
PF 78 -> 98
CA 21 -> 29
TS Tem +13 -> +23
      Rifl +1 -> +12
      Vol +12 -> +20
TxC +11/+6 ->  +13/+8 danni 1d6 +1d6elett +1d6 sonoro +1d6 freddo (se non guarisce chi attacco) + 6
Contro i draghi (che attacco in maniera preferenziale rispetto agli altri nemici): TxC +15/+10 danni 3d6 +1d6elett +1d6 sonoro +1d6 freddo (se non guarisce chi attacco) + 8

I danni da freddo mi guariscono del 10% (10 danni da freddo=1 danno curato). QUando vengo guarito di 20 danni l'incantesimo svanisce.



 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Seline

La sfera di immunità al freddo della tiefling coprì al suo interno Trull, Ariabel e Flurio, dopo essersi fatta strada insieme all'elfa all'ingresso del ponte. La sua parte umana era stata abbattuta dopo ogni colpo e nemico ucciso lungo la strada, facendo permanere un sorrisetto sadico su quelle labbra alla vista dei giganti e dei bugbear di fronte a lei.
Finalmente.. Un po' di carne da bruciare...
Notò la presenza del cavaliere e del nano, smuovendo un poco la propria coda e tornando a concentrarsi sui nemici di fronte a lei. Non poteva far altro che sfidare quel regno del gelo con il suo dono innato delle fiamme abissali.. Avrebbe portato l'abisso tanto desiderato, se avesse potuto, ma le sue capacità avevano ancora un grosso limite e a quelle, la stregona, fece ricorso.
Payxruqq
Disse solamente questo la tiefling mentre le sue mani si mossero per prendere alcuni ingredienti e farli reagire per creare delle fiamme tra le sue mani, prima di innalzare le braccia al cielo e, successivamente, scagliare la palla di fuoco verso il contingente di Bugbear e Giganti.
Gioy juas az kg jqxuzoyx

Spoiler

"Il mio piacere è il vostro dolore" in Abissale.

x DM

Spoiler

Palla di Fuoco.
LI 7+1d6
CD su riflessi 19
Danni da fuoco: LI 8 (8d6 danni), LI 9 (9d6 danni), LI 10+ (10d6 danni). TS riuscito dimezza.
RI: sì.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Tom Po

Si Tonum. 
Celeste e Tonum assieme, come tanto tanto tempo fa.. vidi il mio compagno chierico animato da una forza che pensavo fosse perduta, giusto o sbagliato che fosse.
Pensai fosse la presenza di Celeste.. e speravo sinceramente che non si facesse distrarre da lei.
Dal canto mio feci esattamente quello che mi aveva suggerito, una bella scarica di pugni sui nemici..

@DM-Stats Tom Po

Spoiler

Iniz: +8
HP: 73
AC: 26+3 Scudo della fede di massa (+3 deviaz CA) [TONUM]
TxC: +15+10 (+15+15+10 raffica)
Danni: 3d8+8 +1d6 vs Malvagi

TS: 10/17/13

Manovre: 
1°Distracting ember, Sudden Leap
2°Cloak of deception, Mountain hammer, shadow jaunt
3°Shadow garrote

Stance:
1°Child of shadow -> Sto sempre in questa stance. Se mi muovo 3m ho concealment
1°Island of blades

Protezioni: Least crystal of adaption [endure elements]

  

 

 

Edited by Bomba

Share this post


Link to post
Share on other sites

Zhuge Liang

Nonostante la sua quasi millenaria esperienza in battaglia, Liang rimase sopraffatto dalla rapidità dell'attacco: la palla di fuoco del bugbear gli mozzò il fiato mentre lo avvolgeva, e quando le fiamme si diradarono altri tre goblinoidi lo assalirono, le spade lunghe sguainate. L'orientale schivò le prime due lame, ma la terza lo raggiunse dritta allo stomaco. Ma il bugbear ignorava un fatto fondamentale: Il potere della Fenice Mistica difendeva il corpo del mago. La lama scivolò di lato, come se la figura del mago non fosse fatta di carne e sangue, ma mithral. Liang non perse tempo: caricando la lama di potere mistico, puntò al punto debole del bugbear usando una delle sue tecniche della Via Sublime. Via Sublime, primo passo: Seiraishuu.

xDM (Stats)

Spoiler

Zhuge Liang

Iniziativa: +1

Hp: 42/48

AC 21

Resistenza al freddo 5

Mystic phoenix stance: spell di lv4= 2 AC, 1CL e DR 8/male.

Mischia: spada lunga +1 "Nicolette"= Txc +9/+4. Danni 1d8+2. Crit x2

Distanza: Arco lungo composito( For+1)+1= Txc +9/+4. Danni 1d8+2. Crit x3. 110 ft.

Tiri salvezza:

Fort: 10, 12 vs paura e morte.

Ref: 5, 7 vs paura e morte.

Vol: 7, 9 vs paura e morte.

Danni subiti:

Palla di fuoco: 11 danni, 5 assorbiti da Steely resolve

Attacco bugbear 5: 4 danni, annullati da DR 8/male di Phoenix mystic stance.

Primo turno:

Azione rapida: Arcane wrath= spendo un incantesimo di lv1, il prossimo attacco o manovra guadagna +4 Txc e +1d10 danni

Azione standard: Crusader's strike= se il colpo va a segno Liang guarisce di 1d6+7 danni, dando la precedenza ai danni assorbiti da Steely resolve.

Txc: 9 base+ 4 Arcane wrath+ ? Knowledge devotion+ 1 Furious counterstrike.

Danni: 1d8+1 spada lunga+ 1d10 Arcane wrath+ ? Knowledge devotion+ 1 Forza+ 1 Furious counterstrike.

Prova di Knowledge devotion contro i bugbear:

Knowledge (locali): +18

 

 

Edited by Nightmarechild

Share this post


Link to post
Share on other sites

Celeste(Umana Elocatrice) 

Marcia di ghiaccio

Una mattina scura era giunta per quel fatidico giorno... Celeste si svegliò molto presto, molto prima di Seline ed ancora abbracciata a lei... Un sogno l'aveva svegliata, ma nessun ricordo aveva di esso... Solo una forte apprensione. Guardò la compagna intensamente, memorizzando ancora una volta, con la sua capacità di mnemonica eidetica, ogni dettaglio di quel volto. Ogni particolare che le fosse sfuggito. Come se fosse la prima... O l'ultima volta che potesse posare i suoi occhi su di lei. Non vorrei alzarmi... Ma il dovere ci chiama. Oramai siamo arrivati sino a qui... Non ci volteremo indietro. Non adesso. Non dopo tutto questo... È ora di alzarsi... Di combattere per il Nord e per la sua gente. Non possiamo permetterci di fallire. L'albina baciò la fronte di Seline, prima di alzarsi dal giaciglio, coprire la stregona e lasciarla riposare fintanto che c'era ancora un po' di tempo...

La glantriana rimase ad osservare a braccia conserte, tentando di scaldarsi, i guerrieri del nord che con le loro fiaccole in quella buia mattinata si preparavano alla battaglia... Il tempo passò ed arrivò il momento in cui tutti si svegliarono, il momento in cui tutti furono pronti a marciare... L'esercito del Nord sorpassò il permafrost e la foresta sotto la protezione di Anzalisivar... Finché tutti non si ritrovarono dinanzi il castello... Uno spettacolo per la vista, se non fosse che un esercito li stava aspettando, come la tanto attesa resa dei conti di Anzalisivar ed Emercuyadar nei confronti dei due draghi bianchi.

Warrios

Ci circondano! È una trappola! Non ci pensare. Adesso combatti con tutta te stessa. Combatti per la tua motivazione. Celeste si ritrovò ad ingaggiare immediatamente il nemico. Lo scontro si accese e gli eroi erano ormai erano nel centro della battaglia. Con la sua Ammazza-Giganti, dopo un certo tempo che combattevano, si ritrovò a liberarsi da uno scontro con molta velocità per poi darsi un'occhiata attorno... Aveva perso di vista quasi tutti i suoi compagni... Gli unici che ritrovò con lo sguardo furono Tonum e Tom Po, notando anche l'ingente quantità di nemici in cui erano capitati. Così corse in loro aiuto, ricevendo anche degli ordini su come agire dal caro Tonum... OK! Brandendo lo spadone con ambo le mani si gettò contro il Bugbear picchiatore con lo scudo a torre, rilasciando il potere che aveva intriso nell'arma. Una fiamma azzurra accese l'arma come un faro, nel mentre dal manico colavano chiare sostanze acide. Eroe forniscimi qualche dato... Calcolo immediatamente una prescienza offensiva. Grazie Eroe... Devo toglierlo di mezzo...

(pic)(Ammazza Giganti col Fuoco Azzurro)

Spoiler

b397eb71f38871da82f2d616a2bc2156.jpg

X Dm

Spoiler

Celeste 

PF 71 / 71  CA 26(27) Mana 18 / 33

Iniziativa +2

Tempra 11 Riflessi 10 Volontà 10

________________________________________

@Capacità /talenti /oggetti da tenere a conto:

-Sdegnare Terra (levitazione costante a 30cm da terra, contro avversari di taglia media o inferiore si considerano i bonus relativi all'altezza) 

-Eludere Carica (attacco di opportunità contro nemico che carica e fallisce la carica + bonus di +4 alla CA contro le cariche) 

-Vexing Flanker: fiancheggiamento +4

-Fiancheggiatore (designo un quadrato adiacente ad un guerriero nemico ed in quel quadrato è possibile fiancheggiare un nemico anche se normalmente non sarebbe possibile farlo) 

-Schivare (+1 Ca contro avversario designato) 

-Frenesia del Rubicone (minima) (+1 Danni +1 contro paura, si attiva quando i PF < PF ToT / 2)

________________________________________

#Buff:

-Djorie Armatura di Inerzia (+8CA) - 1c / 9 ore

-Estremità Affilata Psionica (spadone) - 5 mana / 80 minuti

-Arma Dissolvente - 3 mana / permanente, primo attacco si consuma

-Eroismo (+2 txc, prove abilità, ts) consumo pozione / 70 minuti

-Contrastare Elementi 24 ore (bacchetta di Ghal) 

-Scudo della fede di Massa (+3 Ca Deviazione) (incanto di Tonum) (durata??) 

-Djorie Inspessire Pelle aumento (ca +2 naturale) (carica prestata da Bjorn) (durata 40mo) 

-Prescienza Offensiva Rapida - 7 mana / 8 minuti (+2 danni) 

________________________________________

@Azione:

-Sdegnare la terra attivo

-Cast Rapido Prescienza Offensiva - 7 mana (condizione di aumento) 

-Schivare contro il secondo Bugbear Picchiatore (quello non ingaggiato da Tonum) 

-Azione carica contro contro il secondo Bugbear Picchiatore. 

-Azione Attacco:

Ammazza-Giganti 

TxC: mischia - - - >15

Spoiler

7(bab)+4(for)+1(bonus)+2(eroismo)+1(altezza)+2(carica)-2(poderoso) 

Danni: 2d6+15+1d6+4d6

Spoiler

2d6+6 (for)+1 (bonus)+2 (prescienza) +1d6 (fuoco)+4d6 (acido)+6 (poderoso e guanti) (17-20x2)

Dopo un attacco andato a segno svanisce Arma Dissolvente. 

 

Edited by Organo84
  • Sad 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Oceiros

La vampata terribile che lo investì in pieno gli tolse il fiato, gli arricciò le narici in pieno, come un pugno. 

L’orrendo odore dei bugbear lo colpì violentemente poco dopo quello di bruciato e riconobbe vesti da incantatore ( o almeno sembrava). 

Fortunatamente per lui era insieme a Zhuge.

<<Oh beh, credo che dovrò offrirti una birra!>> disse facendo un passo indietro per non essere toccato dai bugbear ed incanalare l’energia curativa in se stesso. 

Spoiler

CA 25 ( +3 di scudo della fede di Tonum e +2 di pozione dell’armatura Magica)

Pf 50

iniziativa +4

t.s. 

Volonta 14 ( 15 contro incantesimi)( 24 contro paura)

Riflessi 9 ( 10 contro incantesimi)

Tempra 6 ( 7 contro incantesimi)

 Ho addosso un cristallo che da Resistenza agli Elementi 

 Tiro per colpire con pugno +9/+4

Addosso un Divine Insight, Snowshoes Mass e Cloack of bravery

Mi lancio addossoCura Ferite moderate, 2d8+10 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Chandra 

La barda si era ritrovata nel mezzo della furibonda mischia lontano dai suoi compagni, ma era riuscita a stare dietro alla furia di Bjorn che seminava morte e distruzione sul campo di battaglia: la priorità era tenerlo al sicuro, quindi quamdo si ritrovarono dinnanzi ad uno dei comandanti bugbear, non perse un attimo e lanciò una nube di scintille luccicante su di lui e sul suo sottoposto per facilitare il falchion del nordico nei suoi doveri

Spoiler

Lancio polvere luccicante su comandante bugbear e tizio con lo scudo torre:

CD 23 volontà o accecati per 10 round, inoltre - 40 alle prove di nascondersi

Se li acceco entrambi, mi sposto per frapporre bjorn tra me e loro, se almeno uno dei 2 non è accecato, uso anche invisibility swift (e poi mi sposto sempre tenendo bjorn in mezzo) 

 

Ca 20 (22 contro creature di tipo, drago) , PF 67,  TS 7/11/9 (+4 di loresong fino a 3 volte al giorno, +10 vs paura), protezione dagli elementi (60 da freddo), immune alla presenza terrificante dei draghi, contrastare elementi dal cristallo, snowshoes, divine insight (5 ore, una prova abilità +8)

 

Edited by Minsc

Share this post


Link to post
Share on other sites

Bjorn Havardsson (Kalashtar Ardente)

Bjorn combatté con foga sempre crescente quella mattina, facendosi strada attraverso i strada tra i suoi nemici. E ciò che riusciva a percepire del combattimento aereo tra i poderosi draghi d'argento e gli infindi esseri che avevano definitivamente condotto sua madre sul sentiero della perdizione non fece che aumentare il suo entusiasmo. Fu probabilmente quell'improvviso interesse per il collezionismo delle teste dei propri nemici a fargli perdere la cognizione dello spazio, isolandolo dai suoi compagni. Davanti a sé vide infatti una pila dei suoi conterranei, uccisi da un bugbear ammantato di nero e armato di arco, su cui riluceva un'armatura creata dalle scaglie di un drago d'argento. Mentre si stava per lanciare alla carica, sentí provenire dalle sue spalle una voce familiare: era quella della Skald Chandra, che lo esortava a prendere il cuore (o la testa) del loro nemico. Bjorn lanciò un ruggito, un misto tra la soddisfazione di aver trovato un nemico meritevole e la rabbia che sentiva montare, e iniziò a richiamare i suoi poteri, aumentando a dismisura la sua possanza mentre iniziava ad avvicinarsi all'arciere e alla sua guardia del corpo.

Master

Spoiler

Azione standard: Casto Animal Affinity aumentato per potenziare Forza e Costituzione

Azione di movimento: Mi avvicino ai nemici. Ho 12 m di movimento, grazie all'incanto di Oceiros ignoro il terreno difficile dovuto al ghiaccio. Cerco di rimanere almeno a 4.5 m dal bugbear con spada e scudo.

Nel caso qualcuno mi carichi, uso Counter Charge. Faccio una prova contrapposta di Forza (+4), se vinco annullo la carica e lo spingo indietro di 3m. 

PF: 90 

CA: 24 

PP: 82/92 

Iniziativa: +1

TS: Tpr +9 Rfl +7 Vol +15

Buff

-Dorje di Thicken Skin: +2 di potenziamento alla CA di Bjorn e Celeste. Durata 40 minuti

-Animal Affinity: +4 a Cos e For per 10 minuti. Stessa cosa di Vigor. [8 PP]

Protezioni

Contrastare Elementi dal cristallo

Attacchi

+16/+11, 2d4+11+2d6 (ogni volta che uso i 2d6 devo spendere 2 PP per poterli usare nuovamente. Ancora una volta, uso la capacità solo su giganti grossi o luogotenenti). Ho aggiunto i bonus di Chandra

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ariabel

L'impatto tra le due formazioni fu' devastante ma la mole dei nemici permetteva ad Ariabel di prendere facilmente la mira . Con grandi prove di acrobazia , pie' veloce e una buona rapidita' nello scoccare le frecce era riuscita a superare le prime linee senza smettere di proteggere i portatori degli arieti. Diversi nemici erano stati prima accecati da un suo strale e subito dopo investiti dall'enorme macchina da guerra.

Giunta sul ponte non si aspettava certo di trovarlo libero ma nemmeno cosi' ben difeso.

Gli uomini alle sue spalle tremavano per l'adrenalina e lo sforzo accumulato fino ad allora, sapevano che indietro non si poteva andare ma lei capiva che avevano bisogno di vedere il coraggio negli altri per proseguire. Consapevole che tale dimostrazione era nelle mani sue e dei suoi tre compagni, si sposto' fuori dalla mischia e, trovata una linea di tiro libera, lancio' il proprio incanto.

Spoiler

 Ariabel  si sposta in posizione sicura e lancia "canto funebre della discordia"(azione standard): causa nei nemici -4txc -4 prove di concentrazione -4 destrezza e riduzione velocità del 50%.

Raggio d'azione 12 mt/ propagazione 6mt

Durata: concentrazione +7round

Ts: volonta' nega

Ri:si'

CD 17

--------

Ca 23 +1( x schivare)+3( Di Tonum)

Pf 34

Iniziativa +10

Volontà  +4 ( contro paura aggiungo +11)

Riflessi +17

Tempra +12

Sciarpa del calore (+4 a tempra) + cristallo contrastare elementi + abiti invernali.

Snowshoes mass da parte di Oceiros per camminare sulla neve.

Immune alla presenza terrificante dei draghi.

Scudo della fede si massa: +3 deviazione CA estendibile di Tonum

se necessarioso stivali della velocità per portarmi fuori dallo scontro

Cloack of bravery +10 ai Ts contro paura per 90 min da parte di Oceiros.

 

 

 

Edited by shadizar

Share this post


Link to post
Share on other sites

Flurio Pascolari (umano cavaliere)

Marciarono che era piena mattina, a detta dei nordici, ma sembrava notte tanto era ancora buio poiché così a settentrione ed in quel periodo dell'anno la luce era poca ed il sole sorgeva tardi per poi tramontare presto. Attraversarono la rada foresta che li separava dalla dimora della Regina del Gelo, con sé migliaia di uomini e diversi arieti d'assedio, che sarebbero servite più a fiaccare le difese del castello di ghiaccio e forse ad aprire loro un varco, ma che di fronte ad una battaglia campale si sarebbero rivelate inutili e problematiche da muovere e difendere; nonostante questa premessa era intenzione degli jarl espugnare il prima possibile il castello e mettere in scacco la Regina di modo da rendere quella battaglia il più rapida possibile. Compito di Trull e Flurio era quello di aprirsi violentemente la strada verso il portone nemico ed avere ragione del contingente a sua protezione, di modo da dare campo libero agli arieti di iniziare la loro opera di sfondamento. Flurio si dispiacque di non avere Saltapicchio con sé, avrebbe potuto lanciarsi in una carica furibonda, travolgendo innumerevoli bugbear a suon di zoccoli e lancia in resta fino a piantarla nel ventre di quei dannati giganti a più riprese, fulmineo sopra il proprio valoroso e fidato destriero. Dovette invece fare tutto a piedi, spalleggiandosi con il buon Trull, lui con la sua catena chiodata di fattura nanica, Flurio con in mano un grosso mazzafrusto a più catene le cui teste presentavano lame e spuntoni atte a sfondare, tagliare od uncinare gli avversari e massacrarli, un'arma brutale incantata con rune nordiche, ma la cui fattura aveva una indubbia eleganza per quanto brutale e violenta, un'arma ben concepita e bilanciata nelle sue parti, solida e ben manovrabile a dispetto del considerevole peso. Roteandolo ed abbattendo ognuno con la propria tecnica marziale, Flurio e Trull si fecero largo fino all'accesso principale del castello, mentre dietro di loro sopraggiungevano anche Seline e, sorprendentemente anche Ariabel; non si poteva certo dire che le mancasse il coraggio a dispetto dei suoi modi affettati e raffinati e dell'armatura alquanto leggera, la nobile era riuscita grazie alla sua impareggiabile maestria nell'uso dell'arco ed agilità elfiche a farsi largo fra i nemici.

Prima che il confronto avesse inizio, il cavaliere disse ai compagni: "Compagni, cercherò di attirare i giganti contro di me, non attaccateli o reagiranno contro di voi e non potrò trattenerli. Occupatevi dei bugbears ed appena li avrete spazzati via datemi manforte. Conto su di voi!". Seline fece poi piovere fuoco sui giganti, mentre Ariabel intonava un canto che li incoraggiava a combattere ed allo stesso tempo fiaccava i loro avversari grazie al potere incantato della sua voce e delle sue doti bardiche, mentre il cavaliere e Trull si apprestavano ad attaccare.

"Ho affrontato un drago rosso e ne sono uscito illeso!!! Cosa siete voi a confronto se non nullità da spazzare via!!!" gridò puntando la sua arma contro di loro poi si mosse rapido verso di loro per nulla ostacolato dalla neve grazie all'incanto di Oceiros e rinvigorito dalle pozioni che aveva bevuto prima della battaglia e dagli incanti lanciatigli dai suoi valenti compagni.

Spoiler

Punti ferita: 89

TS: FOR 13 (9+2+2)   REF 7 (3+2+2)    WILL 10 (6+2+2) (+10 contro gli effetti di paura)  

Resistenza Freddo: 20, Immune agli effetti ambientali, Immune al terreno difficoltoso dovuto a ghiaccio e neve, Immune a paura o terrore causati da draghi, Immune da effetti di possessione, fascinazione, compulsione, protetto dagli attacchi naturali di creature evocate malvagie fintanto che non le aggredisco o che non forzo la barriera contro di esse

Iniziativa: +1

Azione Veloce: Attivo Test of Mettle, tutti i nemici con CR 8+ entro 30 metri devono fare un Test di Volontà con CD 14, se lo falliscono sono costretti ad avvicinarsi ed attaccarmi, ma non si muovono verso di me obbligatoriamente se questo causerebbe loro degli AdO da parte di altri nemici, in tal caso possono bersagliarmi da distanza, se possibile senza causare AdO, oppure combattere contro i nemici che li minacciano. L'effetto dura 6 turni e si interrompe se altri li attaccano nel frattempo.

Movimento: Muovo del mio movimento standard (6 metri) verso i tre giganti, a contatto con uno di loro.

AzioneAttacco Standard contro no dei giganti con Combat Expertise(-5); TxC: +18-5, danni 1d10+8 +1(Ispirare Coraggio, Ariabel), critico 19-20x2

CA: 10+1+9+2+1+4+3=29 +5(Combat Expertise), al primo gigante che mi attacca uso Shield Block e contro i suoi attacchi ho +1 alla CA (=35)

Talenti: Quick Draw, Power Attack, Combat Expetise, Improved Trip, Knock Down

Abilità: Shield Block, Bulward of Defense, Armor Mastery, Vigilant Defender, Knight Challenge (3/4),Test of Mettle                dettagli: https://dndtools.net/classes/knight/

Consumabili: Pozione Cura Ferite Gravi

 

Edited by Pyros88
  • Thanks 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Trull Tanner

... vado contro i bugbear, colpirò per uccidere...

Spoiler

HP:95/95         

AC: 22 +4 [eventually dodge bonus to Armor Class against monsters of the giant type] +3 [Tonum]

Iniziativa: +1 [destrezza] -6 [Unreactive]

Indossati: Armatura completa +2 [pozione], con Crystal of Adaptation, Least; vestiti invernali, pelliccia e Sciarpa del Calore

Snowshoes [incanto]

Attacco poderoso con arma a due mani: -5 a colpire/+10 ai danni

In mischia:
Catena chiodata +2 [olio] +1 [racial bonus] +1[Ariabel] ± attacco poderoso; con Cristallo  del Fuoco:  +13/+8; Danni: 2d4+22 +1d6(fuoco)+1d6 (eventuale furtivo);  Critico x2; Portata 3m, +2 a sbilanciare e a disarmare.

Incalzare potenziato: per ogni nemico che uccide, ha diritto ad un nuovo colpo immediato, senza limiti di colpi

Fortitude:11 +2 [racial on TS against spells]

Reflex: 7 +2 [racial on TS against spells]

Will: 6 +2 [racial on TS against spells]

Morale: +1 [Ariabel]

Circolo Magico contro il Male entro 3 metri da Flurio. 

===================================

+4 dodge bonus to Armor Class against monsters of the giant type (such as ogres, trolls, and hill giants)
+1 racial bonus to attack rolls against orcs (including half-orcs) and goblinoids (including goblins, hobgoblins, and bugbears)
+2 racial on TS against spells and spell-like effects
Stability e Darkvision

EDIT: sulla catena 1 olio di arma magica +2
EDIT: 1 pozioni di armaturmagica invecchiata (bonus armatura alla CA di +2)

Colpisce senza andare in carica, per poter colpire due volte e massimizzare il numero di AdO a proprio vantaggio e sfruttare al massimo l'Incalzare migliorato. Contro eventuali 'minions' colpisce per uccidere. Contro eventuali boss, colpisce per sbilanciare e rendere proni, poi per disarmare, infine per uccidere.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest
This topic is now closed to further replies.

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.