Jump to content

Pyros88

Circolo degli Antichi
  • Content Count

    10,236
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    8

Pyros88 last won the day on September 5 2019

Pyros88 had the most liked content!

Community Reputation

1,362 Dragone

1 Follower

About Pyros88

  • Rank
    Eroe
  • Birthday 04/09/1988

Profile Information

  • Gender
    Maschio
  • Location
    Lecco
  • GdR preferiti
    WFRP2, D&D 5E, Pathfinder, Legend of the Five Rings, Chronicles of the Darkness, Sine Requie, Numenera, Star Wars RPG, Dark Heresy Rogue Trader
  • Occupazione
    TSRM

Recent Profile Visitors

3,629 profile views
  1. Eoliòn Von Gebsatell (umana silverbrow mezza celestiale) "Grazie Damien." disse sorridendo a quello che per lei era un fratello, per poi aggiungere pogginadogli una mano sulla spalla con fare confidente ed affettuoso: "Dopo parleremo un po'. In questi ultimi due giorni non abbiamo avuto modo di parlarci.". @AndRe89
  2. Daardendrien Shamash (platino stregone) "Facciamo finta di non averli notati, avviciniamoci e prendiamolo in contropiede quando ci attaccheranno." bisbiglio ai miei compagni.
  3. Ah ok, allora no problem. Era per non condizionati poi nella scelta degli Incantesimi, delegando qualcosa agli oggetti. Come preferisci. 😊 Altro? Su queste cose sei più ferrato tu come giocatore. 😅
  4. Eoliòn Von Gebsatell (umana silverbrow mezza celestiale) "Se a tutti sta bene, non ho nulla in contrario a far da tesoriere degli oggetti ad uso condiviso." disse guardando poi tutti gli altri.
  5. Altro che potrebbe servirci? Pergamene per rompere l'incanto sulla servitù in casa? Pergamene per Vedere Invisibilità? Pergamene di Invisibilità?
  6. Hiro Nakamura (samurai verde) Balzo fuori dalla vegetazione con decisione caricando il demone e sfoderando la mia katana a breve distanza da lui, intenzionato a mozzargli la testa in un solo fluido e silenzioso gesto.
  7. L'Horn of Goodness vale 6500, poi per i valori non so se tieni conto del prezzo pieno o a metà La pozione di cura ferite non ricordo il prezzo
  8. Eoliòn Von Gebsatell (umana silverbrow mezza celestiale) "Capisco, cugino mio. Va bene, dopotutto il tuo ragionamento mi pare corretto, ma ti prego di non esporti a rischi eccessivi. Sarà anche vero che i Von Gebsatell non finiscono con te, ma sei l'erede più promettente e pure noi siamo qui con te. Se qualcuno deve sopravvivere fra tutti noi, quello sei tu." disse in tono serio e gentile, abbracciando il cugino e guardandolo dritto negli occhi per alcuni istanti per fargli capire quanto fosse seria nelle sue parole. La nobile fu poi soddisfatta delle parole dei due suoi amici agli arresti. Credeva fossero persone abbastanza serie ed affidabili da saper fare una promessa e mantenerla; soprattutto in un frangente simile. Partecipò al rito con passivamente ma con rispetto e coinvolgimento in ogni sua fase, senza però decidere di immergersi. Ammirò il potere druidico che ammanvata potente tutta la radura e che si raccoglieva con una intensità strabiliante nelle acque di Lagocristallo. Non si immerse, a differenza di alcuni suoi compagni, non ne sentiva il bisogno. Il percorso di formazione che le avevano fatto seguire e che aveva poi scelto una volta abbastanza grande da decidere del proprio destino in base alle proprie attitudini e propensioni era stato più che adeguato. Era soddisfatta di ciò e semmai ci fosse qualcosa di cui non era contenta, era il livello finora raggiunto: voleva diventare più forte, più capace, persino più di sua madre. Ma per quello serviva continuare gli studi, addestramenti ed allenamenti all'Istituto oltre a fare esperienza sul campo, cosa che perlomeno stava facendo ora. Dai doni, ex proprietà di persone morte nelle selvagge e pericolose selve, Eoliòn notò con interesse un bellissimo corno bianco come la neve, bordato di oro e con bassorilievi di piume e raggi solari. Uno strumento non solo bello ma anche infuso di potere sacro e che sarebbe potuto essere molto utile a lei ed al gruppo. Inoltre notò, fra i tanti oggetti dall'aspetto equivoco o poco adatto agli scopi della loro missione, due pozioni. Una di essa era di guarigione, mentre l'altra era per potenziare la forza. La prima le sembrò assai piu6utile della seconda, i cui effetti sarebbero stati nulli dato il potenziamento che già aveva grazie al proprio equipaggiamento magico, decise quindi di afferrare la pozione di guarigione e di fissarla al proprio cinturone, pronta all'uso in caso di necessità. Ricordava ancora con rammarico di aver speso le proprie scarse energie guaritrici sul povero bambino di Borgo di Foglia Nuova (Dove Spira il Vento di Nuove Avventure) ed esserne poi rimasta senza per curare Dorian in condizioni critiche alla Torre del Fato. "Io e Vassilixia ci siamo già offerte per il piano di Deborah, ma se riteniamo tutti ci siano persone più addette di me o di lei per questa missione onirica, sono pronta a fare un passo indietro. C'è un limite al numero di persone che possono accedere ai sogni di Dorian?"
  9. Lifstan (bardiano guerriero) Mi muovo quindi con gli altri per raggiungerla e di fronte a noi si delinea uno spettacolo insolito e disturbante, statue di persone disposte a caso in mezzo alla foresta, donne vecchi e bambini, da sole od in gruppo. Tutto questo non ha senso, chi ce le ha messe e perché? E da quanto tempo sono qui? Tutte domande al momento senza risposta. Mi aggiro quindi fra le statue, osservandole, toccandole, guardandomi intorno in cerca di tracce di rovine che possano indicare una civiltà precedente, un insediamento abbandonato ormai eroso dal tempo ed inghiottito dalla selva. Eppure se così fosse anche le statue dovrebbero versare nella stessa condizione, invece paiono tutte in buono stato, senza usura delle superfici a causa degli agenti atmosferici, che siano incantate? Oppure più probabilmente qualcuno le ha lasciate qui, ma perché?
  10. Daardendrien Shamash (platino stregone) "Parlerà delle uova che no nsi sono ancora schiude, suppongo. Se è roba che non si potrà davvero spostare, allora la, distruggeremo." rispondo a Bhalasar abbastanza certo della mia deduzione. "Bene. Tu resta qui, da bravo." dico con una velata ironia per poi aggiungere "Controllate che non abbia cose nascoste addosso con cui potrebbe liberarsi e legatelo fermo da qualche parte, non vorrei che gironzolando trovasse qualcosa di affilato fra queste macerie con cui lacerare le corde." Quando siamo tutti pronti avanziamo verso le grottee nel frattempo dico ai miei compagni. "Le grotte sono sorvegliate dai coboldi, e sappiamo bene come siano a loro agio nel buio a differenza nostra. Io posso guidarvi al buio così riusciremo a non farci annunciare per forza da delle torce accese. Ho qui con me una lanterna schermata, al primo segnale di pericolo la aprirò e potremo beneficiare della sua illuminazione per combattere. Va bene?"
  11. Se Caranthiel non ci dice di venire. Noi restiamo fermi in attesa... 😅
  12. Io prenderei Il corno del bene 1 pozione del toro 1 pozione cura ferite moderate Il survival pouch
  13. Felix Carabàs (felinide rodomonte) "Il classico sicario. Letale e preciso soprattutto se può colpire da nascosto cogliendo di sorpresa le vittime. Ha comunque una buona tecnica nello scontro ravvicinato ed è competente nell'uso di veleni o di equipaggiamenti alchemici od arcani di facile utilizzo. Non ci è sembrato dotato di alcuna capacità magica particolare." "Sì, ho ancora quella bacchetta e diverse cariche, credo comunque dovremmo dotarci di molto altro. Pozioni di cura, come minimo. Antidoti contro i veleni di Sergen, magari qualche pergamena o bacchetta che migliorino le nostre capacità e difese. Una bacchetta con delle cariche di quel l'incantesimo che usi per alterare l'aspetto. Servirà per camuffarli e portarli con noi in città e fino alla villa di Naahlmen senza destare sospetti."
×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.