Jump to content

Maudea96

Circolo degli Antichi
  • Content Count

    102
  • Joined

  • Last visited

Community Reputation

48 Orco

About Maudea96

  • Rank
    Maestro
  • Birthday 01/02/1996

Profile Information

  • Gender
    Maschio
  • Location
    Torino
  • GdR preferiti
    D&D 5e

Recent Profile Visitors

The recent visitors block is disabled and is not being shown to other users.

  1. Credo che il punto sia proprio quel "primal ferocity" che hai evidenziato. Indubbiamente un uomo primitivo aveva meno possibilità di ragionamenti o attività particolarmente complessi (e questo quindi motiva anche il non concentrarsi e lanciare incantesimi). Dopodiché bisogna capire: Quanto quella parte descrittiva (non meccanica)vada presa come regole: per la maggior parte dei giocatori (me compreso), praticamente niente, tuttavia @Calabar qui e anche in altri topic ha già espresso che la vede diversamente. Posizione legittima, a mio parare, ma dato che non è molto condivisa né diffus
  2. Vero che ogni prova di caratteristica viene richiesta dal DM quando un personaggio vuole compiere un'azione (accezione generica), ma bisogna vedere il tipo di azione: se Azione (accezione meccanica), Interazione con un oggetto, attività minore... Per chiarimenti sui tipi di azioni, vi rimando a questi due topic https://www.dragonslair.it/forums/topic/60808-il-budget-di-azioni-in-schema/ e https://www.dragonslair.it/forums/topic/60821-rapporto-tra-regole-e-racconto-in-dd/ Ad esempio molte prove su caratteristiche mentali (INT, SAG, CAR) potrebbero rientrare nelle attività minori, e qu
  3. In realtà diversi PNG nei manuali hanno delle capacità che possono usare come Azione Bonus, alcuni (questo è il primo che ho trovato) proprio per diventare invisibili.
  4. Non sono sicuro che la loro capacità di diventare invisibili richieda l'Azione Bonus, ma se così fosse, come ha fatto notare @savaborg, non ce l'avrebbero più a disposizione per usare Nascondersi. EDIT In realtà il manuale specifica che "You can make an opportunity attack when a hostile creature that you can see moves out of your reach". Perciò contro personaggi invisibili niente AdO a meno di poterli vedere (es. con Vista Pura, Vedere Invisibilità, etc.) Credo che il punto sia proprio qui: ammesso che gli assassini non usino alcun tipo di azione per Nascondersi, è comunqu
  5. Ciao, ti segnalo questo, magari vi potete mettere in contatto 😄

    1. Vaire

      Vaire

      Ti ringrazio 🙂

  6. A un anno esatto dalla mia iscrizione a questa community, mi sono deciso a scrivere qualche riga in questa sezione. Sono un amante dei giochi da tavolo, che ha scoperto i gdr e in particolare D&D perché incuriosito da una puntata di The Big Bang Theory. Ho spulciato un po' su internet per capire di che cosa si trattasse ed ero intenzionato a partire con la prima edizione di D&D, quando ho scoperto che era da poco uscita la 5a edizione e che in molti ne parlavano bene dal punto di vista della semplicità e del ritorno all'origine per certi concetti di gioco, e che la consigliavano c
  7. Era quello che temevo, però, almeno personalmente, mi scoccerei a fare il tiro ogni 30 secondi, e siccome al nostro tavolo cerchiamo di immedesimarci il più possibile nella storia, a costo di far fare talvolta ai nostri PG azioni che portano svantaggio perché crediamo che le avrebbero fatte (ma da quello che ho letto non siamo gli unici a farlo), mi sembrerebbe poco realistico che, mentre siamo in marcia in un bosco ogni tot passi uno dica "Shhh, tutti fermi e zitti che voglio capire se ci sono nemici!" Più verosimilmente ci affideremmo alla Percezione Passiva, che simula comunque un certo att
  8. Invece una soluzione del tipo: 1. se la prova avviene perché i nemici dichiarano di attaccare (o il DM sceglie di farlo se sono PNG) e quindi la prova è quella vs Percezione Passiva descritta nel manuale per stabilire la sorpresa, non c'è tempo per mettere in allarme i compagni; 2. se qualcuno dice che il proprio personaggio cerca di capire se ci sono nemici intorno (--> Prova di percezione attiva) e supera la Prova, allora ciò avviene prima dello scontro, quindi come mi avete risposto il tempo per avvertire c'è; pensate che possa funzionare, o rischia di comportare un grande
  9. Quello che non mi è chiaro è se c'è un momento tra "prova di Furtività vs Percezione" e "stabilire i sorpresi" in cui un personaggio ha la possibilità di avvertire gli altri. Senza la prova un personaggio non può accorgersi dei nemici, ma da manuale il DM effettua la prova proprio per stabilire chi è sorpreso e far cominciare lo scontro. Mi sembra quindi un circolo vizioso in cui la possibilità di avvertire i compagni non c'è... EDIT: più che altro cerco suggerimenti su come gestire questa situazione
  10. Dato che mi sembra che questo argomento sia giunto ormai a saturazione (ma se mi sbaglio, naturalmente, liberi di continuare😄), riprendo una domanda di parecchi post fa, a cui non mi è sembrato di aver letto risposte: Come viene gestita a livello di regole la situazione in cui un membro del gruppo nota la presenza di avversari e vuole avvertire i compagni affinché non siano sorpresi a inizio scontro?
  11. Anch'io ho avuto l'impressione di uno scambio (per me) piacevole, tuttavia se ho contribuito anche solo in minima parte al contrario, me ne scuso subito. D'altra parte, difendere un'idea contro-corrente, per sua stessa definizione pone contro una "corrente" di persone che la pensano diversamente. Per me il punto è sempre qui: la "regola" non aggiunge o toglie niente, ma è la sua interpretazione che fa cambiare la meccanica. All'inizio del topic anch'io concordavo in parte con @nolavocals ma, come ho già scritto, mi è stato fatto notare che la regola (se vogliamo scritta male o comunque
  12. Ok, grazie, mi hai chiarito in parte. Tuttavia ti consente un unico attacco in più, per un solo turno, con arma secondaria (quindi di norma senza aggiunta del modificatore ai danni) e leggera, usando un'azione bonus, e solo se sei uno che combatte con due armi leggere, a costo di lasciare a terra l'arco che sicuramente non puoi recuperare subito, dato che hai entrambe le mani impegnate. Può essere vantaggioso, ma non al punto che tutti lo farebbero sempre. Di nuovo questa convinzione, che cosa impedisce ad un PNG di fare altrettanto? Davvero non capisco In realtà anche n
  13. C'è una cosa che non capisco bene: perché con l'interpretazione dei SA la meccanica di lasciar cadere un'arma gratuitamente sarebbe così abusata? A parte per cambiare da arma a distanza ad arma da mischia, quando a livello meccanico è utile fare un cambio arma? E anche in questo caso qual è il vantaggio meccanico tra: 1° turno attacco con arma a distanza e la ripongo, 2° turno estraggo la nuova arma e attacco, e invece 1° turno attacco con arma a distanza, 2° turno la lascio cadere, estraggo la nuova arma e attacco (considerando che tra i miei due turni venissi attaccato)?
  14. Solo per chiarire la mia posizione, dato che mi sento chiamato in causa, nel mio post avevo scritto che quindi per me nessuna modifica delle regole, ma un'aggiunta per una situazione che non mi sembrava proprio trattata dal manuale. Tuttavia mi è stato fatto notare che perciò rientra di nuovo in quello che i SA fanno normalmente: suggerire un'interpretazione ufficiale per regole che sono state evidenziate come ambigue. La mia idea è che i SA esplicitino le RAI ufficiali, ma che qualunque RAI non è in contrasto con la RAW relativa, la chiarisce solo. E dove è
  15. Non so se è giusto farlo, visto il regolamento del sito 😜 EDIT: personalmente avevo inteso la battuta e la stavo evidenziando, ma non mi sono espresso chiaramente, errore mio
×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.