Jump to content

Pyros88

Circolo degli Antichi
  • Content Count

    10,909
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    8

Everything posted by Pyros88

  1. Certo che i dadi ci stanno girando malino e a loro fin troppo bene. 😒
  2. Beh ma io ho AC 16 perlomeno se devi indicare un colpo a segno non è meglio parlare di 16+? Che poi con il numero indichi il risulta puro del dado ed il + è il nonus competenza ed caratteristica che vanno poi a sommarsi?
  3. Daardendrien Shamash (platino stregone) Il viaggio sta procedendo senza incidenti di percorso, forse grazie alla dimensione della carovana ed al numero di guardie così come forse anche grazie alla volontà divina. Se di Tiamat o di Bahamut difficile dirlo, probabilmente entrambi. Al momento stiamo cercando di capire quali carri appartengano al culto per tenerli d'occhio e seguirli. Abbiamo dedotto che difficilmente avrebbero mischiato le loro merci con quelle di altri mercanti nello stessp carro di conseguenza possiamo escludete tutti i piccoli mercanti come quelli che ci hanno assoldato come guardie del corpo, ma non sappiamo se i carri dei cultisti siano tutti raccolti in una unica carovana o se siano sparsi qua e là fra i diversi gruppi che compongono la lunga processione. Abbiamo però riconosciuto una delle guardie di un carro come un membro del Culto del Drago. Ora non ci resta che scoprire gli altri. Durante i lunghi e monotoni giorni cerco di fare amicizia con i mercanti del mio carro e le altre guardie durante le ronde di guardia. Chiacchierando del più e del meno e delle loro merci e percorso intendo cercare di capire quali mercanti itineranti sembrino facce nuove e quali invece facce note, nel loro ambiente. Allo stesso modo parlando con le guardie cercherò di escludere quelle che sono state assoldate come noi a Waterdeep e che provengono da altre terre e non quelle dove il Culto ha depredato. Non sarà un compito facile, è probabile che io finisca per fare la conoscenza di qualche cultista ancor prima di saperlo e che questi mentano e si inventino delle storie di comodo, ma spero che non siano bravi e che riesca a smascherarli.
  4. Hiro Nakamura (samurai verde) Lascio che sia Nicholas a parlare dato che ha aperto il discorso, ed in fondo non ho nulla da aggiungere perché nulla mi è chiaro e ciò è dovuto anche alla volontà delle sacerdotesse di mantenere il segreto sulla ragazzina e sul potere degli anelli che porta con sé. D'altraparte sono argomenti che forse Eri non dovrebbe sentire, è già abbastanza turbata così com'è, quindi la distraggo accompagnandola a cercare qualcosa di improvvisato da indossare per coprirsi.
  5. Ah ok, vabbeh uso la stessa tecnica anche per questo ennesimo colpo a segno 16+.
  6. @Pippomaster92 Kaimir ha fatto una domanda ad Annerine. Appena ti è possibile.
  7. Master mi stai segnando ancora con dei danni, vuol dire che usare la reaction per portare a 20 la AC non è servito a parare il colpo?
  8. Riverwind (umano barbaro) Vedendo lanciarsi all'assalto Flint, Riverwind gli si affiancò per non lasciarlo solo ed abbattere assieme i draconici. Calando la propria arma Riverwind cercò di porre fine alla vita dello stesso coboldo attaccato da Flint.
  9. Daisy (umana warlock) La situazione è strana: il mio primo istinto sarebbe fuggire, ma siamo bloccati in questa stanza, mi vedo quindi costretta a combattere per farmi strada verso una via d'uscita, ma pure questa non è una buona idea. Come detto da DeTourmond, sono troppi e le loro chele non sembrano limitarsi a dei dolorlsi pizzicotti, come sta sperimentando il cavaliere. Non so bene che fare, attendo che siano gli altri a decidere, sfortunatamente non ho capacità utili a comunicare con questa colonia di corstacei intelligenti e nemmeno ad allontanarli pacificamente o per proteggerci da loro.
  10. Daardendrien Shaamash (platino stregone) "Se stanno tornando alla loro base per il rito finale vuol dire che hanno rubato tesori a sufficienza, magari c'è una quantità stabilita in valore od in peso. Anche perderne solo una parte potrebbe interrompere del tutto i loro piani fino a che non recupereranno quanto sottratto o finché non ne razzieranno altrettanto. Tutto questo ci darà maggior tempo ed occasioni ulteriori di metter loro i bastoni fra le ruote o perfino fermarli. Certo non andrei da una gilda di ladri con questo aspetto ma camuffato magicamente. Comunque se il piano non vi piace, lasciamo perdere, mi sembrava un'idea da poter valutare." dico un po' dispiaciuto che i miei compagni non vogliano intraprendere la mia idea.
  11. Felix Carabàs (felinide rodomonte) Schivo la pioggia di lame di ghiaccio grazie ai miei riflessi felini e mi metto a lato della porta contro la parete, per non essere bersagliato, seguendo anche il consiglio di Theo. Non so se sia una buona idea lanciarmi in avanti oltre la porta, non appena verrà sfondata, con un mago a spararmi in faccia una delle sue magie, estraggo quindi un pugnale e mi preparo a lanciarlo al mago facendo capolino dallo stipite della porta e ritraendomi subito dopo.
  12. Daardendrien Shamash (platino stregone) "Beh in realtà molti di noi sono guardie personali, l'importante è che non minaccino direttamente i mercanti. E chi invece è a capo delle guardie potrebbe aiutarli indirettamente. Basta essere chiari su quali carri saccheggiare furtivamente e quali no, così da evitare spiacevoli inconvenienti per tutti. So che è un piano un po' azzardato e che non abbiano nemmeno molto tempo, ma l'idea che riescano a portare quel tesoro fin nel loro covo per gli scopi che suppongo mi inquieta troppo." replico sempre tenendo bassa la voce.
  13. Daardendrien Shamash (platino stregone) "So che non è la soluzione più idonea ed affidabile. Ma se facessimo una soffiata sulle ricchezze nella carovana del Culto a qualche gilda di ladri? Potrebbero decidere di rubarglielo prima che si rimettano in viaggio" propongo ai miei compagni a bassa voce.
  14. Direi che entro stando sulla difensiva, quindi svantaggio a tutte le prove per colpirmi (credo anche vantaggio ai ts destrezza, ma potrei sbagliarmi).
  15. Non volendo lasciare Theo da solo, attendo che sia lui od i Coltelli del Popolo a sfondare la porta.
  16. Hiro Nakamura (samurai verde) Senza tanti convenevoli alzo la mano insanguinata per mostrarla alla sacerdotessa e farle capire che necessito dei suoi poteri. "Avremo bisogno di equipaggiarci al meglio per la prossima tappa. Chi di voi ha un emporio od una fucina da fabbro in attività?" chiedo con più forza in voce rivolgendomi alla popolazione
  17. Kythorn 11 (Giugno) - Mezzogiorno Il capitano vi lascia andare intimandovi come ultimo avvertimento, di non fare parola con nessuno di quanto accaduto a Renaer ed al covo, per il bene delle indagini e della città e finché la Vigilanza Cittadina non rilascerà un comunicato ufficiale di quanto accaduto. Quando però state state per uscire dalla postazione di guardia alcuni agenti vi fermano prima che possiate accedere all'esterno e notate come fuori vi siano alcuni individui, maschili e femminili in vario numero ed aspetto, accalcarne l'accesso principale, tenuti a bada da alcuni agenti, e che sembrano animarsi e provare ad oltrepassare il cordone non appena vi intravedono tentando di rivolgervi rivolgervi delle domande su quanto accaduto al Cacciatore degli Dei, quasi tutti armati di matita ed un piccolo diario. È la prima volta che vi trovate faccia a faccia con dei cronisti dei gazzettini locali interessati proprio a voi e la cosa un po' vi coglie di sorpresa. In breve tempo viene fatta arrivare una carrozza a pedaggio per scortarvi e dove salite proteggendo le vostre identità con gli anonimi mantelli con cappuccio che vi erano stari forniti dagli agenti già alla locanda dove vi eravate riuniti. Con una certa rapidità e scalpiccio fragoroso degli zoccoli sul selciato, la carrozza parte di gran carriera seminando abbastanza in fretta quel gruppo di cronisti intento a seguirvi. Il sole è ormai al suo culmine nel cielo e le vostre pance reclamano ardentemente del cibo con cui essere riempite. Nel Quartiere del Castello non mancano le locande di un livello adeguato al vostro ceto ma, nonostante ve ne siano anche nei pressi della postazione da cui siete appena usciti, decidete di fare tappa al Portale Spalancato, a qualche isolato di distanza, ormai abituati a farvi visita con una certa regolarità ed indubbiamente un posto meno ovvio dove rifugiarvi dalle attenzioni indesiderate dei cronisti. La locanda ha sempre quell'aspetto vissuto ma solido, quell'atmosfera vibrante ed eccitante ma anche accogliente e rassicurante allo stesso tempo, così unica nel suo genere. La sala comune è meno affollata rispetto alla sera ma comunque discretamente frequentata dalle solite facce di avventurieri, visitatori e cittadini. Immancabile notate Volo, meno gioviale ed esuberante del solito, forse ancora afflitto dal lutto per Floon, che sta mangiando e chiacchierando con Yagra, la mezzorca mercenaria che avete avuto modo di conoscere proprio qui qualche giorno fa. Subito venite avvolti dall'odore di chiuso del luogo, certo non il fetore delle bettole del porto, grazie agli odori intensi ed invitanti provenienti dalla cucina e dalla temperatura piacevolmente più mite che in altre locande per via della fresca brezza che arriva dalle profondità buie del pozzo d'accesso del famoso e pericolossisimo Dungeon di Sottomonte.
  18. Riverwind (umano barbaro) Dannazione, da una parte c'era il colpo si fortuna di aver trovato Laurana ancori prima di doverci inoltrare nella fortezza Pax Tharkas, ora occupata dalle forze draconiche, dall'altra la presenza di un cospicuo numero di draconici e l'impazienza di Tanis. Se solo avesse aspettato che gli altri ci raggoungessero e si preparassero a cogliere quelle creature velenose di sorpresa. Tamis invece aveva scoccato la sua freccia e Riverwind non era altrettanto pronto e nemmeno impugnava il suo arco in quel momento, avendo per le mani la sua spada e daga magiche. Aprire la porta e lanciarsi da solo verso i nemici sembrava un'azione troppo avventata e potenzialmente letale, ma allo stesso tempo non poteva permettere che se ne andassero via con Laurana, ostacolando magari il nostro inseguimento con altri occupanti della fortezza. Indeciso sul da farsi, il barbaro aspettò l'evolversi della situazione.
×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.