Jump to content

Pyros88

Circolo degli Antichi
  • Posts

    12.6k
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    8

Everything posted by Pyros88

  1. Felix Carabàs (tabaxi spadaccino) Osservo i dintorni cercando di capire se un incantatore avrebbe potuto nascondersi e lanciare l'incantesimo al momento opportuno.
  2. Felix Carabàs (tabaxi spadaccino) "Uno di essi sarebbe potuto essere il famiglio. Da qualche parte ho letto che un incantatore con un legame molto stretto con il proprio famiglio sia capace di vedere attraverso i suoi sensi ed addirittura lanciare incantesimi usandolo come condotto. È vero?" commento a bassa voce unendomi alla conversazione e guardando i miei compagni, in particolare Dezgrazos di cui mi è noto l'avere un famiglio corvo. "Forse sarebbe il caso di controllare se sui due non sia rimasta qualche traccia di magia." aggiungo poi alla risposta affermativamente riguardo i famigli e come possano essere usato da un incantatore.
  3. Lifstan (bardiano guerriero) "Barth? Non ci posso credere, quanto tempo! Ti trovo bene!" esclamo sorpreso e felice di riconoscerlo. "Caro cugino, la vita mi ha condotto per molti sentieri, ma sempre al servizio di Re Bard e di Valle. A proposito, questi sono i miei compagni di viaggio." dico presentandoli e lanciando, con discrezione, sguardi d'intesa, con Galia in special modo, sul potermi o meno sbottonare sul perché si sia qui.
  4. Emmet Lathrop (gnomo artefice) "Magnifico penso sia un prezzo davvero onesto, vi ringrazio. Per quanto riguarda invece le indigestioni e la nausea? Pensa di riuscire a fornirci un medicamento adatto?" chiedo con rinnovato interesse.
  5. Felix Carabàs (tabaxi spadaccino) Dopo le parole delle due guardie inizia formarsi nella mia mente un'idea abbastanza definita di come potrebbero essere andate le cose. Vado quindi ad osservare attentamente il/i battente/i dell'ingresso del granaio per osservare se vi siano maniglie o serrature. In caso di maniglie andrei a saggiare la resistenza della stessa per vedere se talmente molle da poter essere davvero aperta da una folata di vento. In caso vi fosse invece una serratura chiederei se sia abitudine comune non tenerla serrata.
  6. Lifstan (bardiano guerriero) "Sì, beh... certamente lady Caranthiel." bofonchio colto alla sprovvista dopo essermi accorto che, a differenza mia, i miei compagni hanno subito gravi ferite e soprattutto dalle frecce degli orchi arcieri. Ero talmente concentrato a tenere i miei compagni alle spalle ed io interposto fra loro e gli orchi che non ho avuto modo, preso così d'assalto ed alla sprovvista, di rendermi conto delle loro condizioni. "Erano avvelenate. Abbiamo abbastanza antidoto per tutti?" chiedo preoccupato a Caranthiel osservando le frecce ed intuendone la pericolosità.
  7. Emmet Lathrop (gnomo artefice) "Vi ringraziamo per le vostre parole di benvenuto, il mio nome è Emmet Lathrop di Lantan, tutore della qui presente Sheltan Der Purge primogenita del suo casato." dico presentando come mio solito la nobile giovane. "Le sue creazioni ci potrebbero servire sicuramente. Sa anche io mi diletto di alchimia ed infusi magici così come estratti naturali, quindi le sue pozioni mi interessano parecchio, un interesse chiaramente accademico ma anche pratico dati i tempi che corrono. Stavo però pensando se avesse le conoscenze adatte a creare delle pozioni che risolvano gli effetti indesiderati dell'abuso di alcolici o che aiutino a digerire dopo un pasto troppo pesante. Sa, alle volte i clienti esagerano e questo tipo di rimedi potrebbero fare comodo tanto a loro quanto a noi. Non trova?"
  8. Listan (bardiano guerriero) "Per fortuna direi. Ci poteva andare molto molto peggio. Era un agguato in piena regola" dico osservando i cadaveri a terra e cercando di capire dalle loro rozze insegne o dal loro equipaggiamento se appartengano a qualche gruppo specifico. "Riconoscete da dove provengano?"
  9. Felix Carabas (tabaxi spadaccino) "Come mai questo ricordo specifico dei gatti? Dopotutto è normale che ve ne siano in una città; c'era qualcosa di strano?" chiedo incuriosito da quel dettaglio a prima vista così anonimo. Il vento invece è qualcosa di assai più sospetto, potrebbe essere stato un modo per far entrare in maniera invisibile qualcuno, però le tracce a questo punto potrebbero essere del vecchio e non del sabotatore delle granaglie. "Mi faccia vedere le suole dei suoi stivali." chiedo andando ad osservarne dimensione e caratteristiche per escludere o confermare che le impronte che avevo individuato fossero le sue.
  10. Riverwind (umano barbaro/ranger) "Ahimè qui vedo solo pietra; niente di infiammabile per fare un falò. Meglio affidarsi a ciò che potremo mangiare senza bisogno di cucinarlo: carne secca, formaggio e pane da viaggio."
  11. Riverwind (umano barbaro/ranger) La dolce amata del barbaro era stanca e cercò conforto nella sua vicinanza. Quella stessa stanchezza la portò però ad appoggiarsi al lato dove lui non aveva più il braccio per poterla cingere dolcemente. La cosa non gli pesò però; era troppo stanco per badarci e la testa era tutta concentrata a riflettere sul da farsi. Più tardi avrebbe sicuramente riavvicinato la sua amata e l'avrebbe cinta adeguatamente con l'unico braccio che gli rimaneva, era più che sufficiente a giudizio di entrambi. "Riposare credo sia necessario ma le torce stanno finendo; non credo ci basteranno per tutto quel tempo e non c'è materiale per fare un falò. Fermarci qui però penso sia la cosa migliore; fra la luce rossastra emanata dalle stanze e la guardia che quei golem fanno a qualsiasi cosa che vi passi in mezzo possiam stare debitamente tranquilli. Una sola persona sveglia a turno, per sicurezza, sarà più che sufficiente."
  12. Felix Carabàs (tabaxi spadaccino) "Quali domande vi ha fatto Ven? E che risposte le avete dato?" chiedo con pacatezza alle guardie cercando di metterle più a loro agio.
  13. Felix Carabàs (tabaxi spadaccino) "Sì, una serie di impronte che entrano dall'ingresso, si fermano a pochi passi dal grano e poi tornano indietro. Può essere tutto come anche niente, ovviamente. Ma vorrei capire se nel turno serale sia entrato qualcuno, anche di insospettabile, nel granaio. O capire anche se le guardie, casomai non ricordassero nulla, siano state soggiogate con la magia a non ricordare oppure a mentire." commento pensoso parlando in disparte con Theo e gli altri miei compagni indicando poi la serie di tracce incriminata.
  14. Felix Carabàs (tabaxi spadaccino) "Sì, ahimè abbiamo bisogno di far loro delle domande specifiche. Non possiamo aspettare che finiscano di riposare, ogni clessidra è preziosa per fermare tutto questo."
  15. Daardendrien Shamash (platino stregone) "No liberare costui è fuori luogo. Meglio consegnarlo al prete ed alla donna ed incaricarli di condurlo alla più vicina città affinché un tribunale giudichi le sue colpe oppure di fargli la guardia finché non saremo tornati e potremo condurlo noi affinché la giustizia faccia il suo corso. Però credetemi, se Talis non è riuscita a strappargli nulla con le cattive, cosa in cui è sicuramente più capace e disposta di noi, allora non abbiamo alcuna possibilità con lo stesso metodo; dovremmo invece usare l'inganno per fargli abbassare la guardia e confidarci qualcosa." insistito cercando di convincerli della ragionevolezza della mia linea d'azione.
  16. Felix Carabàs (tabaxi spadaccino) Mi avvicino alle impronte per analizzare meglio se siano di stivali o di altra natura e sembrino di una persona piccola, grande, leggera o pesante. Dopodiché torno dalle guardie e chiedo loro: "Dalla sera alla mattina successiva chi di voi è stato di guardia qui all'ingresso?"
  17. Daardendrien Shamash (platino stregone) Flashback "Il palco è già pronto, dobbiamo solo recitare bene la parte e provatelo a carpire qualche segreto. Se fosse stato inutile Talis non si sarebbe presa la briga di catturarlo o di tenerlo ancora in vita. Una volta ottenuto quanto scoperto lo rimetteremo in gattabuia e liberemo gli altri due prigionieri." rispondo cercando di convincerli del mio voler fare un tentativo; dobbiamo saperne di più prima di agire.
  18. Daardendrien Shamash (platino stregone) Flashback Prima di inoltrarci nelle prigioni dico ai miei compagni. "Il nano è un membro del Culto ed amico dell'attuale Portavoce Bianco. Potremmo fingere di essere venuti a salvarlo per volere del Portavoce e carpire qualche informazione. Che ne dite?" propongo agli altri mentre setacciano la tenuta e raccogliamo tutti ciò che ci potrebbe servire. "Ad ogni modo penso che dovremmo riposarci almeno un giorno prima di partire; è da un po' che non facciano un vero riposo in un letto come si deve." dico in seguito, una volta chiusa la faccenda su come procedere con il nano prigioniero.
  19. Emmet Lathrop (gnomo artefice) "La ringrazio molto per le sue attenzioni nei nostri riguardi. Siamo ben lieti di avervi come vicino. La nostra locanda la accoglierà sempre con altrettanto riguardo." commento con cortesia dopo essermi presentato a mia volta. "Sarà bene rafforzare il numero di buttafuori che vogliamo assoldare, non possiamo correre rischi. Certo agli Zentharim non converrà pestate i piedi di una famiglia nobile della città come i Der Purge. Non pensate?" aggiungo poi indicando Shelatan e cercando un suo parere. Vorrei essere sicuro che la ragazza non corra eccessivi rischi anche se sa benissimo difendersi.
  20. Felix Carabàs (tabaxi spadaccino) "Va bene. Vediamo cosa salta fuori." rispondo al giovane investigatore cercando a mia volta, assieme agli altri, qualche indizio sospetto. Non ho competenze magiche, ma se fosse qualcosa di davvero anomalo penso lo noterei così aguzzo occhi, naso ed orecchie.
×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.