Jump to content

Benvenuto in Dragons´ Lair

La più grande e attiva community italiana sui Giochi di Ruolo.
Accedi o registrati per avere accesso a tutte le funzionalità del sito.
Sarai così in grado di discutere con gli altri utenti della community.

La Vostra Campagna è Deragliata?

Articolo di J.R. Zambrano del 15 Ottobre 2019
Siamo sinceri, era inevitabile che sarebbe successo prima o poi. Il concetto base di D&D è di fornire sufficienti binari per far partire la storia dalla stazione, dopo di che in qualità di DM il vostro compito è quello di fare del vostro meglio per fare sì che gli eventi assecondino al meglio quel treno spericolato e sbandante che è il vostro gruppo (e i giocatori del gruppo), di modo che esso possa giungere fin dove i giocatori vogliono andare. Perché in fin dei conti, è di questo che si tratta, qualunque grande trama voi abbiate pianificato non significa nulla se i giocatori non se ne curano, per esempio in questo preciso istante hanno appena abbandonato la loro missione che prevedeva di identificare un misterioso assassino e hanno invece deciso di aiutare un Mercante di Cavoli del luogo...

Aiuto…
Oggi parleremo di alcuni trucchetti veloci che potete provare ad usare allo scopo di trovare un modo per procedere oltre gli intoppi quando il gioco prende una piega che non vi aspettavate. Non dovete semplicemente abbandonare tutto il lavoro di preparazione che avete fatto... con alcuni di questi trucchi, potrete persino abbracciare il caos.
Siate Pronti

Abbiamo passato tutti dei momenti di confusione, con sguardi persi nel vuoto, mentre i nostri giocatori partono per delle tangenti incredibili e noi DM cerchiamo disperatamente di capire e gestire quello che succederà dopo. Una delle cose migliori che potete fare per provare ad evitare o quantomeno ridurre quei momenti è avere pronto un piano di riserva. Può essere qualcosa di molto elaborato come l'aver pianificato in anticipo vari incontri specifici pronti ad essere usate o l'aver preparato delle vostre tabelle personalizzate di incontri casuali. Potreste persino aver sentito parlare della Regola di Chandler, che recita: in caso di dubbio, fate entrare nella stanza un uomo con una pistola carica.
Questo è il ruolo che possono svolgere questi incontri già preparati. State creando il vostro “uomo con la pistola carica”. Si tratta di incontri che avete pre-costruito, oppure che conoscete bene e che potete preparare al volo perché li avete inseriti voi stessi in una tabella degli incontri casuali. Questi sono strumenti che potete usare per far andare avanti il gioco senza dover passare il resto della sessione cercando disperatamente di capire cosa dovrebbe succedere in seguito a certe scelte dei giocatori.
Non preoccupatevi troppo sul fatto che questi incontri abbiano senso. Per il momento li state solo facendo capitare per concedervi un po' di tempo per capire dove sono diretti i giocatori. E spesso e volentieri i vostri giocatori potrebbero divertirsi molto cercando di capire perché c'erano quattro Lupi Crudeli ad aspettarli nella casa del Mercante di Cavoli. Il che mi porta al punto successivo...
Ascoltate i Vostri Giocatori e Ciò Che Interessa Loro

Ora che vi siete conquistati un po' di spazio per respirare e vi siete concessi la possibilità di gestire uno o due incontri, è il momento di comunicare con i vostri giocatori. Se tutto va bene questi incontri hanno dato loro alcune cose su cui riflettere. Forse si chiedono chi siano gli assassini, o meglio ancora, sono convinti di saperlo. “Oh, ovviamente questi tizi sono stati inviati dal Signore dei Serpenti Szagath.” A quel punto, tutto ciò che dovete fare è concedere loro di avere ragione e in pratica li lascerete stabilire la direzione al posto vostro.
Vedete, qualunque cosa dicano i vostri giocatori è ciò a cui sono veramente interessati. Potrebbe non essere esattamente quello che avevate in mente, ma vi racconteranno cosa vogliono vedere di più. Se si sono fissati con un Mercante di Cavoli, vi stanno dicendo: “Hey ci piace Mr Cavolo e vogliamo vederlo più spesso”. Quindi mentre parlano, potete capire come condire un incontro o una scena interpretativa con le cose che più gradiscono. E poco dopo sarete candidati al premio DM del mese.
Questo ha l'ulteriore pregio di mostrare ai vostri giocatori che possono prendere le redini della situazione. Avere dei giocatori coinvolti nella storia è un dono inestimabile.
Fate Come i Borg

Un'altra buona opzione da tenere a mente è quella di essere come i Borg. Essi hanno degli scudi adattativi che consentono loro di imparare a difendersi dagli attacchi. Anche voi potreste avere pronti degli incontri che potete facilmente adattare a qualunque sia la nuova situazione. Date un'occhiata a ciò che avete pianificato. Ora provate a capire in che modo i vostri giocatori potrebbero comunque imbattersi negli avversari ed ostacoli che avete preparato.
Esistono alcuni buoni modi per modificare un incontro. Innanzitutto potete cambiate il luogo dove si svolge l'incontro. Se il vostro incontro prevedeva che i giocatori sarebbero andati in un covo di goblin per combattere lo sciamano, ma invece loro vanno su una nave - ehi indovinate un po', farli attaccare dai pirati goblin va bene comunque. Potete adattare lo scheletro dell'incontro che avete impostato modificandolo in base a dove si trovano i giocatori. Oppure, se è un incontro interamente dipendente dalla posizione, complimenti, avete progettato un incontro narrativamente molto forte, conservatene lo scheletro per dopo e tenete da parte il lavoro che avete già fatto anche se in questo momento non lo utilizzerete.
In secondo luogo è possibile modificare i PNG coinvolti. Se i giocatori si sono interessati a qualcuno, fate in modo che l'incontro successivo riguardi proprio costui. O forse questo PNG ha bisogno di qualcosa legato a ciò che avete già preparato. Prendete l'esempio del covo di goblin: i giocatori contro ogni previsione hanno stretto amicizia con il Mercante di Cavoli, e si scopre che il Mr Cavolo ha bisogno di qualcosa che proviene dai boschi vicino alla tana dei goblin. O dal profondo della tana stessa...
Infine potete provare a capire come il vostro materiale già preparato possa fungere da barriera a ciò che i vostri personaggi vogliono fare. Se vogliono aiutare il Mercante di Cavoli o rintracciare tesori famosi potete cavalcare quell'impeto e fare si che un "personaggio secondario" possa chiedere aiuto... oppure le strane voci di cui hanno sentito parlare possono riguardare il materiale che avete preparato, basta essere disposti a lasciare che i motivi dietro l'avventura cambino. Invece di invadere la torre dei maghi per salvare il regno, lo stanno facendo in modo che Mr Cavolo possa acquistare un nuovo carretto. Questo è D&D, amici.
Fate Domande Legate Ai Risultati

La domanda "quindi cosa fate?" è uno dei modi più basilari per far interagire i vostri giocatori con il mondo. Potete anche variare leggermente la domanda: chiedete invece "cosa state cercando di realizzare" o qualcosa del genere. Concentratevi sul far sì che i vostri giocatori dichiarino i risultati che vorrebbero vedere realizzati e avrete tutti gli strumenti necessari per riportarli alla storia originale, o almeno per aiutarvi a soddisfare a  sufficienza la loro curiosità di modo che possano tornare a salvare il mondo o a raccogliere i frammenti di cristallo o ad aiutare a gestire un consorzio commerciale basato sui cavoli.
Ad ogni modo, questi sono solo alcuni assi che potete tenere nella manica per provare ad essere un po' più flessibili quando i vostri giocatori decidono di partire per la loro strada durante le campagne.
Avete altri modi con i quali tenete le cose in carreggiata nel vostro gioco?
Link all'articolo originale: https://www.belloflostsouls.net/2019/10/dd-has-your-game-run-off-the-rails-try-these-quick-tricks.html
Read more...

La Società dei Cercatori in PF2

Articolo di Luis Loza del 11 Ottobre 2019
Nel corso delle ultime settimane abbiamo dato uno sguardo alle varie organizzazioni presenti nella Guida al Personaggio dei Presagi Perduti (Lost Omens Character Guide). Nonostante siano tutte molto interessanti c'è un'organizzazione che è stata inclusa fin da subito quando abbiamo cominciato a parlare di questo manuale: la Società dei Cercatori (Pathfinder Society). I Cercatori sono probabilmente una delle organizzazioni più conosciute e diffuse della nostra ambientazione dell'Era dei Presagi Perduti. Diamine, hanno persino il nome del nostro gioco come parte del nome della loro organizzazione! Non potevamo ignorarli!

Illustrazione di Rogier van de Beek
La Società dei Cercatori è un'organizzazione di portata globale, i cui agenti sono intenti a esplorare il mondo, a recuperare conoscenze e reliquie perdute e a trasmettere le proprie scoperte sia alla Società che al resto di Golarion tramite le Cronache dei Cercatori (Pathfinder Chronicles), una pubblicazione edita dalla Società che è essenzialmente una raccolta dei "maggiori successi" tra i rapporti dei Cercatori. Le persone si uniscono alla Società per ragioni molto varie. Alcuni per raccogliere la conoscenza, altri per la gloria associata alle proprie scoperte, chi per l'eccitazione dell'avventura e delle missioni mentre altri ancora vogliono aiutare la Società e perorarne le cause.

Illustrazione di Bryan Sola
La Società contiene al suo interno alcune fazioni generiche che coprono questi aspetti generali e molti Cercatori finiscono per associarsi ad una o due di queste fazioni durante la loro carriera, anche se una tale associazione non è obbligatoria. Tali fazioni sono: l'Alleanza degli Emissari (Envoy's Alliance), un gruppo dedito al benessere della società e dei suoi membri; il Grande Archivio (Grand Archive), i cui membri sono dediti alla ricerca della conoscenza; i Cacciatori degli Orizzonti (Horizon Hunters), che preferiscono viaggiare per il solo gusto dell'esplorazione e della scoperta di siti nuovi e dimenticati; il Sigillo Vigilante (Vigilant Seal), che include quei Cercatori che sono pronti a combattere le minacce che la Società incontra durante le proprie missioni.

Illustrazione di Bryan Sola
Visto il loro costante viaggiare i Cercatori usano molte tipologie di equipaggiamenti, che possono passare dal normale equipaggiamento da viaggio di un avventuriero a strumenti più specializzati come i navimagneti. Questi compassi magici servono sia come prova di appartenenza ai Cercatori che come utile strumento durante i viaggi. Il tipico navimagnete, che potete trovare nel Manuale Base (Core Rulebook), permette al suo possessore di creare una luce magica e di attingere al potere delle pietre magiche note come pietre degli eoni (aeon stones). Il tipico navimagnete non è però l'unico usato dai Cercatori. Questo manuale presenta alcune nuove tipologie di navimagneti oltre ad oggetti magici vari come il ciottolo fortificante (fortifying peeble), un talismano che riduce i danni subiti dall'oggetto a cui viene affisso.

I giocatori che vogliono giocare un personaggio che sia membro della Società dei Cercatori possono farlo facilmente. La Guida al Mondo dei Presagi Perduti (Lost Omens World Guide) presentava l'Agente dei Cercatori (Pathfinder Agent), un archetipo che rappresenta un generico membro della Società. Quell'archetipo copre le capacità generiche che uno si aspetta da un membro della Società. Ovvero fornisce strumenti per aiutarvi a fare ricerche durante i vostri viaggi, per farvi ottenere più conoscenze e per supportare i vostri alleati (esplorare, fare rapporto, collaborare!). I personaggi che sceglievano questo archetipo troveranno ora dei nuovi talenti che li aiuteranno ad espandere le loro abilità. Essi includono il talento Abbassatevi Tutti! (Everybody Duck!), che vi aiuta in caso abbiate accidentalmente fatto scattare un trappola che volete disattivare, e il talento Riconoscere Minaccia (Recognize Threat), per meglio riconoscere i mostri che state combattendo.

Non tutti i Cercatori scelgono di essere bravi in un po' di tutto. Una parte dell'addestramento di un Cercatore comprende l'ottenere l'approvazione di uno dei tre decani della Grande Loggia, prima di essere considerato agente a tutti gli effetti. Questi decani sono noti come i Maestri delle Pergamene, degli Incantesimi e delle Spade (Masters of Scrolls, Spells and Swords) e ciascuno di essi si specializza in una capacità differente, in cui addestra i nuovi agenti. Le Pergamene si concentrano su storie, conoscenze e capacità di osservazione; gli Incantesimi si incentrano sulle conoscenze e teorie magiche; le Spade insegnano alle reclute tecniche di combattimento e di sopravvivenza. Una volta che sono diventati veri Cercatori molti agenti decidono di continuare ad associarsi con i propri colleghi delle Pergamene, degli Incantesimi o delle Spade e di accettare missioni particolarmente adatte ad una certa branca.

Illustrazione di Bryan Sola
I personaggi che vogliono meglio rappresentare tale affinità possono farlo con i tre nuovi archetipi presenti in questo manuale. Il Maestro della Pergamena (Scrollmaster), il Maestro dell'Incantesimo (Spellmaster) e il Maestro della Spada (Swordmaster) sono tre archetipi che seguono l'andamento delle branche della Società stessa. Il Maestro della Pergamena, per esempio, si incentra sullo svolgere ricerche e sull'essere preparato a tutto, ottenendo capacità che amplificano e fanno uso delle sue vaste conoscenze. Dall'altro lato, il Maestro dell'Incantesimo si concentra sulla magia e su come usare quest'ultima per compiti come creare barriere protettive o anche assorbire gli incantesimi che i nemici gli rivolgono contro!


Se preferite concentrarvi sulla sopravvivenza vostra e dei vostri compagni, potreste valutare di scegliere l'archetipo del Maestro della Spada. Questo archetipo fornisce nuove opzioni sia per cavarsela nella natura che per dominare in combattimento. Alcune di queste opzioni sono pensate per evitare di subire danni, mentre altre aiutano a difendere i propri alleati. Indipendentemente dalla branca a cui si associa, il vostro personaggio può scegliere fin da subito questi archetipi, anche in aggiunta a quello dell'Agente dei Cercatori. Così come per i Cavalieri Infernali e i Cavalieri di Lastwall (Knights of Lastwall), questi nuovi archetipi si incastrano alla perfezione con l'Agente dei Cercatori, permettendovi di mischiare e combinare abilità e capacità a vostro piacimento.


Illustrazione di Bryan Sola
Link all'articolo originale: https://paizo.com/community/blog/v5748dyo6sgyt?Scrolls-and-Spells-and-Swords-Oh-My
Read more...

Basta con i soliti Cavalli, provate queste Cavalcature

Articolo di J.R. Zambrano del 14 Ottobre 2019
Non si può negare la maestosa grazia di un cavallo al galoppo. Non si può non notare la bellezza di uno stallone libero in corsa, tutti se ne rendono conto. Anche George re della Giungla lo sa ed è cresciuto in un ambiente senza cavalli:
Rimane comunque il fatto che tutto questo si applica alla vita reale. Ma quando ci si ritrova per giocare a D&D perché lasciare che la vita reale ci limiti? Se state comunque giocando un mago, un elfo, un chierico, un uomo-drago o qualcuno in grado di dormire otto ore filate in una notte perché limitarvi ai voli pindarici quando si tratta della vostra cavalcatura?
Ecco lo scopo di questo articolo. Vi proponiamo altre creature da usare come alternative ai cavalli la prossima volta che i vostri avventurieri dovranno andare dal punto A al punto B con stile. Abbiamo cercato di tenerci sulle fasce basse dello spettro del GS, per evitare che la cavalcatura si riveli migliore del resto del gruppo. Inoltre è sicuramente più facile convincere il proprio DM a farvi cavalcare una di queste creature piuttosto che  far sì che permetta a tutti di cavalcare dei dinosauri, i quali, come tutti sappiamo, sono la vera soluzione al problema cavalcature.
Beccoaguzzo

Questo è un archetipo classico del fantasy, ovvero il cavalcare un enorme uccello incapace di volare. I Becchiaguzzi sono pronti per soddisfare tali esigenze. Quando caricherete verso la battaglia sulla groppa del vostro uccello gigante sarà subito chiaro che non siete in un'altra generica storia fantasy. Inoltre hanno più punti ferita di un cavallo e sono quasi altrettanto veloci - e dato che tanto per la velocità di marcia su lunghe distanze ci si basa sulla velocità delle creature più lente del gruppo (è vero gente) non dovete nemmeno preoccuparvi di rimanere indietro rispetto a dei cavalli.
Lucertola da Sella Gigante (Giant Riding Lizard)

Questa creatura tratta da Out of the Abyss è una scelta eccellente come cavalcatura speciale. Queste bestiaccie possono farvi scalare i muri e i soffitti, se trovate le selle speciali adatte. Hanno un salto naturale che vi permette di attraversare facilmente i campi di battaglia e inoltre possono fare un Multiattacco. State solo attenti a nutrirle regolarmente di modo che non rivolgano le loro notevoli doti di combattimento contro di voi.
Draco da Guardia (Guard Drake)

Questo è il mostro di GS più alto presente nella lista. Ma i Drachi da Guardia (presenti ne Il Tesoro della Regina Drago) sono creati tramite uno speciale rituale che richiede che siate amici con un drago e che siate competenti in Arcano. Ma se vi alleate con un drago e vi fate donare liberamente delle scaglie fresche potete creare un draco da guardia. E se il vostro DM decide che possano avere resistenze/poteri speciali, state praticamente cavalcando il vostro Yoshi...
Pipistrello Gigante

Fate impazzire i vostri nemici dopo aver addestrato alla lotta uno di questi pipistrelli. Sono delle cavalcature eccellenti per tutte le volte che volete semplicemente rimanere un po' in sospeso (a mezz'aria...) e sono anche Grandi quindi una creatura Media li può cavalcare. Potrebbe essere giunto il momento di investire delle risorse in Addestrare Animali.
Ragno Gigante

Di tutte le creature in questa lista i Ragni Giganti sono forse quelli che danno l'idea più strana come cavalcatura, probabilmente visto che sono degli aracnidi. Solitamente ci si immagina i ragni giganti come nemici, ma questo potrebbe anche essere legato ai preconcetti insiti in varie ambientazioni fantasy. I ragni sono grandi amici: mangiano le zanzare, costruiscono ragnatele molto belle e apparentemente possono portarvi in groppa in combattimento pronti a lanciare reti appiccicose sui vostri nemici.
Rana Gigante

Questa probabilmente è la mia creatura preferita in questa lista. Una rana gigante sembra decisamente adatta come cavalcatura per degli abitanti di un regno delle paludi. Ma le Rane Giganti sono forse tra le creature giganti più ridicole che esistono. Questo anche perché le Rane Giganti sono dotate di una capacità di Inghiottire che non solo fa dei danni decenti (all'incirca) ogni round, ma che è anche decisamente gratificante. Specialmente se affrontate dei PNG malvagi che il vostro DM ama far monologare. Fare un monologo da dentro la bocca di un cavalcatura può essere difficile.
Lupo Crudele

E per concludere ecco un grande classico. Perché solo i goblin dovrebbero avere il piacere di cavalcare un lupo in battaglia? Inoltre Il Trono di Spade è ancora sufficientemente vivo nel sentore comune da fare in modo che il vostro gruppo possa trovare e inventare una infinità di riferimenti e battute ogni volte che ci salirete in gruppo. Senza che la cosa diventi mai trita e ritrita, giuriamo...
Ad ogni modo la prossima volta che penserete di comprare dei cavalli per le vostre partite a D&D provate una cavalcatura insolita come una di quelle di questa lista e vedete come reagisce il vostro gruppo.
Buone Avventure!
Link all'articolo originale: https://www.belloflostsouls.net/2019/10/dd-stop-riding-boring-horses-try-one-of-these.html
Read more...

Principi dell'Apocalisse esce il 30 Ottobre e compare a Lucca Comics

Sul suo sito ufficiale la Asmodee Italia ha finalmente annunciato la data di uscita della prossima Avventura per D&D 5e in lingua italiana: Principi dell'Apocalisse, infatti, uscirà il 30 Ottobre 2019. Ambientata nei Forgotten Realms, Principi dell'Apocalisse è un'avventura per PG di livello 3-13 (i PG di livello 1 e 2 possono prepararsi alla storia principale partecipando prima a una mini-avventura, anch'essa disponibile nel manuale) che permetterà ai vostri eroi di tornare a combattere contro il Male Elementale - per maggiori informazioni sul contenuto del manuale leggete in fondo all'articolo. Non è ancora disponibile il prezzo ufficiale di Principi dell'Apocalisse, anche se Dragonstore lo mette a 50 euro.
Principi dell'Apocalisse sarà presente anche al Lucca Comics & Games 2019. La Asmodee Italia, infatti, ha annunciato sulla sua pagina Facebook che la nuova avventura per D&D 5e in italiano potrà essere acquistata in bundle con il fumetto "Dungeons & Dragons - il male a Baldur's Gate" al prezzo di 65 euro (le prime 1000 persone che acquisteranno il bundle alla fiera potranno portarsi a casa anche uno Schermo del DM creato dalla Asmodee appositamente per l'occasione):

 
Qui di seguito potete trovare la recensione di Principi dell'Apocalisse che abbiamo pubblicato sul nostro sito:
❚ Recensione di Principi dell'Apocalisse
Ecco, invece, la descrizione del manuale fornita dal sito di Asmodee Italia.
Dungeons & Dragons: Principi dell'Apocalisse
Rispondendo all’appello dell’Antico Occhio Elementale, quattro profeti corrotti sono ascesi dalle profondità dell’anonimato e hanno reclamato potenti armi collegate direttamente al potere dei principi elementali. Ognuno di questi profeti ha radunato un seguito di cultisti e di creature al loro servizio e ha ordinato loro di erigere quattro templi elementali di letale potenza. Spetta agli avventurieri affiliati alle fazioni eroiche come l’Enclave di Smeraldo o l’Ordine del Guanto d’Arme scoprire dove è racchiuso il potere di ogni profeta e distruggerlo prima che possa essere scatenato per annientare i Reami.
Lingua: italiano
Data di uscita: 30 Ottobre 2019

 
Se volete vedere la copertina in un formato più grande, anche se con il titolo in inglese, eccovela qui di seguito (cliccate sull'immagine per ingrandirla):

Read more...

Guerriero, Ranger, Ladro e un nuovo Sondaggio

Articolo di Ben Petrisor, Dan Dillon e Jeremy Crawford, con F. Wesley Schneider - 17 Ottobre 2019
Nota del Traduttore: le traduzioni italiane dei nomi delle Sottoclassi presentate in questo articolo non sono ufficiali.
 
Questa settimana tre Classi ricevono una nuova opzione da playtestare. Il Guerriero riceve un nuovo Archetipo Marziale: il Cavaliere delle Rune (Rune Knight). Il Ranger ottiene un nuovo Archetipo Ranger: il Custode degli Sciami (Swarmkeeper). E il Ladro ottiene un nuovo Archetipo Ladresco: il Rianimato (Revived). Vi invitiamo a dare una lettura a queste Sottoclassi, a provarle in gioco e a farci sapere cosa ne pensate nel Sondaggio prossimamente in arrivo sul sito ufficiale di D&D.
Il Sondaggio
E' ora anche disponibile un Sondaggio riguardante il precedente Arcani Rivelati, che presentava il Dominio del Crepuscolo (Twilight Domain) per il Chierico, il Circolo dell'Incendio (Circle of Wildfire) per il Druido e l'Onomanzia (Onomancy) per il Mago. Per favore, seguite il link del Sondaggio per farci sapere cosa ne pensate.
Questo è Materiale da Playtest
Il materiale degli Arcani Rivelati è presentato allo scopo di effettuarne il playtesting e di stimolare la vostra immaginazione. Queste meccaniche di gioco sono ancora delle bozze, usabili nelle vostre campagne ma non ancora forgiate tramite playtest e iterazioni ripetute. Non sono ufficialmente parte del gioco. Per queste ragioni, il materiale presentato in questa rubrica non è legale per gli eventi del D&D Adventurers League.
arcani rivelati: guerriero, ranger e ladro
sondaggio: chierico, Druido e mago
Link all'articolo originale: https://dnd.wizards.com/articles/unearthed-arcana/fighter-ranger-rogue
Read more...

About This Club

Per permettere la vittoria della Xorvintaal, la terribile guerra dei draghi, il principe di Firedrakes incarica il più grande manipolo di eroi esistente per una importante missione nel Continente Orientale noto anche come Katai. Un'avventura D&D per personaggi di livello 14 a tema comedy/noir, nel tentativo di battere il record per il maggior numero di personaggi giocanti.

  1. What's new in this club
  2. Trull Tanner Dunque Ishibura era cambiato, improvvisamente. Quanto? “Se qualcuno avesse sottratto l'anima a quel corpo, ed avesse preso il suo posto, voi ve ne sareste accorti? Un'anima che 'vesta' il corpo di Ishibura come un abito.” il nano dava libero sfogo alla sua fantasia, spingendola dove l'impossibile di mescolava con l'improbabile, e tracciare i limiti era difficile. “Il vero Ishibura potrebbe dunque essere la prima vittima di quel Collettore.” Scosse la testa. Inutile farsi queste domande, dopo le rivelazioni dell'amichevole 'membro' degli Undici. Era certo infatti che il Masato attuale fosse crudele, e pericoloso. Trull concluse lapidario “Non avremo remore se dovremo fermarlo con la morte.” L'offerta del loro informatore, di trarre in salvo con sé due individui fra quelli impegnati nella guerra, lasciò Trull senza possibilità di scelta. Se fosse stato senza vincoli, avrebbe indicato Clint ed Oceiros, entrambi per merito, per amicizia e per compensazione di quanto avevano già sofferto. Due vincoli, tuttavia li aveva. “Il mio primo voto va a Derbel Von Gebsatell, Conte e Principe di Firedrakes, cui devo fedeltà in virtù del mio giuramento come Cavaliere di Firedrakes, e come ciambellano della sua corte. Esorto tutti i Cavalieri presenti a votare, esprimendosi per dovere in tal senso.” “Il mio secondo voto, invece, mi vede concorde con Clint. C'è una persona che avrebbe voluto, ne sono certo, essere qui con noi come lo era durante la nostra prima battaglia, e sono felice che Clint lo abbia ricordato con la stessa gratitudine con cui lo ricordo io. Il mio voto è espresso in tal senso in virtù di un giuramento che gli ho fatto, ma anche per suo merito. Io chiedo che a Beregar Murodipietra sia concesso di riabbracciare la figlia Vedra, sana e salva.”
  3. Winn'Ier Deh Puh Ah, quindi è un'uomo! rispose Winn a Clint, riprendendosi immediatamente dai suoi dubbi esistenziali sul sesso dell'amico di Clint Pensavo ti piacessero solo le ragazze! esclamò l'orso un po sorpreso. Appena il sacerdote disse che avrebbe protetto solo due partecipanti alla battaglia, Winn'Ier fece la sua proposta Io propongo Unvarkoso! disse sorridendo a Sharifa ...e il druido Gargamellor! E' mio padre ed è un pò... vecchio... Non vorrei si facesse del male! Certo, non gli rimane molto da vivere, ma gli devo molto!
  4. Shayk Sharifa (lizardfolk stregona) "La situazione si complica, quindi. Ishibura potrebbe non essere nemmeno il nostro vero obbiettivo" la stregona si voltò verso Keitaro, cercando di non pensare alla scena intravista poco prima "Dove si trova il Collettore? Ishibura è sempre vicino ad esso, o a volte si allontana? Ci sono altre difese di cui voi avete conoscenza, come guardiani magici o creature planari?" Il discorso si fece poi, se possibile, ancora più complicato. Bisognava scegliere qualcuno da proteggere, e Sharifa si ritrovò a concordare con Clint...ma anche a combattere contro la propria vena egoistica. Salvare Unvarkerentilarhys era vitale per lei, ma le sembrava di approfittarsi della propria posizione. Non c'erano migliaia di altre persone la fuori? Persone che erano importanti per altre, che avevano figli, mogli e mariti? La Shayk pensò che, dopo tutto, avrebbe anche potuto rifiutarsi di scegliere. Ma sarebbe stato onesto? No, avrebbe solo demandato la responsabilità agli altri. Un gesto ancora più egoista. Così prese coraggio e parlò "Mio marito...si, mio marito Unvarkerentilarhys. Non ho preferenze per la seconda persona" aggiunse rapidamente, vergognandosi per la propria scelta. Ma se fosse caduta, la stregona avrebbe almeno lasciato il proprio popolo sotto la guida di una persona giusta e saggia, e i propri figli sotto la protezione di un padre.
  5. Clint Draconis Clint si trovò pensieroso, colpito dalle parole del sacerdote dell'infinito, combinate con la convinzione di Trull e gli accenni di Oceiros: "C'è una possibilità... Mordecai ha lasciato chiaramente intendere che ci fosse qualcun altro, sopra di lui, alla guida dell'Ordine Sinaptico, ora che ci rifletto... e se questa... creatura... avesse preso il controllo o influenzasse Ishibura in una maniera non percepibile? Potrebbe essere un agente di altissimo profilo di Tharizdun, qualcosa di extraplanare, per esempio, che nemmeno i cromatici percepiscono... o che persino loro temono troppo". Clint si inginocchiò, poi, di fianco ad Argentia, tendendole una mano per aiutarla ad alzarsi: "Per quello che vale, per qualsiasi cosa ti sia capitata, ti chiedo scusa, Argentia. Vai con questo... uomo... adesso: è la tua migliore possibilità di sopravvivere a tutto questo orrore. Per alcuni di noi non c'è scampo, ma tu... almeno tu meriti una seconda, vera possibilità", concluse l'adepto, una nota profondamente malinconica nella voce. Clint guardò poi Keitaro, dopo aver scrutato lungamente i compagni, soffermandosi in particolare su Trull, l'amico di sempre, e Sharifa, che pareva incarnare il futuro e la speranza di un intero paese: "La mia proposta è semplice. Vera Murodipietra e Unvarkerentilarhys. Perché ci deve essere un po' di felicità per tutti, in special modo per chi se la merita da sempre. Non saremo certo perfetti, ma almeno qualcuno si merita una promessa di serenità".
  6. DM Le ricerche di Bjorn e Thorlum sui corpi degli Undici uccisi si rivelarono deludenti. Laddove essi disponevano di potenti oggetti magici, la mancanza di istruzioni sul loro funzionamento li rendevano orpelli pericolosi o potenzialmente deleteri. Gli incantatori sembravano cercare di disporre unicamente delle loro risorse, con Maki Tetsuo che aveva lanciato buona parte del suo arsenale da un lungo bastone in legno scuro con la punta di giada. Nessuna informazione sui ferrotitani era reperibile sul corpo del compagno di Enko Shimomura. Le notizie dei lutti furono accolti dal silenzio di Kawashima Keitaro, che concesse ai viaggiatori il tempo di porsi le reciproche condoglianze. Quando l'attenzione ritornò sul sacerdote, egli ascoltò le numerose richieste prima di porre le sue risposte Mi sembra che sappiate poco sul Collettore di Nonachron, quindi vedrò di dirvi quello che posso. La sua ubicazione, dopo mesi di studi, ci è stata fornita grazie alla lunga assistenza di membri dell'Ordine Sinaptico spiegò il sacerdote dell'infinito Ho guidato personalmente la spedizione che ci ha permesso di recuperarlo. Sul suo funzionamento però vi sono ancora molti dubbi in sospeso. Esso ha effetto su una grande area, traendo le anime di coloro che periscono al suo interno incanalandole al suo interno. Il potere che immagazzina, secondo i miei calcoli, dovrebbe essere incalcolabile sebbene non abbia modo di sapere in quale modo esso possa riversare tutta questa quantità di energia. Gli abitanti di Nonachron però lo usarono per combattere le proprie divinità, il che avvalora le mie tesi su un potenziale superiore a qualunque arma o magia esistente. Keitaro si rabbuiò quando gli venne domandato dello shogun Egli sembra l'unico a conoscenza del funzionamento del Collettore o, se ne possiede, del suo metodo di controllo e spegnimento. La cosa mi è parsa strana, egli non mi è mai parso un esperto di magia e il suo comportamento, fin da quando lo ha ottenuto, è stato più paranoico che mai, chiudendosi spesso nel tempio dove si trova anche adesso, coperto da incantesimi protettivi. Spietato, laddove egli inizialmente era sempre pronto a concedere una resa onorevole a un nemico il sacerdote sfidò con lo sguardo gli avventurieri Le mie possono sembrare parole vuote dopo ciò che potete aver visto, ma se lo aveste conosciuto all'inizio vi sarebbe parsa tutta un'altra persona. Masato non ha mai preso moglie e non ha parenti, i suoi uccisi anni fa dai maghi dell'ordine della fenice di giada. All'inizio pensavo che potesse essere colpa di Mordecai Lacroix, il rappresentante dell'Ordine Sinaptico, ma pure egli si è sempre rivolto con deferenza al nostro sovrano, mai mancando nei suoi esaustivi rapporti spiegò l'attraente sacerdote, giocherellando con i propri lunghi capelli dopo aver lanciato una breve occhiata a Clint Mordecai peraltro è assente da settimane da palazzo. Inoltre io e Tetsuo abbiamo usato esaustivi metodi per sondare la presenza di altre persone, che esso fosse un drago cromatico ribelle, un astuto rakshasa o una drow vestita come una prostituta, ma niente o nessuno era presente oltre a noi e il nostro sovrano non manifestava segni di incantesimi che ne plagiassero la mente. Non so che cosa dobbiate aspettarvi, ma Masato resta comuque uno dei più potenti campioni della storia del Katai, mai stato sconfitto in duello. Egli avrà radunato qualunque avversario non siate riusciti a sconfiggere nel corso delle vostre avventure per l'ultima difesa nel suo tempio. Quando Winn'Ier chiese a Kawashima Keitaro sul suo sesso, il sacerdote ostentò uno sguardo fiero prima di venire anticipato da Clint E' così, e allora? chiese come risposta. Quando gli fu chiesto di unirsi a loro nel corso dell'ultimo confronto, il sacerdote dell'infinito scosse la testa Ho deciso di lasciare gli Undici e la causa dei draghi cromatici, ma non me la sento di pugnalare alle spalle coloro che ho servito, se non per legittima difesa. Non credo che voi stessi vi fidereste più di tanto di me se mostrassi tanto desiderio di tradire il sacerdote si avvicinò al corpo dell'ex prostituta fatta prigioniera per poi abbassarsi e controllarla Hisakawa l'ha solo dominata con il suo sguardo, gli piace avere il controllo della situazione spiegò in tono professionale, rivolto a Bjorn Posso facilmente liberarla dal controllo e rimetterla in piedi, ma sconsiglio che venga con voi. Ne ha già viste abbastanza disse per poi carezzare il viso della donna, per poi rilasciare un'ondata di energia positiva. Argentia sbattè delicatamente le palpebre, per poi aprire gli occhi. Essi parvero vedere nitidamente per la prima volta dopo mesi, le mani che passarono sul viso e abbassarono lo scaldacollo per permetterle di respirare. Lo sguardo passò prima su Keitaro T-tu... mi hai salvata...? domandò per poi notare Bjorn Dove ti ho già visto...? quindi Winn'Ier Ahi! disse passandosi istintivamente una mano sulle costole e infine Clint Tessera... di platino... disse annuendo lentamente. Keitaro si rivolse ai viaggiatori Come detto non verrò con voi e non ho intenzione di uccidere persone del mio stesso paese, ma se state per andare a finire questa guerra posso cercare perlomeno di proteggere qualcuno dei vostri Keitaro pose le piccole e delicate mani sui suoi stretti fianchi Nominatemi un paio di persone che vorreste proteggere a tutti i costi e farò in modo di tenerle al sicuro fino al termine di questa battaglia infine rivolto a Celeste Posso indicarvi la strada per il tempio, ma al suo interno non vi potrà essere una fuga facile. Esso è protetto da un Lucchetto Dimensionale, il che vi richiederà di entrare ed uscire con i vostri mezzi terreni. Il sacerdote dell'infinito rimase in silenzio, per poi appoggiare delicatamente la testa sulla spalla destra di Clint, il braccio attorno alla schiena dell'adepto dei draghi. I suoi grandi occhi cercarono quelli del compagno di passione. x tutti
  7. Celeste(Ispirata Elocatrice) Eroe(Quori Du'ulora Furia Nera) Gli eroi... Non muoiono mai! Con queste parole, udite da una voce familiare, ma allo stesso tempo lontana ed oramai irriconoscibile, Celeste riprese vita con un lungo fiato. Gli occhi che tornano a brillare di azzurro intenso, mentre la compagna Quori acclamava il ritorno della sua amica. Celeste! Per i Divini! Dobbiamo ringraziare Oceiros, ma ora alzati subito che... AaAaAhHhH!! Uno straziante grido di dolore rimbombò in quel giardino quando la Katana di Enko le trapassò la schiena, le costole ed un polmone... La sadica voce di Antagonista che rimbombava nella mente dell'elocatrice era una persecuzione. Strinse il pugno sull'impugnatura dell'arma, distesa accanto a lei, pronta a rialzarsi e colpire la maledetta e sbagliata versione dell'albina. Winn'Ier però la precedette, probabilmente salvandola, cominciando con un feroce stritolamento, arte nota del barbaro orso. Celeste! Maki è ancora nascosto e colpirà gli altri se non facciamo nulla. Una scia di fumo azzurro seguì il movimento di Celeste portandola dinanzi all'uomo. L'elocatrice non disse nulla, probabilmente il mago sapeva già di essere visto... La pelle candida si cosparse velocemente di striature azzure, le quali emanavano vapore, come se la magia stesse consumando la pelle dell'elocatrice. Supera il tuo limite... Sussurrò a se stessa... Le braccia si avvolsero completamente di azzurro, gli occhi pure così che il fendendente che menò con Cuore Nero divenne talmente veloce e devastante da far saltare via la testa del suo avversario. Si udirono le grida di Enko, prima di venire finalmente uccisa dal compagno d'armi... Il vampiro era fuggito invece... Eff... Eff... Il potere e le striature svanirono presto, lasciando la Borealis con la solita debolezza fisica ed il solito mal di testa. Datemi... Datemi un attimo... Ho bisogno di... Riprendere fiato... Disse, anche per via del secondo buco sanguinante nel petto infertole dalla mente guerriera, per poi cercare un appoggio sul quale caricare il peso delle spalle... Si guardò le braccia, non stupendosi del dolore proveniente da esse visto che erano diventate violacee... Fu allora che si accorse che Seline si era precipitata su di lei... L'espressione dell'elocatrice era imbarazzata, quasi dispiaciuta, nascosta sotto l'enorme stanchezza che percepiva... Mi dispiace... Mi ha... Il pugno destro si strinse con forza, non sapendo come accettare quella sconfitta, la prima vera sconfitta contro un avversario... Poi arrivò il bacio sulle labbra della moglie... E solo allora Celeste colse lo sguardo preoccupato... Un brivido freddo scivolò lungo la schiena della ragazza dai capelli bianchi... Il pensiero di ciò che avrebbe perso se fosse morta ora... Il pensiero di ciò che le sarebbe successo se il Collettore l'avesse presa... L'espressione dell'albina restò malinconica, solo per non far trasparire alla compagna il reale sentimento di paura che l'avvinghiava e che la schiacciava. Mi dispiace... Aggiunse in seconda risposta. Ascoltò ancora... Senza dire nulla... Sentì le mani sulle guance e vide il dolce sorriso di lei... Certo che lo so e ti amo anche io, tantissimo. Cercò di portare la mano destra sulla mano della tiefling, ma questa ebbe uno scatto... Osservò minuziosamente le movenze della moglie, prima di ascoltarla di nuovo. Non capì bene cosa accadde, semplicemente si limitò a pensare fosse la stanchezza di questo scenario raccapricciante. Celeste si avvicinò alle spalle di lei, prendendola, abbracciandola e voltandole delicatamente il volto per baciarle con cura le labbra ad occhi chiusi... Piano... Poi si staccò e riaprendo gli occhi e prendendola per mano disse Andiamo... Manca poco. Disgusto, ecco cosa provava e non per via del rapporto omosessuale (di certo lei non poteva dire nulla a riguardo), ma del momento in cui svolgerlo, soprattutto dall'ipocrisia dietro a tutto ciò. Ringraziò sentitamente Trull (Prima ti sei ricordato il mio nome e ti sei rivolta a me! Grazie! Aggiunse anche Eroe) per averle coperto la vista, altrimenti avrebbe estratto la lama nera... Dopodiché si diresse dai compagni, ai quali doveva dire qualcosa... Vi ringrazio... Infinitamente... Vi devo, tanto... Disse con calma, con lo sguardo un po' perso, dopodiché gli occhi si concentrarono su Oceiros. Grazie Oceiros, sei un amico... Ti voglio bene. Le labbra contratte stranamente, come se avesse voluto dire altro... Quando i due ebbero la decenza di uscire Celeste alla richiesta di domande da parte di Keitaro chiese molto stizzatamente con occhi gelidi. La strada più veloce per arrivare ad Ishibura e poi il Collettore dov'è e come si spegne? Non le serviva sapere altro... Doveva essere fermato! X DM
  8. Clint Draconis Clint fece un cenno in direzione di Bjorn, una chiara comprensione delle parole del barbaro: l'adepto sapeva bene che il Nordico non dava mai mezze misure alle parole. Fece poi un inchino di riconoscenza a Sharifa, con cui aveva sempre avuto un legame più formale: "Vi ringrazio, nobile Shayk, ma il mio lutto è nulla, rispetto alla grandezza del vostro. Uno zio conosciuto troppo tardi - per quanto dimostratosi premuroso, gentile ed affettuoso - non può valere un amore fraterno costruito nel tempo. La Savana ha perso una guida, Acquastrino ha perso un insostituibile alleato, il Continente Occidentale ha perso un campione ed Arth ha perso un pezzo del suo futuro; ma voi, unica in ciò, avete perso un pezzo del cuore. Che Bahamut vi protegga sempre, Shayk Sharifa".
  9. Bjorn Havardsson (Kalashtar Ardente) Il guerriero raggelò quando sentì le parole di Clint: il loro gruppo veniva scosso da un altro lutto. In questo caso si trattava di una persona che non aveva propriamente gradito mentre era in vita, ma era pur sempre una sorta di figura genitoriale, ritrovata fin troppo tardi, di un suo amico. Mi dispiace, Clint. Combatteremo anche per lui, puoi starne certo. Disse Bjorn per provare a consolare l'uomo, ascoltando con attenzione le parole di Trull su Ishibura. Non penso proprio che sia controllato da qualcuno: quello s*****o ha riunito il suo paese con il sangue, la paura e l'omicidio. Ha creato una versione malata e perversa del nostro gruppo. Ha accettato di essere definito tiranno. No, non credo proprio che sia un innocente traviato da qualche essere maligno. Ma potrebbe comunque avere qualcuno a manovrarlo, qualcuno che abbia sfruttato i lati più oscuri della sua personalità per i propri scopi. Concesse al nano, ammettendo che non aveva tutti i torti quando parlava di burattinai: il loro scopo era quello di evitare altre guerre come quella, non di far conquistare il Katai all'Occidente.
  10. Seline Il volo della stregona iniziò a discendere fino a raggiungere l'elocatrice, senza badare a nessun nemico e alleato in quel preciso istante. Portò le mani sulle sue spalle, osservandola attentamente mentre si stava riprendendo e la sua espressione rappresentava preoccupazione e disperazione. Strinse la prese su Celeste, assicurandosi che si fosse ripresa dallo scontro e che non fosse più in pericolo di vita, prima di avvicinare le proprie labbra alle sue e baciarla, premendo le labbra con forza, prima di separarsi nuovamente e tornare a guardarla con attenzione. Non voglio perderti.. Non adesso.. Il tono era preoccupato, mentre la mano destra cercò di accarezzarle la guancia destra, prima che l'espressione della tiefling iniziò a mutare in una ben più offesa. Non puoi farmi questo.. Aggiunse, socchiudendo gli occhi nel sentire una fitta di dolore alla testa, prima di tornare a guardare l'elocatrice. Mi devi aiutare per riavere la mia anima.. Per avere il nostro futuro.. Le mani andarono entrambe sulle guance dell'elocatrice, fissandola con attenzione con uno sguardo severo, prima di addolcirsi in un sorriso. Lo sai che ti amo, vero? Aggiunse con dolcezza, prima di socchiudere nuovamente gli occhi nel sentire un'altra fitta nella propria testa, facendola scattare in piedi e rantolare per la rabbia di quel conflitto interiore scaturito dalla quasi perdita della propria compagna. La coda che frusta l'aria più volte, le mani che si stringono sui capelli, fino al momento in cui la schiena della tiefling si distese per qualche istante, permettendole di prendere qualche profondo respiro. Non ce la faccio più.. Ho bisogno della mia essenza, Celeste.. Disse con espressione stanca, accorgendosi che oramai il resto dei compagni avevano già abbandonato quella sala ricca solamente dei frutti della violenza e della guerra che ancora imperversava all'esterno di quel palazzo. Yunisha che strisciò al fianco di Celeste, guardandola per qualche istanti con i suoi occhi gialli, prima di tornare sulla propria padrona e seguirla con un certo timore.. Concedendosi perfino lei il timore sulla sua stabilità mentale. Quando raggiunse il resto dei compagni, notò anche la presenza del sacerdote dell'infinito. Ascoltò i discorsi affrontati e gli occhi della tiefling si portarono semplicemente su Keitaro, attendendo sue risposte che potessero fare chiarezza sulla situazione attuale.
  11. Trull 'Generale' Tanner "E' proprio questo il punto, shayk Sharifa. Se uccidiamo l'esecutore, il mandante non fara' che assoldare un nuovo esecutore. E' inutile tagliare i fili alla marionetta, si devono tagliare le mani al burattinaio!" rispose con sicurezza Trull "Certo ammesso che ve ne sia uno." corresse, aspettando la risposta chiarificatrice da parte di Kawashima Keitaro.
  12. Shayk Sharifa (lizardfolk stregona) La fuga del vampiro sancì la fine dello scontro...e altre notizie dal bollettino dei caduti. Per fortuna e per volontà degli dei, Clint non fu tra questi e ricomparve poco dopo con un nuovo alleato. "Le mie condoglianze, lord Draconis" disse la stregona, rivolgendosi al suo amico con il nuovo titolo che gli spettava. Fece poi un cenno di benvenuto al sacerdote dell'infinito, perché dopotutto si trattava di un compagno di battaglia. Poco importava che avesse cambiato schieramento all'ultimo secondo. Ma il discorso deviò ben presto su faccende più importanti "Vero, anche io mi sono chiesta chi abbia creato questo Collettore. E la vostra teoria su una mano occulta che controlla Ishibura è plausibile...ma a noi che importa?" la stregona parlò con una certa durezza nella voce "Se sarà possibile liberare Ishibura da questo controllo mentale sarò felice di aiutarlo, ma nel frattempo i nostri uomini muoiono in battaglia. Già io dovrei essere la fuori a comandarli, piuttosto che qui dentro...se non fosse per la vitale importanza della nostra missione. Che resta quella di fermare Ishibura, con qualsiasi mezzo. No, mi dispiace: non esiterò ad ucciderlo, se questo fermerà la guerra e il massacro. Certo, non dovremmo nemmeno agire senza ragionare sulle conseguenze..."
  13. Oceiros Si avvicinò a tutti per curare con le bacchette. Una venne esaurita. <<Uff...direi che ci siamo...>>
  14. Thorlum SenzaCasta - (Rovina di Huruk-Rast) Con la fuga dell'ultimo nemico lo scontro terminò. Thorlum fece un grosso respiro, toccandosi la spalla che iniziava a duolergli. Diede una occhiata a Celeste per capire se avesse perso la vita, limitandosi ad un breve sorriso quando capì che era solo svenuta. Si avvicinò al corpo senza testa di Tetzuo. Sei caduto troppo velocemente. Si mise a perquisirlo. Magari Trull ha dimenticato qualcosa. Fece lo stesso con gli altri e si mise in marcia. Notando le attenzioni rivolte ad Argentea, intervenne. Lasciate quella donna qua. Sarà solo ulteriore peso e noi abbiamo una guerra da finire. Non abbiamo tempo. Continuando ad esplorare, riuscirono a raggiungere Clint. Inizialmente sembrava in pericolo, ma ben presto si scoprì il contrario. Ma... mentre noi combattiamo tu ti dedichi a.... questo... Se stavate insieme non poteva scegliere un altro momento? Avreste potuto aiutare invece di fare fare tutto a noi. Borbottò uscendo da quel nido d'amore. Si sedette e aspetto che i due si rivestissero. Io Oceiros... visto che puoi....si, avrei bisogno di cure. Rispose avvicinandosi al Chierico. Master
  15. Clint Draconis Clint ingoiò ogni oncia rimastagli di senso del pudore, scoprendosi letteralmente nudo di fronte ai propri compagni. Ma non ebbe, stranamente, né tempo, né voglia di preoccuparsene; come recitava il detto: in amore ed in guerra... Clint non era così tanto cinico, eppur si rese conto che quella esperienza era stata dettata più dalla astuzia, dalla disperazione e dalla rabbia, che da altro. Scosse la testa, cercando di recuperare lucidità. Era stato imprevedibilmente bene, ma era il momento di guardare oltre quella assurda situazione. "È un uomo, Winn'ler. Te l'ha poi detto, là fuori, no? Mi pare, anzi, che tu lo abbia osservato bene, poc'anzi! Andiamo, però, ora, e finiamo questa guerra. Si stanno ancora ammazzando, oltre queste mura. Mio zio... anche lui è caduto. Constantin Draconis è morto, senza possibilità di salvezza. E non è l'unico. Non me ne importa niente di chi sia a manovrare questa guerra: Ishibura ha le mani troppo sporche di sangue. Ci puoi aiutare, allora, Keitaro? Ogni informazione è preziosa".
  16. Bjorn Havardsson (Kalashtar Ardente) Non conosco moltissimo Argentia. Era una delle donne dell'Angolo di Shendilavri, una di quelle che ha sofferto di più in quel posto orribile. Tiana ha provato ad aiutarla, cercando di farle ricostruire una nuova vita nel Nord, ma è stata catturata dagli uomini di Paradiso e della Regina del Gelo. Tiana era disperata, mi aveva pregato di salvarla, se fosse stato possibile. Spiegò il guerriero a Winn'ler, lanciando uno sguardo rattristato alla povera ex prostituta, memore del triste esito del loro primo incontro. E' una ragazza fragile e delicata: basta pochissimo per spezzarla. E quel maledetto infame le avrà fatto subire ogni genere di sevizia! Concluse con un basso ruggito, guardando davanti a sé, come se Naganori potesse sentirlo. Master Oceiros, Golban, Trull, Thorlum, Winn'ler
  17. Winn'Ier Deh Puh Winn'Ier sorrise all'amico vichingo per poi dargli una pacca sulla spalla, insozzandolo di sangue, gelatina (dei bulbi oculari) e la materia grigia della povera Enko Le parlavi come se la conoscessi, non volevo ucciderla, anche perché stavolta non si torna indietro, ho sentito... disse caricandola sulle spalle Senti, ma chi è? E' così bella... disse l'orso un poco incantato dall'aspetto della donna. Quando ritrovarono Clint, Winn'Ier desiderò che fosse stata la sua innocenza a venir preservata da Trull e non quella di Celeste Ma... Ma... quella donna... non è una donna...! esclamò per poi uscire turbato, sdraiandosi per terra, mentre si abbracciava le gambe. Tremando. O-Oceiros, anch'io sono ferito... P-potresti venir tu? L-le gambe hanno smesso di funzionare... alluse non troppo velatamente alle gambe tremanti per lo shock. Anch'io ho una domanda... chiese alla nuova compagn* di Clint Ma quindi sei un'uomo... o una donna? Voglio solo avere una risposta chiara! disse mentre si asciugava la fronte con la mano, lasciando una striscia di sangue e cervella al posto del sudore. xtutti
  18. Oceiros uff...meno è finita bene. E noto con piacere come la ha presa Seline alla morte di Celeste...a parte devo stare solo in silenzio... Alla scoperta di quanto successo a Clint, rimase sorpreso, ma non troppo. Spero che nessuno lo dica alla duchessa o glielo taglia, il drago. Altro che Ivarstill <<Allora non sono l’unico a notarlo. Meglio.>> dico facendo un inchino a Trull, prima di farne un altro, abbozzato, al sacerdote dell’infinito. <<Non si sta così male da questa parte, più o meno. Di sicuro un drago d’argento avrà di che dimenare la lingua, ma basta rispondergli male e passa ogni problema.>> dico facendo spallucce. Si avvicinò poi a Bjorn, estraendo una pergamena per ristorare le sue membra infiacchite dalla magia, poi inarcò un sopracciglio. <<Visto che sei dalla nostra, combatterai al nostro fianco nell’ultima battaglia? E chi deve farsi curare, si avvicini! Celeste, vieni qua.>> @master
  19. Trull 'confuso ed illeso' Tanner La battaglia si concluse senza che il nano avesse avuto occasione di colpire un solo nemico. Non che fosse necessariamente un male, il nemico aveva temuto talmente tanto il suo intervento da spendere un incanto praticamente solo per tenerlo lontano dalla lotta... o forse, per tenere lontano Clint. Quel che non comprendeva, in questa strategia, era la mossa del loro sacerdote/ssa, di venirsi a prendere Clint per dirottarlo altrove. Una mossa priva di senso, che a ripensarci era costata più ai nemici che a loro, se si lasciavano da parte i personali sentimenti di amicizia. Alla fine, a parte i due dispersi ed il fuggiasco, gli uni erano tutti morti, gli altri tutti vivi. Trull dispose l'ispezione dei corpi, non solo in cerca di pergamene incantate ma anche di informazioni quali mappe, istruzioni, ordini. Qualcosa che potesse compensare lo svantaggio tattico di muoversi in un ambiente sconosciuto e ostile. Infine si mossero, ed il passo di Trull si sentiva pesante. Non era il piede ad essere stanco, ma un grosso macigno aveva occupato il grande vuoto che si era formato in mezzo al suo petto per quella assenza che sentiva 'ingombrante'. Quando sentì quei versi, comprese la strategia. Nel fare irruzione là dove pensava di non trovare Clint, ma solo una illusione sonora che lo conducesse in una trappola mortale, “Occhi aperti!” esortò... tranne poi essere il primo a voltarsi per coprire gli occhi di Celeste, e portare se stesso e lei fuori di là. Attesero, ed egli prese la catena e cominciò a sfregarne gli anelli l'un con l'altro fra le dita, come per controllarne lo stato, in realtà perché lo stridio coprisse per le sue orecchie ben altre cacofonie. Ripercorrendo mentalmente ogni sillaba di quella giornata per tenere la mente concentrata su immagini diverse delle ultime cui aveva assistito. Quando i due 'congiunti' uscirono, Trull tentò di concentrarsi sulle domande da porre. Approvò quelle di Bjorn, e pose le proprie. ” Chi ha dato il Collettore ad Ishibura? Chi vi ha indotto ad usarlo? Sono certo che qualcuno influenzi le sue scelte, riconosco due diverse menti nelle azioni: il sovrano guerriero, che ha riunito e pacificato il Katai conquistando ogni terra e stipulando una tregua con Frondargentea; e il tiranno desposta e sanguinario, che ha usato Razak per vessare schiavi e usa il Collettore per accumulare le anime che gli servono per la sua Mossa finale.” Mentre parlava, riconobbe Marie Antoinette in una delle due descrizioni, dove il regnante illuminato e unificatore era Derbel. Ma tacque. Ora doveva attendere quella risposta.
  20. Bjorn Havardsson (Kalashtar Ardente) Codardo! Urlò Bjorn alla creatura della notte appena la vide fuggire, osservando con sollievo che i suoi compagni erano stati in grado di eliminare i loro nemici senza subire perdite, anche se non si poteva negare che fosse stato un duro scontro. Si avvicinò a Winn'ler, chiedendogli il suo aiuto per portare la svenuta Argentia con loro. L'hai salvata, Winn'ler. Sono in debito con te, qualunque cosa succeda: avrà un'opportunità per riniziare e sarà solamente merito tuo. Disse al suo amico, battendogli una pacca sulla spalla. Una prima, piccola, vittoria in questa battaglia infernale. Avevano però ancora un compito da portare a termine: dovevano salvare Clint, rapito dall'unico disertore degli Undici. Era preoccupato per l'amico: non pensava che il sacerdote stesse mentendo, ma non riusciva a comprendere per quale ragione avesse sequestrato il suo compagno. Le urla che giunsero alle sue orecchie non poterono che aumentare la sua ansia: si mosse velocemente, prestando comunque la dovuta attenzione al corpo svenuto di Argentia. La posò con delicatezza, facendo quindi irruzione nella stanza da cui provenivano i rumori. La parola sorpreso non descriveva pienamente il suo stato d'animo, sebbene fosse il concetto che più si avvicinasse. Si era sempre definito un uomo di vedute aperte, ma quello che stava accadendo... Clint era un uomo sposato, per quanto non fosse un matrimonio per amore, e loro avrebbero avuto bisogno di ogni aiuto possibile per sconfiggere il Katai. Credevo avesse risolto quel piccolo problema... Si allontanò con piacere dalla stanza, sebbene continuasse a guardarla perplesso dalla stranissima situazione. L'amplesso giunse al termine di lì a breve. I due "amanti" potevano sembrare una bellissima coppia, se non fosse stato che si trovavano in si trovavano a qualche passo da una sorta di apocalisse. Giunsero però anche delle buone notizie, sulle quali Bjorn decise di focalizzarsi: Keitaro aveva deciso di collaborare con loro. Ti ringrazio per il tuo coraggio: non è da tutti essere in grado di aprire gli occhi e comprendere le proprie colpe. Disse al sacerdote, aggiungendo poi Sì, avremmo certamente bisogno di informazioni per raggiungere rapidamente Ishibura e il Collettore. Ci servirebbe poi ogni informazione in tuo possesso sullo shogun, sull'Ordine Sinaptico e su questo artefatto: dobbiamo fermarlo, altrimenti tutto questo non avrebbe alcun senso. Si avvicinò quindi ad Argentia, indicandola all'uomo prima di parlare con rabbia La mia ultima domanda è più personale: cosa le ha fatto quel figlio di p*****a? E cosa posso fare per strapparla dalle sue mani? Oltre a spedirlo a guardare i pini dalle radici, ovviamente. Tutti
  21. Kathai: Il sacerdote dell'infinito avvista Clint nella squadra avversaria.
  22. DM La rabbia demoniaca di Seline Decanti si scatenò quel giorno alla sua massima potenza, la tiefling resa cieca dalla morte della disagiata (sì, stavolta ci riferiamo a Celeste) che aveva preso in moglie, la madre di uno dei suoi numerosi figli. Parve per un attimo bizzarro vedere il confronto tra la stregona del caos e l'antitesi della sua dolce metà, prima che una pioggia di incantesimi rovinasse su Enko Shimomura AaAaAaAhHhHhHhHhH!!!! gridò Antagonista, investito come parte dei suoi compagni dalla caotica manifestazione di magia abissale, che Seline non si faceva scrupolo di sfruttare a piene mani, senza riserve per il futuro e la sua stessa incolumità. L'aria assunse una colorazione verdastra mentre i vapori dell'acido sprigionato dai colpi si liberava, l'ispirata che riuscì ad uscirne indenne grazie solo alla forza della sua arroganza e della sua mente Io... SoNo PiU' fOrTe Di VoI tUtTi MeSsI aSsIeMe!! sbraitò, sventolando la propria katana quando Oceiros cercò di riportare in vita la giovane nativa di Primarosa. Sharifa si erse a protezione del sacerdote-ur, deviando con le ali magiche dei draghi di ottone del deserto il colpo della Shimomura, permettendo il rapido ritorno in vita dell'albina. La cosa però non parve infastidire la perfida mentalità di Antagonista, semmai il contrario. Al suo secondo tentativo, Oceiros dovette fare da sé per allontanarsi dai tentativi di liberarlo della propria testa, lasciando Celeste nuovamente in balìa della forma definitiva del nemico CeLeStInAaAaAaAaAa.... schernì la creatura avvolta da potere rosso sangue, immergendo con un colpo secco Lago di Sangue sulla schiena della Borealis, per poi scuotere la lama mentre trafiggeva i bronchi della elocatrice CeLeStInA tOrNa In ViTa PeR mOrIrE dI nUoVoOoOoOo... cantilenò il quori, pregustando l'occasione di strappare la vita per una seconda volta in quel giorno pieno di opportunità. Ma l'ispirata non potè che gorgogliare a un certo punto, la grossa mano di Winn'Ier De Puh che la trasse da terra stringendole il collo, per poi strapparle il viso dalla faccia. L'urlo lacerante della spadaccina degli Undici fu tale da rischiare di assordare i presenti, uno strepito che aumentò di intensità (se possibile) nel momento in cui Celeste apparve alle spalle di Maki Tetsuo e lo decapitò come avrebbe fatto qualunque maneggiatore di falchion che doveva compensare mancanze a letto MaKiIiIiIiIi! NoOoOoOoOo!!! gridò l'ispirata. La testa dell'edonistico inventore dei ferrotitani rotolò a terra, mentre il barbaro dei Fiordi sbattè a terra il corpo di Enko Shimomura e conficcò i propri pollici nelle cavità oculari finchè il cranio non esplose come un cocomero, le cervella che schizzarono addosso ai vicini, Sharifa e Oceiros compresi. Solo il comandante in capo, Naganori Hisakawa, rimaneva ora a difendere l'onore di quel gruppo d'elitè, il vampiro che ruggì quando Bjorn riuscì a colpirlo alla gola, minacciando il legame tra testa e busto Non avere troppa fretta! rispose Hisakawa, dimostrando di essere di una pasta diversa dal suo ex agente, parando con una mano la mazza di Golban, i muscoli tesi contro la forza del paladino. Ma se le labbra di Hisakawa sembravano pronte a prendere in giro nuovamente i suoi avversari, la caduta dei suoi compagni parve incrinare le certezze del non-morto, che optò per una ritirata strategica Prima della fine di oggi morirai, kalashtar! Sappilo! minacciò l'essere prima di scappare per mezzo dei propri poteri psionici. Anche quel tremendo scontro si era concluso. Il bilancio della battaglia era stato ancora una volta positivo, questa volta senza nemmeno un morto, ma la fuga del vampiro non aveva funestato una volta per tutte la dipartita degli Undici. Nel cielo, la situazione sembrava sempre sanguinaria e pericolosa, l'esercito dell'Oriente che sembrava pronto a vendere cara la pelle pur in quella sconfitta, i draghi cromatici invece pronti a reclamare anche la più piccola scaglia metallica, mentre l'unico vincitore sembrava essere il Collettore e le sue nefaste capacità che traevano di minuto in minuto un bilancio sempre più alto. Pur feriti, ma spinti dal desiderio di ritrovare quanto prima il loro amico Clint, gli eroi si mossero con discrezione all'interno dell'ala più interna del ciclopico palazzo dello shogun, un dedalo che fino ad allora aveva presentato solo un innaturale silenzio. Fu quindi con non poco timore, minuti dopo il loro ingresso, che una serie di grida richiamò l'attenzione degli eroi. Dopo anni di combattimenti essi non ebbero dubbi nel riconoscere la voce di Clint, il cui tono fece subito temere il peggio, trovarsi da solo a fronteggiare in battaglia uno dei sacerdoti più potenti dell'intera Arth! I più grandi generali conoscevano la strategia “Dividi et Impera”, per la quale la divisione dei singoli elementi di un gruppo poteva far crollare anche l'armata più forte e tale, pareva certo ormai, doveva essere stato il piano dell'ambiguo ma astuto Kawashima Keitaro. Pur non nel loro massimo splendore, gli eroi si precipitarono verso la fonte di quel confronto, pronti a far pagare al sacerdote ogni ferita che sarebbe stata inflitta al proprio compagno. Quando essi fecero scorrere la porta scorrevole che conduceva a un elegante camera in stile orientale, però, la scena che si trovarono di fronte fu assai diversa. Il sacerdote era in effetti genuflesso, come si poteva richiedere dal suo ruolo, ma la sua preghiera sembrava rivolta come sfogo di un piacere che Clint Draconis stava elargendo con tutto sé stesso. I dettagli che poterono essere colti da quella breve vista furono principalmente due: il primo era che Clint sembrava in perfetta salute e non in pericolo di vita. Il secondo, deducibile dalla nudità esposta di entrambi, era che Kawashima Keitaro era stato onesto nella sua identità sessuale, visibile e accudita anche dal suo partner. Il sacerdote dell'infinito fu il primo a notare l'arrivo degli avventurieri, rivolgendosi a loro con un tono secco Per favore, potreste uscire?? esclamò per poi gridare il nome di Clint come se fosse l'ultimo momento della sua vita. Per fortuna sua non fu così, sebbene quell'inaspettato rapporto finì per consumarsi lontano dallo sguardo, ma a portata d'orecchie del gruppo che sostò fuori dalla porta da cui erano entrati poco prima. L'attesa non fu lunga prima che il drago raggiungesse il suo scopo preferito, un piacere che fu condiviso (a giudicare dalle grida) anche dal partner di quella giornata. Quando la porta si riaprì, Kawashima Keitaro uscì in compagnia di Clint e sospirò soddisfatto, per poi baciare sulle labbra il Draconis, senza alcun apparente imbarazzo per la situazione creatasi Le migliori labbra che abbia mai provato disse Keitaro, strofinando la punta del suo nasino su quella di Clint, alla maniera di una ragazzina innamorata e suggerendo un loro uso che l'occhio non era riuscito a cogliere. Il sacerdote esile e dal corpo più esile e femminile anche rispetto a Celeste si rivolse quindi agli eroi E' un piacere conoscervi, ho sentito parlare molto di voi disse, sbattendo i propri occhietti da cerbiatta (?) Come dicevo con Clint è da tempo che volevo lasciare gli Undici, ho sempre ritenuto fossero il lato sbagliato in cui dovevo trovarmi. Sul serio disse con un tono di voce basso Se volete raggiungere lo shogun posso indicarvi la strada. Se avete delle domande posso rispondere disse, un dolce sorriso rivolto agli avventurieri. Un messaggio telepatico giunse in quel momento, in direzione proprio di Clint. A mandarlo era Prosper, uno dei maghi al servizio dell'esercito di Acquastrino Signorino Draconis disse Prosper, la voce rotta dall'emozione Vostro zio, il duca... è caduto. Abbiamo cercato di riportarlo in vita, ma non vi siamo riusciti. Le progenie del drago nero sono soverchianti, ho parlato con i clan nanici del nord e pare che gran parte del loro clan Runastella, compresa la loro leader, siano morti e con essi anche jarl Fredrik e i suoi migliori berserker. La Cacciatrice di Demoni sta tenendo impegnato il drago nero, ma non so quanto potremo resistere... Clint udì Prosper deglutire e cercare di darsi un tono Perdoni, mio signore... le porgo... le mie condoglianze per la sua perdita! Riepilogo azioni
  23. Trull 'Generale' Tanner Aspettando, la fiala in mano, il Nano che era diventato prima ciambellano e poi generale, vide cadere in breve tempo sia un avversario, che una amica. Guardò Oceiros, lo sguardo che implorava il sacerdote-ur di usare ogni mezzo per rimetterla in piedi, attendendo di vedersi ripetere il miracolo. Solo allora comprese il sacrificio di Clint. Celeste era una pedina importante, ed Oceiros l'avrebbe riportata àà vita, pronta ad agire sulla scacchiera. Dall'altra parte, invece, il sacerdote dell'infinito non c'eraT Non avrebbe rimesso in sesto nessuno di loro! Non in tempo per vincere la battaglia ed evitare alle loro anime di finire nel Collettore. Comunque Clint fosse riuscito ad ottenere questo vantaggio alla prima mossa della partita, l'intero gruppo, l'intero continente gli sarebbe stato debitore per sempre. L'avrebbero ricordati per sempre nelle loro preghiere, l'avrebbero rivisto nei loro sogni. Ora stava a lui... e a tutta la squadra. TUTTA. Appena l'elocatrice riprese i sensi, Trull si rivolse a loro. “Celeste, Eroe! Cercate, trovate, terminate! Ora!” Libero per opera di Sharifa, concentrò una rabbia vendicativa, che sarebbe stata degna di Thorlum, in un unico grande colpo al balzo. STATS gia' riportate: Stance conosciute: Manovre conosciute: Manovre sbloccate: Battle Leader's Charge, Defensive Rebuke, White Raven Tactics Sempre attiva Thicket of Blades: Se un avversario fa azione di movimento, provoca AdO, anche se è un passo tattico: http://therafimrpg.wikidot.com/thicket-of-blades Incalzare. Azioni: Trull ritarda l'azione a dopo la scomparsa della gabbia di forza e la ripresa di Celeste, comunque non oltre l'ultimo in iniziativa di questo blocco. Getta [gratis] la pozione di Ingrandire Persona. Fa WRT su Celeste, se si riprende, altrimenti su Sharifa [Swift]. Carica un avversario con il solito balzo e BLC [nega AdO], usando il massimo di poderoso. Per difendersi dal primo attacco in mischia che dovesse subire userà Wall of Blades. La carica è sul vampiro, poi su qualsiasi avversario sia ancora in grado di combattere. TpC: +29 [+27 +2 carica] Danno: 4d4 +136 [oppure +175 su critico] + 1d6 [freddo] CA dopo carica: 9 [26-2 carica-15 poderoso]; Wall of Blades sul primo attacco. Calcolo bonus: [+13 base + 45 poderoso a due mani ] *2 [*3 su critico] +10 BLC TpC AdO: +29 [+27 +2 bracciali] Danno AdO: 2d4 +43 +1d6 [freddo]
  24. Winn'Ier Deh Puh Intanto ti sto battendo! gridò canzonatorio il barbaro all'albina ben più malvagia della sua controparte occidentale Ora vedi chi è veramente disgustoso! concluse Winnie sferzando di colpi la kataiana.
  25. Thorlum SenzaCasta - (Rovina di Huruk-Rast) Il nano fu colpito durante il suo attacco. Un colpo leggero al ginocchio che sbilanciò il suo corpo facendogli sbagliare il colpo. La testa del martello si infranse pesantemente nel pavimento alla sinistra di Maeda. Maledizione... esclamò mentre cercava di assecondare il movimento dell'arma per continuare ad incalzare il suo bersaglio. Istintivamente il nano non fermò la corsa, ma fece un leggero salto a sinistra che gli permise di alzare la sua arma e di colpire velocemente il corpo oramai senza vita di Sakanori. L'arma di Bjorn aveva decapitato la donna prima di lui. Lei era m...ahhh, disse Throlum prima di illuminarsi a causa di una palla di fuoco. Il calore lo fece soffrire, ma contemporaneamente bloccò nell'immediato la sua vena polemica su chi doveva combattere con chi. Si spense alcune fiammelle rimase accese nella barba decidendo il suo prossimo avversario: Enko Shimomura. Master
  26.  

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.