Jump to content

Benvenuto in Dragons´ Lair

La più grande e attiva community italiana sui Giochi di Ruolo.
Accedi o registrati per avere accesso a tutte le funzionalità del sito.
Sarai così in grado di discutere con gli altri utenti della community.

Dungeons & Dragons: Dark Alliance annunciato ai The Game Awards 2019

Questa notte, orario italiano, si sono tenuti a Los Angeles i The Game Awards 2019, evento dedicato alla premiazione dei videogiochi migliori dell'anno (potete trovare qui il filmato di tutto l'evento). Durante questa occasione è stato annunciato un nuovo videogioco basato su D&D: si tratta di Dungeons & Dragons: Dark Alliance, seguito spirituale dei videogiochi d'azione Dark Alliance 1 e 2 usciti anni fa per PlayStayion 2, Xbox e Game Cube.
Creato da Turque Games, Dungeons & Dragons: Dark Alliance sarà un gioco cooperativo per 4 giocatori, i quali potranno vestire i panni di quattro eroi mitici dei reami dimenticati, Drizzt Do'Urden, Cattie-Brie, Wulfgar e Bruenor. Il gioco, infatti, sarà ambientato nei Forgotten Realms, più precisamente ad Icewind Dale (la Valle del Vento Gelido) e sarà disponibile a partire dall'autunno del 2020.
Qui di seguito potete vedere il trailer dell'annuncio:
Fonti:
https://multiplayer.it/notizie/dungeons-dragons-dark-alliance-annunciato-con-un-trailer.html
https://www.enworld.org/threads/dungeons-dragons-dark-alliance-video-game-announcement-trailer.669112/
Read more...

Cosa c'è di nuovo su Kickstarter: Medieval, Tales from Europe

Cari avventurieri, giocatori e narratori, il viaggio che vi apprestate a compiere vi porterà in un’ambientazione storica dal carattere rustico, bizzarro e spesso pericoloso. Dalla caduta dell’impero Romano fino alla scoperta dell’America, un periodo lungo quasi 1000 anni, vario, complesso e ricco di sorprese: il Medioevo. In questo tempo buio e difficile, l’intera Europa è teatro di scontri feroci, di brutalità e di sofferenze, come testimoniano le Crociate, le epidemie, la caccia alle streghe, la minaccia incombente dell’inquisizione da un lato e quella delle arti occulte dall’altro. 

Nata dal viscerale esordio di Tales for Gamers Publishing, Medieval, Racconti dall’Europa vuole portare i giocatori di ruolo in un mondo assurdamente reale e imprevedibile, il nostro mondo, privo di elementi immaginari, in uno dei suoi tempi più catartici.
 Una sola razza. Tutti i personaggi sono di razza umana.  11 Nuove Classi (Mestieri). In Medieval, Racconti dall’Europa puoi giocare 11 nuove Classi, definite quindi Mestieri, ognuna delle quali altamente personalizzabile attraverso la scelta di 3 differenti archetipi.
 Un sistema low-magic. Medieval, Racconti dall’Europa introduce per la prima volta nel mondo dei giochi di ruolo il Mestiere dell’Arcanista, una delle nuove classi giocabili. Quando l’Arcanista inizia a recitare le sue formule, la gente viene avvolta da un terrore angosciante e la loro mente viene influenzata. Alcuni di loro, i più deboli, potrebbero vedere accadere qualcosa (una porta chiusa a chiave che si apre inspiegabilmente, ad esempio), avere una reazione e sperimentare un risultato tangibile, reale come una freccia nel petto! L'Arcanista usa la paura come un’arma e, in questa ambientazione, essa può essere affilata come una lama o anche di più.
Decentralizzazione del combattimento.  La categoria sociale a cui appartieni e quindi il lignaggio della gente che conosci, il lavoro che svolgi, il modo in cui parli, così come le capacità organizzative che possiedi, acquisiscono una notevole importanza per la costruzione della tua fortuna. Sopravvivere non dipenderà soltanto dalla capacità di combattere.  
 Nuove meccaniche di combattimento. Viene introdotta la possibilità di colpire parti del corpo specifiche attraverso le azioni di Attacco speciali: (Colpo Preciso e Colpo Mortale). Viene introdotto anche un nuovo sistema di combattimento chiamato Duel Fighting in cui i combattenti fanno di tutto per non essere colpiti, muovendosi, parando e sfruttando gli elementi dell’ambiente circostante. Il cuore di questo sistema é una nuova reazione introdotta nel gioco, chiamata Parare, che prevede un tiro per colpire contrapposto per intercettare i colpi in entrata.
Armi e Danni realistici. I danni inflitti vengono incrementati e una Spada, un’Ascia o una Balestra nelle mani giuste possono diventare micidiali da subito!         
Un gioco più competitivo.  Pochi colpi di arma sono quasi sempre fatali anche a livelli alti e la morte spesso può sopraggiungere da cause diverse da quelle del combattimento: Inquisizione, epidemie e carenze di risorse durante i viaggi.        
 Nuove meccaniche per l’avanzamento di livello. Il nuovo sistema di gioco prevede la progressione dei livelli attraverso il raggiungimento di obiettivi di trama oltre che attraverso il combattimento.

I giocatori avranno tratti più umani e meno divini. Medieval, Racconti dall’Europa vuole essere un’ambientazione estremamente realistica e tutti i personaggi (giocanti o non giocanti) sono stati concepiti per essere individui tutt'altro che perfetti e invincibili. I Punti Ferita massimi sono stati ridotti. Inoltre, personaggi che non hanno familiarità con alcune armi o oggetti posseggono una caratteristica chiamata Incompetenza (l’opposto della Competenza). Per quanto riguarda l’equipaggiamento, viene introdotto un sistema di slot per poter trasportare un peso realistico in base alla categoria di oggetto. Questi tratti più umani trovano una profonda personalizzazione nella scelta delle diverse etnie e culture che sostituiscono i background della 5 Edizione, ognuna delle quali con profonde differenze in termini di debolezze e punti di forza.
Ci sarà un concetto tutto nuovo di "Sovrannaturale", non ci sarà nessun pericolo sovrannaturale che non sia l’essere umano stesso. Qualsiasi fenomeno inspiegabile che possa assomigliare ad un effetto magico è in realtà un trucco suggestivo. Chi assiste all'evento pensa di vedere qualcosa di sovrannaturale se fallisce un Tiro Salvezza, ne viene spaventato ed il livello di suggestione è tale da sviluppare effetti concreti a carico della sua persona o dell’ambiente che lo circonda.

Medieval, Racconti dall’Europa nasce da un team di appassionati e creativi con sede in Italia, amanti del loro territorio e della storia medievale in cui esso è immerso, ancora oggi così forte e determinante.
Un volume di 250+ pagine riccamente illustrato, in formato A4, brossurato, con copertina cartonata rigida e con interni a colori per guidarti all’interno di questo nuovo mondo, dalla creazione dei personaggi all’introduzione delle nuove meccaniche di gioco.
Richiedilo nella magnifica versione limitata Deluxe! Stampato su carta riciclata, con copertina rigida in seta e una cover con un’illustrazione alternativa, votata dai sostenitori a fine campagna.
A seconda del contributo scelto si potranno ottenere anche La Maledizione dell’ultimo Templare, un’avventura introduttiva di 10-12 ore di gioco, un’ottima opportunità per esplorare ed imparare le basi del mondo di Medieval, Racconti dall’Europa e due booklet: Scontri e Nemici, per aiutare il narratore nella progettazione degli incontri e Oggetti Leggendari, con gli oggetti leggendari della mitologia medievale come Excalibur, Durlindana ed il Graal.

Medieval, Tales From Europe offre inoltre la possibilità di poter scaricare per una prima visione le descrizioni di tutti i mestieri e la scheda completa di Guerriero ed Arcanista.
Potete trovare maggiori informazioni nella pagina Kickstarter del progetto qui sotto.
Link al Kickstarter: https://www.kickstarter.com/projects/1034101316/medieval-tales-from-europe-a-5e-rpg-setting?ref=discovery&term=5e
Read more...

Dare Vita a Rethmar

Articolo di Ed Greenwood del 05 Dicembre
Abbiamo gettato le fondamenta di Rethmar ("che posto è, chi lo governa e cosa succede"), ora dobbiamo trovare un modo per rendere questo villaggio veramente vivo. La prima cosa che ho fatto, come ho detto nel precedente articolo, è stato domandarmi quali storie potessi narrare in questo luogo partendo dalle radici che abbiamo creato.

Quindi, come funziona questa questione del portare in vita?
Possiamo schematizzarla nella maniera seguente (che, ripeto, non è la "Via Corretta" a meno che non la troviate funzionale):
Gruppi di potere e personaggi famosi (cabale, fazioni e faccendieri locali, PNG influenti) Ultime voci (notizie, pettegolezzi e i gossip del momento) Eventi recenti e ciò che sta accadendo (come siamo arrivati alla situazione attuale nel corso degli anni e cosa deve ancora svilupparsi, che siano solamente voci e che i locali lo sappiano o meno) Ciò che si sussurra (i segreti, gli intrighi dietro alle quinte e i crimini, chi sono gli esponenti della malavita locale) Normalmente li analizzo in questo ordine una prima volta, poi torno indietro e aggiungo delle parti ad ogni sezione, aggiornando eventualmente la lista in caso utilizzi il luogo come scenario di gioco.
Ma, come abbiamo già detto, Rethmar non è solo "un nome su una mappa". Ha della storia passata (che trovate nel precedente articolo). E questi fatti ricadono proprio nell'ultima categoria, i Sussurri, quindi analizziamola per prima, per segnare ciò che abbiamo già stabilito in maniera da non creare contraddizioni.
Sto parlando degli
Ambulanti di Claunkrar
La Piaga degli Incantesimi ha portato scompiglio tra gli Ambulanti di Claunkrar (che allora erano la forza dominante a Rethmar), dato che i loro leader segreti erano una incerta alleanza di beholder e illithid, spesso intenti a raccogliere oggetti magici o impegnati in lunghi esperimenti per aumentare il proprio potere e la propria longevità (era ovvio a tutti che le tensioni per la leadership stavano crescendo fino a degenerare in un conflitto violento per la supremazia, che tutti volevano vincere, senza limitarsi a sopravvivere).
Come risultato delle loro sperimentazioni magiche, la maggior parte di questi leader è impazzita, o è stata distrutta, quando la magia si è scatenata durante la Piaga degli Incantesimi e le porte (portali) della rete nota come Tesoro Strisciante sono state pesantemente danneggiate. La maggior parte di questi portali sono ora delle trappoli mortali o delle strane zone magiche invece che dei collegamenti funzionali di teletrasporto, e gli Ambulanti di Claunkrar sono ormai svaniti, mentre i loro "bruti" e i loro agenti attivi si sono sparsi per il mondo per ricostruirsi delle vite a seguito della devastazione provocata dalla Piaga (i loro leader sono svaniti e i portali della loro rete sparsa lungo tutto il Faerun si sono spenti).
Esistono ancora alcuni portali funzionanti sparsi in varie cantine e retrobottega in tutta Rethmar, ma la maggior parte della gente non sa dove conducano e non osa testarli.
Anche un paio di beholder e illithid folli e mutati dalla Piaga sono sopravvissuti, nascondendosi a Rethmar o sotto la città, ma anche nel resto del Faerun. Non comandano nulla di ciò che rimane degli Ambulanti. Ciò che rimane del gruppo di mercanti (chiamato in onore del suo fondatore, il gruppo di avventurieri noto come le Spade della Tempesta di Claunkrar, il cui leader da tempo morto, Ildro Claunkrar, era un rozzo ma furbo attaccabrighe dalla barba rossa proveniente da Talashar) è una società dedita al contrabbando, a rapimenti e furti al momento composta da qualche dozzina di umani controllati da una mezza dozzina di doppelganger, i discendenti di coloro che erano stati assunti per tenere i contatti tra gli illithid e i beholder e gli agenti attivi umani prima che gli Ambulanti venissero colpiti dalla Piaga. Vivono nelle ombre di Rethmar, più una storia da taverna che un fatto, dato che il loro stile oggigiorno è puntato sull'essere lesti, subdoli e sul tenere un profilo basso in modo da farsi sfuggire meno informazioni possibili; sono più interessanti a guadagnarsi da vivere che a comandare, conquistare o diventare ricchi.
Quindi gli Ambulanti, ormai senza più un nome ufficiale, sopravvivono come una società segreta dedita al "lavoro sporco" controllata da dei doppelganger, che usano le loro abilità da mutaforma per diventare delle vecchie negozianti, dei monelli di strada sfregiati o qualunque altro aspetto che non li faccia sembrare pericolosi durante un'interazione con i PG. Manipolano le loro pedine tra i Rethmariani piuttosto che puntare al conflitto aperto, ammesso sia possibile, ma agiranno contro chiunque sembri interessato a strappare il controllo di Rethmar dalla Cintura o a dare vita alla loro "gilda misteriosa".
Tutto ciò che i Rethmariani sanno dei Claunkrar è solamente che "servivano dei mostri particolarmente spaventosi e non siamo sicuri che siano veramente scomparsi", quindi ogni fatto misterioso o sinistro che accade in città li vede come probabili colpevoli.
Mentre stiamo ancora analizzando "Ciò che si sussurra" andiamo a trattare l'unica altra voce locale: che "c'è del movimento sotto la città", nel vasto labirinto del Sottosuolo che chiunque sa trovarsi sotto al proprio scantinato e che "si estende fino a Waterdeep e oltre!"... e che i consiglieri della Cintura Manthar Horndren e Ravendra Cardegult stavano quasi per sterminare il resto della Cintura per proclamarsi Lord e Lady di Rethmar, un intrigo fermato solamente dopo che la loro relazione di copertura si è trasformata in disprezzo reciproco e dato che Timone Tetro ha deciso di prendersi personalmente il compito di condannare a morte, come esempio per tutti, un gruppo di Marmaci la cui lealtà si era spostata dalla Cintura ai soli Horndren e Cardegult.
Bene, abbiamo schierato le nostre prime risorse e sistemato l'ultima categoria, torniamo alle altre.
Ora come ora, Rethmar non ha nessun venditore locale e il caos causato dalla Piaga ha distrutto la maggior fonte di mercanti della città, quindi non ci sono dei veri gruppi di potere, esclusi quelli che conosciamo, e un solo personaggio ambizioso che ha ottenuto abbastanza successi da diventare famoso: l'energico, distratto, ricco buffone con migliaia di progetti e schemi sempre in atto chiamato Amalrus "Il Tricheco" Gordroun (umano CN, proprietario di una quarantina di vagoni per carovane che viaggiano per Faerun in cerca di profitti). Sarà felice di includere i PG in molti dei suoi piani, ma la maggior parte finirà con un disastro, a meno che i personaggi non ignorino l'intervento di Gordroun e non abbiano successo per conto proprio.
Invece, per le notizie del momento: Rethmar è sempre piena di storie portate dai viaggiatori e dai carovanieri che passano per la città, in cerca di un boccale di birra offerto per essersi inventati o per aver esagerato una "novità" interessante che potrebbe essere più o meno simile alla realtà. Il risultato di queste storie è che molti Rethmariani credono che la maggior parte del Faerun stia per scendere in guerra e che, con una delle prossime carovane, arriveranno anche i reclutatori di soldati. Pensano anche che i draghi si stiano scatenando lungo la Costa della Spada, che alla gente nel Cormyr e nella Sembia crescano dei tentacoli dalla testa e che delle cittadelle volanti stiano attraversando in lungo e in largo il Faerun, cercando nuovi luoghi dove attraccare....come Rethmar con le sue numerose fonti d'acqua.
Cosa che ci porta agli eventi più recenti: la cosa più significativa accaduta a Rethmar nell'ultima decade è l'arrivo dei rifugiati dagli altri luoghi devastati dalla Piaga, che hanno causato una conseguente crescita della città. Ma molti cittadini non si fidano di questi profughi e continuano a guardarli con sospetto: potrebbero esserci dei problemi da un giorno all'altro.
Non ho scritto molto in questo articolo, ma è sufficiente, a mio parere, per rendere Rethmar più viva. Se stessi giocando una campagna nella città le righe sarebbero aumentate vistosamente, ma quanto fatto è sufficiente a mio avviso in caso si tratti solamente di un luogo di passaggio.
Potreste, ovviamente, avere delle idee differenti, quindi iniziate a cambiare dettagli, aggiungere cose o a riempire quei dungeon sotto le cantine di Rethmar. Forse qualcosa dal Sottosuolo è emersa in superficie durante una notte, iniziando a saccheggiare, razziare e infondere un senso di terrore nella brava gente di Rethmar. E anche nel resto degli abitanti...
Link all'articolo originale: https://www.enworld.org/threads/making-rethmar-come-alive.667089/
Read more...

5 Modi per Tenere in Vita i Vostri Cattivi

Articolo di J.R. Zambrano del 04 Dicembre
Non c'è nulla di meglio di un bel nemico ricorrente, specialmente in D&D dove nessuno fugge mai via dai combattimenti. La causa maggiore risiede nella griglia di battaglia. La maggior parte delle cose che decidono di scappare lo fa o troppo tardi o non riesce a sfuggire al raggio degli attacchi a distanza dei PG, spesso notevole. Specialmente visto che i PG continueranno ad avanzare e sparare con tutte le loro forze per cercare di finire un nemico prima che scappi e possa tornare più avanti.
Questo si pone in estremo contrasto con gli epici inseguimenti e le fughe a rotta di collo (da parte di entrambe le parti) che rendono molte storie eccitanti. Se il re dei banditi continua a morire ogni volta che appare, non avrete mai la possibilità che esso riveli la sua connessione personale con uno dei membri del gruppo, o di far apparire il re dei banditi continuamente nei momenti peggiori. E, da un certo punto di vista, ha anche senso. Dopotutto se considerate la cosa da un punto di vista strettamente regolistico il vostro obbiettivo è di sconfiggere i nemici. Le regole dicono che potete continuare a fare fuoco e, se lasciate fuggire il nemico, quel maledetto del DM lo farà tornare per tormentarvi.

Mentre invece in altri ambiti narrativi, vogliamo vedere gli eroi perdere, essere minacciati o disorientati dai nemici, che riescono a scappare per tornare a combattere un altro giorno. Eberron: Rising from the Last War capisce il vostro dolore, cari DM, ed offre degli ottimi consigli per far vivere a lungo i vostri cattivi in modo che rimangano impressi nel gruppo. Ne abbiamo anche aggiunti di nostri, dandovi cinque modi per tenere i vostri malvagi in vita.
Non essere davvero presenti

Non possono uccidervi se non vi trovato davvero sul posto. Una facile e comoda soluzione per avere un malvagio che continui a riapparire è di farlo essere presente tramite i suoi lacchè. Esso manderà sempre i suoi scagnozzi a fare il lavoro sporco, o apparirà tramite olocomunicazione o incantesimi di illusione che funzionano esattamente come gli olocomunicatori di Star Wars, rimanendo al sicuro dalla vendetta dei giocatori.
Oppure potete anche provare il popolare metodo "il cattivo scompare dentro un passaggio segreto appena i giocatori entrano nella stanza e il vero scontro è quello con le con le guardie che ha lasciato dietro di se", come dimostrato da Mola Rom in Indiana Jones e il Tempio Maledetto. Ovviamente la cosa funziona in entrambi i sensi. I giocatori non avranno la possibilità di pugnalare a morte il vostro malvagio creato minuziosamente, ma d'altro canto il malvagio sarà in grado di colpire i giocatori, e questo significa che sarà compito dei suoi lacchè adempiere al suo volere. Un approccio sospetto nel migliore dei casi.
Usare quegli oggetti magici

Immaginate che il vostro cattivo stia effettivamente combattendo contro il gruppo. Ecco, dovrebbe avere un sacco di scagnozzi attorno, dato che in D&D la scontata conclusione di un combattimento tra molti PG e un singolo avversario è il fatto che i PG useranno il loro numero per schiacciare il nemico prima che possa fare qualcosa di davvero notevole. Ma anche con tanti scagnozzi e tirapiedi attorno, il vostro malvagio corre sempre il pericolo di essere l'unico bersaglio di tutti gli attacchi del gruppo di giocatori.
Questo è il momento in cui l'avversario ha la possibilità di mostrare un po' del tesoro che è destinato al gruppo. Fategli tracannare una pozione di guarigione o usare qualche altro oggetto magico consumabile (o anche permanente) per ottenere un effetto potente. I giocatori salteranno dalle loro sedie, segneranno ogni cosa e chiederanno che il cattivo la smetta di usare il loro tesoro.
Avere una via di fuga

Ovviamente, se avete un antagonista furbo, potrebbe già aver preparato delle opzioni per una fuga veloce. Nel bel mezzo di un combattimento, si potrebbe buttare giù da un edificio mentre una nave volante elementale passa lì sotto. O forse potrebbe saltare su una chiatta o dentro un portale che sta per chiudersi: mai sottovalutare il valore di una veloce via di fuga quando le cose si mettono male. Personalmente non le userei troppo spesso, per paura che possano risultare troppo una trovata deus ex machina. Ma potete dare agli avventurieri un po' di respiro e mandare il chiaro messaggio "questo combattimento è finito" con solo una semplice mossa.
Usare le regole per gli inseguimenti

Ecco qualcosa che non ho visto accadere troppo spesso. Se il vostro avversario tenta la fuga non usate i sei round successivi solo per capire quanto lontano possono muoversi il Warlock e il Ranger del gruppo mentre continuano a bersagliare il cattivo con frecce e deflagrazioni magiche. Dichiarate solamente che userete le regole per gli inseguimenti nel momento in cui l'avversario scappa via. Potrete continuare il gioco senza interruzione richiedendo che chiunque voglia fuggire dal combattimento debba fare un tiro (va bene sia in atletica che in acrobazia) e, se lo superano, la scena di combattimento cambia e diventa invece una Scena di Inseguimento.
Se non avete letto le regole per gli inseguimenti nel Manuale del Dungeon Master vi siete persi delle eccellenti regole di fuga/sfida di abilità per D&D 5E.
Fingere la propria morte

Alla fine, quando tutti gli altri modi falliscono, usate la brevettata, comprovata e sicura soluzione di far simulare la propria morte al vostro malvagio in modo da poter scappare via. Ci sono un bel po' di metodi differenti per farlo: c'è il classico metodo delle Cascate di Reichembach, nel quale il cattivo finisce giù da un burrone o dentro un compattatore dei rifiuti o in un edificio che sta per esplodere, ed anche se il suo corpo non si trova non c'è alcuna possibilità che sia sopravvissuto.
Spoiler, ovviamente la possibilità che sia sopravvissuto c'è, ed è proprio quello che succede. Fatelo succedere troppo spesso e il vostro diventa un mondo da fumetto di supereroi, ma se usato con parsimonia può rendere eccitante ogni "vittoria".

C'è un'altra soluzione che potete usare, più attiva. Fate lanciare Morte Apparente al malvagio durante un combattimento (ancora meglio se è uno stregone ed usa Incantesimo Celato) e, mentre appare morto, segnatevi tutto quello che accade. Dopo che l'incantesimo finisce il vostro malvagio sarà di ritorno. O magari metterà lui stesso in giro la voce della propria morte per fare le cose in grande.
Quali sono i modi che usate per far tornare i vostri antagonisti ricorrenti? Fatecelo sapere nei commenti!
Link all'articolo originale: https://www.belloflostsouls.net/2019/12/dd-five-ways-to-keep-your-villains-alive.html
Read more...

Idee regalo natalizie per i vostri DM

Articolo di Talien del 02 Dicembre
In quanto DM che possiede una stampante 3D, posso crearmi da solo molti prodotti interessanti per i GDR. Quindi, quando si tratta di regali, devono essere abbastanza unici da non poterli facilmente realizzare da solo. Questi prodotti sono messi in ordine crescente, dal meno costoso al più costoso. Fate clic sui titoli per acquistarli su Amazon.
Indicatore di Danno per Attacchi ad Area della CZYY ($13)
Quando si utilizzano le miniature, tracciare rapidamente e comodamente le aree di effetto degli incantesimi costituisce spesso una sfida. Ecco per voi questo indicatore di danno, un cerchio trasparente con tutte le aree di effetto tipiche chiaramente evidenziate. Sovrapponete semplicemente il cerchio alle miniature e potrete determinare rapidamente chi muore e chi vive.

Tracciatore di Iniziativa della CZYY ($20)
Non sopporto la gestione dell'iniziativa e ogni metodo che ho adottato finisce di solito per confondere me o i giocatori. Questa spada è la cosa più vicina che ho visto a una soluzione intrigante, che rende molto chiaro chi va per primo e per ultimo tramite bandieruole riscrivibili che potete rimuovere o inserire nella spada.

Schermo del DM Personalizzabile della Stratagem ($20)
Sebbene questo schermo sia nominalmente pensato per la Quinta Edizione di Dungeons & Dragons, esso è composto da una serie robusta e pieghevole di inserti che potete scambiare per conto vostro e, quindi, è adatto ad ogni gioco. Anche le immagini sulla parte frontale sono inseribili e si possono togliere a piacimento e, dunque, possono essere sostituite con quattro pagine di contenuti per i giocatori (rivolte verso l'esterno), oltre alle quattro pagine di contenuti rivolte al DM. È anche utilizzabile con dei pennarelli a secco cancellabili, dunque se è necessario segnare l'iniziativa o qualsiasi altra cosa, è possibile scrivere facilmente sullo schermo e cancellare il tutto in seguito.

Pedane per Combattimenti Multilivello 3D della CZYY ($23)
Quando i giocatori iniziano a volare su una mappa, diventa rapidamente difficile tenere traccia con le miniature l'altezza relativa di tutti. Utilizzate queste pedane di combattimento, che facilitano l'identificazione visiva di chi è a quale livello. Vale la pena notare che le miniature in metallo saranno probabilmente troppo pesanti per queste pedane da combattimento.

Griglia divisa in Esagoni e Quadratini per Giochi di Ruolo ($25)
Questo è un tappetino pieghevole in vinile su cui è possibile scrivere con pennarelli cancellabili a secco e ad umido. Ancora meglio, un lato è diviso in esagoni e l'altro in quadrati da un pollice (2,54 cm). Ho usato tappetini da battaglia molto più grandi, ma sono ingombranti e difficili da mettere nello zaino. Inoltre comprende otto diversi tipi di terreno (quattro griglie con due lati: ciottoli/pergamena, bianco/taverna, terra desolata/erba, mare/stellare). La scatola che le contiene ha le dimensioni di un manuale di gioco, il che ne rende facile anche il trasporto.

Cifrario del Faraone formato Mini ($26)
Le escape room utilizzano spesso una varietà di cifrari e questa è una divertente variante egiziana che può essere facilmente adattata ai giochi da tavolo per il GM intraprendente.

Cryptex Codice da Vinci ($30)
Per il DM che vuole fornire un elemento tattile al suo gioco, questo fantastico cryptex richiede un codice che può essere impostato dal proprietario. Viene fornito con due anelli in elfico. Questo cryptex ha tratto ispirazione dal film de Il Codice Da Vinci ed è stato da allora usato parecchio nelle escape room. Ignorate la descrizione che riporta il fatto che questo fantastico dispositivo sia da intendere come un regalo romantico: i DM sapranno cosa farne!

Link all'articolo originale: https://www.enworld.org/threads/holiday-gift-ideas-for-your-gamemaster.668739/
Read more...
Bomba

Capitolo Tredici - Nella fredda fredda luce del nord

Recommended Posts

Capitolo Tredici – Nella fredda fredda luce del nord

Chilometri a nord dell'ultimo insediamento degli abitanti dei Fiordi sorgeva Lòrien, un tempo un fiorente regno degli elfi delle nevi che sorgeva come un gioiello verde avvolto pigramente dalla neve, la città più a nord di tutta Arth. Ora, però, di essa rimaneva solo un vuoto ricordo e una distesa di alberi avvolti dal ghiaccio. Il terreno, un tempo fertil, aveva lasciato spazio a uno strato di neve che col tempo era diventato più duro della roccia. Gli esploratori lo avevano ribattezzato permafrost e lo avevano da allora associato alla tetra regnante che aveva usurpato ciò che un tempo era un angolo di paradiso.

Vi era tuttavia chi non intendeva cedere: ai margini della foresta era stato istituito un accampamento immenso laddove l'esercito del nord, guidato dagli jarl delle varie province di quel regno così ostile, intendeva combattere fino all'ultimo uomo fronteggiando il nemico faccia a faccia piuttosto che rintanandosi nelle poche città rimaste libere. Le tende formavano un grande accampamento in cui risiedevano almeno novemila uomini pronti a dare battaglia. Quandunque non chiamati a fronteggiare le schermaglie inviate dalla Regina, essi avevano comunque molto da fare: riparazioni, caccia, tenere al caldo i pochi animali che essi si erano portati dietro. Il freddo serpeggiava infatti come un flagello e pure i più anziani non ricordavano un freddo del genere da molti inverni.

Il pomeriggio si era quasi del tutto concluso e il sole stava tramontando quando gli avventurieri guidati da Havard giunsero nei pressi dell'accampamento. Se i primi due giorni dalla partenza dal tempio di Aerdrie Faenya erano stati piuttosto tranquilli, trovando per la notte rifugio in baracche abbandonate o villaggi distrutti, l'ultima giornata fu un'ordalìa: essi avevano sperimentato appieno le parole di ammonimento della spia nordica, che non erano rimaste vane. Con una temperatura media attorno ai venticinque gradi sotto zero, la terza ed ultima giornata di viaggio fu una delle esperienze più estenuanti che alcuni di loro sperimentarono. Ariabel si buscò un brutto raffreddore, mentre Flurio rimediò una forte tosse ed entrambi si ritrovarono con le labbra spaccate dal freddo.

x Ariabel, Chandra, Clint, Flurio, Tom Po e Tonum

Spoiler

Condizioni del gruppo al termine del viaggio

Ariabel: 30 DANNI DA FREDDO

Chandra: protetta

Clint: protetto

Flurio: 26 DANNI DA FREDDO

Tom Po: protetto

Tonum: protetto

Quando essi giunsero, però, l'accoglienza fu molto calorosa da parte degli uomini del nord, principalmente grossi guerrieri dai capelli rossicci o biondi, vestiti con armature imbottite. Se gli eroi di Firedrakes si aspettavano freddezza da parte degli autoctoni, furono smentiti quando essi offrirono loro indicazioni per il focolare più vicino, le posizioni delle tende degli jarl e la mensa da campo. Per contro le domande furono parecchie Da dove venite? Siete del sud? Sono attesi altri rinforzi? Quanti nemici della Regina avete ucciso? le occhiate degli uomini si sprecarono per Chandra ed Ariabel mentre il gruppo veniva condotto verso il centro del grande campo, tuttavia gli avventurieri notarono che non solo maschi erano presenti nell'accampamento. Numerose donne guerriere, alte e giunoniche, facevano parte dell'esercito. Esse tendevano ad essere riconoscibili, oltre che per le ovvie forme, dai capelli intrecciati in elaborate chiome da battaglia e dalle pitture poste sul viso.

All'improvviso una vedetta gridò qualcosa e da sud giunse un'immensa figura volante. Alcuni uomini gridarono, impugnando le armi, ma quando essa si avvicinò per poi fluttuare vicino ai nuovi arrivati, il terrore lasciò posto alla gioia: davanti a loro, statuaria, si trovava Anzalisilvar, la Protettrice del Nord! Coloro che avevano conosciuto Emercuryadar (che pareva non essere presente) sapevano che esso era grande, tuttavia Anzalisilvar era semplicemente immensa, capace di far sembrare il figlio poco più di un cucciolo al confronto. Dalla cresta che partiva dalla testa percorrendo la schiena fino alla coda, la dragonessa doveva misurare almeno venticinque metri, gli artigli prensili talmente grandi da poter afferrare un gigante. Proprio da una di quelle grinfie emerse un gruppetto di altri sei avventurieri, che scesero con passo stentato poggiando i piedi sul permafrost. Le loro condizioni parevano peggiori del primo gruppo, con Bjorn che sembrava congelato fin dentro l'anima, Trull che aveva contratto un fastidioso mal di gola e con Celeste e Zhuge che avevano presi anch'essi un brutto raffreddore che ne alterava la voce.

x Bjorn, Celeste, Oceiros, Seline, Trull e Zhuge

Spoiler

Bjorn: subisce danni al punto da rimanere con 10 PF

Celeste: subisce danni al punto da rimanere con 10 PF

Oceiros: protetto

Seline: 3 DANNI DA FREDDO (la resistenza è già stata contata)

Trull: 12 DANNI DA FREDDO

Zhuge: subisce danni al punto da rimanere con 10 PF (protezioni non fornite)

La figura della dragonessa sembrò illuminarsi per un attimo, prima che essa riducesse notevolmente le proprie dimensioni, mentre la creatura prendeva una forma umana, quella di una affascinante donna dai capelli d'argento vestita con un abito bianco che atterrò con un balzo a terra, tra gli sguardi stupefatti dei presenti.

Anzalisilvar in forma umana

Spoiler

image.thumb.jpeg.668003af55bee31c0f8294822d1d6c97.jpeg

Havard! disse Anzalisilvar notando l'anziana spia Non sapevo tu fossi qui!

Il nordico si inchinò di fronte alla donna Sono appena arrivato, Protettrice del Nord. Lieto di rivederla tra noi...

Anzalisilvar gli pose una mano sulla spalla Non c'è bisogno di tutta questa formalità, Havard. Piuttosto vedo che con te hai altri avventurieri, una numerosa combriccola invero la donna fece un lieve inchino nei confronti degli eroi Il mio nome è Anzalisilvar, Protettrice del Nord. Lieta di incontrarvi, specialmente se siete amici degli avventurieri che mi hanno riportata in vita. Le circostanze che ci portano a incontrarci sono assai uniche, per usare un eufemismo disse Noi draghi amiamo gli indovinelli e le conversazioni enigmatiche e da ciò che ho udito mi sono fatta un'idea della situazione che si è venuta a creare e di quanto voi ne sapete. Siete a conoscenza del gioco che si sta svolgendo qui al nord, un gioco che stava per essere vinto con l'inganno da parte di due parodie di drago quali sono Frostyazzar e Syberillin. Essi hanno ritenuto saggio infrangere la prima regola, che vietava gli scontri tra draghi, assassinandomi nella mia stessa tana la donna trasse un respiro, gonfiando il generoso petto Io penso sia stato invece un grave sbaglio da parte loro, il tipo di sbaglio che--

Chiedo scusa disse una nordica guerriera sollevando il mento, in una postura marziale, interrompendo il discorso della Protettrice del Nord Gli jarl chiedono urgentemente di conferire in privato

Alle parole della donna, Anzalisilvar sollevò una mano Ragazzina disse Questi avventurieri sono stanchi e affaticati e alcuni di loro non sembrano nemmeno vestiti decentemente per queste temperature. Gli jarl potranno aspettare la dragonessa rivolse un'occhiata eloquente alla giovane, che abbassò il capo. La donna dai capelli d'argento si rivolse quindi con sguardo materno verso gli avventurieri Prendiamoci un momento di pausa, poi parleremo con Siggard, Fredrik e Borg disse con un sorriso. Nel mentre Havard si avvicinò a Bjorn e Seline Quando avrete un momento vorrei parlare con voi, in privato disse.

Qualora interessati a parlare con la Protettrice del Nord, essi l'avrebbero trovata seduta vicino ad uno dei fuochi da campo, a breve distanza da Havard, intento a fumare la sua pipa per cercare un po' di conforto dal freddo glaciale, mentre vicino a loro un robusto guerriero offriva a chiunque ne sentisse il bisogno una scodella di zuppa di carne di renna. Il complesso del campo, per gli esploratori, offriva durante il giorno diverse possibilità per coloro che avessero avuto bisogno di beni o servizi, principalmente beni di prima necessità e capi di vestiario per ripararsi dall'inverno, le cui scorte erano abbondanti ma costose per via del difficile mercato di quell'ambiente ostile. Oltre a ciò vi erano comunque anche fabbri e maniscalchi, speziali e cerusici improvvisatisi medici da campo, nonché un gruppo di coraggiosi mercanti e prospettori che avevano accompagnato la spedizione, nella speranza di ottenere un utile.

x tutti, disponibilità del mercato (limite mo - 11000)

Spoiler

Modifiche ai prezzi

Oggetti che curano danni – 10% in più del valore base

Abiti invernali – 100 mo

Pelliccia (si può sommare agli abiti per una protezione migliore) - 16mo

 

Oggetti speciali scontati in vendita

1 Ascia da guerra nanica del tocco fantasma+1 (in sconto, 6330mo)

1 Stocco infuocato+1 (in sconto, 6320mo)

1 Pugnale in adamantio (in sconto, 2302mo)

1 Pozione di ristorare inferiore (in sconto, 250mo)

1 Giaco di maglia+2 (in sconto3250mo)

 

I vari mercanti hanno una riserva di monete d'oro globale pari a 10378mo per eventuali compravendite

x tutti

Spoiler

@ilmena @Fezza @Pyros88 @Ghal Maraz @Minsc @shadizar @PietroD @Nightmarechild @Zellos @Ian Morgenvelt @Organo84 @Nilyn  taggati come partecipanti di questo capitolo. Raccomando l'iscrizione per seguire ogni aggiornamento.

Checkpoint nella notte tra il 22 e il 23 febbraio per l'incontro con gli jarl. Nella notte tra il 21 e il 22 ci sarà un post “di intermezzo” per risposte ad eventuali interazioni tra pg e png o lanci di dadi per eventuali cure.

 

Edited by Bomba
  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

Seline

La tiefling osservò il precipizio sotto di lei, l'altezza che aveva raggiunto sinora, sebbene i suoi occhi erano ricolmi di delusione e rabbia. Non badava ai suoi compagni, piuttosto se ne rimaneva chiusa nella propria testa, graffiando il suo stesso animo, dilaniandosi come poteva per non essere rimasta in quella caverna ed aver compreso qualcosa di più riguardo a ciò che era successo.
Il tramonto si stava facendo sempre più vicino e la tiefling giunse infine all'accampamento allestito in quel permafrost che le iniziò a far sentire seriamente il freddo provato dai suoi altri compagni di viaggio.. Non appena la dragonessa arrivò ed atterrò, Seline non fece altro che rotolare sulla neve completamente priva di forze e voglia di alzarsi, coprendo quella pelliccia di ulteriore neve e finendo distesa ad osservare il cielo rossiccio con un'espressione completamente assorta e delusa. Solo un breve sguardo venne donato ad Anzalisilvar, ricca di un'espressione impermalosita, prima di tornare ad osservarsi intorno e notare il resto dei propri compagni.
Tonum, Tom Po, Flurio, Chandra..
Eugh...
Una leggera nausea prese il ventre della tiefling, prima di sollevare la schiena e portarsi in posizione seduta per notare Ariabel e mostrarle semplicemente un leggero sorriso.
Ariabel, sei ancora viva a quanto vedo!
Queste le sue prime parole rivolte ai compagni, cercando di rialzarsi e scuotersi la neve di dosso, prima di andare ad abbracciare l'elfa, un abbraccio lungo più del dovuto mentre poggiò la testa sulla spalla di lei e i suoi occhi scarlatti si portarono su Clint, osservandolo più del dovuto e finendo con un semplice occhiolino nei suoi confronti.. Mosse le labbra per dire qualcosa in lingua abissale.
Xy kazz gio zi kolt.. Ad'z u qibxqg zaftd.. Uyx gio pasx?

Spoiler

Mi sei mancato così tanto, sei una visione adorabile.. Stai bene?

Proferisce la tiefling, sorridendo un poco, prima di tornare a guardare Ariabel e aggiungere.
Perdonami cara, abitudine.. Sai.. Mi pare che tu abbia un anello particolare e.. Beh.. E' un po' imbarazzante chiedertelo, ma avrei bisogno del tuo aiuto. Se è in grado di individuare qualche malattia, vorrei esserne certa.. Ma che rimanga tra noi, mh? E' una questione tra donne..
Attese quindi il possibile aiuto da parte di Ariabel, prima di tornare verso il proprio gruppo per cercare la figura di Trull e avvicinarsi proprio al nano.
x Trull

Spoiler

Trull, mi servirebbe proprio quel libro che ti ho prestato.. Mh? Spero tu abbia avuto modo di studiarlo per bene..
Disse la tiefling per poi allungare la mano e fare cenno di restituirle il tomo, mentre un sorrisetto divertito compariva sulle sue labbra.

Una volta ascoltato il dialogo tra Anzalisilvar e Havard, la tiefling squadrò quest'ultimo alla sua richiesta di una chiacchierata in privato con Bjorn, portando la stregona ad osservare in silenzio il nordico, prima di sollevare un poco le spalle e decidere di approfittare di quella pausa per riprendersi da quel viaggio alla velocità della luce tra il freddo nord.

Per prima cosa soddisfò la sua prima voglia: Carne.. Carne da mettere sotto i denti e la zuppa di renna fu essenziale per quella tiefling che ne prese una doppia porzione, se fosse possibile, divorandola come se fosse un cibo proibito ai comuni mortali, facendo lavorare quelle simil zanne per trangugiare ciò che riusciva a masticare e mandare giù ogni boccone. Durante la cena non fu particolarmente di compagnia, praticamente assuefatta dalla sua voglia di cibo.. L'unico commento venne rivolto a Celeste, mostrandole la zuppa per poi ritirarla subito a sè e farle comprendere, tra un boccone e l'altro, che era particolarmente deliziosa.

La seconda meta fu l'acquisto di alcuni vestiti invernali per coprirsi meglio da quelle temperature rigide che avevano influenzato persino la sua resistenza al freddo, spendendo così le proprie monete d'oro per ciò che il mercante aveva da offrire, cercando qualcosa di sufficientemente decoroso per lei.. Ciò che di meglio poteva offrire quel mercante.

Spoiler

-100 mo per abiti invernali


x Bjorn & Havard

Spoiler

Ed il momento giunse mentre la tiefling si avvicinò ad Havard per poi attendere anche l'arrivo di Bjorn. Gli occhi della stregona si soffermarono a lungo sull'uomo che aveva richiesto la presenza di entrambi, perplessa del motivo di tale chiamata, sedendosi per mettersi comoda intorno al fuoco e attendendo che iniziasse a parlare e spiegasse il motivo di tale intimità.
Che vuole adesso il vecchio?
...
Ascoltiamo, magari è qualcosa di importante..

Notte
x DM

Spoiler

Non ho capito se possiamo giocarci la notte o meno.. Fammi sapere e modifico il post stasera per aggiungere ciò che vorrei fare o eliminare questo spoiler se la giochiamo più avanti xD


 

  • Sad 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Clint Connor

Clint arrivò al campo con il cuore ancora gonfio di orrore e malinconia. Il freddo dell'aria che congelava il fiato dei suoi compagni era nulla, confronto al gelo che serrava il suo cuore. Sentiva lo scricchiolio del permafrost sotto i suoi stivali e calcolava in silenzio l'immensità del paesaggio attorno a loro, misurando con dolore le forze dislocate attorno alle tende. 

Quante altre vite sarebbero state presto perdute... e chissà in quali altri modi osceni. 

Non osò rispondere alle domande speranzose dei nordici, lasciando alla oratoria di Chandra o alla capacità drammatica di Ariabel il compito di provare a dare un po' di fiducia a quegli uomini ed a quelle donne, coraggiosi, determinati e folli. 

Si preoccupò invece di controllare la salute dei suoi compagni più segnati dalla bassissima temperatura, che pure, a lui, sembrava una brezza appena accentuata. Da anni, ormai, Clint aveva dimenticato il concetto stesso di freddo. Gli occhi non gli lacrimavano, la pelle non tremava, i piedi non si intirizzivano, le labbra non si screpolavano e spaccavano.

Mai. 

Niente di niente. 

Lanciò quindi una serie di incanti su Ariabel, prima, e su Flurio, poi; a loro che, invece, quel clima lo pativano fino al midollo. 

In quel mentre, sentì forte il fischio del vento che si infrangeva come schiuma di risacca sugli scogli, l'aria che esplodeva in un rombo, spostata con violenza da un corpo gigantesco. 

Clint udì le ali schioccare, piegando muscoli e tessuti, allontanando e poi imprigionando le correnti. 

L'adepto alzò gli occhi, simili a stiletti nel viso, come per scavare tra ľaccecante riverbero della neve e ľincipiente tenebra. 

Riconobbe il rumore e identificó la sagoma prima di chiunque altro ed il suo cuore, momentaneamente, si alleggerí, addolcito dalla comprensione di quanto stava accadendo ed estasiato, nonostante tutto, dalla magnificenza della antica draghessa. 

Clint mosse verso il punto che riuscì ad identificare come probabile luogo dell'atterraggio, facendosi addirittura sfuggire un sorriso nel vedere Trull e Celeste salvi, per quanto palesemente sconvolti dal clima. 

Non fece però in tempo a salutarli che, subito, quel loro nuovo, piccolo mondo di tensioni, paure e speranze reagì, imprimendo a sé stesso un moto di novità innescato, ancora, dalla stessa Anzalisilvar. 

Clint seguì il discorso, pensando con orrore, ma anche con odio, ai due sciacalli in forma di Verme Bianco, ed una lingua di fiamma esaló tra le sue labbra serrate. 

I suoi compagni giunti in volo erano però la prima preoccupazione, mentre la vendetta sui due draghi traditori avrebbe dovuto attendere... attendere un momento migliore e dei piani seri di battaglia. 

Havard, però, avanzò subito la sua richiesta di mettere in campo il peso del passato: allora, Clint lasciò che le prime ferite fossero curate dal caldo dei fuochi e dal ristoro dei pasti, rimuginando in testa quello di cui bisognava velocemente discutere con la ritrovata Protettrice del Nord. 

I suoi pensieri vaganti furono interrotti dal "saluto" di Seline, a cui Clint rispose nella lingua comune, poiché non aveva nulla da nascondere: "Non bene... e come potrebbe altrimenti? Come può qualcosa andare ancora bene, finché questa maledetta storia non è conclusa?".

Clint raggiunse poi, finalmente, Trull e Celeste, avvolgendo la ragazza, praticamente congelata, nel suo mantello, per poi ricoprirla anche con la coperta estratta dallo zaino: "Iniziamo da voi... dèi, non eravate pronti! Amico mio, fratello... ma soprattutto tu, bambina... gli incantatori non potevano proteggervi?".

Clint, poi, li toccó, attivando un primo incanto taumaturgico su di loro ed invitando chiunque altro ne avesse bisogno a chiedere aiuto. A Celeste prestò particolare attenzione, in effetti.  

Solo a situazione già un poco migliore, Clint si avvicinò alla sagoma umanoide assunta da Anzalisilvar, facendo una riverenza nella sua direzione: "Protettrice del Nord, mi dispiace disturbarvi. Il mio nome è Clint Connor, compagno dei vostri salvatori... pur se decisamente meno capace di loro...

È un onore conoscervi, anche se le circostanze sono... le peggiori. Ma mi conforta sapervi di nuovo tra noi. 

Come ho detto, non vorrei disturbare, vista la vostra recente rinascita al mondo, ma mi chiedevo se, non appena ve ne fosse possibile, sareste in grado di aggiornarci al meglio delle vostre conoscenze sui nostri avversari... immagino che anche gli Jarl siano interessati a ciò, oltre a sperare in altri rinforzi che mai, purtroppo, avverranno...

Credo sia tempo di iniziare a progettare la guerra. L'assalto finale. 

Ora che voi siete qui, la Regina del Gelo - qualunque cosa ella sia diventata - non tarderà molto a tentare di spezzare l'assedio.

E questo è il suo terreno di battaglia, non il nostro. Persino questi uomini dei Fiordi, per quanto abituati al gelo, patiscono temperature simili.

E la strega lo sa, mentre il suo stesso esercito ignora gli effetti negativi di tutto ciò".

 

Cure (DM, shadizar, pyros88, PietroD, Organo 84):

Spoiler

Vigore Inferiore:

- 3 su Ariabel (33 pf curati)

- 2 su Flurio (22)

- 1 su Trull (11)

- 5 su Celeste (55).

Un Cura Ferite Leggere su Celeste (altri 1d8+1 curati).

 

  • Thanks 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Bjorn Skaldsson (Kalashtar Ardente)

Le parole della poderosa dragonessa d'argento lo lasciarono perplesso: come poteva essere legato alla Regina del Gelo? E perché il suo nome sembrava tanto noto nel Nord? Non credeva proprio che il suo "amato" padre avesse improvvisamente mostrato orgoglio per quel figlio e avesse iniziato ad approfittare dell'eco delle gesta compiute per guadagnare ulteriore fama. Magari ha iniziato a vendere pelli fingendo che fossero quelle che usavo per coprirmi quando ero ancora in fasce. 

I mesi al Sud lo avevano rammollito e ne tastó con mano gli effetti all'atterraggio di Anzalisilvar: sentiva che le dita stavano iniziando a perdere la sensibilità, batteva vistosamente i denti e si stringeva nelle sue pellicce, come a cercare ogni forma di calore. Vide i suoi compagni, ma non riuscì a salutarli, visto il suo stato, e decise di avvicinarsi ad uno dei falò, per scaldarsi e superare l'effetto di quella traversata. Certo, il freddo aveva debilitato il suo corpo, ma almeno ora riusciva a muoversi e a parlarle. Tornò quindi dai suoi compagni, lanciando uno sguardo di sfuggita a Seline che sembrava essersi già lanciata addosso ad Ariabel. Tonum! Sono lieto che tu abbia deciso di continuare a seguirci nelle nostre imprese. Esordí Bjorn con felicità, guardando con un sorriso il sacerdote. Trull ci ha già portato la triste notizia: mi dispiace per Edriust, sono certo che abbiate provato a salvarlo in ogni modo. Vi prometto che la Regina pagherà anche questo torto. La sua lista inizia ad allungarsi, così come quella dei due draghi. Questa sera alzeremo i nostri boccali in ricordo del nostro compagno caduto, che ora ci starà guardando dalle sale di Woden. Concluse risoluto, guardando poi la forma umana della dragonessa: le storie sulla sua bellezza non erano i classici racconti da osteria, ingigantiti per puro divertimento. Oh, Clint, temo di aver bisogno del tuo aiuto. Potresti usare i tuoi oggetti magici anche sul sottoscritto? Chiese al ragazzo con gentilezza.

Il suo sguardo si posò poi su Havard: doveva parlare al sottoscritto e a Seline. Forse gli avrebbe finalmente fornito una spiegazione al motivo per cui tutti lo cercavano. E Seline? Perché vuole parlare anche con lei? Beh, lo scoprirò più tardi: ora ho altri impegni da portare a termine. Fece quindi un cenno a Celeste di seguirlo, per poter intraprendere quel discorso che pesava sul suo cuore da tempo.

Con Celeste

Spoiler

Celeste, ti ho chiamata perché devo parlarti di una questione fondamentale. E devo farlo con te, non con Eroe. Il tono del guerriero era freddo, come sempre da che aveva ricevuto la notizia del tradimento. Ma ben presto si tinse nuovamente del dolore e dell'arrendevolezza che lo avevano contraddistinto nei giorni precedenti, quando erano arrivati per la prima volta in quelle terre. In questi giorni, non ho potuto fare a meno di guardarvi. E ho capito qual'é stata la mia presunzione in tutto questo tempo: convincermi che avrei potuto rendere felice Seline. La stavo semplicemente obbligando a seguire un sogno nella mia testa, un'idea che mi ero fatto. E la stava facendo soffrire senza neanche rendermene conto. Disse alla donna con sguardo affranto, arrivando alla conclusione del discorso. Io voglio solo il meglio per lei. Voglio che sia felice, che sia libera e che viva senza ombre con cui combattere. Non so se tu sia la donna in grado di garantirle tutto ciò: non ho dimenticato ciò che hai fatto a me e Tonum per un capriccio. Ma vedo che sei determinata. Puoi fare ciò che vuoi con lei, puoi persino sposarla, non è più affare mio. Tiene però presente una cosa: se mai la vedrò triste e sconsolata, incinta contro la sua volontà o obbligata a sottostare alle pretese di quella p*ttane... Tu ne sarai la responsabile. E non avrò nessuna pietà.

Con Seline, a discutere con Havard

Spoiler

Il guerriero si avvicinò all'anziana spia, lanciando uno sguardo di sfuggita alla tiefling, sapendo benissimo chi fosse al comando e che non poteva più porre rimedio a ciò che aveva fatto quella mattina. Guardò quindi il vecchio con fare interrogativo, attendendo una risposta ai dubbi che si stava ponendo da che aveva comunicato con Clint.

 

Edited by Ian Morgenvelt

Share this post


Link to post
Share on other sites

Clint Connor

Prima che Bjorn si allontanasse con Havard e Seline, Clint pensò a curare anche i geloni e le ustioni da freddo del nordico, grazie alle magia delle bacchette. 

Cure (DM, Ian Morgenvelt)

Spoiler

5 Vigore Inferiore, 1 Cura Ferite Leggere. 

 

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Celeste(Umana Elocatrice) 

È... Freddo... Sto congelando... Sto morendo... Non riesco a scaldare il corpo... Le temperature sono diventate troppo estreme. 

Il che non era lontano dalla verità. Le temperature erano precipitate e la velocità con cui il drago si stava spostando aveva ancor di più abbassato la temperatura corporea della giovane, nonostante le protezioni magiche addosso. Una volta scesi a terra l'elocatrice ebbe modo finalmente di liberarsi da quella presa... O-odio il fre-fre-freddo... O-o-rribbile *ecciú* ah... *ecciú ecciú ecciú*... Di-divini... Ci mancava solo q-quezta... *snifff* 

L'elocatrice voltò, successivamente, lo sguardo verso Anzalisivar notando, non solo quanto fosse apprezzata, ma anche la sua forma umana, la quale molto probabilmente, sarebbe stata apprezzata da Negatività... Se fosse stata ancora in vita... Comunque la ragazza dal sangue nero non poté che sentirsi sollevata e di certo meno spaventa, dal nuovo aspetto della dragonessa. C'è speranza per il Nord. Lotteremo fino all'ultimo respiro... Cosa succederebbe se fallissimo? Il fallimento non è contemplato... E perché? Troppe vite dipendono da questa vittoria. La libertà... La felicità di tutto il Nord dipende da questa vittoria. Vincere... E come pensi di fare? Non siamo sole... Noi siamo qui per fermare la Regina del Gelo! Siamo una famiglia. Okay... Mi sembri tornata nello stato mentale adeguato... Vedrai Eroe! M'impegnerò per renderti fiera di me! Ora andiamo dagli altri. 

La ragazza si avvicinò un po' zoppicando per via del dolore alla gamba... Stringendosi per il freddo. Sorrise al gruppo, chinando la testa a Tom Po, Chandra e Flurio. Il sorriso durò almeno finché i suoi occhi non caddero su Seline e Clint, con lei che proferiva qualcosa in quella lingua proveniente dall'abisso stesso... Ma cosa... Cosa starà... Ed ecco che la tua concentrazione salta in aria... Dannazione Celeste! Non sarà niente... Ascoltò, poi, con molta apprensione la risposta del giovane adepto. Se gli ha chiesto solamente come stesse come mai parlare così... Tsk! Voglio sapere... Perché per lei Clint è così... 

sua volta fece per avvicinarsi a Clint e salutarlo con un sorriso ampio e dolce ed un gesto con la mano. Poi i suoi occhi caddero su AriabelCara come stai?? Sei tutta infreddolita. *ecciú* Se ne avessi bisogno ti posso prendere degli abiti più caldi. Disse quella raffreddata persino nell'anima. Poi le si avvicinò appresso per abbracciarla. Trull ci ha riferito quanto accaduto a voi... Stai bene? Celeste poi si scostò da lei... Se vuoi ho ancora quelle due bottiglie di vino che tenevo in serbo per noi, se te la senti di parlare più tardi. *ecciú* Adesso vediamo di prepararci... Disse immaginando soltanto quale orrore possano avere assistito... 

E Tonum? A breve ti lascerò andare da lui... G-grazie... La ragazza dai capelli bianchi fece per guardarsi intorno al campo con a fianco Trull... F-forse... F-orse hanno qualche cosa p-per il fare-freddo... *ecciú* Andiamo a chi... Ma venne sorpresa dall'arrivo di Clint che avvolse attorno alla ragazza dal sangue nero nel suo mantello, per poi curarla magicamente assieme al nano... Prestando più attenzioni a lei... L'elocatrice, alla seconda coperta, divenne completamente rossa per l'imbarazzo, non accorgendosi neanche che la gamba era completamente guarita grazie alla magia... Anche il raffreddore sembrò alleviarsi. N-non... N-non ce ne era bisogno... Non dovevi preoccuparti per me... Grazie... Clint... Sei sempre troppo premuroso con me... Disse passandosi dietro alla nuca una mano con espressione imbarazzata... 

(pic)

Spoiler

20181217_182707.jpg.3f9173788c6cbec03f29ff80a1954ef3.jpg

Poi si avvicinò per abbracciare l'adepto dei draghi. Quando abbiamo risvegliato Anzalisivar avrei voluto fossi lì con me... Devo essere sincera... Sono andata nel panico... Era molto più grande di quel che pensassi... Disse con aria un po' abbacchiata. Eff... Diamo il massimo okay? I Fiordi hanno bisogno di noi. Concluse guardando negli occhi il giovane, restituendogli poi la coperta... 

La glantriana ebbe modo di fare qualche giro e concludere qualche acquisto... Tra cui il cambio dei suoi abiti che erano in codizioni pietose. Completamente sporchi. Conclusi i suoi giri Celeste mantenne quella promessa fattale alla sua altra metà. Gli occhi divennero completamente illuminati, pieni. Eroe si diresse da Tonum... 

Tonum

Spoiler

Con qurgli occhi senza forma guardò attentamente il chierico delle tempeste... Si sedette accanto a lui sorridendogli solarmente. Per poi... Ehy Tempesta. Disse ridacchiando... Hai trovato ciò che cercavi? Hai trovato il tempio? 

La Borealis fece finalmente per scaldarsi al fuoco del campo, osservamdo con cura gli uomi e le donne del Nord... E parlando proprio di loro, il guerriero dei Fiordi le si avvicinò. Celeste lo guardò senza essere sorpresa da ciò. Si alzò e lo seguì tranquillamente. 

Bjorn

Spoiler

Ascoltò per filo e per segno il discorso del nordico. Il suo sguardo era serio... Così come la freddezza di Bjorn. Una volto giunto alla conclusione l'albina pose le mani a pugno su ambo le coscie ed abbassò il capo in segno di rispetto e gratitudine. Anche io voglio che siano felici. Voglio aiutarle. Voglio aiutarle a convivere, sperando trovino l'amornia. Voglio starle accanto... E sarò responsabile di qualsiasi cosa le accada... La proteggerò con la mia vita. Disse per poi alzare il capo... Grazie... L'atmosfera era congelata... Sembrava che il tempo fosse fermo... Per qualche secondo il silenzio più assoluto... Poi Celeste prese la parola nuovamente... Bjorn... Eroe ti saluta. E... Vorrebbe farti una domanda... Come hai saputo di lei? Del suo nome? 

Arrivata l'ora di pranzare la ragazza dal sangue nero prese la sua scodella di zuppa... Facendo però fatica a mandare giù i bocconi... Mangia... Uff... Non capisco perché ti ostini a non mangiare. Ho lo stomaco piccolo... E consumato...Sì... Ma hai perso anche più di un litro di sangue ultimamente... Quindi... Mangia... Uff... Ci provo. Ad agio la ragazza mandò giù a sorsate la zuppa con i bocconi carne... Rimase stupefatta dalla voracità con la quale, invece, Seline stava sfoggiando. Quando quest'ultima fece quel gesto col piatto la ragazza alzò una mano intendendo che una porzione per lei era più che sufficiente... Poi si avvicinò piano piano a lei... 

Seline

Spoiler

Ehm... Ehy cara. Ascolta vorrei che riprendessimo quel discorso... Disse indicando col mento Clint. Ho bisogno di capire... E vorrei che con me fossi sincera. Perfavore... 

 

Celeste sarebbe successivamente rimasta accanto al fuoco sino alla chiamata con gli Jarl. Tenendo nella mano sinistra l'orologio ed in quella destra un curioso cristallo arcobaleno che continuava a sfumare tonalità e cambiare colore. 

X DM

Spoiler

Acquisti:

abiti invernali e pelliccia (indossa subito assieme alla sciarpa del calore) 116mo

Vende:

Bacchetta Individuazione del magico

Bacchetta luce

Pozione Resistenza Fuoco 20

(dopo modifico coi prezzi) 

 

Edited by Organo84

Share this post


Link to post
Share on other sites

Seline

x Celeste

Spoiler

Si sofferma dalla sua famelica voglia di carne, considerando che in questo momento necessita di mangiare per due e non solo per se stessa, portando gli occhi scarlatti su Celeste per qualche istante e sollevando un poco il sopracciglio destro per mostrare perplessità. Lo sguardo cade su Clint, storcendo un poco il naso e tornando sulla propria zuppa, finendo quella porzione, prima di poggiare la scodella vuota ed osservare Celeste.
Cosa vuoi capire?
Chiese inizialmente, mentre Yunisha si avvicinò alla propria padrona, adagiandosi vicino al focolare ed osservando la coppia di donne intente a parlare.
Sei gelosa?
Quella fu la domanda successiva, iniziando a mostrare un sorrisetto divertito sulle labbra e accendendo un certo interesse, facendo smuovere quella coda.
Oh tesoro.. Non dovresti essere gelosa. Lo sai che sei graziosa, adorabile e non potrei fare a meno di te.
Disse per poi iniziare a mostrare un volto più serio e tornare a guardare Clint.
E' proprio per questo che ho bisogno di Clint, capisci? Lui è molto.. Interessante e utile... Ma spero tu comprenda che si tratta semplicemente di un interesse che porto avanti per noi. In questa maniera riuscirò ad avvicinarmi alla meta e potrei donarti qualche soffio di vita in più. Non vuoi lasciarmi qua da sola, giusto?
Chiese in quel momento per portare avanti le sue mani e stringere quelle dell'elocatrice.
Devi fidarti di me, Celeste. Del nostro rapporto.. Mh?
Mostrò un sorriso per poi cercare di baciare la ragazza sulle labbra, prima di tornare a guardare il resto del gruppo.
Eravamo così vicine a Tharizdun, ma ha deciso di portarci via..
Mormorò infine nell'osservare Anzalisilvar.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ariabel

ETCHIU'! starnuti' Ariabel per l'ennesima volta, mentre tutta la sua compostezza ed eleganza venivano annullate dalla massa informe di pellicce e coperte che la coprivano e dall'enorme naso rosso che continuava a scolare. Il mondo esterno le arrivava sfocato a causa della febbre ma se non altro, l'alta temperatura corporea, le faceva sentire meno il freddo. Arrivata all'accampamento gli sguardi di speranza e le domande dei soldati, uniti alla sua pietosa condizione, la fecero sentire momentaneamente inadeguata e fu' con sollievo che accetto' le immediate e premurose cure di Clint.

Grazie Clint, ora sto' meglio.

Ben trovati guerrieri, esordi' rivolgendosi agli uomini che li avevano accolti, siamo viaggiatori e cavalieri fedeli a Firedrakes e si', siamo giunti per combattere con voi; spero non vi dispiaccia se vogliamo rubarvi un po' di divertimento disse tentando di infondergli un poco di fiducia nonostante la gravita' della situazione.

Non siamo tanti ma abbiamo appuntamento qui con qualche altro compagno  e...to' guarda, sembra che siano arrivati anche loro o almeno Ariabel sperava fosse cosi' perche' altrimenti quell'enorme drago d'argento che li puntava sarebbe stato davvero un grosso problema.

Il poderoso battito d'ali di Anzalisivar ebbe l'effetto di ricoprire l'elfa di gelide schegge di ghiaccio prima che la protettrice del Nord atterrasse trasformandosi.  Ariabel non pote' che sussultare e gioire, ce l'avevano fatta.

Protettrice del Nord e' un onore, io mi chiamo Ariabel e sono lieta che i nostri compagni siano riusciti a raggiungerla disse portandosi la mano destra sul cuore e piegando il busto in un marziale inchino.

Inchino che venne poi spezzato dall'arrivo impetuoso di Seline. Seline non stai bene? disse prendendola per le spalle e tenendola ferma di fronte a se', di modo che non avesse modo di distogliere lo sguardo. Le poggio' poi le labbra sulla fronte come usano le mamme per controllare la temperatura ai bambini. Mettiti al caldo e mangia qualcosa, poi mi racconti.

Saluto' poi felice tutti gli altri congratulandosi per il buon esito della loro missione, noi purtroppo abbiamo fallito disse con un enorme senso di colpa e un dolore tremendo facilmente riconoscibile negli occhi, non  eravamo pronti a cio' che abbiamo visto a Blavandshok, era qualcosa di nuovo e assolutamente diverso da una semplice prigione, era...non lo so', un orrore talmente vasto da non avere alcun senso.

Attese infine che Clint finisse di curare Celeste prima di andare ad abbracciarla. Vino? direi che ne abbiamo proprio bisogno!

Spoiler

per i soldati e Anzalisivar Diplomazia +22

 

 

 

Edited by shadizar

Share this post


Link to post
Share on other sites

Zhuge Liang

L'esercito del Nord

Trasportato tra gli artigli di Anzalisivar Liang rischiò di assiderare. Il freddo del Vero Nord era superiore alle sue previsioni e persino la sciarpa magica unita ai suo vestiti invernali non bastò a proteggerlo dal rigore del gelo. Tuttavia, potè ammirare la vista del grande esercito degli Jarl da una posizione favorevole, rimanendo stupito dalla potenza dei signori del nord. Un esercito sterminato... Ma mortale, al contrario delle forze dei nostri nemici. Anche se abbiamo con noi la Protettrice del Nord la situazione potrebbe essere disperata...

Amici tra i ghiacci

Il cuore del mago d'oriente si colmò di gioia nel rivedere i compagni sopravvissuti all'assedio ed al viaggio verso nord. Amici, felice di ritrovarvi ancora una volta. La voce si perse per un attimo, ricordando il compagno perduto. Non avuto l'onore di conoscere bene Edriust, ma la sua dipartita mi rattrista. Che la sua anima possa trovare la pace. Si fermò a parlare brevemente con ognuno dei compagni ritrovati.

Flurio

Spoiler

Bentrovato cavaliere, io e Lady Nicolette vi salutiamo. Finalmente, nelle terre del ghiaccio eterno, gli Avercels si riuniscono! Sorrise. Ditemi della vostra missione: quali pericoli avete affrontato, nobile Flurio?

Clint

Spoiler

Figlio dei draghi, bentrovato! Come vedi, abbiamo riportato indietro la Protettrice del Nord. Immagino che l'incontro con gli Jarl sarà cruciale per ottenere informazioni, ma ci sono cose di cui dovremmo discutere, prima. Che ne pensi?

Ariabel

Spoiler

Salve, elfica signora. Ci stiamo avvicinando ad una delle antiche dimore della vostra gente, la perduta Lorien. Come vi sentite all'idea?

Tom Po

Spoiler

Saggio monaco, bentrovato. Sono addolorato del triste destino toccato al compagno felide Edriust. Eravate arrivati a conoscervi?

Tonum

Spoiler

Dunque, pio Tonum... disse, evocando la sua lama di fulmini in mano, un sorriso sulle labbra... Hai trovato quello che cercavi? La Dea dei Cieli Tempestosi ti ha preso con sé?

Chandra

Spoiler

Salve, dama d'argento! La signora d'argento che torna dalla morte, una guerra che si avvicina, una terra di ghiaccio eterno... Sembra che ci siano tutti gli elementi giusti per una grande canzone, non credete?

Prepararsi al meglio

Liang si rivolse agli incantatori dell'esercito del nord, chiedendo loro di potenziare con una magia di resistenza contro il gelo i suoi abiti invernali, spendendo gran parte delle sue sostanze. Vedere la sua borsa semivuota lo preoccupava leggermente, ma le monete ottenute dai giganti morti e soprattutto la ritrovata sensazione di protezione contro il freddo lo consolavano leggermente. Colse l'occasione di chiedere informazioni ad uno dei mercanti del campo mentre riforniva le sue scorte, mostrandogli una sola delle monete di platino. Ditemi, coraggioso mercante: un servitore della regina di ghiaccio aveva questa moneta nella sua borsa, quando l'ho presa dal suo cadavere. Sono monete valide o solo un conio fasullo, creato per vanità dalla folle signora di Lorien?

xDM

Spoiler antamento degli abiti invernali con resistenza al gelo 5: 4000 mo.

Costo incantamento resistenza al freddo 5 abiti invernali= 4000 mo.

Costo per comprare la pozione di ristorare inferiore e ripristinare la borsa dei componenti per incantesimi= 255 mo.

Contromisure per il freddo: Abiti invernali+Pelliccia+Resistenza al gelo 5+ Sciarpa del calore.

Liang vende una pozione di resistenza all'energia (fuoco) e una spada lunga +1, quanto ricava?

Cure: visto che le cure di Liang sono state rifiutate dagli altri, usa le tre cariche della sua cintura su sé stesso separatamente, guarendo in tutto 6d8 danni.

Attendere ed ascoltare

Alla fine, Liang si sedette ad aspettare l'incontro con gli Jarl, mangiando la zuppa calda offertagli e ascoltando le conversazioni dei suoi compagni, godendo della ritrovata compagnia.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Oceiros

La protettrice del nord si rivelò assai più intelligente e meno ipocrita del figlio, cosa che Oceiros si appuntò mentalmente in quel frangente. Il viaggio non fu affatto gradevole per i suoi compagni ed a parte offrire del brandy per poter godere un poco del calore dello stesso non poté far molto.

Quando finalmente toccarono terra, avrebbe voluto baciarla ma evitò per darsi quantomeno un tono. 

Osservò gli altri membri della compagni, anch'essi infreddoliti ma forse più feriti nell’anima e nell’orgoglio, piuttosto che nel corpo. Parlò quindi con tutti

<<Felice di rivedervi, a tutti quanti. Temo di essere inopportuno, ma vorrei mi raccontaste cosa è successo, che CI raccontaste cosa è successo. Poi, brinderemo per Edriust, che se Lady Vedra mi disse ciò che ricordo, era un mio...collega, diciamo.>> disse con voce calma, forse un poco rotta dalla preoccupazione? 

Quando Clint si avvicinòa Trull e Celeste, si avvicinò anche lui, estraendo le pergamene. 

<<Trull, un poco di pazienza...>> disse mentre cantava l’incantesimo per ristorare la sua mente dai danni del wendigo. 

@Bomba

Spoiler

Due pergamene di ristorare inferiore sulla saggezza di Trull.

Si avvicinò poi a Tonum <<Sono dispiaciuto che tu non abbia trovato ciò che cercavi...il tempio era deserto?>> gli chiese con interesse.

 Quando poi si riunirono a mangiare, iniziò a passare a tutti dei bicchieri con del brandy, alzandolo in un muto brindisi.

Agli acquisti avrebbe pensato dopo. 

Spoiler

3 bacchette di vigore minore e due di cura ferite leggere, un contatto di Nepthas 

 

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Trull Tanner, il raggelato

L'esperienza di quel volo fu un'assoluta novità per Trull.
Non era certo la prima volta che si librava in aria, incantatori di varia risma gli avevano conferito la capacità di staccarsi dal suolo diverse volte, per affrontare con la sua catena chi si era illuso di starne lontano, a distanza di sicurezza, grazie ad un paio di ali o ad una scopa Nimbus. Questa volta il vento sferzava il suo volto come in una intermittente tempesta di neve, al ritmo del battito d'ali di Alzalisilvar, la maestosa femmina di drago che li stava portando verso il Nord, tutti al contempo fra i suoi artigli. Freddi. Il vento si infilava fra i vestiti, sotto la pelliccia, perfino tra il collo e la magica sciarpa che avrebbe dovuto tenerlo al caldo come un uovo sotto la sua chioccia. Una volta si era scavato una buca nella neve per cercare riparo, perfino là era stato più al caldo, col prezioso fiato che rimaneva intrappolato dentro la coltre bianca invece che sfuggire via a svariate miglia orarie!

Quando mise i piedi a terra, capì di essersi conciato la gola per le feste. Non che fosse uno dalle molte parole, ma si aspettava fiumi di conversazioni da lì a poco, e quel fastidio all'ugola l'indispettiva alquanto. Era come tenere una specie di piuma proprio sul bordo, e non riuscire a scostarla nè dentro lo stomaco, nè fuori dalla bocca. Tossire ripetutamente non lo aiutò affatto a spostare quella piuma, e ne concluse che presto avrebbe probabilmente perso la voce. Certo che, come primo dono di Anzalisilvar, lasciava piuttosto a desiderare.

Mentre recriminava in tal modo, la draghessa mutò in forma umana, per poi mettersi a parlare. Trull trovò mirabile la trasformazione sebbene l'esito finale fosse, a suo parere, perfettibile. Affascinante, certo, per gli standard umani. Si portava certamente bene i secoli che gravavano sulle sue spalle e nessuna traccia perfino della recente morte. Si chiese se Anzalisilvar fosse in grado di acquisire la forma desiderata di qualsiasi razza. Sarebbe stato strano che fra tutte fosse limitata a quella umana, e non potesse rendersi, ad esempio, una ninfa di lago o addirittura, perchè no, una nana. Osservandola, si ricordò all'improvviso che era una madre... un tantino snaturata, ma pur sempre una madre, eppure notevolmente in gamba... si chiese se ci fosse un nome per le madri così...

Seline interruppe la trance in cui era caduto nell'immaginare Anzalisilvar con un viso più paffutello, una statura più consona, un paio di natiche appena più pronunciate. La sua domanda impertinente gli riportò un po' di colorito sulle guancie paurosamente sbiancate dal freddo, che fino ad un attimo prima facevano a gara di candore con i suoi capelli. Non era imbarazzo, però, era collera. Testadariete però rinunciò ad un colpo di testa, i loro ospiti non si meritavano di vedere liti fra quelli che si supponevano essere i loro rinforzi. Si limitò a prendere il libro dallo zaino e passarlo alla tiefling. Non era stato mai neppure aperto, da lui, anche se i Puzzi ne avevano fatto sicuramente uso, ed anche abuso. Lo porse, gentilmente, resistendo anche all'impulso improvviso ma improvvido di gettare il libro nella neve ai piedi della femmina. Più per rispetto alla letteratura... va beh!!!... alla fragilità della carta, che verso colei che lo pretendeva indietro.

Spoiler

"Non ne ho approfittato. Ho semplicemente avuto troppi pensieri per la testa. Letteralmente!"

Consegnato il libro, si voltò intorno, finalmente osservando il luogo che lo circondava, e le persone che vi erano. Perché invero c'erano volti che Trull era lietissimo di vedere.
Accadde quel che sempre accadeva.

Clint si avvicinò e si prese cura di lui.

E di Celeste, anche, lì vicino a loro. Più di lei che di lui ma che importava. Era il buon saggio Clint, in carne, squame ed ossa, a fare il padre giovane di un figlioccio molto più attempato. "Hai ragione, non eravamo pronti. Nessuno... nessuno sapeva!" ribadì il nano, come se la semplice enciclopedica cultura di Clint sarebbe stata sufficiente ad evitare a tutti loro quanto subito per il freddo. "Ma è stato solo il volo, quest'ultimo, a procurarci questi malanni. Diversamente abbiamo affrontato giorni di scalata, e perfino un paio di valanghe, senza il minimo problema con le temperature. I problemi sono stati altri... ed io devo scusarmi con te, Clint. Delle mille cose che ti ho detto in quei giorni, in cui ero vittima delle illusioni del wendigo, non so quali ti siano giunte e quali no... anche se ricordo distintamente che solo una volta mi hai risposto a chiare lettere anzicchè a mugugni, ed io quelle parole ho riportato ai miei compagni." L'effetto del tocco rinvigorente dell'adepto si fece sentire subito, sebbene non potesse vedersi all'esterno. Altre bruciacchiature, altre ustioni, sulla pelle coperta dall'armatura, diventarono semplice arrossamenti. "Se solo potessimo averne altri tre come te, caro Clint, in questa squadra! Adesso sarei bello e sano!". Si sforzò di sorridere, ma un colpo di tosse gli deformò il volto e si ritrovò a desistere. 

A loro, a quel punto, si avvicinò anche Oceiros, e subito Trull si rese conto che l'uomo aveva in mano delle pergamene per curare la sua mente. Gli fece cenno di no con la testa e con le mani. Parlando ai due uomini, spiegò "Oceiros ha fatto molto, per la mia sanità mentale, in quei giorni in cui il senno pareva abbandonarmi a fiotti. Ma non occorre che tu lo faccia ancora, ora. Non ho nulla che una buona notte di sonno non possa curare, e penso che in questo accampamento almeno una ci sarà consentito di averla. Non sprecarle, sono troppo preziose. Serbale per il futuro... o se dovessimo trovarci improvvisamente di nuovo in partenza."

Clint si congedò, e Trull non potè che lasciarlo andare, a malincuore. 
Un uomo drago come Clint era, e con le qualità che metteva in campo indipendentemente dalle sue origini, non poteva essere appannaggio di un solo individuo.

Trull allora, solo parzialmente rinfrancato, si avvicinò a Tonum. Sorrise verso di lui, un sorriso sincero ma tirato, di chi si sente in colpa di gioire per qualcosa che rattrista invece l'altro. 

Spoiler

"Tonum, amico mio. Ti rivedo ed il mio cuore ritrova ancora un altro po' di calore. Sebbene sia triste per le circostanze che hanno consentito, o forse obbligato, il nostro ritrovarci, spero non ti dispiacerà ricevere il mio abbraccio."

*******

Quando più tardi riebbe Clint a sua disposizione, gli mostrò le monete particolari che avevano trovato nelle bisacce dei giganti morti fuori dall'antro di Anzalisilvar. "Abbiamo trovato questi guardiani già morti, e sull'ingresso il simbolo del triangolo nero. Qualcuno ci aveva spianato la strada, lasciando che raggiungessimo Anzalisilvar per poterla rianimare senza dover combattere ulteriori battaglie. E' stata una fortuna, poichè eravamo stati molto provati dalla battaglia con il wendigo, e ancora non eravamo del tutto in sesto dopo la disavventura con i Puzzi. Comunque, nelle loro bisacce c'erano queste monete, di platino, le vedi come sono coniate? Si direbbe il volto della Regina del Gelo." Mostrò all'amico delle monete di platino di forma quadrata e con inciso da un lato il profilo di un bellissimo volto di donna, mentre dall'altro lato era inciso il simbolo di un fiocco di neve, riprodotto nei minimi dettagli. "Pensi che possa liberamente scambiarle con moneta corrente da queste parti? E' pur sempre platino." Nel rarissimo caso in cui Clint non avesse avuto un'opinione, ne avrebbe mostrata una a colui che distribuiva la zuppa, affermando di averla trovata e di volerne conoscere il valore. Sperando di non mettersi nel guai. Della zuppa, bene o male, se ne sarebbe preso comunque una razione abbondante, e ben calda.

Spoiler

Trull ha già abiti invernali per 75mo. E lo scaldacollo in pelliccia di visone. 

Gli abiti e le pellicce disponibili qua sono diversi, offrono maggiore protezione, oppure hanno effetto cumulativo (più abiti = più protezione)?

 

Edited by PietroD

Share this post


Link to post
Share on other sites

Celeste(Umana Elocatrice) 

Seline

Spoiler

Dannazione... Quel poco tempo in cui era Seline presente adesso è tornata Evelynn... Non che mi dispiaccia, ma avevo bisogno di sentire anche lei... Con chi stai parlando? Con... Te? Credi che me ne freghi qualcosa? Grazie... Meno male che tu approvi le mie scelte... Tsk! Chiamami quando vorrai deciderti di focalizzarti sul problema della Xorvintaal e sulla guerra in atto... O su qualsiasi cosa non riguardi quella donna... 

Celeste ascoltò il discorso dell'abissale che raggiunse l'apice quando quest'ultima tentò di baciarla. L'albina pose una mano sulla spalla della stregona fermandola e spingendola delicatamente indietro. Quindi, non ti basto... Disse semplicemente per poi riprendere in mano il cucchiaio e facendolo girare un po' dentro la scodella senza allungare alcun boccone alla bocca... Lo sguardo della ragazza era fisso verso la ciotola... Pensieroso... Non ti lascerei mai da sola... Però... Una meta? Cosa vuoi dire? 

Quando poi nominò il dio folle l'elocatrice posò la ciotola non ancora mezza iniziata, allontanandola da se, come se fosse sazia. Credevo che, come mi disse l'ultima volta Seline, avremmo cercato un modo alternativo, insieme, per liberare vostra sorella dalla prigionia. Tra l'altro sono curiosa di conoscerla... Ora che ci penso... Mi dispiace che abbia assisto a noi che... Che... Bhe... Comunque. Qualcuno sta agendo per conto suo... Dubito sia lui, se ciò che ho studiato si è rivelato corretto. Celeste pensò poi a quelle parole... Ciò che sapeva su quella divinità... E ciò che sarebbe andata incontro Seline ed Evelynn se non si fossero tirate indietro. Ma che dico loro... Tutta Arth e forse di più... Devo solo... Farle cambiare idea. Che vuoi che sia... Facile no? Per i Divini... 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Chandra

Chandra lasciò che Ariabel facesse le dovute presentazioni presso i guerrieri del nord visto che sentiva ancora ben presente l'ombra del fallimento sul gruppetto appena arrivato. La morte di Edriust non era servita a nulla e non avevano riportato nessun risultato degno di nota se non l'essere venuti a conoscenza dell'interesse della Regina del Gelo per Bjorn. 

 

Sovrappensiero si fece in disparte mentre erano iniziate le dovute presentazioni quando vide nel cielo in lontananza la sagoma della dragonessa d'argento in tutto il suo splendore dirigersi verso l'accampamento. Fece involontariamente un paio di passi in direzione di Anzalisilvar per godere della vista di quel momento ed ammirò tutta la maestosa potenza che dimostrava anche solo sbattendo le ali. 

 

Se la magia l'aveva protetta dal gelo, quella vista fu la prima cosa a farle provare un brivido lungo tutta la schiena fino alla punta della coda mentre con lo sguardo in alto seguiva le evoluzioni aeree della Protettrice del Nord come un bambino che guarda un cavaliere con una scintillante armatura in sella al suo destriero. 

 

Il gruppo guidato da Trull ruzzolò malamente fuori dalla zampa di Anzalisilvar e la barda provò quasi imvidia per aver goduto di un passaggio cosí nobile e raro. Si prodigò nelle cure dei compagni più feriti anche se ciclicamente le cadeva lo sguardo dietro le spalle del suo interlocutore per controllare dove fosse la draghessa. 

Quamdo la stessa invitò il gruppo a presentarsi, Chandra si fece avanti emozionata per conoscere finalmente uno dei draghi d'argento più antichi e saggi del mondo: Piacere mia signora, io sono Chandra, servitrice di Bahamut, cantastorie ed incantatrice. - disse spiegando le ali e facendo un profondo inchino - È...è un onore conoscere la madre di Emercuryadar, aspettavo da molto questo momento: incontrare una delle madri dei draghi che fanno parte del sangue nel mio corpo. A proposito...vostro figlio dov'è? Qui ancora non l'ho visto... 

  • Like 1
  • Sad 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Clint Connor (prima - o dopo - le domande alla Mammadraga)

"Il metallo ha il potere che i popoli decidono di dargli ed il conio ha un valore intrinseco ed estrinseco... in generale, le monete sono di materiale prezioso stemperato ed appesantito da leghe o metalli più scadenti... Ma il cuore del singolo pezzo è quanto gli dà vera forza e difficilmente un pezzo simile verrà rifiutato in toto. 

La moneta è il valore fungibile per antonomasia", provò a spiegarsi Clint, soppesando la moneta mostrata da c Trull, partorendo però un monstrum di spiegazione che pareva più sottrarre che aggiungere. 

"Non crucciarti delle tue comunicazioni, amico mio... esse sono state sufficienti al loro scopo... e mi felicito di avere conferma diretta del vostro successo... mentre noi abbiamo marciato verso, attraverso e lontano dal fallimento più nero. 

La storia del marchio mi suona e, sebbene la cosa vi abbia portato giovamento, comincio a dubitare. 

Ma ora, su, dimmi... c'era più che il solo freddo a piagare il tuo corpo? Posso in qualche modo aiutarti ancora? Necessiti di nuove cure?".

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

DM

x Trull, Zhuge, Celeste e Bjorn

Spoiler

4 DANNI curati a Celeste con il cura ferite leggere

6 DANNI curati a Bjorn con il cura ferite leggere

23 DANNI curati a Zhuge con la cintura

tutti i danni alla Saggezza curati per Trull

x Zhuge

Spoiler

Dalla sola vendita dei suoi oggetti, Zhuge guadagna 1310mo

Il mercante cui si rivolse, un omaccione dalla barba bruna e con un elmo cornuto in testa, fu molto cordiale durante le compravendite con l'uomo del Katai. Alla domanda posta, osservò le monete proposte da Zhuge Potremmo dire entrambe rispose Sono opera delle fucine della Regina del Gelo, un'idea che consideravo strana all'inizio, ma che ha permesso di unire meglio le economie dei giganti e dei bugbear. Inizialmente la maggior parte dei mercanti non voleva avere a che fare con questa roba trovata nei corpi dei caduti, ma dopo parecchie discussioni e dopo aver pesato la valuta siamo giunti alla conclusione che è una valuta accettabile. Certo, non ci sogneremmo di diffonderla in giro, ma il valore della moneta è perfettamente bilanciato dal peso del platino di cui è composta e a noi basterà fondere il tutto in lingotti per poter smerciare ovunque concluse con un sorriso.

Le maniere di Ariabel, unite alla sua presenza, valsero molti commenti da parte degli uomini del nord, in particolare apprezzamenti sulla donna giunta tra loro Se tutte le elfe fossero così mi trasferirei al sud! si udì, così come Beati i genitori umani dei mezzelfi e il salottiero Un brindisi alla figa! il tono goliardico contibuì a sollevare il morale delle truppe, una nota di allegria in quell'ennesima giornata talmente fredda da essere priva di precipitazioni.

Nessun disturbo disse Anzalisilvar in risposa a Clint, carezzando il suo viso con una delle sue delicate mani per poi passare a quello di Chandra e invitarla ad alzarsi In voi scorre del sangue di drago, laddove ciò non è evidente il vostro odore non mente disse Questo mi conforta, avremo bisogno di tutto l'aiuto possibile oltremodo commossa dalle belle parole della barda, Anzalisilvar la trasse a sé per un abbraccio materno. Tuttavia la forza della dragonessa non fu calibrata a perfezione e la cantastorie si trovò d'improvviso stretta il viso appoggiato sul seno della Protettrice del Nord, che la cullò per qualche attimo Sei davvero premurosa, Chandra. Emer è rimasto indietro rispose infine, sciogliendo la poderosa dimostrazione di affetto Se quell'allocco non si perde, ci raggiungerà tra un po' concluse mentre Seline, Bjorn e gli altri interessati fecero capannello attorno al fuoco su cui era stata preparata la cena. La dragonessa in forma umana fece compagnia, sebbene a discapito della forma originaria si limitò a mangiare un solo piatto della zuppa offerta dall'addetto nordico che non le staccò gli occhi di dosso un solo istante. Durante la cena ella scambiò alcune rapide parole con Havard, con la dragonessa che annuì.

Al termine del pasto Anzalisilvar si rivolse agli eroi Come dissi ai vostri compagni, molto del tempo che ho passato prima della mia caduta era stato rivolto a ricerche e a studi sui nostri avversari. Frostyazzar e Syberillin sono membri attivi della Xorvintaal, il corrispondente degli alfieri su una scacchiera. Frostyazzar, la femmina, è la più scaltra tra i due. Fu lei la prima a devastare Lòrien con il suo soffio e spegnendo sul nascere la possibilità di avere l'aiuto degli elfi del gelo nella guerra. Syberillin, suo compagno, si adoperò invece per distrarre gli jarl per mezzo di suo figlio, l'ottuso ma potente Kumalog, che guidò tribù di bugbear in assalti ai confini dei feudi, prima di essere mandati a sud una volta che la Regina del Gelo fece la sua comparsa in campo.

Anzalisilvar si aggiustò a sedere sulla pelle di alce scuoiata che era stata posta come stuoia vicino al fuoco Per quanto potenti, i draghi bianchi non sono molto astuti. In compenso la Regina del Gelo è stata in grado di unire i giganti del gelo e tutti i sottoposti che riusciva a trovare, iniziando una campagna militare senza precedenti la dragonessa iniziò a misurare quindi le parole con attenzione E lo fa per uno scopo preciso, che era a noi oscuro finchè le sue azioni non lo hanno palesato. Prolungare la sua vita per mezzo di Bjorn disse volgendo lo sguardo sul membro della compagnia Ella sa che tu hai un potere all'interno di te, che ti rende differente da qualunque altro uomo del nord, perfino da tuo padre... disse.

Che è qui presente Havard trasse un profondo respiro, per poi rivolgersi al gruppo e quindi allo Skaldsson stesso Bjorn, io sono tuo padre disse con voce resa roca dal freddo Speravo che il pericolo non giungesse per te e per quella che hai sempre interpretato come una maledizione, ma dopo ciò che ho sentito a Blavandshok ho capito che la Regina del Gelo non sarà contenta finchè non avrà preso il tuo corpo e non lo avrà aperto a metà per ottenere ciò di cui ha bisogno, vale a dire ciò che le serve per ottenere la vita eterna. Un'occasione troppo ghiotta per i draghi cromatici, che le hanno fornito i mezzi per mettere a ferro e fuoco il nord e tagliare ai regni del sud dei potenti alleati per la guerra.

Anzalisilvar riprese la parola Definire questo un assedio sarebbe riduttivo disse Non biasimo gli jarl per aver provato ad arginare la marea di nemici che stavano calcando i territori dei villaggi, ma fino al momento del nostro arrivo questo sarebbe stato solo il primo avamposto a cadere una volta che la Regina del Gelo avesse avuto intenzione di muovere tutte le sue truppe. Ora però ci siete voi e io, una cosa che ella non si aspettava e che potrebbe darci una speranza.

x Bjorn e Seline

Spoiler

Havard pareva molto nervoso quando conferì in privato con l'ardent e la tiefling in un angolo del campo Anzalisilvar ha avuto rispetto del mio riserbo e gliene sarò grato in eterno, ma tu devi sapere tutta la storia fino in fondo. Forse è solo la curiosità a trattenerti dal picchiarmi o decapitarmi, in ogni caso ti chiedo di aspettare fino a che non avrò finito di parlare. Poi potrai fare quello che vuoi, hai la mia parola esordì.

Tutto ebbe inizio con la tua nascita, non un parto normale poiché tua madre era più di ciò che l'apparenza suggeriva spiegò la spia Ella non era del nord, né di qualsiasi parte di Arth, ma veniva da un altro mondo. Esistono piani come i nostri, abitati da creature che neanche ci immaginiamo. E prima della sua distruzione il suo mondo, Eberron, era una landa piena di immensi poteri. Tuttavia ella fuggì prima della distruzione ad opera di forze oscure e si rifugiò su Arth, unica esule del suo popolo chiamato Kalashtar, di cui tu fai parte disse indicando il figlio Pensaci, sai fare cose che quasi nessuno è in grado di fare. Questo è il risultato del potere che il tuo popolo possedeva, un potere che nessun altro ha in nessuna parte di questo mondo.

Ma non era un potere facile da gestire, anzi era molto pericoloso per certi versi. E dato che tua madre non sembrava disposta ad aiutarti, distrutta dal suo cordoglio, fu allora che decisi di allontanarmi io, cercare di capire come aiutarti tentando di scovare qualsiasi indizio su una cultura di un altro mondo che era stato distrutto. Fu grazie a queste ricerche che conobbi Anzalisilvar e altre persone che mi aiutarono a capire le tue origini, le stesse alle quali tua madre cerca ora di avvicinarsi, dopo essersi lasciata corrompere dal male ed essere diventata la Regina del Gelo sentenziò.

Dopo qualche attimo di silenzio, Havard proseguì Ella forse si incolpa ancora per essere fuggita dal suo mondo, ma al contempo ha terrore di morire da sola e per questo cerca di evitarlo. Tu, voi... disse puntando il dito sul petto del figlio Il potere di cui disponete non è un dono innato, bensì il risultato dell'unione tra il vostro corpo e un'entità chiamata quori. Essi erano un tempo creature malvage, ma pure dal male vi sono parìa e un gruppo di essi si unì a coloro che sarebbero stati i primi kalashtar, donandogli una innaturale lunga vita. Tua madre punta proprio a quel potere, ottenere il tuo quori. Non so per quali mezzi forniti dai draghi cromatici ella progetta di riuscire ad estrapolarlo, ma a quanto pare ritiene che con un secondo quori a sostenerla ciò potrebbe tenerla in vita all'infinito, regina immortale di una eterna landa di ghiaccio.

Ora sai la verità concluse Havard Ho ritenuto che tu e tua moglie doveste essere messi al corrente di ciò, qualora vostro figlio lo scaldo ebbe un groppo alla gola Mio nipote dovesse manifestare lo stesso potere...

x tutti, disponibilità del mercato (limite mo - 11000)

Spoiler

Modifiche ai prezzi

Oggetti che curano danni – 10% in più del valore base

Abiti invernali – 100 mo

Pelliccia (si può sommare agli abiti per una protezione migliore) - 16mo

 

Oggetti speciali scontati in vendita

1 Ascia da guerra nanica del tocco fantasma+1 (in sconto, 6330mo)

1 Stocco infuocato+1 (in sconto, 6320mo)

1 Pugnale in adamantio (in sconto, 2302mo)

1 Spada lunga+1 (in sconto, 1820mo)

1 Pozione di resistenza al fuoco 10 (in sconto, 250mo)

1 Giaco di maglia+2 (in sconto3250mo)

 

I vari mercanti hanno una riserva di monete d'oro globale pari a 13539mo per eventuali compravendite

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Trull Tanner

"Beh, sì. Un paio di palle di fuoco, mi hanno arrostito per bene la pelle sotto l'armatura. Quasi gradevole sul momento, visto il freddo della neve, ma dopo è subentrato il dolore. Non c'e' stato modo di guarirle, nè tempo, giacchè ci siamo subito impegnati nella resurrezione di Anzalisilvar e nel viaggio fin qua."

Spoiler

Trull è a circa il 60%.

 "Pensare che il wendigo aveva scelto me come suo successore, o forse come compagno, a quanto mi hanno detto Zhuge e Oceiros. Parlava continuamente con mille voci nella mia testa, spingendomi alla follia. Sarei davvero folle, adesso, se ogni mattina Oceiros non mi avesse guarito con le sue magie e pergamene, ma la sera ero di nuovo stremato come al mattino prima della cura. Starei mangiando la carne viva di sfortunati viandanti, o dei miei stessi compagni, se solo il wendigo fosse riuscito ad addentarmi per trasformarmi in un suo simile."

Share this post


Link to post
Share on other sites

Clint Connor

"Quindi, ricapitolando... a livello tattico, una volta ingaggiata battaglia, il nostro primo obiettivo sarà o atterrare o, sperabilmente, abbattere i due draghi", iniziò a rimuginare Clint, che aveva bisogno di tenere la mente focalizzata su qualcosa di pratico. Per non pensare. Per non ricordare. 

"Per quanto questo esercito possa provare ad affrontarli alla distanza, il volo, il soffio ed il loro mero effetto sui cuori e sulle menti li renderebbero terribilmente efficaci. Truppe appiedate schierate ed ammassate... per quanto si possa pensare di proteggere le forze con degli incanti, sarebbe comunque una mossa disperata ed azzardata. E sappiamo che, assieme, per quanto vigliaccamente, essi hanno già dimostrato di essere una minaccia...

Andranno impegnati con il nostro supporto volante... e col fuoco. Seline potrebbe essere la nostra arma migliore, contro di loro. Per quanto ciò significhi tenerla nella retrovie finché i Bianchi non si manifesteranno. Il che, presumo, dipenderà in gran parte dalla loro capacità di iniziativa autonoma. Se è la Regina a dettare le regole di ingaggio, potrebbe aspettare di avere già indebolito le nostre forze, per saggiarne capacità e consistenza... Non dimenticandosi che Velleri, a questo punto, si sarà presumibilmente ricongiunto con la Regina. E ne sappiamo già, ormai, la misura di comando e pianificazione. 

Normalmente, non mi aspetterei grande disciplina o flessibilità da un'orda di giganti e Bugbear, appoggiati da una coppia di Grandi Vermi nivei, ma stavolta dobbiamo considerare un nemico potenzialmente organizzato. 

Volo, fuoco e incanti contro il gelo per affrontare i draghi; attacchi mirati, rapidi e - temo - terribilmente a rischio per intercettare ed eliminare la Regina e Velleri. 

Dobbiamo capire dagli Jarl se hanno una stima delle quantità nemiche e delle loro composizioni".

Clint si guardò poi attorno, rendendosi conto di avere, al solito, sproloquiato senza sosta. 

"Ah, sì, scusate... pensare a voce alta mi aiuta a focalizzare...", aggiunse, prima di mettersi zitto, a gambe incrociate sulla neve, come se stesse aspettando qualcosa. 

Con Trull

"Un... Wendigo? Affascinante... Ma meglio per te e per voi tutti che ci fossero delle menti sveglie come quella del Molto Onorevole Zhuge e di quell'Oceiros che mi è tuttora di fatto ignoto, con mio rammarico. Ne ho già sentito parlare bene da più voci, la tua in primis. Dovrò rimediare. 

Se sopravviveremo.

Ma adesso pensiamo a quelle ustioni da fuoco. Sebbene io non possa farti ricrescere la barba, purtroppo, amico mio. Temo ti toccherà sembrare una sbarbatello di appena dieci lustri ancora per un po'...", spiegò Clint a Trull. 

Cure (DM, Trull)

Spoiler

4 x Vigore Inferiore (44 pf guariti)

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Tonum

Diversi, fra i compagni ritrovati, mi chiesero del tempio di Aerdrie Faenya, o comunque mi interpellarono. Li guardai con un mezzo sorriso.

Ehilà. Ho trovato il tempio, ma l'unico sacerdote rimasto mi ha obbligato a liberare il Nord prima di introdurmi al culto di Aerdrie Faenya. Quindi sono qui, dovrete sopportarmi ancora un po', purtroppo. Raggiungerò il sacerdote a Gedser una volta sistemata la Regina di Ghiaccio, se gli dei lo vorranno. A voi come è andata? Sembrate usciti da una battaglia campale, ma è evidente a tutti che siate riusciti a raggiungere il vostro obiettivo, a differenza nostra.

Scambiai due parole in più con Celeste.

Ben ritrovata esordii, senza falsi sorrisi questa volta Ho trovato il tempio, ma come avrai sentito, non è bastato. Non basta mai quello che faccio. Nè per raggiungere i miei obbiettivi, nè per tenermi strette le persone che amo, nè per avere il rispetto di tutti i miei compagni. Non faccio mai abbastanza, nonostante io dia sempre tutto me stesso in quello che faccio. Probabilmente non SONO abbastanza, ecco. Forse dovrei arrendermi, trovare un tempio in cui fare il guaritore a tempo pieno, comprarmi una casa e una distilleria di fuocherello e accontentarmi. Ci penserò. Voi invece? Avete conquistato finalmente il cuore della succube che vuole distruggere il mondo?

 

@tutti: 

Spoiler

Tonum cura chiunque ne abbia bisogno, ha abbastanza inc per un esercito

 

Edited by ilmena

Share this post


Link to post
Share on other sites

Flurio Pascolari (umano cavaliere)

Al presentarsi di Anzalisilvar

Flurio fece un baciamano alla dragonessa e con fare molto cortese e rispettoso disse: "Lieto ed onorato di conoscerla, io sono ser Flurio Pascolari, cavaliere della Lega degli Auleri di Garnia. Sono felice che almeno i nostri compagni abbiano avuto successo nella missione e che non sia morto nessuno. La vostra resurrezione dona nuova speranza al Nord ed alla lotta contro lo Xorvintaal. Ma ditemi dov'è il buon Emercuryadar? Come mai non è con voi?".

@Clint, quando mi applica le cure

Spoiler

"Grazie Clint. Persino bere o mangiare è stato un supplizio oggi con queste labbra. Fa un freddo dannato. Meno male che ho convinto gli altri a lasciare indietro i cavalli, Saltapicchio e gli altri non sarebbero sopravvissuti ad un clima simile. Mi toccherà di nuovo combattere a piedi, come a Huruk-Rast, non faccio più un gloriosa carica a cavallo dai tempi di Azariaxis, inizia ad essere frustrante. Sono un cavaliere, sono stato addestrato per combattere a cavallo, dannazione."

@Zhuge

Spoiler

"Non siete stato informato come gli altri tramite le pietre magiche? una dovrebbe averla Trull. Ad ogni modo è stato un disastro totale, abbiamo decisamente sottovalutato il nemico, le sue forze e l'arguzia del suo luogotenente, Paradiso Velleri, un ex diplomatico garniano senza scrupoli. Appena ci hanno scoperto ha subito dato ordine di massacrare i prigionieri e tutta la città si è allertata, ne siamo usciti salvi per pura fortuna, tranne per il povero Eidrust, per lui non c'era nulla che potessimo fare. Giganti del gelo, lupi d'inverno e bugbear in tal quantità sono davvero oltre la portata anche di un gruppo come lo era il nostro. Non siamo nemmeno riusciti a salvare la chierica a capo del culto di Aerdrie Faenya, era una garniana, veniva dal mio villaggio. Sono quasi certo fosse la sorella di Marla. E' una tragedia immane, sono distrutto dentro. Ad ogni modo dobbiamo biasimare solo noi stessi, se fossimo giunti più organizzati e preparati fin da Firedrakes o perlomeno da Huruk-Rast o a Gedster avremmo forse avuto decisamente più speranze di successo."

"Inizio a pensare che questo gruppo, io pure dopotutto, non siamo all'altezza di questo gravoso compito. E soprattutto non c'è armonia fra i suoi membri. Se riusciremo a sconfiggere la Regina del Gelo e sarà ancora vivo per godermi la vittoria valuterò attentamente il mio futuro: sto seriamente pensando di abbandonare il gruppo e prendere la mia strada. Ci sono altri modi in cui potrò rendermi più utile contro lo Xorvintaal e forse cercherò altri eroi, più affiatati e con cui mi senta più a mio agio, con cui fare gruppo per il bene del mondo e di Garnia."

@Bjorn, Oceiros, Clint e chiunque voglia ascoltare

Spoiler

Flurio si avvicinò al suo amico del nord e fece segno anche ad Oceiros e Clint di avvicinarsi per poi dire loro: "Bjorn, forse sei stanco e persino mezzo congelato come io pure, anche se le cure di Clint hanno fatto molto quest'oggi per il mio corpo, però avrei bisogno di chiederti un favore. E' evidente che non siamo preparati allo scontro, non lo eravamo nemmeno per affrontare questa missione e le conseguenze sono state la nostra disfatta a Bladivonstok ed anche voi ve la siete vista brutta a quanto ho capito. Prima della battaglia finale dobbiamo equipaggiarci al meglio, comprare pozioni pergamene, bacchette, armi adatte contro i draghi o i giganti, comprare degli oggetti magici che ci proteggano dal freddo terribile di questa landa di ghiaccio e morte. Ce la fai a fare un viaggio di andata con me Clint ed Oceiros fino a Firedrakes all'Emporio dei Sogni di Deputy Deth? E' sicuramente più fornito dei vari mercanti qui attorno, anche se certo la mercanzia magica non gli manca, ma abbiamo un rapporto clientelare di fiducia con lui e potremmo beneficiare dello sconto garantitoci dal principe Derbel dopo aver sconfitto Azariaxis." Poi il cavaliere si volse verso Oceiros e Clint: "Ci sarebbe poi un'altra questione, nonostante le migliorie che le ho apportato anche di recente, è giunto il momento di mandare in pensione questa mia vecchia arma. E' ancora perfettamente funzionante ma ho deciso di passare a qualcosa di più versatile, visto che a differenza di un tempo, mi capita fin troppo spesso di non poter combattere a cavallo come vorrei. Generalmente riuscirei a venderla a metà del suo valore come all'Emporio dei Sogni ed in genere dai rivenditori di armi, però vorrei provare a recuperare una somma maggiore e più vicina al suo valore reale. Vorrei provare, con il vostro aiuto che siete così bravi con la lingua, a rivenderla con l'aiuto magari di Deputy Deth come un arma famosa, un cimelio, in fondo è l'arma di uno degli Eroi di Firedrakes, una delle armi che ha affrontato Azariaxis, potrei piazzarla a qualche fan o collezionista. Esporre un'arma simile sarebbe sicuramente qualcosa di prestigioso per qualche arricchito o nobile che possa permettersi il suo valore o perlomeno una cifra maggiore della metà a cui me la comprerebbero Deth od altri mercanti. Vorrei chiedervi di aiutarmi a patrocinare tale iniziativa prestandomi le vostre capacità oratorie in fase di trattativa per riuscire a convincere Deputy Deth a comprarla e rivenderla in tale maniera oppure ad aiutarci, giovandoci anche delle conoscenze del Principe, a trovare un compratore interessato fra i benestanti della città."

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Tom Po

Rimasi stupito, di nuovo.
Un altro drago? Dragonessa? Ma quanti sono?

Bentrovati a tutti Mi prodigai in un inchino veloce. Stavo pian piano abbandonando i miei usi e costumi a furia di frequentare tutti questi umani, nani.. e altro.
Edriust ha combattuto la sua guerra, è caduto, ma come tutti quelli ad Huruk-Rast, parenti e amici di Trull, non sarà dimenticato, concordo con Bjorn ed Oceiros nell'unirci attorno ad un tavolo per godere del fatto che ci siamo ritrovati.. e berremo anche per onorare i caduti.

Tu sei un drago femmina, e tra quelli che ho visto sei decisamente la più aggraziata. 
E' strano.. fino a due anni fa non avevo mai visto nulla del mondo, e ora incontro più draghi che felinidi.. e non faccio in tempo a conoscerli che.. va beh. 
Chinai la testa in un mesto inchino di fronte alla dragonessa in forma umana e aspettai che Havard, come poi fece, tirasse fuori il rospo.

E ora che sappiamo che siete padre e figlio.. cosa dobbiamo fare?

@DM-Acquisti

Spoiler

Vorrei prendere gli Abiti invernali da 100 mo, ma non so come la pelliccia si possa sommare agli abiti per una protezione migliore.. avendo Tom Po già una pelliccia naturale

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest
This topic is now closed to further replies.

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.