Jump to content

Benvenuto in Dragons’ Lair

La più grande e attiva community italiana sui giochi di ruolo.
Accedi o registrati per avere accesso a tutte le funzionalità del sito.
Sarai così in grado di discutere con gli altri utenti della community.
By Ahrua

Progettazione di uno Scenario Basato sui Nodi - Parte 9: Tipi di Nodi

In questo ultimo articolo della serie di articoli base sull'uso dei nodi per la creazione di scenari, The Alexandrian approfondisce la natura dei nodi.

Read more...

Paths Peculiar - Per favore Arthur Cobblesworth, vai a dormire

Uno One Page Dungeon di Niklas Wistedt incentrato su dei rumori molesti in un cimitero

Read more...

Recensione: Tasha's Cauldron of Everything

Con colpevole ritardo pubblichiamo la recensione del penultimo manuale uscito per D&D 5E: Tasha's Cauldron of Everything.

Read more...

Quando un lupo non è un lupo? - Parte 2

Oggi Goblin Punch vi parlerà di una possibile e viscida variante per i vampiri per le vostre avventure.

Read more...

La WotC prende il controllo della localizzazione in Italia di D&D 5E

Un comunicato stampa appena rilasciato dalla Asmodee annuncia una importante novità per il futuro di D&D 5E in Italia.

Read more...

Qual è la vostra opinione sui DM professionisti?


Recommended Posts

Complice la pandemia e l'impossibilità di trovare lavoro, mi sono recentemente decisa a diventare un DM professionista. Ho aperto un profilo su un sito specializzato e una pagina FB. Mi sembra fantastica l'idea di poter vivere secondo l'adagio "fai un lavoro che ti piace e non lavorerai mai un giorno in vita tua"! io adoro fare il DM, mi piace moltissimo far divertire i miei giocatori, intrattenerli e creare mondi e storie sempre nuove. So che molti ritengono che farlo a pagamento sia una sorta di "prostituzione", che svilisca il gioco ecc. ecc. Ma io non la penso così. Fare il DM richiede molto tempo (le avventure vanno preparate!) e anche un investimento economico cospicuo: libri, miniature, mappe, tappetini, dadi, VTT, artwork eccetera non sono certo gratuiti! Perciò non vedo cosa ci sia di male nel richiedere un ritorno economico per il tempo e il denaro spesi nel creare un momento speciale per un gruppo di persone. In più, nel momento in cui una persona mi assume, io mi impegno a essere il più professionale, paziente e giusta possibile, in modo che l'esperienza, anche e forse soprattutto per i neofiti, sia il più piacevole possibile. Ho letto tante di quelle storie dell'orrore che metà bastavano, e vorrei dare l'impressione che fidandosi di me avranno un'esperienza di gioco divertente, e che varrà il denaro speso, anzichè ritrovarsi ad accodarsi a un tavolo a caso al negozio di giochi e ritrovarsi con dei dm a dir poco inadeguati se non addirittura inappropriati e pervertiti. 

inoltre, dal momento che studio traduzione ed interpretariato e parlo ottimamente la lingua inglese, vorrei poter utilizzare D&D come metodo educativo coinvolgente e divertente per l'apprendimento della lingua, da accompagnare ed integrare al classico insegnamento frontale. D&D (e i gdr in generale!) offrono una varietà di situazioni pressochè infinita, permettendo di fare pratica dell'uso della lingua. 

Opinioni? 

Link to post
Share on other sites

  • Replies 34
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

Popular Posts

non ci vedo nulla di male , auguri per il progetto . tieni presente solo che se ti fai pagare , non sei alla pari coi giocatori , ma di fatto alle loro dipendenze .

Non ci trovo nulla di male. Io non pagherei mai per un DM, ma questo è un altro discorso. Peraltro, la stessa WotC ha annunciato (qui) week-ends di gioco con DM a pagamento.

Non ci vedo niente di male, auguri!  PS: per associare il gioco alla lingua da imparare potresti dare bonus o malus alle azioni se il giocatore si è espresso correttamente. Avevo letto un'esperie

Il mio parere è che in questo preciso momento storico ci sono molti modi per giocare - frequento di tanto in tanto alcuni gruppi Discord e praticamente quasi tutti, soprattutto in questo periodo, organizzano serate a tema GDR, dove ti iscrivi e ti fai la tua sessione. Se una persona ha voglia di giocare, basta un po' di impegno e si trova cosa si cerca abbastanza facilmente.
Ovviamente questo è molto differente da una Campagna, ma spesso in questi server (come anche su questo Forum in realtà), si trovano e si formano gruppi anche per campagne longeve.

Tale premessa per dire che l'ambito del "master a pagamento" ha molta concorrenza.. ma in ogni caso io non sono mai stato contrario a questa figura, purché sia effettivamente trasparente su quel che offre e faccia un prezzo congruo (in passato il gruppo di gioco faceva la colletta per compare i manuali per il master che poi avrebbe fatto giocare agli altri.. oppure altro esempio possono essere le bibite e patatine che si comprano quando si va a sessione per condividerli: in un certo senso già questa è una forma di pagamento, se vogliamo).

Parlando concretamente, rimanendo in tema D&D perché è quello che gioco di più: se un master mi offrisse una serata di 3/4 ore di gioco, magari in una stanza apposita con luci e suoni pensato appositvamente per l'immedesimazione, intorno ad un tavolo attrezzato con miniature (magari realizzata appositvamente per il mio personaggio che, a fine campagna, me lo porto pure a casa come ricordo), mappe e magari qualche add-on fisico (esempio: i personaggi trovano una pergamena.. il master la tira fuori e la fa leggere direttamente ai giocatori), offrendo anche bevande e cibo.. se alla fine di tutto ho pure una bella esperienza di gioco non mi verrebbe da dire "no non ti pago".

Approfondendo la questione soldi, con i termini sopra citati, una serata da 3 ore io 5 euro li spenderei senza problemi.. che più o meno sono gli stessi soldi che spendo per comprare le bibite e le patatine da condividere, di cui sopra.

Link to post
Share on other sites
31 minuti fa, Maxwell Monster ha scritto:

non ci vedo nulla di male , auguri per il progetto .

tieni presente solo che se ti fai pagare ,

non sei alla pari coi giocatori , ma di fatto alle loro dipendenze .

ottima osservazione! li diventa un vero e proprio rapporto di lavoro, che cambia notevolmente il rapporto che c'è tra i giocatori e il dm. 

Link to post
Share on other sites
6 minuti fa, Archangel 06 ha scritto:

ottima osservazione! li diventa un vero e proprio rapporto di lavoro, che cambia notevolmente il rapporto che c'è tra i giocatori e il dm. 

esatto , oltre il rispetto (sempre) , scatta la professionalità :

bisogna sopportare il cliente .

a gratis puoi permetterti certe libertà ,

se ti pagano , devi avere sopportazione aggiunta .

Link to post
Share on other sites
31 minuti fa, Graham_89 ha scritto:

Parlando concretamente, rimanendo in tema D&D perché è quello che gioco di più: se un master mi offrisse una serata di 3/4 ore di gioco, magari in una stanza apposita con luci e suoni pensato appositvamente per l'immedesimazione, intorno ad un tavolo attrezzato con miniature (magari realizzata appositvamente per il mio personaggio che, a fine campagna, me lo porto pure a casa come ricordo), mappe e magari qualche add-on fisico (esempio: i personaggi trovano una pergamena.. il master la tira fuori e la fa leggere direttamente ai giocatori), offrendo anche bevande e cibo.. se alla fine di tutto ho pure una bella esperienza di gioco non mi verrebbe da dire "no non ti pago".

 

Da DM che si occupa anche di crafting, devo dire che hai proprio toccato un punto chiave. Io in più ho intenzione di offrire un tavolo "apparecchiato" con del terrain fatto appositamente, e intendo acquistare un VTT (pensavo a foundry, roll20 non mi piace manco un po')in modo da poter offrire anche ai giocatori virtuali un bel tavolo. 

Il mio parere è che in questo preciso momento storico ci sono molti modi per giocare - frequento di tanto in tanto alcuni gruppi Discord e praticamente quasi tutti, soprattutto in questo periodo, organizzano serate a tema GDR, dove ti iscrivi e ti fai la tua sessione. Se una persona ha voglia di giocare, basta un po' di impegno e si trova cosa si cerca abbastanza facilmente.
Ovviamente questo è molto differente da una Campagna, ma spesso in questi server (come anche su questo Forum in realtà), si trovano e si formano gruppi anche per campagne longeve.

 

Ottima osservazione. tuttavia c'è anche da dire che spesso le campagne tra amici si scontrano con il problema dell'organizzazione. quante campagne sono sfumate nel nulla? se si paga qualcuno, c'è più stimolo a ottenere il massimo dal denaro speso. 

Link to post
Share on other sites
2 minuti fa, Archangel 06 ha scritto:

Ottima osservazione. tuttavia c'è anche da dire che spesso le campagne tra amici si scontrano con il problema dell'organizzazione. quante campagne sono sfumate nel nulla? se si paga qualcuno, c'è più stimolo a ottenere il massimo dal denaro speso. 

Certamente! Mi è già capitato di partecipare a campagne che con il tempo sono morte (ma penso chiunque).
Se da una parte ci sono io che pago "pretendendo" professionalità dal master a cui do i miei soldi, dall'altra sarà molto difficile che un master a pagamento si ritrovi al tavolo qualcuno che vuole perdere tempo e è a quella serata "tanto per" (a meno che abbia soldi da buttare a caso)..

Per un avventura su discord le cose cambiano un po'. Come detto: tutto dipende dall'esperienza che riesci a portare al tavolo e magari dare la possibilità di una "sessione di prova" non sarebbe male. Un suggerimento che posso darti è quello magari di riprendere qualche tua sessione e fare un montaggio video, tipo trailer, per far capire a chi stai offrendo il tuo servizio cosa troverà.

Link to post
Share on other sites
1 minuto fa, Graham_89 ha scritto:

Un suggerimento che posso darti è quello magari di riprendere qualche tua sessione e fare un montaggio video, tipo trailer, per far capire a chi stai offrendo il tuo servizio cosa troverà.

questa è decisamente un'ottima idea, e infatti sto cercando di mettere insieme un gruppo di amici per registrare una one shot 🙂

Link to post
Share on other sites

Non ci vedo niente di male, auguri! 

PS: per associare il gioco alla lingua da imparare potresti dare bonus o malus alle azioni se il giocatore si è espresso correttamente. Avevo letto un'esperienza simile sul blog di Zak S

Edited by Percio
  • Sad 1
Link to post
Share on other sites

Se riesci a guadagnare abbastanza d viverci fai un fischio che mollo tutto e ti imito! 🙃

Scherzi a parte: anche io non ci vedo nulla di male e ti faccio i miei auguri.

Chissà che un giorno la figura professionale del DM a pagamento non diventi molto comune:

ho seri dubbi a riguardo ma forse mi sbaglio.

Link to post
Share on other sites

Assolutamente niente di male, anzi: un servizio molto utile. Ma non credo sia facile farlo funzionare economicamente.

Il problema è che non c'è nessun motivo a priori di immaginare che solo perché un DM si fa pagare sia meglio di quello che posso ottenere gratis su Discord. Preparati quindi, perché le vere difficoltà saranno due: da un lato, costruire valore aggiunto per quello che un giocatore va a pagare. Avventure ben preparate, certamente, ma ti consiglio di aiutare anche in altro i giocatori. Può essere utile ad esempio aiutare un gruppo a coordinarsi (ad esempio unire in gruppo giocatori singoli senza gruppo). Ma dall'altro lato, almeno altrettanto importante, sarà convincere i giocatori che questo valore aggiunto ci sia, e che non sto semplicemente pagando per la stessa cosa che potrei ottenere gratuitamente. Youtube sicuramente è la cosa ottimale, la seconda cosa è diventare nota su gruppi come questo, dove qualcuno potrebbe trovarti cercando su Google.

Sui prezzi, non ha molto senso iniziare facendo pagare poco, perché non puoi puntare granché sul passaparola temo: se qualcuno ha molti amici interessati, difficilmente gli serve il tuo servizio. Ti conviene limitarti a pochi esempi gratuiti con chiaro ritorno pubblicitario (fare un video su Youtube, ottenere una recensione su questo sito o gruppi vari), ma poi andare direttamente verso il prezzo pieno che ti ripaghi dell'investimento di tempo. A quanto pensavi? Se ti può aiutare, a occhio mi sembrerebbe un buon prezzo un 5€/ora/giocatore, ma dipende un po' da dove sei e da cosa offri esattamente.

Link to post
Share on other sites

Secondo me riesce meglio dal vivo se offri scenari 3d e belle miniature dipinte.

Se poi conosci benissimo l'inglese puoi offrire conversazioni in inglese sotto forma di partite a d&d.

Quest'ultima forma è vincente con certezza adamantina.

Non conosco insegnati di inglese che lo fanno e pagherei anche 15/20 euro l'ora per lezioni di inglese così.

Link to post
Share on other sites
11 ore fa, Archangel 06 ha scritto:

Complice la pandemia e l'impossibilità di trovare lavoro, mi sono recentemente decisa a diventare un DM professionista. Ho aperto un profilo su un sito specializzato e una pagina FB. Mi sembra fantastica l'idea di poter vivere secondo l'adagio "fai un lavoro che ti piace e non lavorerai mai un giorno in vita tua"! io adoro fare il DM, mi piace moltissimo far divertire i miei giocatori, intrattenerli e creare mondi e storie sempre nuove. So che molti ritengono che farlo a pagamento sia una sorta di "prostituzione", che svilisca il gioco ecc. ecc. Ma io non la penso così. Fare il DM richiede molto tempo (le avventure vanno preparate!) e anche un investimento economico cospicuo: libri, miniature, mappe, tappetini, dadi, VTT, artwork eccetera non sono certo gratuiti! Perciò non vedo cosa ci sia di male nel richiedere un ritorno economico per il tempo e il denaro spesi nel creare un momento speciale per un gruppo di persone. In più, nel momento in cui una persona mi assume, io mi impegno a essere il più professionale, paziente e giusta possibile, in modo che l'esperienza, anche e forse soprattutto per i neofiti, sia il più piacevole possibile. Ho letto tante di quelle storie dell'orrore che metà bastavano, e vorrei dare l'impressione che fidandosi di me avranno un'esperienza di gioco divertente, e che varrà il denaro speso, anzichè ritrovarsi ad accodarsi a un tavolo a caso al negozio di giochi e ritrovarsi con dei dm a dir poco inadeguati se non addirittura inappropriati e pervertiti. 

inoltre, dal momento che studio traduzione ed interpretariato e parlo ottimamente la lingua inglese, vorrei poter utilizzare D&D come metodo educativo coinvolgente e divertente per l'apprendimento della lingua, da accompagnare ed integrare al classico insegnamento frontale. D&D (e i gdr in generale!) offrono una varietà di situazioni pressochè infinita, permettendo di fare pratica dell'uso della lingua. 

Opinioni? 

Proporre un servizio in cui si usano i giochi per insegnare l'inglese mi sembra un ottima idea, probabilmente non otterà grande successo tra i genitori però lo spirito è sicuramente giusto.

Per curiosità come ti regoli per le tasse ed i pagamenti?

  • Like 1
Link to post
Share on other sites
2 ore fa, Ermenegildo2 ha scritto:

Per curiosità come ti regoli per le tasse ed i pagamenti?

Beh, non credo che la figura professionale del DM a pagamento sia inquadrata da qualche parte.
Non credo si possa fare una fattura, ma da quel che so sotto un certo guadagno (tipo 5000 euro l'anno se non sbaglio) non ci dovrebbe essere bisogno di nulla.

Link to post
Share on other sites
10 ore fa, bobon123 ha scritto:

Il problema è che non c'è nessun motivo a priori di immaginare che solo perché un DM si fa pagare sia meglio di quello che posso ottenere gratis su Discord.

D'accordissimo.

Bel progetto, anche se come detto da altri, nemmeno io pagherei mai per esso. Sono convinto che non basti un DM "abile" o "esperto" (passatemi i termini anche se li odio) per creare una bella esperienza, ci vuole invece un gruppo con una buona sinergia e capacità di divertirsi assieme (il DM è compreso ovviamente).

21 minuti fa, Graham_89 ha scritto:

Beh, non credo che la figura professionale del DM a pagamento sia inquadrata da qualche parte.
Non credo si possa fare una fattura, ma da quel che so sotto un certo guadagno (tipo 5000 euro l'anno se non sbaglio) non ci dovrebbe essere bisogno di nulla.

Esatto. Poi se guadagni di più ricadrà in Artigiano e conviene smettere XD!

Link to post
Share on other sites
51 minuti fa, Graham_89 ha scritto:

Beh, non credo che la figura professionale del DM a pagamento sia inquadrata da qualche parte.
Non credo si possa fare una fattura, ma da quel che so sotto un certo guadagno (tipo 5000 euro l'anno se non sbaglio) non ci dovrebbe essere bisogno di nulla.

Off topic: Non dipende tanto dal guadagno quanto dal carattere abituale dell'attività. Se un'attività ti frutta denaro e la svolgi regolarmente, allora è sottoposta a tassazione. 

In ogni caso meglio sentire il parere di un commercialista. 

In topic: mi sembra una bella iniziativa soprattutto se legata all'insegnamento dell'inglese. Mi unisco al coro di chi non pagherebbe per questo servizio, ma immagino che ci sia chi è disposto a farlo. 

Secondo me dovresti calcare la mano su cosa puoi offrire in più rispetto ad un qualsiasi master volontario. 

 

 

 

Link to post
Share on other sites
22 minutes ago, Disturbing Thought said:

D'accordissimo.

Bel progetto, anche se come detto da altri, nemmeno io pagherei mai per esso.

Per chiarire, io pagherei assolutamente per questo*, se il servizio fosse chiaramente superiore a quello di un master qualsiasi che posso trovare prendendo un master a caso da bacheche come questa che voglia farlo gratis. Il problema è come dimostrarmelo. È facile dimostrarlo per i servizi aggiuntivi, ma alla fine il succo è la capacità del master e non ci sono servizi come TripAdvisor per masters a pagamento.

PS: per le tasse se superi i 5k puoi essere inquadrata come partita IVA sia come 85.59.90 (Altri servizi di istruzione nca) sia come 93.29.9 (Altre attività di intrattenimento e di divertimento nca)... fino a 30k€/anno per i primi 5 anni paghi una sciocchezza. Ma concordo di chiedere ad un commercialista.

*se ne avessi la necessità: ad esempio ora che sono lontano dall'Italia, con poco tempo e senza la mia normale cerchia di contatti, se volessi giocare in presenza potrei essere interessato ad un master che organizzasse anche il gruppo e tenesse i contatti, gestendo e selezionando i rompiscatole e facendomi risparmiare tempo.

Link to post
Share on other sites
7 ore fa, Ermenegildo2 ha scritto:

Proporre un servizio in cui si usano i giochi per insegnare l'inglese mi sembra un ottima idea, probabilmente non otterà grande successo tra i genitori però lo spirito è sicuramente giusto.

Per curiosità come ti regoli per le tasse ed i pagamenti?

Al momento non me ne preoccupo troppo visto che i guadagni sono ancora nel futuro. non appena cominceranno a diventare consistenti, mi rivolgerò al commercialista e valuterò se sia il caso di aprire una partita IVA. 

Link to post
Share on other sites

Considerazione 1: non ce la farai mai e poi mai per svariati motivi.
Considerazione 2: se masterizzi anche PbF, magari apprezzerei un breve scambio conoscitivo, ma qui hai già il tuo primo cliente.

In ogni caso sinceri auguri, MadLuke.

Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
  • Similar Content

    • By Archy
      Buongiorno a tutti,
      ho iniziato a scrivere una campagna e vorrei un'opinione sull'idea attuale per il villain e nel caso spunti per migliorarla (premetto che non ho ancora stabilito sistema di gioco o ambientazione).
      L'idea attualmente consiste in un cattivo che (per come apparirà ai giocatori) ha intenzione di conquistare il mondo/continente per scopi puramente personali alla ricerca di potere.
      In realtà il cattivo sarà a conoscenza di una minaccia maggiore che sta per incombere. Il suo scopo è si muovere guerra a tutto il mondo/continente ma non al mero fine di conquistarlo ma bensì per spingere le singole fazioni ad unirsi per contrastarlo in modo che siano poi pronti ad affrontare la vera minaccia.
      Il nostro cattivo per quanto il suo fine ultimo si possa considerare positivo, non si tratterà dal dispensare fuoco e sangue in quanto:
      1-deve essere una minaccia credibile
      2-nel caso le varie fazioni si unissero deve essere sicuro che siano in grado di affrontare la minaccia più grande in arrivo
      3-nel caso non si unissero/la loro forza non fosse sufficiente le unificherà lui con la forza

      In sintesi l'idea è di un cattivo che sia un cattivo solo nei mezzi ma non negli scopi ultimi (della serie "il fine giustifica i mezzi") che possa fare magari passare per la testa dei giocatori il dubbio se dovrebbero veramente fermarlo o se magari sarebbe meglio lasciarlo fare.  
    • By MadLuke
      Ciao a tutti,
          nella mia campagna, soprattutto all'inizio, ho cercato di applicare alcune conoscenze della mia cultura filosofica amatoriale. Mi piacerebbe qualcuno ben più preparato di me scrivesse qualcosa a riguardo, anche se temo debba aspettare invano. Vorrei provare quindi a elencare alcuni spunti su cui poi innestare dei ragionamenti più complessi ed esaustivi.
      Innanzitutto per "filosofia in gioco" intendo dire che ci sono degli elementi che esemplificano le diverse dottrine filosofiche sorte nel corso della storia dell'umanità. Gli elementi che ho ipotizzato sono quindi questi:
      - stati/città/società/etnie: certamente il più prevedibile, ossia luoghi in cui gli abitanti (comuni) come massa praticano gli insegnamenti di una particolare dottrina.;
      - oggetti magici: un oggetto magico compulsivo impone un certo tipo di comportamento;
      - luogo: un dungeon che per essere superato impone i personaggi si comportino in una certa maniera (un po' come diversi film hanno già esemplificato);
      - PnG: personaggi potenti che per favorire i PG (o anche solo non ucciderli) richiedono un certo comportamento, oppure PnG deboli/pari che chiedono ai PG di seguire un certo comportamento.
      Alcuni esempi dalla mia campagna:
      - le tribù barbare da cui provengono i PG, oltre a essere analfabete, aborriscono proprio la scrittura, perché, spiegano gli sciamani, gli spiriti ne verrebbero impriogionati, e invece le parole devono volare, essere libere e gli spiriti agire a proprio piacimento (Socrate);
      - la civiltà evoluta padroneggia la magia elementale del fuoco, questo gli ha fatto abbandonare la religione e sono tutti atei (Dio è morto);
      - sempre nella suddetta civiltà chi ha conoscenza tecnica del fuoco campa bene, gli altri vivono di stenti (la cultura non è un hobby dei ricchi, è lo strumento invece);
      - in un'altra civiltà barbara sono estremamente religiosi/superstiziosi e comandano le matriarche, perché le donne hanno maggiore predisposizione verso il sacro, l'oscuro, i loro riti orgiastici, mentre gli uomini sono deputati all'assetto militare.
      - i nani onorano profondamente i loro campioni defunti, erigono luoghi commemorativi e si tramandano i loro aforismi (culto degli antenati di Confucio).
      Ne avrei anche altri ma mi fermo qui, se qualcuno volesse condividere la propria esperienza o aggiungere altri spunti di riflessione...
      Ciao, MadLuke.
       
    • By Knight_mare
      Cosa vi appaga quando giocate?
      La domanda è all'apparenza scontata: "una storia profonda", "interazioni interessanti", "un'ambientazione ben studiata". 
      Ma quelli che vi chiedo è di essere più specifici e profondi possibile. 
      Ad esempio una risposta potrebbe essere "trovare dopo molta fatica un oggetto unico", o "conquistare la fiducia di un npc importante, " cambiare le sorti di una comunità" o chissà che altro.
       
      Voglio sentire le vostre opinioni a riguardo. 
       
      Grazie in anticipo😊
       
    • By Muso
      Come chiesto da @Dyeus ecco il nuovo topic. L'argomento è nel titolo e in larticolare sarei interessato alla letteratura scientifica del rollplay vs. roleplay. A Dyeus la palla 🙂
       
    • By MasterX
      allora mettiamo insieme un paio di idee per rendere l'ambientazione , creazione dei personaggi, ecc ecc
      ps: vi avverto non sono bravissimo con le regole quindi sono aperto ai vostri consigli. 

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.