Vai al contenuto

Checco

Circolo degli Antichi
  • Conteggio contenuto

    618
  • Registrato

  • Ultima attività

  • Giorni vinti

    3

Checco ha vinto il 19 Giugno 2018

I contenuti di Checco hanno ricevuto più mi piace di tutti!

Informazioni su Checco

  • Rango
    Viandante
  • Compleanno 26 Agosto

Informazioni Profilo

  • GdR preferiti
    13th Age, Advanced Dungeons & Dragons, Dungeons & Dragons, HârnMaster, On Mighty Thews, Swords & Six-Siders, The Crying Hack, The Indie Hack, Trollbabe, Tunnel e Troll, White Books

Visitatori recenti del profilo

1.280 visualizzazioni del profilo
  1. Checco

    DnD 5e Un anno (o 35) nella vita di un Dungeon

    Il dungeon in D&D nasce come fosse una sorta di spazio stregato (è chiamato "Underwold" nell'edizione del 1974), un luogo dove le normali leggi naturali potrebbero non funzionare come dovrebbero o essere spezzate del tutto. Qualche esempio: la maggior parte delle porte si richiudevano da sole e i PG dovevano aprirle con apposite chiavi o con la forza, ma i mostri che abitano il dungeon potevano invece aprirle senza problemi (c'era anche una regola per provare a mantenere di proposito le porte bloccate così che non potessero richiudersi); tutti i mostri che abitano il dungeon vedevano al buio, ma perdevano questo potere se passavano al servizio di un PG, al pari di elfi e nani che si vedevano privati della loro infravisione dall'aura sovrannaturale emanata dal dungeon. Tutto ciò perché il dungeon era appunto inteso come una sorta di spazio "alieno", nemico dei PG, ostile alle loro incursioni e deciso letteralmente a farli fuori. Questo aspetto si è lentamente perso nel corso delle edizioni e secondo me è stato un peccato (anche se oggigiorno è stato per certi versi recuperato da 13th Age e i suoi dungeon viventi).
  2. Attenzione però, che appiattirsi per pigrizia o altro sulle proposte del GM o scegliere di proposito di seguire la strada che ti propone non credo che sia railroading. Nell'accezione che conosco io, il railroading annulla le decisioni di un giocatore e spezza gli accordi al tavolo: cioè qualunque cosa io giocatore decida non ha importanza perché tanto il mio personaggio finirà comunque con il seguire i binari che vuole il GM.
  3. Checco

    Meccaniche Q&A: Domande e Risposte (Parte 2)

    https://twitter.com/JeremyECrawford/status/758738791293001729
  4. Checco

    Meccaniche rottura oggetto magico

    In alcuni giochi sì, in altri no.
  5. Checco

    Homebrew Autoprodurre un gioco sulla base di altri già esistenti

    Io ti ho risposto in base a quelle che sono le mie conoscenze, ma non sono un esperto in diritto d'autore né tantomeno un consulente legale: declino sin da ora ogni responsabilità civile o penale sugli eventuali disastri che potresti combinare con 'sta benedetta OGL! Esagerato, non mi sembra proprio il caso. Direi di no: spiegarti le cose è troppo faticoso! ¡Buena suerte!
  6. Checco

    Homebrew Autoprodurre un gioco sulla base di altri già esistenti

    Puoi creare classi e razze di testa tua basandoti su meccaniche che sono Open Game Content e rilasciando poi tutto sotto OGL. Tra parentesi, l'ho scritto già più volte nei messaggi precedenti. Di più non so dirti e meglio non so spiegarti. Prova a chiedere a qualcun altro sul forum, magari saprà spiegartelo meglio di me.
  7. Checco

    Homebrew Autoprodurre un gioco sulla base di altri già esistenti

    Se la tua opera è originale non sei costretto a rilasciarla sotto OGL. Se invece vuoi appoggiarti a un prodotto rilasciato con l'OGL, allora la relativa licensa conterrà informazioni su quanto dell'opera è Open Game Content (e quindi riutilizzabile sotto OGL) e quanto è Product Identity (e quindi inutilizzabile a meno di accordi extra con i diretti interessati). Basta leggersi la "fottutissima licensa". Ciao, ciao.
  8. Checco

    Homebrew Autoprodurre un gioco sulla base di altri già esistenti

    Le restrizioni ci sono. Devi rispettare la licenza e in particoalre puoi eventualmente riutilizzare (in tutto o in parte) solo quanto in essa è espressamente indicato come Open Game Content e solo se, a tua volta, rilascerai il materiale sotto OGL. Tra l'altro, spulciando il Forum, troverai diverse altre discussioni sull'OGL che potrebbero toglierti ulteriori dubbi in merito. In ogni caso, tutte le risposte che cerchi sono contenute nella licenza: basta leggersela con attenzione.
  9. Checco

    Homebrew Autoprodurre un gioco sulla base di altri già esistenti

    Se hai l'ambizione di scrivere e pubblicare qualcosa di tuo, ti consiglio di prestare più attenzione a quando scrivi in generale: magari è perché scrivi dallo smartphone, magari è perché vai di fretta o che ne so, ma i tuoi messaggi presentano diversi errori grammaticali.
  10. Checco

    Homebrew Autoprodurre un gioco sulla base di altri già esistenti

    Non è corretto. Non c'è un obbligo a rendere fruibile gratuitamente alcunché. Di fatto, quando si rilascia un prodotto sotto OGL bisogna stabilire quanto del proprio lavoro è Open Game Content (e quindi quanto è eventualmente riutilizzabile a sua volta sotto OGL) e quanto no. Non ha niente a che vedere con la gratuità o meno del materiale. Dunque, è del tutto possibile mettere in vendita un prodotto sotto OGL e chi l'acquista potrà poi scegliere di riutilizzare quanto di esso è indicato in licenza come Open Game Content e rilasciarlo quindi a sua volta sotto OGL, gratuitamente o meno.
  11. Checco

    Meccaniche D&D 5a domande varie

    No.
  12. Checco

    Homebrew Autoprodurre un gioco sulla base di altri già esistenti

    I prodotti rilasciati con l'OGL (Open Game License) contengono in genere una parte utilizzabile liberamente sempre sotto OGL (l'Open Game Content) e una parte non utilizzabile (il Product Identity): cosa sia Open Game Content e cosa Product Identity varia da prodotto a prodotto e le indicazioni in merito sono contenute nella rispettiva licenza. Pertanto, se fai uso di Open Game Content puoi utilizzarlo anche così com'è oppure adattarlo alle tue esigenze come preferisci (sempre nei limiti della OGL, ovviamente). Ciò premesso, ti consiglio vivamente di prestare più cura a come scrivi, soprattutto sei hai l'ambizione di pubblicare qualcosa di tuo.
  13. Checco

    Stili di Gioco Incontro dei PG e GDR

    Come al solito, anche se siamo in Discussioni GdR Generiche e il titolo della discussione sia Incontro dei PG e GDR, parliamo di D&D giusto?
  14. Checco

    GdR Iniziamo a giocare!

    @Bellerofonte Praticamente la totalità dei problemi che sollevi sono risolvibili al di fuori del gioco. Da quanto leggo, invece, tu proponi soluzioni che vengono applicate durante il gioco e che di fatto si concretizzano in punizioni o limitazioni di vario tipo applicate al personaggio (e, dunque, al rispettivo giocatore). Se una persona non conosce i fondamenti del gioco e tu ritieni fondamentale che li conosca prima di sedersi al tavolo, beh, non farlo sedere al tavolo prima che se li sia imparati. E non servono necessariamente "sessioni di prova" simili ai tutorial di certi videogiochi (come dice @MattoMatteo): per capire se un giocatore conosce l'ABC di un regolamento bastano anche quattro chiarriere in un pub davanti a una birra. Se poi tu richiedi una preparazione di partenza ben più alta dell'ABC, allora non accettare al buio neofiti nel tuo gruppo. In fondo, i neofiti si chiamano così per un motivo, no? Riguardo al discorso spadone. Anche qui, non capisco perché, invece di ricorrere a correttivi in gioco invocando la coerenza del mondo di gioco e il suo intervento (che poi, inutile girarci attorno, si riduce al tuo intervento, o sbaglio?), non si cominci invece da "fuori" il gioco. Le regole contano. Se c'è una regola (scritta sul regolamento, concordata tra voi in quanto gruppo di gioco, o quant'altro) che impone ai personaggi di 1° livello il divieto di avere spadoni vorpal +5, i personaggi di 1° livello non avranno spadoni vorpal. Punto. E se un giocatore lo vuole a tutti i costi, che vada a giocare ad altro (di fatto, questo giocatore vuole egli stesso giocare ad altro dal momento che intende seguire regole diverse da quelle del gioco che tu e il resto del gruppo intendente giocare). Se io metto su un gruppo per giocare a poker (= nessuno ha le spade vorpal) e tu ti presenti al tavolo e vuoi giocare a poker con le carte di Magic (= vuoi la spada vorpal), beh, con noi non puoi giocare perché usiamo regole differenti. Punto. Non c'è molto da discutere. Non è che lo fate giocare lo stesso con voi a poker e poi gliela fai pagare perché ha portato le carte di Magic! Questo è il punto. Comunque, buon gioco.
  15. Checco

    GdR Iniziamo a giocare!

    @Bellerofonte Beh, io ho espresso i miei punti di vista, non ho molto altro da aggiungere. Se reputi, giusto per fare un esempio, che dare una spada magica sbroccata al PG di un giocatore e poi trucidarglielo di proposito perché ha avuto l'arma sbroccata sia una buona pratica, contento tu (e, spero, contenti quelli che giocano con te). E non venirmi a dire che era una provocazione o che hai scritto di getto perché non regge. Non mi piace l'idea di punire. Punto. Trovo che ci siano altre soluzioni che possano essere utilizzate. Ciò detto, anche senza l'approvazione del Director, vi saluto.
×

Informazioni Importanti

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Ulteriori Informazioni.