Jump to content

Lucane

Circolo degli Antichi
  • Content Count

    418
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    3

Everything posted by Lucane

  1. Gunnir Quando vedo Gardain che scatta in avanti mi fiondo dietro di lui, scrutando le tenebre circostanti con i sensi all'erta e la guardia alta. Attendo un responso da parte del mio mentore circa le condizioni del nano. Narratore
  2. L'autore sta ancora finendo di scrivere questa serie, per ora è arrivato ad affrontare lo step 28 con 22 articoli.
  3. Sono molto d'accordo con voi, ma mi sembra anche che la maggior parte dei ''mondi fantasy'' che vengono creati e usati per giocare a un gdr siano basati sul nostro mondo e seguano più o meno le stesse regole, quindi per me è interessante un piccolo approfondimento su queste regole. Con questo non voglio dire che i mondi che non seguono le regole dell'articolo non possono essere belli/approfonditi/vividi, tutto il contrario! Ma per quanto riguarda questa rubrica, l'autore si concentra su un mondo fantasy ''archetipico'' e semplice al fine di mostrare la creazione di una sandbox (come vedr
  4. In questo caso potremmo creare anche un bel legame con Ubert, il mio pg. Lui è stato un cacciatore di taglie al servizio della chiesa per tutta la vita, poi la chiesa ha scoperto che è uno shifter e quindi da estirpare, così è stato condannato a morte. Solo grazie alla tua intercessione (siamo vecchi amici e abbiamo spesso dato la caccia agli eretici insieme) ho ottenuto la possibilità di ottenere la grazia con questa missione.
  5. Eccovi il primo articolo di una serie pensata per fornire consigli sulla creazione di una sandbox fantasy. In questa prima parte, Rob Conley ci illustra come progettare la mappa di un mondo o di un continente. Come creare una Sandbox Fantasy Articolo di Robert Conley del 12 Agosto 2009 Robert Conley è l'autore del blog Bat in the Attic, dove raccoglie e crea contenuti per diversi GdR avvalendosi di un'esperienza maturata in oltre quarant'anni di gioco. In questa rubrica affronta la creazione passo per passo di una sandbox fantasy. Il termine sandbox, letteralmente 'scatola di s
  6. Come creare una Sandbox Fantasy Articolo di Robert Conley del 12 Agosto 2009 Robert Conley è l'autore del blog Bat in the Attic, dove raccoglie e crea contenuti per diversi GdR avvalendosi di un'esperienza maturata in oltre quarant'anni di gioco. In questa rubrica affronta la creazione passo per passo di una sandbox fantasy. Il termine sandbox, letteralmente 'scatola di sabbia', indica uno stile di gioco in cui non esiste una trama predefinita e i giocatori possono muovere i personaggi liberamente in un mondo ben delineato sfruttando voci e agganci per gli incontri che affronteranno.
  7. @antagonista il mio pg è più un esploratore che un ranger, si è specializzato a distanza e nel cercare e disattivare trappole. Non ha il compagno animale. Dovrebbe essere abbastanza capace a seguire le tracce, grazie anche all'abilità Olfatto Acuto che può attivare per qualche round ogni giorno. Per essere efficace devo sempre stare in movimento. Secondo me viene fuori un bel gruppo se fai un ranger, ma io ho un debole per questa classe!
  8. Raskert ''Immagino di sì!'' commento alle parole di Silvana ''Mi piacerebbe approffittare della tua esperienza. Sai dirci qualcosa sulla strada che percorriamo?'' abbasso la voce e mi sporgo leggermente verso di lei per dire ''siamo diretti a Radagast. Prima che arrivassi stavamo considerando di accodarci a quella carovana di mercanti per passare inosservati. Ma io non sono pratico di queste cose. Hai qualche consiglio da darci?'' Cerco poi di attirare l'attenzione di Milya per chiedere se è possibile avere qualche dolce e magari un liquorino.
  9. Newton ''Fai bene ad avere fiducia, figliola'' rispondo ad Eri tra un boccone e l'altro. Sono esausto per la salita, ma il cibo mi sta rimettendo in forze ''ma non conterei troppo sul fatto che veniamo dal futuro. Credo che questa realtà e quella da cui proveniamo siano per così dire parallele piuttosto che sequenziali.'' ''In ogni caso, faremo del nostro meglio, immagino, e di sicuro la tua fiducia è molto importante.''
  10. Benvenuto! Ti troverai bene, Dardan è un ottimo master e la campagna è molto interessante!
  11. Ubert Sfrutto la caduta per compiere una piroetta a mezz'aria e balzare di ramo in ramo per portarmi a una manciata di passi dalla creature non appena Atahualpa ci avverte del pericolo. Mentre resto in equilibrio sui rami appena sopra la strana bestia, lascio partire quattro frecce che sembrano sdoppiarsi magicamente mentre si avvicinano al bersaglio. Narratore
  12. Gunnir ''Sì certo'' borbotto sarcastico alle parole di Holfang, poi ad alta voce scandisco ''Ora cerchiamo di sbrigarci.'' Mi avvio a grandi passi verso l'ignoto, con l'animo inquieto. Narratore
  13. ''Se mi concedete qualche tempo, vorrei copiare alcuni paragrafi di questo tomo per analizzarli con calma, chissà, magari anche tradurli.'' dice Gundren con aria sognante. Klin entusiasta gli porge il necessario per copiare e insieme si mettono al lavoro. Tutti
  14. Visibilmente sollevato per il consenso accordatogli da Flint, Gundren tira fuori con grande cura un tomo dalla rilegatura in lamina di ferro. Lo appoggia su uno degli altari e con sorprendente delicatezza spazza via la polvere che lo ricopre. Poi apre il libro come se stesse accarezzando il suo neonato, e sfoglia alcune pagine, alla ricerca di qualcosa. Dopo alcune fragili pagine sfogliate, esclama: ''Eccolo! Il nome che cercavo. Ma non capisco nulla in queste rune, sono scritte in un dialetto che non conosco.'' Klin si avvicina incuriosito e sbircia tra le pagine, poi comment
  15. Ubert Osservo attentamente la creature, cercando di ricordare se ne ho viste di simili raffigurate nei bestiari che erano dati in dotazione agli inquisitori del mio ordine. Nel mentre cerco di stare il più nascosto possibile tra le fronde, provando a capire se Atahualpa sembra agitato o pronto a colpire. Narratore
  16. Gunnir Le parole di Gardain mi calmano un poco. Ha ragione, prima c'è lei. La pacatezza di Holfang, al contrario, mi irrita non poco. Mentre cammino risoluto verso il tunnel commento con sarcasmo: ''Vuoi farmi credere che tu e lei non avete consumato il matrimonio?'' il semplice pronunciare queste parole mi provoca un senso di nausea e rischio davvero di urlare contro ad Holfang. Tuttavia mi controllo con evidente sforzo, ed è con voce quieta che aggiungo: ''Ma stai pur tranquillo, Holfang il Puro, che non intendo mettere in pericolo nessuno. Cerca solo di non raccontarmele, perché
  17. Gunnir Mi siedo con gli altri a bere un sorso, ma quando Torain nomina Runil, lo stomaco fa un sobbalzo e rovescio buona parte del boccale mentre balzo in piedi. Per alcuni attimi resto lì, in piedi, come inebetito, senza riuscire a proferire verbo. ''Cosa Balor aspettavi a dirlo?'' chiedo incredulo a Torain, appena la bocca ricomincia a idratarsi. Poi Floin pronuncia le parole ''pazza e avventata'' e uno sgradevole calore mi infiamma le orecchie. Quando Holfang interviene e si dimostra in apprensione per la sorte della nipote del re, il calore esplode nella mia voce rauca. Mi
  18. Ubert Flashback: nel tempio Mentre facciamo colazione e ci prepariamo alla partenza, mi rivolgo a Rabubunangan e Athaualpa: "Dovremo cacciare insieme, e poi chissà cos'altro. Anche se voi parlate la nostra lingua, credo sia utile e giusto che anch'io impari qualcosa della vostra." Addento il volatile succulento e li osservo, come per sondare la loro reazione. Dopotutto magari il linguaggio è qualcosa di sacro per loro, da non divulgare. Poi riprendo, se non noto reazioni scandalizzate: "Intanto mi piacerebbe potervi ringraziare, poi vorrei poter comunicare rapidamente e in
  19. Ubert Durante la notte cerco di calmare il pianto della scimmietta, coccolandola e mormorando qualche vecchia filastrocca. Nonostante il sonno agitato, mi sento pieno di vigore all'idea della caccia. Con rapidi gesti arrotolo il giaciglio e lo assicuro allo zaino, poi scendo agilmente fino a terra, con Jojobo in braccio. ''Buongiorno!'' dico a Jveng e ai due lucertoloidi. In nuovo arrivato sembra proprio il tipo con cui potrei andare d'accordo, quindi ricambio quello che interpreto come un sorriso. ''Ubert, al tuo servizio.'' Come il mio compare bevo il liquido giallastro
  20. Ubert L'efficenza di Rabubunanangan mi strappa un ghigno soddisfatto. Mi sento molto più tranquillo ad averlo come alleato. ''Sta bene, siamo nelle tue mani.'' affermo prima di prendere Jojobo in braccio, alzarmi ed iniziare l'arrampicata verso il cantuccio sopraelevato che ho intravisto in precedenza. Una volta lassù stendo il giaciglio e mi siedo con le gambe a penzoloni. ''Faccio il primo turno di guardia, siete d'accordo?'' Narratore
  21. Gunnir Flashback con Gardain All'imboccatura del tunnel Quando siamo in prossimità del tunnel e il gendarme si fa avanti, cerco di farmi piccolo vicino al carro per non farmi notare. La mia faccia non è un bel lasciapassare, di questi tempi. Narratore
  22. Ubert Vedere lo sconforto nella piccola scimmietta mi muove a pietà. E tuttavia la strada per salvare il suo padrone passa dall'alleanza con la tribù di Rabubunanangan. ''Allora è deciso, domattina andremo a caccia.'' proclamo con una certa soddisfazione. Attendo poi che Jveng finisca di porre le sue domande per fare le mie. ''Avremo bisogno di rifornirci di acqua e cibo, sai dove possiamo trovarne? Ci sono predatori o piante pericolose a cui dobbiamo stare particolarmente attenti?'' Con la pancia piena mi sento ben disposto nei confronti di Jojobo, e così cerco di farlo avvic
  23. Fatto il level up, qualcuno ha voglia di controllare che sia tutto in regola? https://www.myth-weavers.com/sheet.html#id=2330668
  24. Gunnir Faccio un cenno con il capo a Rubin, come per ringraziarlo. Poi mi incammino con gli altri, affiancandomi a Gardain per avere finalmente modo di scambiare qualche parola. Dapprima il mio tono e commosso, ma presto diventa allegro nella conversazione con il mio vecchio mentore. ''Non sapevo fossi tornato'' esordisco ''sono molto contento di vederti e anche che fai parte di questa spedizione.'' ''Come stai?'' chiedo con serietà. Non è la classica domanda che si rivolge ad un conoscente incontrato per caso. È la domanda di un figlio che sapeva il padre prigioniero e che ha
×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.