Jump to content

Lucane

Ordine del Drago
  • Content Count

    39
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    1

Everything posted by Lucane

  1. Grazie Tamriel! Purtroppo non ho accesso al gerofante arcano, quindi, a meno che non esistano talenti o incantesimi che permettano questa capacità, mi sa che dovrò rinunciare...
  2. Salve, chiedo qui per non aprire un altra discussione, ecco il quesito: esiste un modo per far si che il compagno animale (in questo caso un falco) compia gli attacchi di contatto al posto del druido per incantesimi che lo richiedano? Grazie per l'aiuto che spero di ricevere!
  3. Grazie Riky kaven! Conosco il capitolo sulla creazione dei mostri, ma quello di cui ho bisogno è capire che GS dare, che tipo di creatura potrebbe essere e le sue capacità speciali, per poi ricavare tutto il resto delle statistiche!
  4. Buongiorno, nel folklore del mio paesino di origine esiste una sorta di strega che vive sul fondo di un pozzo o in una grotta (a seconda di chi racconta la storia) e che al posto delle mani ha due lunghi ganci con cui afferra coloro che si sporgono dal pozzo o che si affacciano nella grotta. La Marganciona poi divora le sue vittime o compie su di loro altre terribili nefandezze (sempre a seconda di chi racconta la storia). I miei nonni, quando ero un bambino, mi parlavano della Marganciona per tenermi lontano dal pozzo (per evitare che ci cascassi dentro) e da un rifugio anti bomba della seconda guerra mondiale che era pericolante (per evitare che andassi a giocare li intorno). Va da sé che ho sempre avuto il terrore di questa strana creatura, e ancora oggi se mi affaccio su un pozzo per vedere quanto è fondo, per una frazione di secondo immagino un gancio che sale dalle tenebre e mi trascina giù, per essere divorato dalle fauci sanguinarie della Marganciona. Vorrei far vivere questo terrore di bambino ai miei giocatori e far rivivere un mostro che fa parte della cultura del mio paese in gioco. Qualcuno conosce già questa creatura, magari con altri nomi? Potreste aiutarmi a creare le statistiche di gioco per la Marganciona, oppure indicarmi se esistono già statistiche per qualcosa di simile? Mi piacerebbe che la Marganciona potesse in qualche modo diventare più potente per ogni vittima che ghermisce e divora, per rispecchiare il racconto che diceva che più bimbi mangiava, più fame aveva e più lunghi diventavano i suoi ganci (così che poteva afferrarti anche solo se ti avvicinavi al suo pozzo!!!). Grazie a chiunque mi aiuti a dare forma a questo ricordo di infanzia!
  5. Grazie Bellerofonte per gli ottimi consigli! Mi piace molto l'idea di nascondere il PNG in città e di creare una sua routine che, forse, porterà alla sua cattura. Per quanto riguarda il momento in cui la PG scoverà il mezzorco, come posso gestire la cosa? Per simulare una cattura reale potrebbe esserci bisogno di un combattimento, ma come gestirlo senza renderlo una infinita sequenza di attacchi non letali? Mi piacerebbe fosse un incontro dinamico e carico di colpi di scena da parte del Segugio. Chiedo scusa per la risposta tardiva ma tra la creazione del post e oggi c'è stata la nascita di mia figlia che ha occupato totalmente le mie risorse mentali! Per tornare in Topic, quale sarebbe un appropriato dono di benvenuto nella gilda dei Segugi?
  6. Buongiorno, grazie per l'attenzione! Nella campagna che sto masterando due PG sono entrate in contatto con i Segugi (organizzazione di cacciatori di taglie presentata sul Perfetto Avventuriero) e hanno ricevuto un invito a unirsi all'organizzazione. Una delle due giocatrici si è dimostrata interessata e quindi avrei bisogno di una mano a strutturare una prova di ammissione per il suo personaggio che è una Druida mezzorca (liv 11, compagno animale cavallo). Il PNG che l'ha invitata è un mezzorco a sua volta, che vorrei fosse un ranger con classe di prestigio Segugio, e seguendo le linee guida per l'ammissione all'organizzazione, la PG dovrà mettersi sulle tracce di questo PNG e riuscire a catturarlo. Ora non ho idea di come fare a strutturare questa ''caccia al segugio'': - come fare la scheda del segugio considerando che sarà di livello 12 e che dovrebbe essere una sfida impegnativa per la PG? - quanti giorni di vantaggio concedere al segugio? - come fa il segugio a rendersi irreperibile? - quali prove dovrà affrontare la PG per mettersi sulle tracce della sua preda e quali per catturarla? - cosa posso fare per rendere la caccia interessante, ma al contempo non troppo dispendiosa in termini di tempo, dato che si tratta di una avventura secondaria? - quali paletti verranno posti dal segugio alla PG (esempio: niente divinazioni, niente aiuti dai membri del party, niente attacchi letali) ? Inoltre una volta catturato il segugio e quindi aver superato la prova (ammesso che ci riesca), quale sarebbe un appropriato dono di benvenuto? Vorrei qualcosa di simbolico ma che abbia anche una utilità relativa al campo di azione dei Segugi. Nulla di potente. Aggiungo che giochiamo in una ambientazione casalinga e che gli oggetti magici e la magia arcana non sono molto diffusi, quindi vorrei evitare che il segugio in questione fosse ripieno di equipaggiamento magico. Grazie!
  7. Grazie di nuovo! L'idea del nanodesmond fantasma mi piace, ma in effetti non voglio abusare dei non morti visto che i pg ne incontreranno già molti. Bella anche l'idea di treant acquatici, potrei inserire un'area semisommersa dove questo pastore di alghe ha portato il suo gregge. Purtroppo per i pg queste alghe producono grandi quantità di anidride carbonica, quindi respirare non sarà semplice. Inoltre il pastore di alghe è piuttosto protettivo! Interessante l'aspetto della malattia mentale del nanodesmond. Il fatto che si sia letteralmente costruito dei surrogati per affrontare secoli di solitudine si sposa molto bene con i temi della mia campagna. Pone inoltre I pg in una situazione spinosa. Potranno decidere di ignorare il decrepito nano, lasciandolo alla sua follia, e per farlo rinunceranno a rifornirsi dalla sua fiorente armeria. Se gestissero male la cosa si ritroverebbero soverchiati da golem e automi. Grazie ancora per gli spunti eccellenti! Se avete altre idee sono ben accette!
  8. Grazie MattoMatteo! Nella mia campagna cerco di offrire ai miei giocatori uno sguardo insolito sulle razze tradizionali. In questo caso vorrei sviluppare sia l'aspetto di come i nani si relazionino al mare, sia come possa configurarsi una micro-società nanica isolata per secoli dai propri simili. Ho provato a cercare le immagini che hai consigliato e in effetti le ho trovate di grande ispirazione! Appena posso butto giù una mappa. Grazie anche a te Minsc, sono idee fantastiche! Mi piace un sacco quella del nano ''Desmond'', anche se devo trovare una buona motivazione per questo. Da quanti anni è qui? Che cosa produce? Che cosa mangia e beve? Come mai è rimasto isolato? Per quanto riguarda i pilastri erosi, mi piace un sacco l'idea di una sfida 'ambientale' per i personaggi. Probabilmente il salmastra avrà reso le scale molto scivolose, così che il rischio di precipitare lungo la scogliera sia un bel grattacapo per i nostri avventurieri! Fantastica l'idea della nave! Mi fornisce un'ottima motivazione sul perché un Necromante sia giunto in un luogo così sperduto e inaccessibile. La nave infatti trasportava un pericoloso prigioniero in un carcere di massima sicurezza costruito su un'isolotto a nord di Maerstag. Questo prigioniero era il Necromante. Quando una violenta tempesta colse la nave, il prigioniero si affidò alle sue blasfemo divinità offrendo loro in dono le anime dell'equipaggio in cambio della sua vita. Con un rituale malefico incatenò gli spiriti dei suoi carcerieri alla nave e lui fu l'unico superstite (o forse potrebbe essersi salvato qualche membro dell'equipaggio. Potrebbe fornire qualche aggancio per sottoquest). Grazie mille per l'aiuto!
  9. Buongiorno! Sto preparando un'avventura per la mia campagna in ambientazione casalinga e la vorrei ambientare in una grande città portuale dei nani abbandonata da otto secoli. Il motivo di questo abbandono è il seguente: circa novecento anni fa l'oceano su cui questa Maerstag sorgeva (questo sarebbe il nome del porto) si è improvvisamente agitato durante quella che passò alla storia come Età dei Venti. Grandi uragani e tempeste marine si abbatterono su ogni costa di quel mare che da allora ha il nome di Fragore. Le acque un tempo adatte alla navigazione divennero impossibili da solcare e nel giro di un centinaio di anni, quella che era una fiorente città commerciale venne abbandonata dai suoi fondatori, che si ritirarono nei monti e si dedicarono ai più sicuri (e a quel tempo più redditizi) traffici fluviali. Oggi il Fragore è tornato un mare navigabile (almeno vicino alle coste), ma Maerstag rimane una città in rovina, scavata nella scogliera e con i suoi grandi bacini e tunnel sotterranei e sottomarini, in parte crollati per gli sconvolgimenti dei Flutti Marini, in parte invasi da popoli sottomarini. Soltanto uno sparuto Clan di nani, i Solcaflutti, che furono i fondatori del porto, si rifiutò di abbandonare la propria dimora ancestrale e resistette nella parte alta della città, dove i pinnacoli rocciosi fortificati stagliati verso il cielo non poterono essere raggiunti dalle onde funesta. Questi nani rimasti isolati da secoli hanno conservato le antiche usanze e agli occhi di un contemporaneo ''civilizzato'' possono apparire barbarici e primitivi. Altri abitanti della città in rovina sono una folta tribù di Coboldi che da qualche mese si è insediata nella zona inferiore della città, sfruttando uno degli antichi bacini di carenaggio sottomarini per costruire una imbarcazione e poter trasportare un uovo di drago trafugato al di là del mare. (In questa ambientazione i draghi sono rari, spaventati e si nascondono nei più remoti angoli della terra memori delle Grandi Purghe Draconiche risalenti a secoli prima). Mi piacerebbe introdurre anche numerosi Nani non morti, membri del clan Solcaflutti rianimati da un Necromante che una cinquantina di anni fa scelse Maerstag come luogo privilegiato per i suoi studi. Nei livelli inferiori risiedono da tempo anche numerosi popoli marini come marinidi e Kuo toa. Mi trovo in difficoltà nel disegnare la mappa di questa città, che immagino sviluppata in altezza su molti livelli dentro una scogliera a picco sul mare alta centinaia di metri. Inoltre vorrei renderla piena di pericoli: trappole dei coboldi, zone a rischio crollo, zone allagate, mostri erranti, pattuglie di nani impegnati in una guerra secolare per scacciare gli ''invasori'', e altre idee sarebbero molto gradite oltre a quel che consiglio su come sviluppare le idee di cui sopra. Chiedo quindi un aiuto a voi, domandando: come immaginate il porto in rovina di Maerstag? Quali sfide vi piacerebbe affrontare nei suoi cunicoli odorosi di salsedine? Come rendere interessante e fruibile ai personaggi la ricca storia del posto? Come caratterizzare l'aspetto primitivo dei nani Solcaflutti? Quali alleati possono aver trovato i coboldi per difendere il loro progetto? Quali altri abitanti potranno esserci in un luogo del genere? Grazie della vostra attenzione e di ogni eventuale suggerimento che riceverò, scusate per il mio essere prolisso!
  10. Grazie Nereas per la risposta articolata! Dunque come materiale a disposizione posso utilizzare tutto quello che si trova su Golarion Insider. Non avevo pensato che il detective sostituisce le conoscenze bardiche. Spulciando su quel sito ho notato l'archivista, che mi sembra vada bene per potenziare l'aspetto sapienziale. Che ne dici? Ai tratti razziali alternativi non avevo pensato, sono un'ottima idea! Grazie ancora! Preferirei evitare il multiclasse per una questione di gusto personale, ma dove posso trovare l'archetipo Chronicler of Worlds?
  11. Buongiorno! Sto per iniziare la campagna Il Trono Cremisi ambientata a Korvosa e vorrei interpretare un felinide bardo con l'l'archetipo detective. Vorrei un personaggio che si tenga fuori dai combattimenti e che sia focalizzato principalmente sulla conoscenza. Vorrei che fosse uno studioso e un oratore, che sfrutta le sue conoscenze e la sua abilità retorica per aiutare il gruppo ad affrontare le minacce e che sia bravo a investigare. Ho scritto un background per aiutarmi nella creazione, ma conosco poco Pathfinder e non so come muovermi. Per le caratteristiche usiamo un Buy point 1:1 da 84 punti più i bonus razziali. Partiamo dal primo livello e il gruppo è composto da due umani (guerriero e mago), un kitsune (ladro) e una changelling (oracolo). Grazie per l'aiuto, sotto spoiler inserisco il background (scritto di getto e probabilmente pieno di errori).
  12. Proverò nelle prossime due sessioni, vi faccio sapere! Diciamo che la scelta di classe, razza e livello erano obbligate dalla situazione. Quindi ho lasciato al giocatore la possibilità di 'personalizzare' il gregario partendo da questi punti fissi. Credo che alla fine non sia troppo difficile per me gestire la cosa... alla fine è solo un PNG che partecipa da vicino alla vita del gruppo. Ma la cosa che un pò mi preoccupa è che essendo così vicino rischia di perdere interesse se non lo interpreto come presente e attivo nella vita del gruppo. Questo però temo che tolga spazio ai giocatori. Non mi soddisfa nella misura in cui finché siamo fuori dal combattimento è un vero e proprio png con i suoi pensieri e personalità, in combattimento diventa l'equivalente del compagno animale del druido.
  13. Grazie! Io non avendo trovato regole specifiche esaustive ho permesso al giocatore di creare la scheda del gregario. Quando dici che solitamente il giocatore esprime preferenze, conosci delle regole che lo prevedano? Mi sarebbero di aiuto! Secondo me i problemi di far gestire il gregario al giocatore sono che il PNG rischi di 'scomparire' e che il giocatore sia costantemente distratto dal pensiero di dover, a tutti gli effetti, interpretare due personaggi. D'altro canto è vero che in quanto master gestire un PNG così 'presente' nei confronti del party può diventare oneroso. Grazie per la risposta! Per ora il compromesso che ho trovato è che il gregario lo gestisco io (che sono il master) fuori dal combattimento e il giocatore durante il combattimento. Questo però non mi soddisfa fino in fondo.
  14. Buongiorno, ho un dubbio sulla gestione di un gregario che uno dei miei PG ha da poco ottenuto. A chi spetta il compito di interpretare, gestire e far avanzare il gregario? Al master o al giocatore? Essendo un PNG mi verrebbe da pensare che sia compito del master, ma sulla Guida del DM non mi è chiaro. Grazie!
  15. In parte concordo con te, anche per la mia esperienza il gioco, o comunque progettare il gioco, dato che ho quasi sempre fatto il master, mi ha regalato momenti in cui staccare anche nei momenti bui. Tuttavia ci sono stati dei momenti della mia vita in cui ero davvero stanco. Stanco fisicamente per i turni di lavoro massacranti, stanco mentalmente per via di una lunga e impegnativa terapia psicologica che ho portato avanti per anni, stanco emotivamente per questioni legate alla mia sfera familiare e alla mia relazione sentimentale che non sempre è stata lieve. Questa stanchezza sfibrante mi ha portato, in determinati momenti a volte lunghi fino a un anno, a non avere nessuna voglia di giocare o di pensare al gioco. La stanchezza vinceva sul desiderio di rilassarmi con una bella giocata o sessione di scrittura. Il relax e il divertimento derivanti dal gioco erano soppiantato dalla necessità di riposare corpo e mente. Preferivo dunque leggere un libro o guardare un film, attività molto meno ''interattive''rispetto al gioco. Ciò detto sono anni che, nonostante gli alti e i bassi della quotidianità, la scintilla del giocare non si spegne. Sto attento ad alimentare anche nei momenti grigi, perché mi rendo conto che giocare fa bene. Inventare mondi e avventure e personaggi e fondamentale per la mia mente, anche per affrontare quei problemi che in passato mi hanno bloccato.
  16. Il master che per me resterà sempre il migliore e il mio farò nelle tenebre dell'arbitraggio è certamente il primo master che ho avuto. Lui mi ha fatto innamorare di d&d, mi ha fatto capire come trasformare statistiche di gioco in png vivi e profondi. Mi ha dimostrato cosa sia e come si struttura un dungeon interessante e come si risolvono i problemi in gioco. Ciò detto, mi reputo un ottimo master, ho fatto quasi sempre quello negli ultimi 15 anni. I miei giocatori sono soddisfatti. Io non sono molto contento delle mie capacità drammaturgiche nel creare tensione e soprattutto nell'interpretare i mostri che il gruppo incontra.
  17. Grazie! Mi studierò queste classi e abbozzerò una scheda! Poi magari mi date qualche dritta mirata, se vi và!
  18. Ciao a tutti! Mi piacerebbe giocare un personaggio che sia focalizzato sulla conoscenza. Vorrei che fosse uno studioso, un erudito, un linguista e possibilmente un abile diplomatico. Come razza avrei pensato a un elfo di età avanzata, non violento, quindi starà sempre fuori dai combattimenti. Sapreste consigliarmi una classe e un possibile avanzamento? Grazie!
  19. Potresti inserire, per riprendere l'idea dei folletti sovversivi, qualche creatura boschiva tipo driade che sbarra il passo ai PG e pone loro dei quesiti. Oppure antiche rovine megalitiche su cui la giusta sequenza di passi permette il passaggio, altrimenti scattano trappole.
  20. È un piacere! In questo caso suggerisco tiri salvezza su tempra come se piovesse con relative ed eventuali allucinazioni sensoriali. Alcune spore delle piante potrebbero avvelenare l'acqua o le provviste di cibo, quindi il gruppo potrebbe affrontare i morsi della sete e della fame. Altre spore potrebbero essere così aggressive da attecchire sugli oggetti di legno e farli rapidamente marcire se non vengono puliti. Io la giocherei così: il bosco non è davvero un labirinto. Solo che l'atmosfera malsana e corrotta tende a ingannare i viandanti mostrando loro scenari in sequenza. In questo modo i tuoi giocatori crederanno da soli di star girando in tondo, vorranno fare delle prove e potrebbero fallirle. La cosa divertente è che se le falliscono, lo scenario man mano diventa più vario e loro crederanno di aver trovato la strada giusta, mentre in realtà si stanno dirigendo fuori dalla foresta. Se invece la prova riesce, continueranno a vedere sequenze negli scenari attraversano, e la loro paranoia crescerà. Che ne pensi?
  21. Avevo pensato a quello, poi mi sono censurato. La tentazione era forte Sì potrebbe introdurre l'avamposti di frontiera per includere i nostri iracondi amici.
  22. Ciao! Essendo una foresta maledetta potresti inserire alberi corrotti e semi senzienti che cercano di sbarrare il passo ai PG, magari catturandone i piedi tra le radici tipo Vecchio Uomo Salice nel signore degli anelli. Altre idee non combattive: -funghi e muffe velenose che infestano ampi tratti di foresta rendendo l'aria irrespirabile -letti di fiumi semi-prosciugati che sembrano sbarrare il passo ai PG e he con il loro fango somigliano a sabbie mobili (con tutti i connessi del caso) -pareti rocciose da scalare ma che non ''vogliono''essere scalate: ogni tentativo provoca piccole frane e smottamenti che attentano alla vita dei PG. -zone quasi labirintiche della foresta dove i PG hanno la sensazione di girare in tondo: notano due volte lo stesso albero dalla corteccia rossa,etc -incontro con creature del bosco (folletti) che 'resistono' al drago e potrebbero chiedete aiuto ai PG
  23. @Dadone parteciperai? Per riprendere il discorso delle limitazioni, credo che porre dei paletti troppo rigidi possa scoraggiare la creatività di molti. Con questo non voglio suggerire di non porre regole, ma per citare l'esempio di @Hobbes, dover descrivere tutti una locanda di lusso può essere complicato. Non essendo un contest di scrittura, ma di creazione di luoghi fantastici, porre questo genere di vincoli rischia a mio avviso di intralciare appunto la fantasia. Scrivo questo nonostante io, personalmente, trovi molto stimolanti i limiti di regolamento, poiché mi spronano a nuove riflessioni e punti di vista diversi su ciò che invento. Altre idee per la categoria: ponte, roccaforte, biblioteca, collegio bardico, fiera itinerante, parco cittadino, quartiere nobiliare, ospedale/sanatorio, cattedrale/tempio, arena di combattimento
  24. @starchy qui trovi il post di discussione dove puoi proporre le tue idee! Sono felice che vuoi partecipare!
  25. Penso che tu abbia in linea di massima ragione, ma non credo che per quanto riguarda le location la cosa sia molto limitante. L'impatto del regolamento sull'ambientazione non è così forte. A maggior ragione che la quinta si prefigge di essere un regolamento adattabile a qualsiasi stile di gioco. Dall'altro lato imporre un contesto base di riferimento può forse aiutare chi non sia troppo fantasioso a trovare spunti e dare una coerenza di fondo alle sue location. Ti và in ogni caso di partecipare? Bene, mi fa molto piacere! Hai proposte per la categoria di location da descrivere?
×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.