Jump to content

About This Club

La gilda per la guerra degli orchi contro le genti da oltre il mare.
  1. What's new in this club
  2. Wurrzag Annuisco a Tayyip, siamo troppo a corto di guerrieri per buttarla subito sullo scontro frontale. Faccio segno a Scania e Arkail di seguirmi "Una citta'? L ultima volta che ho controllato il mio stendardo c erano ben sei vessilli umani capovolti! Da quando le femmine umane hanno assaggiato la verga dei miei guerrieri fanno la fila davanti ai nostri cancelli per poter essere cavalcate" rido dando seguito alle sue battute e raggiungendolo sotto il portone "Siamo qui per lo stesso motivo Zavak dei Teschi di Lupo, l orda ci ha mandati nei territori umani per portare scompiglio e distrarre le forze nemiche" commento "Siamo in viaggio da molte lune e come gia' detto, abbiamo bruciato sei citta' umane e liberato un gruppo di fratelli orchi da un campo di prigionia a nord, poco sotto il confine" proseguo ricapitolando brevemente il nostro percorso 'Eh voi? quali zone avete battuto e con quali forze vi siete scontrati?"
  3. Tayyip Quindi secondo Zavak, la sua banda di guerra aveva lo stesso scopo e obiettivo per i quali erano stati creati gli Zampa di Sangue. Corrugo la fronte e mi volto verso Wurrzag: spero che il capo provi a spremere tutte le informazioni possibili da queste teste verdi e vuote, prima di cominciare l'inevitabile gara di chi ce l'ha più lungo. Capo, questi hanno visto parti di terra con gli umani dove noi non siamo stati.
  4. Yurdu 'Rrrmmmhhhh...", sbuffo, sentendo le chiacchiere del nuovo arrivato. Sbruffone lo è di certo, ma bisogna vedere se è anche capace. Trovo una posizione comoda da cui osservare - e sentire bene - il resto della conversazione. Chissà che non cada qualche altra stupida testa, oggi. Poi, mi viene un dubbio e cerco con lo sguardo il Colosso: potrebbe decidere di fare qualcosa e voglio essere al suo fianco, in quel momento.
  5. "Ma quante formalità!" sogghigna l'orco a terra. Nella vostra lingua è un po' meno rozzo, ma non di molto "Sembra che ci stiamo organizzando un'unione, ah! Vabbè, vabbè, verrò con due dei miei" Si volta verso la masnada dei suoi, scalpitano per seguirlo. Ne sceglie due che a spintoni e pugni si sono fatti avanti. Quando Wurrzag e due dei suoi escono ad incontrarlo, l'orco sembra comunque meno aggressivo e più curioso "Zampa di Sangue... Zampa di Sangue... no, non ho proprio mai sentito il vostro nome. Ma non vuol dire. Magari siete solo piccoli e scarsi e giovani" si stringe nelle spalle, poi scoppia a ridere "Ma avete anche preso una città dei pellechiara, perciò... bah! Comunque, io sono Zavak dei Teschi di Lupo. E sono stato mandato dal mio signore per ammazzare umani e fare casino, giusto per distrarre un po' il nemico. Divertente, devo dire"
  6. Tayyip Sempre appollaiato sulle mura, comincio a contare gli orchi sconosciuti e a valutare le conseguenze di uno scontro con loro. Qualcosa da evitare assolutamente, epperò due galli nel pollaio non hanno mai portato cose buone. Ridacchio divertito al pensiero di Wurrzag con il culo a terra. Ci sarà da divertirsi. borbotto tra me e me mentre penso a come salvare le chiappe verdi del capo degli Zampa di Sangue. La vicenda mi distrae dal frustrante fallimento del lungo giro di chiacchiere con i pellerosa. Che buona parte fosse ignorante quanto quella capra di Arkail l'avevo anche preventivato. Contavo però che almeno qualcuno di loro, tra i personaggi più di rilievo, tra i pochi soldati sopravvissuti, tra i loro sciamani, avesse un minimo di coscienza di cosa sta accadendo nelle fila umane. Invece, niente di niente. Assolutamente niente. Bah. Sputo oltre le mura il mio disappunto. Almeno ho quei tre da plasmare...
  7. Wurrzag Non capisco e la cosa mi rende nervoso "Di umani da uccidere ce ne' in abbondanza" rispondo sorridendo "Il vessillo che porti e' uno dei grandi clan, mi stupisce che tu non ci conosca ma e' passato molto tempo e siamo lontani dalle terre dei nostri avi" proseguo "Capirai che la prudenza non e' mai troppa invito quindi te ed due dei tuoi aiutanti ad incontrarci qui sotto, io usciro' con due dei mie ed avremo modo cosi di presentarci come si deve" faccio cenno agli orchi sulle mura di abbassare le armi
  8. Quando sbuca Wurrzag gli orchi all'esterno restano come stupiti, colti di sorpresa. Poi si leva un grido di giubilo, e il capo ruggisce divertito "Aahah! Un altro orco? Zampa di Sangue? Mai sentito, ma da dove venite? E avete già ucciso tutti gli umani? Noi pensavamo di farci un bel bottino, poco cane!!" Tayyip
  9. Beh no, il concorso era da Modron, non da miss Italia!
  10. Quindi inizierai a postare con la fascia da miss italia?
  11. Ho finalmente concluso tutta la trafila del concorso! Da stasera tornerò a ritmi più decenti! Grazie per l'immensa pazienza!
  12. Arkail Già... commento alle parole di Scania lisciandomi il pizzetto canuto. Mi avvicino a Wurrzag, facendo attenzione che le mie parole giungano a lui e al massimo ai nostri alleati, non agli orchi appena arrivati. Capo, quegli orchi ci servono. gli occhi giallognoli corrono con bramosia sull'ascia bipenne del capo. Sono stupidi, e forse non è così male. una breve pausa. anche il loro capo è stupido. E questo invece può essere molto male, soprattutto se i suoi orchi ascoltano le sue parole. tiro su con il naso. Quegli orchi ci servono. ripeto come un mantra. Il loro capo, invece? Ci serve per forza? chiedo con fare vagamente retorico. Che sia Wurrzag a decidere...
  13. Scania Un largo sorriso mi sale sul volto deturpato. "Mi sa che con questi potrebbe esserci da far andare le mani lo stesso."
  14. Tayyip L'arrivo di altri pelleverde di un clan diverso è una sorpresa che mi riempie di sospetto. Che ci fanno qui, così lontani dal territorio degli orchi, camminando baldanzosi all'aria aperta come se non avessero nulla di cui preoccuparsi o temere... O sono folli, o molto in gamba. Oppure sono una trappola. Resto appollaiato alla palizzata, scrutando il gruppo con occhi pieni di sospetto. Anche se fossero un genuino drappello di fratelli di sangue, non significa che portino più soluzioni che problemi. @ DM
  15. Yurdu Forse adesso ci sarà sangue per fare divertire i guerrieri. Mi sembra un gruppo di stolti guidati da un stolto più grossa e, forse, anche più stupido. Comincio a richiamare il potere degli Spiriti dentro di me, perché immagino che questo branco di idioti dovrà farsi pestare un po', prima di capire chi è più forte.
  16. Wurrzag Alle parole dell orco, quasi scoppio a ridere, non ce' da stupirsi se gli umani hanno avuto la strada spianata nel conquistare le nostre terre se a difenderle c erano idioti come quello li sotto. Dai camminamenti, faccio un segno ad Argor e Tkav di completare la manovra di accerchiamento, quando i cavaalieri sono in posizione rispondo nella nostra lingia madre "E non sai quanto sei fortunato che qui non ci siano guerrieri umani..." commento beffardo "Sono Wurrzag, capoclan degli Zampa di Sangue...ed e' il nostro vessillo che sventola su queste capanne non quello degli umani...presentati e ti sara' aperto!" concludo
  17. Permettete al drappello di orchi di arrivare fin quasi alle mura. In realtà si fermano un po' prima, in vista, e si schierano in una massa più o meno ordinata di guerrieri armati di scudi. Hanno lance, asce, mazze, e un piccolo gruppetto di arcieri. Sono tutto sommato disciplinati, anche se in modo rozzo e tipicamente orchesco. Il comandante spicca immediatamente per il vello di lupo che porta drappeggiato sulle spalle: un guerriero veterano, con cicatrici che forse vengono da prima dell'arrivo degli umani. Impugna una grossa ascia bipenne e osserva le mura con attenzione. Poi parla, in un umano stentatissimo e rozzo "OH!! VI TAGLIAMO TESTE E BRACCIA! APRITE LO MURO, MORTE PIU' VELOCE! NON GUERRIERI QUI, NOI SAPPIAMO! AHAHAHA!" gli altri orchi ridono con lui. No, decisamente non sono in combutta con gli umani. Chissà come e perché, sono giunti fino qui proprio per assaltare il villaggio!!
  18. Scania Siamo tutti sorpresi dall'arrivo di altri orchi. Ormai pensavo che avremmo combattuto da soli finché gli umani non ci avrebbero mandato tutti nelle praterie del cielo. Io gli sarei andato incontro ma il capo ha più cervello e decide per una tattica più prudente. Salgo con lui e Arkail sulle mura. Ormai mi sono abituato alla armatura che era del capo umano. Sarei quasi contento se fossero in combutta con gli umani perché mi darebbe la possibilità di provarla in un vero combattimento.
  19. Arkail Dopo aver completato le riparazioni attendo con malcelata impazienza che qualcuno ci attacchi. Così, tanto per vedere se io e Scania siamo stati efficienti. E per bagnare le armi nel sangue, ovviamente. Il tempo passa e nessuno compare in vista. La frustrazione di giorni sempre uguali inizia a farsi sentire, fino a quando... ...fino a quando non avviene qualcosa che nessuno aveva preventivato. Altri orchi, altri pelleverde con il loro vessillo. Per tutti gli spiriti. Ruggisco sorpreso. Condivido la preoccupazione del capo, motivo per cui non fiato e lo seguo come da ordini sui camminamenti, non senza aver imbracciato le mie armi.
  20. Io mi scuso per l'assenza prolungata di questa settimana ma negli ultimi 7 giorni è stato un delirio tra lavoro e tutto. Mi metterò in pari quanto prima!
  21. Wurrzag I giorni passano veloci, il clan e' preso dalle attivita' che ho assegnato loro ma la mancanza di un nemico da combattere inizia a farsi sentire. Quando finalmente ho la certezza di saper governare il grande guscio, inizio a riflettere sulle nostre prossime mosse. La mancanza di orchi mi spinge verso il tornare sui nostri passi sperando che avvicinandomi al confine con le terre dell orda il numero di bande di guerra da reclutare possa aumentare. L ottavo giorno, un evento inaspettato arriva in risposta alle mie elugubrazioni, un drappello con il vessillo di uno dei grandi clan viene avvistato a poche ore di marcia. "Come avranno fatto a trovarci?" chiedo ai miei aiutanti di campo "Che sia un trucco degli umani? Fate entrare tutti dentro le mura, Argor tu ed i cavaalieri nascondetevi poco fuori in modo da fiancheggiarli qualora dovessero essere ostili gli altri sui camminamenti con me pronti a riceverli"
  22. Yurdu Otto giorni e ancora non abbiamo risolto nulla: comincio a essere infastidito. Non tanto per la nostra mancanza di progressi, quanto per una situazione evidentemente sbagliata. Il Colosso non si dà pace, e nemmeno io. Poi, arriva un diversivo. Mi unisco al clan nell'osservare i nuovi arrivati, ma, almeno per il momento, reso in attesa: sarà Wurrzag a dover decidere come accoglierli.
  23. Il tempo passa. Il clan si rafforza. Seguendo gli ordini di Wurrzag, Arkail e Scania mettono mano al portone e alle mura, riparando e rafforzando le difese. Le riparazioni sono certo rozze, ma efficaci. Resisteranno ad un assalto che non sia portato con la magia o con forze davvero ingenti. Argor e T'kava passano molto tempo con i cavalieri, lontano dal villaggio, e mantengono una costante vigilanza. Identificate un paio di nascondigli anche per dei guerrieri appiedati. Potranno correre verso la vostra posizione non visti, tagliando per zone incolte. Meglio una difesa in più... in questo periodo di otto giorni non vedete né umani né orchi. La presenza dei secondi era in effetti poco plausibile, ma l'assenza di umani vi mette di malumore. Per quale motivo non passano di qui? Questo villaggio non sembra certo isolato. Interrogati i prigionieri in merito però capite che al più ricevono visite regolari una volta per luna, e i viaggiatori irregolari sono molto rari. Wurrzag stesso, con l'aiuto di Tanya, cerca di costringere gli umani a insegnargli ad usare il guscio. Blandizie e minacce aiutano, ma molti dei pellechiara non hanno la minima idea di come si tenga il mare. Quelli che sanno farlo sono una manciata, ma sono molto efficienti. Spiegano agli orchi molte cose in merito a vele, sartiame, navigazione, rotte e correnti. Con il tempo e l'esperienza riuscirete a muovervi più velocemente e soprattutto a farlo in maggior sicurezza. Infine Yurdu e il Colosso passano diverse giornate lontano dal clan, cercando una risposta al mistero del luogo: che fine hanno fatto gli spiriti della terra? Essi obbediscono alla chiamata degli sciamani, ma non ve ne sono che abitino la regione. Non si tratta di qualcosa da prendere alla leggera: nessuno degli umani qui pare un grande sciamano, e la sacerdotessa che interrogate non sa nemmeno di cosa parlate. Non è una magia, ma qualcos'altro che tiene lontano gli spiriti della natura... L'ottavo giorno le attività quotidiane vengono interrotte da una sentinella. Sulla strada c'è un drappello in marcia, a circa tre ore di distanza. Ma non sono umani. Sono orchi, e reggono un vessillo con la testa di lupo di uno dei grandi clan!
  24. Avviso che dal 16 al 30 luglio saro’ in vacanza e potrei postare con minore continuita’
  25. Per me si può procedere, ho già dato indicazioni sul da farsi per i prossimi tempi e non ho da aggiungere.
  26. Ultimo giro di post, poi faccio il fast forward! Fino ai primi di agosto sarò ancora molto scostante con i tempi di risposta, poi dovrebbe migliorare.
  27.  

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.