Jump to content

Geleb

Ordine del Drago
  • Content Count

    90
  • Joined

  • Last visited

Community Reputation

10 Goblin

About Geleb

  • Rank
    Maestro
  • Birthday 07/20/1994

Profile Information

  • Gender
    Maschio
  • Location
    Parma
  • GdR preferiti
    D&D 3.5, Pathfinder
  • Occupazione
    Studente

Recent Profile Visitors

The recent visitors block is disabled and is not being shown to other users.

  1. Talaidhar "Bene, andiamo a Lahan allora!" aspetto un attimo prima di rispondere alla domanda"Beh si, sono uno studioso dell'arcano, e un creatore diciamo, mi diletto nell'alchimia e nella creazione di altri oggetti magici quando ho tempo" guardo un po' l'orizzonte "anche se non ho più un laboratorio ad ora ovviamente. Ditemi invece, voi di cosa vi occupate?"
  2. Si scusa è un periodo un po' incasinato e faccio un po' fatica a star dietro a tutto. Avevo intenzione di scriverti/vi, mi sa che non riesco a continuare
  3. Talaidhar Guardo e ascolto tutto quello che mi racconta Ajantis, e sono sinceramente sorpreso “cavoli, beh che dire, mi aspettavo più una cosa del tipo <<passavamo di lì eh poi boh>> invece sento che ne avete proprio passate delle belle” mi volto infine verso Brank e gli tendo la mano “piacere di conoscerti Brank, chiamami pure Tal” Mi guardo un po’ intorno, dando le ultime sbuffate con la pipetta, prima che quest’ultima svanisca lasciando cadere in acqua la cenere e il tabacco bruciato. “beh signori, ora che si fa?”
  4. Talaidhar Va beh, meglio non proseguire alcun tipo di conversazione con questi druidi, ho già capito che è come chiedere a un mio parente di invitare a cena un nano. Non dico più niente per non mancare di rispetto, nonostante tutto. Una volta che i combattenti appena conosciuti si allontanano li seguo, per giungere a una chiatta che immagino sia di loro proprietà. Una volta che ci stacchiamo dalle rive del fiume mi siedo dando a le spalle a queste, estraggo dalle mie borse un po' di tabacco e muovendo le dita evoco una piccola pipa, abbastanza rozza e ben lungi dall'essere rifinita e deco
  5. Achille vorrei lanciare diversi insulti verso la sacerdotessa, un po’ per lo spavento che mi ha causato e un po’ per aver svegliato l’oni che stavamo cercando di aggirare, ma l’unica cosa che mi viene da dire è verso Daichi guai a te se mi sputi quella roba addosso, detto ciò estraggo il mio spadone e comincio a muoverlo, mentre emetto dei versi dalla gola, profondi, e da un giro all’altro la lama sembra gonfiarsi sempre di più @master
  6. Ragazzi scusate l’assenza ma ho avuto parecchi casini. @Zellos rimandaci pure in città
  7. A me non arrivano le notifiche da parte di questa storia, quindi mi scuso per la lentezza ma ogni tanto mi dimentico di venire a controllare 😅
  8. Achille Fortunatamente l’acqua scende, ma la mia gioia non è nulla in confronto a quella di Thun che può finalmente ritoccare il suolo. speriamo non siano così tutti i templi e tutte le sacerdotesse non faccio in tempo a tirare un mezzo sospiro di sollievo che ecco comparire un noi, un ciccionissimo oni. ai dubbi degli altri mi rivolgo a loro sottovoce “beh vorrei dire che se fosse stato qualcosa di previsto la sacerdotessa ci avrebbe avvertito, ma dopo la quasi nuotata di poco fa non ne sono così sicuro. Se si riesce a eliminare velocemente possiamo provarci, oppure possiamo
  9. Talidhar “Guardi non è necessario scusarsi, nè cambiare i metodi, facciamo solo una piccola nota del tipo “rapire chiunque ma non l’elfo mago che ci ha aiutato” ecco già questo sarebbe apprezzato!” vorrei continuare a parlare e lamentarmi, ma il druido inizia il suo discorso, pieno di fanatismo, tanto simile a quello dei miei consanguinei che non ho mai sopportato, ma almeno so come averci a che fare, spero. Guardo l’arcidruido fisso negli occhi, e con la voce più spensierata possibile, scacciando i pensieri di far esplodere tutto il circolo con una fiammata enorme, gli chiedo “quind
  10. Achille eh che c@zzo appena l’acqua comincia a salire prendo in braccio Thun, non voglio aggiungere a tutto questo pure l’odore di orso bagnato. Provo a restare calmo, evitando di farmi deconcentrare dalle morsicate all’orecchio da parte dell’orso che vorrebbe scendere di spalla probabilmente, per concentrarmi e vedere se capisco qualcosa, in particolare quelli del battiporta blu. Ragazzi a me le sacerdotesse hanno dato il simbolo blu, qualcuno di voi lo ha rosso?
  11. Talidhar Vedendo tutti scappare non sono da meno, e col cavolo che resto da solo in questa situazione. Una rivolto arrivato a quello che sembra essere un “luogo sicuro” dapprima dimmi rivolgo all’arcidruido “E con quello che abbiamo appena visto direi che la prossima volta che avete bisogno di una consulenza potete semplicemente chiederlo invece che trascinarmi in mezzo a tutto questo, va bene maestro?” dopo di che guardo i combattenti che hanno attaccato il mostro insieme a me “Buongiorno a voi signori, fossimo in circostanze diverse vi offrirei del té, quello che preparo di s
  12. Achille fin troppo facile, la cosa puzza. son le uniche cose che mi girano per la testa dopo il veloce scontro con gli scheletri, e sento che anche Thun è sorpreso. Ma non ci penso e proseguo insieme agli altri, fino al giungere davanti a una porta, dove uno dei due battiporta, ironicamente, è del “mio” colore. Mi volto a guardare Thun perplesso e noto che si è seduto per grattarsi la testa...mi accovaccio di fianco a lui Thun ma ti sembra il momento? Avrei continuato la frase quando comincio pure io a sentire un prurito, e prima di rendermene conto mi sto grattando quasi allo stesso modo
  13. Talaidhar “Ah ottimo, vedo che i prodi combattenti non mancano, se non qui” è la prima cosa che mi viene da dire, anche se non a voce troppo squillante, continuo a urlare ai druidi “ALLORA CI DIAMO UNA MOSSA O FATE FARE ALLO odioso CHE ERA IN CATENE FINO A 5 MINUTI FA?” schiavisti del cavolo è l’unica cosa che mi passa per la testa. mi rivolgo poi verso l’essere aberrante circondato dai (poco) efficaci combattenti e dall’ancor meno utile alligatore da me stupidamente evocato. Decido quindi di andare sul classico. comincio a mormorare formule in dragonico, muovendo le mani e le dit
  14. Vero che è circondato...va beh penserò a una soluzione, alla peggio utilizzo il classico dardo incantato e amen
×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.