Jump to content

Benvenuto in Dragons´ Lair

La più grande e attiva community italiana sui Giochi di Ruolo.
Accedi o registrati per avere accesso a tutte le funzionalità del sito.
Sarai così in grado di discutere con gli altri utenti della community.

Fuga dall'Abisso esce il 30 Luglio in italiano

In questi giorni la Asmodee Italia ha aggiornato la pagina del suo sito dedicata alle prossime uscite, rivelando finalmente la data di uscita di Fuga dall'Abisso, un'avventura per PG di livello 1-15 ambientata nel Sottosuolo dei Forgotten Realms e caratterizzata dalla presenza dei mostruosi Signori dei Demoni. Completamente tradotta in lingua italiana, l'avventura uscirà in tutti i negozi il 30 Luglio 2020.
Ovviamente è importante tenere presente che, come specificato sempre dalla Asmodee sul suo sito, le date da lei annunciate sono da considerarsi sempre indicative e potrebbero subire variazioni in caso di contrattempi.
Qui di seguito potrete trovare la descrizione ufficiale dell'Avventura, la copertina del manuale e la recensione da noi pubblicata su DL'.
Grazie a @AVDF per la segnalazione.
Fuga dall'Abisso
L’Underdark è un mondo sotterraneo ricco di meraviglie, un labirinto sterminato e contorto dove regna la paura, popolato da mostri orrendi che non hanno mai visto la luce del giorno. È quaggiù che l’elfo oscuro Gromph Baenre, Arcimago di Menzoberranzan, lancia un empio incantesimo con l’intenzione di infiammare l’energia magica che pervade l’Underdark: nel farlo, spalanca una serie di portali collegati al regno demoniaco dell’Abisso. Ciò che ne esce stupisce lo stesso arcimago, e da quel momento in poi, la follia che aleggia sull’Underdark non fa che crescere e minaccia di scuotere i Reami Dimenticati fin dalle loro fondamenta. Fermate la follia prima che divori anche voi!
Data di uscita: 30 Luglio 2020
Lingua: italiano
Formato: Copertina rigida
Articoli di Dragons' Lair:
❚ Recensione di Fuori dall'Abisso

Read more...

I vecchi manuali di D&D su DMs Guild ora hanno un Disclaimer

Disclaimer: vista l'alta sensibilità del tema trattato in questo articolo (considerato Tema a Rischio, come specificato negli articoli 1.6 e 1.12 del Regolamento di Dragons' Lair), abbiamo deciso di disabilitare i commenti. Si tratta di una soluzione temporanea, che abbiamo deciso di adottare in attesa di poter introdurre una versione più aggiornata del Regolamento. Nei prossimi giorni, infatti, lo Staff di DL' si riunirà per definire nuove linee guida riguardanti proprio la discussione di argomenti simili. Nel frattempo ci scusiamo per il disagio.
 
In linea con un annuncio sul trattamento della Diversità da lei rilasciato qualche settimana fa e in riconoscimento del fatto che, rispetto a 40 anni fa (quando D&D è nato), il mondo è cambiato, la Wizards of the Coast ha deciso di inserire all'interno dei vecchi manuali di Dungeons & Dragons pubblicati sul DMs Guild un Disclaimer riguardante il contenuto in essi trattato. Tale Disclaimer ha lo scopo di avvisare i lettori di oggi che quei manuali sono figli del loro tempo e che, quindi, possono contenere idee, concetti e affermazioni che non rispecchiano i valori del D&D di oggi. Un esempio di manuale in cui è stato inserito il Disclaimer è Oriental Adventures per la 1e.
Qui di seguito potete trovare la traduzione del Disclaimer in italiano:
Ed ecco qui la versione originale:
Fonte: https://www.enworld.org/threads/older-d-d-books-on-dms-guild-now-have-a-disclaimer.673147/
Read more...
By aza

ManaDinamica – Magia ed Entropia

La magia può sembrare una cosa meravigliosa: si tratta di uno strumento in grado di fare, in prima approssimazione, qualunque cosa.
Abbiamo tuttavia già visto nel precedente articolo che la faccenda non è così semplice: infatti, per ottenere un qualunque effetto magico che sia fisicamente coerente, abbiamo bisogno di spendere energia. E abbiamo bisogno di ottenere questa energia da qualche parte.
Ma il problema non si ferma qui: ogni volta che l’energia viene trasformata da una forma all’altra, una porzione di essa sempre maggiore viene dispersa, diventando inutilizzabile per il suo scopo originario
Oggi parliamo del secondo principio della termodinamica… applicato alla magia!

Calore e movimento
Se mettiamo a contatto tra loro due oggetti a diverse temperature, il più caldo comincerà a raffreddarsi e il più freddo a scaldarsi finché non raggiungeranno la stessa temperatura.
Questo fenomeno, detto “principio zero della termodinamica”, è evidente se mettiamo un cubetto di ghiaccio nell’acqua d’estate: il cubetto si scalda, sciogliendosi, ma nel farlo raffredda l’acqua.
Quello che è accaduto è che una certa quantità di energia, detta calore, ha abbandonato il corpo caldo, raffreddandolo, per introdursi in quello più freddo e riscaldarlo.
Questo passaggio di energia può essere “imbrigliato” per ottenere movimento: le macchine in grado di compiere queste trasformazioni sono dette Motori Termici, tra cui il motore a scoppio, il motore stirling e l’immancabile motore a vapore.

Un modellino di motore stirling. Una lieve differenza di temperatura tra il sopra e il sotto della base è sufficiente per far girare la ruota.
Un motore termico ha infatti bisogno di due “ambienti”, uno più caldo dell’altro, e la sua capacità di funzionamento dipende proprio da tale differenza di temperatura.
Quando, nel mondo reale, gli scienziati, ingegneri e inventori del ‘700 e ‘800 cominciarono a studiare il rapporto tra il calore fornito a una macchina a vapore e l’energia meccanica (cioè legata allo spostamento della vaporiera) che essa era in grado di rilasciare, si accorsero che una porzione di tale energia veniva perduta.
Infatti, parte di quel calore andava comunque a riscaldare l’ambiente esterno, più freddo ovviamente della caldaia: questo implica che, se da una parte l’aria esterna circola ed è in grado di rinnovarsi, la caldaia va via via raffreddandosi e richiede sempre nuovo combustibile.
Per quanto si possano migliorare numerose parti di un motore, per esempio riducendo gli attriti (che dissipano ulteriore preziosa energia), una porzione di dispersioni energetiche dovute a questo scambio di calore sarà sempre, inesorabilmente presente.
Tale evidenza portò a una delle formulazioni del “Secondo Principio della Termodinamica”, quella di Lord Kelvin: “È impossibile realizzare una trasformazione ciclica il cui unico risultato sia la trasformazione in lavoro di tutto il calore assorbito da una sorgente omogenea” 
Fu questa triste scoperta, l’inevitabile dispersione dell’energia, che portò gli scienziati del tempo alla definizione di una nuova grandezza fisica: l’Entropia.
Energie inutilizzabili
L’Entropia viene spesso definita come lo “stato di disordine di un sistema”, ma si tratta di una definizione che può confondere: infatti non si tratta banalmente di sistemi nei quali gli elementi siano “riposti ordinatamente”.
Due oggetti a temperature diverse e a contatto tra loro, infatti, sono ugualmente “ordinati” prima o dopo aver scambiato calore tra loro.
Quello che invece sappiamo grazie ai motori termici è che se due oggetti hanno temperature diverse è possibile usarli per generare energia meccanica, mentre questo è impossibile se hanno la stessa temperatura.
In questo secondo caso, infatti, la loro energia è stata “distribuita” tra di essi, mentre inizialmente essa era “disponibile” per generare lavoro.

Se immaginiamo le unità di energia termica come palline, esse possono essere utilizzate per produrre movimento solo finché sono separate
Badate bene che, dopo lo scambio di calore, tale energia non è stata “perduta” nel nulla: l’energia totale è conservata e così il primo principio della termodinamica, solo essa non è più “sfruttabile” alla stessa maniera.
La sua “qualità” è diminuita.
L’Entropia è, di fatto, la misura di questa “riduzione di qualità” dell’energia di un sistema.
Un’evidenza nata sia dall’osservazione naturale che dagli studi di Carnot è che l’entropia è sempre in continua, inesorabile crescita, e quindi la “qualità” dell’energia è in perenne calo.
Ciò ha portato a un’ulteriore formulazione del secondo principio della termodinamica: “in un sistema isolato l’entropia non può mai diminuire”.
Tutti i fenomeni spontanei, infatti, aumentano (o quantomeno mantengono inalterata) l’entropia del sistema: il calore fluisce da un corpo caldo a uno freddo, anche quando si cerca di imbrigliarlo con un motore, riducendo inevitabilmente l’efficacia del processo (come abbiamo già visto).
Tutti i fenomeni naturali che portano alla dispersione dell’energia sono prima o poi inevitabili: il ghiaccio fonde, gli oggetti cadono, il ferro si ossida, le pile si scaricano, le stelle si spengono e gli esseri viventi, alla fine, periscono.
Questo non significa che sia impossibile ottenere effetti opposti a quelli spontanei: abbiamo ad esempio inventato frigoriferi e condizionatori per abbassare la temperatura.
Tuttavia, tali macchinari si “limitano” a spostare il calore, ad esempio, del cibo congelato nell’ambiente fuori dal frigo, e consumano energia per farlo: parte di questa energia poi, ovviamente, non sarà utilizzabile per raffreddare gli alimenti ma verrà dispersa.
Se noi cercassimo di utilizzare la differenza di temperatura tra frigo e stanza per alimentare un motore termico, otterremmo ancora meno energia di quella necessaria per mantenere il cibo congelato.
L’energia necessaria per raffreddare un oggetto è insomma superiore a quella che si otterrebbe utilizzandolo come ambiente freddo per un motore termico: questo perché parte di quell’energia è stata dispersa proprio a causa dell’entropia.
Come per un cambio di valuta, scambiare euro per dollari avrà un costo: riscambiando indietro dollari con euro, un ulteriore costo, ci troveremmo in mano meno soldi di quelli iniziali.

Ogni trasformazione d’energia riduce quella disponibile per nella nuova forma, disperdendone inevitabilmente altra a causa dell’entropia
Inoltre, andando ad effettuare il calcolo, vedremmo che, dove l’entropia dell’interno del frigorifero è diminuita, quella del suo esterno è aumentata di una quantità superiore: l’entropia totale infatti aumenta sempre.
A seguito di un’azione su un sistema che ne riduca l’entropia ci sarà sempre un sistema più grande che lo circondi la cui entropia totale è aumentata (o al limite è rimasta identica): si dice in gergo che “l’entropia dell’universo” non può mai diminuire.
Come per i frigoriferi, anche i meccanismi degli esseri viventi riescono a mantenere sotto controllo l’entropia, a scapito tuttavia delle sostanze che espellono: gli scarti del corpo umano, se anche non fossero per esso dannosi, sarebbero comunque meno nutrienti dell’equivalente cibo necessario per crearli.
Se fossimo in grado di assimilare gli elementi nutritivi del terreno e produrre autonomamente determinate molecole biologiche necessarie per il nostro organismo, come alcune proteine, troveremmo svantaggioso nutrirci di piante e animali poiché il loro “passaggio” ha rubato energia.
Ogni trasformazione di energia ha, infatti, un determinato “rendimento”, cioè una percentuale dell’energia investita che è effettivamente utilizzabile dopo una trasformazione: il rendimento è sempre inferiore al 100% e tale perdita, dovuta all’entropia, va accumulandosi ad ogni passaggio.
Se, per esempio, della benzina viene bruciata per spingere un’automobile, tale processo è più efficiente (si ha cioè a disposizione più energia effettiva) che se tale motore fosse usato per produrre energia elettrica ed essa, a sua volta, utilizzata per alimentare un motore elettrico di un’automobile: motivo per cui le auto elettriche sono efficienti e meno inquinanti solo se ci sono scelte oculate nella produzione dell’energia elettrica.
A loro volta, i combustibili fossili come il petrolio, “fonti” di energia, non sono che l’effetto della degradazione di energie ben superiori accumulate milioni di anni fa durante la crescita, ad esempio, delle piante ormai fossilizzate e dell’azione dei batteri su di esse: l’energia spesa, insomma, per creare un albero e trasformarlo in carbone fossile è superiore a quella ottenuta bruciando quello stesso combustibile.
Per riassumere il concetto, l’entropia è la misura della degradazione dell’energia di un sistema: essa aumenta inesorabilmente a ogni trasformazione d’energia, rendendola sempre più inutilizzabile e portando spontaneamente a fenomeni come la dispersione del calore, dell’energia e la devastazione del tempo.
Gli effetti sulla magia
Ma quali effetti avrebbe l’entropia sulla magia, alla luce anche dell’articolo precedente?
Tanto per cominciare, l’energia magica disponibile sarebbe, se possibile, ancora meno.
Che sia accumulata fuori o dentro il mago, l’energia magica tenderebbe a disperdersi: sarebbe forse questo fenomeno a concedere l’esistenza di incantesimi che permettano la percezione della magia.
Questo implicherebbe, per esempio, che gli effetti magici vadano a svanire nel tempo e causino tutti quei classici eventi come l’indebolimento dei sigilli magici per trattenere chissà quale oscuro demone del passato.
Sarebbe anche molto in linea con tutte quelle ambientazioni nelle quali la magia si è via via ridotta e non sia più facile come un tempo produrre chissà quali effetti meravigliosi, un classico anche di tanti racconti  che pongono spesso le vicende in epoche successive a quelle degli dei e degli eroi: un tale sapore si respira, ad esempio, nelle Cronache del ghiaccio e del fuoco, nel Signore degli Anelli ma anche, da un certo punto di vista, in ambientazioni dove magia e tecnologia si confondono come Warhammer 40.000.

Ma come giustificare la presenza di antichi artefatti di ere perdute in grado di garantire immensi poteri, come quelli tipici della terra di mezzo?
Una maniera per limitare lo scambio di energia al minimo è quello di utilizzare contenitori adiabatici, che riescono quasi ad azzerare lo scambio di calore (chiaramente non è possibile azzerare completamente le perdite per un tempo infinito… proprio per colpa dell’entropia!).
L’idea di ridurre la dispersione dell’energia è ampiamente utilizzata in ambito tecnologico per materiali isolanti (basta pensare all’edilizia o ai termos) nonché per altre applicazioni come i Volani, pesanti oggetti tenuti in rotazione nel vuoto su cuscinetti magnetici in modo che non disperdano il loro movimento rotatorio (il quale viene poi utilizzato, all’occorrenza, per produrre energia).
Impedire a un oggetto magico di rilasciare energia potrebbe essere sia una maniera per allungare la sua vita sia, nell’ottica precedente, di celarne la natura.
Ma un oggetto di potere immenso in grado di durare millenni potrebbe somigliare di più a una forma di vita magica, che ottiene la sua energia dall’ambiente esattamente come le piante (entro un certo limite) dal sole.
In base a come funzioni il mana in un mondo di finzione, oggetti e creature che si nutrono di esso potrebbero ridurne la disponibilità magica in una determinata area, cosa che potrebbe portare a divertenti implicazioni.

Ma l’effetto più importante dell’entropia sulla magia è che la sua energia è ancora più preziosa: ad ogni trasformazione, infatti, viene dissipata, che sia per il passaggio dal metabolismo umano a una riserva magica, dall’ambiente circostante agli incantesimi stessi.
Gli incantesimi poi dovrebbero, se possibile, agire in maniera estremamente diretta: sollevare un masso, per esempio, dovrebbe evitare di richiedere l’apertura di un portale sul piano elementale dell’aria per manifestare una corrente ascensionale (anche se può darsi che un mero sollevamento non sia poi così facile da ottenere… ma ne parleremo oltre!).
Alla stessa maniera, una palla di fuoco potrebbe essere ottenuta separando ossigeno e idrogeno nel vapore acqueo presente nell’aria, spezzando i loro legami tra loro e ottenendo, per ricombinazione, un effetto esplosivo… ma questo richiederebbe un enorme dispendio di energia.
Perfino l’arco elettrico di un fulmine sarebbe molto più semplice da causare, ma richiederebbe comunque più energia di una punta affilata sparata magicamente sul nemico.
Diversa invece la situazione se queste energie magiche fossero presenti e pronte a svilupparsi in maniera selvaggia: in tal caso, il mago potrebbe limitarsi a gestire con perizia il flusso magico incontrollato, lasciando la dispersione energetica più grande alla fonte magica…

Articolo originale: http://www.profmarrelli.it/2020/01/22/manadinamica-magia-ed-entropia/

Se questo articolo ti è piaciuto, segui il prof. Marrelli su facebook e su ludomedia.
Read more...
By aza

ManaDinamica – Conservazione dell’Energia

Uno dei problemi da affrontare, nei giochi e nella fiction in generale, dovuto all’introduzione della magia è integrare tali fenomeni all’interno del mondo per creare un contesto coerente e in qualche modo credibile.
In questa rubrica, dedicata soprattutto agli inventori di mondi (che siano scrittori o dungeon master), cercheremo di analizzare come potrebbe funzionare una magia “fisicamente corretta” ed evitare la classica domanda: “ma perché, se c’è la magia, la gente continua a zappare la terra e morire in modi atroci?”.

IL PROBLEMA ENERGETICO
Se la magia fosse fisicamente corretta, dovrebbe rispettare alcune leggi fra le quali i famosi Principi della Termodinamica (o, per l’occasione, della “Manadinamica”).
Tra questi, il primo è il cosiddetto “Principio di conservazione dell’Energia” che richiede che l’energia totale coinvolta in un fenomeno sia conservata, cioè che la sua quantità totale al termine del processo sia uguale a quella iniziale (contando, in entrambi i casi, tutte le forme di energia presente).
Ma cos’è l’Energia?
L’Energia è una grandezza fisica che descrive vari fenomeni simili capaci di trasformarsi l’uno nell’altro: l’energia elettrica usata per alimentare una stufa si trasforma in energia termica, e quella termica in un motore produce energia meccanica sotto forma di velocità (energia cinetica) e/o sollevando pesanti carichi (energia potenziale).

Ma l’energia è anche la base del funzionamento del nostro corpo: noi otteniamo energia dal cibo che mangiamo (dove è accumulata in forma di energia chimica dei suoi costituenti nutritivi) e usiamo questa energia per muoverci, respirare, pensare e per il corretto funzionamento del nostro metabolismo.
Possiamo dire tranquillamente che la stragrande maggioranza dei fenomeni che conosciamo prevede trasformazioni e scambi di energia, e la magia non può non ricadere in questo sistema: per sollevare un masso con il potere di un incantesimo, l’energia necessaria deve essere ottenuta da qualche parte.
È questo continuo richiamo al “pagamento” di energia che permette di creare un sistema magico fisicamente coerente. Non solo, l’incantesimo deve richiedere tutta l’energia necessaria per ottenere l’effetto desiderato: la generazione di temperature estreme di una palla di fuoco, la crescita di una pianta o lo spostamento di masse ingenti può richiedere una quantità estrema di energia, e talvolta anche difficile da calcolare (soprattutto quando ci sono di mezzo creature viventi o teletrasporti, ma avremo modo di parlarne in altri articoli).
Cerchiamo dunque di rispondere alla domanda: da dove proviene tutta questa energia?
MICROORGANISMI E CONDENSATORI
Una prima possibilità evidente è che l’energia possa essere ottenuta da quella del mago stesso.
Il corpo umano consuma l’energia ottenuta dal cibo per le sue attività, compresa una fetta importante (circa il 60-70%) unicamente per mantenere le funzioni vitali come la respirazione, la circolazione, il pensiero e il mantenimento della temperatura.
Un essere umano, in base all’età, al sesso e all’attività che compie, ha un consumo energetico quotidiano che può andare tra le 1500 e le 2500 kilocalorie circa: la stessa quantità di energia, espressa in Joule (l’unità di misura dell’energia nel sistema internazionale), oscilla tra i 6300 e i 10500 KiloJoule.
Se fosse possibile prendere una piccola frazione, ad esempio l’1% dell’energia di una “persona media” (8000 KJ per comodità), avremmo a disposizione 80 KJ, cioè 80.000 Joule.

Ma “quanti” sono 80.000 Joule?
Sono, ad esempio, pari all’energia necessaria per sollevare di un metro un masso di 8 tonnellate!
L’energia per una simile impresa titanica, ben lontana dalle capacità umane e facilmente assimilabile a un “prodigio magico”, è pari al solo 1% dell’energia consumata da un essere umano “medio”.
Ciò che impedisce a una persona di usare la sua energia in questa maniera è il concetto di “potenza”, cioè l’ammontare di energia che può essere emessa in un determinato ammontare di tempo. I nostri muscoli non sono abbastanza potenti da sollevare massi di una tonnellata (1000 kg) in alto di un metro, ma più che capaci di trasportare un oggetto di 10 kg per un dislivello di 100 metri: queste due azioni richiedono lo stesso ammontare di energia, ma la prima richiede molta più forza e molto meno tempo.

Se riuscissimo a rilasciare energia in tempi inferiori, potremmo letteralmente dare vita alla magia partendo dalla stessa energia dei corpi umani: ma come accumulare questa energia e rilasciarla tutta assieme?
Un mago potrebbe avere una “riserva” di energia magica che viene lentamente ricaricata dal suo stesso metabolismo e che può essere rilasciata rapidamente dando vita a effetti magici, e l’energia mancante del mago potrebbe giustificare la classica carenza di forza fisica che accomuna i maghi in molti giochi di ruolo.
Un’opzione potrebbe essere fare ricorso a sostanze prodotte dall’organismo e accumulate in appositi tessuti, come facciamo già nella realtà con i grassi, in grado di essere “bruciate” per ottenere un picco di energia.
Se invece non volessimo alterare la biologia umana, potremmo immaginarci un microorganismo simbiontico simile ai famosi Midi-Chlorian di Star Wars, in grado di sopravvivere solo in organismi molto specifici (magari in maniera simile a quello che accade con gli antigeni del sangue, solo più complesso).
Infine, il mago potrebbe ottenere energia sottraendola dagli esseri viventi circostanti, in pieno stile “rituali sacrificali” o, più semplicemente, prendendo ispirazione dalla recente serie di The Witcher.

Il rilascio dell’energia dovrebbe essere rapido, con un funzionamento simile a quello del flash delle macchine fotografiche. Le pile, infatti, non sono in grado di fornire una potenza sufficiente per il lampo: il flash, in questo caso, è ottenuto da un Condensatore, un componente dei circuiti in grado di accumulare al suo interno cariche elettriche (cioè, sostanzialmente, elettroni, le particelle che compongono la corrente elettrica) e di scaricarsi molto velocemente.
In questo modo, anche se la velocità di ricarica della pila è ridotta, il condensatore è in grado di fornire rapidamente una grande quantità di energia per il flash: allo stesso modo, un mago dovrebbe essere in grado di bruciare rapidamente la sua riserva energetica per ottenere, in poco tempo, grandi quantità di energia per dare vita ai suoi incantesimi.

Un condensatore. La vostra scheda madre ne è piena.
CATALIZZATORI
Se invece l’energia fosse ottenuta esternamente dal mago, come potrebbe egli averne accesso? E come giustificare una quantità limitata di uso di tale potere?
Sempre pensando a un consumo (almeno iniziale) di energia da parte del mago, si potrebbe ipotizzare un’interazione tra il mago e una sostanza esterna, simile alla Trama nel mondo di Forgotten Realms, grazie al quale il mago ottiene i suoi effetti facendo da catalizzatore.
In chimica, molti processi che trasmettono energia verso l’esterno (esoergodici) non avvengono spontaneamente, ma devono essere “stimolati” tramite una certa quantità di energia iniziale, detta energia di attivazione. Si può immaginare, ad esempio, che una certa reazione rilasci 5 Joule di energia, ma che la sostanza debba prima ricevere due Joule come energia di attivazione per avere inizio.
Un esempio pratico di questi fenomeni sono le combustioni, delle quali parleremo in un futuro articolo: un oggetto che brucia emette energia termica, ma ha prima bisogno di un innesco, un evento in grado di fornirgli l’energia necessaria per far partire la combustione.

Un Catalizzatore è un elemento, di solito una sostanza chimica, in grado di produrre un effetto di Catalisi, cioè di ridurre l’energia di attivazione: nell’esempio precedente la reazione potrebbe, grazie a un catalizzatore, richiedere un solo Joule per avere inizio.
Se il mago fosse in grado di agire da catalizzatore per la magia, questo spiegherebbe come mai solo i maghi sono in grado di usare tale potere, cioè perché l’energia di attivazione è troppo elevata e i non-maghi non sono in grado di abbassarla.
Contemporaneamente, se fosse sempre lui a fornire l’energia iniziale (ridotta grazie alla catalisi) si giustificherebbe anche un utilizzo limitato della magia da parte dell’incantatore.
MASSA ED ENERGIA
Un’ultima, notevole fonte di energia è la cosiddetta annichilazione della materia: la possibilità cioè di trasformare direttamente materia in energia mediante la famosa formula di Einstein.

Si tratta di una quantità di energia enorme: mezzo grammo di materia produrrebbe la stessa energia della bomba di Hiroshima.
Fortunatamente si tratta, nel mondo reale, di un processo assai complesso da ottenere: per avere una annichilazione è necessario far incontrare ogni particella del nostro materiale con la sua antiparticella. Queste ultime sono complesse da ottenere e prodotte solo da reazioni nucleari rare e altresì molto costose, in termini energetici (e non), da ottenere: all’attuale stato delle cose, il più grande apparato in grado di generare tali antiparticelle (il Large Hadron Collider, o LHC, del CERN di Ginevra) sarebbe in grado di ottenere un grammo di antimateria in… qualche milione di anni!
Tuttavia, immaginando di ottenere energia dai due processi precedenti, sarebbe forse possibile annichilire quantità di materia sufficientemente piccole da concedere comunque effetti prodigiosi… se l’antimateria fosse già presente. Infatti, produrre antimateria richiede processi molto più costosi (in termini di energie) di quanto poi riottenuto dall’annichilazione, fino a 10 miliardi di volte tanto.
Anche se, infine, essa fosse già disponibile al mago, questi dovrebbe assicurarsi di mantenere l’antimateria confinata nel vuoto, impedendogli di interagire con qualunque genere di materia, perfino l’aria: tale situazione viene comunemente ottenuta, nel mondo reale, tramite potenti campi elettromagnetici che possono risultare letali alle persone che si avvicinano troppo.

Sarebbe invece possibile ottenere parte dell’energia dagli atomi mediante fusione e fissione: in questo caso, tuttavia, la quantità di energia ottenuta da ogni atomo è molto inferiore e sarebbero necessarie quantità importanti di materiale (e il materiale giusto!), nonché condizioni peculiari di temperatura e pressione altrettanto complesse da ottenere (che richiederebbero ulteriori, drammatiche energie iniziali).
IL PREZZO DA PAGARE
Questa (relativamente) vasta serie di opzione potrebbe far pensare che ottenere energia possa essere semplice, ma si tratta di una conclusione errata.
Il mago dovrebbe indubbiamente pagare il prezzo iniziale consumando parte della sua stessa energia, energia che, se fosse accumulata in una sorta di condensatore magico, non sarebbe disponibile dell’incantatore (al di fuori del suo uso magico) e lo lascerebbe permanentemente spossato.
Se facesse inoltre da catalizzatore per una qualche fonte esterna di energia, essa si andrebbe, nel tempo, a consumare inevitabilmente la fonte di energia magica esterna proprio come i combustibili che diventano inutilizzabili dopo essere bruciati.
Infine, la stessa capacità di annichilire materia richiederebbe una grossa fonte di antimateria oppure energie tali da non giustificarne l’utilizzo, e anche l’energia nucleare si potrebbe sfruttare solo con condizioni estreme di temperatura e pressione.

E’ evidente dunque che l’idea di usare la magia per affrontare problemi altrimenti risolvibili è una mossa assai sconveniente, e che rivolgersi agli incantesimi dovrebbe essere giustificato solo da una necessità particolare e immediata.
E ancora non abbiamo parlato del fatto che non tutta quell’energia può essere utilizzata per lanciare una magia… ma per quello, aspettate il prossimo articolo di Manadinamica!
Articolo originale: http://www.profmarrelli.it/2020/01/15/manadinamica-conservazione-energia/

Se questo articolo ti è piaciuto, segui il prof. Marrelli su facebook e su ludomedia.  
Read more...

Exploring Eberron uscirà a Luglio 2020 su DMs Guild

Inizialmente previsto per Dicembre 2019, Exploring Eberron di Keith Baker - il creatore originale dell'ambientazione Eberron - ha finalmente una data di uscita definitiva: Luglio 2020. Come spiegato sul suo sito ufficiale, infatti, Kaith Baker si è trovato costretto a posticipare la pubblicazione del supplemento non solo per via del COVID-19 e di altri contrattempi personali, ma anche per darsi il tempo necessario a inserire al suo interno tutto il materiale promesso. Nonostante il ritardo, tuttavia, ora il manuale è nella fase conclusiva della sua produzione e sarà dunque disponibile a Luglio sul DMs Guild, lo store online ufficiale della WotC.
All'interno di Exploring Eberron, Keith Baker esplorerà nel dettaglio i luoghi e i piani d'esistenza di Eberron a cui i manuali del passato hanno prestato minor attenzione. E' possibile dare un primo sguardo al contenuto del manuale grazie alle Anteprime rilasciate dall'autore il Maggio scorso. Trattandosi di un manuale Terze Parti pubblicato su DMs Guild, invece, purtroppo non è possibile aspettarsi una sua traduzione in lingua italiana (a meno che la WotC decida altrimenti).
Inoltre, come rivelato dall'autore sul suo sito ufficiale:
Trattandosi di un manuale pubblicato da Terze Parti (si tratta di un supplemento realizzato da Baker e non dalla WotC), il materiale contenuto in Exploring Eberron non potrà essere considerato canone ufficiale di Eberron. Poichè, tuttavia, ogni gruppo può decidere da sé la forma che Eberron avrà al proprio tavolo (come ricordato da Baker stesso), starà ad ogni gruppo decidere se considerare valide o meno le informazioni pubblicate da Baker in questo supplemento.
  Exploring Eberron sarà disponibile sia in versione con copertina rigida, sia in versione PDF. La prima versione sarà un libro con copertina rigida premium da 8,5″ x 11″ (simile al formato dei manuali ufficiali WotC).
  Non è possibile preordinare Exploring Eberron (DMs Guild non consente le prenotazioni), quindi i tempi di consegna della copia cartacea cartonata sono di almeno 1-2 mesi, ma sarà possibile avere immediatamente la copia PDF. Prima di ordinare la versione cartacea, tuttavia, assicuratevi che su DMs Guild sia disponibile la spedizione nel nostro paese.
  Il supplemento avrà un totale di 247 pagine e conterrà 49 illustrazioni originali. Grazie a @senhull per la segnalazione.

Fonte: http://keith-baker.com/bts-exploring/
Read more...
Bomba

Capitolo Ventisette – Genesi dei ferrotitani

Recommended Posts

Zhuge Liang

Il nuovo gioco.

Liang agitò le mani in cerchio per fare un po' di bula-bula.

xDM

Spoiler

Raffica magica:

Liang sacrifica 7 incantesimi:

2 Detect Magic

1 Luce

1 Open/close

1 Scala di fumo

1 Scudo

1 Dardo incantato

Bonus ottenuto: +0 (che belli i sistemi che funzionano, eh?)

PF Liang: 73+15 minor shapeshift= 88

Lista incantesmi: e manovre:

Spells

lv0-Detect magic 2 (usato)

lv0-Light 1 (usato)

lv0-Open/Close 1 (usato)

lv1-Smoke ladder 1 (usato)

lv1-Magic missile 4 (usato 1)

lv1-Shield 2 (usato 1)

lv2-Alter self 1

lv2-Lightning blade 1

lv2-Ice knife 2

lv2-Invisibility 1

lv2-See invisibility 1

lv3-Magic circle against evil 1

lv3-Haste 1

lv3-Dispel magic 1

lv3-Elemental eye 1

lv3-Displacement 1

lv3-Fire wings 1

lv4-Polymorph 2

lv4-Pain 1

lv4-Creeping darkness 1

lv4-Dimension door 1

lv5-Fire and brimstone 1

lv5-Teleport 1

lv5-Wall of stone 1

lv5-Cone of cold 1 (Usato)

 lv6-Sphere of invulnerability 1

lv6-Dispel magic greater 1

lv6-Fire seeds 1

Maneuvers-Known:6-Readied:7(3)

lv1-Charging minotaur A

lv1-Vanguard strike A

lv1-Douse the flames A

lv1-Distracting ember A

lv2-Mountain hammer A

lv4-Divine surge A

lv5-Leaping flame A

Lv6-Rallying strike A

Stances- Known:3

lv1-Iron guard's glare

lv?-Mystic phoenix stance

lv3-Thicket of blades

lv?-Firebird stance

 

Edited by Nightmarechild
  • Sad 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Seline

Squadra 1

Spoiler

Raffica magica: Utilizzo slot di sesto livello (+3 alla prova)
HP: 73/73
Slot incantesimi:
- Quarto liv 7/7
- Quinto liv 6/7
- Sesto liv 6/7
- Settimo liv 4/4

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Chandra 

@gruppo 2

Spoiler

Sotto la sicura guida di Clint, coadiuvato da Trull, il gruppo passò indenne per le prime stanze, ma i rischi erano sempre maggiori e la barda diede manforte ai leader del gruppo con la sua magia delle parole

Spoiler

Uso ispirare competenza per dare +2 alla prova di clint 

Pf 101

Slot:

4°=6

5°=4

6°=2

7°=1

Misica bardica 15/16

 

 

Edited by Minsc
  • Sad 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sharifa (lizardfolk stregona)

condotti

Spoiler

L'ostacolo era insormontabile per l'attuale forma di Sharifa, che quindi decise di mutare forma in qualcosa di più pratico: una piccola fatina di foglie e petali, come ne aveva viste nelle rare oasi della sua terra. 

In quella minuscola forma avrebbe avuto miglior agio, ma sarebbe stata più fragile. Assieme a lei, a scortarla, gli occhi magici.

DM

Spoiler

Dismetto Poly, uso la belt come swift per lanciarlo di nuovo e diventare un Petal (fey, tiny, MM III), forma umanoide.

Movimento volo 18m, mi faccio procedere da due occhi magici, a 3m da me (sono nella luce di starmantle).

Buff:
- Invisibilità (CL14)
- Draconic Polymorph (CL14)
- Starmantle (CL14): ogni attacco in mischia o distanza con un'arma non-magica viene reso nullo, e non subisco danni. Inoltre tali armi vengono distrutte immediatamente. Le armi magiche non sono inficiate, ma ogni attacco mi consente di fare un TS su Riflessi CD15 (ho +15) per dimezzare il danno.

Statistiche
CA17 (destrezza +5, taglia +2)
HP 91
T10 R15 V16 (+3 vs fuoco, +4 contro paralisi e sonno)
Artista della Fuga +5, Cercare +6, Disattivare Congegni +1, Muoversi Silenziosamente +7, Nascondersi +7 (invisibilità) e Scassinare Serrature +3.

Volo 18m

 

Nota: se controlli la scheda e non ti tornano i conti con gli slot, è perché segno quelli usati solo al tuo post di risposta, per evitare confusione.

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Bjorn Havardsson

Squadra 1

Spoiler

Un'altra sezione era stata conquistata senza nessuna perdita, se non qualche ferita minore accusata da Winn'ler e Golban. Ottimo, li stiamo sbaragliando! Winn'ler, continua la tua carica: Celeste verrà in tuo supporto, Golban ti aiuterà a reggere le tue ferite. Vedrai che il Walhol sarà tuo dopo questa giornata! Disse per incitare il suo amico, guardando quindi Celeste carico di speranza: sapeva quanto potesse essere letale, era certo che li avrebbe aiutati a raggiungere la vittoria. Oceiros, Seline, continua con il vostro supporto dalle retrovie: i loro incantatori sono decisamente fastidiosi, voi dovrete sbarazzarvene prima che facciano troppi danni! Concluse prima di mettersi in marcia verso il settore successivo, canticchiando una canzone composta per l'occasione.

La canzone del Firedrakes Marine Corps

Spoiler

Up, right, up, right, up
Another time!
Here
Left, right, left, right, left, right, left

I love working for prince Derbel (I love working for prince Derbel)
Let's me know just who I am (Let's me know just who I am)
1, 2, 3, 4, Firedrakes Marine Corps (1, 2, 3, 4, Firedrakes Marine Corps)
1, 2, 3, 4, Firedrakes Marine Corps (1, 2, 3, 4, Firedrakes Marine Corps)
My corps (My corps), your corps (Your corps)
Our corps (Our corps), marine corps (Marine corps)
Mmm, good (Mmm, good), Mmm, good (Mmm, good)
Pick up the step a little bit, we're going a little bit too slow

Up, right, up, right, up
Another time!
Here
Left, right, left, right, left, right, left
Left, right, left, right, left, right, left

I don't want no teenage queen (I don't want no teenage queen)
I just want my falchion (I just want my falchion)
If I die in the combat zone (If I die in the combat zone)
Box me up and ship me home (Box me up and ship me home)

Pin my medals upon my chest (Pin my medals upon my chest)


Tell my mom I done my best (Tell my mom I done my best)
Bury my body to six foot down (Bury my body to six foot down)
'Til you hear it hit the ground ('Til you hear it hit the ground)

When it hits the bottom you'll hear me say
(When it hits the bottom you'll hear me say)

Masato Ishibura is a son-of-a-bitch! (Masato Ishibura is a son-of-a-bitch!)
Got the blueballs, crabs and the seven-year-itch! (Got the blueballs, crabs and the seven-year-itch!)

Oh, yeah (Oh, yeah), aha (Aha), hey, yeah (Hey, yeah)

Clap on your right foot (Clap on your right foot)
Every other left foot (Every other left foot)

A gimme some (A gimme some),A gimme some (A gimme some)
P.T. (P.T.), P.T. (P.T.)
A good for you (A good for you), a good for me (A good for me)
Mmm, good (Mmm, good), oh yeah (Oh, yeah)

Ah (Aha), ah (Aha)
Ha (Ha), ha (Ha)
Ha (Ha), ha (Ha)
Ha (Ha), ha (Ha)!

Bjorn non poté evitare di scoppiare a ridere vedendo gli esoscheletri e le assurde pretese del nano: arrendersi? Accettare un patto con dei torturatori? State scherzando, spero. Siete ridicoli! Disse con scherno ai nemici, invocando nuovamente il potere di Thor per lanciarsi alla carica con i suoi compagni.

Master

Spoiler

Bjorn usa Raffica Arcana, spendendo 15 PP per ottenere un bonus di +5.

 

PF 134/134 (per via di Affinità Animale)

Command Rating 9

PP 149/175

 

 

  • Haha 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Winn'Ier Deh Puh

Gruppo 1

Spoiler

Signorsì, gran capitano signor comandante Bjorn! disse incerto improvvisando un titolo militare che potesse rispecchiare al meglio il suo amico.
Prima di avanzare, Winn si fermò al fianco di Golban Senti... Golban... Com'è che funziona la tua magia? No, perché mi hanno preso sugli zebetrostis e... Insomma... Devi toccare lì oppure... Insomma come funziona? chiese visibilmente imbarazzato mentre cercava di evitare lo sguardo del paladino.
Poco dopo, Bjorn diede inizio all'assalto, ma Winn'Ier, rinvigorito dal miracoloso tocco del paladino, era pronto e si buttò con feroce determinazione deciso a rischiare ben di più Celeste io prendo il nano alto! Tu prendi l'altro! gridò all'albina alludendo ai nani in esoscheletro bronzei.

Spoiler

sacrifico 30 pf per un +2

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Oceiros

gruppo 1

Spoiler

Fuoco, fuoco, fuoco...monotoni e stupidi.

<<Per l’amor del cielo, ma l’intelletto dei nani che hanno a che fare con Thorlum diventa quello di un topo o qualcosa di peggiore? Stai zitto e combatti povero idiota!>>

Iniziò a mulinellare le braccia, prima di iniziare ad intonare sul barbaro un incantesimo per difenderlo dagli incanti dei maghi nemici e persino curarlo.

@master

Spoiler

Slot di quinto sacrificato, Energetic Healing!

Pf: 63

CA 27

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Thorlum SenzaCasta - (Rovina di Huruk-Rast)

 

[SQUADRA II] - Membri insieme a Clint

Spoiler

L'organizzazione militare avversaria si stava facendo sempre più efficiente. Thorlum si fermò un attimo ad  osservare le formazioni nemiche  che si stavano barricando. Maledetti topi. Disse sprezzante sputando per terra. Ma ciò non vi salverà dalla mia furia.

Alzò il martello e continuò a caricare.

 

Master

Spoiler

Thorlum sacrifica 15hp per conferire un +1 a Clint. (Aggiorno questo valore nel post conseguente all'azione 😉 )

 

AC: 26 - PF: 163/133  -  TS: 18/11/4 - INIZ: +2 - TxC: 1d20+(22/15/10)  

 +2 ai TS incantesimi ed effetti magici(razziale); +2TS contro veleni (razziale);

Mi dimentico sempre il talento (nel caso serva):  Volontàdi ferro (+2 tiri salvezza volontà)

 

 

Edited by SassoMuschioso

Share this post


Link to post
Share on other sites

Golban Brown Drowdson

Squadra 1

Spoiler

Il primo gruppo era stata eliminato con facilità, ma la battaglia era appena iniziata. Bjorn gesti il combattimento in maniera egregia dispensando ordini come un comandante navigato. Golban annui al nordico capitano quando gli ordino di curare le ferite del barbaro Winn'Ier non c'è tempo per spiegarti come funziona! rispose il paladino alle domande del suo compagno d'armi, non serve che ti spogli! esordi notando come si stava gia portando la mano nel pantalone. Richiamando a se tutta il suo potere divino, ed emanando una luce dalle sue mani, le poggio sul petto del barbaro per St. Cuthbert... disse a mezza voce come fosse una richiesta spirituale.

DM

Spoiler

In questo turno curo di 15pf Winn'ler

Pf 131 CA 28

TS 20/24/14

 

 

 

Edited by AndRe89

Share this post


Link to post
Share on other sites

Celeste(Ispirata Elocatrice) Eroe(Quori Du'ulora Furia Nera) 

Squadra 1

Spoiler

Ora sono pronta! Disse dopo aver attinto al suo flusso magico. La Borealis per quel secondo settore avanzò seguendo i suoi compagni che se la erano cavata ottimamente. Quando giunsero al terzo settore gli eroi furono bloccati da una marmaglia di tizi in tutina ed esoscheletri. Ascoltò gli ordini del Nordico per poi impugnare Cuore Nero saldamente. Ricevuto! Eroe calcolami una Prescienza Offensiva. D'accordo! Alché puntando la lama in basso e tenendo la testa bassa cominciò a correre contro i suoi avversari affiancandosi all'orso. Vivere? Siete voi che dovete farvi da parte se volete sopravvivere! Levatevi di mezzo! 

 

X DM

Spoiler

Celeste 

PF 88 +60 / 88 +60      Mana 61 / 73

Uso 30 pf scalandoli da quelli temporanei per ottenere un bonus di +2 alla prova. 

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Clint Draconis

Gruppo 2

Spoiler

Ancora. Ancora. Ancora. 

Ancora. 

Ancora. 

Clint si tuffò in picchiata sui nemici, per l'ennesima volta, fuoco, ghiaccio e suono a spianare la strada ed a falcidiare le membra. 

DM

Spoiler

 

Assalto: sacrifico 30 PF per un ulteriore +2 alla prova. 

Valore di Comando (Clint+Trull): +11.

PF aggiornati: 142/187.

 

 

 

Edited by Ghal Maraz

Share this post


Link to post
Share on other sites

DM

x i membri della squadra 1 (leader Bjorn)

Spoiler

 

Settore 3

Bjorn +6(modificatore comando+bonus) +3(Seline) +2(Oceiros) +2(Winn'Ier) +2(Celeste) +8=23 SUPERATO

Gli Schiacciagoblin ringhiarono al termine “ridicoli” usati da Bjorn, bersagliando il kalashtar lanciando dei macigni. Ma fu presto evidente come gli esoscheletri non sembravano predisposti al combattimento come lo erano i ferrotitani, bensì creati più per i lavori edili che altro. Non fu quindi con sorpresa che Celeste e Winn'Ier, due dei combattenti più forti del gruppo, riuscirono ad abbattere i nemici, cortesia di un robusto fendente di Cuore Nero che decapitò uno dei nani e del morso dell'orso che permise a Winn'Ier di mangiare la faccia all'altro (aveva un pessimo sapore). Golban si sincerò di curare le ferite riportate dal barbaro dei Fiordi, evitando però di toccare la parte lesa, mentre Seline e Oceiros furono in grado di abbattere a colpi di magia i due sacerdoti.

La maggior parte del percorso era stata superata e, come segnato sulla mappa, erano giunti oltre la metà del percorso di uscita degli scarti di produzione, che era stato sigillato presso una doppia porta che si trovava in fondo, la stessa che secondo i piani la loro specialista tecnica sarebbe dovuta riuscire ad aprire per permettergli di proseguire. Davanti ad essa una falange di dieci balestrieri tirò una salva che venne deviata dai poteri di Seline, prima che cinque soldati di elitè armati di katana si lanciassero su di loro urlanti, muovendosi a una velocità sovrumana e caricando con lo stesso impatto che avrebbe avuto una mandria di bufali inferociti. I cinque sacerdoti dai kimono rossi che si trovavano dietro i balestrieri risero, compiaciuti di vedere i loro incantesimi all'opera Voi non meritate nemmeno di affrontare gli Undici, noi bastiamo e avanziamo per uccidervi! minacciò uno di loro, un ceffo con una papalina rossa in testa e una corta barbetta con pizzo.

 

x i membri della squadra 2 (leader Clint)

Spoiler

 

Settore 3

Clint +4(modificatore comando+bonus) +3(Trull) +1(Thorlum) +6=14 FALLITO

Clint +4(modificatore comando+bonus) +3(Trull) +1(Thorlum) +16=24 SUPERATO

Clint, Trull, Thorlum, Chandra, Tom Po e Zhuge subiscono a testa 20 DANNI (non riducibili)

Per quanto non sempre delle stesse opinioni, pur appartenendo alla stessa razza, sia Trull Forgiacciaio che Thorlum Senzacasta parvero ritrovare un'innata intesa, l'atavico sostegno che i nani di clan vicini e alleati si porgevano nei momenti di difficoltà. Il cambio di corpo del Forgiacciaio non poteva lavare via il sangue dei guerrieri della montagna, che permise ad entrambi di fare uno scempio tra i nemici, l'ex Tagliarocce capace di abbattere uno dei difensori con lo scudo e cinque miliziani, un computo superato solo dagli otto del mezzelfo armato di catena chiodata, la cui arma grondava sangue non suo come se fosse stata dotata di vita propria. I due guerrieri avevano riportato tagli minori alle braccia e al torso, ma con l'aiuto di Clint che proiettò soffi di elettricità, freddo ed energia sonora furono in grado di condurre i loro compagni tenuti nelle retrovie per avanzare.

Essi non potevano sapere se la porta fosse stata chiusa, dovevano impiegare più strada rispetto ai loro compagni che speravano fossero a buon punto. Gli avventurieri avevano di certo superato la metà di quell'ordalìa, che ora manifestava di fronte a loro ben dieci soldati d'elitè, guerrieri armati dalla testa ai piedi e impugnanti katane luminescenti. I sacerdoti dai kimono rossi applaudirono i loro difensori, ora forti degli incantesimi che vi erano stati infusi. Tre Schiacciagoblin giunsero con un gran clangore dei pesanti passi dei loro esoscheletri. Uno di loro, un grassone dalla barba nera intrecciata, puntò una delle braccia meccaniche contro Thorlum Ehi, io so chi sei! Tu sei il Tagliarocce Coscritto! bofonchiò con un gran respiro. I suoi due commilitoni sghignazzarono all'indirizzo del Senzacasta Razak ci pagherà bene quando gli porteremo la sua testa! quindi il nano che parlava fece una smorfia notando la presenza di umani, sangue di drago e un felinide Ugh, ma sono altri membri della feccia dell'ovest? Poco male, li uccideremo e conteremo le loro monete! Questa sarà una grande giornata per Kifur, Kofur e Gomkur del clan Schiacciagoblin!

 

x Sharifa

Spoiler

 

Negli ambienti malfamati girava spesso un detto “Non vi è miglior ladro di un mago”, una battuta che spesso usavano i tagliaborse, invidiosi per il miglior successo degli incantatori che con poco studio erano capaci di sparire alla vista e muoversi in silenzio anche calpestando gusci di uova. E forse questi masnadieri avrebbero puntato il dito contro Sharifa quando ella assunse la forma di una piccola fatina dei sonni per attraversare quel punto disastrato del condotto. L'abilità della stregona però era indubbia: ella procedeva con sicurezza, forse anche più velocemente dei suoi compagni che dovevano vedersela con le forze di difesa dei rispettivi percorsi. Gli occhi che fluttuavano davanti a lei le permisero di notare la svolta a sinistra che le era necessaria, la stessa che imboccò prima di udire un ronzìo che anticipò di un battito di ciglia il dolore che colpì la stregona alla schiena.

Un fiotto di acido l'aveva colpita.

Il marchingegno magico che si era attivato non sembrava aver generato altre sinistre manifestazioni dissolventi, ma Sharifa sentì che l'acido magico era particolarmente resistente e continuava a ledere la sua pelle, che sfrigolava mentre veniva esposta all'aria fredda del condotto. L'obiettivo però era davvero a pochi passi ed ella riuscì ad emergere dal condotto oltre una coppia di doppie porte di ferro battuto, solide come dei bastioni, che occupavano fino al basso soffitto quella parte di caverna. Non vi erano operai nei paraggi, l'unico segno che sembrasse essere legato a quel muro di ferro privo di spioncini o fori per chiavi era un basso ripiano in ferro dal quale ingranaggi di metallo erano posti all'estremità del battente sinistro. Un unico foro grande come un pugno sembrava suggerire l'inserimento di quella che sarebbe potuta essere la brugola più grande di Arth.

 

Trappola TxC contatto a distanza su Sharifa +9+15=24 COLPITA 3 DANNI DA ACIDO

La trappola proseguirà per altri 6 round, qualora Sharifa intendesse effettuare qualche azione anche in merito a questo. Qualora non indicato, tirerò poi i relativi danni.

Le doppie porte sono attivate da un meccanismo a chiave, attivabile per chi non ce l'ha con una prova di Scassinare Serrature CD25. Alternativamente, per un approccio più diretto, esse hanno durezza 10 e 60pf. Lo sfondamento può avvenire con una prova di Forza con CD28

 

x tutti

Spoiler

 

Checkpoint nella notte tra il 2 e il 3 settembre per le indicazioni per l'attraversamento dei propri settori e il proprio ostacolo nel condotto. Per le CD fanno fede le indicazioni riportate al post precedente.

Ai fini di questa parte di assalto si richiede ai giocatori di postare i propri punti vita aggiornati e un eventuale riassunto degli slot/incantesimi/risorse consumate nel corso dell'attraversamento.

Nel caso di Sharifa si richiedono i dati essenziali: PF, CA, TS e i modificatori delle prove richieste in precedenza.

 

 

  • Sad 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Trull Tanner

Squadra 2

Spoiler

Nonostante l'esortazione a Liang, Chandra e Tom Po, le cose cominciavano a farsi davvero difficili. 

Liang, che era parso come risvegliarsi da una profonda meditazione preparatoria, decise di risparmiare il proprio arsenale magico. Nonostante il suo impegno, il supporto che fornì, in quel momento, non fu quanto serviva alla squadra, in particolare ai compagni in prima fila, presi in un sanguinoso combattimento.

Anche Chandra sembrava cambiata, il suo aiuto giunse altrettanto gradito ma, purtroppo, anche altrettanto inefficace. Compagni così coraggiosi, che già stavano dando il massimo di sé mettendo in gioco le proprie vite, avevano necessità di interventi di altro tenore, più diretti: di sfoltire magicamente i nemici, di curare le loro ferite, al limite persino di gettarsi nella mischia.

Tom Po, invece, sembrava il gatto di se stesso. Qualcosa doveva aver tirato fuori il retaggio atavico dell'indolenza, le parole di Trull con lui erano state inutili. Fino ad allora!

Perfino Thorlum, che nella prima ondata si era impegnato al suo fianco, parve ridurre il suo impegno, nonostante il numero di Schiacciagoblin da martellare fosse aumentato.

“Per tutti i calcari marci, Tommy! Non fare la stalagmite! Thorlum, resta concentrato. Chandra, Liang, concentratevi sul settore destro appena sfondiamo!”

Non era ancora finita.

Spoiler

@Fezza ?

@Nightmarechild anche a me non piace questa modalità sperimentale, ma dimostrarlo a spese dei 'compagni' non mi sembra qualcosa che Zhuge avrebbe fatto, vista la varietà di adattamenti e soluzioni creative con cui mi hai divertito. Spero si possa portare questa battaglia a termine insieme, al meglio. Trull ha ben poco da offrire oltre alla vita.

*******

PF: 69/159 {5hp di danno ritardato}

ATTACCA: Trull spende 30hp per dare +2 a Clint (scendera' a 39), sperando di superare la CD al primo tentativo.

 

 

Edited by PietroD

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sharifa (lizardfolk stregona)

Nel tunnel

Spoiler

La stregona raggiunse l'esterno del condotto...e la prima trappola. L'acido cominciò a scavare la carne della lizardfolk, ma la donna decise di trattenere le grida di dolore e pensare alla missione. Dalla sua rapidità dipendeva la sopravvivenza dei suoi compagni, e dunque non le restava che agire con prontezza e sollecitudine.
Porte decisamente grandi e robuste. Devo cominciare ad abbatterle, o la situazione diventerà pericolosa per gli altri. Come fare..? Ah, forse questo incantesimo...non l'ho ancora provato, vediamo come funziona.
Intessendo rapidamente la nuova magia, Sharifa rimase in volo all'imboccatura del condotto, mirando direttamente al punto debole delle porte: la parte più vicina al suolo.

DM

Spoiler

non faccio niente per l'acido, invece resto in volo davanti all'imboccatura del condotto (dentro se riesco a starci in piedi) e uso Disintegrazione sulla porta. Se consideri ogni battente come un oggetto separato, colpisco il battente più vicino. Altrimenti miro in centro tra i battenti. 
Txc +14 touch, distruggo materiale pari a 3m cubi. 
Qualora, distrutto il battente, Sharifa vedesse oltre la porta dei nemici, si nasconde nel condotto. 

Buff:
- Invisibilità (CL14)
- Draconic Polymorph (CL14)
- Starmantle (CL14): ogni attacco in mischia o distanza con un'arma non-magica viene reso nullo, e non subisco danni. Inoltre tali armi vengono distrutte immediatamente. Le armi magiche non sono inficiate, ma ogni attacco mi consente di fare un TS su Riflessi CD15 (ho +15) per dimezzare il danno.

Statistiche
CA17 (destrezza +5, taglia +2)
HP 89
T10 R15 V16 (+3 vs fuoco, +4 contro paralisi e sonno)
Artista della Fuga +5, Cercare +6, Disattivare Congegni +1, Muoversi Silenziosamente +7, Nascondersi +7 (invisibilità) e Scassinare Serrature +3.

Volo 18m

Nota: se controlli la scheda e non ti tornano i conti con gli slot, è perché segno quelli usati solo al tuo post di risposta, per evitare confusione.

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Zhuge Liang

Che bel gioco, che bellezza

Lian agitò le mani ancora più forte, per potenziare ulteriormente il suo bula-bula.

xDM

Spoiler

I 20 danni vengono assorbiti da steely resolve e minor shapeshift. non è una riduzione, sono hp extra

Liang sacrifica occhio elementale e ali di fuoco per fornire un grasso +3 alla prova. (e altri due incantesimi se ne vanno)

 

  • Thanks 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Bjorn Havardsson (Kalashtar Ardente)

Squadra 1

Spoiler

Un altra posizione era stata conquistata. Bjorn si annusò attorno, guardandosi soddisfatto in giro, mormorando Adoro l'odore delle palle di fuoco al mattino... Sanno di vittoria.

Spoiler

 

Procedettero quindi verso la stanza successiva, dove vennero fermati da dei soldati d'élite con katana intenti a coprire una linea di balestrieri e di sacerdoti. Prima linea, carica! Reparti d'assalto, sfondate i giap e arrivate alle retrovie! Forza, forza, forza! Urlò a Winn'ler, Golban e Celeste, invocando nuovamente i poteri del Walhol per aiutarli, aumentando la velocità dei loro colpi fino ad emulare quella dei loro nemici. Artiglieria magica, fuoco di copertura! Non voglio vedere più nulla, chiaro?

Master

Spoiler

Ancora Raffica Magica, questa volta spendo 30 PP per ottenere +10. Mi sono dimenticato di specificarlo, ma tieni conto che Bjorn ha Hearing the Air come Stance attiva, quindi Blindsight 9m.

PF 134/134 (per via di Affinità Animale)

Command Rating 9

PP 119/175

 

 

  • Haha 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Seline

Squadra 1

Spoiler

Potresti anche ringraziare.
Aggiunse la tiefling dopo aver ascoltato il commento di Bjorn, osservandolo con una leggera occhiataccia, prima di mostrare un sorrisetto divertito.
Nahhh, alla fin fine la cosa mi sta divertendo alquanto.
Se ne esce quindi, facendosi strada tra i nemici e sentendo quell'odore di bruciato che indica che la sua magia sta facendo effetto, sentendo il successivo ordine impartito dal kalashtar, portandola a storcere un poco il naso, prima di guardare attentamente il leader di quella squadra.

x DM
 

Spoiler

Raffica magica: Utilizzo slot di quarto livello (+1 alla prova)
HP: 73/73
Slot incantesimi:
- Quarto liv 6/7
- Quinto liv 6/7
- Sesto liv 6/7
- Settimo liv 4/4


 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Clint Draconis

Gruppo 2

Spoiler

Il gruppo era completamente fuori sincrono. 

Clint si unì alla solerzia di Trull, decidendo di non risparmiarsi affatto e di spingersi fin nel mezzo della rinnovata minaccia. 

Doveva dare l'esempio. 

Non poteva tirarsi indietro. 

Mentre si lanciava in picchiata, ordinò anche a Tom Po di portarsi in prima linea. 

DM

Spoiler

Assalto: Clint sacrifica 30 PF per aumentare di +2 il valore di Comando. 

Valore di Comando base (Clint+Trull) +11.

PF (aggiornati) 92/187.

 

Tom Po: assalto da 30 PF, per +2 al valore di Comando. 

PF aggiornati: 54/94.

 

 

Edited by Ghal Maraz

Share this post


Link to post
Share on other sites

Oceiros

squadra 1

Spoiler

<<Inizio ad essere seccato dalla mediocrità di questo continente e da tutti coloro che lo abitano!>> disse iniziando a mulinellare di muovono le mani. 

@master

Spoiler

Slot di quinto sacrificato, Divine Agility!

Pf: 63

CA 27

Sacrificato slot 4 e due slot di 5

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Golban Brown Drowdson

squadra 1

Spoiler

Cosi anche senza la forza fisica del paladino il gruppo riusci a procedere avanti. Le difficoltà incontrate nel tunnel sembravano ben poca cosa in base alle preoccupazioni se le condizioni dell'esercito nemico qui presente è questo forse abbiamo un occasione piu che ghiotta per portare la giustizia su di uno degli undici.. il pensiero del paladino pero fu subito sementito. Un manipolo di guerrieri del katai, supportati nelle retrovie da tiratori ed incantatori, si pose davanti a loro. Stavolta si trattava di condottieri scelti, simili a quelli gia affrontati nelle miniere. Golban capi immediatamente che la situazione si stava facendo seria e seguendo le parole di Bjorn fu pronto all'attacco Forza! È il momento di fare sul serio!! disse guardando i suoi compagni della prima linea, per poi concludere partendo all'attacco rivolgendosi al nemico È il momento del giudizio divino!! 

DM

Spoiler

Sacrifico 30pf bonus +2

Pf 86 CA 28

TS 20/24/14

 

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest
This topic is now closed to further replies.

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.