Jump to content

Plettro

Circolo degli Antichi
  • Posts

    3.0k
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    2

Everything posted by Plettro

  1. Lo scontro continua con violenza anche senza l'intervento del Dottore e di Dynamo: mentre la macchina continua a proteggere Aranak, il cadavere che cammina è costretto a rimanere nascosto... Cosa può il suo fragile corpo contro l'odio immotivato dei due soldati? Invece Skriit, fortunatamente, non ha bisogno di porsi questa domanda: il colpo dell'avversario colpisce con violenza, ma il corpetto di pelle e il formidabile carapace dell'addestratore di bestie gli permettono di resistere alla rozza lancia di pietra. Le loro armi non sono decisamente formidabili, se hanno scalfito la pelle del predatore, era sicuramente per l'effetto sorpresa e per la forza del loro attacco in picchiata... Tuttavia l'artropoide farebbe bene a non festeggiare: anche se il danno è superficiale, il colpo è stato certamente doloroso...
  2. Snorri Laikarakkin A giudicare dalle reazione dei miei compagni, temo di essere l'unico ad abbandonare felicemente il villaggio: la vita da campagnolo non mi si addice, e per quanto inizialmente interessante, è finita per diventare monotona e noiosa dopo aver risolto i problemi del villaggio... Kel Boldar, inutile dirlo, è maestosa: non tutti i suoi figli possono tornare alla dimora natia e, al dolce suono delle arpe d'argento, sento che tutti i miei sforzi per giungere qui non siano stati vani... Diamine, l'ombra che vive all'interno della mia testa sembra quasi zittirsi, come se la musica mi liberasse, anche per un solo istante, del fardello che ho deciso di trasportare... Forse potrei tornare qui, una volta compiuto il mio incarico... Moggo mi riporta alla realtà: sto inizialmente in silenzio, curioso di ascoltare la risposta di Naugrim, per poi dire la mia Moggo, nessuno ti ha fatto arrivare da nessuna parte: ognuno ha contribuito equamente a risolvere gran parte dei problemi. Tuttavia, resta in guardia: non dimenticare la tua condizione, questa per noi sarà pure la tappa finale, ma non per te. Avverto gentilmente il nano, non voglio che canti vittoria troppo presto: confido sulle capacità di Kel Boldar, ma è meglio mantenere le aspettative basse...
  3. Juliano Demetrios Già... Speriamo solo che sia tranquillo, questo riposo. Commento tenebroso: avremo pure gli amuleti, ma questa è una terra di assassini... E di Saggi. Siamo esposti, costantemente.
  4. Jean Mantonero Letture di piacere A palazzo
  5. Snorri Laikarakkin Snorri continua a mettere a disposizione del villaggio le sue conoscenze e capacità di accademico. Aiuta a calcolare la produttività del villaggio, distribuisce consigli e storie a chi li richiede e, in generale, non si esime dal partecipare alla vita pubblica, cercando di amicarsi il popolino con la sua affabilità, parlantina e simpatia. Tuttavia, due crucci lo assalgono... Educazione Nanica @Moggo Il Richiamo si fa più forte [privato]
  6. Hyde Maztikazkine Kuindi zi rizkia... Di non arrivare alle mani? Chiese lo Xeno con fare deluso, tradendo anche una fin troppo comune (tra i membri della sua razza) mancanza di autoconservazione. Ma io volevo zpakkare un omo di latta... sì lamentò, anche se era palese la sua rassegnazione: l'Orko inizò a pensare che la Sorella fosse più un peso che una fonte di guadagno. Cominciava a non vedere l'ora di liberarsene. Premezzo ke zpero ke vada tutto in kaciara e ke parta una zkazzottata. Kuindi ke zi fa? Li azpettiamo? Volete parlare kon... La koza-radio? Andiamo per la noztra ztrada e zperiamo ke non zi trovino?
  7. Snorri Laikarakkin No, no, capisco. Continuo in Malke, stando attento ad usare i termini più semplici possibile, in modo da farmi capire. Dopo questo scambio, direi che possiamo tornare nelle nostre rispettive case, in attesa della risposta dei piani alti. Sorrido agli uomini, voglio farli capire che non ce la siamo presa, alla fine siamo stranieri quanto loro. Se nessuno ha altre domande...
  8. Gli artropoidi non sono sorpresi dell'attacco di Skriit: le loro non erano semplici intimidazioni, cercavano lo scontro. L'allevatore e la sua fida bestia, con uno scatto, raggiungono il primo degli artropoidi e procedono a dargli ciò che cercavano. Frattaglia interviene immediatamente, anche se goffamente: la carica della pesante bestia, per quanto minacciosa, è anche lenta e viene facilmente evitata con uno scatto dal soldato artropoide, mossa che però lo costringe a lasciare il fianco esposto a Skriit. In men che non si dica, la lama di chitina ha già penetrato la corazza naturale dell'insetto, insozzando il braccio dell'addestratore con uno schizzo di sangue bluastro. Non è una ferita da poco. L'altro Artropoide esclama un'altro frinito battagliero, ma viene colto di sorpresa dalla freccia di Aranak! Una freccia di selce, normalmente, non riuscirebbe a penetrare con tanta facilità l'esoscheletro di un Artropoide, ma lo squamata è un cacciatore esperto e l'esoscheletro anacronistico che lo protegge aumenta la sua forza in maniera quasi innaturale, anche se a scapito della riserva energetica di Dynamo. La freccia è riuscita penetrare bene in fondo nel petto dell'artropoide, ma evidentemente non abbastanza da ucciderlo seduta stante. Lo scontro continua. Il soldato artropoide di fronte a Skriit, fuoribondo, dà una spinta all'addestratore allontanandolo abbastanza da poterlo colpire comodamente con la sua rozza lancia di pietra... Spetta a lui valutare se schivare il colpo o se affidarsi alla sua armatura naturale (e al suo corpetto in pelle). Anche la nuova preda dello Squamata si unisce allo scontro, attaccando violentemente la bestia del loro avversario: prontamente, affonda la lancia nel fianco della bestia per ben due volte. L'ottuso animale è troppo goffo per potersi scansare, ma la natura ha provveduto a questa sua mancanza con la sua pellaccia straordinaria: gli affondi sono dolorosi, potete sentirlo dai suoi muggiti allarmati, ma Skriit nota come le ferite siano principalmente superficiali... Poco più che abrasioni, per gli standard dell'animale.
  9. Non ti preoccupare, non vederlo come un qualche tipo di fallimento, meglio chiudere qui che trascinarla ulteriormente: per quel che è durata, è stata una bella avventura!
  10. Snorri Laikarakkin ...Che storie? chiedo in Malke. In fondo, fino alla dichiarazione ufficiale della montagna, non abbiamo altro da dirci... Tanto vale approfondire un pò le nostre conoscenze riguardanti Kel Boldar, a prescindere da quanto le loro informazioni possano essere errate o superficiali.
  11. Juliano Demetrios I Saggi? Qui? chiedo sorpreso dalla scoperta di Koen Non ne ho mai affrontato uno... Dovremmo attaccarlo adesso, ora che non se l'aspetta? Potrebbe non essersi ancora ripreso dall'ultimo scontro... Tuttavia mi appello agli altri, io posso solo immaginare ciò che hanno visto nella sua tana. Oppure... Dovremmo aspettarci un coinvolgimento da parte degli sposi? In fondo... Ricordo che, quando ero "Lord Deimos", si parlava di costruire un portale per il commercio planare. Forse sono entrati con il loro permesso...
  12. Skriit si avvicina cautamente al trio, intento a comunicare con i suoi simili. Nel frattempo, però, lo strangolamento continua: il ferito, complice l'improvvisa mancanza di ossigeno, il dolore delle ferite e la fatica accumulata dal recente scontro, si sta dimostrando una vittima fin troppo facile per il guerriero insettoide, il quale continua imperterrito a stringere. L'azione violenta viene interrotta solo dall'arrivo di Skriit, evento che attira l'attenzione di entrambi i guerrieri, ma non certo in senso positivo... I due artropoidi si alzano immediatamente in piedi per poi mettere mano alle loro lance: osservano Skriit per qualche istante, poi cominciano a far scattare rapidamente le mandibole e agitano rapidamente le ali, tuttavia senza alzarsi in volo. Il fare è decisamente minaccioso, e non sembrano bene intenzionati. @Skriit xTutti
  13. Snorri Laikarakkin Dubito che questa gente abbia di che commerciare... Dico in Korth agli altri Guardateli, sono dei disperati fuga. Se Kel Boldar darà loro delle terre, sarà per farli lavorare, ma non credete che compreranno quelle risorse. Di fatto, diventeranno lavoratori per un qualche trog... Concludo disilluso, guardando i guerrieri di fronte a noi. Contattiamola comunque, magari la Dimora si rivelerà generosa, ma non facciamogli promesse. Potrebbero davvero avere più fortuna nelle terre degli uomini.
  14. Giorno 1 Il gruppo si prepara a partecipare allo scontro, ma in poco tempo, vi rendete conto che non ve ne è bisogno: la bestia è messa all'angolo e perde già molto sangue. Osserva, sibilando, i due artropoidi per poi ruggire minacciosa verso di loro e... Scappare nella boscaglia alle sue spalle. Evidentemente ha deciso che non ne vale la pena, per un solo artropoide mezzo morto. Mezzo morto perché, come potete vedere poco dopo la fuga del carnivoro, scoprite che la vittima del predatore è ancora viva: fa schioccare le mandibole ripetutamente, attirando l'attenzione dei suoi due soccorritori. Tra i tre c'è una breve conversazione feromonale di difficile interpretazione: poi, il ferito, da sdraiato si mette a sedere rivelando un paio di ali insettoidi... Che tuttavia sembrano danneggiate, infatti le vedete agitarsi in maniera scordinata e, almeno per Skriit, palesemente innaturale e dolorosa. Non può volare. I due soccorritori si guardano: poi, uno di loro posa a terra la lancia, si mette a cavalcioni sul petto del ferito e, nonostante le incredule proteste dello storpio, comincia a strangolarlo. @Skriit @Mappa
  15. Hyde Maztikazkiene Kapo, bizogna ezzere aztuti: diamoli retta e poi zpakkiamoli alle zpalle disse bisbigliando a De Plano: l'orko non voleva morire certo in un noiosissimo scontro navale. Ki zono kuelli ke vogliono ammazzarci, omo ztrano? Chiese l'orko "aztuto", cercando di capire chi li volesse morti: è importante identificare i propri bersagli.
  16. Snorri Laikarakkin Vedere così tanti guerrieri mi innervosisce: in effetti, questa potrebbe essere davvero una trappola. Tuttavia, sembrano ancora disposti a parlare, nonostante siano capaci solo di farlo in Nolke: odio non capire di cosa stanno parlando. Signori, vi chiedo scusa per il ritardo e vi ringrazio per averci aspettati, aspettavamo con ansia di poter parlare con voi! dico in Malke, nella speranza che capiscano: mal che vada ci penserà Andr a tradurre, sperando che sia disposto a farlo. Vorrei iniziare stabilendo un punto importante: capiamo il motivo della vostra fuga dal nord, e lo rispettiamo, ma vorremmo chiedervi cosa sperate di ottenere qui, più a sud. Vi accontentate sopravvivere o... Desiderate autogovernarvi? Nel sud non ci sono più molte terre "libere".
  17. Snorri Laikarakkin Eppure, dentro quella gabbia... I rischi che evada, o che uccida qualcun altro sono pure maggiori. Così lo renderemmo un animale rabbioso: non esiterebbe ad aggredire un bracciante, o uno di noi, alla prima occasione. Cercherebbe di evadere attivamente. Invece, dentro una casa costruita da lui, avrebbe modo di stare tranquillo, cucinarsi il cibo da solo, fumarsi la sua pipa... Giocherello un pò con il cibo sul mio piatto, non guardando i miei interlocutori. Non mi aspetto che tu sia del nostro stesso parere, Naugrim. E ammetto di essere dispiaciuto del fatto che questa faccenda sia andata in questo modo... Ma ti chiedo di accettare questo piano e, piuttosto, di usare il tuo scetticismo e la tua testa per aiutarci a renderlo a prova di errore. stavolta lo guardo, non in maniera supplicante, ma con sguardo deciso, anche se non minaccioso. E ammetto che neanche a me il funzionario ha fatto una buona impressione, ma ti consiglio di adeguarti alle regole e agli usi di Kel Boldar. E' una società dura e monolitica, le sue leggi sono state scolpite nella pietra, né l'individuo né la massa può sperare di piegarla. Spetta a noi farlo, finché ci conviene. La morte di un umano, per noi che siamo vissuti là fuori, è terribile quanto quella di un nano: eppure qui le cose sono diverse. Io l'ho già accettato, per quanto non lo trovi giusto. Tra l'altro, tra poco avremo l'incontro con i banditi. La mia intenzione era di pagarli per portare a casa la ragazza: ci sbarazzeremmo di entrambi facilmente, in questo modo. Magari potremmo anche offrirgli provviste per i primi giorni di viaggio. Che ne dite?
  18. Giorno 1, Mattina (9:32) Non vale la pena affrontare la bestia qui: voi ed i vostri compagni avete troppo da perdere... Vendicherete il povero viandate, prima o poi. Eppure, c'è chi non la pensa allo stesso modo: mentre vi inoltrate lentamente nella boscaglia, attenti a non attirare l'attenzione dell'animale (il quale, nel frattempo, ha dato un morso tale da fracassare del tutto la gamba dell'artropoide), sentite tra i rami degli alberi un frinire bellicoso. Avete giusto il tempo di guardare in alto prima che due artropoidi alati spuntino dai loro nascondigli e volino in picchiata sull'animale, decisi a porre fine al pasto della bestia. I due piombano all'unisono sul fianco destro dell'animale e ognuno di loro riesce a conficcare la propria lancia nelle carni della creatura: il predatore, colto di sorpresa e sopraffatto dal dolore, ruggisce furiosamente ai due assalitori per poi rispondere con un potente spazzata con la coda, la quale atterra gli aggressori e dà il colpo di grazia alla preda prendendola alla testa. Nonostante il colpo ben piazzato, però, l'essere sembra in difficoltà: invece di fare uno scempio degli artropoidi ai suoi piedi, si ritira indietro a riprendere fiato e a decidere il da farsi...
×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.