Jump to content

Benvenuto in Dragons’ Lair

La più grande e attiva community italiana sui giochi di ruolo.
Accedi o registrati per avere accesso a tutte le funzionalità del sito.
Sarai così in grado di discutere con gli altri utenti della community.

Le strutture dei giochi - Parte 3: Il Dungeoncrawl

Articolo di The Alexandrian del 06 Aprile 2012
Le Strutture dei Giochi -Parte 1
Le Strutture dei Giochi - Parte 2
La struttura di scenario che ha avuto maggior successo nella storia dei giochi di ruolo è il dungeoncrawl tradizionale. Anzi, credo che gran parte del successo di D&D risieda proprio nella forza del dungeoncrawl tradizionale come struttura di scenario. (In particolare come struttura si è rivelata estremamente efficace anche quando è stata tradotta in altri media e messa in atto con meccaniche completamente diverse).
Cosa fa sì che funzioni?
In primo luogo, dal punto di vista del giocatore, fornisce:
Un obiettivo di base. Più precisamente, “trova l'intero tesoro”, “uccidi tutti i mostri” o altre varianti di “ripulisci il dungeon”. In altre parole, la struttura fornisce spontaneamente un motivo per cui il giocatore interagisca con lo scenario.
  Un'azione di base. Se un giocatore si trova in una stanza e non c'è nulla di interessante da fare in essa, allora dovrebbe scegliere un'uscita e andare nella stanza successiva. Presi insieme, questi elementi significano che il giocatore ha sempre una risposta alla domanda “E ora che faccio?”

In secondo luogo, per il DM, il dungeoncrawl è:
Facile da preparare. Effettivamente, è praticamente impossibile anche per un master neofita fare casini con la progettazione di un dungeocrawl. Cosa potrebbe fare? Dimenticarsi di disegnare un’uscita dalla stanza?
  Facile da gestire. Qui si va oltre la macro-struttura del dungeoncrawl e si comincia a dipendere dalle stesse regole di D&D, ma, in generale, ogni azione proposta dai giocatori nel dungeon solitamente avrà un metodo di risoluzione evidente. Inoltre il dungeoncrawl crea delle barriere nell’avventura, segmentandola in pezzi separati (ognuna delle stanze) che si possono gestire come piccoli e pratici pacchetti. Presi insieme, questi elementi permettono anche ai DM alle prime armi di progettare e gestire un dungeoncrawl senza intoppi e senza che i giocatori si ritrovino (a) coi bastoni tra le ruote o (b) confusi.
Questo è qualcosa di incredibilmente importante. Grazie a questo approccio di esplorazione dei dungeon, D&D può dare vita senza particolari problemi a nuovi DM, con una facilità che alla maggior parte degli altri GDR risulta impensabile ed impossibile.
Ma il dungeoncrawl ha anche un altro paio di caratteristiche chiave:
Fornisce una struttura, ma non una camicia di forza. Quando i giocatori si domandano “Cosa faccio adesso?” la struttura del dungeoncrawl dà loro una risposta predefinita (“prendi un'uscita”), ma non proibisce loro di creare da soli ogni sorta di risposte: Combattere i goblin. Indagare sulle antiche rune. Fare un orto di funghi. Controllare che non ci siano trappole. Tradurre i geroglifici. Decodificare la costruzione di golem nanici. Negoziare col necromante. Eccetera eccetera. (Non impedisce nemmeno di lasciare completamente la struttura: le regole di D&D includono un gran numero di opzioni per bypassare la struttura del dungeon stesso).
  Flessibilità nella forma. Il DM può mettere davvero qualunque cosa nella struttura. Ogni stanza del dungeon – ogni parte del contenuto che la struttura dello scenario porta con sé – è un foglio bianco. Grazie a queste strutture di scenario facili da capire, facili da progettare e facili da usare, D&D è accessibile a tutti in un modo che, per esempio, Transhuman Space non possiede.
Ora, passiamo dal macro-livello al micro-livello.
Link all'articolo originale: https://thealexandrian.net/wordpress/15140/roleplaying-games/game-structures-part-3-dungeoncrawl
Read more...

Anteprima Tasha's Cauldron of Everything #1 - Personalizzazione dell'Origine del PG e 2 Sottoclassi

DISCLAIMER: per chiarezza e per evitare future polemiche vi ricordiamo fin da subito che il sistema per la personalizzazione delle origini di Tasha's Cauldron of Everything non è stata pensata dai designer come una sostituzione definitiva delle regole presenti nel Manuale del Giocatore. Anche nelle future ristampe del Manuale del Giocatore, pertanto, le Razze continueranno ad essere le stesse che conoscete da anni, continueranno a funzionare nello stesso modo e conterranno sempre le stesse meccaniche presenti fin dall'uscita del manuale nel 2014. Fin dall'uscita della 5e, infatti, i designer hanno più volte spiegato che le regole pubblicate nei supplementi di D&D 5e sono sempre da considerare come Regole Opzionali, non obbligatorie, ma liberamente utilizzabili dai singoli gruppi al loro tavolo, così come sono liberamente ignorabili. Lo scopo di simili Regole Opzionali è quello di consentire ad ogni gruppo di scegliere per sé stesso come giocare e come personalizzare il gioco al proprio tavolo, senza obbligarlo a giocare nel modo presentato nel Manuale del Giocatore e senza obbligare tutti gli altri a dover utilizzare per forza le modifiche al regolamento.
 
Negli ultimi giorni la WotC ha rilasciato le prime due anteprime di Tasha's Cauldron of Everything, la nuova maggiore espansione meccanica di D&D 5e in arrivo il 17 Novembre 2020. Potete trovare maggiori informazioni su Tasha's Cauldron of Everything in questo nostro articolo. Le nuove anteprime riguardano la Personalizzazione dell'Origine del PG e due nuove Sottoclassi, il Path of the Wild Magic per il Barbaro e il Genie per il Warlock.
Partiamo dal Sistema di Personalizzazione dell'Origine del PG, che è stato rivelato in maniera un po' particolare. In questo caso, infatti, la WotC non ha mostrato direttamente le pagine del manuale contenenti il sistema, ma ha rilasciato un aggiornamento dell'Adventurers League Player's Guide (il supplemento che introduce i giocatori alle campagne del Gioco Organizzato ufficiale di D&D 5e) all'interno del quale è presente quello che con molta probabilità sarà il sistema pubblicato in Tasha's Cauldron of Everything. Potete trovare il sistema a pagina 5 dell'Adventurers League Player's Guide, ma per comodità vi pubblichiamo qua sotto una sintesi abbozzata di quel che il sistema consente di fare (naturalmente, se volete conoscere la regola in ogni dettaglio, dovrete leggere il testo originale nel PDF dell'Adventurers League).
Se desiderate personalizzare l'origine del vostro PG, potete:
Spostare gli incrementi ai Punteggi delle Caratteristiche che la vostra razza garantisce al PG in altre Caratteristiche di vostra scelta. Se, ad esempio, la vostra razza vi concede +2 alla Costituzione e +1 alla Saggezza, potrete decidere che il vostro PG possiede invece +2 all'Intelligenza  e +1 alla Destrezza.
  Sostituire qualunque lingua fornita dalla propria razza con una qualunque delle lingue appartenenti a una lista prefissata descritta nella regola.
  Sostituire una qualunque delle Competenze con una Competenza dello stesso tipo. Potrete, dunque, sostituire un'Abilità con un'altra Abilità, un'arma semplice con un'altra arma semplice o con uno strumento, un'arma da guerra, con un'altra arma da guerra, un'arma semplice o uno strumento, ecc. Nella regola è presente una tabella che fornisce le linee guida per la conversione.
  Sostituire le descrizioni del comportamento e/o della personalità tipici dei membri di una razza con altre decise dal giocatore. Non è dato sapere se la regola presente nell'Adventurers League Player's Guide sia il sistema completo o se in Tasha's Cauldron of Everything sarà pubblicata una versione più ampia.
 
Qui di seguito, invece, potete trovare le anteprime delle due nuove Sottoclassi che saranno rilasciate in Tasha's Cauldron of Everything. Se desiderate avere una versione ad alta qualità di entrambe, potete scaricarla in PDF su questo sito creato dalla WotC.

Fonti:
https://www.enworld.org/threads/a-first-look-at-tasha’s-lineage-system-in-al-player’s-guide-customizing-your-origin-in-d-d.674805/
https://www.enworld.org/threads/two-subclasses-from-tasha-for-barbarian-and-warlock.674802/

Link al PDF dell'Adventurers League Player's Guide: https://media.wizards.com/2020/dnd/downloads/AL_PGv10_0.pdf
Link alla versione PDF delle 2 Sottoclassi: https://dndcelebration2020.com/#/previews
Read more...

Come Gestire i Giocatori Assenti

Articolo di Mike Shea del 06 Maggio 2019
Tra tutte le cose necessarie per giocare a Dungeons & Dragons, nessuna è più complessa di fare in modo che un gruppo si incontri in maniera regolare e continuativa. Trovare e gestire un gruppo è, come abbiamo già analizzato in un articolo precedente, una delle parti più complesse del gioco. Nell'articolo di oggi studieremo come gestire l’eventuale assenza di qualche giocatore. Cosa fare con i personaggi? Quali opzioni ci offrono maggiore flessibilità e ci assicurano di giocare? Quali tecniche ci permetteranno di tenere i giocatori al tavolo e quali potrebbero farli sparire? Oggi analizzeremo tutti queste domande.

Per preparare questo articolo ho chiesto su Twitter come i DM gestissero i giocatori assenti ai loro tavoli e ho ricevuto 250 risposte. Dopo aver riordinato i dati, sono riuscito a raccogliere le risposte seguenti, che sono state le più frequenti:
Ignorare la loro assenza e continuare a giocare. Fare sì che a livello narrativo i loro personaggi stiano facendo qualcos’altro. Lasciare il personaggio in mano ad un altro giocatore. Lasciare il personaggio in mano al DM. Cancellare la sessione fino a quando non c’è al più un singolo assente. Ho fatto poi un sondaggio su Twitter con queste opzioni, ottenendo 3100 risposte. I risultati sono stati:
La metà lascerebbe semplicemente sullo sfondo i personaggi degli assenti ignorandoli Uno su quattro lascia il personaggio nelle mani di un altro giocatore. Uno su dieci invia il personaggio a completare una missione secondaria. Uno su dieci cancella la giocata. Basandomi su questi risultati ho elaborato la seguente serie di pensieri e consigli.
Far Continuare il Gioco è la Priorità
Ritrovarsi con i propri amici vale molto più della coerenza della storia di fantasia che stiamo narrando. Condividere queste storie al tavolo è una parte fondamentale del divertimento, ma la vita sa come essere insensibile. Non tutti riescono a giocare regolarmente a D&D: molti hanno altre priorità, che vi piaccia o meno.
Quindi, se qualcuno è assente durante una sessione dobbiamo fare tutto il possibile per continuare a giocare. Questa è la ragione per cui credo che avere sei giocatori e due riserve funzioni alla perfezione. Per giocare avete bisogno di tre/quattro giocatori, quindi vi serviranno almeno cinque o sei assenti per cancellare la giocata. E questo alza notevolmente le probabilità di giocare con frequenza.
Un’altra ottima cosa è riuscire a inserire l’assenza dei giocatori nella storia dei personaggi. A volte questo ci viene praticamente naturale: potrebbero essere stati rapiti o potrebbero aver deciso di rimanere in locanda per una slogatura al ginocchio. A volte, però, possono sembrare un po’ campate per aria. Ma delle spiegazioni poco convincenti sono nettamente migliori rispetto alla cancellazione della sessione.
Ma potrebbe anche capitare di non aver nessun metodo per giustificare l’assenza dei personaggi, neanche il sempreverde “li abbiamo messi in un buco portatile”. In questo caso possiamo semplicemente lasciare che il gioco prosegua.
Lasciare Proseguire il Gioco
Continuare a giocare è molto più importante che avere una storia coerente al 100%. In caso uno o due giocatori non possano presentarsi ma ci siano comunque abbastanza persone per fare la sessione dobbiamo continuare in ogni caso, che abbia senso o meno nella storia. Quei personaggi che non possono essere mossi? Spariscono in secondo piano. E torneranno appena potranno.
Circa la metà dei DM del sondaggio concorda con questa idea e ne sono contento.
La maggior parte di noi è adulta. Abbiamo impegni da mantenere e ci rendiamo conto che il mondo reale si è inserito nella nostra storia. Non c’è nulla di male: possiamo trascurare lievemente il realismo del nostro mondo fantasy per poter giocare e divertirci in compagnia.
Ma per dei DM che masterano storie strettamente legate ai personaggi può essere più complesso. L’unica cosa che posso consigliarvi è di trascurare lievemente la storia per avere delle sessioni più frequenti. A conti fatti è conveniente.
Giocare per i Giocatori Assenti
Molti gruppi lasciano il personaggio dell’assente nelle mani del DM o di un altro giocatore. Non è infattibile, ma potrebbe creare qualche problema. Ad esempio, cosa succederebbe se il giocatore in questione o il DM facessero delle scelte che il creatore del personaggio non avrebbe fatto? E se il personaggio dovesse morire? Non sono delle situazioni tipiche, ma potrebbero causare problemi.
Avrete, inoltre, il problema di avere troppi personaggi al tavolo rispetto ai giocatori. Gestire i personaggi come PNG o lasciare che i giocatori muovano più personaggi potrebbe complicare il gioco e mettere troppa attenzione sul singolo giocatore. E la vita di un DM è solitamente già abbastanza complicata, anche senza un personaggio extra.
Lasciate semplicemente che il personaggio del giocatore assente passi in secondo piano e focalizzatevi sugli altri giocatori, quelli che si trovano al tavolo.
Fate in Modo che Tornare a Giocare sia Semplice
Una delle cose più importanti da fare con i giocatori assenti è assicurarsi che tornare al tavolo sia semplice e di invitarli alle sessioni seguenti. Negli anni ho sentito diverse persone suggerire che i giocatori assenti andassero puniti in qualche modo per non essersi presentati. Io consiglio un approccio che sia “meno bastone” e “più carota”. Rendendo difficile la vita agli assenti occasionali, alzate le probabilità che questi scompaiano del tutto.
Prendiamo come esempio l’esperienza e il livello. Uno dei molti vantaggi di usare l’esperienza a pietre miliari al posto dei punti esperienza è che i giocatori assenti non si perderanno degli eventuali avanzamenti del personaggio. Sapranno che, nonostante non abbiano potuto partecipare alla giocata, il loro personaggio sarà alla pari con gli altri. Potrebbe non sembrare corretto, ma considerate che i punti esperienza e i livelli sono comunque dei premi completamente arbitrari. Niente ci impedisce di iniziare da livelli più alti in caso funzioni con la storia. Se un giocatore che perde una sessione iniziasse a notare come il proprio personaggio sia “indietro” rispetto agli altri potrebbe decidere di non tornare più al posto di continuare a vedere come il suo personaggio sia svantaggiato rispetto agli altri.
Analogamente, rimuovere qualunque punizione per i giocatori assenti renderà il loro ritorno più probabile ed essi sapranno che non saranno svantaggiati per il loro imprevisto.
Perdere una sessione è già di per sé una punizione, non dobbiamo accentuarlo.
Continuate a giocare
La cosa più importante di tutte è prendere ogni regola o metodo di nostra invenzione e testarla con un solo obiettivo in mente: continuare a giocare. Qualunque regola mettiate per gestire l’assenza di un giocatore, chiedetevi sempre se sia utile per la buona riuscita della sessione. La storia più bella di sempre non può esistere se nessuno riesce a venire al tavolo. Create un sistema per fare in modo che il gioco continui, e fate in modo che i giocatori trovino l’idea di tornare a giocare a D&D invitante e senza troppe difficoltà.
Link all'articolo originale: https://slyflourish.com/handling_missing_players.html
Read more...

Cosa c'è di nuovo su Kickstarter: Valraven

La notizia che proprio il 16/09/2020 sarebbe uscito un nuovo progetto tutto italiano marchiato The World Anvil e Black Box Games girava già da tempo sui Social. Il manuale in formato Quickstart già era possibile scaricarlo da mesi per poter portare sul tavolo le prime piccole avventure...cerchiamo allora di approfondire meglio di cosa stiamo parlando!
Come già accennato "Valraven: Le Cronache del Sangue e del Ferro" nasce dalla collaborazione fra The World Anvil, piccola etichetta indipendente che si dedica allo sviluppo di giochi di ruolo, e Black Box Games, officina creativa per lo sviluppo di materiale per giochi di ruolo, da tavolo e di carte. Insieme hanno prodotto titoli come "Evolution Pulse Rinascita", "Nostalgia: La Flotta Nomade", "Endelstrom" e "Dead Air: I Giorni della Piaga". Il comparto grafico sarà curato da Daniel Comerci, con le illustrazioni di Tommaso Lucchetti, Zakuro Aoyama e Greta Ricciolini.
Il Kickstarter è partito durante le ore mattutine ed è stato finanziato in appena 15 minuti.. Mentre sto scrivendo ha superato i 10.000 $ rispetto ad un obiettivo di appena 3.554 $, e le prospettive di crescita sono veramente buone!
Il manuale cartaceo distribuito con il Kickstarter prende il nome di "Red Edition" e costituirà una versione deluxe hardcover stampata in tiratura unica esclusivamente per i backer della campagna! Questo contiene tutto il necessario per giocare: il motore è basato su un'evoluzione del Monad System che prende il nome di Monad Echo, con il quale si evolvono i principi più apprezzati del suo predecessore, riducendo la complessità al minimo e spingendo sulla narrazione e sulle sue conseguenze meccaniche.

 
Dalla pagina Kickstarter di Valraven:

La guerra procede inesorabile da oltre settant’anni, coinvolgendo l’Impero di Erenwald e la Repubblica di Dormas in uno scontro fratricida che ha ormai dimenticato le sue origini. Mentre la Sacra Chiesa della Luce porta sostegno a entrambi i contendenti in cerca di terreno fertile dove far germogliare il seme della fede, dal lontano Est i misteriosi Darokar sbarcano sulle coste pronti a mettere a ferro e fuoco le terre di Valraven. Molti innocenti vivono e soffrono sotto il giogo di una o dell’altra fazione, piegati da una furia che non conosce pietà e che trova un pericoloso alleato nella lasciva Mano sull’Abisso, una forza demoniaca pronta a ghermire chi è così disperato da vendere la propria anima.
In questo scenario di guerra perpetua, giovani compagnie di mercenari decretano il successo di una o dell’altra forza in campo, forgiando il proprio destino nel sangue e nel ferro.

L'innovazione sta nel fatto che Valraven può essere giocato su più livelli, il primo è quello dei singoli Personaggi, ma al tempo stesso questi fanno parte di un gruppo mercenario che vive e lotta insieme contro le avversità. Valraven spingerà i Personaggi, tramite dei Legami, a giocare Scene conoscitive nei confronti dei propri compagni d’arme.
Quattro Stagioni metaforiche scandiscono la vita di Personaggi e Compagnia, ognuna delle quali foriera di eventi e situazioni che rappresentano punti di svolta nella storia.
 La Stagione del Sangue: il cuore del gioco che vedrà i Personaggi affrontare pericolose battaglie per avvicinarsi al proprio destino.  La Stagione del Ferro: il confronto finale con l’obiettivo di ogni campagna di guerra.  La Stagione dei Veleni: dove Personaggi e Fazioni fanno avanzare o modificano i loro obiettivi.  La Stagione dei Destini: dove i Personaggi approfondiscono il legame che li unisce e il loro rapporto con il mondo di Valraven.
La parte conclusiva della campagna Kickstarter raccoglie tutta una serie di video (gameplay e interviste) con cui sarà possibile approfondire ulteriormente le meccaniche di gioco per capire se davvero vale la pena finanziare il progetto. Scorrendo ancora più in basso troviamo tutti gli Stretch Goal sbloccabili, fra cui collaborazioni con noti nomi del mondo dei GdR come Andrea "il Rosso" Lucca della Locanda del Drago Rosso e Claudio Serena di Fumble GDR.
Link alla pagina Kickstarter: https://www.kickstarter.com/projects/theworldanvil/valraven-le-cronache-del-sangue-e-del-ferro/description
Read more...

    Pance Reboanti XXIV - All united

    • Come da buona tradizione D'L stiamo organizzando un raduno degli utenti per risate e spanzate in gruppo e allegria.

    Sono finite le ferie, quale modo migliore di iniziare un bigio e cupo autunno se non quello di passare un weekend all'insegna della spensieratezza, dell'ingordigia e del gdr?

    La località sarà di nuovo le lande di Mordor (altrimenti detta provincia di Treviso), in zona tra Padova e Vittorio Veneto, ma con prima tappa a Padova. 

    Perchè partecipare a questo raduno? Perchè PER LA PRIMA VOLTA IN ASSOLUTO saranno presenti gli utenti dagli antipodi della penisola (dalla Valle d'Aosta alla Sicilia, con quote dal confine Friulano), quindi non avete scuse.

    minutemen-watchmen-21034428-2000-1339.jpg.6cc66b39b8a6ba72ead068ec63211390.jpg

    NON VORRAI MICA MANCARE?!

    Giorno: Sabato 27 e Domenica 28 Ottobre 2018

    Località: Padova, Vittorio Veneto e dintorni

    Ora del ritrovo: da concordare

    Luogo di ritrovo: da concordare (probabilmente stazione dei treni Padova)

    Lista dei Partecipanti:

    1. tamriel + Flare + eventuali truppe (ancora da numerare)
    2. The Stroy + 1/2 truppe
    3. Alonewolf87 + truppe (da definire)
    4. Smite4Life
    5. Fog
    6. Monolente

    Pernottamento: purtroppo ancora niente di sicuro, ma dovrebbe esserci la taverna gentilmente offerta da Flare per darci riparo e un pavimento su cui farci soggiornare (munirsi di sacco a pelo!). Stay tuned per conferma/smentita

    Spanzamenti vari: ancora da definire, in base al numero di partecipanti farò un elenco dei possibili luoghi (anche in base a quanta disponibilità avremo di mezzi per spostarsi). Alcune idee possibili per ora sono il bosco (turbocarne), Yumi (all u can eat di ottima qualità), Tucano (churrasco all u can eat).




    User Feedback

    Recommended Comments

    44 minuti fa, The Stroy ha scritto:

    Hai dimenticato il KFC, veccio!

    Quello lo volevo mettere nel post che farò con le proposte per il pranzo di sabato (magari facciamo la seconda colazione al KFC e poi andiamo a fare il pranzo serio).

    6 minuti fa, smite4life ha scritto:

    Io non posso esimermi, almeno dal pranzo di sabato... Mi sento anche in dovere di pensare ad un dove mangiare per sabato a pranzo, me ne uscirò con delle proposte! 😄

     

    ❤️❤️❤️ 

    Link to comment
    Share on other sites

    Come da buona tradizione D'L stiamo organizzando un raduno degli utenti per risate e spanzate in gruppo e allegria.

    Sono finite le ferie, quale modo migliore di iniziare un bigio e cupo autunno se non quello di passare un weekend all'insegna della spensieratezza, dell'ingordigia e del gdr?

    La località sarà di nuovo le lande di Mordor (altrimenti detta provincia di Treviso), in zona tra Padova e Vittorio Veneto, ma con prima tappa a Padova. 

    Perchè partecipare a questo raduno? Perchè PER LA PRIMA VOLTA IN ASSOLUTO saranno presenti gli utenti dagli antipodi della penisola (dalla Valle d'Aosta alla Sicilia, con quote dal confine Friulano), quindi non avete scuse.

    minutemen-watchmen-21034428-2000-1339.jpg.6cc66b39b8a6ba72ead068ec63211390.jpg

    NON VORRAI MICA MANCARE?!

    Giorno: Sabato 27 e Domenica 28 Ottobre 2018

    Località: Padova, Vittorio Veneto e dintorni

    Ora del ritrovo: da concordare

    Luogo di ritrovo: da concordare (probabilmente stazione dei treni Padova)

    Lista dei Partecipanti:

    1. tamriel + Flare + eventuali truppe (ancora da numerare)
    2. The Stroy + 1/2 truppe
    3. Alonewolf87 + truppe (da definire)
    4. Smite4Life
    5. Fog
    6. Monolente

    Pernottamento: purtroppo ancora niente di sicuro, ma dovrebbe esserci la taverna gentilmente offerta da Flare per darci riparo e un pavimento su cui farci soggiornare (munirsi di sacco a pelo!). Stay tuned per conferma/smentita

    Spanzamenti vari: ancora da definire, in base al numero di partecipanti farò un elenco dei possibili luoghi (anche in base a quanta disponibilità avremo di mezzi per spostarsi). Alcune idee possibili per ora sono il bosco (turbocarne), Yumi (all u can eat di ottima qualità), Tucano (churrasco all u can eat).

     

    Visualizza articolo completo

     

    • Like 1
    Link to comment
    Share on other sites

    Bellissimo raduno, cito le mie parti preferite:

    - Flare che è felice dei propri capelli e non invidia quelli di nessuno

    - Alonewolf che odia i bambini e detesta averli in braccio

    - Drimos che è riuscito a venire, nonostante si sia morso il labbro

    - Sembsaasabsbasbabsbsbabsbabsamsbamsnabssar che è arrivato puntualissimo, battendo tutti i record di velocità

    - Social e NJC che alla fine si sono riusciti ad organizzare e sono arrivati

    - Tamriel che non ha bevuto e che con Diego Mangani è riuscito a coltivare l'odio che mio figlio nutre nei confronti dei Pokemon

    - The Scroty che è sempre disponibile a dare una mano

    - Smaiti che è disorganizzato e poco accogliente

    - Quelli nuovi di cui ricordo perfettamente nome e viso, come mio solito

    - Il non aver preso una multa per divieto di sosta

     

    NB: per la prossima volta aboliamo il nome "Pance Roboanti" e chiamiamoci "L'Asilo di Dragonslair". 

     

     

     

    • Like 3
    • Haha 1
    Link to comment
    Share on other sites
    • Moderators - supermoderator

    Ecco i momenti topici a mio avviso (e me ne starò sicuramente dimenticando un botto):

    • Demetrius idolo delle folle risalito dal profondo sud
    • The Stroy che prova e fallisce nell'insegnare a giocare seriamente a Magic a Tamriel
    • Miracle, il cui spirito ci permea e ci compenetra
    • Lo specchietto della macchina che a momenti esplode in autostrada
    • I comodi parcheggi di Padova
    • Le ship tra la prole di Shalafi e di Devid
    • L'aria professorale e maestosa di Devid
    • Le magliette D'L che hanno fatto scalpore
    • I costi folli dei draft di Magic a Padova
    • Fog e la Cedrata Tassoni, bibita tier 0
    • La salsina speciale del KFC
    • Smite sempre super figo rampante
    • Demetrius con la faccia da bambino che apre i regali di Natale quando gli si raccontano i memi e le vecchie storie della D'L
    • Lo stile moderno e giovanile del nostro hotel
    • Il povero Guns scandalizzato dalla nostra grezzazine e generica idiozia
    • Monolente infoiato con i live e i racconti delle relative peripezie ed epiche gesta
    • I momenti nostaglia dei vecchi raduni
    • Lo sventraprostate
    • Le misteriose segrete identità di certi utenti D'L
    • Monolente ora Sonnolente tramite benedizione di Lord Delacroix
    • Flare che è sempre folkloristico
    • La povera ragazza di Tamriel costretta a sopportare le nostre continue idiozie
    • La barzelletta sui carabinieri con accento palermitano di Demetrius
    • Le storie sulle vomitate più assurde
    • Like 5
    Link to comment
    Share on other sites

    Ringrazio ancora tutti gli utenti che ho avuto il piacere e l'onore di conoscere dal vivo, e questi sono i miei Highlights del weekend:

    • La super strizza che avevo di incontrare un po' tutti ed il rispetto reverenziale verso certe personalità;
    • Alcuni utenti che, purtroppo, non sono riusciti ad esserci e che avrei voluto conoscere;
    • Alcuni utenti che ho mancato a pranzo, dovendo lavorare di Sabato mattina;
    • Constatare che le leggende sul KFC sono reali al 100%;
    • Il panino "non panino" del KFC;
    • Il dolcetto di Halloween del KFC che, dopo un po', assomigliava al preparato del catrame;
    • Io e Flare che andiamo a prenderci il gelato tenendoci per manina ❤️;
    • Trovare le build rotte, per quanto possibile, in 5e (menzione d'onore: Eldritch Machinegun);
    • Aver sbagliato uscita in autostrada per giungere alla Magione di Tamriel;
    • La mansarda di Tamriel;
    • Aver mangiato salame di Felino alle 10 del mattino;
    • Aver contribuito a convincere Demetrius che il sopracitato insaccato fosse ricavato dai gatti;
    • Aver scoperto il gioco di Carte Citadel;
    • L'asfissia e le lacrime dovute alla sbroccata (giocosa) incredibile di Demetrius a fine partita;
    • Le stradine a misura di Hobbit della Colle Umberto antica;
    • La turbocarne, con contorni annessi, che è stata lodata ad ogni boccone;
    • Essere stato invitato nel gruppo di DL ed aver sgamato alcuni utenti birichini;
    • La possanza dei dessert;
    • Essere riuscito a far sì che un moderatore cambiasse il nick di un utente;
    • Trattenermi dall'assaggiare l'incredibile assortimento di grappe 💔;
    • La mancata passeggiata a Vittorio per il diluvio universale;
    • L' AperTas;
    • The Stroy violentemente bullizzato dal cameriere del baretto che ignorava qualsiasi sua richiesta;
    • L'invito non negoziabile della ragazza di Tamriel ad un evento, dopo avermi conosciuto da circa 4 ore;
    • Aver mangiato i granchietti con la polenta (Masanette) nonostante il pranzo si facesse ancora sentire;
    • Aver conosciuto Flare, uno spirito affine. Forse anche troppo.

      Ci tengo a precisare che non vedo già l'ora del prossimo, magari senza giga-pacconi XD

      Probabilmente ho dimenticato anch'io svariate perle, ma queste sono quelle che mi sono rimaste più impresse

      The effetto post-raduno is real 😭
    Edited by Lord Delacroix
    • Like 5
    Link to comment
    Share on other sites

    Mi sto riprendendo ora. Super contento del raduno, ecco i miei best momenti in ordine sparso:

    • Demetrius eroe della patria e generatore di uscite epiche
    • "Ben gentile"
    • Gli Shalafini e i Sesbassini
    • i meme su Treantmonk
    • Io che arruolo Fog per i prossimi eventi di LARP
    • Le discussioni sull'avvelenare gente e fare le orge
    • Celebris che non so come diventa paonazzo quando ride e mi fa morire
    • Sesbassar e i dilemmi dolorosi
    • Il piccolo Gibba
    • Guns  a n n i c h i l i t o  dalle discussioni sulle build di 3.5
    • Tamriel e le difficili decisioni del giocare monorosso spari
    • Il draft che poteva essere e che non fu
    • Tam che cerca di stare sobrio ma riceve segni da Dio che non è il caso
    • "Smite è la quarta edizione"
    • Il pomeriggio passato a fare il giro dei bar, come solo quando vengo in veneto riesco a fare
    • E infine il segno indelebile che mi ha lasciato questo raduno.

    Il prossimo è un raduno importante, aspetto con ansia.

    Nel frattempo, che figata.

    • Like 4
    • Haha 1
    Link to comment
    Share on other sites

    In convalescenza dal raduno, le impressioni sparse

    - Demetrius, sicuramente l'uomo raduno, ormai s'è perso lo stampo di Gentiluomini di tale grandezza

    - Il preraduno del venerdì, con l'aperitivo mentre si aspettava Flare e le lezioni di Magic da parte di The Stroy
    - L'asilo D'L e le lunghe chiaccherate con il minishalafi

    - Sesbassar, vince il premio eleganza (ma si sapeva) e a sorpresa anche quello del turpiloquio del raduno, grazie viabilità di Padova

    - Gli assenti 😢 ma sempre presenti nello spitito

    - Celebris, che si fa un viaggio non indifferente per stare mezza giornata ed esordisce con "sono in arrivo, ordinatemi 100 kg di sashimi e 300 kg di sushi"

    - I discorsi sui tier delle bavande e l'ormai immancabile momento nostalgia della 3.5

    - Lord Delacoix  che è contento come una pasqua di aver trovato dei suoi simili, e a fine raduno si scusa per "sono stato un po' timido" nonostante non abbia smesso di parlare un attimo 🤣

    - Il canale youtube di Treantmonk, che regalerà infinite perle di divertimento

    - il barista di domenica, che sembrava dimostrare solo odio e rancore nei nostri confronti, e poi si è rivelato essere un giocatore di ruolo che cercava di capire come mai ci fosse un raduno della D'L in un'osteria con l'età media dei clienti di 65 anni

    E basta, as usual non vedo l'ora di rivedervi tutti asap e che mi mancate già #bengentile

    Edited by tamriel
    • Like 4
    Link to comment
    Share on other sites

    Eeeeeeee..... Ecco lo slowpoke della situazione.

    Le perle più importanti le avete dette già tutte voi, io ne ricorderò solo alcune:

    • Il preraduno, con le corone del BK a rendere tutto più nobile
    • L'aperitivo con lo spritz aperol perché a stomaco vuoto.... "A me un Long Island e poi una Bionda Media!"
    • Demetrius sconvolto dalla SmiteyCar
    • Gibba l'eterno bambino, perfetto a discutere con il Shalafino
    • Sess e la brioche per pagare il parcheggio, ma soprattutto il volto spaventato della cucciola di sess al turpiloquio del padre
    • Il pranzo al sushi, la cena al KFC e poi, perché no, anche un gelato!
    • La caraffa di spritz offerta che: "se me la offrono non dico di no".
    • Ma soprattutto:

    "Gioco a Magic per il flavour"

    che è diventata la mia frase preferita!

    • Like 4
    Link to comment
    Share on other sites

    Ragazzi, ringrazio tutti, soprattutto:
    - Google Maps per essere un figlio di t***a
    - La città di Padova, perché fa ca°°re
    - Gli esercenti della zona vicina all'Hiro, perché sanno certamente come farmi inca^^re (pro tip: mai dire a uno che è in macchina da tre ore passate che non hai da cambiare 20 euro, perché "ho finito le monete giovedì")

    In compenso:
    - Shalafi è più simpatico live che non sul forum (ora che so quanto ti piacciono gli abbracci ti abbraccerò di più)
    - Smity è bellissimo e simpatico... anche se organizza i raduni in postacci
    - TheStroy è un sacco swag perché insegna a Tamriel come avere i pollici opponibili anche in magic
    - Papaz e Myori erano assenti e mi sono mancati
    - Alonewolf non lo vedevo dal 2015 (se non ricordo male), e abbiamo avuto una notevole discussione sulla libertà di parola (cosa che sul forum vi potete ampiamente scordare perché siamo tiranni lol)
    - Tamriel era sobrio!!! ...e l'ho visto sobrio una sola volta in vita mia oltre a questa
    - wolf e Demetrius che coccolavano Ester erano troppo dolci

    Grazie ragazzi, nonostante la giornata fosse iniziata malissimo, l'avete resa super 😉

    • Like 4
    • Confused 1
    Link to comment
    Share on other sites

    Tornato a casa ieri dal raduno, ringrazio:

    • Lo sciopero dei treni venerdì
    • L'alluvione di lunedì
    • L'allerta meteo di martedì

    ... per avermi regalato un raduno di una settimana.
    In aggiunta, vorrei ringraziare:

    • BlaBlaCar (ma con quanti "Bla"?)
    • I giovani padawan di 13th Age
    • I gradini di fronte al negozio per grassoni
    • LO SCERIFFO
    • Le famiglie allargate
    • Viva Devid
    • Ramirez de Pietro
    • I fioi, in particolare l'entusiasta Delacroix (che mi fa un po' strano chiamarlo così invece di Andrea)
    • La (simulata) furia siciliana
    • Sonnolente
    • L'AperTas
    • E ovviamente tamriel prima e Giovanni poi, per l'insuperabile ospitalità
    • Like 4
    • Thanks 1
    Link to comment
    Share on other sites


    Create an account or sign in to comment

    You need to be a member in order to leave a comment

    Create an account

    Sign up for a new account in our community. It's easy!

    Register a new account

    Sign in

    Already have an account? Sign in here.

    Sign In Now

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.