Jump to content

Benvenuto in Dragons’ Lair

La più grande e attiva community italiana sui giochi di ruolo.
Accedi o registrati per avere accesso a tutte le funzionalità del sito.
Sarai così in grado di discutere con gli altri utenti della community.

Cosa c'è di nuovo su Kickstarter: Caelum, Limitless Encounters, Mythos Monsters

Andiamo a scoprire assieme i Kickstarter in ambito GdR attivi in questo periodo.

Read more...

Le strutture dei giochi – Appendice II: L'importanza del sistema

Con questa seconda appendice siamo giunti alla fine della nostra rubrica sulle strutture di gioco; concluderemo sottolineando l'importanza del sistema e come il darlo per scontato rischi di omologare tutti i GdR a cui giochiamo.

Read more...

La WOTC regala una mappa di Dragonlance ed una di Mystara

Gli avventurieri che viaggiano nei mondi di Krynn e Mystara avranno meno possibilità di perdersi grazie a questi due set di mappe in regalo.

Read more...

Jaquayare i Dungeon Appendice I - Parte 1: Connessioni tra i Livelli del Dungeon

La rubrica Jaquayare i Dungeon non finisce con la Parte 5, eccovi la prima delle appendici al saggio, dove vedremo tutti i modi in cui è possibile collegare i vari livelli e sottolivelli di un dungeon

Read more...

Gli Eroi Iconici: Elric

Continuiamo a scoprire le meccaniche di Swords of the Serpentine tramite un altro "eroe" iconico: Elric di Melniboné.

Read more...

Idee di un papà per giocare con la propria bimba di 4 anni


Recommended Posts

Buongiorno a tutti

come da titolo (e da presentazione se volete andarvela a leggere in altra discussione ad hoc) ho la volontà di incominciare a giocare “di ruolo” con la mia bimba di 4 anni. L’età per questo tipo di gioco mi rendo conto che può essere un problema, ma visto l’interesse verso i giochi “da grande di papà” vorrei trovare la maniera di instradare l piccol al gdr...

sicuramente una delle problematiche sta nella durata dell sessione, nn più di 30 minuti a volta. Per più tempo nn riesce ancora a mantenere la concentrazione. Ergo pensavo più a fiabe interattive piuttosto che a vere e proprie avventure. Ecco che allora mi servirebbe del materiale da cui prendere spunto perché solo di improvvisazione, visto la mole di racconto, potrebbe essere controproducente rischiando di annoiare da subito l’ascoltatrice

per quanto riguarda il sistema mi sono letto un po’ di regolamenti vari e pensavo a una sorta di ibrido. La base è quella di mostri niente paura, ma nn sapendo ne leggere ne contare oltre al 10 pensavo a dei dadi magici (in realtà bianchi su cui scrivere con pennarello vetroscrivente) con facce create ad hoc (sorrisi per i successi e croci x fallimenti ad esempio). Un po’ da vedere insomma. 
Le miniature volevo sostituirle con standee magici (plastica dura bianca su cui vado di vetroscrivente) in modo da disegnare pure su quelli tutto cosa serve
poi contavo di stamparmi un po’ di griglie bianche su cui poi andare a disegnare a pennarello di volta in volta le ambientazioni...

sono tutte idee scritte di getto

voi avete idee o suggerimenti in merito?

avete avuto esperienza in materia?

Link to post
Share on other sites

  • Replies 26
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

Popular Posts

Ebbene ho giocato due brevissime avventure con Marco. Io raccontavo la storia e ogni minuto o due lo ponevo davanti a una scelta di azione, sociale o varia. Mentre raccontavo inscenavamo anche la stor

Con mio figlio siamo a fargli piacere le creature fantastiche, ma ha 2 anni e mezzo... però già conosce cosa sputano i draghi a seconda del colore, e quando vede un bastone a forma di spada lo prende

Personalmente, da non amante della griglia, secondo me sbagli approccio, dovresti puntare più sul ruolo e sull'esplorazione più che su griglia e dadi. Falle vivere un "librogame", inventa una storia o

I Giochi di QWEIN che ti suggerisce Grimorio sono tutti molto semplici, da una pagina e via il più delle volte, con poche regole.
Per quanto mi riguarda ti posso suggerire Apprendisti Eori.. trovi molte informazioni online, anche dei podcast o dei video che ne parlano. E' stato reaizzato da una piccola casa produttrice ma che ha davvero delle belle idee. Mi pare di ricordare che è stato realizzato anche in collaborazione con altri professionisti, dato che è completamente rivolto ai più piccoli.

Mi pare di capire però che il problema principale sta nel trovare una storia da farle giocare.. Fossi in te mi rifarei alle normali fiabe o cartoni animati che magari le piacciono. Potresti cercare di capire, magari facendo dei tentativi, se preferisce intrerpretare se stessa in un mondo alternativo - forse magari la cosa più semplice, oppure se le piace interpretare altro (so che forse è prematuro parlare di "interpretazione").

Che ne so.. immergerla nel mondo di Peter Pan, farla giocare nell'isola che non c'è insieme ai bambini sperduti? Farle vivere alcune avventure in quel contesto? Magari se ha visto il cartone - e se le è piaciuto - non le sarà difficile immaginare i personaggi ed il mood con cui approcciarsi.

Come ultima cosa aggiungo: parlo completamente da ignorante dell'argomento, non avendo figli.. ti rimando a questo punto anche ad una pagina FB con cui forse potresti interfacciarti per avere qualche delucidazione aggiuntiva.. Genitori di Ruolo si chiama, diciamo che sono del mestiere e potrebbero fare al caso tuo.

Link to post
Share on other sites

Bene bene 

tutti ottimi consigli

adesso vado a leggere

e si credo che la questione sia trovare l’ambientazione più che altro... come sistema alla fine ho più o meno in mente su come fare...

per ora stiamo giocando al gioco dell’oca sulle piastrelle con le Barbie e un d10 per cominciare a familiarizzare con lo spostamento su griglia

😂😂😂

  • Like 1
Link to post
Share on other sites

Ciao,
    anche mio figlio ha 4 anni (quasi 5), sicuramente non vedo l'ora d'introdurlo al GdR ma credo sia ancora parecchio prematuro, perché divagherrebbe a mille. Se gli dicessi "Marco immagina che stai camminando nel bosco e a un tratto senti che un ticchettio dietro l'albero, cosa vorresti fare?". Come minimo mi risponderebbe "Macosaèilrumore? E'unostegosaurochemangiaglialberi? Glistegosaurieitriceratopimangianolepianteperòhannolacodachebisognastareattentiperchètipuòpungereperòiltirannosaurovapiùveloce......".
Ma notoriamente una femmina a parità di età possiede maggiore inclinazione a stare sul pezzo. Se riuscirai a combinare qualcosa mi piacerebbe poter ascoltare un audio della sessione, o anche un tuo resoconto.

Ciao e grazie, MadLuke.

PS. La pagina FB "Genitori di ruolo" è solo una vetrina di giochi di ruolo in commercio (per bambini, e sia), ma nulla a che vedere con genitori che si scambiano esperienze o consigli come ingenuamente mi ero creduto. Immagino sia gestita da qualche casa editrice.

  • Thanks 1
  • Haha 1
Link to post
Share on other sites
8 ore fa, MadLuke ha scritto:

PS. La pagina FB "Genitori di ruolo" è solo una vetrina di giochi di ruolo in commercio (per bambini, e sia), ma nulla a che vedere con genitori che si scambiano esperienze o consigli come ingenuamente mi ero creduto. Immagino sia gestita da qualche casa editrice.

Ah ecco.. allora ha ingannato anche me.
Scusate per il suggerimento non molto d'aiuto S:

  • Sad 1
Link to post
Share on other sites

@MadLuke in effetti nn so cosa succede. Mi volevo preparare bene x nn bruciarmi la cosa. Sicuramente la soglia di attenzione nn è altissima, difatti max sessioni da mezz’ora e poi fiabe interattive piu che GDR direi... e sicuramente di tutta la preparazione che mi sono fatto userò niente xke al primo bivio salteranno fuori ballerine e torte (siamo in quella fase li 😂😂😂)...

mi sto guardando bene i manuali di mostri niente paura. Come ambientazione userò quella, come sistema ho già accennato l’altra volta pensavo di fare qualcosa di molto interattivo, con mappe da disegnare, dadi e standee da colorare x mantenere vivo l’interesse e nn dare l’idea di fare qualcosa di impostato...

oltretutto sto aspettando il momento giusto... nn nego che sono un po’ diciamo in apprensione x la riuscita... sicuramente vi aggiorno...

Edited by Lollo il bianco
Errore scrittura
  • Like 1
Link to post
Share on other sites

Ebbene ho giocato due brevissime avventure con Marco. Io raccontavo la storia e ogni minuto o due lo ponevo davanti a una scelta di azione, sociale o varia. Mentre raccontavo inscenavamo anche la storia con dei pupazzetti di plastica (grandi circa come una mano, veramente bellissimi, di cavalieri e re a cavallo, legionario, elfo e orco appiedato, tutti completi di armi e armature fantasy).
Ve la faccio breve, solo i momenti più topici:

1) compare l'orco in mezzo alla strada: voi cavalieri datemi la mappa! Marco cosa gli vuoi rispondere?
Va bene te la do perché io sono il cavaliere pauroso che ha paura di tutto e non voglio combattere.
(Credo si debba alla favola del topo e leone che gli piace molto, io spiazzatissimo. :-))

2) Arrivano al lago e dall'acqua esce la fata:
Se volete sapere dove si trova il tesoro dovete prima risolvere l'indovinello. Accetti?
Si.
Come si chiama l'animale feroce che vive in montagna, con gli artigli e le fauci, tutto marrone, bravissimo ad arrampicarsi e saltare,  coi baffi come i gatti, il cui nome comincia con "p"?
(antefatto: Marco sa benissimo da tempo immemore che il puma è il mio animale preferito, ho i disegni, lui stesso lo ripete sempre "il tuo animale preferito è il puma mentre il mio è il leone", alla festa del papà mi ha fatto il disegno, ecc, ecc. insomma "puma tutta la vita").
Marco: Scoiattolo, orso, lupo, balena, squalo, tirannosauro, altri 100... pecora! (l'avrei ucciso).

3) I cavalieri partono per il viaggio per andare a trovare lo zio del re. Per strada li ferma una signora.
Cavalieri dove state andando?
Marco: dallo zio del re.
Signora: ah bene, potete portare questo maglione che ho preparato per lo zio?
Marco: va bene, lo tengo sul cavallo.

4) La mappa conduce alla cima di una montagna (il cesto dei giocattoli).
I cavalli però non sono bravi a camminare in montagna, come facciamo Marco?
Marco: il cavaliere pauroso sa volare, li porto io.
I cavalieri hanno smontato e uno per volta il cavaliere pauroso li ha portati sulla cima della montagna, a cavacecio. Ecco risolto.

Io credo ci sia margine per continuare. :-)

Ciao, MadLuke.

  • Like 2
  • Haha 2
Link to post
Share on other sites

Al momento è più raccontare una fiaba che gioco di ruolo. Quando sarà alle elementari e si troverà con i suoi amici al tavolo mangiando patatine e coca cola lo adoreranno! (ma per giocare in maniera classica credo tu debba aspettare quantomeno la terza media in modo che abbiano anche le conoscenze di base per fare i conti ecc. anche se altre le impareranno al tavolo come i punti cardinali)

Link to post
Share on other sites
Il 14/11/2020 alle 00:17, MadLuke ha scritto:

Ebbene ho giocato due brevissime avventure con Marco. Io raccontavo la storia e ogni minuto o due lo ponevo davanti a una scelta di azione, sociale o varia. Mentre raccontavo inscenavamo anche la storia con dei pupazzetti di plastica (grandi circa come una mano, veramente bellissimi, di cavalieri e re a cavallo, legionario, elfo e orco appiedato, tutti completi di armi e armature fantasy).
Ve la faccio breve, solo i momenti più topici:

1) compare l'orco in mezzo alla strada: voi cavalieri datemi la mappa! Marco cosa gli vuoi rispondere?
Va bene te la do perché io sono il cavaliere pauroso che ha paura di tutto e non voglio combattere.
(Credo si debba alla favola del topo e leone che gli piace molto, io spiazzatissimo. :-))

2) Arrivano al lago e dall'acqua esce la fata:
Se volete sapere dove si trova il tesoro dovete prima risolvere l'indovinello. Accetti?
Si.
Come si chiama l'animale feroce che vive in montagna, con gli artigli e le fauci, tutto marrone, bravissimo ad arrampicarsi e saltare,  coi baffi come i gatti, il cui nome comincia con "p"?
(antefatto: Marco sa benissimo da tempo immemore che il puma è il mio animale preferito, ho i disegni, lui stesso lo ripete sempre "il tuo animale preferito è il puma mentre il mio è il leone", alla festa del papà mi ha fatto il disegno, ecc, ecc. insomma "puma tutta la vita").
Marco: Scoiattolo, orso, lupo, balena, squalo, tirannosauro, altri 100... pecora! (l'avrei ucciso).

3) I cavalieri partono per il viaggio per andare a trovare lo zio del re. Per strada li ferma una signora.
Cavalieri dove state andando?
Marco: dallo zio del re.
Signora: ah bene, potete portare questo maglione che ho preparato per lo zio?
Marco: va bene, lo tengo sul cavallo.

4) La mappa conduce alla cima di una montagna (il cesto dei giocattoli).
I cavalli però non sono bravi a camminare in montagna, come facciamo Marco?
Marco: il cavaliere pauroso sa volare, li porto io.
I cavalieri hanno smontato e uno per volta il cavaliere pauroso li ha portati sulla cima della montagna, a cavacecio. Ecco risolto.

Io credo ci sia margine per continuare. 🙂

Ciao, MadLuke.

Si si

è uno spasso anche solo seguire l’evolversi delle decisioni che prendono 

  • Like 1
Link to post
Share on other sites
6 ore fa, Lollo il bianco ha scritto:

E niente

prima prova miseramente fallita...

dopo 10 minuti facevamo già va altro, nn abbiamo neanche passato l’armadio...

da riprovare, nn ho capito se nn era il momento giusto o se nn eravamo ancora pronti...

😤😤😤

azz peccato!
non demordere 😆

Link to post
Share on other sites

Se le piace la serie Trolls, c'è una puntata in cui giocano a D&D, io con mia figlia ho sfruttato quello. Poi abbiamo costruito insieme una mappa con al carta (4 foglia A4, poi abbiamo disegnato alberi e case  e li abbiamo incollati in modo simil pop up) e usato i rollinz come pedine per le avventure... poi vabbhè.. lei preferiva fare il boss malvagio, ma questa è un'altra questione...

  • Thanks 1
Link to post
Share on other sites

Con mio figlio siamo a fargli piacere le creature fantastiche, ma ha 2 anni e mezzo... però già conosce cosa sputano i draghi a seconda del colore, e quando vede un bastone a forma di spada lo prende e dice che serve al cavaliere per combattere il drago. Mi ritengo soddisfatto! Poverino, ha imparato a parlare chiuso con me durante il lockdown, era spacciato, metà del suo vocabolario sono creature fantastiche! 🙂

Tra l'altro mi ha anche colto impreparato, perché quando la nonna gli ha regalato un drago viola onestamente ho dovuto guardare in giro per rispondere alle sue insistenti domande 🙂

PS: se vi fanno la domanda, sono anche noti come deep dragon, tipo di drago nero che sputa acido. No, non è facile spiegare cosa sia l'acido ad un bambino, quindi il drago viola sputa "molto piccante". Mi sembrava la reazione più vicina a quelle che conosce! 🙂

  • Haha 4
Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
  • Similar Content

    • By Tressoli
      Salve a tutti,
      sto cercando di creare un revolver per il gunslinger del mio party. La proprietà intrinseca (core) dell'arma è la classica sventagliata, però mi piacerebbe aggiungere una piccola caratteristica secondaria che riprenda il classico stallo alla messicana / estrazione rapida dei film western.
      Qualcosa tipo: "Nel tuo primo turno di un combattimento, appena prima del primo attacco con quest'arma, puoi effettuare una prova di Rapidità di Mano (Des) contro QUALCOSA di un bersaglio. Se superi la prova, il prossimo TxC contro il bersaglio scelto dispone di vantaggio."
      Sono tuttavia molto combattuto. Innazitutto non saprei quale statistica dell'avversario usare come CD del tiro di Rapidità di Mano (la CA? la Percezione Passiva?). Dopodichè, in caso di successo, a rigor di logica, dovrei dare vantaggio solo al primo TxC o a TUTTI i TxC effettuati nel primo turno (forse sarebbe un po' troppo forte...)?

      Ho considerato di usare una sorta di "Mira" simile alla Cunning Action UA, ma limitata al primissimo turno del gunslinger: "Puoi effettuare una prova di Rapidità di Mano per conferire vantaggio al tuo prossimo TxC, ma la tua velocità di movimento è ridotta a 0 fino alla fine del tuo turno (indipendentemente se superi la prova o meno)".
      Fatemi sapere, o saggi dell'internetto, se avete delle soluzioni funzionali.
    • By MadLuke
      L'ho introdotta l'anno scorso, sulla falsa riga del Deepwood Sniper.
      Take Aim
      Gli attacchi con armi da lancio o da tiro possono avere bonus BA +1 se si spende un azione di round completo per compiere l'attacco contro una creatura che non si è spostata. Nessun bonus aggiuntivo se si spendono più round per prendere la mira.
      Ciao, MadLuke.
    • By Mighty Warlock
      Sono in cerca di aiuti, suggerimenti e consigli su come gestire il patrono del PG di una mia giocatrice, ringrazio anticipatamente chiunque abbia la pazienza di leggersi il papiro che ho scritto e voglia partecipare alla discussione.

      Premessa: da poco abbiamo iniziato una campagna basata su Princes of the Apocalypse partendo dalle missioni introduttive con i PG a livello 1. 
      Una giocatrice ha creato un Warlock scegliendo il patrono imperituro (undying). Ora la particolarità è che questo suo personaggio lo ha basato su un PNG apparso durante una one-shot giocata qualche mese fa, il personaggio in questione veniva ucciso assieme ai fratelli e al padre dai PG nel corso dell’avventura. Lei ha deciso di prendere questo personaggio e farlo resuscitare dalla pozza di fango e sangue nel quale giaceva grazie a un contatto inconsapevole con un’entità ultraterrena (il patrono appunto). Il personaggio aveva subito svariati colpi prima di morire e ha perso in modo permanente un occhio. Al risveglio si ritrova in mano una piccola sfera cristallina che sembra un occhio e decide di infilarselo nell’orbita (focus arcano) e scopre di avere dei poteri che prima non aveva. 
      Queste cose le ha decise in totale autonomia la giocatrice che per inciso è alla sua seconda esperienza di gioco con D&D. Dato che aveva scelto il patrono ultraterreno per incastrarlo bene con il background che ha scritto ma era indecisa su che entità specifica scegliere (hanno appena iniziato a esplorare il mondo di gioco e sanno ancora poco e niente di dei, semidei ed entità varie) le ho suggerito di scegliersi Vecna (trovavo che la parte sull’occhio che le dà potere calzava veramente bene). Lei non sa nulla del signore lich per ora è solo un nome, e vorrei che facesse esperienza del suo temibile patrono a mano a mano che il gioco procede.
       
      Ma veniamo alle domande.
      Prima questione, loro stanno giocando nei Forgotten Realms e Vecna sarebbe autoctono di Grayhawk, ho spulciato varie discussioni online (oltre che la storia del lich) e mi sono fatto l’idea che sebbene ci sia un’incongruenza di fondo si potrebbe appianare con la volontà di Vecna di espandere la sua sfera di influenza su un altro piano. In molte discussioni suggerivano di utilizzare dei signori lich autoctoni come sostituti tipo Larloch o Acererack (anche lui originario di Grayhawk ma trapiantato nei FR), ma francamente questa soluzione non mi soddisfaceva in pieno dato che si verrebbe a perdere il legame narrativo con l’occhio (elemento caratteristico di Vecna).
      Da quel che ho avuto modo di capire comunque i collegamenti esistono: Planescape (difficile), Ravenloft (che potrebbe dare adito a sviluppi interessanti) e Il Piano della Cenere dove Vecna aveva una fortezza. Quindi penso che narrativamente possa essere una cosa plausibile, anche se mi rimane qualche dubbio sulle modalità con cui potrebbe espandere la sua influenza sui FR. Ho pensato che potrebbe indurre il personaggio a fondare un culto/chiesa oppure potrebbe manipolare il PG per creare un collegamento/portale che gli permetta di entrare nei reami. A questo proposito nell’avventura che stiamo giocando sono presenti i nodi elementali nei vari templi che costituiscono un collegamento con i rispettivi piani elementali, in particolare Il Piano del Fuoco sarebbe adiacente al Piano della Cenere con cui Vecna avrebbe già un collegamento.
      A vostro parere è un ragionamento che può filare? potrebbe essere un po’ arzigogolato ma Vecna è il signore dei segreti mica per niente. Se avete suggerimenti su come migliorare il legame o crearne uno più solido dite pure.
       
      Seconda questione, che si riallaccia direttamente con quanto detto sopra, che tipo di missioni potrebbe affidare il lich al PG?
      Se il suo intento è appunto di manifestarsi credo che dovrà spingerlo a cercare e stabilire un punto di accesso.
      Se vuole solo iniziare a estendere la sua influenza, magari fondando una chiesa potrebbe chiedergli di iniziare ad accumulare oggetti magici e conoscenze (es. le armi dei principi o altro che sia utile alla causa). A questo proposito potrebbe spingerlo direttamente alla ricerca della mano e l’occhio di Vecna, magari uno si trova nei paraggi del luogo dove si svolge l’avventura e l’altro è disperso altrove, creando un possibile gancio per avventure future.
      Per ora il patrono non si è manifestato se non con qualche pizzicorio all’occhio posticcio dopo che è stato utilizzato, l’idea è che a mano a mano che il personaggio cresce (e utilizza l’occhio) Vecna cominci gradualmente a far sentire la sua influenza. Se deve affidare delle missioni al PG dovrebbero essere in modo scalare, partendo da cose blande a cose sempre più complesse (e moralmente dubbie) a mano a mano che la sua influenza cresce e in base al controllo che riesce ad esercitare sul PG.
      Suggerimenti sul genere di compiti che potrebbe affidargli?
       
      Terza e ultima questione, l’occhio.
      Ho due idee in merito, la prima è che l’oggetto gentilmente offerto dal lich non solo è un focus che dà potere al PG ma gli permette di avere influenza su di lui. Pensavo quindi di fare delle concessioni come alcune abilità o incantesimi extra a mio piacimento (e direttamente collegati al possesso dell’occhio, rendendolo di fatto un oggetto magico) ma che hanno un drawback traducibile in perdita di controllo, assoggettamento ed eventuale mutamento di moralità. Come a dire che più lo usi più lui ti possiede. Le abilità o gli incantesimi dell’occhio si sbloccano ogni tot livelli oppure quando riesce a completare delle missioni che il patrono gli affida. Chiaramente basato su l’occhio di Vecna, lascia però più respiro permettendo al giocatore di cercare di mantenere un equilibrio vantaggi/svantaggi, le abilità rimangono a mia discrezione.
      Altra opzione, occhio di Vecna, puro e semplice. Chiaramente reso sbloccabile gradualmente come nel primo esempio ma stando agli effetti da manuale, al netto di un potere maggiore corrispondono effetti negativi più pesanti. Inoltre l’occhio ha la particolarità di spingere il possessore a cercare la mano (e viceversa) quindi potrebbe essere un ulteriore spunto narrativo da applicare alle questioni di cui sopra.
      Quale potrebbe funzionare meglio? la prima mi sembra un’opzione più facilmente gestibile, la seconda al costo di regalare a un PG un artefatto (di cui comunque non sa nulla) penso possa ripagare in termini di sorpresa e colpi di scena.
       
      Mentre mi documentavo e buttavo giù le opzioni ho solo detto alla giocatrice che ci sono due opzioni per giocarsela:
      Il metodo più easy: il patrono fa delle richieste, ti da del potere ma attenta a usarlo che potrebbero esserci ripercussioni.
      Modalità hardcore: il patrono ti chiederà delle cose e ti darà potere, usarlo vuol dire legarsi sempre di più a lui e questo porterà inevitabilmente a fattori negativi per te e per gli altri.
      Non ha ancora deciso, ma non sembrava disdegnare l’opzione più tosta, dicendosi pronta a interpretare il personaggio ovunque questo la porti.
    • By Mighty Warlock
      Ciao, causa qualche battibecco con nuovo gruppi di giocatori chiedo qualche conferma a cose che ritengo (e spero) di aver interpretato bene.

      Vorrei avere una conferma riguardo il funzionamento di suppliche come Vigore immondo, Passo ascendente, ecc che fanno riferimento ad incantesimi (e più in generale a tutte le abilità, anche di altre classi, che rimandano sempre a incantesimi).
      Esempio: nel momento in cui il PG acquisisce Vigore immondo può lanciarsi a volontà l'incantesimo Vita falsata, questo non vuol dire che va ad aggiungere Vita falsata alla sua lista di incantesimi, giusto? (perché ritengo che in questo caso sarebbe specificato).
      Il tutto dovrebbe quindi riassumersi come: ottieni un'abilità chiamata Vigore Immondo che puoi usare a piacimento e segue gli effetti e le regole di Vita Falsata, ma non ha nulla a che vedere con i tuoi incantesimi.

      Secondo quesito, scegliendo un patrono piuttosto che un altro si ha accesso a una specifica lista ampliata di incantesimi, questa è da intendersi come un'aggiunta alla lista degli incantesimi da warlock (pag 211 PHB) tra cui è possibile scegliere, e non che vanno aggiunti in automatico alla lista di quelli conosciuti, corretto?
    • By Tayan Chingachgook
      Buonsalve!
      Scrivo per chiedere il vostro parere riguardo un tema scottante, le cene con i parenti.
      Scherzi a parte, mia sorella vorrebbe introdurre il mio nipotino di 8 anni al bellissimo mondo del gioco di ruolo, ma senza per questo esporlo alle mie sessioni in ambientazioni mature tra le 21 e le 4 del mattino in atmosfera fumosa e cupa.
      Ne consegue che dovrei preparare una one shot da giocare con il piccolo e con due giocatrici d'eccezione, mia mamma e mia sorella, entrambe totalmente digiune di gioco di ruolo.
      Sto quindi cercando un gioco senza tematiche forti, che soddisfi tre requisiti fondamentali:
      Ambientazione "naif" (tipo il DnD di quando eravamo piccoli)
      Ambientazione facile da imparare (non posso tirare a mia mamma un pippone sulla storia dei nani e del perché quel dato clan ha un drago nell'araldica, io ci vado matto ma lei mi cala di attenzione dopo due minuti e si scorda pure la razza del suo personaggio)
      Poche semplici regole (per la stessa ragione di cui sopra).
       
      Io sono un giocatore abituale di Cyberpunk 2020, Vampiri la Masquerade, The Witcher e di una mia ambientazione fantasy estremamente matura, capite quindi la mia difficoltà 😅
      Consigli, idee e suggerimenti cercasi! 

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.