Jump to content

Benvenuto in Dragons´ Lair

La più grande e attiva community italiana sui Giochi di Ruolo.
Accedi o registrati per avere accesso a tutte le funzionalità del sito.
Sarai così in grado di discutere con gli altri utenti della community.

5 (Non Molto) Sinistri Segreti del Successo di Saltmarsh

Articolo di J.R. Zambrano del 12 Aprile 2019
L'avventura Sinister Secret of Saltmarsh è fra quelle incluse nel manuale di D&D Ghosts of Saltmarsh di prossima uscita. Come Tales from the Yawning Portal prima di esso, Ghosts of Saltmarsh raccoglie vari moduli classici di D&D (questa volta con un tema acquatico) e li aggiorna e rivitalizza per la 5E. Per celebrare l'imminente uscita daremo uno sguardo con voi ad alcune di queste avventure e oggi parleremo del perché Sinister Secret of Saltmarsh funziona così bene.
Come potrete immaginare ci sono molti spoiler a seguire quindi ne approfitto e vi avviso della cosa fin da subito. Se volete giocare alla serie di avventure di Saltmarsh senza rovinarvi la sorpresa smettete subito di leggere. Normalmente non mi preoccupo molto degli spoiler, ma questa avventura è davvero uno dei migliori moduli in circolazione, quindi vale la pena trattenere la vostra curiosità del momento se pensate che avrete modo di giocarvi.
Siete ancora qui? Beh allora prendete i vostri fidi d20 e tuffiamoci in questa avventura.
Agganci di avventura a chilometri zero
Uno degli aspetti più rilevanti di Sinister Secret of Saltmarsh è che la cittadina sembra proprio viva, dandovi un senso della vita comune e delle attività locali. La premessa dell'avventura sembra qualcosa che capiterebbe comunque anche se non fossero presenti dei PG interessati a seguire la trama della storia. In questo modulo si nota il lavoro che gli autori hanno già svolto per voi, ma anche ciò che esso richiede da voi giocatori. Il modulo spinge attivamente i DM a prendere possesso dell'avventura.
Tutto questo viene lasciato al DM. Salvo due eccezioni non ci sono linee guida specifiche per la città, non troverete una lista di PNG da scorrere. Questo modulo vuole che ci lavoriate dietro (concetto che vedrete ripetuto spesso) e questo rende il tutto migliore. Vuole che il posto dove si svolge l'avventura appaia come un luogo vero e proprio da poter esplorare, aspetto davvero importante per far davvero funzionare l'avventura.
Era davvero tutta una messinscena
Prendendo spunto dai classici di Hanna-Barbera si scopre che la casa infestata era in realtà una elaborata facciata imbastita da dei criminali travestiti, che se la sarebbero cavata se non fosse stato per quei ragazzi impiccioni e il loro cane intermittente.

Come gestire al meglio il ritmo
Detto questo, l'avventura è davvero ben scritta e presenta un ottimo ritmo. Riesce davvero bene a generare interesse e segue delle linee guida a sette passi per fa crescere la tensione, mettere in risalto i membri del gruppo e condurli all'azione in maniera organica:
Il gruppo arriva, sentendo voce che ci sono possibili avventure in attesa. Girovagano per la città incontrando dei PNG. NON sentono parlare della Casa Infestata per un giorno o due. Fanno acquisti, incontrano dei PNG e poi in una conversazione casuale (forse con l'oste) vengono a sapere della Casa Infestata (se pare appropriato). Degli ubriaconi o matti locali raccontano loro della Casa Infestata (se pare appropriato). Una volta che decidono di andarci allora tutto si mette in moto. L'oste, che dovrebbe essere amichevole, li introduce ad un membro del Concilio Cittadino, che forse promette loro delle ricompense (cosa che però al contempo permette agli alleati dei contrabbandieri di preparare un'imboscata). Si dirigono alla Casa Infestata e inizia la grande baraonda. Tutto questo presenta gli aspetti giusti per un grande inizio di avventura. E, di nuovo, pone l'enfasi su quello che i giocatori decidono di voler fare.
Narrare una storia attraverso l'esplorazione
Questo è ciò che davvero fa spiccare quest'avventura. Saltmarsh presenta la sua storia lasciando che siano i giocatori a scoprirla. Non vi tiene la mano, ma vuole che vi impegniate per arrivare in fondo.
Questo viene messo in pratica inserendo degli antagonisti con delle chiare motivazioni: ci sono dei contrabbandieri che stanno vendendo armi ai lucertoloidi, ci sono dei lucertolodi che forse stanno pianificando un attacco a Saltmarsh. Essi nascondono le proprie operazioni dietro la facciata di una casa infestata che un tempo apparteneva ad un potente alchimista.
E ogni aspetto dei siti dell'avventura promuove questo aspetto. Per esempio tramite il fatto che un mercante che lavora con i contrabbandieri ha ideato un bizzarro piano per impedire ai personaggi di scoprire la verità, che consiste nel far trovare loro un assassino tenuto prigioniero al piano superiore della Casa.

Egli si unirà al gruppo e causerà problemi, magari anche attaccando quando la farsa verrà scoperta. Ma il DM viene cautelato dal non rendere la cosa troppo ovvia. Questo modulo vuole che si mantengano i segreti.

Parlando di segreti, ce n'è uno nascosto che i giocatori potrebbero non scoprire mai. Il fatto che questa casa fosse un tempo dimora di un alchimista è qualcosa che i giocatori possono scoprire. Dietro una porta sbarrata con scritto PERICOLO si possono trovare degli scheletri che sorvegliano uno stanza dove si trova un alchimista morto da tempo, il quale pare aver scoperto il segreto della Pietra Filosofale. Sulla tavola di fronte allo scheletro ci sono vari oggetti che sono stati trasformati in oro, un segreto che nessuno aveva scoperto prima e che nessuno potrebbe scoprire a meno che i PG non ci incappino.
Momenti come questo forniscono un grande peso alle azioni e alle scelte dei giocatori.
Per ogni azione....
L'altra cosa che questo modulo fa davvero bene è incoraggiare il DM a pensare a come reagirebbero i nemici. Il testo del modulo torna per non meno di tre volte a rivolgersi al DM ricordandogli di "considerare come reagirebbero i nemici" che sono astuti criminali di successo. Sanno di dover scappare quando sono scoperti, sanno di dover sfruttare il vantaggio numerico e di dover preparare delle imboscate se sono stati allertati di possibili problemi.

Nella seconda parte dell'avventura, quando i PG sono costretti a salire a bordo della nave dei contrabbandieri si applicano le stesse regole. Un combattimento che parte al momento sbagliato può fare sì che l'intera nave vada in allerta e tutti i presenti si uniscano alla lotta. Questo modulo non si trattiene con le conseguenze delle scelte dei giocatori e spicca anche per questo.
Link all'articolo originale: https://www.belloflostsouls.net/2019/04/dd-5-not-so-sinister-secrets-to-saltmarshs-success.html
Read more...

Critical Role raggiunge cifre da record per i Kickstarter di GdR/Animazione

Articolo di J.R. Zambrano del 12 Aprile 2019
Ormai giunto praticamente alla fine, il Kickstarter per la serie animata basata su Critical Role raccoglierà probabilmente qualcosa come dieci milioni di dollari, che saranno usati per animare parti della campagna del suddetto gruppo, una cifra che lo rende uno dei Kickstarter legati ai GdR di maggior successo di sempre.
Lo speciale animato The Legend of Vox Machine era stato lanciato verso fine Marzo, ottenendo fin da subito un incredibile successo e raccogliendo svariati milioni di dollari in un solo giorno. Nelle settimane seguenti la campagna Kickstarter si è evoluta intorno all'idea di non creare semplicemente uno speciale animato, ma un'intera serie di dieci episodi. Ogni episodio dovrebbe durare circa 22 minuti, il che implica che nel 2020 avremo a disposizione circa 4 ore di un cartone basato su Critical Role. Una cosa incredibile a cui pensare.
Eccoci nel 2019 e un cartone basato su D&D sta raccogliendo dieci milioni di dollari, e questo perché la gente vuole davvero questo genere di contenuti. Al momento in cui scriviamo più di 70,000 persone hanno contribuito a questo Kickstarter, il che mostra davvero la forza della comunità di fan di Critical Role. Da considerare che ci sono stati delle donazioni di calibro elevato come parte di questa campagna. 5 persone (o gruppi di persone) hanno donato ciascuna 25,000$ per poter avere accesso a delle ricompense esclusive di alto livello. Ad ogni modo la donazione media per questa campagna si attesta sui 120 $.

Tutto questo ci spinge a porci delle domande interessanti sulla natura di questo show, sul gioco che ne sta alla base e sull'industria circostante. Se questo campagna raggiungerà i 10 milioni di dollari si tratterà di una porzione significativa delle rendite del settore dei giochi di ruolo da tavolo. I giochi di ruolo sono da sempre stati la fetta più piccola del mercato dell'hobbystica. Le stime attuali pongono il mercato intorno ai 55 milioni di dollari annui, il che significa che questa campagna di Kickstarter renderà più in tre settimane di quanto molte case editrici di GdR incassano in un anno. Certo, bisogna considerare che in questo caso non parliamo di un gioco di ruolo: le persone che stanno finanziando questo Kickstarter stanno pagando per vedere uno speciale animato, il che richiede delle capacità completamente differenti.
Ma rimane il fatto che Critical Role si basa su quel mondo. Dopo tutto è grazie a D&D - il leviatano sul cui dorso si fonda l'intera industria dei GdR - che così tante persone hanno seguito quello show. E sulla base del successo di questo Kickstarter e dell'afflusso di persone garantito da Critical Role, è bello vedere che le persone al centro di questo progetto stanno usando la loro posizione e i loro privilegi per aiutare alcuni dei settori più piccoli e in difficoltà dell'industria ludica.
Se avete supportato i Kickstarter di Swordsfall e Humblewood e avete notato quanto successo hanno avuto, è anche in parte grazie alla visibilità che persone come Matt Mercer hanno fornito a questi progetti.
Il che non vuole dire che i creatori di quei progetti non abbiano lavorato duramente, non si siano impegnati sacrificando per il proprio successo tempo, denaro e sangue umano su altari oscuri duranti notti senza luna. Ma man mano che ci avviciniamo al 2020 non si può negare che il mercato dei GdR sia uno in cui sempre più persone vogliono entrare. Come reagirà l'industria a questo afflusso? D&D rimarrà per sempre il fondamento di questo settore? Sviluppatori più piccoli e indipendenti riusciranno mai ad avere successo in un mercato ostile? Sono domande fondamentali per il futuro di questa industria e della comunità ludica.
Quali che siano le risposte, questo pare essere un punto di svolta importante per i GdR. Cosa pensate ne conseguirà? Fatecelo sapere nei commenti e buone avventure!
Link all'articolo originale: https://www.belloflostsouls.net/2019/04/dd-critical-role-hits-new-heights-for-rpg-animation-kickstarters.html
Read more...

In arrivo due nuovi mazzi di D&D Monster Cards

La Gale Force Nine ha annunciato due nuovi mazzi che si aggiungeranno alla sua linea di Dungeons & Dragons Monster Cards: parliamo dei set Volo’s Guide to Monsters e Mordenkainen’s Tome of Foes, in arrivo nel terzo trimestre di quest’anno.
Scendendo nel dettaglio, il set Volo’s Guide to Monster Cards sarà composto da 81 carte, che comprenderanno creature con grado sfida che andrà da 1 a 16. Il mazzo conterrà 44 carte regolari e 50 carte doppie (con dimensioni equivalenti a quelle di due carte regolari), e sarà venduto al prezzo di 20$.

Il set Mordenkainen’s Tome of Foes Cards porterà sulle nostre tavole 109 nemici direttamente presi dal manuale omonimo, che includeranno creature di grado sfida da 1 a 16. Tra queste carte ve ne saranno 38 di dimensioni regolari e 71 doppie, il tutto venduto a 25$.

I due mazzi sono ispirati rispettivamente ai manuali Volo's Guide to Monsters e Mordenkainen's Tome of Foes. Volo, diminutivo di Volothamp, è un personaggio immaginario dei Forgotten Realms di Dungeons & Dragons, famoso per essere una sorta di enciclopedia vivente di creature, popolazioni e luoghi del mondo. La sua Guida ai Mostri è un manuale contenente informazioni superficiali su una grande quantità di mostri, tutti quanti inseribili in qualsiasi gioco di Dungeons & Dragons. Mordenkainen è, invece, un potente mago proveniente dal mondo di Greyhawk: nel suo Tomo l'arcimago ci presenta la sua visione personale dei vari conflitti in atto tra i diversi piani d’esistenza di D&D, dalla Guerra Sanguinosa fino alle battaglie tra fazioni di Sigil. Questo manuale di 256 pagine comprende anche nuove razze giocabili e blocchi di statistiche di decine e decine di nuovi mostri, tutti utilizzabili in qualunque campagna di Dungeons & Dragons. Le carte di questi due manuali aiuteranno i giocatori ad avere a portata di mano le informazioni basilari per utilizzare queste informazioni.
Link all'articolo originale: https://www.phdgames.com/new-dd-monster-cards-gf9/
Read more...

Cura Ferite è l'incantesimo più usato di D&D!

Articolo di Morrus del 12 aprile
È da molto tempo che non pubblichiamo un aggiornamento da D&D Beyond (avete già visto le avventure più visionate, le classi e le sottoclassi più giocate e altro). Oggi è il turno degli incantesimi: gli sviluppatori di D&D Beyond hanno rivelato quali siano i più popolari, sia globalmente che divisi per classe.

E il più popolare è risultato essere cura ferite. Gli incantesimi presenti in queste statistiche sono o scelti tra gli incantesimi conosciuti oppure inseriti tra quelli preparati . La maggior parte dei dati è legata a personaggi di basso livello, cosa che sicuramente influenza i dati, ma ciò è dovuto al fatto che i bassi livelli sono quelli a cui si gioca con maggior frequenza.

Read more...

Guida Galattica ai PbF

"Come si gioca sul Dragon's Lair?"
(ovvero: ho trovato un modo subdolo per dare una risposta chiara a una domanda frequente)
 
1 - DECIDI IL TUO GIOCO
Per spiegarlo in maniera semplice, immaginate la tipica giocata di ruolo attorno ad un tavolo, con il Master che inventa la storia ed i giocatori che interpretano i propri personaggi; ecco, avviene la stessa cosa ma in maniera telematica. Se preferisci giocare su piattaforme come Roll20, Discord o Skype basta avviare un nuovo topic cercando giocatori e/o master in questa sezione; in tal caso la guida finisce qui. Grazie per averci scelto! Altrimenti se preferisci ruolare in una gilda del D'L puoi cercare compagni di gioco in questa sezione o contattare con un messaggio privato l'utente che ti interessa.
2 - USARE LE GILDE
Cos'è una gilda esattamente? Puoi pensarla come una "stanza" virtuale nel sito dedicata al gioco. Anche se tutti* vi possono accedere e vedere i contenuti al suo interno, sono coloro che vi si uniscono a partecipare attivamente come giocatori.
Nel pannello principale su in alto trovi il menù Risorse che ti porta alle Gilde PbF (Play-by-Forum).

Cliccando su una gilda qualunque si può vedere come è fatta all'interno e quali sono i suoi contenuti.

Generalmente si usa un TDS (Topic di Servizio) per discutere dell'organizzazione OFF-GAME (cioè quando sono i giocatori a parlare) Si usano invece uno o più TDG (Topic di Gioco) per ruolare, cioè interpretare i propri personaggi e giocare le avventure.
3 - RUOLARE SULLE GILDE: IL TDG
Ruolare in un Topic di Gioco è estremamente semplice: in linea di massima ogni giocatore posta un messaggio secondo un ordine casuale o stabilito a monte, scandendo un ritmo per il quale quando tutti gli altri giocatori (e il master, non dimentichiamolo!) hanno avuto la possibilità di dire/fare la loro, allora si può controbattere. Questa regola è soggetta ad eccezioni quando si tratta di conversazioni tra PG, per il quale si lascia al buon senso dei giocatori decidere come e quando postare. In cosa consiste il post? Tutto quello che direste a parole attorno ad un tavolo da gioco, lo scrivete:

La regola generale è ovviamente soggetta a eccezioni e limitazioni da parte del Master, che sempre tutto può.
Per esempio è usanza comune stabilire un limite di tempo (24/48h in genere) entro il quale tutti i giocatori devono postare, pena "saltare il turno" ed eventualmente lasciare al Master il controllo di quel personaggio nel turno. Si stabilisce spesso un canone sugli stili da usare per il parlato, la descrizione od il pensato (in genere il grassetto per parlare ed il colorato per i pensieri).
Come fare per i lanci dei dadi? Il master vi darà indicazioni su come gestire questi inconvenienti. Alcuni master preferiscono lanciare i dadi al posto vostro usando Dice Roller (o siti simili) e postarne poi il risultato insieme alla reazione che ne consegue. Per chi ha meno fiducia e non si fida di un master che potrebbe imbrogliare (?) esistono siti che vi permettono di tirare un dado e di condividerne il risultato con gli altri giocatori.
A che servono gli spoiler? Talvolta alcune azioni dei PG riguardano soltanto un altro particolare PG o il master; per mantenere la segretezza ed evitare il metagame si usa lo spoiler preceduto da una "@nomedestinatario" o qualcosa di simile; ad esempio se un personaggio sussurra ad un altro personaggio mentre ne è presente un terzo, la discussione privata tra i due va sotto spoiler, mentre ciò che è "pubblico" viene scritto normalmente.

 
4 - ORGANIZZARSI SULLE GILDE: IL TDS
Tutto ciò che è "di servizio" al TdG va nel Topic di Servizio, ad esempio la creazione dei personaggi, la gestione delle tattiche, la richiesta di chiarimenti tecnici, avvisi di ogni natura e comunicazioni agli altri giocatori.

Le buone maniere ipotizzano che il topic di servizio si dovrebbe utilizzare solo per questioni inerenti la parte tecnica e non per il cazzeggio, ma in base a quanto siano tolleranti i Master questa regola può essere più o meno elastica.
5 - VANTAGGI E SVANTAGGI DI GIOCARE SULLE GILDE
Si gioca sempre. Al contrario di come spesso succede al tavolo, non c'è bisogno di riuscire a conciliare gli impegni di tutti per trovare un giorno ed un'ora in cui la banda sia al completo, né cercare un posto adatto a giocare. Basta avere accesso ad un pc, internet, e una mezz'oretta libera ogni una o due volte al giorno. Il gioco è fatto. Tantissimi giocatori. Internet ha reso le distanze invisibili: il sito D'L conta tantissimi giocatori all'attivo, ognuno dei quali sta mediamente in più di tre campagne contemporaneamente. State pur certi che se avete una buona idea, troverete sicuramente qualcuno pronto a giocarla insieme a voi. Una stanza per sé in un palazzo enorme. Il sito D'L non è solo una piattaforma di gioco, è una community. Una gilda non è uno spazio isolato nel vuoto, ma un luogo virtuale all'interno di un forum attivo nel quale c'è sempre uno spunto, una discussione, un articolo capace di catturare la vostra attenzione. Si gioca sempre. L'ho già detto, lo so, ma questo dipende dal fatto che alcune persone hanno un certo stile di vita capace di incastrarsi bene con i ritmi del PbF, e altri invece hanno turni da 48h a lavoro e poi un weekend completamente libero. Non dico che non sia possibile a prescindere, ma ho notato che questo tipo di routine non va molto d'accordo con la pazienza degli altri giocatori. Giocatori occasionali. Si vedono spesso giocatori (soprattutto gente che si è iscritta da poco) che iniziano entusiasti a ruolare in una o più campagne contemporaneamente e all'improvviso spariscono senza lasciare traccia; peggio ancora sono quelli che si improvvisano subito master e che fanno la stessa cosa ai danni di più giocatori. Da evitare come la peste. Strumenti diversi. Questo non so se è un vantaggio o uno svantaggio, perciò lo lascio nero. Ad un tavolo da gioco abbiamo il contatto umano, l'espressività, la calligrafia, l'improvvisazione che in un PbF sono per natura assenti; in compenso su internet abbiamo il tempo necessario per dosare attentamente le parole, la capacità di tenere traccia di tutto ciò che viene scritto, la rapidità con cui si creano mappe (tramite i tabletop come mipui e roll20) e si reperiscono immagini (Pinterest e Deviantart, i migliori amici del master). Il tutto si riduce ad una sola frase: è un modo diverso di giocare. Ma onestamente, vale la pena almeno provarlo.
Conclusione:
Ecco il mio consiglio spassionato: dai un'occhiata alle gilde esistenti, vedi come giocano gli altri e poniti questa domanda: "Io ne sarei in grado?" se la risposta è sì, benvenuto tra noi. La seconda domanda da porsi è "Ho la costanza di affrontare un'intera campagna?" la percezione del tempo è diversa quando si gioca sui PbF, ma se vuoi provare e basta, l'importante è farlo sapere prima. Troverai qualche master disposto a farti giocare senza impegno per vedere se fa al caso tuo.
Read more...
Sign in to follow this  
  1. What's new in this club
  2. Luca neri Preparo le mie cose per partire, prendo una pistola dall'armeria e mi presento insieme agli altri Io sono pronto, possiamo partire.
  3. Gabriele Nei giorni successivi mi tengo alla larga da qualunque individuo presente all'interno di Dite. Passo infatti le mie giornate nelle strette vie claustrofobiche della città scrutato ogni minimo movimento sospetto o ascoltando qualsiasi riferimento sinistro. Ciò che viene riportato dalla superficie dagli esploratori mi lascia parecchio incuriosito e di certo non vedo l'ora di avere buone notizie per quanto riguarda uscire da questo buco infernale. Non distinguo le notti dai giorni e dormo davvero poche ore. Quando mi rintano nel mio umile alloggio o in quella simil-specie di cuvetta, troppi sono i pensieri che non danno tregua alle mie stanche membra. Il cacciatore che può controllare i morti? Ma di che diavolo parlava Maddalena?! Sono tante le cose che devo sapere sulla gente di Ivrea. Specialmente con chi ho deciso di mettermi a che fare. Una volta saputo però di una spedizione di ricerca nei piani superiori non posso non tirarmi indietro e comunico a Riccardo che anche io ci sarò. Di a Umberto che verrò anche io. Ora ho delle cose.. ehm.. importanti da fare. Mi dileguo con un sorriso di finta cortesia. Sono di poche parole e di certo non voglio incrociare il mio sguardo ne con quello di Umberto ne tanto meno con quello di Michele. E' più di una settimana che l'unico volto conosciuto che ho è stato quello di Riccardo. Ho preferito evitare l'inquisitore per non affrontare ciò che dieci giorni prima era avvenuto in superficie davanti ai superstiti di Ivrea. Ora il mio pensiero vagava ad una meta fissa. Prima di equipaggiarmi per la ricerca mi dirigo verso Isabella con passo silenzioso e scattante. Come una folata d'aria gelata. Come uno spettro. Una volta trovata la strega la invito ad appartarsi per potergli parlare a quattrocchi. Senorita. Sono tanti i pensieri che in questi giorni mi impediscono di meditare sulle mie preghiere. Rilasso la contro una parete rugosa accedendo l'ennesima sigaretta. Ormai il mio contenitore di latta è quasi vuoto. Spero di trovare altro tabacco una volta risalito sulla terra ferma. Il mio occhio scoperto si fa penetrante come a scrutare ogni minima smorfia di fastidio da parte della donna. Mi guardo intorno rimanendo composto. Di cosa parlava Maddalena? Chi è il cacciatore? Perchè quella donna pensa che tu possa essere così pericolosa? Le mie domande fluiscono a mo di interrogatorio ma poi la mia voce si attenua in modo armonioso. Io non penso tu sia una specie di arma per controllare i morti. Percepisco la tua innocenza e non chiedermi come ma mi sto affezionando a te. Sono anni che il mio egoismo che ormai chiamo amor proprio si sta dedicando ad un'altra entità. Sono proprio i tuoi occhi, motivo di tante persecuzioni, ad aver stregato il mio freddo cuore. Estoy aquí para protegerte. Aspetto che Isabella risponda alle mie parole mentre il tabacco proveniente dalla mia sigaretta si spegne definitivamente tra le mie labbra.
  4. Riccardo Mi unisco nelle ricerche
  5. Michele Della Torre Non sono un animale selvaggio, Farina. Non mangerò la tua gente. E comunque ci sono altri morti tra la gente di Ivrea. Una volta uscito noto l'inconfondibile presenza di Maddalena Schwarz, accenno ad un sorriso. È un piacere rivederti, signorina Schwarz. Dov'è Della Rovere? Rapidamente comunico ai presenti, senza far sentire alla popolazione, dell'attentato subito dall'Antico e della decisione di trovarlo per allearci con lui. Mi dirigo poi dalla strega. Isabella, devo parlare con te. In privato. Quando ci siamo allontanati, riprendo a parlare.Una volta hai rintracciato la Zingara attraverso un rituale, sei in grado di rifarlo per trovare l'Antico? Poi c'è Eleonora... il suo coma è dovuto a qualche magia? E se non dovesse riprendersi, c'è un modo di prendere i suoi poteri? Poiché perderli sarebbe un terribile spreco vista la guerra che ci attende. -.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.- Nonostante il passare dei giorni, vivere a Dite mi appare sempre più monotono e soffocante. Alla faccia della libertà assoluta... Rimpiango la mia sala di tortura e, in generale, la libertà che avevo ad Ivrea. Passo del tempo con Sonia, approfittando dei momenti in cui possiamo stare soli. Quando finalmente Farina propone una squadra di ricerca, mi faccio avanti. Vengo con voi.
  6. @Riccardo - Gabriele Maddalena risponde: il cacciatore sa controllare i morti. Li comanda e può anche farli possedere dal diavolo… quando succede puoi vedere i cadaveri iniziare a camminare a quattro zampe, sulle pareti, possono persino volare. Quando il cacciatore fa tutto questo, i suoi occhi diventano rossi… la donna indica Isabella e le rivolge una domanda …e tu invece cosa sai fare? La strega scuote la testa e risponde: nulla. Non sono sicura se per mia incompetenza o per il fatto che il cacciatore è morto… e quindi solo un morto può comandare i morti. L’unica cosa che so è che il cacciatore può accendere il rosso dei suoi occhi e io no. Questo ti fa capire quando sono inesperta. La verità è che questi occhi sono una condanna… c’è chi mi vede come un mostro, altri come un fenomeno da baraccone e altri ancora come una cavia da esperimenti. Ma io sono una persona normale. Maddalena ridacchia: tesoro… ora come ora non puoi essere più lontana di così dal concetto di normalità. @Michele – Luca Umberto Farina ascolta le vostre parole. Infine batte un colpo sul tavolo e dice: dunque è deciso, troveremo l’Antico. Costi quel che costi. Ma non possiamo muoverci ora. Aspettiamo lo sfogo della Culla. Loro non ci troveranno fino a quando resteremo qui. Questa è l’unica difesa che Dite ha contro quelle bestie. Quindi… aspettiamo che passi la tempesta. Ah… caro Della Torre …Dite ha accolto tutti voi ma se la signorina Ombrosi dovesse rivelarsi un problema… beh …dovrà sparire. Un’ultima cosa, inquisitore, qui sei libero di fare quello che vuoi ma a Dite non ci sono le regole della tua chiesa… e non si mangia la gente. Penseremo noi a darti la carne che ti serve. -.-.-.-.- @tutti Nei giorni seguenti cercate di ambientarvi nella città di Dite ma non è una cosa facile. L’ambiente è buio e claustrofobico. Gli uomini di Dite si tengono in disparte e i rifugiati di Ivrea sono sempre più spaventati. Gli esploratori di Umberto raccontano di strane storie quando ritornano dalla superficie. Storie irreali riguardo un bosco sorto in pochissimi giorni e che sta invadendo l’intera regione. Le piogge di sangue continuano a bagnare il terreno e nuvole scure coprono il cielo. Dopo dieci giorni, sentite che Umberto sta organizzando una prima squadra di ricerca per raccogliere altre informazioni a proposito della superficie. Raffaele e Alessandro si sono proposti di unirsi al corpo di ricerca.
  7. si può andare avanti se aumentiamo il ritmo, se dobbiamo postare una volta alla settimana tanto vale chiudere.
  8. Luca Neri Guardo Umberto Bhè penso che l'antico sia disposto ad un alleanza per un semplice motivo.. Un uomo, immortale, che fino a qualche tempo fà aveva sotto controllo un intera setta ora si trova con un pugno di mosche. Non penso che gli interessi moltro altro oltre che il potere e la vendetta. La vendetta contro chi gli ha levato il suo bel posto di spicco, ecco cosa possiamo offrire noi all'antico in cambio della sua conoscenza, un alleato contro chi lo ha levato dai posti di comando della culla, in ogni caso lui non ha nulla da perdere. Guardo poi Michele , se conosce qualcuno che potrebbe sapere qualcosa penso sia il caso di provare a mettersi in contatto. E' sicuramente meglio che aspettare inermi che la culla arrivi a bussare alla nostra porta, perchè Umberto lo sai anche tu che sarà così.
  9. Gabriele @Riccardo De Santis All'ultima affermazione di Riccardo balzo guardandomi immediatamente intorno. Sono rare le volte che le mie membra si agitano per qualcosa, infatti rimango impassibile anche di fronte alla morte stessa ma quella situazione mi ha scosso e non poco. Afferro l'uomo per il colletto del suo indumento superiore per portarlo a pochi centimetri dal mio viso in modo che possa sentirmi solo lui. Sei impazzito? Io scoparm* Isabella?! Quella donna mi ha ammaliato con la sua bellezza. Non provavo questi.... Sentimenti, da quando ero vivo. Sento di nuovo il sangue scorrere nelle mie vene. Digrigno i denti per poi continuare a fissarlo in maniera minacciosa. L'occhio non coperto dalla benda per un attimo si vela di un nero pece. Continuo sviando il discorso. Anche "lui" ha qualcosa da dire. Controparte svitata? Ti conviene non sottovalutarci... .... Il tutto viene interrotto dall'arrivo di Maddalena. Il gesto di togliermi la sigaretta dalle labbra per poi creare quel malizioso atto di carisma misto a sensualità mi colpisce. E' una donna vorace che può conquistarti con uno schiocco delle sue dita. La sua risposta alla mia domanda è abbastanza esauriente. Spie nella setta? Questa gente pare essere molto informata su chi ha accolto nella propria città. Credo che vogliono ottenere qualcosa in più di un semplice atto di generosità. La donna comincia a parlare con Isabella e tranquillizzandola e senza insistere troppo, la strega, si priva della sua benda. Gli occhi di Isabella mi incantano. Nella loro brillantezza il commento di Miss. Schwarz mi lascia perplesso ma la domanda di Riccardo è piuttosto incalzante. Attendo anche io una risposta aggiungendo del mio al quesito posto da Maddalena. Nelle ultime ore ad Ivrea ho visto solo morte senorita Schwarz. Affianco Isabella ponendo le mie mani sulle sue spalle a mo di "protezione".
  10. Se c è voglia si può continuare per me va bn andare avanti
  11. Cosa dice il resto del popolo?
  12. Bè stiamo perdendo un pezzo la volta un po' tutti senza che neanche avvisino, forse è meglio interromperla qua e ci vediamo di là della campagna di bomba
  13. Come anticipato in privato al narratore io abbandono Quest.
  14. Michele Della Torre Dall'atteggiamento di Farina capisco che ho ragione sull'esistenza di un'eminenza grigia dietro alla Culla, ma il capo di Dite sembra non sapere altro. Chi può essere? Chi è più potente anche di Sprenger?.... Santarosa? No. Non ce lo vedo ad aiutare gli eretici. Oppure quel Pontecorvo... Può darsi. Ma anche il tuo uomo ha ragione. indico Luca. La Chiesa è disposta a sacrificare qualcuno dei suoi soldatini... ma non può ignorare la sorte di un uomo famoso come Sprenger e nemmeno lasciare mezzo Piemonte in mano ad una setta. Perciò dobbiamo aspettarci l'arrivo della "cavalleria pesante"... cioè templari, crociati e magistri dell'inquisizione... per un momento penso al mio di maestro, Fra' Ruina. Se non sapranno della mia presenza qui, con me parleranno. Così sapremo come intendono muoversi e cosa hanno scoperto. Inoltre questo posto è sicuramente ben nascosto...ma come farete a resistere agli attacchi della Culla? L'unico modo per scoprirlo, è trovare l'Antico. rifletto un istante. Isabella forse sa qualcosa... Ma c'è una persona che potrebbe avere delle informazioni. Andrò a parlarci. Guardo di nuovo Umberto. In ogni caso anche Eleonora Ombrosi è qui. Non potevo seminare il panico rivelando la sua identità davanti a tutti... L'ho portata con me perché intendevo usare i suoi poteri per respingere l'assedio di Ivrea... ma è entrata in una specie di coma. E poi una simile arma non deve finire nelle mani della Culla.
  15. Riccardo De Santis In particolare di cosa stiamo parlando?
  16. Io sono presente, in ambito di gioco direi di continuare per la grotta, vedere se riusciamo a preparare un imboscata
  17. @MaxEaster93 @Largo @Darakan @NinjaCow che si fa? Ci siete ancora tutti?
  18. Il nemico si è già riversato sulla vallata e ora lo vedete che si avvicina a voi. Lì all’orizzonte, non ci sono solo orchi e ogre… ma anche essere umani. Non avevate mai visto (o sentito) uomini marciare al fianco degli orchi. Quegli uomini vestono pelli di animali e brandiscono armi rudimentali, molto simili a quelle impugnate dai loro compagni verdastri. Correte verso le grotte ed entrate in una di loro. Avanzate fino a quando non venite immersi nel buio. Accendete una torcia e vi guardate attorno. La galleria prosegue in linea retta e le sue pareti sono levigate. Antichi disegni sono stati incisi sulla pietra. Raffigurano creature umanoidi che lavorano e spostano blocchi di roccia per la costruzione di un castello. Lo stile delle raffigurazioni sono particolari… ogni oggetti è riempito con linee ondulate e spirali. Un ruggito si eleva dalle vostre spalle (il punto in cui siete entrati). Degli orchi sono entrati nel vostro stesso tunnel. @tutti
  19. @Luca – Michele Umberto non risponde ma dalla sua espressione capite che Michele ha indovinato. Il capo della città di Dite non conosce l’identità dell’uomo che muove i fili della Culla, per questo motivo preferisce tace e aspettare che Michele finisce il suo discorso. Umberto Farina ridacchia mentre si sporge in avanti e risponde all’inquisitore: “canali ufficiali” ? Non esistono più i canali ufficiali. Torino è stata distrutta e tu ti trovi nel covo di un branco di eretici… non sei mai stato così lontano ed estraneo ai cosiddetti canali ufficiali. L’uomo commenta anche le notizie sull’Antico: noi di Dite non lo abbiamo mai visto ma sappiamo che la Culla utilizza alcuni “punti” sparsi in tutta la regione per mandare messaggi e per richiamare i cinque della stella di Astaroth. Magari possiamo raggiungere questi punti per mandare un messaggio all’Antico ma potrebbe benissimo essere un bel buco nell’acqua. Umberto alza poi lo sguardo verso Luca. La sua possente mano impatta sulla spalla di Luca in quella che potrebbe essere definita la più rumorosa delle pacche: mi piace il tuo spirito di iniziativa ma… facciamo finta che abbiamo trovato l’Antico: chi ci dice che vuole parlare o allearsi con noi? Chi ci dice che non risulterà minaccioso? E se l’Antico vuole qualcosa da noi in cambio di una sua alleanza? Umberto guarda Luca negli occhi: sto facendo troppe domande, vero? Ufff… sto invecchiando. @Gabriele – Riccardo Maddalena si sporge lentamente verso Gabriele. Alza la mano verso il suo volto per poi sfilare dalle sue labbra la sigaretta ancora accesa. La donna si prende il suo tempo nell’assaporare il sapore del fumo che le riempie i polmoni. Ispira e solo dopo altri secondi, momenti in cui la tensione aumenta, risponde a Gabriele: devi goderti ogni millimetro di questi piccoli miracoli di tabacco. Da oggi in poi le sigarette saranno sempre più rare. Maddalena ripassa la sigaretta a Gabriele. La donna prende altro tempo prima di continuare a parlare: noi di Dite non siamo solo fuggiaschi e briganti. Noi di Dite siamo anche spie. Ci infiliamo nelle città come i vermi che iniziano a parassitare i tronchi degli alberi. Avevamo spie a Vercelli, dove la vostra strega è stata catturata, e avevamo spie a Ivrea. Isabella si sporge in avanti e dice: avevamo? Sono morti, mia cara. Da quello che sta accadendo in superfice mi fa pensare che solo chi si trova in questo buco sia ancora vivo. Si genera di nuovo un grande silenzio e Maddalena ne approfitta per scrutarvi uno alla volta. Isabella però non ha esaurito le sue domande: sei tedesca? Oh si, ma c’è anche del sangue italiano nelle mie vene. La donna insiste sul voler rimuovere le bende da Isabella: so che hai paura… i tuoi occhi sono un biglietto di sola andata per il rogo. Ma posso assicurarti che in questo luogo ci sono cose ben peggiori dei tuoi occhi… ma nessuno ci fa più caso. Coraggio… L’insistenza di Maddalena spinge Isabella a rimuovere le bende. La strega procede lentamente per poi aprire pian piano i suoi occhi. Il suo colore rosso sanguigno sembra risplendere di una luce propria. Sono occhi grandi, espressivi e magnetici. Racchiudono in se una forza misteriosa e primordiale come il peccato eppure quegli occhi si muovono con paura e timore. Maddalena li fissa con orgoglio. Allora… chiede Isabella …come ti sembrano? Eccitante, risponde Maddalena con tono malizioso. La strega è ancora più confusa. La donna di Dite si rivolge verso di voi: sapete cosa sono? Quei due occhi, intendo. Sono gli occhi del cacciatore. E’ incredibile che la Culla delle bestie sia riuscito a dare questi occhi a una vivente. Ma immagino che non è la cosa più strana che avete visto a Ivrea… giusto?
  20. Riccardo De Santis Non mi è mai capitato di dare ragione ad un inquisitore ma in questo caso Michele ha ragione. Sei un rinnegato? Non mi importa ciò nonostante devi tenere la bocca chiusa. In futuro quello che dici, come lo dici, a chi lo dici può mettere in pericolo non solo te ma anche a chi ti sta intorno. Ironia della sorte ultimamente sono io quello che ti sta intorno... Più del dovuto, quindi, la prossima volta pensavi due volte prima di parlare a vanvera. Tutto ciò dovresti saperlo, eri un inquisitore nonché uomo di fede, ed essa come la corruzione, è una malattia della società. Certo, non c è niente di male a credere in qualcuno ed amarlo ma oggi quelli come te la stanno usando come arma. Quindi finché gli uomini del Signore hanno il controllo di questa civiltà non sarai mai libero né di essere chi vuoi né di avere altre credenze né di dire stron.zate. Non credo che questa gente viva sotto terra semplicemente per il gusto di farlo no? Comunque sia, no... Non credo passerai dei guai, dubito che in questo momento la tua posizione interessi a qualcuno. Sai benissimo che mi fido solo di una persona. Sai bene anche che tento a diffidare delle persone che nominano troppo spesso il loro signore però diciamo che tu hai un occhio di riguardo. Per me non sei una minaccia quindi puoi stare tranquillo. Sinceramente credo che tu possa stare tranquillo, sono convinto che Michele non ha mai avuto buone considerazioni nei tuoi confronti. Non ti preoccupare per quello che pensa, non prenderlo troppo sul serio... Basti pensare che fino a qualche ora fa mi ha accusato di essere uno scagnozzi della Culla ed ora mi chiede di badare alle sue streghe perlopiù due obbiettivi della setta. Sappi che le cose non miglioreranno quando scoprirà che vuoi scomparti la sua strega(Isabella) spero di essere presente quando arriverà quel momento. Comunque pensavo fossi un lupo solitario, non credevo ti importasse molto dei pareri delle persone riguardo la tua controparte svitata. Ci si può convivere tranquillamente, sai che odio sentir messa tutto il giorno no? Quindi per ovviare al tuo demone interiore faccio semplicemente finta di ascoltarlo. Non so che dirti, ci è stato chiesto di sorvegliarla e ci è stato impedito di farlo. Sonia è con lei credo saprà gestire la situazione.
  21. Gul'Thak L'inseguimento fortunatamente finisce in fretta e l'uomo crolla a terra: corro a recuperare il giavellotto insanguinato estraendolo dalla testa dell'esploratore e guardo con aria interrogativa gli altri: muoviamoci, dobbiamo trovare un riparo prima che arrivino e fortificare l'ingresso!
  22. Denaos Vediamo di nasconderci in quelle caverne. Dobbiamo organizzarci
  23. Logan Controllo il corpo del tipo per vedere chi è e se ha qualcosa di utile per poi fuggire
  24. Riccardo De Santis Le origini di quel nome e il suo accento cominciano a suscitare in me brutti ricordi. Non ho voglio ne di fare amicizia ne conversazione rispondo alla sua semplice domanda con un freddo ja
  25. Gabriele Allontanati da occhi "indiscreti" ne approfitto per darmi una bella rinfrescata. Il calore provocato dalle venature dell'entroterra permettono di vestirmi in maniera più adeguata all'ambiente. Chiedo ad alcuni inservienti di portarmi dei vestiti adatti alla temperatura interna della città di Dite. Mentre mi cambio ripongo in maniera meticolosa in miei eleganti abiti all'interno del doppio fondo della mia valigetta restando piuttosto deluso delle condizioni in cui si sono ridotti. Mi avvicino alle pietre dove Isabella, Eleonora, Dorotea e Riccardo si stanno riposando. Camicia di lino bianca avorio sbottonata in modo da mostrare il mio ciondolo-cimelio; un crocifisso fatto da due bossoli differenti. Pantaloni di stoffa pesante e semiaderenti al corpo con un cinturone piuttosto vistoso dove riporre la mia Radamanto. Bretelle dove, tramite due ganci tengo issata sulla mia schiena il contenitore della mia doppia corona. Capelli legati dietro da una coda e viso scoperto. Il mio occhio cicatrizzato è coperto da una benda nera a mo di pirata. Ormai distrutto dalla fuga da Ivrea e pensieroso per essere tornato nella città di Dite, mi rivolgo a Riccardo mentre accendo una sigaretta. Dal mio contenitore di latta ne estraggo un paio per offrirla al mio amico. Pensi che mi sono messo nei guai sbandierando il fatto che sono un rinnegato di entrambe le fazioni dove ci troviamo? Il mio tono è fermo ma si percepisce il mio nervosismo. Tra una frase e l'altra aspiro avidamente per buttare fuori dai polmoni una grossa quantità di fumo color grigio topo. Non gli do nemmeno la possibilità di rispondere che mi lascio andare ad una fievole risata. Si insomma, sono un rinnegato. Sia il Santo Impero che la setta di Dite ha la propria corruzione. La giustizia divina è un'altra cosa. Purtroppo l'uomo non la comprende e non prenderà mai il posto di Dio anche se è quello che brama di più dall'inizio dei tempi. Basti pensare a Adamo ed Eva. Nulla è cambiato e ora il mondo sta pagando le conseguenze. Continuo a fumare per poi scuotere il capo allontanando questi pensieri. Potrei star qui a parlare per ore e non voglio creare dibattiti. Spero solo che tu ti fidi di me più dei superstiti di Ivrea e detto fra noi... Mi avvicino al suo orecchio in modo che solo lui possa sentirmi. ...Credo che Michele abbia cambiato idea su di me, ma questo non muterà ciò che sono. Il mio compito divino è giudicare le anime che devono marcire all'inferno oltre che placare la mia fame. Il demone che porto dentro di me avvolte prende il controllo della mia persona. E' proprio per questo che tendo a rimanere da solo ma la mia fedeltà è incommensurabile. L'hai provato tu stesso quando ti ho seguito per cercare di salvare Massimo. Il mio volto si cosparge di un velato senso di fallimento misto a tristezza. Con le mani simulo il segno di croce baciando in fine il crocifisso. Ora ha smesso di soffrire pagando con la sua stessa vita. Che riposi in pace. Mi alzo alzando di nuovo il tono di voce e focalizzando la mia attenzione su Eleonora ancora in stato di coma. Mis amigos. Che facciamo se la bambina dovesse improvvisamente svegliarsi? Aspettando una risposta ecco avvicinarsi una donna vestita di pelle. Sinuosa e sensuale si rivela rassicurando Isabella che all'interno della città di Dite ognuno è libero di essere ciò che vuole. Sfioro con una mano la mia benda e tiro un sospiro di sollievo nel credere che in questo luogo non posso venire additato come una sorte di persona maledetta. Di certo sappiamo benissimo di non essere "vivi" e pare che miss Schwarz abbia larghe vedute su chi si trova davanti. Seneorita. Dico scavalcando le parole di Dorotea. Mi inchino sfiorando le mie labbra sulla sua candida mano. Il mio nome è Gabriele Ramirez. Encantado de haberla conocido. Dite non è nuova ai miei occhi e sia io che i miei compagni siamo felici di essere stati salvati dall'attacco della Culla. Noto la preoccupazione di Isabella. Isabella è preoccupata perchè ha conosciuto solo l'ignoranza della gente al di fuori di questo luogo. Non mi stupisce il fatto che vuole celare la sua identità, ma una domanda mi sorge spontanea. Come sa che è una strega? @DM
  26. Luca Neri incrocio le mani e le metto avanti alla faccia L'antico è stato tradito... interessante, se è potente come si crede penso che sia riuscito a scappare da uno dei suoi, ma penso sia il caso di accertarci della cosa, voglio dire lui saprà tutti i segreti della setta se è ancora vivo e riusciamo a portarlo dalla nostra parte abbiamo una possibilità. Guardo poi Michele quando nomina Sprenger Ah uno dei più grandi "seguaci" della chiesa si trova lì , speriamo sia morto. Se dovesse capitare qualcosa a lui la chiesa sarebbe costretta a reagire con forza contro la culla, perchè sinceramente al momento non mi sembra che stiano facendo sul serio. Allora, Umberto dobbiamo andare a cercare l'Antico o hai in mente altro?
  27.  
×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.