Jump to content

MaxEaster93

Circolo degli Antichi
  • Content Count

    986
  • Joined

  • Last visited

Community Reputation

125 Grifone

About MaxEaster93

  • Rank
    Maestro
  • Birthday 05/10/1993

Profile Information

  • Gender
    Maschio
  • Location
    Altidona

Recent Profile Visitors

2,869 profile views
  1. Raphael Schmidt Grazie al flash di Gaspar riesco a vedere la figura che ha preso Anna. Per colpa del trambusto ho difficoltà a prendere la mira perciò non riesco ad impedire l'attacco del morto. ANNA! punto la pistola verso il non morto deciso a far fuoco. Con la coda dell'occhio intravedo un'altra figura, istintivamente mi volto e vedo l'ombra pronta a sparare. Ma cosa? ad un tratto mi trovo in un'altro luogo, un posto già visto.Il cuore batte forte, il respiro è affannoso, sento le gocce di sudore che mi solcano il viso, c'è puzza di fumo e si sente il caldo dei fuochi .Ho di fronte un soldato americano che prende la mira con l'intento di uccidermi. No-no-no...! istintivamente chiudo gli occhi e sento lo sparo. Vengo risvegliato da un forte dolore al braccio, riapro gli occhi e mi ritrovo ancora dentro il vagone. Non ho tempo di far mente locale, la mano che impugna la pistola preme sulla ferita, vedo Gaspar cadere a terra e i morti ci hanno circondato. Stringo i denti, è il momento di contrattaccare! Punto la pistola verso l'ombra e prendo la mira. ADRIAN! Urlo a mio collega sperando che il suo aiuto cambi le sorti del conflitto. Lilia, prendi Anna e allontanatevi...August, fai lo stesso con Gaspar. Voi altri aprite il fuoco sull'ombra mentre indietreggiamo. Sparo. @dm
  2. Raphael Dannazione! Abbiamo la via bloccata le cose stanno peggiorando dobbiamo fare qualcosa per fermare quell essere... Ma cosa? Non fateli avvicinare! Punto la pistola contro i morti, con sorpresa mi accorgo che qualcuno ha agguantato Anna estraggo lo zippo dalla tasca lo accendo per far luce verso di lei e preparo la pistola per sparare a qualsiasi creatura si tratti (nn la punto).
  3. Raphael Credete che quella cosa appaia solo nei momenti di oscurità? Se avete ragione è il momento di agire. Disarmati non possiamo nulla dobbiamo raggiungere il prossimo vagone e raccogliere le armi delle vittime. Consiglierei anche di controllare il macchinista, la guardia uccisa sul nostro vagone aveva un mp40, io proseguo insieme ad Adrian chi non se la sente raggiunga il primo vagone. Se Lilia non vede la creatura proseguo
  4. Raphael Rimango stupito dalla domanda del dottore. Penso subito a Christine, se dovesse incontrare Kora di sicuro gli farà delle domande pertinenti al caso. Vado a cercarla dico mentre esco dalla stanza. Comincio a cercare Kora per il museo, appena posso passo per il mio ufficio per vedere se Christine si trova lì.
  5. Raphael Schmidt @Dm-Adrian Osservo Christina mentre accendo una sigaretta, mi avvicino al suo tavolo da lavoro afferro la maschera per osservarla più da vicino. ho come l'impressione che qualcuno qui deve raggiungere lo studio dell'avvocato,prendere un libro e continuare i suoi studi.Non aggiungo altro finché Christine non esce dalla stanza, aspetto che si allontani dal garage prima di chiudere la porta. (se Christine esce dal garage) Appoggio la schiena sul furgone e mi rivolgo ai miei colleghi Sappiamo come procedere con il caso e siamo pronti per partire. Viste le condizioni della memoria della signora penso che abbiamo nomi ed indizi per iniziare a seguire una pista. Manca solo il resoconto di August ed il tuo Anna. Cosa hai scoperto? @dm
  6. Raphael Schmidt Annuisco ad Adrian dopo la sua proposta. Rimetto in ordine la borsa della signora Kor e gliela consegno. Mentre mi dirigo nell ufficio di Lann avanzo una richiesta al mio collega Adrian ho sentito che farai un salto in fabbrica, devo chiederti se puoi procurarmi un ficule da tiratore con l apposito mirino e se puoi portarti quello che già ho per tagliare le canne.
  7. Raphael Schmidt Trovo divertente l'ultima affermazione della cliente, penso subito che sia stata una donna con un forte carattere. Ha vagato per diversi giorni pur di trovarci e ha fatto di tutto per portarci degli indizi, rispetto il suo coraggio. Ripongo il taccuino nel taschino emi avvicino a kora Signora Schultz, la morte non priva l'uomo della dignità ,anzi, penso che me ne priverei io approfittando del mio lavoro per vederla senza vesti dico con il sorriso con lo scopo di rallegrare la donna. Però devo chiederle se è disposta a lasciarci la borsa , so che è maleducazione ma può esserci utile per i fini dell'indagine.Abbiamo anche bisogno di esaminare i suoi vestiti, a tal proposito può chiedere a Lilia, lei ha diverse vesti molto eleganti e sono convinto che sarà disposta a prestarveli. Di sicuro sarà difficile per lei essere esaminata come un "cadavere", si faccia coraggio... le auguro buona fortuna. Mi avvicino all'orecchio di Anna sussurro in modo che Kora non mi senta Anna ho bisogno di sapere una cosa se è possibile, parlo dell'angolazione del foro della pallottola, forse potrebbe essere utile per scoprire diverse cose,per esempio l'altezza dell'assassino o la sua posizione. Aspetto che la donna esca dalla stanza per sedermi e poggiare la borsa sopra il tavolo, la preparo per essere esaminata. Mi rivolgo ai miei compagni Abbiamo abbastanza indizi per iniziare l'indagine.Lilia ed Anna estrarranno le pallottole,più tardi Adrian le esaminerà e ci dirà quale arma ha ucciso la nostra cliente e forse a quale tipo di persona può appartenere, gli altri esamineranno i vestiti della signora. Crede di essere divorziata o vedova, la mancanza della fede può anche testimoniare un furto, pensandoci mi sembra strano che abbia avuto i soldi per comprare il biglietto. Non è detto neanche che si tratti di una fede,dopotutto è una donna ricca, poteva trattarsi di un anello costoso ma è strano anche il fatto che un rapinatore debba sparare in testa alla vittima, forse l'ha visto in faccia . Magari si è trattata di un esecuzione: lei fuggiva, lui ha sparato il primo colpo alla schiena poi alla testa per finirla....Scusate se divago tanto ho tanti pensieri per la testa. Comunque sia, il primo passo è comprare dei biglietti per Teplice ed affrettarci ad esaminare casa sua. Di sicuro scopriremo qualcosa in più sulla sua vita, magari qualche indizio ci può suggerire che una persona a lei vicina aveva un risentimento nei suoi confronti.Prima di partire vorrei sapere se è stata denunciata la scomparsa della signora, tredici giorni fuori casa desterà sospetto, dopotutto stiamo parlando di una donna cosi bella e ricca. Dottor Lann voi avete qualche amico a Teplice che può darci questa informazione? o magari tu August, forse qualche tuo collega nel giornale sa qualcosa . Dobbiamo anche decidere se portare Kora con noi, trovarsi nel suo appartamento potrebbe giovare alla sua memoria ma è probabile che sia rischioso. Qualcuno potrebbe riconoscerla, forse l'assassino potrebbe vederla ed agire di conseguenza o qualche suo conoscente si potrebbe insospettire nel vederla in questo stato. Se la donna ha lasciato la borsa inizio ad esaminare il contenuto. @Dm
  8. Raphael Schmidt @descrizione Mi trovo con le spalle al muro e le braccia conserte mentre ascolto la donna,la osservo attentamente studiando ogni suo comportamento.Dopo aver affermato di essere una morta non provo nient'altro che dispiacere,sperando con tutto me stesso che stia testimoniando il falso. Sento che è mio dovere aiutarla una volta concluso il caso. Ora capisco... sta cercando con tutte le sue forze di mantenere atteggiamenti educati,.è terrorizzata , probabilmente si sente sola, non accetterà il fatto che la sua vita non sarà pù la stessa ed il peggio è che vivrà con la consapevolezza di doversi nascondere dalla società tedesca. Fino ad ora non avevo conosciuto nessun altro con le mie stesse condizioni, forse se riesco ad aiutarla riesco a convincermi che ci sarà ancora più speranza anche per me. mi volto verso il dottore Chissà cosa starà pensando, forse lui ha già una soluzione per aiutare questa donna. tiro un sospiro cercando di concentrarmi sul caso del cliente penserò a lei a fine caso ora, devo focalizzarmi su di esso. Chiederò ad Anna se può estrarre le pallottole dal suo corpo, forse possiamo risalire all'arma che è stata usata per ucciderla, cosi potrà chiudere le sue ferite . è importante sapere chi è e dove abita, conoscendo la sua vita forse riusciremo a risalire ad un movente...spero se lo ricordi. Estraggo dalla tasta il mio taccuino con la penna con l'intento di annotarmi la conversazione con la cliente.Penso che potrà servire più a lei nel caso dovesse perdere la memoria da un momento all'altro. Mentre volto i fogli per iniziare a scrivere mi rivolgo ad dottor Lann parlando a bassa voce in modo che lui riesca a sentirmi. Come ho fatto a dimenticarmi di una donna così bella, proprio ora ci ho fatto caso...vidi quella donna in quel momento al parco di dodici giorni fa .
  9. Raphael Schmidt Le avete davanti, noi siamo qui unicamente per aiutarla. La vedo turbata, voglio che sappiate che questo museo è molto confortevole e che qui nessuno vi recherà alcun danno. Il carattere della donna mi fa pensare che qualsiasi cosa gli sia successa è accaduta da poco. Vorrei tentare un approccio,anche se fuori luogo, più diretto per capire sia la gravità del suo trauma e se quella donna ha avuto un educazione proveniente da una famiglia altolocata. Ha bisogno di rilassarsi, troverà il tempo per spiegarci cosa le è accaduto e vi assicuro che risolveremo il vostro problema nel modo che più vi aggrada. porgo il palmo della mano di fronte a lei in modo che possa appoggiare il suo ed accompagnarla nella sala del ricevimento.( se lo fa controllo bene quali sono le sue emozioni e se per lei questo tipo di educazione le è familiare ).Come promesso prima gli faccio preparare una tazza di tè nel caso lo gradisce.
  10. Raphael Schmidt @Flashback Fremo all'idea di un nuovo caso, sono curioso di sapere quale sarà il nostro nuovo lavoro.Raggiungo la donna insieme i miei compagni, noto la sua eleganza ed inizio a sentire leggeri bisbigli nelle orecchie. Ho la forte sensazione di conoscere già quella donna forse di sapere già chi è , sembra che ogni passo si fa sempre più pesante. Appena riesco a raggiungerla lei si volta e per un secondo al posto del suo viso vedo quello di mia madre sentendo la sua voce che chiama il mio nome. Mi prendo un paio di secondi per chiudere gli occhi e concentrarmi per non essere soggiogato dalle emozioni .Una volta ripreso il controllo cerco di comportarmi normalmente sorrido alla donna cercando di essere cordiale .Buongiorno, abbiamo saputo che siete qui come cliente indico con la mano la sala per ricevere i clienti prego, seguiteci da questa parte , potrà accomodarsi davanti una tazza di tè e dirci cosa possiamo fare per voi . Il mio nome è Raphael posso chiedervi il vostro?
  11. Raphael Schmidt Sento il rumore dello sparo, muovo il collo per sgranchirlo un po è già ora di andare. Mi sistemo la giacca, con le dita pettino i miei capelli, prendo la fiaschetta e faccio un'altro sorso. Vedo Adrian uscire dalla stanza, gli batto sul petto la mano che stringe la fiaschetta ancora aperta offrendogli da bere . Sempre a fare il lavoro sporco tu eh? pensavo ci volesse di meno stavo quasi per addormentarmi .dico sorridendo
  12. Raphael Schmidt Ascolto attentamente le parole del Dottor Lann, è come musica per le mie orecchie, sono convinto che si può solo che imparare studiando i suoi modi.Passeggio per la stanza senza fare chiasso, mentre Lann e Webb conversano sono impegnato ad osservare i cimeli nel soggiorno dell ex maggiore curioso di scoprire di che tipo di persona si tratti. Quando Lann si alza mi volto seguendolo con lo sguardo fino a quando non esce dalla stanza. Ora anche per me questa storia si è conclusa, conoscendo i miei compagni so quale sarà il verdetto finale. Trovo quindi inutile fargli ulteriori ramanzine anche se ne sono tentato. Sto per uscire dalla stanza ma Hans mi precede dopo aver poggiato la sua pistola al fianco di Webb. Raggiungo l'uomo, prendo la pistola di Hans dalla parte della canna Vi prego di scusarci dico riferendomi al gesto del mio compagno. Decido quindi di uscire dalla stanza, nel tragitto incrocio lo sguardo di Adrian, nel mio volto si palesa un leggero sorriso come se trovassi qualcosa divertente. Una volta uscito chiudo la porta, lecco l'indice,spengo la sigaretta e la ripongo dentro un fazzoletto di stoffa. Resto sul corridoio con la schiena appoggiata al muro, prendo la fiaschetta nel taschino della giacca e faccio un bel sorso asciugandomi poi le labbra con il polso . Chiudo gli occhi e poggio la testa sulla parete per rilassarmi. Sento le voci dei miei colleghi che parlano, con la porta chiusa non riesco a comprendere le parole ma riesco ad intuire quali discorsi stanno affrontando. Altre persone escono dalla stanza, non mi curo di loro, rimango appoggiato alla parete rilassandomi e aspettando .
×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.