Jump to content

About This Club

Exitus acta probat
  1. What's new in this club
  2. Dana Vervun La mappa conferma il mio sospetto: Prima Discesa è, effettivamente, un avamposto, una cittadina mineraria per la raccolta di magnene. Non sarà semplice trovare il nostro bersaglio senza insospettirlo: ormai si sarà integrato e, probabilmente, i locali non apprezzeranno degli agenti del Trono. Abbiamo una destinazione, signore. Come possiamo assicurarci che i nostri "rivali" non ci seguano? Non possiamo perdere il vantaggio. Chiedo al Mercante Corsaro, aggiungendo E in questo caso potrebbe essere sensato evitare nuovamente un approccio furtivo: sarà difficile non attirare l'att
  3. La mappa della Regione Velata non è completa e probabilmente nemmeno affidabile, ma esiste effettivamente un pianeta di nome Deviana II. Prima Discesa sembrerebbe uno dei tre nuclei predisposti per l'atterraggio di un velivolo, i pochi dati parlando di una città mineraria quasi abbandonata, con qualche giacimento esaurito di magnene, il metallo usato per la creazione delle armi plasma. Ci vivono ancora un paio di migliaia di persone, per lo più reietti e contrabbandieri.
  4. Dana Vervun Annuisco alle parole del segretario: sarebbe stato troppo semplice, in effetti. Avrebbe una mappa della Regione Velata e di Deviana? Chiedo poi a De Plano: sono convinta che la "prima discesa" sia un qualche luogo. Ma perché ripetere la frase due volte? Non può essere un caso!
  5. "Come in numerosi altri luoghi, dopo tutto era un uomo molto potente e molto ricco. Ma non ho memoria di possedimenti nel sistema di Deviana" aggiunge dubbioso. Poi conferma "No, non aveva possedimenti o affari di cui io fossi a conoscenza. Comunque dovreste sapere che tutti i palazzi e gli edifici di proprietà del mio signore sono stati ampiamente esaminati e perquisiti"
  6. Dana Vervun La descrizione dell'uomo è un primo passo verso la soluzione di questo enigma, sebbene la soluzione rimanga ancora molto lontana. Non era in intimità con il suo signore, ma presumo che ne gestisse gli affari. Aveva per caso qualche interesse nella Regione Velata?
  7. "Non ero tanto in intimità con il mio signore" risponde, quasi scioccato, ad Ach'eron. Ma la domanda di Dana risveglia in lui qualche memoria "Alto e ben piantato, non ho mai saputo da dove provenisse, ma credo fosse un pianeta ferale di qualche tipo. Scuro di capelli e abbastanza di carnagione... era ben più giovane del mio signore, ma non dovrebbe avere meno di una sessantina d'anni ora. Aveva uso di dipingersi il volto con l'Aquila Imperiale, ma non era un tatuaggio permanente. Ma per il resto tutto ciò che posso dirvi dipende dall'abbigliamento, spesso appariscente, ma temo che non sia più
  8. Dana Vervun Deviana II è uno dei tre mondi "colonizzati" dall'Imperium nella zona. Un covo di criminalità, perdizione e, probabilmente, eresia. È un luogo a mala pena civilizzato, che si è dimostrato ostile persino ai predicatori del Trono Dorato. Spiego ai miei compagni, chiedendomi quanto abbia sofferto questo uomo nascondendosi tutti questi anni in un luogo del genere. O quanto sia corrotto. Saprebbe descriverci Saligus Klein e alcuni suoi tratti caratteristici? Potrebbero servirci per scovarlo.
  9. Ach'eron de Plano «Il che vuol dire che, ovviamente, è una impresa quasi impossibile. Ma la mia domanda è: avevano un luogo particolare che ricordavano con affetto? Qualcosa di "simbolico" del loro rapporto.» chiedo incuriosito, pensando all'indovinello, se così si può definire.
  10. "Ma io... io non so di che si tratta. Sono parole che sono stato condizionato ad imparare, non le avevo mai sentite prima di oggi! Anche se devo ammettere di conoscere Saligus Klein" aggiunge stupito dalla cosa "Possa il Trono Dorato benedirlo, è stato uno degli uomini più vicini al mio signore, un caro amico e più volte gli ha salvato la vita. Eppure... credo che vi sarà impossibile trovarlo. Se quell'uomo non vuole essere scovato, nessuno può trovarlo. Ah, a quest'ora si sarà completamente mescolato con la popolazione locale" scuote il capo affranto "egli conosce decine di dialetti del basso
  11. BN-774 mi avvicino all'uomo, osservandolo attentamente Signore, potrebbe darci qualche indicazione che ci permetta di risolvere il vostro enigma? chiedo Sarebbe estremamente utile riuscisse a dirci qualcosa di comprensibile.
  12. Il Vagabondo "Non conosco i nomi che ha blaterato... forse nella lingua della mia gente mi direbbero qualcosa", spiego, senza particolare convinzione. "Potreste dargli l'umile impiego di rendere sensate le sue farneticazioni, considerato quant'è desideroso di espiare servilmente", suggerisco poi.
  13. Hyde Maztikazkiene Kredo ke la koza migliore da fare zia andare propria a Deviana due... disse come se fosse la cosa più ovvia del mondo ...E poi zi vede! Non zo ke zignifika kuella roba, ma forze kapiremo kuando zaremo arrivati, vizto ke ora kome ora non kredo ke ci zono troppi indizi. scrollò le spalle per poi cominciare a sfregarsi le mani Piuttozto... Kapo, pozzo prendermi il tizio? Mi manka avere una Kakkola tutta mia... Parola di Mork ke non lo korko! sghignazzò portandosi la mano sul pettorale sinistro, come a promettere solennemente... Peccato che gli Orki non avessero certo un cu
  14. Dana Vervun Per lo meno ammette la sua codardia. Una volta terminato di medicare la ferita tolgo l'armatura e la ripongo con cura, mettendo le mie veste sacerdotali sopra alla mesh. Torno quindi dai miei compagni, per sentire i prossimi ordini e analizzare l'indizio: non voglio pensare ancora a quell'omuncolo. Siete riusciti ad interpretare le parole del nostro "collaboratore"? Mi è sembrato una sorta di enigma, più che delle coordinate. E credo che sia evidente agli occhi di tutti come vada diviso in più parti. Master
  15. Ach’eron de Plano Scanso l’imbelle con uno scatto che mi porta prima uno schiocco, poi un sommesso digrignare di denti per il dolore, mentre sposto anche il mantello pur togliermelo di dosso. <<Si, e digli di prepararsi alla partenza. Non voglio certamente fare un duello spaziale sopra questo pianeta.>>
  16. "Ho sbagliato a darvi ascolto, Sorella. Avrei dovuto rispettare il volere del mio padrone, e invece l'ho tradito per la mia codardia. E mi è anche stata negata la punizione!" disperato l'uomo striscia sulle ginocchia fino a raggiungere Ach'eron "dovete darmi il più umile degli impieghi, il più duro e disumano. Voglio perdermi nell'assoluzione e riguadagnarmi la mia dignità di servo" chiede con voce che gronda disperazione. Nel frattempo il pilota torna all'intercom "Sir, il velivolo della nostra nave gemella si è alzato in volo, ma non procede con l'inseguimento. Si dirige al suo vascell
  17. Il Vagabondo "Bene. Adesso abbiamo, in ordine: un nemico che non si fa alcuno scrupolo a sparare a chiunque, probabilmente al nostro inseguimento; un indizio dietro un enigma; un servo desideroso di uccidersi. Credo sia ora di lasciare questa palla di fango e cercare risposte da un luogo più sicuro", dico, con una nota di fastidio nella voce.
  18. Ach'eron de Plano «La tua via non è tua, dovresti saperlo. E' dell'Imperatore. E servirlo finché possiamo è il nostro compito.» dico secco verso il piagnoso. Se voleva morire, poteva benissimo avvisarci prima ed avrei acconsentito alla sua richiesta. Lamentarsene dopo aver sentito la nostra promessa è degno di un minorato. «Se proprio vuoi espiare, non preoccuparti: una nave spaziale ha decine e decine di compiti sgradevoli da adempiere, tutti per te, se lo vorrai.»
  19. Dana Vervun I nostri sforzi riescono a salvare l'uomo, che non sembra però esserne soddisfatto. Le abbiamo dato la nostra parola: le abbiamo promesso che sarebbe stato al sicuro se fosse venuto con noi. O forse i nostri giuramenti e la nostra integrità hanno meno valore della sua? Chiedo severa al segretario: avrebbe dovuto avvisarci delle sue volontà. O forse sono ancora alterata per il pericolo che ha fatto correre ai bambini? Si metta comodo: il viaggio sarà lungo. Concludo secca prima di ritirarmi per controllare la mia ferita al petto e bendarla: più tardi mi farò estrarre il proiett
  20. L'intervento veloce di Ach'eron e di BN-774 salva la vita all'uomo, e Sorella Dana neutralizza il veleno. L'uomo riprende fiato rumorosamente, ma quando è in condizioni di parlare di nuovo sembra più arrabbiato che sollevato, e prova invano a strappare l'arma di mano da BN "Non dovevate! Mi avete tolto la mia redenzione! Ho tradito il mio signore, merito la sua punizione! Oh Sommo sul Trono Dorato, concedimi di morire qui, ora!" disperato crolla in ginocchio e si mette a piangere.
  21. Hyde Maztikazkiene Allora vedi di uzarli prezto, ke ze mi zkiatti adezzo non mi arriva il gruzzolo... Kuelle della zorellanza mi daranno tanti di kuei denti ke mi zkambieranno per una Luna Kattiva... disse l'orko con fare sognante, con un poco di bavetta alla bocca, perso nei suoi sogni di ricchezza e gingilli divertenti... Tant'è che non fece caso all'uomo che stava morendo avvelenato accanto a lui, non che gli interessasse considerato che avevano ricevuto le informazioni di cui avevano bisogno.
  22. Il Vagabondo Interessante. Una trappola ad innesco programmato. Interessante, odioso e deplorevole. Questo Mercante Corsaro aveva uno sgradevole senso dell'umorismo, a quanto pare. E ciò spiega bene la ritrosia del suo segretario, benché egli fosse, inevitabilmente, la prima tappa della caccia al tesoro in cui mi ritrovo coinvolto. Non c'è nulla che io possa fare per evitargli di soffocare, quindi mi sposto verso i visori esterni e pongo ancora maggiore attenzione: sono convinto che i nostri avversari siano ben lungi dall'essersi arresi.
  23. Dana Vervun Alzo gli occhi al cielo quando vedo il comportamento dell'orlo, scuotendo la testa alla sua offerta. La mia fede mi sostiene. E, in ogni caso, ho degli strumenti decisamente più adatti per rimuovere i proiettili. Dico allo xeno, osservando poi il segretario mentre risponde alle nostre domande. Mi aspettavo che avessero un rapporto di fiducia più stretto. Memorizzo le informazioni che ci vengono date dall'uomo, ma prima che abbia tempo di iniziare ad analizzarle vedo il segretario trovarsi in uno stato sempre peggiore, con la pelle della bocca che inizia a sciogliersi. Tratteng
  24. Ach'eron de Plano «In nomine Deus-Imperator, che darn...» dico, mentre osservo la "punizione" colpire immediatamente l'uomo. Non rimango di sale però, guardando lo skitarii. «...aiutiamolo. Non infrangerò la mia promessa di aiutarlo per quanto possibile...e non intendo aiutare il cadavere.» dico avvicinandomi all'uomo per prepararlo ad una eventuale incisione. @master
  25. BN-774 Lascio che siano Dana e Del piano a condurre l'"interrogatorio" limitandomi a registrare le informazioni che l'uomo ci fornisce. Le ultime parole però sono accompagnate da una strana reazione Attivazione dei protocolli medici mi avvicino all'uomo analizzando velocemente la situazione. Estraggo il kit medico prendendo il bisturi e cercando di liberare le via aeree dell'uomo
  26.  

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.