Jump to content

Bellerofonte

Circolo degli Antichi
  • Posts

    3.7k
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    10

Bellerofonte last won the day on May 8 2021

Bellerofonte had the most liked content!

5 Followers

About Bellerofonte

  • Birthday 08/05/1995

Profile Information

  • Gender
    Maschio
  • Location
    Roma
  • GdR preferiti
    D&D, Mondo di Tenebra
  • Occupazione
    Studente
  • Interessi
    Storia grecoromana
    Sociologia, Filosofia, Teologia
    Java Developement, IA
    Progressive Rock, Stoner, Fusion Jazz

Recent Profile Visitors

5.2k profile views

Bellerofonte's Achievements

  1. Moggo Din Sto mangiucchiando qualcosa, cosa sia di preciso non lo so nemmeno io, troppo vorace per fermarmi ad assaporare. Quando vedo la luce all'orizzonte scatto in piedi, sguardo fisso in quella direzione e mugugno qualche bestemmia. "Io resto qui." ...non si può più nemmeno cenare in pace!
  2. Moggo Din Fischietto molesto per tutto il pomeriggio eppure nulla, nemmeno un balordo ubriaco, o un ragazzino sperduto. Dove sono finiti tutti? Che seccatura. "Tantovale aspettarli per strada." mi rivolgo al resto del gruppo, iniziando a montare le tende in prossimità. Preferisco affrontare venti briganti piuttosto che un solo altro ramoscello animato.
  3. Moggo Din Dò una pacca un po' troppo forte alla spalla di Andr ridacchiando, e annuncio fiero "Allora lo farò io! Non sono bravo a nascodermi, ma posso attirarli allo scoperto." In una delle tasche ho l'anello lasciatomi dalla mia famiglia. In genere non lo indosso, mi dà fastidio e si sporca in fretta. Farò un'eccezione stavolta. Un brigante non riesce a resistere allo scintillio dei metalli preziosi indossati da gente solitaria...
  4. Moggo Din Vorrei proprio vedere Chazia che cava gli occhi a qualcuno sotto forma di corvo... "Se andiamo per la strada non dobbiamo farne fuggire nemmeno uno! Non voglio che avvisino l'accampamento per tempo" - anche se sono delle mezze sèghe, non voglio sottovalutarli. "Mandiamo avanti un'esca come con gli alberelli. Andr, vuoi replicare?" Con noialtri nel sottobosco a circondarli, non dovrebbe essere troppo difficille.
  5. Moggo Din Grugnisco. "Saranno anche morti di fame, ma se davvero volessero potrebbero trovarsi un lavoro onesto come tutti! C'è sempre bisogno di un paio di braccia per arare i campi, da qualche parte." Non provo la pietà che sembra insinuarsi negli altri. Hanno già rubato al villaggio, e lo faranno ancora se non diamo loro una lezione come si deve. Sono pronto a partire.
  6. Moggo Din Tiro un sospiro di sollievo da un lato, dall'altro sono un po' deluso. Sapere che c'è qualcosa sopra di me nella catena alimentare del villaggio mi irrita. "Bel lavoro, Chazia." mi formicolano le mani. "Ora non resta che pensare ai banditi."
  7. Moggo Din Non sono tanto d'accordo con l'idea della compagna: dove andiamo a trovarla un draco femmina? E si sa, tira più un pelo di draco in salita che cento nani in discesa, quindi eviterei di focalizzare la sua attenzione su una promessa che non riusciremo quasi sicuramente a mantenere. Però il mio istinto mi dice che il resto va bene - o quasi. "È grosso ed è solitario. Come un grosso orso con le scaglie." ...o come me, in qualsiasi altra situazione. Cos'è che mi terrebbe a bada in un villaggio, se venissi deportato con la forza? "Credo che una prova di forza lo farebbe fuggire per cercare un territorio tutto suo. La promessa di cibo senza dover cacciare, invece, mi sembra un'ottima offerta." mi accarezzo la barba, come se la stessero facendo a me.
  8. Moggo Din "Credi che combatterlo vicino al villaggio sia una buona idea?" storco il naso. E poi, fossa o recinto che sia serve almeno un pomeriggio per tirarlo su, mentre le erbe a quanto pare non durano più di qualche oretta. La cosa non mi convince.
  9. Moggo Din Così come Chazia, anch'io ho il fiato sospeso e il cuore in gola mentre vedo questa enorme bestia muoversi tra gli alberi. Il mio sguardo si alterna tra essa e il volto di Chazia, quale delle due mi possa dare un segnale su quello che sta effettivamente succedendo. Poi, il successo. Sorrido, stringo l'ascia in mano e- "Aspetta...trasportare? Intendi, vivo?" la mia stupidità è lampante quando c'è da capire i piani a metà. Ma poco importa: se la bestia dovesse dare cenni di risveglio, l'ascia è sempre lì attaccata alla mia cintola. "...che razza di storia da raccontare..." borbotto nanicamente mentre inizio a cercare tronchi e grossi rami per poterli stendere a terra e caricarci il mostro su. Trascinarlo per terra è inutilmente pericoloso e pesante, quando possiamo fargli rotolare sotto dei ceppi. "Ci serve solo coordinarci per prendere quelli che restano dietro e riportarli davanti, mentre uno fa la guardia e apre la strada." commento, illustrando la mia idea. "Oh, e servono corde."
  10. Moggo Din Il suono che rimboba tra gli alberi mi fa prima salire un brivido sulla schiena, poi mi fa stringere i pugni e infine mi stimola la cacca. Cavolo, sarei dovuto andare prima. "Quindi che facciamo? Lo attiriamo in una trappola?"
  11. Moggo Din "Qualsiasi cosa abbiamo fatto prima di arrivare alla montagna, è troppo lontana per raggiungerci" - lo dico ad alta voce per convincere me prima degli altri, a dire il vero - "Se qualcuno ci vuole morti è perché siamo nani." prendo un ramoscello staccato a quelle creature e lo annuso, assaporandone l'odore resinoso. "È qualcuno che sa usare la magia ed evocare questi...demoni. Càzzo!" lo butto via, innervosito e impaurito. "Quindi anche al villaggio il crollo è stato voluto?"
  12. Non avevo visto il TdS, perdonami. È da quando è finita AdVeOr che continuo a pensare che il DL non faccia più per me, per giocare. Ora capisco che non è solo una questione da Master, ma anche da giocatore. La campagna mi piace, se fossimo al tavolo ti direi "continuiamo!" senza esitazione, ma l'infrastruttura mi va stretta da un po'. Detto questo per me ne vale ancora la pena. Akai ha ancora molto da giocare tanto quanto Kepler ha ancora molto da offrire. Se posso esprimere la mia opinione, vorrei più interazione con i PNG, vorrei che succedessero cose attorno a noi mentre camminiamo, e non vedere una serie di nomi con un punto esclamativo sopra la testa (?). Nel capitolo scorso questa cosa non c'era, ma adesso sembra che insieme a noi si sia spento anche il mondo. O forse è solo una mia impressione.
  13. Moggo Din Mi osservo la ferita, imprecando pesantemente la mamma degli alberelli (?) e il presunto buco oscuro dalla quale sono usciti. Rimetto a posto l'ascia, dò un calcio ad una carcassa e mi avvicino ad Andr. Non sembra messo bene, ha preso la maggior parte degli attacchi iniziali "Stenditi un po' qui. Prendiamo una boccata d'aria prima di ripartire" gli indico un posto privo di arbusti, dalla quale rimuovo qualche sasso occasionale. "e grazie per l'incoraggiamento." mi giro verso gli altri: gli strani raggi bluastri di Snorri, il fuoco di Chazia, il ghiaccio di Naugrim - "Siete tutti...forti. A modo vostro." vorrei ringraziare anche loro ma sono troppo sorpreso per esprimerlo. Viaggiatori, contadini, taglialegna; chi avrebbe detto che insieme fossimo capaci di tanto?
  14. Moggo Din Il dolore dovrebbe farmi indietreggiare, ma in realtà mi fa solo incazzàre! Sento il calore stringermi il braccio e grugnisco profondamente a denti stretti, con la saliva che sgorga dai lati della bocca e il petto che batte forte e incessante in preda all'adrenalina. Com'è possibile che una creatura sopravviva anche senza testa? Che razza di demoni abitano queste foreste? "MUORI!" Un'asciata dall'alto verso il basso, possente e definitiva. Non voglio più avere a che fare con loro dopo oggi.
  15. Moggo Din Sento una fitta nel ventre, e quasi alla cieca reagisco al dolore imbrigliando la furia di un colpo in orizzontale, senza nemmeno pensarci due volte. Voglio farli in tanti piccoli pezzettini...!
×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.