Jump to content

Bellerofonte

Circolo degli Antichi
  • Content Count

    1,601
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    5

Everything posted by Bellerofonte

  1. Buon viaggio Ghal! @Pippomaster92 capitano, visto che Razul ha chiesto di allestire il campo nei menhir per questa sera, considero come se gli avessi risposto positivamente oppure hai altre intenzioni per ciò che resta della carovana?
  2. Il Liber Mortis, il Draconomicon, Races of Destiny e Razze di Pietra, pur essendo 3.5 hanno interi capitoli dedicati esclusivamente all'interpretazione (e non a caso sono i miei manuali preferiti). Per gli umani, il trucco è attaccarsi ad un atteggiamento o un modo di parlare, basta una sola caratteristica e poi porre degli standard riguardo alcune cose importanti ad esempio: come si comporta con la magia? Come vede la morte? Come vede l'amicizia? Come vede il denaro? Ed ecco che hai un personaggio bello che pronto.
  3. Se volete la mia opinione, Ghal ha ragione quando dice che entrambe le parti hanno torto e ragione allo stesso tempo. Per farla breve, Randal ha intelligenza 18 e carisma 10: è naturale che pensa più velocemente di quanto riesca ad esprimersi e Fezza riesce a ruolare benissimo questi punteggi così come Pippo e il suo carisma 8 con alta saggezza. Quindi per me nessuno ha fatto metagame, anzi. Credo che Fortunale e Sandrine si stiano chiedendo: perché uccidere un tuo compagno di squadra per cose che ha fatto secoli fa ad un non-morto che per vendetta se l'è presa con gli innocenti? (Il popolo di Samre non ha colpe, visto che sono tutti discendenti della stessa fazione a cui apparteneva Uthen, cioè Yechilay) Per terminare la maledizione? Per cercare salvezza da Vendetta? Per pietà nei confronti di quei non morti? Per me sono giustificazioni tutte abbastanza valide - ma non devono esserlo per Fortunale o Sandrine per i motivi descritti nel post di Pippo qui sopra - eppure la giustificazione che per me ha più senso è: Randal è l'Arconte della Vendetta. Non so quanto fosse voluta la cosa, ma si è comportato davvero come se il suo spirito avesse iniziato a fargli cambiare approccio sulle cose, adempiendo al suo unico obbiettivo che è appunto, uccidere colui che ha fatto un torto a praticamente chiunque nei paraggi. Tralasciando che Randal potrebbe diventare a breve Legale se decide di continuare così - non che importi granché ai fini di gioco - per me ci sta se adesso il cuoco subisce conseguenze, o se gli tocca rimediare dimostrando alla ciurma che è ancora dalla loro parte. Eventually, ditemi quando vi servo on-game, e prendetevi tutto il tempo che volete per concludere la conversazione (sia on che off)
  4. TOUCHE' AVVISO PER TUTTI CHE QUASI DIMENTICAVO Da domani pure io starò fuori porta fino al 29, cercherò di rispondere ma probabilmente riuscirò a scrivere solo qualche riga al giorno!
  5. Non so se è uno spoiler ma ci tengo a precisarlo: la scheda di Tiberius nel diario di bordo è corretta, per niente ingannevole. Lui è un elfo bravo con la magia, punto. Le leggende di Barusha lo possono dipingere come chissà che cosa, e sicuramente ha trovato un modo per allungare a dismisura la sua vita, ma non era affatto "sovrannaturale".
  6. @Pippomaster92 Ragazzi miei, la situazione è un po' triste perché volevo portarvi in un momento difficile moralmente parlando (e mi fa piacere esserci riuscito) ma è una mia impressione o anche voi come giocatori vi state troppo immergendo nelle dinamiche emotive dei PG?
  7. La verità è che siete tutti un po' scossi. Avete perso due compagni in un giorno, solo Kilagas ha fatto peggio. Razul: "Le tenebre saranno presto su di noi, e se è vero che la maledizione non è stata spezzata, questi luoghi non sono più sicuri per i vivi. Consiglio di viaggiare di giorni ed accamparci in un luogo difendibile." già, ma dove? Siete nel bel mezzo del nulla, circondati da un chilometro quadrato di pianura a sua volta circondato da un mese di foresta in tutte le direzioni. Lo sguardo glaciale dell'elfo che fu cade alla sua sinistra, sul circolo di pietre magiche istoriate che fino a poco fa rinchiudevano l'Arconte del Tempo. "Farò io da vedetta stanotte, visto che non ho necessità di dormire."
  8. Ci sarà tempo per altri litigi quando i morti saranno stati seppelliti; Asvig è esausto nel corpo e nella mente, ma si alza ancora una volta da terra e prende della legna dal carretto che vi state portando appresso disponendola a formare una piccola pira sul quale Fortunale e Razul dispongono ordinatamente i cadaveri dei lalibeliani caduti. Il non-morto che vi accompagna è impassibile, criptico nelle sue espressioni ma mai pigro. Esegue alla perfezione gli ordini che gli vengono assegnati e trascorre il tempo rimanente a osservare ciò che lo circonda come un rapace in attesa. Barbara si stringe attorno a Sandrine ascoltando solennemente le sue parole per poi usare ancora la sua magia per appiccare il fuoco alla pira intera; Ventura, ancora non del tutto ripresasi dal trauma resta in piedi accanto a Fortunale singhiozzando di tanto in tanto. I canti della contessa donano riposo alle anime dei defunti e conforto a quelle dei sopravvissuti; Arrigo e Randal invece stanno da una parte a guardare la cerimonia in silenzio. O quasi. @Randal La cerimonia finisce in silenzio, così com'è iniziata. Il fumo e l'odore di carne bruciata persistono un poco nell'aria, finché la brezza serale non li porta via. Già, perché il sole è ormai calato e il crepuscolo annuncia che presto le tenebre vi copriranno completamente. In genere è in momenti come questi che Asvig si fa avanti per dare consigli su come stare sicuri per la notte, ma non stasera. Sta ancora in silenzio a guardare i resti fumanti della pira; è in compenso Razul ad avvicinarsi al suo capitano: "Chiedo il permesso di esprimermi, capitano."
  9. @Per chi decide di leggere la pergamena lanciata da Randal
  10. La nebbia è definitivamente sparita, ma il silenzio resta, interrotto solo dalle voci dei Pionieri impegnati in una discussione di vitale importanza; Barbara, finora rimasta a consolare Asvig dalla sua disperazione assoluta, leva un orecchio alle parole di Sandrine e interviene anche se non interpellata: "Tiberius è morto per mano di Randal? Stiamo scherzando?" si rimette in piedi scotolandosi il vestito di raso dagli orli lerci della sporcizia della foresta, e si avvicina alla sua protetta Sandrine. "Spiegatemi quindi perché il cuoco non è in catene. Non solo ha tentato di avvelenarlo cavandosela con una notte sotto le stelle, ma ora che ha completato l'opera lo lasciamo anche libero di fare ciò che desidera. Allora spiegatemi, se io ora incenerissi il signor Verdini qui presente-" "Uè uagliò ma di che stiam parlando-" "Avrei diritto di restare impunita già come lo è Ridley." Arrigo non sta zitto: "Donna Barbara però mo avit'e vascià a cresta, Randàl ha accis o mago pecché nunn'era chi diceva ed'esser" "E perciò non meritava un processo, mastro Verdini? Perciò non meritavamo di sapere la sua spiegazione? Nemmeno io provavo molta simpatia per i suoi modi, ma vi risulta che abbia mai tentato di farci del male da quando è salito a bordo? Cosa che non possiamo dire del qui presente cuoco..." Ventura smette di singhiozzare e con la voce ancora tremante si inserisce nella conversazione. "Randal avrà avuto le sue ragioni. So che è una testa calda, però...non è cattivo." ma la Syvis, stizzita, continua ad esporsi: "Lui magari no, ma credo che ormai tutti siamo a conoscenza degli strani poteri che aleggiano sull'est, e di come al contrario del capitano Aghendor e della contessa di Zefiro il nostro cuoco non riesce a controllarli. Mi pare che tu sia portatore del vessillo della Vendetta, o mi sbaglio? Non hai pensato nemmeno per un momento di essere stato usato dallo spettro per la sua vendetta personale?" Arrigo fa per intervenire di nuovo ma si blocca, pensieroso. Poi continua: "Magari tenite pur ragione voi, però l'aggia dir, avit pop scassat 'o cazz" Barbara esplode incendiando di magia l'aria attorno a lei: "Come osi, volgare fabbro da quattro soldi...!" Ed ecco che anche il resto della ciurma si spacca a metà.
  11. Nì. Se fosse solo questo le campagne sarebbero tutte uguali, no?
  12. Certo che si può fare, cambiano solo gli obbiettivi. I malvagi possono iniziare un'avventura per vendetta personale contro un nemico comune, per salvarsi la pellaccia (diventando antieroi alla suicide squad) o costretti a fare qualcosa da una maledizione. Ti direi anche "alla ricerca di tesori", ma è una motivazione che personalmente evito perché finisce sempre TPK al primo bottino che incontrano. Ti consiglio motivazioni forti che portino coesione e diano buoni motivi per non uccidersi a vicenda, per il resto è una campagna come tante.
  13. "Acuta osservazione, Pioniere Ridley." controbatte alla prima frase, ma vi resta quasi il dubbio se sia reale sarcasmo oppure no. "Ero un non-morto della foresta fin quando ho conosciuto il monaco Ardager di Selam, che da quel che ho sentito è una nostra comune conoscenza. Egli mi ha liberato dalla maledizione dandomi la libertà. Purtroppo non ricordo molto dei secoli trascorsi negli alberi, e ancora meno della mia vita precedente. So che quello era un nobile guerriero di nome Vargan, molto tempo fa. Presumo fosse un luogotenente delle legioni di Uthen, ma non ricordo nulla di più. Se il Temibile Lupo fosse ancora in vita, avrei potuto chiedere risposte..." ma non c'è più, quindi mettiamoci l'anima in pace. "Ero già stato assunto quando vi ho incontrati, e siete stati i primi shem'len che abbia mai incontrato. Non era difficile arrivare alla conclusione che foste membri della Speranza, perciò ho fatto solo ciò per il quale ero stato pagato: proteggervi nella foresta. Nulla di più, nulla di meno."
  14. Il non-morto guarda Randal leggermente dall'alto in basso e non parlo metaforicamente: quello che una volta fu l'elfo di nome Razul Matarov supera di dieci centimetri abbondanti la statura del cuoco della Speranza. "Il Pioniere Ridley con l'inseparabile mastro Verdini a guardargli le spalle." i suoi occhi vitrei si spostano dietro di te, dove effettivamente Arrigo lo sta fissando impaurito. "Mi duole non aver avuto il tempo di presentarmi nella foresta, inseguivo un Crocevia che si sarebbe chiuso a momenti. Sono stato assunto nell'equipaggio di questa spedizione, perciò è cortesia che io chiami i miei superiori con il proprio titolo. Sono solo un mercenario, contattato da lady Syvis mentre ero a Debark e pagato lautamente per assistervi nella foresta...e oltre. Ciò che so è che avete sfidato un potere millenaro e lo avete sconfitto. Ma credo che i non-morti che infestano la foresta siano ancora presenti, per qualche ragione." e nel dirlo si guarda attorno. Siete lontani dagli alberi che sanciscono l'entrata nella foresta, ma il non-morto sembra percepire chiaramente l'avvento dei suoi simili.
  15. Razul controbatte: "Presumete che io sappia dove avete ancorato la vostra nave, capitano." ma Ventura ha già preso carte e goniometro e in brevissimo tempo capisce la posizione attuale; quindi risponde: "Da qui sono circa 25 giorni per arrivare a Samre. Poi altri 5 per raggiungere Sekota, dove ci aspetta la Speranza." e chiude la mappa. Il cibo era stato pensato per durare meno della metà dei giorni di viaggio previsti, ma il lato positivo del fatto che ora siete la metà di quanti eravate partiti è che il cibo in compenso è raddoppiato.
  16. Ventura ricambia l'abbraccio di Fortunale, e con il volto rigato dalle lacrime cerca di ridarsi un contegno così come le ha insegnato Sandrine; Asvig, Barbara e Arrigo si radunano sul corpo del defunto vostro compagno, mentre proprio lady Syvis chiede a tutti: "Tiberius. Già, dov'è quando serve?" @Sandrine
  17. Ahahahahahah! Ma guarda che avevate lasciato la ciurma sulla Speranza, loro sono vivi! Se è per quello avete ancora Nero in stato vegetativo.
×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.