Jump to content

Benvenuto in Dragons’ Lair

La più grande e attiva community italiana sui giochi di ruolo.
Accedi o registrati per avere accesso a tutte le funzionalità del sito.
Sarai così in grado di discutere con gli altri utenti della community.
By Lucane

L'Arte della Legenda: Parte 4 - La Lista degli Avversari

Volete aggiungere spessore e profondità ai vostri scenari senza per questo complicarvi la vita a tener traccia degli spostamenti di ogni singolo mostro o nemico? The Alexandrian ci offre uno strumento formidabile per la gestione in tempo reale di scenari complessi e di moltitudini di avversari. 

Read more...

Anteprime di Fizban's Treasury of Dragons #2

Andiamo a scoprire delle novità legate a classi, razze e mostri che saranno presenti nella Fizban's Treasury of Dragons.

Read more...

La Free League ha annunciato il GdR ufficiale di Blade Runner

Andiamo ad immergerci nell'iconico universo di Blade Runner con questo nuovo prodotto della Free League in arrivo l'anno prossimo.

Read more...

Domains of Delight

La Wizards of the Coast ha pubblicato sulla DMs Guild un supplemento sulla Selva Fatata!

Read more...

Avventure a Rokugan

L'EDGE Studio ci porterà di nuovo a Rokugan, l'ambientazione de La Leggenda dei Cinque Anelli, con le regole di D&D 5E.

Read more...

Campagne parallele


Eigherreight
 Share

Recommended Posts

Ho avuto un'idea eccezionale, non so se qualcuno l'ha mai fatto prima d'ora, ma non ho trovato niente di simile su Internet, e volevo una vostra opinione. Voglio condurre due campagne in parallelo con due gruppi di giocatori diversi, ambientata però nella stessa regione. Le due campagne si influenzano a vicenda, e quindi se un gruppo, ad esempio, incendia un bosco, l'altro gruppo passandoci in seguito lo troverà bruciato. Lo scopo dei due gruppi è quello di cercare reliquie e tesori che risalgono all'antichità, per scoprire la storia del mondo e antiche leggende andate perdute. Alla fine i gruppi si incontreranno, un sabato sera, e si racconteranno le loro storie e i trascorsi vissuti, le difficoltà incontrate, i tesori trovati eccetera eccetera... Non è magnifico? :D

Link to comment
Share on other sites


Magnifico, si.

Attuabile? Probabilmente no. 

Detesto spegnere l'entusiasmo di un master o un giocatore, ma una cosa del genere è molto complicata. Inoltre richiede sessione della durata esatta e molto guidate. Che succede se uno dei due gruppi decide di agire in un modo non previsto? Specialmente se così facendo capita nella zona di influenza dell'altro party...

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

Concordo totalmente con Pippomaster92. L'idea è frullata in testa più di una volta anche a me, ma è davvero di una difficoltà mostruosa da realizzare. Richiede una pianificazione totale di ogni minimo dettaglio di ogni cosa e una capacità di improvvisazione mostruosa da parte del master. Non escludere poi che i due gruppi quando si incontreranno, non si piaceranno e si combatteranno. Può davvero succedere di tutto.

 

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

Non ho assolutamente esperienza in queste cose, però puoi valutare di cominciare e in corso d'opera, se qualcosa va storto, uno dei due gruppi potrebbe ritrovarsi senza saperlo in un universo parallelo. Separi così i due gruppi i quali non potranno più influenzarsi a vicenda. Uno dei due gruppi potrebbe finire in un universo uguale tranne per alcune differenze leggere (il fabbro non si chiama Mario, si chiama Ugo). Il gruppo che passa in un'altro universo viene sostituito nel primo universo dalla propria controfigura, ovvero png che in precedenza si trovavano nell'universo dove ora il gruppo è  andato a stare. Esempio : il ranger giocatore cambia universo (passa dall'universo A all'universo B )   e viene sostituito da un ranger uguale (il quale passa dall'universo B all'universo A contemporaneamente al vero ranger guidato dal giocatore). Ognuno dei due ranger potrebbe non rendersi mai conto di essere passato in un universo parallelo, ma se il ranger giocatore se ne accorgesse, potrebbe essere l'inizio di una nuova avventura per tornare nel suo universo. Un'avventura ai confini della realtà.

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

A me è capitato di arbitrare, nell'ambito della stessa campagna, una dozzina buona di giocatori diversi: sostanzialmente non esisteva un "gruppo" in quanto tale, ma ciascun personaggio agiva in prima battutta per i suoi scopi personali e gli scontri Player-vs.-Player erano abbastanza comuni.

I gioocatori non erano mai tutti contemporaneamente al tavolo (salvo rarissime eccezioni) ma i "protagonisti" di ogni singola sessione cambiavano a seconda dello sviluppo degli eventi in gioco.

Inoltre, c'erano almeno altri due GM, con cui mi confrontavo e insieme ai quali a volte mi alternavo nell'arbitraggio; talvolta, ci dividevamo i giocatori e ricordo ancora con piacere una sessione in un cui due gruppi separati di personaggi esploravano lo stesso dungeon, giocando conteporaneamente su due tavoli separati nella stessa sala.

Devo dire però che all'epoca giocavo davvero tantissimo, facendo più sessioni nell'arco della stessa settimana (e alcune volte è anche capitato che ne abbia arbitrata più di una nello stesso giorno).

A quanto ricordo, la difficoltà principale era quella di mantenere una consistenza temporale, per il resto io gestivo tutto affidandomi all'improvvisazione anche perché la campagna era per forza di cose essenzialmente di tipo "sandbox".

Link to comment
Share on other sites

14 ore fa, Thorgar ha scritto:

Concordo totalmente con Pippomaster92. L'idea è frullata in testa più di una volta anche a me, ma è davvero di una difficoltà mostruosa da realizzare. Richiede una pianificazione totale di ogni minimo dettaglio di ogni cosa e una capacità di improvvisazione mostruosa da parte del master. Non escludere poi che i due gruppi quando si incontreranno, non si piaceranno e si combatteranno. Può davvero succedere di tutto.

 

Senti sì, ma ho pianificato non quello che accadrà, ma le possibili cose che potrebbero accadere. Ti spiego: ho preparato una tabella in cui ci sono eventi random che potrebbero capitare, e ogni giorno ne capiterebbe una random. Idem per gli oggetti e tesori, tempo atmosferico e scontri. Percui la pianificazione di ogni minimo dettaglio è inutile. In più ho scaricato tutte le mappe di tutte le città da internet, e di tutti i dungeon, che ho semplicemente numerato. Quando i pg entrano nel dungeon o nella città, mi basta cercare la mappa e spiaccicargliela davanti. Quello che potrebbe succedere è assolutamente randomico, ecco perché non dovrebbe essere un problema

Link to comment
Share on other sites

3 minuti fa, Eigherreight ha scritto:

Senti sì, ma ho pianificato non quello che accadrà, ma le possibili cose che potrebbero accadere. Ti spiego: ho preparato una tabella in cui ci sono eventi random che potrebbero capitare, e ogni giorno ne capiterebbe una random. Idem per gli oggetti e tesori, tempo atmosferico e scontri. Percui la pianificazione di ogni minimo dettaglio è inutile. In più ho scaricato tutte le mappe di tutte le città da internet, e di tutti i dungeon, che ho semplicemente numerato. Quando i pg entrano nel dungeon o nella città, mi basta cercare la mappa e spiaccicargliela davanti. Quello che potrebbe succedere è assolutamente randomico, ecco perché non dovrebbe essere un problema

Si si ma io non volevo farti desistere. E' che proprio perché random è imprevedibile. Ma la cosa peggiore è l'imprevedibilità dei giocatori. Comunque se credi di farcela tenta pure. Tentare non nuoce!! :) Poi certo se li rinchiudi in dei dungeon, diventa molto più semplice.. Ma sappi che più le due trame si mischieranno tra di loro, più sarà un problema.. Se invece la concepisci per tenerli sempre separati e solo alla fine potranno incontrarsi, allora è un altro discorso.. Perché diventa come giocare due campagne separate, che hanno in comune solo il finale e tutto è dannatamente più semplice..

Link to comment
Share on other sites

Dal tuo ultimo post sembra semplicemente che tu voglia arbitrare due gruppi distinti e separati e "affidare" ogni sessione alla determinazione casuale di certi elemeni (come scontri, tesori, eventi, ecc. ecc.). A dirti la verità, però, non capisco cosa ci sia di particolare in tutto ciò. Cioè, i due gruppi condivideranno semplicemente la stessa ambientazione, ma di fatto giocheranno separati fino a incontrarsi finalmente "un sabato sera".

Senza offesa, ma l'utilizzo di tabelle randomiche non è di certo innovativa, tutt'altro.

Link to comment
Share on other sites

9 ore fa, Thorgar ha scritto:

Si si ma io non volevo farti desistere. E' che proprio perché random è imprevedibile. Ma la cosa peggiore è l'imprevedibilità dei giocatori. Comunque se credi di farcela tenta pure. Tentare non nuoce!! :) Poi certo se li rinchiudi in dei dungeon, diventa molto più semplice.. Ma sappi che più le due trame si mischieranno tra di loro, più sarà un problema.. Se invece la concepisci per tenerli sempre separati e solo alla fine potranno incontrarsi, allora è un altro discorso.. Perché diventa come giocare due campagne separate, che hanno in comune solo il finale e tutto è dannatamente più semplice..

Sì penso che farò una cosa cosi...

9 ore fa, Checco ha scritto:

Dal tuo ultimo post sembra semplicemente che tu voglia arbitrare due gruppi distinti e separati e "affidare" ogni sessione alla determinazione casuale di certi elemeni (come scontri, tesori, eventi, ecc. ecc.). A dirti la verità, però, non capisco cosa ci sia di particolare in tutto ciò. Cioè, i due gruppi condivideranno semplicemente la stessa ambientazione, ma di fatto giocheranno separati fino a incontrarsi finalmente "un sabato sera".

Senza offesa, ma l'utilizzo di tabelle randomiche non è di certo innovativa, tutt'altro.

No infatti, non è l'uso Delle tabelle randomiche la novità ahahah.

Sarebbe stata la possibilità di influenzare due campagne, anche se effettivamente non è proprio una cosa semplicissima, e penso che alla fine guiderò solo un party.

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

Il 18/2/2018 alle 23:35, Eigherreight ha scritto:

Ho avuto un'idea eccezionale, non so se qualcuno l'ha mai fatto prima d'ora, ma non ho trovato niente di simile su Internet, e volevo una vostra opinione. Voglio condurre due campagne in parallelo con due gruppi di giocatori diversi, ambientata però nella stessa regione. Le due campagne si influenzano a vicenda, e quindi se un gruppo, ad esempio, incendia un bosco, l'altro gruppo passandoci in seguito lo troverà bruciato. Lo scopo dei due gruppi è quello di cercare reliquie e tesori che risalgono all'antichità, per scoprire la storia del mondo e antiche leggende andate perdute. Alla fine i gruppi si incontreranno, un sabato sera, e si racconteranno le loro storie e i trascorsi vissuti, le difficoltà incontrate, i tesori trovati eccetera eccetera... Non è magnifico? :D

Ci avevamo provato, ma non siamo risuciti ad adare oltre le riunioni organizzative perchè non c'era mai modo di mettere d'accordo come orari e tempistiche tutte le persone coinvolte.

Se hai dei compagni di gioco con molto tempo libero e una discreta flessibilità nel calendario è qualcosa di molto divertente,  è concettualmente simile ad alcune campagne via web che vengono fatte per mondo di tenebra dove uno staff di narratori permette a più persone di giocare nella stessa cronaca. Da questo punto di vista inizia ad intavolare la discussione sulla possibilità di fare almeno una sessione via mail/forum/skype/piccioni viaggiatori perchè se salta la sessione ad un gruppo di fatto salta anche al secondo e quindi è bene avere una strategia di riserva se non ci si riesce a vedere. La nostra campagna era saltata proprio perchè la maggior parte dei giocatori non se la sentiva di giocare in formato elettronico e quindi non se ne è fatto nulla.

Link to comment
Share on other sites

13 minuti fa, Ermenegildo2 ha scritto:

Se hai dei compagni di gioco con molto tempo libero e una discreta flessibilità nel calendario è qualcosa di molto divertente

Sono d'accordo: infatti, come ho scritto precedentemente, quando ho giocato una cosa del genere io e gli altri partecipanti avevamo davvero tantissimo tempo libero e questo è un aspetto assolutamente non trascurabile.

All'epoca, non sapevamo nemmeno cosa fosse internet: non so, magari oggi con gli strumenti digitali che ci sono a disposizione, il tutto potrebbe essere obbiettivamente più semplice da mettere in piedi (ovviamente, se dovesse essereci una mancanza di disponibilità verso il "formato elettronico", saremmo al punto di partenza).

Link to comment
Share on other sites

  • 2 weeks later...

Lo ho fatto con una campagna al tavolo insieme a una by forum. Non è troppo complesso; l’unica cosa complessa è gestire il passaggio del tempo in modo che non si credino paradossi, altrimenti bisogna forzare gli eventi per risolvere l’incongruenza e questo rovinerebbe il senso stesso delle due avventure parallele.

Usare delle ellissi temporali aiuta molto.

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

Ma vaaa! È un bordello olandese zio.

Cioè un gruppo brucia un bosco poi l'altro si deve trovare pari pari col tempo che lo vede bruciato, senza incontrarsi... impossibile a meno di railroad come se fosse il tuo ultimo giorno sulla terra.

Sai che sarebbe più facile? 

Farci fare due "pacchetti" spazialmente separati di uno stesso obiettivo.

Cazzoneso: C'è Salvini che ha attaccato la Terronia: il primo gruppo deve difendere la Puglia, il secondo la Sicilia. Questo per non fare incontrare i gruppi. I personaggi si interfacciano con gli stessi "grandi generali" di Roma, e con gli stessi scagnozzi di Salvini (Borghezio, etc) e sentono accadere gli stessi avvenimenti su scala nazionale. Magari possono incontrarsi (li ruoli tu però) casualmente mezza volta alla festa di San Gennaro a Napoli, quel tanto per aumentare la figosità quando si incontreranno, ma senza rischiare troppo stando nello stesso ambiente.

Magari parla di cosa fa l'altro gruppo di avventurieri ai gruppi, senza che questi possano conoscerli.

A un certo punto magari dì a uno che sta in Puglia che deve fare una missione segreta in Sicilia (o viceversa): e taaac! Tattico, lo inviti a sessione. 

Poi nel combattimento finale fai merging!

Sarebbe più fattibile! 

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

  • Similar Content

    • By DahliaSunglare
      Ciao a tutti! ^^
      Sto scrivendo la mia prima mini-quest e sono bloccata perché non riesco ad avere idee su alcune prove di abilità che vorrei inserire.
      I PG devono superare delle prove differenti in quattro stanze, ognuna delle quali è dedicata ai 4 elementi.
      Per il fuoco e l'acqua (che sono le ultime due) ho deciso di utilizzare dei mostri, quindi non ho problemi.
      Per la terra e l'aria, invece, volevo fare affrontare delle prove di abilità (magari proprio legate ai due elementi).
      Vorrei evitare gli indovinelli perché li ho già messi all'inizio della quest.
      Avete suggerimenti?
      Grazie!
      Dahlia
    • By bobon123
      Allora, ho questa idea/espediente bizzarro che mi sta rimbalzando in testa da una mezza giornata, non mi piace per tanti motivi - non ultimo va contro tanti criteri che usualmente considero inamovibili - ma nel caso specifico vi trovo un perché. Quindi ve la propongo.
      Una campagna che sto ideando, inizierà con i personaggi reclute dell'esercito, in un mondo particolare di cui gli elementi base avranno molta rilevanza nell'avventura stessa. Le prime tre sessioni sono pensate per avere, tra le varie cose, allenamento e esami finali per diventare soldati effettivi (e insegnare in modo soft il sistema). Le prove non necessitano di essere superate, ma i PG avranno la possibilità di ottenere alcuni premi a seconda delle loro prestazioni individuali complessive alla fine delle prove. Tra le varie prove più dinamiche, volevo mettere una prova di int/sag per dare visibilità e bilanciare i voti anche ai personaggi con propensioni diverse dall'atletica.
      Ora, io odio gli indovinelli, perché è praticamente impossibile calibrarli perché siano interessanti: o i giocatori capiscono al volo la risposta, e risulta banale e non divertente, o non la capiscono, ed è solo frustrante, la sessione perde ritmo mentre i giocatori si arrovellano inutilmente fin quando il DM dà un indizio per uscire da questa agonia. Ma in questo caso, essendo qualcosa di completamente facoltativo, la trovo una soluzione ragionevole. Stavo però pensando ad un espediente aggiuntivo: undici domande a risposta multipla, cinque minuti di tempo, e tra queste alcune delle domande sono sul mondo di gioco che ho presentato.
      Ora, di base interrogare i giocatori sul mondo lo trovo un'espediente scarsissimo per attirarli verso l'ambientazione. Ma in questo caso non mi sembra così malvagio: è molto organico, e soprattutto i giocatori che sono interessati hanno un piccolo vantaggio, ma se non sono interessati non succede niente. Nel peggiore dei casi dopo cinque minuti la sessione va avanti comunque e il dente è tolto, non si rimane bloccati sull'indovinello inutilmente.
      Meccanicamente, per rendere il tutto più ludico e meno scolastico, vi sarebbero tre regole aggiuntive.
      I personaggi possono fare un test di knowledge prima del test per sapere la risposta ad un certo numero di domande a caso. Il master metterà direttamente una X sulle domande eliminate, e saranno considerate corrette. I giocatori possono decidere di lasciare all'intuizione del personaggio su una domanda di cui non sanno la risposta, segnando una R sul foglio oltre ad un certo numero di risposte (per esempio AC). Se lo fanno, tirano su saggezza e in caso di successo la risposta è corretta se era tra le risposte segnate. Il tiro è più difficile tante più risposte si sono lasciate. I giocatori possono decidere di provare a copiare su una domanda, segnando il nome del bersaglio da cui copiano sul foglio oltre alla risposta. Tirano su rapidità di mano vs la percezione del sergente, se passa prendono la stessa risposta del bersaglio, altrimenti tengono la loro. Il tiro è più difficile tante più volte viene provato. Alla fine, viene assegnato il punteggio come somma delle risposte corrette, e il punteggio andrà a influenzare il voto finale (a cui i personaggi dovrebbero tenere, ma se non passassero non succederebbe niente).
      Non mi sembra noioso, e avrebbe il vantaggio di far ripassare ai giocatori gli elementi base del mondo. Che ne dite? Sembra comunque forzato? Suggerimenti su tipologie di domande?
    • By Percio
      Vorrei realizzare un dungeon con delle porte che richiedano ai PG una prova di forza per essere aperte ma che si aprano facilmente per mostri umanoidi e che permettano anche ad altre creature (Ragni giganti ecc) di passare. Qualcuno ha delle idee?
      Nell'ultimo megadungeon avevo "risolto" il problema con delle porte scorrevoli molto pesanti che si aprivano da sole all'avvicinarsi dei mostri non umanoidi (i giocatori dopo un po' avevano anche capito la cosa ed erano stati in grado di sfruttarla a proprio vantaggio), ma non vorrei ripetermi troppo.
      Grazie a tutti
    • By Arcanomistero21
      After the End è la mia idea per un GDR basato su un gruppo di esploratori che devono distruggere la fonte di energia negativa di un isola sperduta in mezzo al cielo ( se volete vedere cose simili guardate il blog di @Lyt) e poi fuggire prima che l'isola esploda in modo da tornare a casa. Questa discussione la creo per ricevere consigli su quest e altro
    • By Asmodee
      Salve volevo chiedere aLa community  delle piccole idee per delle avventure di inizio per giocatori di 1 e 2 LV
      Grazie 
      Asmodee
×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.