Vai al contenuto

Lord Karsus

Circolo degli Antichi
  • Conteggio contenuto

    759
  • Registrato

  • Ultima attività

  • Giorni vinti

    1

Lord Karsus ha vinto il 21 Dicembre 2017

I contenuti di Lord Karsus hanno ricevuto più mi piace di tutti!

2 ti seguono

Informazioni su Lord Karsus

Informazioni Profilo

  • Sesso
    Maschio
  • Località
    Milano
  • Occupazione
    Fuoricorso. Ancora per poco.
  • Interessi
    Buffet, Piero Scaruffi, Keynes, Gygax, Stravinsky, Berlusconi, Feynman, Don Van Vliet, Rudolph Sosna, Nico, Jeff Said, Cruijff, Guardiola, Alan Williams, Tolkien, Monte Cook, Pindaro, Anthony Robbins, Emil Cioran, Dostoevsky, Ralph Emerson, Scott Fitzgerald, Baudelaire, Hiedaki Anno, Robert Greene, Alan Moore, Erik von Markovic, Neil Strauss, George RR Martin, Alberto Moravia, Sandor Marai, Orson Welles, Mark Twain, Maureen Tucker, Marco Travaglio, Lou Reed, Bhudda, Bach.
  • Biografia
    Nato, morto e risorto tre volte.

Visitatori recenti del profilo

2.141 visualizzazioni del profilo
  1. Lord Karsus

    Meccaniche Appena iniziato a giocare a Magic, cerco informazioni

    Sorry per la lentezza a risp, sono in un periodo di fuoco No no ragazzi ma certo che intendevo specie in fase di costruzione!! @Brillacciaio d'accordo che il meta è praticamente impossibile da non lasciare all'intuito, ma non credo che non esistano non dico delle formule, ma quantomeno dei benchmark, per i peschini. Immagino che per le carte strambe le combinazioni sono complicatissime, ma formulette es. per i peschini e i ramp "continuativi" (es. 3u: pesca due carte; oppure g: 1/1 TAP per g). Ripeto immagino poi per carte particolari sarebbe un lavoro che sul mercato andrebbe remunerato qualche migliaia di euro (programmazione etc.) fatto da gente con le palle. Però ho immediatamente googlato Frank Karsten, il pro che diceva @Hinor Moonsong, e letto un articolo in cui tramite una simulazione trovava la curva di mana che massimizzava il mana speso al turno tre, quattro, etc. Su Duels ho immediatamente usato quella del tre (0->0; 1->17; 2->13; 3->5; 25 terre). Sto usando un mazzo winiee e aura, quello che consigliano all'inizio con Nimbus Wing (1w creatura prende +1/+2 e flying) ed Eliod Pilgrim (2w 1/2 cerca grimorio aura e mettila in mano). Prima girava ma adesso ho fatto 5 vittorie di fila, 1 sconfitta e altre 6 di fila contro i giocatori (appena applicata la curva sono passato da posizione 6 a 17 in un'ora di gioco) e anziché il 50% contro la AI vinco il 90% delle volte entro il turno 6. (So che maxare il mana speso è un discorso un po' dumb senza considerare le carte, però in un mazzo aggro e soprattutto con meccaniche base il discorso è davvero utile) Ok per il discorso su Aggro, Mid e Control, sinceramente Tempo non ho capito manco io che significa, secondo me è una ideologia fasulla Carnage Tyrant, ok grazie per avermi indicato la prima carta costosa che comprerò XD @Hinor Moonsong grazie! p.s. ma voi la curva del mana la fate "ad occhio" o seguite dei benchmark?
  2. Lord Karsus

    Meccaniche Appena iniziato a giocare a Magic, cerco informazioni

    @Brillacciaio grazie! Non scrivere così tanto e in maniera così dettagliata la prox volta sennò mi sentirò in dovere morale di retribuirti! XD grazie! Allora: 1) Va bene per l'attenzione. Giocare a Magic Duels come prima esp. è un po' come iniziare a guidare col cambio automatico. Di solito sono una persona disattenta e disordinata in maniera ridicola, ci presterò occhio. 2) Sapevo cosa significasse meta, secondo me non è difficilissimo migliorarsi nel meta ossia sapere cosa può avere l'avversario. Come batterlo conoscendo quello che può avere immagino serva esperienza. 3) Ok sulla pianificazione, chiaro. Grazie sulla questione del controllare i turni mancanti alla fine della partita, non ci avrei pensato. 4) Qui le cose si fanno un pochettino più complesse. Non mi è ancora chiaro, ed è la cosa che mi preme più capire al momento, quanto sia una questione di competenze quantitative e quanto di "intuito" (mi interessa anche perché è un pochino il pallino del mio cervello da qualche anno, dato che studio finanza e mi preme definire bene i limiti e quantificare l'utilità dei modelli quantitativi rispetto all'intuito, un argomento praticamente irrisolvibile ma che comunque merita di essere quantomeno approfondito... sostanzialmente sto applicando lo stesso filtro cognitivo a Magic). So benissimo che i modelli quantitativi non servano nella realtà, e questa dovrebbe essere la conclusione del discorso. Il problema è il mezzo, del discorso: posto che la matematica è utile "fino a un certo punto"... qual è questo punto? Io mi sono servito di un programmino che ti calcolava l'ipergeometrica, e mi sono trovato bene, il mazzo fluiva un pochino meglio, si erano chiarificati i benchmark (nello specifico, avevo un mazzo da 90 carte e volevo sapere la probabilità che mi capitasse una creatura cicciona nelle prime 7 più le 2 e che pescavo nei due turni successivi al primo: con 13 ciccioni, la probabilità che pescando 7+2=9 carte ne usciva uno era del 79%, una ottima probabilità). Ps. con questo non voglio difendere gli strumenti quantitativi, tutt'altro: io sono uno abbastanza sull'intuito, sulla psicologia e sulla creatività (con tutti i lati negativi che ne conseguono), quindi ho "paura" di tralasciare il lato quantitativo/mnemonico/left brain etc. Ripeto voglio capire almeno un poco di più qual è il rapporto tra gli strumenti quantitativi e le altre skill di un giocatore. Poi: 1) Ok grazie 2 e 3) (lasciamo stare che adesso faccio un po' Timmy perché sono all'inizio). Qui potrei avere delle resistenze psicologiche dovute al carattere. Di solito (anzi, sempre) ho una forte repulsione per cose già fatte da altri (es. nei gdr masterare in un' ambientazione prefatta è la terzultima cosa che farei al mondo, appena prima di staccarmi le gonadi con una trinciapollo e infilarmi un chiodo nell'ano). Immagino che questo sia vero per un po' tutti, che da fastidio giocare con mazzi fatti da altri (alla fine chi gioca a Magic è mediamente più intelligente della media, quindi immagino viga un certo individualismo, la tendenza di conservare un certo "onore intellettuale"...). Ripeto, so che i mazzi rodati (quelli fatti dalle star) sono l'unico modo per essere competitivi (semplicemente perché sono fatti da chi vive di Magic 14 ore al giorno), e so anche che non puoi fare Johnny perché i benefici psicologici del divertimento di creare qualcosa di TUO vengono immediatamente erosi dalla frustazione della sconfitta. Solo se vivi di Magic puoi fare Johnny e vivere come Spike. È un meccanismo davvero particolare... penso comunque che dopo un breve periodo Spike rimarrò fedele al johnnyismo compensando il gap di efficienza con un lavoro (informazioni, studio, etc.) che spero il Johnny medio non faccia o comunque faccia ma in maniera pacata (e penso a non essere l'unico a voler fare questo, con risultati scarsi semplicemente perché combattendo con mazzi copiati praticamente combatti con altri individualisti che però smanettano 14 ore al giorno da 12 anni...). Bah, staremo a vedere un attimo se è fattibile posto un certo grado di flessibilità nelle sconfitte. La cosa "rassicurante", comunque, se fai un pochino troppo Johhny, è l'interpretazione titanistica: alla fine stai sempre combattendo contro smanettoni che vivono di Magic da decenni!! questo potrebbe alleviare un pochino la frustrazione almeno per me (scusa per la lunghezza) 5) Spero che esca qualcosa di carino con Simic! Alternativamente anche Dimir ha roba molto sexy! Tutto tranne roba Rossa, il Rosso veramente è un ideologia orribile XD 6, e mi sa che ho sbagliato i numeri) Non ho capito bene il discorso: la strategia (control, tempo e aggro) non è definita dai tipi di abilità delle carte? Es. se una carta è hexproof un pochino non fai un po' di control? (perché impedisci all'avversario di bersagliarti, controllando quello che può fare?). Oppure haste non è aggro? Puoi dirmi la tua schematizzazione? @Hinor Moonsong Grazie anche a te! 1) Ne sei così sicuro? A me piacerebbe che fosse così, quindi cerco di difendere quanto più possibile l'opposto per "proteggermi". Sei sicuro che es. un programmino per calcolare l'ipergeometrica sia totalmente inutile? 2) Grazie! 3) Vero, io ho un amico pro a poker e fa così! 4) Qui sei un pochino generale, cosa intendi con "capire le priorità"? È la prima cosa che ti viene da fare, quindi potresti farmi un esempio della tua interpretazione di capire le priorità? 5) Ok, questo punto secondo me è importantissimo diciamo sforzarsi di ricordarselo consciamente sempre perché il cervello di tutti ha una certa tendenza a "cadere" da solo nella razionalizzazione delle sconfitte (una strategia che in realtà serve a tenere alto il morale, mica il cervello è stupido! solo che in questo caso è distorsivo nel lungo termine)
  3. @MattoMatteo assolutamente sì, e non ci avevo pensato: potrebbe essere interessante questa ambivalenza: chi sostiene l'Indebitamento sostiene quello che dice Graeber (un punto di vista che attecchisce molto bene nel cervello delle persone), chi il Credito sostiene come l'avevi capita tu (posizione più che legittima) Ripeto che i nomi di Debito e Credito sarebbero da cambiare per ragioni estetiche... ci devo pensare un po' per trovare delle altre parole reali che li assurgono a principi generali, però per dire se crei una parola in una lingua artificiale, è più facile. @Albedo sì sì è un concetto abbastanza risaputo, se ti crescono da "borghese" te lo senti ripetere da quando hai 2 mesi e mezzo. Comunque quel "massima" è solo scenografia, lo si mette per sparare ancora più in alto essendo un concetto controintuitivo (un po' come quando tiri al prezzo coi vucumbrà). Sgarbi usa sempre 'sta tecnica, ad esempio. Dico scenografia perché non penso che oggettivamente sia la "massima" forma di egocentrismo, alla fine una buona parte delle azioni altruistiche sono vuoto a perdere e immagino che il cervello inconsciamente lo sappia benissimo. D'altra parte la proattività ha un ritorno sull'investimento del circa due turboliardi per dieci, chiedilo a Berlusconi che prima ti fa favori grandissimi e poi a lui ritornano quattrocento volte (lo dico con ammirazione, ci guadagnano enormemente entrambi). Tra l'altro Berlusconi è sinceramente generoso quindi prima si diverte psicologicamente sia a farti i favori che poi a ricevere il ritorno immenso. Comunque pensavo banalmente che si poteva benissimo contrapporre anche i keynesiani coi miltoniani (volendo semplificare "troppo" è interventi statali contro libero mercato)
  4. Ciao a tutti, vengo dai giochi di ruolo ma sono affascinato da Magic da quando sono piccolo. Questa estate ho scaricato così per provare Magic Duels e ci ho smanettato un pochino. Poi ho scoperto che esiste un negozio abbastanza serio a due passi da dove abito e quindi ho deciso di iniziare a frequentarlo il pomeriggio quando ho tempo, per cazzeggiare un pochino. L'ho visitato ieri, ho visto tre ragazzi e una ragazza giocarci, uno dei quali aveva vinto l'ambitissimo WorldItalianMagicAwardSuperOpenDakarClassLevelOscarPowerProNonHoCapito Purtroppo non posso fare i tornei del negozio perché partono dalle 21:00 e devo attenermi a ritmi circadiani monacali, però mi piacerebbe saperci giocare bene, quindi mi hanno detto di passare il pomeriggio che si trova sempre qualcuno che ci gioca Quindi volevo chiedere e chi ci gioca, prima di tutto davvero mi consigliate lo Standard? A me piaceva Modern perché mi da alla ceppa essere ingabbiato però mi han detto che ci devo spendere e non ne vale la pena se ho appena iniziato (giustamente) ed è roba che ti costruisci negli anni. E vabbuo'. Poi seconda cosa più importante che volevo chiedere: secondo voi quali sono le caratteristiche del "talento" per un giocatore? Questo ragazzo aveva iniziato relativamente da poco (4 anni) ma era "quello bravo" nel negozio anche rispetto a giocatori che avevano tipo 10 anni di esperienza. Nel mio gruppo di gdr c'è un ragazzo particolarmente bravo ad interpretare, ha una startup ed è una persona espansiva, empatica (in senso neutrale: capisce le altre persone), socialmente brillante: ed interpreta infatti molto bene. Per un giocatore di Magic? Io avevo una mezza idea di Magic come gioco abbastanza left brain (vedo CV di giocatori Pro con PhD in Combinational Mathematics, faccia un po' lei...) solo che mi sorge il dubbio che gli strumenti matematici siano relativamente poco utili... quindi mi chiedevo se conta anche l'intuito, l'esperienza, lo studio, Ah poi è normale che quando vedo carte che penso siano sbroccate guardo il prezzo e leggo tipo 0.11 euri?? XD Per lo Standard avevo pensato di fare un mazzo Blu-Verde (<3) e qualcosina Bianca, mi piacerebbe fare ramp e control e come abilità flying ed hexproof, bo' mi piacerebbe poter attaccare Arcane Flight a Impervious Greatwurm e vedere come si spacca pure il tavolo da gioco. E' fattibile? Su Duels avevo 'sta carta, Explosive vegetations, che per 4 mana mi faceva scegliere due carte dal grimorio e metterle tappate sul cimitero, arrivavo a metà partita con 2 punti vita (e l'avversario 20) ma tipo 12 terre e iniziavo a buttare giù roba cicloscopica grazie ai Peschini. Se volessi replicare questa strategia in Standard... che carte mi consigliate? Grazie a chi mi risponderà, buona giornata
  5. Lord Karsus

    Supporti di Gioco X e O per Divertirsi Meglio

    Ma va dai le X capitano una volta ogni trenta giocate, è un appesantimento inutile (il caso del suicidio dai è un caso assurdo...) La O forse è più utile, spesso mi capita di dire al Master: "Oh figata 'sta roba!", che è difficile rendere role senza terza persona (almeno non è immediato, a me capita che un personaggio apprezzi delle cose che io non apprezzo, appunto per interpretazione) E sì anche questo tralaltro
  6. Sostanzialmente però quello che volevo fare notare è che per come inserito nel libro di Graeber, tutti i Paesi debitori (Grecia, Hawai, Madagascar) sono i "buoni" e tutti quelli creditori (Germania, Cina, USA, etc) sono i "cattivi". Ma anche chi ha un reddito "medio" e viene strozzato dalle banche per un mutuo su una casa ad es., è un "buono", mentre le banche sono cattive. Forse lo davo per scontato e non si capiva nel post. D'altra parte vanno cambiati i nomi, lasciarli così non è gradevole per dei principi generali. L'importante era che provenissero da dei concetti economici.
  7. Lord Karsus

    Meccaniche Le meccaniche dei danni nei GdR

    Il solito esistenzialismo giapponese... è pervasivo, dai Sayian di Dragonball alle azioni militari mentre stavano perdendo la IIGM, ai vasi che rincollano con l'oro quando si spaccano... grandissima cultura Comunque grazie per il post, molto interessante
  8. (Dal dipartimento di Laboratorio di morali, e dato che non mi chiamo Micheal Moorcock e quindi non cerco fonti ovvie) 1° Asse: CORTOTERMISMO (Aggressività, Edonismo, Droga, Cambiamento) vs. LUNGOTERMISMO (Strategia, Pazienza, Abitudine, Ritmo, Sostenibilità Il primo asse è ispirato ad alcuni concetti macroeconomici base, poi rinforzati dalle strategie di Magic (Aggro contro Ramp, Control e in un certo senso Tempo). Sostanzialmente il cortotermismo include tutti quei comportamenti incentrati ad avere un effetto massimo in periodi brevi di tempo, chiaramente a dare un peso maggiore a quelli più ravvicinati, e quindi, finanziariamente, ad attribuire un grande valore al tempo: induttivamente, questo significa avere prospettive o molto rosee o molto grige sulla realtà: se attribuisco grande valore al tempo, può essere che pensi che ciò che spendo investendo oggi può essere reinvestito ad un tasso molto elevato, ossia che le risorse che spendo oggi saranno molto produttive per il futuro, perché questo sarà espansivo (molto rosee); d'altra parte, in caso di spesa e non investimento, il concetto si inverte: meglio spendere oggi perché nel futuro non so quando quelle risorse saranno erose dal tempo in quanto il futuro sarà depresso (molto grige). Il cortotermismo implica anche numero, perché aritmeticamente le decisioni da compiere sono di più, implica anche instabilità e rischio, perché più decisioni possono portare a risultati molto diversi in uno stesso periodo di tempo, implica i risultati maggiori con un rischio maggiore (per semplici effetti esponenziali di concentrazione delle risorse), ma anche inevitabile decadenza ed eventualmente morte. Rappresenta anche brevi periodi molto intensi. Il lungotermismo è l'opposto, e rappresenta anche il progresso, una certa aspettativa "neutra" sulla realtà, ma anche una sorta di speranza nell'emergenza del "vero" valore delle cose nel lungo periodo (Warren Buffet), quindi anche tutta la letteratura del "riscatto" o del karma. https://en.wikipedia.org/wiki/Keynesian_economics http://lexicon.ft.com/Term?term=short_termism https://www.investopedia.com/terms/v/valueinvesting.asp 2° Asse: INDEBITAMENTO (Scarsità, Ricattabilità, Spreco) vs CREDITO (Sovrabbondanza, Accumulo, Potere) Il secondo asse è simile a quello cristiano, tanto è vero che è stato ispirato dal libro "Debit" di David Graeber, antropologo di Yale (e fondatore del movimento Occupy Wall Street), che non ha fatto assolutamente nient'altro che trasferire l'inossidabile moralità dualistica bene male (cristiana, marxista, etc. .), nell'epoca odierna, quando per un motivo o per un altro i giochi Kaynesiani (che iniziarono più o meno negli anni '60) hanno incominciato a far parte dell'opinione pubblica (spread etc.). Il libro è sia ovvio che banale: ovvio perché se non l'avesse scritto lui l'avrebbe scritto l'intellettuale n°347803 e banale perché le frasi, nonostante siano contestualizzate nel moderno mondo della finanza internazionale, sono praticamente le stesse di un moralista qualunque. Ad ogni modo l'Indebitamento (povertà, schiavitù, etc) è interessante secondo me come principio morale perché, oltre ad essere praticamente equivalente agli "ultimi" cristiani (forza militare ed economica penso che siano le due forze che al 99% definiscono un "ultimo", e con indebitamento già includi il 50% degli "ultimi"... nelle società moderne occidentali praticamente il 100% degli ultimi sono proprio i poveri...) soprattutto dicevo può attecchire anche come principio generale: scarsità e abbondanza sono due filtri cognitivi molto generali. L'indebitamento presuppone dei concetti molto generali quali l'investimento, il pagamento di interessi in maniera costante, (cioè dei flussi di risorse (psicologiche, umane, materiali, "karmiche", etc.) in uscita), stress, rischio, spreco di risorse, ma anche propositività, progressismo (per ancorarci al discorso di prima), creatività, progettualità, etc. https://www.youtube.com/watch?v=gsdxQiom0Zo Ho inoltre una idea chiarissima di cosa significhi combinare Indebitamento e Cortotermismo, ossia DROGA: e non solo in senso psicologico. Pensiamo ad esempio al fenomeno degli interessi passivi composti che "esplodono". Vorrei capire però cosa significano le altre tre combinazioni.
  9. Lord Karsus

    DnD tutte le edizioni Enciclopedia dei Mostri: Remorhaz

    Cavolo 150 fonti non ce le ha neanche la Storia Universale dell'Uomo XD Il design è più o meno carino tra le ali vestigiali tipo pitone, la roba caldo/freddo, la nebbia che produce sciogliendo la neve, etc
  10. Lord Karsus

    Star Wanderers (6 - Tecnologia, materiali, e varie)

    Cristalli del tempo? Nanotubi?Applicazioni dei consensati di Bose Einstein? C'è un ampio giornalismo scientifico divulgativo più o meno (più meno che più) serio sulle "super sostanze" Io pensavo ad un worldbuilding scifi in cui c'è una speculazione sul materiale ORGANICO piuttosto che quello inorganico. Legno, cuoio e cristalli liquidi sono tutto materiale organico, ma io intendo anche roba dotata di vita!! Immagina che i rivestimenti di un'astronave anziché essere rivestiti in una patina di ceramica siano rivestiti in BATTERI creati in laboratorio, con proprietà tipo assorbire l'energia termica, sintetizzare l'acqua a partire da idrogeno ed elio (so che è una reazione nucleare, ma la immaginavo chimica) etc. Insomma roba più BIOPUNK anziché CYBERPUNK
  11. Lord Karsus

    La battuta più brutta

    Dottore: "Occhio, questo farà un po' male." Ragazzino: "Ok..." Dottore: "Mi scopo tua mamma!"
  12. Lord Karsus

    Ambientazione Briciole di creatività

    Bello "codice parassita del DNA" suona figo XD io vidi un film con 'na roba simile, una commedia americana del 2001 in cui cadeva un asteroide con dei batteri che si evolvevano centinaia di miliardi di volte più velocemente che quelli sulla terra: https://www.youtube.com/watch?v=bPObKScR8Fo Ma perché i sovietici che negli anni '20 cercavano di creare ibridi uomini scimmia da mandare in guerra? https://www.cambridge.org/core/journals/science-in-context/article/beyond-species-ilya-ivanov-and-his-experiments-on-crossbreeding-humans-with-anthropoid-apes/D3E0E117E953A0038D63984AD92F4B80 Commento cancellato per evitare i soliti problemi legati alla politica e ai partiti.
  13. Lord Karsus

    Ambientazione Briciole di creatività

    Bah, che qualcosa che contiene ironia non sia "serio", se con serio intendi di qualità, è un pregiudizio... poteva essere più o meno vero prima delle Avanguardie (e manco tanto, basti citare lo stesso sentimento goliardico contro la serietà della chiesa medioevale che ha prodotto Boccaccio e Rabelais), sicuramente alcune delle opere più "serie" nel novecento (specie seconda metà) è roba "postmoderna" fatta in spirito ironico... basti citare Frank Zappa o Captain Beefhearth che sono forse gli unici musicisti Rock considerati dai critici di musica Jazz e Classica (nonostante Frank Zappa scrivesse 'sta roba), nella letteratura Bulgakov, o Pynchon... Un esempio spero lampante: lo scrittore fantasy più serio, cioè quello che può competere con la letteratura seria, ovviamente, è proprio Terry Pratchett... Per quanto riguarda la pornografia, è esteticamente poco inflazionata per ovvie ragioni, tanto che uno dei film più apprezzati dalla critica specializzata in avanguardie di tutti i 2000 è proprio Love Exposure, una sorta di commedia (e ribadisco il discorso di prima sull'ironia) che gioca sul contrasto tra pornografia e interpretazione letterale dell'amore romantico e del cristianesimo (ancora una volta dopo Eva questo strano rapporto tra avanguardie giapponesi e cristianesimo) tutto in salva B movie d'azione hollywoodiano https://www.youtube.com/watch?v=5Fxa5NuVrqU edit: questi sono i commenti al film, non selezionati, sono i primi... un film sulla pornografia soft (e da notare che non è un kolossal pieno di pubblicità come quelle mezze caz_zate che scrive Nolan) Maronn che strano XD Cioè bellissimo ma fa senso! E' quasi più disgustoso del worldbuilding del mio post, secondo me ha un potenziale horror... la personificazione è una cosa che attira l'attenzione, scuote (anche in senso inverso imo: depersonificare una divinità in un meccanismo "fisico" tipo i computer ha del potenziale horror perché scuote)... farlo a livello planetario non è male... Recentemente ho rivisto La Sirenetta, devo dire che questa roba qua: Le piante in cui viene trasformata la gente dal nemico, era una delle scene più memorabili del film!
  14. Lord Karsus

    Ambientazione Briciole di creatività

    Cosa ottieni se mischi la Xenobiologia con l'Industria del Porno? Semplice! Un mondo che è una grandissima, cicloscopica, incommensurabile e immane e immensa Vagina. Ok, non ha la forma di una vulva. Ma ogni creatura, dai batteri alle forme più complesse, compie continuamente degli atti sessuali con il terreno e con le altre creature. Il terreno è coperto da una sostanza organica, un po' tipo la stessa distribuzione delle piante (ovviamente rosa carne e gommoso per esigenze sceniche, un po' tipo la sostanza di cui è fatto Majin Bu). E' con questa sostanza che si riproducono le creature (in sostanza facendo degli atti sessuali con il terreno) che sono alla base del processo evolutivo, mentre quelle via via più complesse si riproducono con quelle meno complesse. "Make love not war" dicevano nei lontani anni '60 dei cari amici di Dragons Lair: in questo mondo ogni creatura di base fa del sesso con le specie meno evolute. Il rapporto chiaramente non è perfetto, per cui alcune creature hanno dei rapporti sessuali con specie molto meno evolute (anche col terreno), altre con quelle appena meno evolute. Alcune specie meno evolute possono accoppiarsi con quelle più evolute. Le combinazioni sono tantissime. Insomma è tipo una festa da primo anno nei College americani. E' tipo il mondo di Avatar, ma volendo fare un parallelo dove Avatar interpreta la teoria filosofica di Gea (tutti gli esseri viventi sono interconnessi), questo ripesca quella birichina della teoria pseudoscientifica dell'Orgone (esiste una forza sessuale che plasma tutta vita). Se qualcuno se ne intende di biologia mi contatti in privato (no, non per quello che pensate) Questo è un canovaccio ovviamente, un'immagine di un mondo in cui ogni essere vivente si può accoppiare con un altro. Come disegnarlo di preciso è chiaro che richiede competenze che vanno oltre me...
  15. Lord Karsus

    Ambientazione Briciole di creatività

    ...perché sennò ci si dimentica, ci si deve ricordare la strada perché sennò cambia tutto! (ps. ma se sbagliando a rifare la strada e la strada cambia, se rifaccio la strada errata al contrario essa ritorna come prima dell'errore permettendomi di riprovare la strada del livello precedente, giusto?) Per il resto bastava sostituire con un "ed entrano in un ambiente alieno" Ad ogni modo, andrebbero buttate giù delle piccole leggi (se vuoi che risulti onirico, basta renderle molto complicate o (soprattutto) inserire delle componenti randomiche... per definizione niente non è governato da una legge, anche i disegni di Escher mi pare che obbediscano a delle leggi (fittizie) molto semplici che i matematici hanno buttato giù. Se proprio ti devo fare una critica, la gestione delle conseguenze psicologiche è abbastanza standard, vedi per esempio Nolan, a cui piacciono 'ste cose, un pochino di flavor umano, pur zoppicando, riesce a metterlo. Esempio la questione delle Inceptions nel subconsio è a prova di psicologo (quindi probabilmente è falsa XD), ci butta dentro la fantasia umana dell'architetto, etc. Insomma dico di non trascurare il lato umano durante queste creazioni... Btw Mattux, io ho un libro per te: "Godel, Escher, Bach: un'eterna ghirlanda brillante"; se non l'hai mai letto, leggilo
×

Informazioni Importanti

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Ulteriori Informazioni.