Jump to content

Lord Karsus

Circolo degli Antichi
  • Posts

    831
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    1

Everything posted by Lord Karsus

  1. Minchia Matto volentierissimo, ma in 'sto periodo non ho manco il tempo per andare in bagno :_(
  2. C'è veramente poco online, poco. Per esempio non capisco a cosa si riferiscano nella pratica quando parlano di "metatechniques", "repetition" (of wat?!), non capisco nella pratica in che modo si distacchino dal fantasy a favore della vita reale (a naso sono robe che appena le vedi capisci ma a spiegarle vattelappesca), "dissolves character ownership" invece è molto immaginabile, comunque interessante, thanks 🙂 post scriputum le righe di prima: da 'sto http://jeepen.org/games/upgrade/ link si capisce molto di più; bah, sostanzialmente è un gdr con pochissime regole e ambientazione reale; è una idea che penso abbiano avuto il 99% dei giocatori che non conoscevano la parola Jeepform, comunque penso che sia molto meglio del tipico gdr Molto meglio...
  3. Ma no dai Stroyux A naso da quello che ho visto io (non molto in realtà), l'indie nel gdr non è come l'indie nella musica, nella letteratura o in molti altri ambiti in cui si cercano cose di nicchia, elitarie, sperimentali, il badnami dei persiani e di Emerson, non si cercano volutamente "worst practices" per fare selezione all'ingresso Al contrario mi sembra che i gdr indie cerchino soluzioni abbastanza catchy e per migliorare l'esperienza di gioco, il problema è proprio che poche persone giocano quindi non c'è proprio spazio per l'esposizione (a differenza ripeto di altri ambiti in cui la bassa esposizione è voluta proprio dagli autori) Per esempio la roba che ti leggo evangelizzare un post ogni sei, il fail forward, mi sembra abbastanza intelligente e pulita da poter essere inserita immediatamente dagli incumbent, il problema ripeto è che il gdr è proprio lento e microscopico come fenomeno sociale (a differenza ad esempio del noise che ci ha messo 30 anni ad essere assorbito in un contesto in cui l'assorbimento delle innovazioni è velocissimo, e la massa assorbita cicloscopica). Il problema che dici tu esisterà pure, ma potrebbe non essere né un problema della massa dei giocatori pigri o che non si informano, né degli autori che fanno "roba troppo avanti" ma proprio del fenomeno gdr, le cui dimensioni sono talmente piccole e il business model talmente inefficiente che richiede un unico grande centro gravitazionale (il monopolista, D&D) per non evaporare nel vuoto Questo è quello che mi sembra, se poi conosci un gioco di ruolo che vuole proprio "peggiorare" l'esperienza di gioco (così come Finnegans Wake peggiorava l'esperienza di una lettura piacevole) dimmelo, ma tanto lo so che non esiste (e non esisterà mai.). (Quindi per riconnettermi, penso che funzionerebbe eccome, non come chi clicca nel link di "musica" e chiude il video dopo 30 secondi; è solo una questione di pubblicità ed esposizione in generale) p.s. e poi smettila di ripetere che 3.P è un sistema vecchio di 30 anni, abbiamo capito così come abbiamo capito che il fail forward è una soluzione elegante e molto utile; piuttosto informaci di altro, prova a enciclopedizzare tutte le nuove soluzioni di design che telli ma non showi, magari commentandole, oppure prova a scriverne tu qualcuna sul tuo blog, sennò rendi la tua intelligenza veramente inutile
  4. Incredibile, una cosa che so come se fossi un mod! Mi sento utile per una volta 😂 Mutants and Mastermind va assolutamente bene per una ambientazione fantasy, tanto è vero che quel pazzo di Taliesin e quel pazzo depravato di Jab hanno inserito delle build fantasy nelle loro chilometriche liste, tra cui molti personaggi di Faerun, mostri iconici quali Beholder e Mind Flyer, Maghi di 20° e altro Inoltre, ci sono molte discussioni sull'Atomic Think Tank di utenti che parlano bene di M&M refluffato fantasy, per la velocità, libertà di personalizzazione e assenza di noiose "volte al giorno". Ad esempio è facilissimo creare un Barbaro che può sparare palle di fuoco e creare una barriera di fuoco, un Guerriero che basa tutto sul possesso di una spada leggendaria con mille poteri, un Mago perfettamente in grado di picchiare culi con il bastone, un PNG sprovveduto che a seguito di un rituale andato storto non può morire, etc. Insomma, è assolutamente fattibile e perfettamente funzionante. Minchia dopo questa minimo mi devi fare un bonifico Matto! 😎 Minchia mi hai fatto venire voglia di giocare a M&M 🙂
  5. Seriamente, ci sono migliaia di discussioni qui su DL tra 3.5, 4, P e 5, non ho MAI, dico MAI e ripeto MAI. E te lo ripeto MAI e inoltre MAI, e poi MAI e poi MAI visto nessuno che chiedesse se qualcun'altro avesse cercato di implementare tecniche di Improvisational Theatre (btw, qualcuno è mai riuscito a trovare un manuale? io provai ma nessun PDF serio sull'argomento) per ruolare un personaggio, o su come fare per ruolare bene un battutaro (io per esempio avrei consigliato di iscriversi a Spinoza.it e assorbire quell'atmosfera sbalorditiva), o un personaggio violento, o come riuscire a dare quella che in gergo tecnico della scrittura si chiama Voce del personaggio (espressioni ricorrenti, linguaggio utilizzato, uso delle pause) per non parlare del fatto che un gdr è meraviglioso perché si potrebbero inserire tecniche del cluster del linguaggio del corpo, la PNL, delle tecniche argomentative e altra roba che non cito per non fornirti il colpo di grazia ai cogliòni Solo domande su build. Per dire quanto è forte la droga. A 'sto punto...
  6. Se nessuno ne parla probabilmente nessuno ci gioca! Quoto la perfetta consulenza di Jijux, la 3.0+ era una droga creata in laboratorio da Monte Cook e company, e riesce a dare un fortissimo effetto up (i down li conosciamo, parte gente che crede alla Stormwind fallacy). Io faccio outing e ammetto di essere drogato dell'unica roba divertente di 3.P, i.e. la creazione del personaggio. "Il target non vuole un gioco diverso, vuole lo stesso gioco", non c'è molto altro da aggiungere, è così e basta. Io me ne sarei altamente fottuto della new wave di semplificazione e avrei impostato il gioco, dichiarandolo sin dall'inizio, sulla creazione e personalizzazione del personaggio. Perché non accentuare quello che ti differenzia (e che probabilmente ti ha fatto nascere, e non ti fa capitolare?) Secondo me la cosa migliore da fare era chiamare Cook e company o meglio qualcun'altro, che minchia ne so un team di PhD quant, e immediatamente SBATTUTO LA CREAZIONE DEL PERSONAGGIO OVUNQUE, avrei cercato di iniettare la droga (la creazione del personaggio) in qualche modo nel flow di gioco stesso. Per esempio: ci sono alcune meccaniche che permettono di scegliere giorno per giorno incantesimi (gli spontanei), i talenti (martial flexibility), o altra roba (oggetti magici, privilegi di classe che ti permettono di scegliere opzioni giornalmente, etc.), quella è un'ottima base di partenza. Un'altra leva potente e già presente ma in misura irrisoria è il riaddestramento. Un'altra sono i talenti di leadership, o famigli, compagni animali ed eidolon, che quando muoiono puoi rebuildare (esempio: il Summoner che anziché avere un eidolon fisso lo può rebuildare ogni volta che lo evoca e il giocatore può sperimentare varie build). In questo modo, tra l'altro, permetti ai giocatori di sperimentare tutti i centomila manuali che necessita il tuo business model per sopravvivere. Magari fornire più opzioni per ogni manuale base (es. nel Core proporre 30 classi anziché 10, e in ogni espansione 20 archetipi anziché 5, insomma inflazionare un po' la situation, chi se ne fotte). Al massimo un po' di semplificazione nel modo in cui puoi integrare le opzioni nei personaggi e qualche roba sul combattimento, basta. Così si potrebbe giocare tra una sessione e l'altra, addirittura. Insomma aumentare il coefficiente di addicion della droga. Tanto, seriamente, chi se ne sbatte se il gioco diventa ancora più rotto (per il maggior numero di combinazioni possibili, impossibili da prevedere in fase di design)? La gente ha giocato alla 3.P per 15 anni, e all'80% dei giocatori non crea nessun problema!
  7. Mezzo cent, magari fornire le CD non è così “irrealistico” come si potrebbe pensare... si sa no che il cervello elabora molte info inconsciamente, nella vita reale intuiamo le “CD” delle cose penso con una precisione molto maggiore di quanto pensiamo e ci regoliamo di conseguenza. Il cervello raccoglie ed elabora una quantità schifiltosa di informazioni e le connette ad un’altra quantità altrettanto schifabbile. Questo a prescindere da quello che emerge nel conscio che è sporcato da vari “filtri” (sapere (ancora, inconsciamente) che il placebo funziona, esigenze di fallimento parte di una strategia di più ampio respiro, etc.). Questo è vero specie su alcune abilità, tipo quelle sociali, dato che la nostra esperienza in fatto di valutazione delle persone e dei contesti sociali si discosta di poco dall’età anagrafica... il 90% dei dati è materia oscura rimasta inosservata ma che esercita forza di gravità sulle decisioni psicologiche, figurarsi se decidere in base a descrizioni spesso fatte da cani è “realistico”... (mi allaccerei ad altri discorsi ma non ci ho capito zero XD) (ps. @The Stroy esiste un Principia dei gdr, un manuale serio che descriva scientificamente le dinamiche sociali durante un gioco di ruolo? A me questi discorsi paiono confusionari, proprio da imbrattacarte...)
  8. A me mia madre mi ha detto che sono diventato inquietante 😂 Cioè, poco fa le chiesi com'ero al Liceo, ha detto che ero molto "più delicato, più 'nobile' " (whatever that means, non capisco mai mia madre quando parla) e "soprattutto più intelligente", e che adesso mi muovo "come uno che ha qualcosa di grave da nascondere, sei inquietante" 😂😂😂 Però adesso scopo, vuoi mettere?
  9. (Ok l'altra volta volevo fare un mondo tolkeniano manierista del Sylmy con poche robe della cosmologia indoeuropea ma poi ho deviato, faccio adesso, no briciole di creatività, solo arrangiamenti di qualità su idee vecchie come il cucco) Eela è stata creata da Iliatar, Dio della Follia e della Luce. Iliatar ha creato gli Avengil, le Potenze, che a sua volta crearono Iliatar. Questa contraddizione è il Primo Mistero di Eela Gli Avengil sono cinque: Ralear (Potenza del Fuoco, dei Segreti, della Musica e della Gloria), Varlond (Potenza del Buio, della Forza e della Compassione), Angladriss (Potenza dell'Acqua, della Creazione, della Morte e della Giustizia), Balliorth (Potenza della Terra, della Conoscenza, del Martirio e della Sofferenza), e infine Engorthu (Potenza della Libertà, della Crescita e della Natura) Al di fuori di Eela, il Flaubo, il Fuoco Senza Luce, una massa di miliardi di miliardi di entità da cui Iliatar fuggiva e da cui si è rifugiato creando Eela, che premono per entrare. Queste entità sono della stesse specie degli Avengil e provengono da Eela. Questo intreccio è il Secondo Mistero di Eela Engorthu ha creato un mondo all'interno di Eela, chiamato Iliea. Ha poi creato le cinque Potenze di Ilea: Xaurgthauk (Potenza dei Fulmini e della Felicità), Xauglord (Potenza degli Uragani e dell'Ambizione), Xlimirith (Potenza della Paura e dell'Arte), Xatliras (Potenza della Vita e della Distruzione), Xardamataran (Potenza del Vuoto e dei Colori) Nel cuore più profondo di Eela si sta creando Athraril, la Luce Solida, da cui deriva la sostanza di Iliatar. Athraril è nata prima di Eela e crea il Flaubo, e ne è a sua volta creata. Questo paradosso è il Terzo Mistero di Eela ok
  10. Questa idea biopunk è top!! mostri artificiali non per usi bellici, ma mimando il capitalismo, come i nuovi Jurassik Park (con i nuovi T-Rex modificati geneticamente per attrarre gente, ma vuoi mettere non solo dinosauri!!) Spingendo un po’ l’idea si potrebbe pensare addirittura alla creazione di vere e proprie divinità per motivi economici (il come e il perché sarebbero marginali). Per esempio la creazione a tavolino di ideologie e materialmente di esseri con una risorsa di potere in grado di premiare o punire in base all’ideologia creata a tavolino (magari anche con piani creati apposta) tutto per soldi e tutto lavorando come se fosse un progetto economico, con veri e propri “project manager” che si occupano del progetto e di esperti di ideologie che trovano quella che più attacca in quel preciso momento storico!! Comunque la roba dei dungeon artificiali è figa!! Appena ho un po’ di tempo (leggi: mai, ma lo farò in ogni caso a giorni) posto un a variazione al tema!! È molto! @MattoMatteo no no, da come l’anno vedo io è una idea molto semplice, piccola e con una sola articolazione, eppure molto importante e stimolante. Diciamo è bastato “invertire le pile”, dire l’opposto di uno dei presupposti del cristianesimo, cioè che il mondo è stato creato da una divinità malvagia anziché buona. Ripeto l’idea avrà richiesto energia creativa appena sufficiente, all’epoca, dato che si serviva di un’ ondata che è partita immagino da Darwin. Thats what I think, minchia ho livelli di melatonina folli, notte 😴😴😴
  11. Idea molto bella!!! Non avevo mai letto i contenuti o la trama del Necronomicon, ma è solo una coincidenza derivante dal fatto che avrò letto molta roba luce riflessa di Lovrcraft, l’ho riorganizzata ed è uscito fuori... Lovecraft XD (tipo una specie di violazione di qualche principio della termodinamica XD) Comunque è inutile, per fare robba fresca certificata serve proprio un’ondata culturale, non ce n’è. Questa idea a me sembrava simpatica, invece avrà un secolo... nel 2078 verrà qualcuno con un’idea simile a che ne so Blockchain pensandola originale... 😠 Comunque gira e gira, Lovecraft dice sempre una cosa: il mondo non è buono ma malvagio, gioco (superbo) sul fatto che le divinita siano “naturalmente” cattive, qualche citazione alla malattia mentale, qualche riferimento colonialista, stop. Le prime due idee gli sono state servite su un piatto di platino dalla cultura del suo tempo, peraltro si può dire con certezza assoluta che Lovecraft e Dunsany (inventore del Fantasy) attingevano alle stesse fonti Si potrebbero citare le idee di Lovecraft evitando benissimo di leggerlo
  12. Ritorniamo un po’ alle origini e rilassiamoci 🙂 Il Bene come mentalità Aliena (Mondo à la Tolkien con leggere influenze da Lovecraft e quel pizzico di New Age of Conspiration che Man in Black era un film parecchio smart) Le due divinità che hanno creato l’universo sono malvagie. In seguito il mondo è stato espropriato da una divinità esterna, che ha convertito o riprogrammato l’universo al suo linguaggio alieno, il bene. La divinità è riuscita a fare il lavaggio del cervello alle vecchie schiere di demoni supremi delle due divinità malvagie, che sono diventati angeli supremi, ma l’effetto è “da sostenere”, come un controllo mentale (bravi i miei cagasotto, è pericoloso; i celestiali sono clockwork orante, e magari sono proprio loro il veicolo fisico da cui le due divinità malvagie possono riaccendere a questo mondo) Alcuni di quegli angeli supremi sono riusciti ad eludere la “riprogrammazione” e a separarsi, creando gli inferi.
  13. Ok sto per dirlo... Matto non ti arrabbiare ti prego... @Harakiri ah e poi io eviterei come la peste gli orchi del signore degli anelli la razza cattiva e onnipresente. Opinione eh!
  14. Allora, posto che mo c'ho il cervello impanato, dopo 14 ore di Excel con un ora di pausa, e che 'sto nervoso, e che manco c'ho cultura su 'sta roba, diciamo delle missioni a fini scientifici per la clusterizzazione dei meccanismi che costituiscono il filtro delle civiltà che risolve il dilemma di Fermi. Per esempio, all'interno di un cluster potrebbe essere inserita la tecnologia bellica, anche pensando che è uno dei maggiori motori dell'evoluzione tecnologica negli altri settori (tutt'ora: la maggior parte delle invenzioni veramente distrupting in ogni settore derivano da massicci investimenti statali nel settore bellico; sul tema c'è un libro bellissimo di Marianna Mazzucato che lessi mentre frequentavo corsi ideologicamente opposti, o forse ce l'ho semplicemente con Alesina perché manco ringrazia se lo aiuti a portare l'acqua in stanza). Chiaramente la bomba atomica fa parte della tecnologia bellica, la questione è trovare altri tipi di "tecnologia" che determinano il filtro (si potrebbe partire dal concetto di entropia derivante dall'eccessiva disponibilità di informazione a disposizione di una cultura avanzata, "The ultimate complexity is just another entropy", anche se chiaramente è una boiata e poi l'Hard non lo vuole fare nessuno per un motivo ben preciso...). La vita senziente non si vede perché si autodistrugge in breve tempo (teoria non implausibile; ed è una eccezione da parte mia, scusa ma sento forte l'impulso di dire che tutte le ideologie del "il mondo sta andando sempre peggio" sono proiezioni di gente a cui va male la vita; la maggior parte di queste filosofie sono di gente che si avvicina al processo di elaborazione ideologica, ma non possiede un sostrato genetico sufficientemente fertile per resistere alla proiezione tramite la metacognizione del proprio stato emotivo (come Elon Musk*, che crede all'AI pericolosa oltre che al mondo simulato, od Owerll che veniva cazzeggiato da Jobs (insomma a Jobs piaceva prendersela con gli sfigati), Alan Moore olocausto nucleare in Watchmen è una eccezione, ma d'altra parte Moore è l'unico Tier 1 che crede a una cosa a cui non crede neanche Wanna Marchi, alla magia nera (forse è il pegno che deve pagare per essere cresciuto tra "proletari") quindi me ne distanzio appunto ad eccezione a sta roba del "filtro" Vabbe' mi son rotto di scrivere, riassumendo, che la vita si autodistrugga è una legge fondamentale dell'universo e si fa ricerca sulle determinanti alternative a quello che per l'umanità è la tecnologia bellica (un ottimo campo per la creatività, si possono inserire qui elementi per essere originali). È un' idea nuova, ci metto due cogliòni sul tagliere e vado all-in. ps*: approposito di viaggi spaziali, dopo quella risposta ha incominciato a seguirmi un "Current applicant for NASA Astronaut Candidate program.", è quello lì che scrive "Well said, and now [bla bla bla] nei commenti"; ci ho parlato e ho capito perché la NASA se lo sente un po' dentro ciò che accomuna noi proctodeati (senza che vai su Google, il cùlo) con la privatizzazione delle missioni spaziali: sostanzialmente è stata talmente avanti e ha fatto l'incumbent per talmente tanto tempo (giustamente...) che si è riposata sui propri allori Notte 🙂
  15. Bah... sempre ammesso che esista uno sci-fi che non sia in qualche modo influenzato dal western, questo pastiche ha più di cent'anni... Comunque hai ragione a voler vedere gli altri, fai una bella ricerca seria su Internet, Google is your friend Ad ogni modo, così, per curiosità, che elementi ci volevi mettere per distiguerti dagli altri space western (cioè dal 70% degli sci-fi?)
  16. Neanch'io, ma dicono che fa bene a scrivere sci-fi perché è uno avanti
  17. Nel senso: bona, fregna, Hot Blonde 10, più femminile di The Stroy, roba così XD (è un' espressione milanese! )
  18. Secondo me è una coincidenza assolutamente unica. La coincidenza è questa: le esigenze di sceneggiatura "best practice" per il protagonista si intersecano con alcuni misteri eleusini - giusto per inserirli in un cluster, a costo di attribuirgli meriti che probabilmente non ha, diciamo l'esistenzialismo russo (prima, e psicologia tedesca poi; ad essere intelligenti -ma non il massimo- si dovrebbe aver paura di "blocco creativo" in questo preciso momento storico per i risultati positivisti della neuroscienza che arriveranno a breve; è stato già dimostrato come un trauma sposti i neuroni dal lato sinistro a quello destro, ed esistendo la psicologia evoluzionista non c'è più neanche bisogno di ingegnarsi per pensare ad un perché, ma soprattutto i perché non sembrano più interessanti (al cervello viene dato uno stimolo per evitare il ripetersi trauma, cavolate del genere)). Io per contro i primi due o tre personaggi li ho fatti così, poi per nausea generalizzata ho iniziato a buttare giù che avevo una famiglia che amavo, una ragazza dolce e figa di dio e che mi amava tantissimo, un maestro ancora in vita sempre stato fiero di me, etc. Insomma mi son concesso un po' di sano e liberatorio cretinismo e tranquillità senile Ad ogni modo, è proprio così che funziona (parlo come uno che ha uno di quei background splatter, ma in real life). Adesso, non che abbia fatto una ricerca seria, ed esponendo la confirmation bias così com'è, controllando un po' le storie degli eroi, in proporzione la percentuale sembra in effetti essere maggiore (una che mi ricordo particolarmente bene è: gli muore la madre a 9 anni di malattia deturpante, tutta l'adolescenza vissuta vedendo i patrimoni familiari espropriati e vivendo in una situazione stressing (assieme ai 3 figli della matrigna oltre che con suo cugino orfano), a 31 fallisce un business per cui sarà indebitato per i tre decenni successivi, a 33 perde un' elezione, a 35 gli muore la ragazza di cui era perdutamente innamorato, subito dopo, a 36, psychic breakdown, a 38 perde un' altra elezione, a 43 pure, a 46 anche, a 48 che te lo dico a fare, a 50 va per la seconda volta in manicomio, a 55 perde ancora un' elezione, a 58 ancora. A 60... (ps. comunque forse ripensandoci... )
  19. @nolavocals hola! Allora, derive che giustamente cerchi di railrodare a parte, per un bel po' di motivi. E figurati se è un problema solo tuo!! 🙂 Una presa di fiducia realistica è (per tutti i gruppi!): Non una priorità. Non tutti ci pensano che far gruppo con stranieri dopo dieci minuti non è proprio realistico nella maggior parte delle ambientazioni giocate. So che è incredibile, ma c'è gente che non si fa di questi problemi e vive molto meglio di noi, e addirittura chi ride ai meme di Sesso, Droga e D&D! Lunga. Adesso, chiaro che dipende dall'ambientazione e da chi sono i personaggi, ma posto che non facciano parte della stessa organizzazione (un'ottima percentuale di gruppi immagino che vengano formati così, ma penso che ancora più gruppi no), in una ambientazione media (tolkeniana, futuristica un po' far west, insomma in mondi non proprio tranquilli come l'odierna Finlandia, non parliamo poi di roba tipo piratesca, dark fantasy, o postapoc) fidarsi di uno straniero che non appartiene alla tua comunità richiederebbe realisticamente mesi, if not years Noiosa. Magari a inizio avventura c'hai 'sta scheda del barbaro o del mago intonsa e fresca e pulita che non vedi l'ora di sverginare (a livello meccanico). Hai la nuova avventura col nuovo tema (genere, ambienta, roba particolare dell'avventura, altro), che sia master che giocatori non vedono l'ora di immergevicisidieeffegi. Magari, e questo è il problema principale, magari alcuni giocatori ritengono il tempo a prendere fiducia a vicenda del tempo " a basso valore di ruolo", rispetto ad iniziare l'avventura vera e propria. Problematica. Molte volte i personaggi (da uno nei confronti di un altro unidirezionalmente, a tutti tra loro), volendo rispettare il loro background, dovrebbero fare tutta una serie di cose per potersi fidare, e, molte volte, a voler essere realistici, virgola, semplicemente è troppo una pùttanata un gruppo di quella composizione. Come dice Jijux veramente non si potrebbe giocare. Alla giusta robba per risolvere che ti ha detto Stroy, aggiungo quello che facciamo noi: partiamo giù conosciuti. Sì, lo so che potrebbe anche essere bello ruolare le prime domande verginelle del tuo Rodomonte simpatico strònzo sciupafemmine che dopo un inchino esagerato e con un sorriso saccente chiede "Con chi ho il piacere di perdere il mio tempo a parlare?", ma veramente se poi devi essere realistico a ruolare la presa di fiduccia nun te nn'essi cchiù. Penzo. ps. davvero è un problema di tutti!!
  20. Be' no, non parlo della coscienza collettiva, parlo del fatto che un artista o un pensatore o uno scienziato teorico o hai capito, immagazzina le fonti da qualche parte, poi se le dimentica e le cita in maniera distorta. Quella distorsione è il suo valore aggiunto. Comunque, scherzi?! Secondo me ai tuoi livelli (quante copie vendi, 5000?) FIGURATI raggiungi un bacino di utenza maggiore se ci metti roba pseudointellettuale che non Ma adesso, seriamente dai, il tuo target non è quello di Fast and Furious, il media non è quello adatto, si avvicinano al tuo libro persone intelligenti Già che è fantasy e lo pubblicizzi su un sito di gdr, il ragazzo medio che becchi è più smart della media Fidati che vendi molto di più se ce le metti quelle riflessioni che non
  21. p.s. naturalmente questa è una affermazione offensiva (e molto Hollywoodiana west coast progressista e minimum viable product vs la brutta e cattiva e ricca e potente e finanziaria e bellissima east cost), la maggior parte della gente che lavora in finanza (che non capisco perché sia messa allo stesso "livello organizzativo" del Denaro, ma vabbe') è gente con cervelli eccezionali, e molto ricca dentro. Stamattina ho letto un articolo in cui per la prima volta in questi yipo di articoli qualcuno - un senior di McKinsey - ha usato le stesse spiccicate identiche uguali pari pari parole (specie "deeply left brain", e "OCD", vedi me) che avrei usato io (anzi, che avevo già usato io) per descrivere il tipico profilo psicologico di chi lavora in consulenza, e ti assicuro che le stesse cose si possono applicare a chi lavora in finanza https://news.efinancialcareers.com/uk-en/152549/working-for-mckinsey-bain-and-boston-consulting-vs-goldman-jpm-and-morgan-stanley (sottinteso: è tutta gente ricca dentro) Comunque complimenti per "Necrostadt" e per il mercenario che è un eletto, mi piace un casino!
×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.