Jump to content

Ascella Violenta

Members
  • Content Count

    18
  • Joined

  • Last visited

Community Reputation

5 Coboldo

About Ascella Violenta

  • Rank
    Studioso
  • Birthday 01/22/1977

Profile Information

  • Gender
    Maschio
  • Location
    Toscana AVNO
  • Occupazione
    Magazziniere

Recent Profile Visitors

The recent visitors block is disabled and is not being shown to other users.

  1. Ecco, ora è chiaro. Stavo già immaginando il guerriero attaccare d'opportunità in qualsiasi momento!
  2. Buongiorno, nonostante lo abbia letto più di una volta, non sono certo di aver compreso bene la meccanica di questa feature. Lo scopo è quello di concedere al guerriero un'attacco di opportunità ad ogni turno di ogni creatura, salvo il proprio? E tranne nel caso si utilizzi un normale ado? Mettiamo che il guerriero abbia un'ado normale alla prima mossa di una creatura. Se ho ben capito, durante il round non dovrebbe poterne avere altri, giusto? Ma grazie a vigilant defender invece può. Ho capito bene? Grazie per ogni interessamento.
  3. Se vuoi evitare i vari negozi, potresti considerare l'idea di inserire una piccola struttura a due piani che faccia da magazzino del villaggio (al piano superiore) e da luogo per il mercato giornaliero (al piano inferiore - i banchi possono variare di giorno in giorno a seconda delle merci disponibili). Una sorta di fondaco, delle dimensioni utili al villaggio.
  4. Vero! Non ci avevo pensato! Spettacolare e ricco di idee, grazie!
  5. Buongiorno a tutti. Ho due bimbi, una di 8 e uno di 5 anni. Vorrei coinvolgerli facendo da master in un'avventura alla quale parteciperà anche mia moglie, per passare un pomeriggio insieme. Non vorrei chissacchè, anche perchè non ho mai fatto il master, solo qualcosa che sia coinvolgente e divertente per dei bambini e semplice per me da masterizzare. Non importa il gdr, importa la storia, visto che sarà raccontata ai bimbi. Per questo puntavo a qualcosa di poco sanguinario (anzichè uccidere, il cattivo verrà messo in prigione) e basato molto sulle prove fisiche o mentali, piuttosto che sul combattimento. Sapete se esiste qualcosa del genere? Altrimenti sto creando un'avventura, nella quale i pg sono amici di un ragazzo che ha trovato una mappa del tesoro (la caccia al tesoro, quale miglior strumento per coinvolgere dei bimbi?) e ha deciso di andare a cercarlo, senza coinvolgerli, ma lasciandogli una lettera dove spiega ogni cosa (anche il luogo esatto del tesoro, tra l'altro, dandogli quindi inconsapevolmente le indicazioni per raggiungerlo). Una volta che i personaggi raggiungeranno il posto, troveranno un vecchio pazzo (colui appunto che verrà catturato e consegnato alle autorità) e libereranno il loro amico. Ecco il mio problema. Non so cosa metterci tra la prima parte e la fine. Idee?
  6. Non ho assolutamente esperienza in queste cose, però puoi valutare di cominciare e in corso d'opera, se qualcosa va storto, uno dei due gruppi potrebbe ritrovarsi senza saperlo in un universo parallelo. Separi così i due gruppi i quali non potranno più influenzarsi a vicenda. Uno dei due gruppi potrebbe finire in un universo uguale tranne per alcune differenze leggere (il fabbro non si chiama Mario, si chiama Ugo). Il gruppo che passa in un'altro universo viene sostituito nel primo universo dalla propria controfigura, ovvero png che in precedenza si trovavano nell'universo dove ora il gruppo è andato a stare. Esempio : il ranger giocatore cambia universo (passa dall'universo A all'universo B ) e viene sostituito da un ranger uguale (il quale passa dall'universo B all'universo A contemporaneamente al vero ranger guidato dal giocatore). Ognuno dei due ranger potrebbe non rendersi mai conto di essere passato in un universo parallelo, ma se il ranger giocatore se ne accorgesse, potrebbe essere l'inizio di una nuova avventura per tornare nel suo universo. Un'avventura ai confini della realtà.
  7. Buongiorno, ho una domanda. Premetto che non conosco molto bene DnD, perciò scusate eventuali scempiaggini dettate dall'inesperienza. Guardandomi un po' intorno, noto che per costruire un buon guerriero bisogna puntare su forza e costituzione di base, senza preoccuarsi di carisma, intelligenza e saggezza (se non per i TS) e dando qualche punticino alla destrezza. Ma se noi guardiamo la nostra storia, abili strateghi con grande carisma si sono messi a capo di eserciti anche piccoli, ottenendo grandi risultati. Mi stavo domandando quindi, volendo creare un guerriero che abbia carisma e capacità tattiche non indifferenti, tipo uno Spartaco, o un Ulisse, sarebbe quindi da evitare proprio la classe del guerriero? Optando per...? Ed eventualmente in che modo si tradurrebbe in fase di gioco la sua capacità tattica? Con dei bonus o talenti?
  8. Ciao, avete mai costruito un pg creando prima il background e traendo da questo la classe? Che cosa ritenete più importante tra background e classe e perchè? Personalmente mi immedesimerei meglio in un pg di cui non ho ancora tirato le caratteristiche, ma di cui ho una storia relativa al suo passato ben definita in mente. E voi?
  9. E' difficile essere pazzi, mantenendo un'intelligenza estrema. Vedrei bene il personaggio di Joker in questa descrizione.
  10. Penso in linea di massima come Ysingrinus. Diciamo la verità, non c'è un Roberto Baggio in ogni calciatore. Eppure chi più, chi meno, tutti imparano a tirare i calci al pallone. Qui è necessario porsi la domanda: di che livello di masterizzazione parliamo? Professionista, amatore o dilettante? Personalmente chi ha un'attitudine innata ha dei vantaggi di sicuro, ma stiamo parlando di un gioco in cui nessuno viene pagato, perciò nessuno deve dare risultati, ma soprattutto in cui tutti sono i benvenuti e nessuno è escluso. Per questo non conta l'eccellenza. Anzi c'è il rischio, aspettandosi che tutti raggiungano la perfezione, di rovinare il gioco. A mio modesto parere conta la voglia di divertirsi. In un gruppo che si diverte, imparare è più facile e soprattutto non peserà il difetto di qualcuno.
  11. Ciao, mi chiamo Vincenzo, sono un ultraquarantenne e mi piacerebbe giocare di ruolo. Ne ho sentito parlare da quindicenne, ma non ho mai avuto l'opportunità né di trovare un gruppo, né di dedicarmici. Nel frattempo mi sono drogato con i librigame e i mmorpg, ma nulla che desse soddisfazione alla mia voglia di giocare sul tavolo. Il mio mondo è il classico fantasy, quello di Dungeons and Dragons, di Tolkienn, senza armi da fuoco. Non ho esperienza giocata, praticamente quanto a regole sono da educare su ogni gdr.
  12. Non è semplice trovare motivazioni a malus che esistono ma per cui una motivazione di base non c'è. C'è un limite ai malus? Perchè questi malus? Divinità arrabbiate? Mi stai antipatico e lo dimostro stuprando il tuo pg? Vittima di scherzi andati male? Quanto e come devono influire questi malus? - può usare un braccio solo ogni giorno e ogni giorno il braccio opposto al giorno prima (sperando sia ambidestro) - viene colpito da una scarica elettrica che toglie x pv e x px ogni volta che impreca (se è uno che impreca più di quanto parli) - a ore alterne non è in grado di capire nè parlare la propria lingua - non dorme mai, ma subisce deficit da sonno non indifferenti - a giorni alterni le mani diventano incorporee - a giorni alterni tutti i tiri falliscono - a giorni alterni il suo volto diventa orribile - a giorni alterni insulta pesantemente le persone che incontra - a gorni alterni cresce un altro braccio che ha pensiero autonomo e lo ostacola, per poi scomparire la sera - ha una forte asma che appare sotto tensione
×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.