Jump to content

Benvenuto in Dragons’ Lair

La più grande e attiva community italiana sui giochi di ruolo.
Accedi o registrati per avere accesso a tutte le funzionalità del sito.
Sarai così in grado di discutere con gli altri utenti della community.
By Lucane

Humble Bundle: 13th Age

Un nuovo Humble Bundle, questa volta a tema 13th Age, è stato reso disponibile in collaborazione con la Pelgrane Press.

Read more...

Strixhaven: A Curriculum of Chaos uscirà a Novembre

La Wizard of the Coast ha rilasciato nuovi dettagli sul prossimo manuale di crossover tra Magic: The Gathering e D&D 5E

Read more...

Pausa Estiva degli Articoli

L'estate è arrivata anche per noi dello Staff Dragons' Lair, quindi gli articoli vi salutano fino a Settembre.

Read more...
By Lucane

The Wild Beyond the Witchlight uscirà a Settembre

Scopriamo le ultime novità riguardanti la nuova avventura per D&D 5a Edizione. 

Read more...

Fizban's Treasury of Dragons uscirà ad Ottobre

Scopriamo i nuovi dettagli rivelati in questi giorni sul futuro manuale di D&D 5E.

Read more...

teletrasporti, camminare nel vento e co


smemolo
 Share

Recommended Posts

mi è stato chiesto:

ad alti livelli (appena prima degli epici e in avanti) come far si che i pg esplorino il mondo senza teletrasportarsi puntualmente da una parte all'altra?

insomma il master in questione vorrebbe che i personaggi si muovessero materialmente sul piano materiale (e poi sugli altri piani) senza l'abuso dei mezzi magici di spostamento. che suggerimenti dargli?

(sinceramente per me il problema non si porrebbe neppure, trovo normale che a quei livelli si possano usare quei mezzi, ma vabbè....)

Link to comment
Share on other sites


  • Replies 15
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Basta rendere pericolosi e poco affidabili quei mezzi sulla lunga distanza... Già il far pesare molto la conoscenza del luogo di arrivo può evitare molti problemi, ma se oltre a questo si rischiasse, ad esempio, di incappare in qualche turbine astrale e di finire da tutt'altra parte o peggio, i giocatori comincerebbero a cercare modi più sicuri e tranquilli per spostarsi...

Link to comment
Share on other sites

Io intanto ho limitato teletrasporto e teletrasporto superiore a SOLI luoghi in cui si è già stati (o che si è scrutato).

Trasporto vegetale non è limitato in questo senso, ma è molto poco preciso se sta al giocatore dire i chilometri esatti di cui spostarsi (oltre a dover trovare gli alberi giusti)

Camminare nel vento può essere facilmente ostacolato dal vento naturale, senza contare che senza un valido orientamento è facile perdersi in alcuni luoghi, o che il gruppo si separi.

Link to comment
Share on other sites

Basta decidere che l'incantesimo teletrasporto non esiste, insieme a tutto ciò che è inadatto all'idea che si ha in testa. Nella campagna che narro, per esempio, non esistono i teletrasporti e chiunque, anche il più grande mago del mondo, per andare da qualche parte deve prendere un bel cavallo e organizzare un viaggio che, su lunghissime distanze, si stima tra uno e tre anni.

Link to comment
Share on other sites

Concordo con klunk.

io dopo 3 anni di campagna in cui i pg andavano ovunque fregandosene di ciò che creavo, ho fatto questi cambiamenti nella campagna successiva:

1- il teletrasporto lo si può usare solo per andare in una locazione già visitata (importantissimo!)

2- camminare nel vento l'ho eliminato, se vuoi puoi trasformarlo in una specie di teletrasporto chiericale, nel senso che tu imposti una destinazione già visitata e lui ti ci trasporta, ma che non puoi deviare dalla rotta prefissata.

3- attento anche a volare giornaliero, significa che il mago può andare dove gli pare e oltrepassare gli ostacoli, (o magari volare fino ad un punto e poi teletrasportare lì gli altri pg) per cui eliminalo o ridimensionalo, magari facendolo durare solo qualche ora.

nella mia nuova campagna funziona, e i miei PG hanno 6 anni di esperienza sulle spalle e sanno sfruttare molti ciocchi contro il master. il teletrasporto rimane molto utile, poichè viene usato per spostarsi velocemente in tutti i luoghi già visitati, ma per andare altrove, devono camminare.

spero di esserti stato utile.

Link to comment
Share on other sites

Nella nostra campagna (livelli epici) si stanno discutendo provvedimenti sull'argomento proprio in questo periodo.

Al momento ci sono venute in mente due alternative:

1) Aggiungere un costo in PE (magari progressivo) per il lancio di teletrasporto/spost.planare, per l'incantatore e/o gli altri bersagli.

2) Stabilire un delay minimo tra un lancio di teletrasporto/spostamento planare e l'altro, in modo da evitare che il troppo storpi. Eventualmente si possono dare delle penalità se si decide di usarlo comunque (Esempio: troppi teletrasporti compromettono la salute, quindi risucchi temporanei non-ristorabili magicamente per chi abusa).

Oltre ovviamente alla cosa che dicevate voi, cioè di evitare che ci si possa teletrasportare in posti di cui si hanno solo descrizioni fatte da altri.

Link to comment
Share on other sites

La prima cosa che mi viene in mente per limitare questi incantesimi e' imporre componenti materiali molto costose e non facile da reperire.

Data la naturale tirchieria dei giocatori, fara' si' che l'uso di questi incantesimi sia limitato ad eventi di necessita'.

Altra soluzione potrebbe essere la variante di Arcani Rivelati, che toglie slot, assegna punti magia e man mano che si consumano tali punti rende progressivamente affaticati e poi esausti gli incantatori.

Queste due idee per non vietare nulla e non modificare ambientazioni tipo Forgotten Realms che sono High Magic

Link to comment
Share on other sites

Basta rendere pericolosi e poco affidabili quei mezzi sulla lunga distanza... Già il far pesare molto la conoscenza del luogo di arrivo può evitare molti problemi, ma se oltre a questo si rischiasse, ad esempio, di incappare in qualche turbine astrale e di finire da tutt'altra parte o peggio, i giocatori comincerebbero a cercare modi più sicuri e tranquilli per spostarsi...

punterei su questo, far si che il viaggio magico non dia la sicurezza di arrivare nel posto, o che si arrivi non nelle stesse condizioni...tipo loro viaggiano magicamente, ma si accorgono che ad ogni viaggio sparisce un oggetto...dapprima cose insignificanti, delle quali si accorgeranno in un secondo momento...fino a perdere cose anche molto preziose o addirittura animali/persone che viaggiavano con loro...e questo non avviene a caso, con una ricerca scopriranno che ci sono delle creature che si divertono a disturbare i viaggi altrui e il gruppo potrà puntare a liberare il mondo da quelle creature o evitare i viaggi.

se liberano il mondo dalle creature scherzose, avrai intanto tutto il tempo per creare un'altra scusa per i prossimi viaggi :P

Link to comment
Share on other sites

Scusa, ma mi sembra una complicazione eccessiva, perche' ogni volta devi inventarti una scusa e anche se i PG la risolvono, devi smazzarti ad inventarne un'altra.

Meglio mettere delle condizioni fisse.

Al limite, si puo' pensare a mettere componenti materiali il cui valore e' crescente in base alla distanza da percorrere (e/o cnoscenza dei luoghi di destinazione)

Link to comment
Share on other sites

Non serve arrivare a inventarsi dei "gremlin astrali" per limitare i teletrasporti... Basta inserire regole fisse molto più semplici...

Ad esempio:

- Come componente materiale il mago necessita di un qualcosa che provenga esattamente dal posto che vuole raggiungere...

- C'è sempre un 5% di possibilità di incappare in un vortice astrale e finire da qualche altra parte (o addirittura su un altro piano, se si ha veramente sfiga)...

- Greater Teleport non può basarsi solo su descrizioni, ma non c'è il pericolo di incappare nel vortice...

Eccetera...

Come per Planar Binding, creare un circolo di teletrasporto permanente potrebbe rendere sicuro il punto di arrivo, senza richiedere la componente "locale", ovvero sarebbe sempre sicuro teletrasportarsi verso quel cerchio, come fosse un radiofaro...

Link to comment
Share on other sites

Perfettamente d'accordo, ma e' una cosa diversa dalla domanda iniziale, mi pare

son semplicemente vie diverse, nessuna delle quali è giusta o sbagliata.

concordo con te che regole iniziali sian più comode, ci sia meno sbattimento, ma a me piace creare storie vive più che regole, è una questione di come uno vive d&d e non vedo nulla di sbagliato ne da una parte ne dall'altra.

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

  • Similar Content

    • By Benfoghor93
      Ciao a tutti, gioco a d&d da un annetto circa, più precisamente alla 3.5, sto per iniziare una nuova campagna e per la prima volta volevo creare un pg che usa le armi da fuoco, Il problema è che non riesco a trovare nessuna fonte ufficiale a riguardo. Sapete dirmi per caso se esistono dei manuali, anche in inglese, della 3.0 o 3.5 che tratti appunto queste armi ed anche eventuali classi?
    • By Baubeforeme
      Cercasi 3 giocatori attivi tra lunedì - giovedì per campagna D&D
      Se siete interessati a partecipare cerco solo persone da 25 anni in su. Esperienza nella 3.5 gradita 
      Possibilità di streaming su twitch /YouTube. 
      Piattaforma roll20
      Per maggiori info vi lascio il mio Discord :  BauBeforeMe#3512
    • By ShadowGazel
      Ciao ragazzi. Come da titolo cerco in zona Caserta un master e dei giocatori per D&D 3.5
    • By Tanaperme
      Ciao a tutti, spero di aver postato nella sezione giusta.
      Settimane fa mi sono iscritta sul forum per poter imparare il più possibile sul fantastico mondo di D&D. Non ho mai giocato ma seguendo i consigli di alcuni di voi ho guardato dei video su YouTube di gente che gioca (in effetti non mi aspettavo fosse avvincente anche solo guardare le partite) e letto molto circa avventure, campagne, party, ecc.
      Sto scrivendo un romanzo (non è fantasy) che ha un capitolo in cui viene affrontato il tema di D&D. In questo capitolo, per l'esattezza, i personaggi iniziano a giocare (tre giocano per la prima volta e due sono esperti + il master che ha 20 anni di esperienza ed è uno dei migliori, inventa avventure e ambientazioni, ecc).
      Si trovano attorno a un tavolo, sono cinque giocatori e un master come anticipato. Chi fra di voi è disposto a leggere (tranquilli, non vi propinerei tutto il capitolo!) le scene che hanno a che fare con D&D? Nello specifico, il romanzo è ambientato nel 2012, quindi i personaggi stanno giocando D&D 3.5 (esatto?). Non occorre che i riferimenti siano maniacali, cioè iperreali al 100% (come accennato, non è un romanzo fantasy o comunque non è D&D il fulcro), però vorrei che almeno che le scene siano credibili, verosimili e accettabili anche per un pubblico di giocatori.
      So che già qualcuno fra di voi è disposto ad aiutarmi ma per non ammorbare una sola persona, volevo fare un annuncio pubblico così da poter capire come potrebbe essere meglio fare. Incollare qui direttamente la parti che necessitano revisione? Allegarmi in un file doc? Mandarli in privato?
      Siate la mia guida! 🙏
      Vi aspetto fiduciosa. 🙇‍♀️
      Grazie! 
    • By MinerBolling
      Sono un giocatore e DM esperto di Dungeons and Dragons 3.5. Cerco una compagnia di giocatori che vogliano partecipare ad una avventura. Sono ben accetti sia i novizi sia giocatori esperti della 3.5, quindi non vi preoccupate anche se venite dalla 5 edizione giocando con me vi insegnerò la magia della 3.5 XD.
      Scrivetemi se avete domande o se volete precisazioni sul tipo di campagna.
       
×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.