Jump to content

KlunK

Circolo degli Antichi
  • Posts

    12.7k
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    48

Everything posted by KlunK

  1. Non conosco l'ambientazione, ma per dare qualche suggerimento bisognerebbe capire che genere di avventura vuoi fare o vorrebbero fare i tuoi giocatori. Investigativa? Il classico assassinio/avvelenamento durante le celebrazioni Battaglia? Un'orda di mostri o nemici invade e cinge d'assedio la città Avventura classica? La cerimonia non può essere portata per qualche motivo (es. il trono magico che dà riconoscimento al nuovo sovrano non funziona), i PG sono mandati alla ricerca di qualcosa per ripristinare il tutto Imprevisto? Durante la cerimonia precipita qualcosa nel giardino del castello: è una sorta di rudimentale aeroplano guidato da gnomi che allertano tutti di una minaccia incombente Come vedi si può partire dalla cerimonia come semplicemente un incipt per trovarsi o lo scopo dell'avventura, le possibilità sono infinite
  2. Partiamo da questo. Contrastare elementi attivato ad uso costa 1000 [(2000x1x1)/2], l'effetto di prestidigitazione a volontà 900 [(1800/2)x1x1], da moltiplicare per 1,5 perché un effetto secondario, quindi 1350. Totale quindi 2350mo. Supponendo di potere animare a piacimento qualsiasi corpo dobbiamo considerare LI 20, quindi il costo sarà 1800x3x20= 108000. C'è però da dire che ogni volta consumi componenti per 5000mo, quando il massimo che spenderesti per animare 40DV di non morti sono 1000mo. Quindi paghi a prescindere 5 volte il costo normale, anche per animare uno scheletro da 1DV. Direi che ci sta uno sconto, diciamo del 20 o 30%. Quindi in totale l'oggetto costa 77950mo o 88750mo a seconda. Sulla questione dei poteri o decidi a priori che il potere speciale non è possibile scoprirlo, o lo consideri un artefatto minore, e in quel caso identificare non aiuta, ma resta il fatto che analizzare dweomer ha un certo percentuale di identificarlo comunque (o puoi decidere che in ogni caso non si possa capire).
  3. Non l'ho scritto e se pensi di averlo letto hai frainteso. Ho detto anzi che con 30 sai bene distinguere la verità dalle panzane, sebbene la tue "fonti" siano dicerie di paese. I golem sono costrutti e devi fare conoscenze arcane per avere informazioni, nessun dubbio qui. Non è che uno può conoscere tutto tramite le "dicerie" (che sono un po' rappresentate anchedalle conoscenze bardiche). Il legame tra dicerie e conoscenze locali è una mia idea per spiegare perché puoi avere informazioni sui licantropi con quell'abilità.
  4. Penso tu abbia frainteso. Certo che se fai 30 la storia del fazzoletto l'hai sentita, ma sai che è una scemenza. È quello che ho detto io, la prova alta ti permette appunto di distinguere dicerie vere (come l'argento), da quelle false. Se invece fai 4 alla prova avrai sentito solo quella del fazzoletto (o non avrai sentito nulla in proposito). L'esempio su conoscenze religioni non ha senso, io ho scritto il contrario. Ho scritto che sei una prova BASSA scambi baggianate per cose vere (oppure di nuovo non hai nessuna informazione, a scelta). Certo che se fai 30 non puoi scambiare un vampiro per una mummia!
  5. Non sono d'accordo. Se fai una prova alta di conoscenze locali vuol dire che conosci tutte le leggende locali e probabilmente sai riconoscere che "i licantropi sono deboli contro l'argento" sia vero, ma "un licantropo non ti può avvicinare se indossi un fazzoletto bianco che è stato immerso nel vino" sia falso. All'opposto se fai una prova bassa di conoscenze arcane potresti avere letto delle informazioni parzialmente false da un libro sulle maledizioni e per tanto farti un'idea sbagliata.
  6. Beh, ma nelle dicerie popolari ci sono poteri e debolezze dei licantropi, che poi siano al 100% reali non è detto
  7. Mah in realtà conoscenze locali per me ci potrebbe stare considerando come sono presenti nelle leggende popolari. Considerando che affligge anche i giganti dovrebbe valere conoscenze nature in quel caso. Io le utilizzerei tranquillamente in alternativa a conoscenze arcane (che ci può stare), magari dando informazioni di tipo diverso.
  8. Ma mica non si poteva fare un AdO con un'azione che provocava a sua volta AdO dal difensore? Per evitare l'effetto loop? Me lo sono sognato?
  9. Il punto è che osservare serve solo ad accorgersi che la borsa è stata sottratta, non preclude l'azione (sempre che la CD sia superata). È vero che se te ne accorgi puoi reagire, ma se il ladro è svelto magari si dilegua vincendo l'iniziativa e il danno è fatto, in barba alla prova di osservare facile. Poi sono d'accordo con te che realisticamente ha più senso il +2 a osservare cumulabile
  10. È evidentemente una regola fatta per evitare di continuare a tirare il dado, specialmente fuori dal combattimento. Con un po' di buon senso direi che se passa anche solo un minuto, la CD resta 20. La CD è quella comunque a prescindere da cosa cerchi di sottrarre, ciò che conta è la vittima (o lo stesso osservatore)
  11. Il manuale dice semplicemente "ritentare contro la stessa vittima", non è necessario essere visti.
  12. Da regole la CD dovrebbe essere 20 per compiere l'azione (sfilare un piccolo oggetto a qualcuno), mentre la prova contrapposta di osservare è solo per notarlo. Non applicherei penalità. Ritentare se si fallisce la CD, aumenta di 10.
  13. Ah non avevo visto che sommavi per la musica bardica. Peccato però per war cry che non si somma Sul totemist non ti saprei aiutare, non lo conosco...ma non è una classe che va presa così com'è? Qualche livello lo puoi prendere per flavour, ma in termini di ottimizzazione non credo sia utile
  14. Se ti piacciono tutte le capacità fai la classe base! Al massimo puoi concederti 5 livelli da war chanter recuperandone 4 con Chaos Music Il Battle Howler non mi sembra per nulla calzante e sinergico
  15. No perché come per altre specifica che si sommano solo per il numero di musiche bardiche. Non credo che niente si sommi perché per un bardo standard non ci sono CD da alzare Ma se ti interessa solo dare quel malus e non tutte quelle capacità dell'harbinger non sarebbe meglio la variante Inspire Awe?
  16. 1) RAW no. Un DM particolarmente benevolo potrebbe decidere differentemente (io direi no). 2) Come sopra, RAW non funziona, un DM potrebbe decidere diversamente (qui io direi di sì invece) 3) No, perché dice espressamente che vale solo per il numero di volte al giorno in cui puoi usare la musica bardica, il resto non aumenta 4) Chaos music funzionerebbe, per il resto mi viene in mente solo Capacità Focalizzata che credo sia applicabile ad una musica bardica specifica.
  17. Io faccio riferimento alla proposta schematica scritta da Fabbru, non stavo discutendo delle tue proposte :-) Sì, ma non mi sembra pertinente con la questione dei tiri. Il problema non è che c'è un tempo definito, quanto che dipenda unicamente da tiri di dado. E in ogni caso una corsa contro il tempo deve essere ben chiara ai giocatori. Se il prigioniero nel suo messaggio non ha scritto "ti prego salvami prima del tramonto di domani o mi uccideranno" 1) Non puoi dire dopo al giocatore "guarda che il prigioniero morirà entro tot tempo" 2) Il PG non può comunque sapere che è già morto e continuerà inutilmente la ricerca
  18. Quello che critico però non è che la foresta sia un singolo ostacolo o una lunga avventura, quanto che il giocatore non influisce sul successo perché legato ad una serie di tiri e basta. Non è non possano esserci dei tiri casuali, ma devono essere in qualche modo frutto delle scelte del PG. È diverso perché in quel caso è il giocatore a decidere di arrampicarsi o saltare per scopre l'ostacolo. Lo sa il giocatore, ma non vedo perché il PG dovrebbe saperlo o smettere la ricerca. E in ogni caso dire a priori "facciamo 6 tiri, se li fallisci tutti la missione fallisce" mi sembra troppo metagaming. Come DM la strutturerei come scritto nel mio primo post: una serie di incontri che possono dare sia sfide che indizi al PG per trovare i banditi. Non è mica necessario fare una campagna, 2 o 3 incontri possono bastare per dare corpo alla foresta (che mi sembra quello che chiedesse inizialmente). Come giocatore affronterei l'avventura con un minimo di ragionamento anche a seconda del PG. Se devo cercare qualcuno in una foresta molto grande come quella in questione magari inizio ad andare verso punti di riferimento visibili (la cascata, il fiume, la radura ecc...) e da lì cerco di trovare indizi. Oppure prima di entrare nella foresta cerco informazioni sui banditi, mi apposto fuori per vedere se ne entra/esce qualcuno per poi seguirlo o simili. Sono tutte cose che poi magari richiedono dei tiri, ma sono io a determinare come approcciare l'avventura.
  19. Vuol dire che invece di essere il PG a decidere cosa fare, come approcciare la ricerca e se ha successo in base a quanto effettivamente fa, semplicemente vaga per la foresta e si tirano dei dadi. Se è particolarmente fortunato trova subito quello che cerca, rendendo di fatto inutile che questi banditi siano nascosti nella foresta. Tanto vale che fossero semplicemente accampati fuori città. Se invece è particolarmente sfortunato viene svantaggiato dall'arrivo di altri nemici, scontri con lupi o peggio ancora il prigioniero viene ucciso (a sua insaputa), rendendo inutile l'avventura. A me sembra un approccio simile ad alcune vecchie avventure della 1° edizione: incontri un gruppo di persone e tiri un dado per sapere se sono amichevoli o ti attaccano a vista, senza dare invece spazio alla diplomazia dei personaggi, al loro BG e identità.
  20. Io personalmente sconsiglio un approccio basato su tiri di dado per determinare l'avventura. Lasci tutto al caso invece che al giocatore il potere di determinare quanto accade.
  21. Dovresti strutturare la parte nella foresta come un'avventura ad incontri. Nel senso che se si mette a vagare a caso nella foresta farebbe probabilmente degli incontri con creature e persone che potrebbero aiutarlo nella foresta o semplicemente ostacolarlo. Magari incontra dei viandanti a cui può chiedere dei banditi ("Avete visto dei tizi loschi? Vestiti così e così?"), oppure imbattersi in un animale pericoloso che sarebbe preferibile evitare con conseguenti prove. Se vuoi puoi mettere dei tiri casuali, oppure fare una mappa vera e propria e basarti sulle direzioni in cui ti dice di andare il giocatore. Di base comunque se la forestsa è ampia a meno che i banditi siano in un posto con un punto di riconoscimento abbastanza chiaro (es. la cascata, alle pendici delle montagne vicine sul fiume) è abbastanza improbabile trovarli per caso, se non dopo giorni e giorni di perlustrazione. Mettere in una foresta solo dei banditi mi sembra un po' riduttivo e semplicistico. Ci sono mille cose diverse che si possono trovare anche se non pertinenti alla quest in corso.
  22. Ma i potenziamenti sono sfruttati in modo diverso dal gruppo!
  23. Questa è una cosa che dipende dai giocatori, ogni persona è a sé. So che è il consiglio per i DM più abusato di sempre, ma parlarne con i giocatori aiuta a chiarirsi. Magari come ho scritto preferiscono un'avventura ignorante senza ragionamenti, per questo aspettano un trigger. O magari no, ma parlandone apertamente fuori gioco si può capire e trarne beneficio.
  24. Continua a sfuggirti il punto. Non mento in dubbio la buona fede del master, sto solo dicendo di fare attenzione a queste modifiche di punti cardine del regolamento perché è un rischio concreto sbilanciare il gioco.
  25. Questo è un aspetto spesso sottovalutato dai DM e certamente può essere una causa di quanto successo. Attento però che ci sono giocatori che si aspettano che questo succeda, perché abituati ad uno stile di narrazione dove non devono fare grandi ragionamenti, ma più che altro menare le mani.
×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.