Jump to content

Benvenuto in Dragons´ Lair

La più grande e attiva community italiana sui Giochi di Ruolo.
Accedi o registrati per avere accesso a tutte le funzionalità del sito.
Sarai così in grado di discutere con gli altri utenti della community.

Cosa c'è Di Nuovo su Kickstarter: Ptolus

Benvenuti a Ptolus, un città di misteri, segreti e storie oscure. Ptolus giace da sempre all'ombra di una gigantesca spirale di roccia che sale ad altezze impossibile nel cielo, al tempo stesso un enigma e un memento di mali passati. Sotto a Ptolus si estende un dedalo apparentemente infinito di antichi dungeon che attirano avventurieri da ogni angolo dell'Impero.

Introduzione
A Ptolus il sovrannaturale è la norma e i tradimenti si nascondono dietro ogni angolo. Oppure la norma sono i tradimenti e il sovrannaturale si nasconde dietro ogni angolo? In ogni caso la città di Ptolus è piena di pericoli, magie, intrighi e soprattutto avventure.
E il segreto più grande ed importante della città altro non è che ciò che incombe sulla testa di tutti coloro che vi abitano, ovvero l'antica fortezza di Jabel Shammar. Questo luogo leggendario non è stato costruito in cima alla spirale di roccia che si staglia sopra la città, ma è nata prima la fortezza. La guglia rocciosa è semplicemente la manifestazione della volontà della terra stessa di allontanarsi il più possibile da sè stessa il male terrificante nascosto in questo luogo sinistro.

Ptolus è un'ambientazione urbana, ma è anche adatta ad essere usata per l'esplorazione di dungeon e sotterrani. Le vostre campagne a Ptolus possono passare da spedizioni nei dungeon alle avventure urbane come meglio preferite. Per la parte urbana ci sono tantissime organizzazioni e personaggi che danno vita e spessore a questa città fantasy fuori dagli schemi.
Il Prodotto
Ptolus: Monte Cook's City by the Spire è qualcosa di incredibile. Non solo è fisicamente enorme (672 pagine di manuali più svariate centinaia di elementi e documenti extra), ma ha ridefinito gli standard per la produzione fisica di un manuale. Dalla sua copertina a rilievo agli svariati segnalibri in raso, tutto quello che riguarda Ptolus è di grande qualità. Illustrazioni eccellenti e numerose mappe riempiono le pagine e in varie buste sono raccolti indizi per i PG, mappe per i giocatori e poster di varie dimensioni. La rilegatura è eccellente e supera gli standard di ogni altro prodotto per GdR esistente.

E tutto questo si riferisce all'edizione originale del manuale del 2006. Questo è lo standard da cui vogliamo partire e chissà quali migliorie riusciremo ad apportare sulla base degli obiettivi raggiunti da questo Kickstarter.
E nonostante le dimensioni titaniche Ptolus non è un tomo indecifrabile, ma è stato progettato appositamente per i DM. Svariati indici e glossari vi aiutano a gestire tutti i contenuti. Ai margini delle pagine trovate riferimenti alle mappe relative. Per ogni distretto sono presenti tabelle riassuntive e sommari per sapere cosa vi succede, chi vi abita e l'atmosfera generale del luogo.
In aggiunta alle due nuovi versioni (per D&D 5E e Cypher System) di Ptolus: Monte Cook's City by the Spire, questa campagna Kickstarter vuole sovvenzionare anche una versione in stampa o PDF della Ptolus Player's Guide. Si tratta di un volume di 32 pagine che fornisce una visione generale dell'ambientazione ai nuovi giocatori e li aiuta a pensare ai personaggi che potrebbero volerci giocare. Come ogni altro prodotto legato a Ptolus è ricco di dettagli che danno vita all'ambientazione, trasmettendo ai giocatori non solo un senso della geografia, degli eventi e delle fazioni della città, ma anche l'atmosfera dell'ambientazione.
Potete trovare qui una versione preliminare in PDF della suddetta Player's Guide.
Storia del Prodotto
Il prodotto originale Ptolus: Monte Cook's City by the Spire fu pubblicato nel 2006 per D&D 3E. All'epoca (e quasi sicuramente ancora oggi) era il singolo prodotto per GdR più grande mai realizzato. Una visione unica e di insieme permea l'intero manuale e si manifesta in ogni pagina.

Questa ambientazione è stata costruita sulla base della storica campagna personale di Monte Cook in persona, da lui gestita mentre, assieme ai suoi giocatori, stava sviluppando D&D 3E. I giocatori (tra cui Bruce Cordell e Sean Reynolds) erano tutti sviluppatori, editori e manager facenti parte del team di sviluppo di tale gioco e la loro influenza si rispecchia in ogni angolo di Ptolus. E possiamo tranquillamente dire che la campagna di Ptolus ha influenzato lo sviluppo della 3E.
L'edizione originale di Ptolus: Monte Cook's City by the Spire è uno dei prodotti del nostro hobby ad oggi ancora più ricercati. Dopo la pubblicazione il prodotto venne praticamente subito esaurito ed è da allora diventato un pezzo da collezione. Al momento è disponibile (nella sua versione originale) sia come PDF che come print-on-demand su DriveThruRPG, ma ciò che vi vogliamo offrire è una nuova versione adattata ai sistemi di gioco del giorno d'oggi e magari, con il vostro aiuto, degli elementi aggiuntivi mai visti prima.
Link alla pagina del Kickstarter: https://www.kickstarter.com/projects/montecookgames/ptolus-monte-cooks-city-by-the-spire/description
Read more...

Aggiornamento sui Talenti Più Popolari per la 5E

Articolo di Morrus del 15 Febbraio
I ragazzi di D&D Beyond hanno pubblicato sulla loro piattaforma le nuove statistiche sui talenti più popolari a livello di uso.
Sembra che la percentuale di personaggi che usa i talenti sia aumentata leggermente dal 2018 ad oggi:


 
Ecco i talenti più popolari nel 2018 e oggi.


Ed eccoli infine divisi per classi.


Link all'articolo originale: https://www.enworld.org/threads/d-d-beyond-revisits-popular-feats.670311/
Read more...

Cosa fare quando non si riesce ad aprire una porta

Articolo di J.R. Zambrano del 04 Febbraio
Lo so, ci siamo passati tutti. Tutto sta andando perfettamente, non solo sono venuti tutti quanti a giocare, ma non si stanno neppure facendo distrarre dal video sul cagnolino carino. I telefoni e i laptop sono lontani e, sorpresa delle sorprese, i PG vogliono davvero andare avanti nell'avventura che avete creato per loro invece che spendere metà del tempo facendo spese, mentre l'altra metà sta litigando su quale sia il modo migliore per arrivare al dungeon. Infatti, sono già nel bel mezzo del dungeon quando arrivano di fronte a lei...la temibile porta chiusa a chiave.

E certo, volevate che fosse un po' impegnativa. Perciò la CD per aprirla è un po' più alta, ma dovrebbe essere abbastanza facile per il ladro da apr...ops, come non detto, non riesce a fare un tiro al di sopra del 3. Okay. Bene, adesso la serratura è rotta, ma il resto del dungeon sta chiamando gli avventurieri all'esplorazione. OPPURE, il gruppo potrebbe solamente starsene lì impalato per le successive tre ore cercando di capire come "hackerare la porta" in modo da attraversarla.
Sapete, vero, quale di queste due opzioni sceglierà il gruppo, nove volte su dieci? Ecco perché oggi parleremo di come riprendersi dopo un fallimento, e di cosa fare quanto il gruppo sembra non riuscire ad andare oltre una determinata porta.

Adesso, giusto per intenderci, questa non deve essere necessariamente una porta reale, potrebbe essere una porta metaforica. Per alcuni, la porta che non riescono ad aprire potrebbe essere la timidezza, per altri una mancanza di educazione...ma per noi la porta che non possiamo aprire è una porta reale. E stiamo per parlare di di come riuscire ad attraversarla.
Un fallimento solo da un certo punto di vista

La prima cosa di cui dobbiamo parlare è cosa rappresenti quel tiro abilità. D&D funziona come un sistema binario. Avete due situazioni quando fate un tiro in scassinare per aprire la porta: o ce la fate o fallite. Se ce la fate, la porta si apre. Se fallite, non si apre. Se fallite alla grande non potete più riprovarci, mi dispiace ragazzi, vi hanno bucato il pallone.
Altri giochi di ruolo fantasy non hanno questo problema. Che sia il metodo del D20 System di avere successo ad un costo o l'idea del successo parziale delle regole di Apocalypse World, non c'è un aut aut. Non c'è una gamma che misuri successi o fallimenti. Il che non è necessariamente una brutta cosa, ma pone alcune limitazioni nel vostro modo di pensare. Dopo tutto, se la porta si apre o non si apre, quel tipo di struttura Successo/Fallimento inquadra la situazione in una questione di sì o no.
Ma la questione è che, come DM, voi potreste volere che i giocatori entrino nella stanza. Specialmente se ne hanno bisogno per avanzare nell'avventura. La stessa cosa accade nel caso debbano assolutamente acchiappare un ladro o trovare una certa reliquia. Cosa fare allora? Riformulare l'intero concetto.

Invece di guardare alla porta come un tiro in arnesi da scasso, o come qualcosa che i giocatori devono sfondare, pensate a cosa quel tiro rappresenti. Invece di fallire ad aprire la porta, pensatela come un fallire ad aprire la porta nel modo che sia più conveniente per loro. Ci dovrebbe comunque essere un modo per aprire la porta, ma magari adesso significa trovare la persona o mostro che ne possiede la chiave. O trovare una pergamena di Scassinare in un laboratorio da Mago da qualche parte nel dungeon.
Nessuna conseguenza

Ora che avere riformulato il dilemma, pensate a quali potrebbero essere le conseguenze di un fallimento. Se scassinare la serratura vuol essere un modo facile e silenzioso per entrare, magari adesso quell'approccio non è più disponibile per i personaggi e tutti gli altri modi di entrare dentro la stanza comportano fare rumore o attirare attenzioni indesiderate.
O magari potrebbe costargli qualche risorsa extra. In pratica pensate a quali costi/risorse i giocatori potrebbero avere, in modo da spenderli per aprire la porta. Potrebbero essere oggetti magici, potrebbero essere punti ferita, se stanno combattendo un nemico che custodisce la chiave. Potrebbe persino essere l'elemento sorpresa: adesso che le persone nel dungeon sanno dei PG prenderanno delle precauzioni extra. Potete rendere un tiro fallito portatore di conseguenze indesiderate senza interrompere il flusso di gioco.
Un altro punto di svolta, una biforcazione della strada

Un altro modo di considerare come entrare nella stanza potrebbe essere trovare un'entrata alternativa. C'è una consuetudine che si trova in certi giochi come Skyrim e Fallout quando una porta è bloccata da un lato, di solito c'è un altro modo per entrare. Bisogna solo trovarlo. Se non riescono ad aprire la porta dal lato in cui si trovano, magari buttate lì qualche indizio su un'altra entrata. Magari una porta segreta o, meglio ancora, se riuscite a farli proseguire all'interno del dungeon preparate un percorso che torni indietro fino a un passaggio segreto che porta all'interno della stanza.
Circolare prego

Questo è l'altro grande trucco. Cercate modi per incoraggiare il gruppo a proseguire quando non riescono ad oltrepassare la porta. Potete indicare dettagli come l'ornamentazione della serratura e del buco di quest'ultima, o parlare di come potrebbe esserci un'entrata segreta più avanti nel dungeon. Se questo non funziona, potete sempre fare affidamento sulla vostra fidata tabella degli incontri casuali per avere qualcosa che vagherà proprio dove si trovano i PG. Qualunque cosa serva per evitare che finiscano impantanati su un particolare ostacolo.
Dategli degli amici dall'altro lato

Naturalmente, parlando di conseguenze e mostri erranti, se i giocatori sono veramente bloccati, è probabile che faranno rumore. L'attenzione può sempre arrivare dall'altro lato della porta invece che da un mostro errante. Io userei questo trucco con parsimonia però, o i giocatori si abitueranno al fatto che le cose siano facili e tutto vada liscio, e questa è l'ultima cosa che volete. Idealmente, stanno facendo una partita a un gioco che è organizzato interamente per loro, ma che deve sembrare non lo sia.
Buone Avventure! Cosa fate quando il vostro gruppo è bloccato in un impasse? Fatecelo sapere nei commenti!
Link all'articolo originale: https://www.belloflostsouls.net/2020/02/dd-what-to-do-when-you-cant-get-through-that-door.html
Read more...

Old School Essentials sarà pubblicato in Italia da Need Games

Old School Essentials è basato sulla versione B/X (Base/Expert) di Dungeons&Dragons a cura di Tom Moldvay (Base) e David Cook (Expert) rilasciata nel 1981 dalla TSR. Per chi non lo sapesse la B/X è la versione di Basic D&D precedente al BECMI (quella con la famosa Scatola Rossa, anche se sarebbe più corretto parlare di BECM visto che l'Immortal Set non fu mai tradotto in Italia), il quale fu la prima versione ad arrivare in Italia.

Le differenze tra le due versioni sono minime e ciò permette a Old School Essentials di essere compatibile anche col materiale che fu pubblicato in Italia all'epoca dalla Editrice Giochi.

Old School Essentials, nella sua versione originale, è un gioco modulare composto da 7 supplementi:
Core rules: con le regole base del gioco. Genre Rules: dove si trovano le classi giocabili (Guerriero, Mago, Chierico, Ladro) assieme ad Elfo, Nano ed Halfling (che sono classi e non razze in questo regolamento). Treasures: con la descrizione di tesori ed oggetti magici. Monsters: il Manuale dei Mostri. Advanced Fantasy Genre Rules: con le regole per emulare la prima edizione di Advanced Dungeons&Dragons, scindendo le razze dalle classi ed aggiungendo classi come il Paladino, l'Assassino, il Bardo, il Ranger, l'Illusionista e il Barbaro. Cleric and Magic User Spells: il libro degli incantesimi di Maghi e Chierici. Druid and Illusionist Spells: il libro degli incantesimi di Druidi ed Illusionisti. Oltre alla versione in 7 supplementi esiste anche la versione in tomo unico, al momento non si sa quale delle due versioni verrà pubblicata dalla Need Games.

Per celebrare l'evento, Gavin Norman, il creatore di Old School Essentials, sarà presente alla NeedCon (ribattezzata quest'anno NeedPunk) la convention organizzata dalla Need Games per presentare i suoi prodotti e le sue novità. L'evento si terrà il 22 Febbraio 2020 presso la Casa dei Giochi a Milano, in Via Sant’Uguzzone 8 con il seguente programma:
Ore 10:00, apertura porte Ore 15:00, presentazione di Old School Essentials Ore 15:30 -19:00, partita a Old School Essentials con Gavin Norman come DM. Old School Essentials sarà disponibile in Italia a partire da Settembre 2020.

Annuncio ufficiale del NeedPunk sul sito della Need Games: https://www.needgames.it/eventi/needpunk2020/
Read more...

5 Cose che Fortunatamente D&D si è Lasciato alle Spalle

Articolo di J.R. Zambrano del 08 Febbraio
Al giorno d'oggi se entrate in un negozio di giochi potete godervi l'enorme gamma ed evoluzione dei giochi moderni. Volete darvi alle avventure fantasy? Potete scegliere quello che volete, con Pathfinder e D&D presenti praticamente ovunque, ma con svariati altri sistemi disponibili. Non vi ispira il fantasy? Ci sono una gran varietà di giochi sci-fi. Non siete ancora soddisfatti? Perché non provare un gioco dove siete dei punk che distruggono dei centri commerciali? O magari dove interpretate un lavoratore part-time? O ancora potreste esplorare le stranezze degli anni '80 di una linea temporale alternativa.
A qualunque cosa decidiate di giocare, non ci sono dubbi che l'hobby in generale abbia fatto passi da gigante. E perché possiate meglio apprezzare cosa abbiamo a disposizione al giorno d'oggi, diamo uno sguardo alle cose che fortunatamente ci siamo lasciati alle spalle.
Doversi Colorare i Propri Dadi

Questa categoria potrebbe anche chiamarsi set incompleti, alternative cartacee ai dadi o in generale scarsità di prodotti. Nel momento in cui erano arrivati alla quarta ristampa, se volevate comprarvi un set di OD&D era probabile che sareste diventati gli orgogliosi possessori di un sacchetto con sei dadi non colorati e una matita di cera bianca o nera da usare per delineare voi stessi i numeri.
Già questa cosa non era il massimo. Ma man mano che gli anni passarono le cose non migliorarono certamente e, anzi, la cosa divenne ancora più comune. Si poteva praticamente vedere la scorta di dadi della TSR diminuire a vista d'occhio. Nel 1979 le scorte finirono e dovettero includere dei cartoncini con dei "dadi da ritagliare", dei foglietti di cartone con quadratini con sopra vari numeri da ritagliare e pescare casualmente

Al giorno d'oggi o prendete un set completo della Chessex o li ordinate a peso. Si possono comprare dadi di ogni forma e dimensioni, con simboli speciali di ogni genere. Io stesso possiedo un set di dadi con simboli di ossa per quando gioco un necromante o per generiche cose da cattivo. Viviamo davvero in un'epoca di abbondanza.
Requisiti Differenziati per Salire di Livello

Qui sopra ne ho inclusi solo due di esempio, ma 'c'è stato un tempo (AD&D) durante il quale ogni classe cresceva di livello ad un ritmo differente. Quindi anche se riuscivate a fare sì che tutti i giocatori si presentassero ad ogni sessione finivate comunque ad avere delle discrepanze di livello. Perché niente è così divertente come rimanere uno o due livelli indietro rispetto al resto del gruppo e rischiare di morire ancora più facilmente.
Vale lo stesso discorso con i limiti massimi di classe/razza. Certo le prime edizioni del gioco erano volutamente umanocentriche, ma questo limitava anche in parte il divertimento. Al giorno d'oggi si può scegliere una qualsiasi combinazione di razze e classi, e si sale di livello tutti allo stesso ritmo. Il che implica doversi preoccupare solo di assegnare al meglio le caratteristiche.
THAC0

Parlando di matematica prendiamo la cosa "preferita" di tutti riguardo a D&D, ovvero il determinare quali numeri sommare tra di loro. Assicuriamoci, quindi, che i giocatori debbano fare un ulteriore passaggio di calcolo da poi confrontare con un altro valore.
Siamo sinceri, la questione è ancora presente (anche se non così terribile alla fine, solo noiosa). Semplicemente quel passaggio di calcolo ulteriore viene saltato visto che la CA è presentata come numero bersaglio invece che calcolata a livello astratto da uno 0. Questo ha anche il bonus aggiunto di fare sì che tutti i bonus che ottenete salendo di livello siano ad incrementare. E d'altronde ottenere dei numeri sempre più grandi non è forse da sempre alla base del voler salire di livello?
Miniature di Piombo

Le miniature sono molto migliorate con gli anni. Certo c'è comunque un certo fascino nostalgico nelle miniature "vecchia scuola" di piombo. Forse è il peso o il chiedersi se potrebbe essere il caso di farsi un richiamo del tetano se ci si graffia sopra un dito cercando di montare le ali ad un gargoyle.
Per il resto di noi ci sono tantissime miniature di plastica leggere, dettagliate e soprattutto (relativamente) economiche a disposizione sul mercato al giorno d'oggi. Che si tratti di miniature già dipinte (che è sicuramente l'andazzo del futuro) o dei prodotti della Reaper's Bones, le miniature moderne sono molto più variegate e particolari e sono più semplici da gestire.
Satana

Nessuno oggi pensa che il nostro hobby sia satanico, ma c'è stato un periodo in cui c'era chi lo pensava Che si tratti della volta in cui D&D ha traumatizzato Tom Hanks...

O di quella volta che i giornali hanno deciso che D&D era roba da stregoni...

C'è stato un periodo in cui giocare a D&D implicava essere un adoratore del diavolo e un membro degli Illuminati. Come per ogni altro franchise che è stato travolto da un panico moralista, tutto quello che queste notizie fecero fu rendere miserabile la vita di molte persone per un lungo tempo e non aiutarono certo chi pretendevano di voler aiutare.
Ad ogni modo al giorno d'oggi il futuro del nostro hobby appare radioso.
Ci sono altri aspetti del nostro hobby che siete contenti siano caduti in disuso? Pensate che ci siamo sbagliati e che la THAC0 fosse in realtà una gran cosa? Fatecelo sapere nei commenti!
Link all'articolo originale: https://www.belloflostsouls.net/2020/02/dd-five-trends-gaming-left-behind-for-good-reason.html
Read more...
Bellerofonte

Capo Ventura - Topic di Servizio

Recommended Posts

Benvenuti, viaggiatori!

Questa piccola avventura si svolgerà in parallelo alla trama principale attualmente in corso - stesso universo, per intenderci - come spin-off dell'ambientazione che io e i miei tre giocatori attuali [Ghal Maraz, Fezza e Pippomaster92] abbiamo creato tutti insieme. Ovviamente ora anche voi avrete voce in capitolo!

Per le linee guida sto aprendo in questo preciso momento un altro topic, il Registro della Loggia, dove troverete tutte le informazioni di base per cominciare. Se non vi bastano, ovviamente chiedete pure qui!

Cito ciò che dissi più di un anno fa:

Il 7/4/2018 alle 22:55, Bellerofonte ha scritto:

Ciò che vi serve per iniziare è un PG ben costruito, più realistico possibile: questa campagna è ciò che di più lontano ci può essere da un D&D sfondaporte, ed è stata costruita per il ragionamento, l'introspezione e la responsabilità dei PG. La vera sfida non sarà distruggere i vostri nemici, più volte avrete mezzi e strumenti che vi permetteranno un gioco semplice...la vera difficoltà sta nell'intraprendere scelte morali, nel cercare di fare sempre la cosa più giusta. Non potete combattere i dilemmi etici, le arguzie, la politica, con uno spadone!...o forse sì?

Scegliete il vostro PG, e una volta costruito datemi il Background. Provvederò a integrare tutto nella città di Capo Ventura.

Al contrario di ciò che accade nella sezione Eurus Septima, il vostro viaggio comincia esattamente un anno dopo la partenza della Eurus Septima, la Settima Spedizione della Loggia nell'Oceano d'Oriente. Per ora non si vedono nuove spedizioni all'orizzonte, ma dopo il trambusto avvenuto alla vigilia della partenza alcuni strani fatti stanno accadendo nell'Ovest.

Ognuno di voi inizierà con un Capitolo Zero, una specie di "Sandbox" in solitaria dove potrete collegare il vostro background alla storia vera e propria, testare un po' il vostro PG, decidere se cambiare qualcosa o meno, e ovviamente fare conoscenza col mondo che vi circonda. In questa breve premessa il vostro PG non potrà morire, ve lo assicura il master.

Adesso fatevi pure avanti e ditemi un po' cosa avevate in mente di giocare!

Edited by Bellerofonte
Edit: errore ortografico
  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

Salve master! Mi è piaciuta molto l'idea della campagna perché sono curioso di vedere la gestione in mare... Avrei una proposta curiosa per quanto riguarda il mio pg, se ti può piacere. Ultimamente mi sono messo a leggere il manuale de "I miti di Cthulhu" per la 5e, e mi è piaciuto un sacco il fatto che fosse puramente di integrazione a una generica avventura di d&d, e mi piacerebbe proporti di interpretare uno Gnor, creatura anfibia di cui il manuale ha tutte le stats e caratteristiche (domani ti posso inviare tutto ciò che ne riguarda in inglese, al momento ho fatto una foto del mio manuale in italiano), ladro mascherato per nascondere le sue spoglie (puntando al terzo livello come assassino) totalmente dedito al capitano per un debito di sangue o comunque un giuramento di fedeltà. Se ti può piacere, domani ti mando il pdf con tutte le caratteristiche. Capisco che sia una scelta molto "esotica", ma mi piacerebbe provare questa razza in un contesto del genere. 

15639031606771772503350.thumb.jpg.8de3718219f027b59a184c370e4dd871.jpg

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 minuto fa, Daimadoshi85 ha scritto:

Salve master! Mi è piaciuta molto l'idea della campagna perché sono curioso di vedere la gestione in mare... Avrei una proposta curiosa per quanto riguarda il mio pg, se ti può piacere. Ultimamente mi sono messo a leggere il manuale de "I miti di Cthulhu" per la 5e, e mi è piaciuto un sacco il fatto che fosse puramente di integrazione a una generica avventura di d&d, e mi piacerebbe proporti di interpretare uno Gnor, creatura anfibia di cui il manuale ha tutte le stats e caratteristiche (domani ti posso inviare tutto ciò che ne riguarda in inglese, al momento ho fatto una foto del mio manuale in italiano), ladro mascherato per nascondere le sue spoglie (puntando al terzo livello come assassino) totalmente dedito al capitano per un debito di sangue o comunque un giuramento di fedeltà. Se ti può piacere, domani ti mando il pdf con tutte le caratteristiche. Capisco che sia una scelta molto "esotica", ma mi piacerebbe provare questa razza in un contesto del genere.

Bellerofonte approva.

Una nota sulla mia concezione delle razze esotiche: non è di per sé la razza che conta, ma la combinazione sconclusionata di oggetti/razze/classi/BG per ottimizzare a fare powerplay inutile in questa campagna. La tua idea mi piace perché oltre ad essere figa la trovo anche coerente.

  • Thanks 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
11 hours ago, Bellerofonte said:

Bellerofonte approva.

Una nota sulla mia concezione delle razze esotiche: non è di per sé la razza che conta, ma la combinazione sconclusionata di oggetti/razze/classi/BG per ottimizzare a fare powerplay inutile in questa campagna. La tua idea mi piace perché oltre ad essere figa la trovo anche coerente.

Mi fa molto piacere! Ho già un'idea di background allora, adesso la sviluppo un po' e poi te la mando. Intanto ti allego il documento sulla razza e le pagine dei talenti (ci sono un paio di talenti razziali che potrebbero interessarmi), e poi avrei alcune domande riguardo la creazione scheda, di tipo puramente tecnico:

  • Livello di partenza?
  • Come preferisci il calcolo delle caratteristiche? 4d6, point buy, stringa standard?
  • Per la scheda preferisci MythWeavers o anche un pdf editabile?
  • Kiltus Fuinur è quindi il capitano della Eurus Septima, che non c'entra con noi se ho ben capito. Per il background che ho in mente chi devo considerare come "il capitano", quindi? 🤔

 

Edited by Daimadoshi85

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, Daimadoshi85 ha scritto:

Livello di partenza? 

Livello 4.

1 ora fa, Daimadoshi85 ha scritto:

Come preferisci il calcolo delle caratteristiche? 4d6, point buy, stringa standard?

15 - 14 - 13 - 12 - 10 - 8

1 ora fa, Daimadoshi85 ha scritto:

Per la scheda preferisci MythWeavers o anche un pdf editabile?

Mythweavers è più comodo, secondo me

1 ora fa, Daimadoshi85 ha scritto:

Kiltus Fuinur è quindi il capitano della Eurus Septima, che non c'entra con noi se ho ben capito. Per il background che ho in mente chi devo considerare come "il capitano", quindi? 🤔

Giusto. Hai tre scelte:

  1. Essere comunque in debito con Kiltus (che è già partito, perciò devi cercare di estinguere il debito in un altro modo, che vediamo nel capitolo zero)
  2. Considerare "capitano" il Gran Maestro della Loggia Kerberos Fuinur, padre di Kiltus. Molti Pionieri sono nella Loggia poiché li ha salvati da pessime situazioni.
  3. Essere fedele al capitano della Cercascogli, Besnik "Fortunale" Aghendor, che prima di partire per l'Est ti ha chiesto di badare alla sua nave e proteggerla a costo della tua vita.

C'è ancora qualche dettaglio riguardo al camuffamento che mi va di discutere con te, ma magari lo facciamo più tardi.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Di nuovo salve a tutti!

Allora come dicevo a MattoMatteo, l'avventura e il mood in cui affrontarla mi incuriosisce molto, così come il poter provare la 5Ed e perché una razza un po'' strana XD

Stavo dando un'occhiata quindi e mi stuzzicavano molto questi tre signori DragonideTortuga e Vedalken sono 3 possibili linee di caratterizzazione che mi piacerebbe approfondire.

Per quanto riguarda i ruoli da ricoprire a bordo, mi sembra di capire che abbiamo già un'arcanista ( @MattoMatteo ) per quanto riguarda @Daimadoshi85 non ho ben capito la "destinazione" del tuo gnorri skill monkey? Specialista? Esploratore?

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 minutes ago, Redik said:

Di nuovo salve a tutti!

Allora come dicevo a MattoMatteo, l'avventura e il mood in cui affrontarla mi incuriosisce molto, così come il poter provare la 5Ed e perché una razza un po'' strana XD

Stavo dando un'occhiata quindi e mi stuzzicavano molto questi tre signori DragonideTortuga e Vedalken sono 3 possibili linee di caratterizzazione che mi piacerebbe approfondire.

Per quanto riguarda i ruoli da ricoprire a bordo, mi sembra di capire che abbiamo già un'arcanista ( @MattoMatteo ) per quanto riguarda @Daimadoshi85 non ho ben capito la "destinazione" del tuo gnorri skill monkey? Specialista? Esploratore?

Assassino 😅

Share this post


Link to post
Share on other sites

Per ora vi consiglio di pensare prima ai PG e poi in corso d'opera adoperarvi per capire quale sarà il vostro ruolo a bordo. Sappiate che non inizierete con una nave bella e pronta, prima vi tocca un po' di ambientazione a terra presso la vostra base a Capo Ventura.

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 minuto fa, Bellerofonte ha scritto:

Sappiate che non inizierete con una nave bella e pronta, prima vi tocca un po' di ambientazione a terra presso la vostra base a Capo Ventura.

Bene bene, l'idea di andare in giro con qualcosa che ho contribuito a costruire mi stuzzica molto, così come l'importanza data ad abilità come, professione, artigianato e cose come il commercio o le interazioni sociali

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
56 minutes ago, Bellerofonte said:

Giusto. Hai tre scelte:

  1. Essere comunque in debito con Kiltus (che è già partito, perciò devi cercare di estinguere il debito in un altro modo, che vediamo nel capitolo zero)
  2. Considerare "capitano" il Gran Maestro della Loggia Kerberos Fuinur, padre di Kiltus. Molti Pionieri sono nella Loggia poiché li ha salvati da pessime situazioni.
  3. Essere fedele al capitano della Cercascogli, Besnik "Fortunale" Aghendor, che prima di partire per l'Est ti ha chiesto di badare alla sua nave e proteggerla a costo della tua vita.

C'è ancora qualche dettaglio riguardo al camuffamento che mi va di discutere con te, ma magari lo facciamo più tardi.

Ok, ottimo! Allora...io per il background manterrei come capitano Kiltus, poi mi dici come agganciarlo meglio, ma anche il fatto che abbia un gatto (altra creatura da reami del sogno) mi pare molto attinente 😄 Anche il fatto che Tiberius Harel sia un sognatore mi è piaciuto particolarmente.

Allora...ho provato a fare una bozza di background, la trovo un po' raffazzonata, ma non avendo molte informazioni su Kiltus ho dovuto un po' inventare. Non so bene come sviluppare la parte del debito/giuramento, se hai una idea migliore la accetto volentieri.

Background

Spoiler

Raftal è uno Gnor rosso di 57 anni e ha vissuto per più di 50 anni nelle profondità oceaniche, acquistando prestigio nella società meritocratica dei suoi simili studiando piante e creature per la produzione di medicinali e veleni, commerciabili anche nel mercato di superficie, attività molto gettonata nella sua comunità e cui ha dato il suo contributo inventando pozioni, veleni e antidoti di sua creazione, sfruttando anemoni particolari cresciuti su relitti di velieri e scialuppe cresciuti in un determinato luogo, in una baia a sud di Capo Ventura vicino alla catena montuosa. A quanto pare alcuni elementi di quell'acqua davano agli anemoni proprietà particolmente valide per lo studio, oltre che una curiosa luminescenza verdastra non riscontrata in altri suoi simili.
E' durante una delle sue escursioni per ottenere questi anemoni che ha conosciuto il capitano Kiltus Fuinur, e con lui è nata la curiosità della superficie, oltre ai relitti che visitava. Non aveva mai visto un essere umano prima e, come tutti quelli della sua specie e tutti quelli che glieli avevano descritti, è rimasto affascinato dalle loro movenze così diverse da quelle della sua razza. Ed è la curiosità che lo ha portato ad allontanarsi dalla sua città e ad avventurarsi nel mondo, nella superficie, allo scopo di scoprire cos'altro la natura può proporgli fuori dal mare, scoprire altre sostanze, medicine o veleni che possano essere utili per la sua razza.
Nonostante il terrore iniziale dell'uomo per la creatura, inatteso ospite di quel relitto, il fatto che parlasse la sua lingua (e che il suo gatto non avesse alcun timore di lui) lo ha reso meno ostile e incline a dialogare, scoprendo vicendevolmente un mondo che non conoscevano. 
Purtroppo i nomi delle creature marine sono impossibili da pronunciare per le creature di superficie, perciò il capitano iniziò a chiamarlo Raftal, usando le prime due sillabe che è riuscito a pronunciare.
Dopo svariati incontri, l'uomo si è sentito abbastanza sicuro riguardo l'affidabilità dello Gnor da proporgli un accordo. In cambio della sua fedeltà, l'uomo l'avrebbe portato con sé nelle sue avventure, permettendogli di scoprire con lui luoghi sconosciuti e mai visitati, nemmeno dagli Gnorri. La curiosità e la voglia di conoscenza è stata incontenibile, e lo gnorri ha accettato. Un giuramento di sangue. Ma poi il capitano è partito senza poterlo prendere a bordo...

Riguardo il camuffamento...Ho pensato a uno Gnor rosso, quindi prediligerei l'assenza di armatura, al momento, e quello che pensavo è, per il volto, una maschera che lo copra interamente...poi io avrei puntato a un mantello fino a terra che copra la sua figura in modo da nascondere la coda. Al massimo, massimo, un mantello (o un altro oggetto) illusorio che gli permetta di camuffare le movenze facendo sembrare che abbia le gambe, ma a livello di razza...non si vergogna del suo aspetto, ecco.

Altra cosa che vorrei discutere con te in realtà riguarda i veleni. Ho visto nel manuale del DM che ci sono varie tipologie, e dal background che mi sono fatto volevo capire con te quali potrei avere...oppure quali potrei saper creare.

Edited by Daimadoshi85

Share this post


Link to post
Share on other sites

@Daimadoshi85

Spoiler
  1. Occhio! Kiltus è un mezzelfo! (è il figlio bastardo di Kerberos)
  2. C'è una colonia di Gnor ad un giorno di viaggio in nave ad est da Capo Ventura, quella da cui provieni, presso la Cintura d'Onice (anche detto Arcipelago dell'Orizzonte), una catena montuosa che divide il mondo conosciuto dall'inesplorato Est. Attraversare quei luoghi non è semplice, poiché sono impregnati di magia selvaggia allo stato puro, contengono irti passaggi e sono stracolmi di vulcani attivi. Pochissime sono le navi che vi si avvicinano: pirati in cerca di un luogo dove trovare rifugio, avventurieri alla ricerca dei tesori nei numerosi cimiteri di navi colate a picco, ed ovviamente, le Spedizioni della Loggia.
  3. Le leggende del tuo popolo sostengono che molto tempo fa la colonia fosse un possedimento del leggendario impero subacqueo di Minos, comandato dagli elfi acquatici. La vostra nobile razza ha servito questa civiltà fino al suo crollo avvenuto per volere del dio-che-abita-dietro-il-sole (o almeno così recitano le storie).
  4. Sono pochi i contatti che la vostra colonia ha con il resto del mondo emerso: gli unici che riuscite a incontrare sono i contrabbandieri di Nuova Minos, un piccolo villaggio di elfi marini a un giorno di cammino a sud di Capo Ventura.
  5. Kiltus ti ha incontrato nel 1488 (siamo il 1492, quindi quattro anni fa) e ha mantenuto la sua promessa: a bordo della Bussola d'Argento, il suo piccolo brigantino a palo, ti ha portato per mezzo mondo alla ricerca del re dei pirati, il Flagello dei Mari Nero Gomez. Tornati a Capo Ventura sei stato insignito del titolo di Pioniere e fai ufficialmente parte della Loggia.
  6. Gli Gnorri sono una razza odiata da tutto il continente, tanto da essere uccisi a vista e trattati come mostri; rivelare pubblicamente la tua identità sarebbe un suicidio anche all'interno della Loggia. La prima volta che Kiltus ti ha incontrato ti ha donato un Medaglione del Cantore Fallito, un oggetto magico che genera un'illusione costante di camuffamento [CD 13]. Il medaglione ha un'unica forma di camuffamento predefinita, significa che non lo puoi usare per camuffarti in altre cose, e decidi la forma predefinita la prima volta che lo indossi (si presume che tu ce l'abbia da 4 anni, perciò è da allora che in pubblico sfoggi sempre lo stesso aspetto: puoi essere un Goliath, un orco, un hobgoblin, un grosso umano...scegli tu, seguendo le regole dell'incantesimo Camuffare sé Stesso [CD 13]. Il medaglione funziona fintanto che lo indossi e non ha bisogno di essere attivato. La stranezza di questo particolare oggetto è che camuffa solo la tua pelle nuda: tutto ciò che metti sopra di te (vestiti, oggetti, etc) non viene incluso nel camuffamento.
  7. Sei a Capo Ventura da due anni; sai che Kiltus non ti ha scelto per la Settima poiché aveva timore che se qualcuno avesse conosciuto la tua identità a bordo, l'intera Spedizione sarebbe andata a quel paese.
  8. A parte lui, solo il Consiglio Ristretto è a conoscenza della tua razza. Le descrizioni di tutti questi PNG li avrai nel capitolo zero.

@Redik il Vedalken mi ispira parecchio. Se hai abbastanza fantasia e un buon senso dell'umorismo potrebbe uscirne fuori qualcosa di molto figo. Se scegli la Tortuga e decidi di avere un background come Pioniere anziano della Loggia, sostituisci la competenza in Sopravvivenza con quella in Storia.

Edited by Bellerofonte
EDIT per Redik (lol fa rima)
  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Scusate, scusate, scusate... mi ero perso l'apertura della discussione sui nostri pg.
Eccomi: presente ed arruolato!

1 ora fa, Bellerofonte ha scritto:
3 ore fa, Daimadoshi85 ha scritto:

Per la scheda preferisci MythWeavers o anche un pdf editabile?

Mythweavers è più comodo, secondo me

Spero non ci siano problemi se uso un file docx... mi trovo poco a mio agio con i pdf editabili, perchè spesso hanno spazi minuscoli per scivere cose, e io tendo ad essere prolisso per paura di dimenticare qualcosa).

1 ora fa, Redik ha scritto:

mi sembra di capire che abbiamo già un'arcanista ( @MattoMatteo )

In quanto warlock la mia dotazione magica è più scarsa di un'incatatore completo (diciamo che gli incantesimi servono più di supporto che come specialità primaria); io sono principalmente un'esperto (uno skill-monkey, anche se non al livello di un ladro o un bardo), e a bordo della nave potrei/vorrei ricoprirei il ruolo di "esperto della rotta".

17 minuti fa, Bellerofonte ha scritto:
Spoiler

Gli Gnorri sono una razza odiata da tutto il continente, tanto da essere uccisi a vista e trattati come mostri; rivelare pubblicamente la tua identità sarebbe un suicidio anche all'interno della Loggia. La prima volta che Kiltus ti ha incontrato ti ha donato un Medaglione del Cantore Fallito, un oggetto magico che genera un'illusione costante di camuffamento [CD 13]. Il medaglione ha un'unica forma di camuffamento predefinita, significa che non lo puoi usare per camuffarti in altre cose, e decidi la forma predefinita la prima volta che lo indossi (si presume che tu ce l'abbia da 4 anni, perciò è da allora che in pubblico sfoggi sempre lo stesso aspetto: puoi essere un Goliath, un orco, un hobgoblin, un grosso umano...scegli tu, seguendo le regole dell'incantesimo Camuffare sé Stesso [CD 13]. Il medaglione funziona fintanto che lo indossi e non ha bisogno di essere attivato. La stranezza di questo particolare oggetto è che camuffa solo la tua pelle nuda: tutto ciò che metti sopra di te (vestiti, oggetti, etc) non viene incluso nel camuffamento.

 

@Daimadoshi85 non per smorzare il tuo entusiasmo, ma data la situazione non sarebbe meglio pensare ad un'altra razza, meno problematica? :sorry-old:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ragazzi ho due problemini semplici semplici da affrontare, col vostro aiuto si intende:

1) io ho a malapena il manuale del giocatore, dove scarico/leggo un po' più di materiale? Preferirei manuali veri e propri, non guide all'ottimizzazione (come quella nel forum). L'inglese non è un problema, sono anni che vivo all'estero. 

2) la mia conoscenza tecnologica è bassa, già la domanda di Daimadoshi su come postare la scheda mi ha messo in crisi: se c'è un volontario disponibile, oltre al buon master, per darmi una mano/consigli quando sarà pronta la mia scheda sarebbe fantastico. 

BTW, io farò un Monaco col bg marinaio, sono ancora indeciso sulla razza. 

Share this post


Link to post
Share on other sites

@MattoMatteo non ti preoccupare per la razza dei tuoi compagni, più è difficoltosa da giocare più tendo ad equilibrarla con il gioco degli altri.

Altra cosa, che ripeterò fino alla morte: non vi preoccupate dei ruoli in squadra. Se vi manca il tank, potrete prendere un PNG guerriero. Se vi manca un healer, arruolate un chierico. Siete solo in quattro e in ogni caso non riuscireste a coprire tutti i ruoli necessari (a bordo e fuori), quindi pensate solo a qualcosa che vi piace fare ed il "party" si costruirà più in là. A maggior ragione che i combattimenti non saranno fondamentali, scegliete qualcosa che volete interpretare (se poi vi state organizzando per non fare PG uguali, fate pure!)

Interpretazione >>> Utilità, almeno qui.

Share this post


Link to post
Share on other sites
4 minutes ago, MattoMatteo said:

@Daimadoshi85 non per smorzare il tuo entusiasmo, ma data la situazione non sarebbe meglio pensare ad un'altra razza, meno problematica? :sorry-old:

Eheheh ma questo l'ho scoperto ora 😅 ma no dai, vedrò come gestirmela. 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ecco la descrizione del mio pg (la metto sotto spoiler per evitare wall-of-text):

Spoiler
  • Razza: mezzelfo (ero indeciso tra umano, mezzelfo, kenku o tabaxi; alla fine la storia del pg, basata anche sul bg, mi ha fatto puntare sul mezzelfo).
  • BG: saggio (era attratto anche dall'archeologo -pagina 192 dell'avventura "Tomb of annihilation"- ma può essere tranquillamente reso con poche modifiche al saggio).
  • Classe: warlock (teoricamente poteva andare anche un bardo della conoscenza [traduzione mia di "lore"], un chierico della conoscenza, o un mago divinatore... ma era fin da troppo tempo che volevo fare un warlock, e spero di aver creato una storia interessante per giustificarlo); patrono fatato o grande antico (ancora un pò indeciso), patto del tomo (ma, a seconda di tue risposte a mie richieste, potrei decidere per il patto della lama, anche se il pg non è pensato come combattente da mischia).
  • Allineamento: NN (maggiori descrizioni più sotto).
  • Caratteristiche importanti: Car, Des e Int (come detto prima, non è un pg da mischia; è più che altro uno skill-monkey [6 abilità e 4-5 lingue], un blaster a distanza [con Deflagrazione Occulta], e un'incantatore "da utilità" [prenderò la supplica che mi consente di scrivere rituali nel mio tomo del patto])

Storia:
Figlio di un'umana e un'elfo, mio padre abbandona casa quando sono piccolo (incompatibilità a causa della differenza di razza?); mia madre quindi mi affida al fratello maggiore, noto studioso di antichità (affiliato della Loggia?), che mi tira su come se fossi suo figlio; cresco idolatrandolo, ahnche perchè abbiamo carattere e passioni comuni. Mia madre invece si risposa, e ha due figli (la maggiore una femmina, il minore un maschio); stranamente ho rapporti molto migliori col mio patrigno e i suoi figli, piuttosto che con mia madre, che si trova sempre a disagio in mia presenza (sia perchè gli ricordo il primo marito, sia per il rimorso per come mi ha trattato)... il disagio, comunque, è reciproco.
Dopo aver scoperto i mistriosi resti di una civiltà sconosciuta, in un'isola lontana, la nave torna verso Capo Ventura, quando incappa in una tempesta che ci fà affondare; dopo aver lottato a lungo con i flutti, aggrappato ad un pezzo di scafo, per la stanchezza perso i sensi.
Quando mi risveglio, invece di essere affogato, scopro di essere in una bolla d'aria, sott'acqua; all'improvviso l'acqua attorno a me diventa fosforescente, e vedo che la bolla è tenuta in mano da un'immensa creatura (il mio patrono, nome ancora da decidere); il suo aspetto mi sconvolge, attirandomi e ripugnandomi in egual misura; invece di divorarmi, come temo, la creatura mi parla telepaticamente, offrendomi un patto; ha visto che sono interessato alle antiche civiltà, soprattutto quella scoperta da mio zio, e la cosa ha attirato la sua attenzione; mi promette di risparmiarmi la vita, riportarmi a terra, e fornirmi poteri per continuare i miei studi, se scoprirò cosa ne è stato del popolo (quello di cui abbiamo scoperto le rovine) che una volta la adorava come una divinità, ma che poi l'ha tradita, imprigionata, e infine è fuggito dove lei non può raggiungerlo.
Dalle sue parole intuisco che le serve il loro aiuto (o, quanto meno, le loro conoscenze) per sfuggire alle catene che la bloccano in quel tratto di mare; mi avvisa che, se accetto il patto, saremo legati, e quindi nessuna distanza potrà salvarmi dalla sua vendetta, se la tradisco come hanno fatto loro. Spinto dalla paura, ma anche dalla mia insaziabile curiosità, accetto il patto; un dolore atroce mi attraversa la mente e il corpo, e svengo di nuovo; vengo svegliato dalle grida e dalle pacche di alcuni marinai, che mi hanno trovato su uno dei moli di Capo Ventura; un'ubriacone che bazzica la zona afferma di avermi visto depositare lì, poco prima dell'alba, da un tentacolo di acqua fosforescente.
Da allora uno dei miei occhi è diventato azzurro (prima erano entrambi neri), anche se la mia vista non è cambiata (ma, d'altro canto, alcuni dicono che talvolta il mio occhio azzurro sembra brillare fiocamente nell'oscurità); credo che questo sia il "segno" del mio patto con il mio patrono. Un'altro "segno" è l'oggetto che ho trovato quello stesso giorno, nascosto in una delle tasche del mio vestito, e che prima non avevo; si tratta di una sfera di vetro, poco più piccola del palmo della mia mano (6-8 cm di diametro, pochi grammi di peso, apparentemente indistruttibile), e piena di un fumo verde-azzurro che si muove pigramente anche se la scuoto vigorosamente (anche se, alle volte, il fumo sembra quasi formare delle figure); accostandola all'orecchio sembra di udire un lieve mormorio, ma solo se c'è assoluto silenzio, e nemmeno allora si può essere sicuri; talvolta faccio degli strani sogni, se mi addormento tenendola in mano; infine, sembra avere l'inquietante capacità di tornare sempre da me (apparendo quando nessuno guarda), anche se me la dimentico o me la rubano.

Descrizione del patrono:
Così alta che nella sua mano paio una formica; dalla vita in su appare umanoide, ma al posto delle gambe ha 8 tentacoli da piovra (2 sono più lunghi; alla base i tentacoli sono uniti da una membrana, dando l'impressione che indossi una specie di gonna). Ha 4 braccia; le due superiori al posto delle mani hanno chele da granchio, mentre le due inferiori al posto delle mani hanno delle stelle marine (il polso si innesta al centro del dorso).
Il corpo e la testa sono sottili ed allungati, ricordando come forma e corporatura gli elfi; pelle azzurra, con striature e macchie violacee bordate di marrone; sulla pelle sono presenti piccole chiazze di balani, coralli, spugne e anemoni; i lunghi capelli verdi paiono alghe, e le orecchie sembrano pinne di pesci ; gli occhi sembrano due perle nere, dentro cui brucia un fuoco freddo come il ghiaccio (la pupilla è un foro dai bordi estremamente irregolari e sfrangiati, ed emette una luce azzurra); non ha nè naso nè bocca (per comunicare usa la telepatia), ma ha branchie sia sul collo che sul busto.
Il suo aspetto sembra fatto apposta per disgustare e affascinare allo stesso tempo, essendo dotata di una bellezza aliena ed inquietante.

Carattere:

  • Asse bene-male: si rifiuta di fare del male agli innocenti ed indifesi; non gli piace nemmno quando lo fà qualcun'altro, ma non sente la necessità nè di impedirlo nè di vendicarlo, perchè non è quello il suo lavoro... a meno che, ovviamente, non abbia particolare interesse per l'innocente/indifeso in questione (parente, amico, può ottenere qualcosa di interessante in cambio)!
  • Asse legge-caos: leggi e regolamento possono essere utili, ma anche dare problemi, quindi decide di volta in volta  (valutando anche rapporto rischi-benefici) se seguire una legge o infrangerla.
  • Comportamento: nonostante il suo innegabile fascino (anche se, più che "sexy" o "prestante", può essere descritto meglio come "carino" o "tenero"... tende a stimolare il lato materno delle donne, ma non ha la più pallida idea di come comportarsi con loro) è estremamente timido ed impacciato nelle situazioni mondane, o quando debba parlare in pubblico; invece quando è tra amici, o in situazioni informali, non ha problemi a lasciarsi andare. Quando parla delle cose che lo appassionano può diventare addirittura infervorato, salvo poi magari bloccarsi e balbettare, pensando di essere andato troppo oltre. Alle volte la sua passione per i misteri e le antichità lo porta a dimenticarsi della situazione in cui si trova, anche perchè, nonostante tutta la sua conoscenza accademica, è molto ingenuo sulle cose della vita reale.
  • ispirazione (carattere ed aspetto): come personaggio animato, sicuramente Milo di "Atlantis - l'impero perduto" della Disney (potrei persino dargli gli occhiali... ci devo pensare); come personaggio in carne ed ossa, direi che sarebbe perfetto il Peter Parker degli ultimi due film degli Avengers (Tom Holland).

Ci sono ancora un paio di buchi, ma conto di riempirli quanto prima.

3 minuti fa, aykman ha scritto:

1) io ho a malapena il manuale del giocatore, dove scarico/leggo un po' più di materiale? Preferirei manuali veri e propri, non guide all'ottimizzazione (come quella nel forum). L'inglese non è un problema, sono anni che vivo all'estero.

Attento, su DL non si chiede dove scaricare roba pirata.

5 minuti fa, aykman ha scritto:

2) la mia conoscenza tecnologica è bassa, già la domanda di Daimadoshi su come postare la scheda mi ha messo in crisi: se c'è un volontario disponibile, oltre al buon master, per darmi una mano/consigli quando sarà pronta la mia scheda sarebbe fantastico.

Stò scrivendo una scheda vuota in docx; appena la finisco ti passo il link.

Share this post


Link to post
Share on other sites
27 minutes ago, Bellerofonte said:

Occhio! Kiltus è un mezzelfo! (è il figlio bastardo di Kerberos)

Non ho ben capito il problema di questa cosa...l'avevo intuito ma...forse mi manca qualche info di background? 🤔

Share this post


Link to post
Share on other sites
3 minuti fa, Daimadoshi85 ha scritto:

Non ho ben capito il problema di questa cosa...l'avevo intuito ma...forse mi manca qualche info di background? 🤔

A tutti manca un po' il background, sto cercando di limitare le informazioni per distribuirle privatamente in base alle conoscenze date dai vostri background una volta terminate le schede. Avevi scritto che era il primo "umano" che vedevi, e ti ho corretto, tutto qui!

L'unica altra cosa che forse tutti dovreste sapere è che Kerberos Fuinur, il Gran Maestro (il capogilda, per capirci) è un umano immortale, anche se nessuno sa il perché. La sua discendenza ha ereditato questa caratteristica.

@aykman il manuale del giocatore va già bene, non ti preoccupare. Per altre info scrivi tutto qui o in MP, non disturbi.

Edited by Bellerofonte
EDIT per aykman

Share this post


Link to post
Share on other sites
Just now, Bellerofonte said:

A tutti manca un po' il background, sto cercando di limitare le informazioni per distribuirle privatamente in base alle conoscenze date dai vostri background una volta terminate le schede. Avevi scritto che era il primo "umano" che vedevi, e ti ho corretto, tutto qui!

L'unica altra cosa che forse tutti dovreste sapere è che Kerberos Fuinur, il Gran Maestro (il capogilda, per capirci) è un umano immortale, anche se nessuno sa il perché. La sua discendenza ha ereditato questa caratteristica.

Aaaah, ok...ma per uno gnorri non è un problema, fa fatica a distinguerli tanto 🤣

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

@Bellerofonte avrei bisogno di un consiglio per il background, per prendere i tratti caratteriali, ideale, legame e difetti...puoi darmi un consiglio? Perché pensavo di usare il background del marinaio, o del forestiero, ma non mi pare abbiano molto senso...Forse farei prima a pensarli per conto mio, ma mi importa anche quali abilità ho ottenuto da questo background. 

Ti dico la mia idea, poi dimmi se può essere valida. Con il background che ti avevo scritto prima, io avevo pensato più a un background da studioso/ricercatore...e, se per te non è un problema, metterei l'abilità in medicina e...uhm. rapidità di mano? Come se fossero sostanze che vanno mischiate in fretta e con precisione, non so.

Riguardo invece ai tratti, do un po' un'occhiata a quelli che ci sono e cerco una quadra.

Share this post


Link to post
Share on other sites

  • Similar Content

    • By Alonewolf87
      Mentre Bernard Daisy e Glorandal si portano dietro una Kalana ancora stordita dagli eventi un portale magico si apre davanti a loro, oltre il quale vedono la familiare figura di Rurik, affiancato da Adolnasius il comandante dei paladini di Heironeous che già in passato vi ha aiutato e Bramnal, rettore dell'università di Absalom. Presto per di qua vi grida Rurik e siete presto trasportati al tempio di Kord ad Absalom. Rurik abbraccia Kalana con forza, sincerandosi della sua condizione. Nella stanza vedete anche Luklan, il sacerdote di Kord amico di Rurik che ha in affidamento questa parrocchia, e un elfo che vi pare di riconoscere dalle prove su Arborea. Un ragazzo dall'aria preoccupata sta guardando la scena dalla porta e tira un grosso respiro di sollievo vedendo Kalana, ma pare voler aspettare a farsi avanti.
      Ragazza mia come stai? chiede il nano all'elfa perchè eri tornata in quel luogo maledetto?
      @Athanatos
      @Pyros88
      @Cronos89
       
    • By Hicks
      Benvenuti nel topic organizzativo della Prigione Astrale. Qui si possono portare le discussioni off-game.
      I personaggi sono:
      @Enaluxeme - Bambino
      @Mythrandir - Aelar
      @Octopus83 - Matrim
      @Ottaviano - Yvrene
      @Von - Godrick Von Goldenberg
       
      Qui potete trovare il Topic di Gioco.
    • By Hicks
      La Prigione Astrale
      È un tranquillo pomeriggio d'inverno a Phandalin. State passeggiando tra le strade del villaggio, diretti alla taverna per cercare un po' di ristoro.
      Negli ultimi tempi la cittadina sta godendo di un nuovo risorgimento grazie all'apertura di una miniera ad opera della famiglia Rockseeker e di un gruppo di avventurieri. Grazie a ciò si sono riversati in città minatori, maestranze, commercianti e artigiani, contribuendo a far ripartire l'economia del villaggio. Il fermento della cittadina ha attirato anche degli avventurieri come voi, recatisi qui in cerca di fortuna.
      L'atmosfera attorno a voi è gioviale e operosa.
       
    • By Alonewolf87
      E dopo quasi dieci anni direi che è ora di un secondo TdS.
    • By The Scarecrow
      DESCRIZIONE DELLA VALLE CUORE DI ROCCIA:

      Colonna sonora

      Spoiler:   http://youtu.be/qnuilPBQwD0
      Da un estratto di "Illuminatus Geographica" del Maestro Scriba Drembrar di Bard's Gate:

      "Il mondo è stato chiamato con molti nomi: Kala, Eorthe, Midgard, Erce la Madre, i Khemitiani la chiamano Geb, gli antichi Iperboreani (che erano giganti tra gli uomini, conquistatori e costruttori) la chiamavano Boros dopo la loro terra natìa sotto la Stella Polare. I Daaniti, gli ultimi superstiti di un'antica e nobile razza, la chiamano Lloegyr, che nella loro lingua significa "Terre Perdute" e suppongo che sia veramente così... terre che un tempo hanno accolto la culla della civiltà fino al suo massimo splendore e ora non sono altro che l'ombra della gloria passata. Per la maggior parte, però, queste terre non hanno nome: sono giusto la terra in cui vivono, lavorano duramente e chiamano casa, e nel cui abbraccio un giorno ritorneranno.
      Queste Terre Perdute esistono in tre grandi masse continentali, con due grandi oceani oltre i quali nessuno ha mai osato spingersi con l'esplorazione.
      I Meridiani della Tempesta, una linea di tempeste a mari in burrasca dove le tecniche di navigazione falliscono e navi colano a picco: queste misteriose linee navigazionali esistono in tutte le direzioni dei mari conosciuti, impediscono passaggi sicuri e tengono al sicuro i loro segreti. Colui che riuscirà a sfidare gli oceani Uthaf e Oceanus per mappare il Passaggio dei Tartari verso quel verde mare di oscurità. sarà sicuramente riconosciuto e ricordato nella storia come uno tra i più grandi esploratori.
      Il centro della moderna civiltà come noi la conosciamo risiede nel più grande continente, Akados, sede della precedente Monarchia Boreana di Foerdewaith (ora nota come i Reami spezzati di Foere) e in passato per lungo tempo dimora dell'antico Impero Iperboreano, un glorioso bastione di civilizzazione che è stato e non sarà più.
      A nord giace il freddo continente polare di Boros dal quale gli Iperboreani discesero in principio per portare il loro sapere nel mondo e dove, forse, essi fecero ritorno quando il loro tempo della gloria finì.
      A est, attraverso il Golfo di Huun, giace il secondo più grande continente, Lybinos, dove il Triplice Reame di Khemit, il Califfato di Ammuyad e le città-stato della Costa Crociata coesistono a stretto contatto, sebbene a ovest oltre le oscurità della giunga senza fine si vociferi dell'esistenza di molte altre culture.
      La luce benedetta di Rana, il Sole, primeggia nel firmamento durante le ore del giorno, sorgendo a est e tramontando a ovest, e il cielo notturno di Lloegyr serve da dimora alle lune Narrah, la Sorella Pallida, ed alla più piccola Sybil, la Sorella Oscura, che tessono il loro intreccio in senso orario attraverso la notte. Una moltitudine di stelle brillano come gioielli accanto alle due Sorelle, la più brillante delle quali è Oliarus, la scintillante Stella Polare che indugia sulle terre del nord patria degli Iperboreani, sempre attendendo il loro ritorno. Altre stelle degne di nota che attraversano il cielo notturno sono Mulvais la Rossa Stella, Cyril l'Azzurro Carro, e Xaros la Stella Nera, sebbene gli astrologi dell'antica Iperborea ci narrino che queste stelle in realtà sono pianeti come il nostro mondo, che ruotano nel vuoto a migliaia di leghe di distanza, per quanto assurdo possa essere. Le loro antiche pergamene suggeriscono, inoltre, che possono esistere altri mondi non visti ancora più lontani. Meglio lasciare queste fantasie ai folli toccati dagli dei ed ai pazzi.
      Il tempo nelle Terre Perdute è scandito dalla danza delle nostre lune Sorelle man mano che esse transitano nelle Tredici Case dello Zodiaco. Ogni anno consta di tredici lune, ognuna delle quali consiste di quattro settimane composte da sette giorni, per un totale di 364 giorni. Le ore del giorno sono in numero di 24. Le stagioni si affidano alla danza di queste lune per essere guidate nel loro avvicendarsi. Tutte le creature di Lloegyr riveriscono le Sorelle gemelle come la fonte della vita sulla terra..."

      Mappe

      Spoiler:   Mappa semplice delle Terre Perdute (per avere il colpo d'occhio dei principali luoghi):
      La città portuale di Reme (dove inizia la vostra avventura) é a sinistra. Seguendo la principale via commerciale (tradeway) arrivate prima a Fairhill e poi alla capitale del Gran Ducato, Bard's Gate. Il puntino in basso a destra é Rappan Athuk, il famigerato dungeon delle Terre Perdute dal quale nessun avventuriero ha mai fatto ritorno... La valle Cuorediroccia sovrasta Fairhill ed é in quella zona che il vostro Monaco é stato addestrato e il Druido periodicamente si riunisce in concilio.

      Mappa dettagliata delle Terre Perdute (questa é una mappa piú seria):

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.