Jump to content

Benvenuto in Dragons’ Lair

La più grande e attiva community italiana sui giochi di ruolo.
Accedi o registrati per avere accesso a tutte le funzionalità del sito.
Sarai così in grado di discutere con gli altri utenti della community.

Need Games: le novità di Natale 2020 e del primo semestre 2021

Riempite la letterina a Babbo Natale con le novità Need Games in uscita a Dicembre e nei primi mesi dell'anno prossimo!

Read more...

Recensione: Mythic Odysseys of Theros

Dopo Ravnica, l'altra ambientazione per i set di Magic the Gathering che è stata convertita a D&D 5E è stata Theros, con il manuale Mythic Odyssesys of Theros.

Read more...

Humble Bundle: Cyberpunk 2020

R Talsorian e Humble Bundle lanciano una nuova offerta, permettendoci di fare un salto nel 2020 delle megacorporazioni e della Matrice.

Read more...

Cosa c'è di Nuovo su Kickstarter: Eldritch The Book of Darkness, Shiver, The Wildsea, Lex Arcana in Giapponese

Vediamo assieme le ultime novità su Kickstarter relative al mondo dei GdR.

Read more...

La Gale Force 9 ha fatto causa alla Wizards of the Coast

La Gale Force 9, l'azienda che si occupa per conto della WotC di localizzare i prodotti di D&D 5E e di produrre accessori per il gioco come miniature e schermi per il DM, ha fatto causa alla WotC stessa.

Read more...

    I GdR continuano a vendere a gonfie vele

    • Nell'ultimo anno negli Stati Uniti e in Canada il mercato degli hobby è calato del 3%, ma quello dei GdR è cresciuto del 18%

    Articolo di Morrus del 22 Aprile 2019

    ICv2, un sito che raccoglie ed elabora dati economici sul mondo nerd, ha prodotto nuovi dati sulle vendite dell'industria che affermano che negli Stati Uniti e in Canada le vendite di giochi e hobby sono calate del 3%, mentre quelle della categoria dei giochi di ruolo da tavolo, che èuna  sottocategoria più piccola del mercato degli hobby, sono incrementate del 18%.

    large_icv2.jpg.f8714d914ddd8f6c581cbd35ab266f9b.jpg

    Nelle vendite di giochi ed hobby il 40% è dato dai giochi collezionabili, il 45% da miniature e giochi da tavolo e il 14% da carte, dadi e giochi di ruolo.

    Gli incassi dei giochi di ruolo sono cresciuti dai 55 milioni di dollari nel 2017 ai 65 milioni di dollari nel 2018.



    Article type: Approfondimenti


    User Feedback

    Recommended Comments



    Nei collezionabili mi sa che ci sono anche i giochi di carte come magic. Finalmente sono in calo. Ho sempre odiato i pay-for-win. Per quanto i giochi di ruolo siano ancora un decimo del mercato rispetto ai giochi collezionabili stanno avendo una crescita pazzesca, più del 400% in pochi anni.

    Link to comment
    Share on other sites
    • Moderators - supermoderator

    Sì confermo che la categoria Collectible Games include anche i giochi di carte collezionabili come Magic.

    Notevole anche l'incremento dei giochi di carte non collezionabili, passati da 45 a 150 milioni annui

    Link to comment
    Share on other sites
    10 ore fa, Alonewolf87 ha scritto:

    Sì confermo che la categoria Collectible Games include anche i giochi di carte collezionabili come Magic.

    Notevole anche l'incremento dei giochi di carte non collezionabili, passati da 45 a 150 milioni annui

    Il trend sembra essere un ritorno al gioco da tavolo (inteso in senso lato) non collezionabile. Secondo me è una buona notizia.

    Link to comment
    Share on other sites

    Sarebbe carino provare a correlare i picchi con l'uscita di determinati prodotti. Ad esempio, cosa sarà uscito nel 2015 come "Hobby Card and Dice Games" per far quasi raddoppiare le vendite di quel settore?
    Inoltre, mi sarei aspettato di vedere un "Effetto Keyforge" nel 2018 e invece non c'è stato nessun aumento.

    Link to comment
    Share on other sites

    Questo perchè grazie a Stranger Things e Critical Role giocare di ruolo è diventato figo e di moda e tutti salgono sul carro adesso.

    Almeno in In USA e Canada va bene, qui in Italia siamo allo stato brado, invece di rilasciare le espansioni di D&D, ufficiali o OGL, si preferisce pubblicare giochi di ruolo sfigati con regole assurde di cui non frega nulla a nessuno.

    Link to comment
    Share on other sites
    29 minuti fa, amarhantus ha scritto:

    si preferisce pubblicare giochi di ruolo sfigati con regole assurde di cui non frega nulla a nessuno.

    Potresti fare gentilmente qualche esempio?

    • Like 2
    Link to comment
    Share on other sites
    • Moderators - supermoderator
    1 ora fa, amarhantus ha scritto:

    invece di rilasciare le espansioni di D&D, ufficiali

    In realtà la Asmodee li sta ben traducendo i manuali supplemento per D&D. Puoi disquisire sul fatto che ci abbiano messo un pò a carburare (anche visto quando ci ha messo la WotC a mettere in piede la localizzazione tramite la Gale Force Nine), ma il ritmo attuale non è affatto male.

    • Like 1
    Link to comment
    Share on other sites
    2 ore fa, amarhantus ha scritto:

    Questo perchè grazie a Stranger Things e Critical Role giocare di ruolo è diventato figo e di moda e tutti salgono sul carro adesso.

    Personalmente non m'importa il motivo per cui i gdr sono diventati "di moda", uscendo dalla nicchia di "gioco per nerd sfigati"!
    Se c'è più gente che li compra (anche se si tratta soprattutto di persone che lo fanno più per moda che per vero interesse), significa più soldi per le aziende di gdr, che quindi possono produrre cose nuove... ad un certo punto (prima di D&D 3/3.5/PF) il mercato era diventato un pò stagnante, e il gdr (almeno quello cartaceo) ha rischiato di morire.

    P.S.: sarebbe buona cosa presentarsi nell'apposita sezione, così che i moderatori possano farti conoscere il regolamento del sito. 😉

    Link to comment
    Share on other sites
    3 ore fa, Checco ha scritto:

    Potresti fare gentilmente qualche esempio?

    MONAD

    DEGENESIS

    tutte le robe POWERED BY APOCALYPSE (DUNGEON WORLD, CITY OF MISTS,  ETC)

    e per concludere...

     

    IL GDR DEI MINIPONY! (Tails of Equestria)

     

    bastano come esempi?

    Edited by amarhantus
    Link to comment
    Share on other sites
    3 ore fa, amarhantus ha scritto:

    qui in Italia siamo allo stato brado

    Hai ragione.

    Se reputiamo che i PbtA (quali poi? Tutti, indiscriminatamente?) siano giochi di ruolo sfigati con regole assurde di cui non frega nulla a nessuno  siamo messi proprio male.

    • Like 2
    Link to comment
    Share on other sites
    6 minuti fa, Checco ha scritto:

    Hai ragione.

    Se reputiamo che i PbtA (quali poi? Tutti, indiscriminatamente?) siano giochi di ruolo sfigati con regole assurde di cui non frega nulla a nessuno  siamo messi proprio male.

    La gente è interessata alla quinta edizione di D&D, non ad altro, è quello il ferro da battere.

     

    Link to comment
    Share on other sites
    32 minuti fa, amarhantus ha scritto:

    La gente è interessata alla quinta edizione di D&D, non ad altro, è quello il ferro da battere.

    La tua perentorietà è fantastica! 😄

    Al giorno d'oggi, quando per documentarsi su argomenti del genere basterebbe un click, trovo sia avvilente leggere affermazioni simili.

    • Like 2
    Link to comment
    Share on other sites
    • Moderators - supermoderator
    33 minuti fa, amarhantus ha scritto:

    La gente è interessata alla quinta edizione di D&D, non ad altro, è quello il ferro da battere.

    Temo che la tua visione in merito sia troppo ristretta (e ribadisco che il ferro della 5E sta già venendo decisamente battuto), ma messa così senza argomentazione mi riesce difficile rispondere. Invoco comunque @fenna e @SilentWolf perchè provino a dire anche la loro.

    Link to comment
    Share on other sites
    In questo momento, Checco ha scritto:

    La tua perentorietà è fantastica! 😄

    Al giorno d'oggi, quando per documentarsi su argomenti del genere basterebbe un click, trovo sia avvilente leggere affermazioni simili.

    Su cosa dovrei documentarmi?

    Sul mare di moduli e ambientazion OGLi in inglese disponibili per la 5a che non vengono tradotti?

    Sulle visualizzazioni incredibili di Critical Role?

     

    Già fatto, per questo dico che alla gente interessa D&D e non Powered by the Apocalypse.

    Link to comment
    Share on other sites
    36 minuti fa, amarhantus ha scritto:

    Su cosa dovrei documentarmi?

    Sul mare di moduli e ambientazion OGLi in inglese disponibili per la 5a che non vengono tradotti?

    Sulle visualizzazioni incredibili di Critical Role?

     

    Già fatto, per questo dico che alla gente interessa D&D e non Powered by the Apocalypse.

    Magari potresti cominciare con il documentarti sull’impatto che alcuni giochi non mainstream hanno avuto sul game design. E sì, anche su quello dei giochi mainstream. Sarebbe un buon inizio. Pensa te: probabilmente scopriresti che alcuni di quei giochi che tu sostieni siano sfigati e con regole assurde hanno influenzato lo sviluppo di giochi da milioni di visualzzazioni video e con un mare di moduli e ambientazioni.

     

    • Like 1
    Link to comment
    Share on other sites

     

    3 ore fa, amarhantus ha scritto:

    IL GDR DEI MINIPONY! (Tails of Equestria)

    Tails of equestria è una figata, innanzitutto 🐎

    2 ore fa, amarhantus ha scritto:

    La gente è interessata alla quinta edizione di D&D, non ad altro, è quello il ferro da battere.

    No, in Italia alla gente (o perlomeno al 90%) basta che il manuale sia in italiano. Bastava fare un giro al ModenaPlay quest'anno per notare come ci fossero decide di gdr proposti, ed erano quasi esclusivamente solo titoli tradotti (e tra l'altro, era più facile trovare titoli come Tails of Equestria piuttosto che manuali di D&D).

    Link to comment
    Share on other sites
    3 ore fa, tamriel ha scritto:

     

    Tails of equestria è una figata, innanzitutto 🐎

    No, in Italia alla gente (o perlomeno al 90%) basta che il manuale sia in italiano. Bastava fare un giro al ModenaPlay quest'anno per notare come ci fossero decide di gdr proposti, ed erano quasi esclusivamente solo titoli tradotti (e tra l'altro, era più facile trovare titoli come Tails of Equestria piuttosto che manuali di D&D).

    Certo perché nel nostro stivale bucato la conoscenza dell'inglese si ferma a "happy hour". E i nostri editori se ne approfittano portando in Italia giochi sconosciuti i cui diritti costeranno meno, vedremo se il gioco vale la candela.

    Poi magari anche qui c'è una folta comunità brony, non lo so, di certo tu ne saprai molto più di me sull'argomento.

    4 ore fa, Checco ha scritto:

    Magari potresti cominciare con il documentarti sull’impatto che alcuni giochi non mainstream hanno avuto sul game design. E sì, anche su quello dei giochi mainstream. Sarebbe un buon inizio. Pensa te: probabilmente scopriresti che alcuni di quei giochi che tu sostieni siano sfigati e con regole assurde hanno influenzato lo sviluppo di giochi da milioni di visualzzazioni video e con un mare di moduli e ambientazioni.

     

    Esempi?

    Link to comment
    Share on other sites



    Create an account or sign in to comment

    You need to be a member in order to leave a comment

    Create an account

    Sign up for a new account in our community. It's easy!

    Register a new account

    Sign in

    Already have an account? Sign in here.

    Sign In Now

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.