Jump to content

La WotC rilascia un commento sulla traduzione della Guida di Van Richten a Ravenloft


Recommended Posts

  • Moderators - supermoderator

La Wotc ha recepito lo sdegno dei giocatori italiani, delusi dalla pessima traduzione della Guida di Van Richten a Ravenloft.

Negli scorsi giorni i giocatori italiani, che da tempo attendevano l'uscita della Guida di Van Richten a Ravenloft, hanno avuto modo di riscontrare la presenza di una serie di gravi errori di traduzione nel testo. Sono dunque state fatte varie segnalazioni in merito alla Wizards of the Coast, che di recente ha ripreso in mano la localizzazione dei suoi prodotti dalla Asmodee, sia tramite la pagina FB Dungeons & Dragons Italia che tramite i canali ufficiali WotC.

A quanto pare le voci dei giocatori che si stavano giustamente lamentando per la situazione sono state ascoltate, dato che ieri è apparso il seguente messaggio sulla pagina FB Dungeons & Dragons Italia:

Abbiamo ricevuto i vostri feedback relativi alla Guida di Van Richten a Ravenloft in italiano, recentemente rilasciata. Vi ringraziamo per i commenti costruttivi, e stiamo lavorando ad un documento di errata corrige che condivideremo al più presto. Il lavoro di localizzazione di Dungeons & Dragons è un compito complesso e diamo estremo valore alle opinioni della nostra community. Vi ringraziamo per il supporto e per il vostro contributo, che ci aiuteranno a migliorare continuamente.

Cosa ne pensate? Vi pare una misura sufficiente?


Visualizza tutto articolo

Link to comment
Share on other sites


  • Moderators - supermoderator
13 minuti fa, Dracomilan ha scritto:

Ho il manuale in inglese. Di che portata sono gli errori? Sono dovuti a mancanza conoscenza dei termini tecnici o sono svarioni a prescindere?

Puoi vedere degli esempi nel topic qui su DL linkato in questo articolo, ma si passa dalla mancata conoscenza dei termini tecnici (senza contare magari le scelte di tradurre cose mai tradotte prima come beholder - onnivedente) a erroracci da Google Translate (undead hunter usato in riferimento ad un non morto che diventa "cacciatore di non morti" invece di "predatore non morto")

Link to comment
Share on other sites

11 minuti fa, nolavocals ha scritto:

Capisco che di tradurre in italiano al resto del mondo interessi davvero poco. Ma hanno fatto una bella figura. Immagino che chi l'abbia acquistato oramai tocca "attaccarsi".

nel 2022 ci sono così tanti modi per ottenere un rimborso volendo che se ti "attacchi" è solo perchè vuoi attaccarti..
Io non l'ho acquistato, ma se mai l'avessi fatto avrei chiesto un rimborso a tempo zero

Link to comment
Share on other sites

Si intendevo che anche di fronte ad un evidente errore della casa (wizard/disney) il rimborso lo ottieni dai terzi come amazon ecc. e non direttamente dalla sede che potrebbe scusarsi molto più concretamente di due righe.

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

Coto quanto ho scritto di lá:

18 ore fa, Lord Danarc ha scritto:

Sinceramente un pdf con un’errata non la trovo una soluzione. Va bene per alcuni errori, generalmente pochi, e refusi. Non per un errore per ogni tabella delle stat dei mostri (da quello che ho letto in giro) più altre numerose atrocitá. Sinceramente è una toppina, ma non copre il buco. Il problema non è avere un pdf che spiega che onnivedente é il beholder e che il non morto è un cacciatore e non di non morti, ma avere un manuale che sia intellegibile e che faccia piacere avere.

Personalmente questo non lo comprerò. Se Tasha non sará di qualitá comparabile alla roba asmodee per me la WOTC 5e finisce qui a livello di manuali cartacei. 

E sapete cosa è il peggio? Che in questo modo potrebbero disincentivare l’acquisto presso i negozi. Perchè amazon fa il reso, i negozi non sempre e rischiano che gli rimanga comunque sul groppone  

 

  • Thanks 1
Link to comment
Share on other sites

Credo sia pensiero comune che questa debutto di Wizards restituisca il giusto valore del lavoro di Asmodee. In particolare, quando fu annunciata a Play la traduzione della 5a Edizione, Massimo Bianchini - confrontandosi con i giocatori - disse che aveva ancora il quaderno con tutti i termini utilizzati nelle traduzioni precedenti e che un punto fondamentale fosse quello di mantenere una coerenza lessicale tra le varie edizioni. Ecco, è abbastanza scontato che quel "know how" è andato perduto. Sarei curioso di sapere dove si trovi lo studio traduzioni che si occupa delle localizzazioni. Se insomma sia un nuovo dipartimento interno a Wizard o si avvalgano di un'altra mega-azienda che cura tutte le traduzioni. Fatto sta che il lavoro di cesello di un appassionato con decadi di gioco alle spalle ha un valore che il primo venuto, seppur titolato, non può effettuare. 

Almeno facessero girare un pdf beta tra qualche personaggio riconosciuto della community, come ad esempio si usa fare per i Kickstarter, gli errori più grossolani sarebbero immediatamente setacciati.

Ho letto nei mesi scorsi alcune discussioni anche su FB sull'opportunità di tradurre terminologie consolidate, Neverwinter per citare un caso eclatante. La platea in questo caso sembra essersi divisa. 

Rimane il fatto che un po' per il piano delle uscite, un po' per la qualità delle traduzioni, la popolarità di questa nuova localizzazione è già al minimo storico. Produzioni così dall'alto verso il basso, come si usava fare negli anni '80 e '90, non hanno senso nel mondo contemporaneo dove le opinioni su una produzione mediocre rimanevano confinate alla soglia del negozietto di provincia. Oggi errori di questo genere minano la professionalità e la credibilità di un progetto. Ed è stupefacente, perché Wizard si è dimostrata molto attenta alle opinioni e idee dei sui clienti dal 2012 in avanti, facendo sempre valutare le proprie proposte prima di pubblicarle. L'errore è stato probabilmente quello di ritenere una traduzione un prodotto consolidato, anziché nuovo.

L'unico modo per ovviare ad errori di questo tipo e recuperare la fiducia degli acquirenti sarebbe una campagna di richiamo o la distribuzione gratuita della copia riveduta e corretta, a chi ha già preso la sola. 

Per chiudere, credo che in molti valuteranno l'acquisto del prossimo manuale dopo averlo scorso accuratamente. Vada come vada speriamo almeno gli serva da esperienza, la 5a è al tramonto e si guarda già al 2024.

  • Like 9
Link to comment
Share on other sites

18 ore fa, Alonewolf87 ha scritto:

ad un documento di errata corrige

capisco che mandare al macero le copie stampate e ristampare tutto possa essere un notevole esborso, ma avere a destra il manuale fallato, e sinistra un foglio con scritto ad esempio  "pag 36 riga 12 "piani" invece di "pianure" e via discorrendo è decisamente poco. Siamo nel 2022, oltre al documento di errata potrebbero benissimo dare un pdf gratuito con la versione corretta del manuale.

  • Like 2
Link to comment
Share on other sites

Fa piacere che la WotC abbia preso a cuore le lamentele del pubblico italiano, ma rilasciare una errata in PDF non è il modo giusto (secondo me) di correggere questa situazione.

Già ci sentiamo presi in giro per la qualità della traduzione, poi ci becchiamo una pacca sulla spalla e una pezza messa così tanto per, direi che la WotC non stia facendo del suo meglio.

Personalmente ho tutti i manuali della 5e in inglese, li ho presi agli inizi e ho preferito prenderli tutti in inglese per coerenza, ma sta cosa comunque mi infastidisce perché purtroppo si vede il lavoro mediocre che è stato fatto nella traduzione.

Link to comment
Share on other sites

spero che la Wizard Italia non sia caduta nella brutta italica abitudine di voler spendere il meno possibile....quindi traduttori sottopagati

Edited by Aranar
  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

16 ore fa, Aranar ha scritto:

spero che la Wizard Italia non sia caduta nella brutta italica abitudine di voler spendere il meno possibile....quindi traduttori sottopagati

È esattamente come Jurassic Park, per le collaborazioni con i "vip" che giocano a D&D: "Non abbiamo badato a spese!", e poi però vanno al risparmio sulla qualità e sui controlli.

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

Se non hanno corretto altri errori mi sa che hanno preso la pappa pronta da chi ha fatto le segnalazioni.

Qualcuno ha trovato altri errori non corretti?

Edited by Aranar
Link to comment
Share on other sites

Ah avevano tradotto anche mind flyer… cosa che non era avvenuta su stranger things, il che la dice lunga. Dovrebbero usare i traduttori di ST a quanto pare.

sembrano anche a me poche comunque.

EDIT confermo che sono poche e poi ci sono errori ulteriori anche nell’errata. 

Edited by Lord Danarc
Link to comment
Share on other sites

4 ore fa, Lord Danarc ha scritto:

Ah avevano tradotto anche mind flyer… cosa che non era avvenuta su stranger things, il che la dice lunga. Dovrebbero usare i traduttori di ST a quanto pare.

sembrano anche a me poche comunque.

EDIT confermo che sono poche e poi ci sono errori ulteriori anche nell’errata. 

stiamo andando nel ridicolo, ad esempio cosa non hanno inserito e cosa hanno sbagliato nell'errata?

Link to comment
Share on other sites

2 ore fa, Aranar ha scritto:

stiamo andando nel ridicolo, ad esempio cosa non hanno inserito e cosa hanno sbagliato nell'errata?

Hanno detto che l'incantesimo disintegrarsi è bin realtà disintegrare, peccato che in d&d é disintegrazione 

Link to comment
Share on other sites

Il 8/7/2022 at 09:59, OrtodelGrognard ha scritto:

Credo sia pensiero comune che questa debutto di Wizards restituisca il giusto valore del lavoro di Asmodee. In particolare, quando fu annunciata a Play la traduzione della 5a Edizione, Massimo Bianchini - confrontandosi con i giocatori - disse che aveva ancora il quaderno con tutti i termini utilizzati nelle traduzioni precedenti e che un punto fondamentale fosse quello di mantenere una coerenza lessicale tra le varie edizioni. Ecco, è abbastanza scontato che quel "know how" è andato perduto. Sarei curioso di sapere dove si trovi lo studio traduzioni che si occupa delle localizzazioni. Se insomma sia un nuovo dipartimento interno a Wizard o si avvalgano di un'altra mega-azienda che cura tutte le traduzioni. Fatto sta che il lavoro di cesello di un appassionato con decadi di gioco alle spalle ha un valore che il primo venuto, seppur titolato, non può effettuare. 

[...]

Non sono d'accordo la coerenza tra le varie edizioni non è di per se un valore universale, lo è solo ed esclusivamente se la traduzione originale era di ottima quailità ed adatta al pubblico moderno. Se il pubblico di riferimento cambia ha senso cambiare la traduzione.

Non sono un esperto ma disintegrare penso sia la traduzione più corretta dal punto di vista linguistico della parola disintegrate. 

Disintegrate è un verbo, disintegration (che è la traduzione di disintegrazione) è un nome.

Può non piacere ma la nuova traduzione è più corretta dal punto di vista linguistico. Non sono esperto di traduzioni ma sono abbastanza sicuro che siano già diversi anni che in italia, tra gli addetti del settore, ci sia un mutamento di pensiero sul come debba essere tradotto un libro. In particolare c'era stata a suo tempo una discussione piuttosto estesa sulla nuova traduzione di harry potter e su quella del signore degli anelli.

 

  • Confused 4
Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.