Jump to content

Benvenuto in Dragons´ Lair

La più grande e attiva community italiana sui Giochi di Ruolo.
Accedi o registrati per avere accesso a tutte le funzionalità del sito.
Sarai così in grado di discutere con gli altri utenti della community.

5 (Non Molto) Sinistri Segreti del Successo di Saltmarsh

Articolo di J.R. Zambrano del 12 Aprile 2019
L'avventura Sinister Secret of Saltmarsh è fra quelle incluse nel manuale di D&D Ghosts of Saltmarsh di prossima uscita. Come Tales from the Yawning Portal prima di esso, Ghosts of Saltmarsh raccoglie vari moduli classici di D&D (questa volta con un tema acquatico) e li aggiorna e rivitalizza per la 5E. Per celebrare l'imminente uscita daremo uno sguardo con voi ad alcune di queste avventure e oggi parleremo del perché Sinister Secret of Saltmarsh funziona così bene.
Come potrete immaginare ci sono molti spoiler a seguire quindi ne approfitto e vi avviso della cosa fin da subito. Se volete giocare alla serie di avventure di Saltmarsh senza rovinarvi la sorpresa smettete subito di leggere. Normalmente non mi preoccupo molto degli spoiler, ma questa avventura è davvero uno dei migliori moduli in circolazione, quindi vale la pena trattenere la vostra curiosità del momento se pensate che avrete modo di giocarvi.
Siete ancora qui? Beh allora prendete i vostri fidi d20 e tuffiamoci in questa avventura.
Agganci di avventura a chilometri zero
Uno degli aspetti più rilevanti di Sinister Secret of Saltmarsh è che la cittadina sembra proprio viva, dandovi un senso della vita comune e delle attività locali. La premessa dell'avventura sembra qualcosa che capiterebbe comunque anche se non fossero presenti dei PG interessati a seguire la trama della storia. In questo modulo si nota il lavoro che gli autori hanno già svolto per voi, ma anche ciò che esso richiede da voi giocatori. Il modulo spinge attivamente i DM a prendere possesso dell'avventura.
Tutto questo viene lasciato al DM. Salvo due eccezioni non ci sono linee guida specifiche per la città, non troverete una lista di PNG da scorrere. Questo modulo vuole che ci lavoriate dietro (concetto che vedrete ripetuto spesso) e questo rende il tutto migliore. Vuole che il posto dove si svolge l'avventura appaia come un luogo vero e proprio da poter esplorare, aspetto davvero importante per far davvero funzionare l'avventura.
Era davvero tutta una messinscena
Prendendo spunto dai classici di Hanna-Barbera si scopre che la casa infestata era in realtà una elaborata facciata imbastita da dei criminali travestiti, che se la sarebbero cavata se non fosse stato per quei ragazzi impiccioni e il loro cane intermittente.

Come gestire al meglio il ritmo
Detto questo, l'avventura è davvero ben scritta e presenta un ottimo ritmo. Riesce davvero bene a generare interesse e segue delle linee guida a sette passi per fa crescere la tensione, mettere in risalto i membri del gruppo e condurli all'azione in maniera organica:
Il gruppo arriva, sentendo voce che ci sono possibili avventure in attesa. Girovagano per la città incontrando dei PNG. NON sentono parlare della Casa Infestata per un giorno o due. Fanno acquisti, incontrano dei PNG e poi in una conversazione casuale (forse con l'oste) vengono a sapere della Casa Infestata (se pare appropriato). Degli ubriaconi o matti locali raccontano loro della Casa Infestata (se pare appropriato). Una volta che decidono di andarci allora tutto si mette in moto. L'oste, che dovrebbe essere amichevole, li introduce ad un membro del Concilio Cittadino, che forse promette loro delle ricompense (cosa che però al contempo permette agli alleati dei contrabbandieri di preparare un'imboscata). Si dirigono alla Casa Infestata e inizia la grande baraonda. Tutto questo presenta gli aspetti giusti per un grande inizio di avventura. E, di nuovo, pone l'enfasi su quello che i giocatori decidono di voler fare.
Narrare una storia attraverso l'esplorazione
Questo è ciò che davvero fa spiccare quest'avventura. Saltmarsh presenta la sua storia lasciando che siano i giocatori a scoprirla. Non vi tiene la mano, ma vuole che vi impegniate per arrivare in fondo.
Questo viene messo in pratica inserendo degli antagonisti con delle chiare motivazioni: ci sono dei contrabbandieri che stanno vendendo armi ai lucertoloidi, ci sono dei lucertolodi che forse stanno pianificando un attacco a Saltmarsh. Essi nascondono le proprie operazioni dietro la facciata di una casa infestata che un tempo apparteneva ad un potente alchimista.
E ogni aspetto dei siti dell'avventura promuove questo aspetto. Per esempio tramite il fatto che un mercante che lavora con i contrabbandieri ha ideato un bizzarro piano per impedire ai personaggi di scoprire la verità, che consiste nel far trovare loro un assassino tenuto prigioniero al piano superiore della Casa.

Egli si unirà al gruppo e causerà problemi, magari anche attaccando quando la farsa verrà scoperta. Ma il DM viene cautelato dal non rendere la cosa troppo ovvia. Questo modulo vuole che si mantengano i segreti.

Parlando di segreti, ce n'è uno nascosto che i giocatori potrebbero non scoprire mai. Il fatto che questa casa fosse un tempo dimora di un alchimista è qualcosa che i giocatori possono scoprire. Dietro una porta sbarrata con scritto PERICOLO si possono trovare degli scheletri che sorvegliano uno stanza dove si trova un alchimista morto da tempo, il quale pare aver scoperto il segreto della Pietra Filosofale. Sulla tavola di fronte allo scheletro ci sono vari oggetti che sono stati trasformati in oro, un segreto che nessuno aveva scoperto prima e che nessuno potrebbe scoprire a meno che i PG non ci incappino.
Momenti come questo forniscono un grande peso alle azioni e alle scelte dei giocatori.
Per ogni azione....
L'altra cosa che questo modulo fa davvero bene è incoraggiare il DM a pensare a come reagirebbero i nemici. Il testo del modulo torna per non meno di tre volte a rivolgersi al DM ricordandogli di "considerare come reagirebbero i nemici" che sono astuti criminali di successo. Sanno di dover scappare quando sono scoperti, sanno di dover sfruttare il vantaggio numerico e di dover preparare delle imboscate se sono stati allertati di possibili problemi.

Nella seconda parte dell'avventura, quando i PG sono costretti a salire a bordo della nave dei contrabbandieri si applicano le stesse regole. Un combattimento che parte al momento sbagliato può fare sì che l'intera nave vada in allerta e tutti i presenti si uniscano alla lotta. Questo modulo non si trattiene con le conseguenze delle scelte dei giocatori e spicca anche per questo.
Link all'articolo originale: https://www.belloflostsouls.net/2019/04/dd-5-not-so-sinister-secrets-to-saltmarshs-success.html
Read more...

Critical Role raggiunge cifre da record per i Kickstarter di GdR/Animazione

Articolo di J.R. Zambrano del 12 Aprile 2019
Ormai giunto praticamente alla fine, il Kickstarter per la serie animata basata su Critical Role raccoglierà probabilmente qualcosa come dieci milioni di dollari, che saranno usati per animare parti della campagna del suddetto gruppo, una cifra che lo rende uno dei Kickstarter legati ai GdR di maggior successo di sempre.
Lo speciale animato The Legend of Vox Machine era stato lanciato verso fine Marzo, ottenendo fin da subito un incredibile successo e raccogliendo svariati milioni di dollari in un solo giorno. Nelle settimane seguenti la campagna Kickstarter si è evoluta intorno all'idea di non creare semplicemente uno speciale animato, ma un'intera serie di dieci episodi. Ogni episodio dovrebbe durare circa 22 minuti, il che implica che nel 2020 avremo a disposizione circa 4 ore di un cartone basato su Critical Role. Una cosa incredibile a cui pensare.
Eccoci nel 2019 e un cartone basato su D&D sta raccogliendo dieci milioni di dollari, e questo perché la gente vuole davvero questo genere di contenuti. Al momento in cui scriviamo più di 70,000 persone hanno contribuito a questo Kickstarter, il che mostra davvero la forza della comunità di fan di Critical Role. Da considerare che ci sono stati delle donazioni di calibro elevato come parte di questa campagna. 5 persone (o gruppi di persone) hanno donato ciascuna 25,000$ per poter avere accesso a delle ricompense esclusive di alto livello. Ad ogni modo la donazione media per questa campagna si attesta sui 120 $.

Tutto questo ci spinge a porci delle domande interessanti sulla natura di questo show, sul gioco che ne sta alla base e sull'industria circostante. Se questo campagna raggiungerà i 10 milioni di dollari si tratterà di una porzione significativa delle rendite del settore dei giochi di ruolo da tavolo. I giochi di ruolo sono da sempre stati la fetta più piccola del mercato dell'hobbystica. Le stime attuali pongono il mercato intorno ai 55 milioni di dollari annui, il che significa che questa campagna di Kickstarter renderà più in tre settimane di quanto molte case editrici di GdR incassano in un anno. Certo, bisogna considerare che in questo caso non parliamo di un gioco di ruolo: le persone che stanno finanziando questo Kickstarter stanno pagando per vedere uno speciale animato, il che richiede delle capacità completamente differenti.
Ma rimane il fatto che Critical Role si basa su quel mondo. Dopo tutto è grazie a D&D - il leviatano sul cui dorso si fonda l'intera industria dei GdR - che così tante persone hanno seguito quello show. E sulla base del successo di questo Kickstarter e dell'afflusso di persone garantito da Critical Role, è bello vedere che le persone al centro di questo progetto stanno usando la loro posizione e i loro privilegi per aiutare alcuni dei settori più piccoli e in difficoltà dell'industria ludica.
Se avete supportato i Kickstarter di Swordsfall e Humblewood e avete notato quanto successo hanno avuto, è anche in parte grazie alla visibilità che persone come Matt Mercer hanno fornito a questi progetti.
Il che non vuole dire che i creatori di quei progetti non abbiano lavorato duramente, non si siano impegnati sacrificando per il proprio successo tempo, denaro e sangue umano su altari oscuri duranti notti senza luna. Ma man mano che ci avviciniamo al 2020 non si può negare che il mercato dei GdR sia uno in cui sempre più persone vogliono entrare. Come reagirà l'industria a questo afflusso? D&D rimarrà per sempre il fondamento di questo settore? Sviluppatori più piccoli e indipendenti riusciranno mai ad avere successo in un mercato ostile? Sono domande fondamentali per il futuro di questa industria e della comunità ludica.
Quali che siano le risposte, questo pare essere un punto di svolta importante per i GdR. Cosa pensate ne conseguirà? Fatecelo sapere nei commenti e buone avventure!
Link all'articolo originale: https://www.belloflostsouls.net/2019/04/dd-critical-role-hits-new-heights-for-rpg-animation-kickstarters.html
Read more...

In arrivo due nuovi mazzi di D&D Monster Cards

La Gale Force Nine ha annunciato due nuovi mazzi che si aggiungeranno alla sua linea di Dungeons & Dragons Monster Cards: parliamo dei set Volo’s Guide to Monsters e Mordenkainen’s Tome of Foes, in arrivo nel terzo trimestre di quest’anno.
Scendendo nel dettaglio, il set Volo’s Guide to Monster Cards sarà composto da 81 carte, che comprenderanno creature con grado sfida che andrà da 1 a 16. Il mazzo conterrà 44 carte regolari e 50 carte doppie (con dimensioni equivalenti a quelle di due carte regolari), e sarà venduto al prezzo di 20$.

Il set Mordenkainen’s Tome of Foes Cards porterà sulle nostre tavole 109 nemici direttamente presi dal manuale omonimo, che includeranno creature di grado sfida da 1 a 16. Tra queste carte ve ne saranno 38 di dimensioni regolari e 71 doppie, il tutto venduto a 25$.

I due mazzi sono ispirati rispettivamente ai manuali Volo's Guide to Monsters e Mordenkainen's Tome of Foes. Volo, diminutivo di Volothamp, è un personaggio immaginario dei Forgotten Realms di Dungeons & Dragons, famoso per essere una sorta di enciclopedia vivente di creature, popolazioni e luoghi del mondo. La sua Guida ai Mostri è un manuale contenente informazioni superficiali su una grande quantità di mostri, tutti quanti inseribili in qualsiasi gioco di Dungeons & Dragons. Mordenkainen è, invece, un potente mago proveniente dal mondo di Greyhawk: nel suo Tomo l'arcimago ci presenta la sua visione personale dei vari conflitti in atto tra i diversi piani d’esistenza di D&D, dalla Guerra Sanguinosa fino alle battaglie tra fazioni di Sigil. Questo manuale di 256 pagine comprende anche nuove razze giocabili e blocchi di statistiche di decine e decine di nuovi mostri, tutti utilizzabili in qualunque campagna di Dungeons & Dragons. Le carte di questi due manuali aiuteranno i giocatori ad avere a portata di mano le informazioni basilari per utilizzare queste informazioni.
Link all'articolo originale: https://www.phdgames.com/new-dd-monster-cards-gf9/
Read more...

Cura Ferite è l'incantesimo più usato di D&D!

Articolo di Morrus del 12 aprile
È da molto tempo che non pubblichiamo un aggiornamento da D&D Beyond (avete già visto le avventure più visionate, le classi e le sottoclassi più giocate e altro). Oggi è il turno degli incantesimi: gli sviluppatori di D&D Beyond hanno rivelato quali siano i più popolari, sia globalmente che divisi per classe.

E il più popolare è risultato essere cura ferite. Gli incantesimi presenti in queste statistiche sono o scelti tra gli incantesimi conosciuti oppure inseriti tra quelli preparati . La maggior parte dei dati è legata a personaggi di basso livello, cosa che sicuramente influenza i dati, ma ciò è dovuto al fatto che i bassi livelli sono quelli a cui si gioca con maggior frequenza.

Read more...

Guida Galattica ai PbF

"Come si gioca sul Dragon's Lair?"
(ovvero: ho trovato un modo subdolo per dare una risposta chiara a una domanda frequente)
 
1 - DECIDI IL TUO GIOCO
Per spiegarlo in maniera semplice, immaginate la tipica giocata di ruolo attorno ad un tavolo, con il Master che inventa la storia ed i giocatori che interpretano i propri personaggi; ecco, avviene la stessa cosa ma in maniera telematica. Se preferisci giocare su piattaforme come Roll20, Discord o Skype basta avviare un nuovo topic cercando giocatori e/o master in questa sezione; in tal caso la guida finisce qui. Grazie per averci scelto! Altrimenti se preferisci ruolare in una gilda del D'L puoi cercare compagni di gioco in questa sezione o contattare con un messaggio privato l'utente che ti interessa.
2 - USARE LE GILDE
Cos'è una gilda esattamente? Puoi pensarla come una "stanza" virtuale nel sito dedicata al gioco. Anche se tutti* vi possono accedere e vedere i contenuti al suo interno, sono coloro che vi si uniscono a partecipare attivamente come giocatori.
Nel pannello principale su in alto trovi il menù Risorse che ti porta alle Gilde PbF (Play-by-Forum).

Cliccando su una gilda qualunque si può vedere come è fatta all'interno e quali sono i suoi contenuti.

Generalmente si usa un TDS (Topic di Servizio) per discutere dell'organizzazione OFF-GAME (cioè quando sono i giocatori a parlare) Si usano invece uno o più TDG (Topic di Gioco) per ruolare, cioè interpretare i propri personaggi e giocare le avventure.
3 - RUOLARE SULLE GILDE: IL TDG
Ruolare in un Topic di Gioco è estremamente semplice: in linea di massima ogni giocatore posta un messaggio secondo un ordine casuale o stabilito a monte, scandendo un ritmo per il quale quando tutti gli altri giocatori (e il master, non dimentichiamolo!) hanno avuto la possibilità di dire/fare la loro, allora si può controbattere. Questa regola è soggetta ad eccezioni quando si tratta di conversazioni tra PG, per il quale si lascia al buon senso dei giocatori decidere come e quando postare. In cosa consiste il post? Tutto quello che direste a parole attorno ad un tavolo da gioco, lo scrivete:

La regola generale è ovviamente soggetta a eccezioni e limitazioni da parte del Master, che sempre tutto può.
Per esempio è usanza comune stabilire un limite di tempo (24/48h in genere) entro il quale tutti i giocatori devono postare, pena "saltare il turno" ed eventualmente lasciare al Master il controllo di quel personaggio nel turno. Si stabilisce spesso un canone sugli stili da usare per il parlato, la descrizione od il pensato (in genere il grassetto per parlare ed il colorato per i pensieri).
Come fare per i lanci dei dadi? Il master vi darà indicazioni su come gestire questi inconvenienti. Alcuni master preferiscono lanciare i dadi al posto vostro usando Dice Roller (o siti simili) e postarne poi il risultato insieme alla reazione che ne consegue. Per chi ha meno fiducia e non si fida di un master che potrebbe imbrogliare (?) esistono siti che vi permettono di tirare un dado e di condividerne il risultato con gli altri giocatori.
A che servono gli spoiler? Talvolta alcune azioni dei PG riguardano soltanto un altro particolare PG o il master; per mantenere la segretezza ed evitare il metagame si usa lo spoiler preceduto da una "@nomedestinatario" o qualcosa di simile; ad esempio se un personaggio sussurra ad un altro personaggio mentre ne è presente un terzo, la discussione privata tra i due va sotto spoiler, mentre ciò che è "pubblico" viene scritto normalmente.

 
4 - ORGANIZZARSI SULLE GILDE: IL TDS
Tutto ciò che è "di servizio" al TdG va nel Topic di Servizio, ad esempio la creazione dei personaggi, la gestione delle tattiche, la richiesta di chiarimenti tecnici, avvisi di ogni natura e comunicazioni agli altri giocatori.

Le buone maniere ipotizzano che il topic di servizio si dovrebbe utilizzare solo per questioni inerenti la parte tecnica e non per il cazzeggio, ma in base a quanto siano tolleranti i Master questa regola può essere più o meno elastica.
5 - VANTAGGI E SVANTAGGI DI GIOCARE SULLE GILDE
Si gioca sempre. Al contrario di come spesso succede al tavolo, non c'è bisogno di riuscire a conciliare gli impegni di tutti per trovare un giorno ed un'ora in cui la banda sia al completo, né cercare un posto adatto a giocare. Basta avere accesso ad un pc, internet, e una mezz'oretta libera ogni una o due volte al giorno. Il gioco è fatto. Tantissimi giocatori. Internet ha reso le distanze invisibili: il sito D'L conta tantissimi giocatori all'attivo, ognuno dei quali sta mediamente in più di tre campagne contemporaneamente. State pur certi che se avete una buona idea, troverete sicuramente qualcuno pronto a giocarla insieme a voi. Una stanza per sé in un palazzo enorme. Il sito D'L non è solo una piattaforma di gioco, è una community. Una gilda non è uno spazio isolato nel vuoto, ma un luogo virtuale all'interno di un forum attivo nel quale c'è sempre uno spunto, una discussione, un articolo capace di catturare la vostra attenzione. Si gioca sempre. L'ho già detto, lo so, ma questo dipende dal fatto che alcune persone hanno un certo stile di vita capace di incastrarsi bene con i ritmi del PbF, e altri invece hanno turni da 48h a lavoro e poi un weekend completamente libero. Non dico che non sia possibile a prescindere, ma ho notato che questo tipo di routine non va molto d'accordo con la pazienza degli altri giocatori. Giocatori occasionali. Si vedono spesso giocatori (soprattutto gente che si è iscritta da poco) che iniziano entusiasti a ruolare in una o più campagne contemporaneamente e all'improvviso spariscono senza lasciare traccia; peggio ancora sono quelli che si improvvisano subito master e che fanno la stessa cosa ai danni di più giocatori. Da evitare come la peste. Strumenti diversi. Questo non so se è un vantaggio o uno svantaggio, perciò lo lascio nero. Ad un tavolo da gioco abbiamo il contatto umano, l'espressività, la calligrafia, l'improvvisazione che in un PbF sono per natura assenti; in compenso su internet abbiamo il tempo necessario per dosare attentamente le parole, la capacità di tenere traccia di tutto ciò che viene scritto, la rapidità con cui si creano mappe (tramite i tabletop come mipui e roll20) e si reperiscono immagini (Pinterest e Deviantart, i migliori amici del master). Il tutto si riduce ad una sola frase: è un modo diverso di giocare. Ma onestamente, vale la pena almeno provarlo.
Conclusione:
Ecco il mio consiglio spassionato: dai un'occhiata alle gilde esistenti, vedi come giocano gli altri e poniti questa domanda: "Io ne sarei in grado?" se la risposta è sì, benvenuto tra noi. La seconda domanda da porsi è "Ho la costanza di affrontare un'intera campagna?" la percezione del tempo è diversa quando si gioca sui PbF, ma se vuoi provare e basta, l'importante è farlo sapere prima. Troverai qualche master disposto a farti giocare senza impegno per vedere se fa al caso tuo.
Read more...
Sign in to follow this  

About This Club

Gilda per la campagna a giocatore singolo La grande scacchiera

  1. What's new in this club
  2. Jamster riesce a convincere il re a farsi dare risorse e riempite il tuo zaino fino all'orlo di viveri ed alcune borracce d'acqua. Il resto lo portate con voi. A questo punto cominciate il viaggio nella foresta nera. Vi teletrasportate vicino ad un rifugio dove vi fate ospitare dagli uomini di guardia. Qui scambiate informazioni sulla foresta per notizie dalla città, poi parti subito dopo in esplorazione con l'elfo. La foresta sembra meritare il suo nome, le foglie degli alberi sono letteralmente diventate nere, l'aria è tetra, fredda e quasi sempre nebbiosa. I rami sono intricati e le radici contorte. Cespugli pieni di spine ricoprono il terreno e funghi parassiti divorano ogni traccia di vita vegetale. Non un animale vivo abita più questa terra maledetta, solo non morti trovano casa qui. Qiren è terribilmente colpito da questa vista. Questo era un posto pieno di luce e gioia... in un passato ormai lontano. Ricordo ancora il giorno dell'evacuazione. Ero venuto volontario insieme ad altra gente della mia terra perché avevo amici e parenti in questa foresta. Quando arrivammo trovammo un nemico che non avevamo mai combattuto prima. Trovare i villaggi superstiti non fu facile, scortarli fuori molto più difficile. Molti sono rimasti indietro nella lotta, i non morti erano troppi pochi per attaccarci direttamente eppure continuavano a colpire e ritirarsi con un'organizzazione mai vista prima nella loro specie. Fu il periodo più duro della mia vita e mi ripromisi di non tornare più in questa foresta... a quanto pare non ho saputo mantenere la promessa. Vi racconta l'elfo, aprendosi grandemente. Il primo giorno passa liscio: trovate la strada migliore ed evitate ogni contatto, costruite un nuovo rifugio improvvisato per la notte e ripartite il giorno successivo. Il secondo giorno avete un incontro spiacevole con degli zombi vaganti ma usate le vostre abilità per evitarlo, non volendo rischiare un combattimento per attirare attenzione sulla foresta. Il terzo giorno il rifugio viene scovato da una pattuglia di scheletri guidata da un wight. Combattete con tutte le forze e riuscite a sbaragliare i nemici anche se eravate in uno contro tre. Nonostante nessuno nemico sia fuggito, passate il resto della notte in allerta ed il giorno successivo fate ancora più cautela di prima. Ora vi avvicinate all'obbiettivo e la cosa comincia a farsi più pericolosa, la foresta è più spoglia e la presenza del male più forte. Arrivate a quello che sembra essere una torre di guardia e notate sia sotto il controllo di una pattuglia di wight. All'inizio il drago si propone di piombare sulla torre e raderla al suolo con il suo soffio ma Jamster teme di attirare troppa attenzione. Dopo aver discusso le opzioni decidete che il modo migliore di agire sia per te di andare in avanscoperta, trovare un posto sicuro e tornare a teletrasportare tutti lì. Libero dal resto del gruppo, riesci facilmente ad evitare le guardie alla torre e portare tutti dall'altra parte come da piano. Finalmente arriva quello che sperate sia l'ultimo giorno di viaggio. Mentre camminate il Agharth torna ad avvisarvi di un pericolo in arrivo, dovete nascondervi in fretta oppure uno stormo di wraith vi troverà. Tu e Qiren riuscite ad evitare la vista degli esseri incorporei, tuttavia il drago vi informa che l'ultimo accampamento costruito è stato individuato ed ora i dieci spettri neri sono alla ricerca dei vostri compagni. Posso intervenire, farmi notare ed attirarlo lontano. Propone il drago. Sono più veloce e riuscirò a distanziarli abbastanza finché non vi sarete allontanati da qui. Il lich reagirà di sicuro. Obbietta Qiren. Se il dracolich è già risorto verrà mandato a cercarti e chissà quali altre difese verranno preparate se un drago è avvistato così vicino alla loro capitale. Jamster ha detto di non mostrare la vera forma finché non sarà indispensabile. Io dico di tornare indietro e, se trovano qualcuno di noi, combatterli a terra. Malia? Che proponi di fare? Ti chiedono.
  3. Bene, che aspettiamo? Commento con una allegria volutamente esagerata dubito che il nostro Faccia Morta abbia il cuore abbastanza puro da voler o poter distruggere da solo il suo artefatto! Muoviamoci a raccogliere provviste... Quindi tiro fuori il mio zaino, dicendo per le vivande possiamo usare uno di questi, contiene enormi volumi pesando poco o nulla...
  4. Jamster prende la parola, dopo essere stato incitato mentalmente da te. Il bastone potrebbe essere l'artefatto corrotto di cui ci ha parlato Malia! Sicuramente sarà stretto tra le mani del nemico, dobbiamo prenderlo dalle sue malvagie mani e distruggerlo. Dice, convinto di aver interpretato bene la profezia. Non sappiamo se la torre oscura abbia difese magiche, quindi teletrasportarci troppo vicini sarà rischioso, Malia, io dico di portarci alla foresta nera e da lì proteggere a piedi, cercando di restare nascosti a magie e creature. Procediamo solo di giorno e ci nascondiamo di notte, quando i nemici sono più forti. Portiamo solo l'indispensabile e niente di più. Non ci sarà possibilità di cacciare quindi dovremmo prendere parte delle scorte di cibo accumulate per l'assedio. Sono sicuro riuscirò a convincere il re a darcele. Qiren, conosci bene la foresta, tu aiuterai Malia ad esplorarla. Hersing, Rordoth, conoscete i non morti ed i poteri del male, insieme potremmo preparare difese contro i nemici che incontreremo lungo il cammino. Hagref, Glan, avremmo bisogno della vostra forza e coraggio se ci sarà da combattere, altrimenti potete usare la vostra esperienza da viaggiatori per ottenere il meglio dall'ambiente circostante e costruire accampamenti improvvisati lungo in cammino. Infine Agharth userai la tua velocità e vista senza eguali per esplorare i dintorni ed avvisarci di pericoli imminenti. Mantieni la forma di uccello il più possibile così eviteremo attenzioni indesiderate. La confidenza di Jamster sprona l'animo di tutti, il piano di marcia sembra essere approvato ed ora resta soltanto raccogliere tutto il necessario per partire.
  5. Ammetto di non aver mai sentito parlare di un artefatto chiamato Bastone della Morte... Commento dopo un momento di riflessione, grattandomi il mento, però si tratta - quasi certamente - di una delle fonti del potere del Linch. Quindi se riusciremo a distruggerlo daremo un colpo molto deciso alle basi della sua campagna di devastazione... Guardo i compagni, cercando lo sguardo di Jamster in particolare per poi inviargli un messaggio silenzioso e credo di sapere chi dovrebbe guidarci: colui che deve a tutti i costi raggiungere quell'oggetto per distruggerlo! Quindi, ammorbidendo il tono, avanzo un consiglio se la gente ha un obiettivo concreto avanti a se, qualcosa che può toccare, agirà con molta più determinazione e sicurezza per raggiungerlo. Devi fargli capire che ce la possiamo fare, che possiamo vincere questa battaglia ed eliminare questa torre nera dalla scacchiera di questa guerra!
  6. Tutti concordano con il tuo piano stavolta. Intanto il chierico ritorna con i risultati della sua preghiera ed ha un sorriso sul volto. Pelor mi ha risposto. Annuncia. Dice: "Solo un cuore puro e forte distruggerà il bastone della morte."
  7. Dovremo procedere per tappe... Dico, riflettendo un momento vi potrete nascondere in qualche posto difendibile e, dopo essere avanzata abbastanza, ne cercherò un altro e vi teletrasporterò lì...
  8. Quindi potrai fare da esploratrice. Dice l'eflo. Ma quanto ci rallenterà dover aspettare? Non rischiamo di attirare più non morti stando fermi ad aspettarti che andare insieme? Non ha tutti i torti. Dice il cacciatore. Ma andare alla cieca in una nazione di mostri potrebbe piacerti ancora meno che andare con calma.
  9. Conosco un incantesimo che può farmi ignorare dai non morti... Dico, dopo aver riflettuto un po' ma non posso condividerlo con voi...quella è una capacità divina. Però posso usarla per avanzare in avanscoperta e ridurre i rischi...
  10. Riprendi la mappa della foresta nera, cercando di capire quello che sapete e non. La mappa mostra l'accampamento segreto stabilito dal re di Lyragor e dalle rose piangenti. Puoi inoltre vedere percorsi suggeriti sia verso la torre oscura che verso il castello nero. Non sapete quali pericoli ci sarebbero da affrontare, ma siete certi che la foresta è piena di non-morti.
  11. Bene, allora tu occupati del rituale per entrare in contatto con la tua divinità... Commento, prima di ricordare un dettaglio di quello che dovrà essere il piano a lungo termine magari Jamster può esserti di aiuto nei preparativi... Ed allargare i suoi orizzonti in questo modo... Aggiungo tra me e me, prima di volgermi verso gli altri noi intanto dovremo studiare le mappe che i nostri alleati ci possono fornire e definire una strategia di approccio... @Master
  12. Il sacerdote sembra confidente, Naberius un po' meno. Intanto gli altri sembrano d'accordo con la tua idea di cercare di recuperare gli artefatti rubati.
  13. Calma, gente... dico gentilmente, ma con fermezza. È ovvio che dobbiamo agire in fretta, ma se non agiamo con la testa rischiamo di fallire, e ciò non sarebbe di giovamento per la città. Ciò detto mi rivolgo al sacerdote, dicendo Se ritieni di poter avere un indizio facciamo un tentativo, altrimenti dovremo tentare. Non possiamo lasciar distruggere la città e, anche non trovassimo il filattero, se riuscissimo a recuperare alcuni dei suoi artefatti lo indeboliremmo... @Master
  14. Vi riunite prima con Rordoth al tempio di Pelor e poi con il gruppo di avventurieri. Mentre spiegate la situazione ai vecchi compagni, loro vi raccontano gli ultimi giorni dell'assedio: i soldati sono riusciti a respingere gli assalti dei non morti per il momento, le armi d'assedio dei nemici sono distrutte ed ora stanno ricostruendo nuove torri. Tuttavia la peste interna sta andando fuori controllo, il popolo è lasciato affamato mentre il cibo è chiuso nelle riserve del castello. I nobili si sono chiusi nelle loro stanze ed il re stesso non si fa più vedere. Il panico sta prendendo dominio della città e cominciano ad esserci le prime proteste da cittadini. Non abbiamo tempo da perdere! Dice Jamster. Dobbiamo fermare questo male o la città è perduta! Sì, cerchiamo la testa dei morti e uccidiamolo. Esclama Hagref, pronto alla battaglia. Come? Chiede Hersing. Non sappiamo neanche dove sia il filatterio del lich, dovremmo prima scoprirlo prima di agire alla cieca! Forse è nella sua torre! Suggerisce Jamster. Avevamo un piano per attaccarla. Forse? Non è abbastanza contro un nemico così! Insiste il cacciatore. Gli dei ci indicheranno la via, proverò a contattare la saggezza di Pelor perché ci mostri la via. Propone Rordoth, guardando male il cacciatore. Apparentemente il sacerdote non si trova a suo agio nella presenza di Hersing.
  15. Completata la missione lascio che siano Jamster ed il cacciatore a prendere gli onori e le acclamazioni e, appena siamo pronti, ci teletrasporto tutti al punto di rendez vous con il sacerdote di Pelor per poi accompagnare il gruppo dove gli altri nostri compagni ci attendono.
  16. Ingenui, effimeri, miopi... sempre più divertenti degli dei ed i loro piani! La sofferenza e delusione dei mortali non ha paragone nell'universo! Risponde Naberius, cinico e crudele come al solito. Il barone sembra così felice che abbiate risolto il problema che non si preoccupa minimamente di controllare che veramente il fantasma è sparito. Venite pagati quanto promesso e vi viene promessa ospitalità indefinita nelle sue sale. Dopo aver gentilmente rifiutato la sua offerta vi ritrovate accolti da una folla di curiosi che vi tempesta di domande, sguardi di ammirazione o di scetticismo. Alla fine ci mettete due ore a liberarvi dalla massa di gente e trovarvi soli, pronti per abbandonare questa baronia decadente.
  17. Non rispondo all'ultimo commento del drago, chiedendomi se parlerebbe allo stesso modo qualora - dopo essere rimasto l'ultimo della sua razza ed aver visto la sua intera civiltà venire spazzata via - si trovasse in piedi sul cumulo delle rovine di quella che credeva la sua esistenza. Cosí ingenui ti sembriamo, noi esseri dalla vita definita? Penso, rivolto alla Vestige nella mia testa, riflettendo come anche un drago millenario sarebbe un essere giovane, rispetto a Naberius. Intanto peró proseguo verso il castello: prima ci lasceremo questo posto alle spalle e meglio sarà.
  18. Parli bene, ma ricorda che non sempre basta puntare a bene per farlo. Certe azioni sono sbagliate, qualunque intenzione si abbia. Dice il drago, ricevendo un cenno di consenso da Jamster.
  19. Osservo incuriosito lo scambio tra l'uomo e il drago. Ovviamente, se non lo avessi informato prima la sua reazione sarebbe stata diversa, ma bisogna ammettere che ha carattere... Ad ogni modo ci tengo a puntualizzare Non gli ho detto che puó trasgredire i suoi ideali, il contrario. Gli ho solo detto che gli ideali sono una meta...sono il polo magnetico a cui la bussola tende. L'importante é seguire la bussola, non arrivare al polo...
  20. Jamster è ormai abituato ai tuoi discorsi e non fa più resistenza sulla tua flessibilità morale. Mantiene ancora un forte compasso morale ma comincia a riconoscere che la situazione non è sempre così facile. Il drago non sembra essere completamente d'accordo. Grigio è una parola forte. Cerca sempre di mantenere la giustizia sopra ogni cosa e ascolta il tuo istinto. Altrimenti buone intenzioni si trasformeranno in cattive azioni prima che tu te ne renda conto. Poi si volta verso il cacciatore. Finalmente è tempo di presentarci. Il mio nome è Agharth, sono un drago di bronzo. Il mio nome lo sai. Risponde Hersing, non nascondendo che sapeva già del drago. E ti consiglio un travestimento migliore. La ragazzina sapientona che si comporta da adulta e non trema ad un fantasma non è molto credibile.
  21. Perché, purtroppo, il mondo non è mai bianco o nero, Jamster... Rispondo gentilmente al ragazzo, cercando di rendergli meno amara la pillola i principi delle divinità sono degli assoluti, ma il mondo è fatto di creature imperfette. L'assoluto non esiste nella vita degli esseri mortali: esso è un obiettivo a cui tendere per comportarsi il meglio possibile...non puoi essere totalmente bianco, ma devi provarci per essere grigio chiaro...
  22. E distruggerlo non è facile. Aggiunge il cacciatore. Capisco... Dice Jamster. Ma se questa era la cosa migliore, perché sembra così ingiusta. A volte mi chiedo perché l'invincibile mi metta su una strada in cui la strada giusta è piena di insidie e dubbi. Forse sta solo testando la mia risolutezza. Non ho intenzione di deluderlo.
  23.  
×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.